L'OPERA DI BERNARDINO INDIA

Affresco restaurato alla
Tomba di Giulietta

06/05/2019 16:21

E’ stato completato in questi giorni, al Museo degli affreschi alla Tomba di Giulietta, l’intervento di restauro dell’affresco di Bernardino India “Allegorie di Verona, Rovigo e Treviso”.

Il cantiere, avviato lo scorso marzo, è rimasto visibile al pubblico per tutta la durata dei lavori, con numerose visite guidate promosse per l’occasione dalla Direzione dei Musei Civici veronesi. Principale sostenitore del progetto, con una donazione di 20 mila euro, l’associazione Inner Wheel Club di Verona – Distretto 206 Italia.

L’importante donazione è stata infatti destinata, per l’anno 2019, alla promozione del Museo degli Affreschi G.B. Cavalcaselle nell’ambito di un ricco calendario di iniziative organizzate per le celebrazioni del bicentenario di Giovanni Battista Cavalcaselle, tra cui, in particolare, il restauro dell'affresco di Bernardino India.

“Il coinvolgimento dell'associazionismo nella valorizzazione dei musei civici è importante – sottolinea l’assessore alla Cultura –, perché rende partecipe la società civile agli interventi di conservazione e divulgazione di un patrimonio comune di fondamentale importanza per la nostra memoria e identità. Generose collaborazioni che, come i 20 mila euro riconosciuti al Comune dall’associazione Inner Wheel Club di Verona, consentono all’amministrazione di portare avanti progetti importanti a favore del patrimonio museale cittadino”.

“Siamo liete – dichiara la presidente Inner Wheel Club di Verona Paola Raffaelli Riva – di poter offrire il nostro contributo ai Musei Civici di Verona in occasione di un’importante iniziativa per la conservazione e per la diffusione della conoscenza del patrimonio culturale della città, un aspetto questo che ha sempre contraddistinto negli anni la nostra attività sul territorio veronese. La nostra volontà è quella di sostenere progetti di valorizzazione della cultura, come quello realizzato al Museo degli Affreschi”.

L’affresco, restaurato da Anna Lucchini con Francesca Siena e Sara Silva, proviene da un ciclo pittorico affrescato nel 1555 sulla facciata meridionale del Palazzo Fiorio della Seta su commissione del mercante veronese Fiorio dei Flori. L’edificio affacciato sull’Adige si trovava all’altezza dell’attuale ponte Nuovo; nel 1891, in vista della sua demolizione per costruire il muraglione di contenimento delle acque, le pitture vennero strappate, poste su nuovo supporto e conservate ai Musei Civici.

Grazie alla collaborazione con Inner Wheel Italia Club di Verona, la Direzione Musei Civici del Comune proseguirà, per tutto il 2019, il programma di iniziative dedicate a Cavalcaselle e alle collezioni e alla storia del museo.

Fra i prossimi appuntamenti promossi da Inner Wheel, lunedì 27 maggio alle 20.30 alla chiesa di San Fermo Maggiore, il concerto ‘MusicAffresco’, con l’esecuzione di musiche di Bach, Handel e Telemann. Anche il ricavato della serata andrà a coprire le spese sostenute per il restauro dell’affresco di Bernardino India.


 
Nessun commento per questo articolo.