AL RISTORI

"Happy birthday maestro"
ricordando Peter Maag

07/05/2019 12:35

Un ciclo di appuntamenti lungo un anno per celebrare, nel centenario dalla nascita, la memoria del celebre maestro Peter Maag. Direttore d’orchestra di fama internazionale, tra i più significativi del ‘900, Maag sarà ricordato in un lungo programma di concerti realizzati, per tutto il 2019, nei principali teatri italiani in cui ha lavorato.

A Verona, città in cui il maestro è venuto a mancare nel 2001 all’età di 82 anni, è in programma al Teatro Ristori, venerdì 10 maggio alle 18, l’incontro “Happy birthday, Maestro!”.

L’evento, a ingresso libero, è promosso dal Fondo Peter Maag, istituito a Verona nel 2012 dalla donazione del materiale relativo a “La Bottega”, il celebre laboratorio lirico voluto e istituito nel 1989 dal maestro. L’appuntamento, che si inserisce nell’ampio programma del “Peter Maag Celabration 2019’, è realizzato in collaborazione con Fondazione Teatro Ristori, Regione Veneto e Comune.

Durante l’incontro interverranno, a ricordo del maestro, Nicola Guerini presidente del Fondo Peter Maag, Alberto Martini direttore artistico del Teatro Ristori, Cecilia Gasdia sovrintendente della Fondazione Arena di Verona e i rappresentanti delle istituzioni che hanno collaborato nella sua lunga attività artistica, tra i quali Gianni Tangucci, Filippo Juvarra e un rappresentante dell’Orchestra di Padova e del Veneto. Sono previsti anche contributi audio, immagini e interventi telefonici con artisti e collaboratori del celebre direttore svizzero oltre alla consegna della Medaglia della città di Verona, che l’assessore alla Cultura conferirà alla memoria del maestro e alle attività a lui dedicate.

L’evento è stato presentato questa mattina dall’assessore alla Cultura insieme al presidente Guerini. Presenti Marica Franchi Maag, moglie del maestro, e la figlia Costanza Maag.

“Una bella opportunità per conoscere la straordinaria vita artistica di questo importante maestro d’origine svizzera che – spiega l’assessore –, oltre ad essere un grande direttore di fama internazionale, ha dedicato parte della propria vita nel sostenere e promuovere la crescita di giovani artisti di tutto il mondo”.


 
Nessun commento per questo articolo.