INDAGINE "CEMENTO ARMATO", CINQUE PERSONE ARRESTATE

Bruciano l'auto del
rivale imprenditore

16/03/2019 12:46
Una custodia cautelare in carcere e quattro arresti domiciliari ai danni di cinque cittadini italiani. E’ il bilancio dell’operazione condotta dai Carabinieri di Villafranca e Vigasio che dopo mesi di indagini sono riusciti a risalire ai colpevoli di un tentativo di estorsione ai danni di un imprenditore veronese di 41 anni, con successivo incendio della sua auto di grossa cilindrata, avvenuto a maggio in una frazione di Vigasio.

Il mandante, l’unico in carcere e imprenditore a sua volta, residente a Verona ma originario di Foggia, voleva costringere la vittima, che conosceva ed era suo concorrente, a non partecipare a ristrutturazioni in ambito edile.

Le minacce anche di morte erano iniziate nell’inverno del 2017 e si erano protratte per diversi mesi fino all’episodio dell’incendio.
 
Nessun commento per questo articolo.