CONSORZIO ZAI IN PRIMA LINEA

Veneto Intermodal
ottimizza traffico merci

07/05/2019 17:06

Ottimizzare lo sviluppo del traffico intermodale lungo i principali nodi logistici veneti con un approccio congiunto e globale tramite il Piano Regionale del Trasporto Merci (GUARDA SERVIZIO TV). E' stato definitivamente approvato il progetto Veneto Intermodal.

La regione Veneto ora è interconnessa da tre Corridoi europei Ten-T: Scandinavo-Mediterraneo (Asse del Brennero), Mediterraneo (Asse Est-Ovest) e Adriatico Baltico (Valico del Tarvisio). Tale strategica localizzazione geografica ne fa uno snodo fondamentale per il traffico merci sulla direttrice Nord-Sud attraverso il transito del Brennero e del Tarvisio, ma è anche una macro area fondamentale per i collegamenti Est-Ovest lungo il Corridoio Mediterraneo, asse potenziale di sviluppo dei traffici delle imprese italiane che esportano nell’Est Europa.

Il settore dei trasporti è fortemente influenzato dall’andamento economico generale. Basti pensare a come la crisi economica mondiale abbia inciso sul trasporto delle merci e sulle abitudini di spostamento delle persone. In questo contesto, si inserisce il progetto Veneto Intermodal che ha l’obiettivo principale di promuovere lo sviluppo dei traffici merci da e per i nodi logistici veneti. Nonostante il rallentamento del commercio mondiale, le esportazioni venete hanno raggiunto nel 2018 il loro massimo storico. Nel 2018 le esportazioni venete sono state pari a 63,3 miliardi di euro e hanno registrato un tasso di crescita (+2,8%). Da questo andamento si evince l’importanza del progetto Veneto Intermodal il quale mira a rafforzare i legami commerciali con i nodi logistici e potenziare la rete di collegamenti intermodali sia a livello locale che a livello nazionale.

Al bando 2018 del Programma CEF è stato approvato il progetto VENETO INTERMODAL promosso e coordinato da Interporto Quadrante Europa di Verona, che coinvolge come partner Regione Veneto, Rete Ferroviaria Italiana e Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Settentrionale. L’importo complessivo del progetto è di 4.032.760, co-finanziati al 50%

L’evento di lancio del progetto si è tenuto a Verona: “Consorzio ZAI è pronto a giocare un ruolo da leader tra i terminal intermodali europei in pieno accordo con la Commissione Europea, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e le istituzioni regionali e locali - ha detto il presidente Gasparato -. In questo quadro abbiamo visto approvato un progetto che ammonta complessivamente a 4 milioni di euro, con un valore per l’Interporto Quadrante Europa di Verona pari a due milioni, con un contributo del 50%".


 

Guarda anche:

Nessun commento per questo articolo.