NUOVO ASSESSORE A PALAZZO

La lunga attesa di Nick
fino allle Idi di marzo

22/02/2019 14:47

La lunga attesa di Nick Zavarise potrebbe concludersi prima delle Idi di marzo, subito dopo che il consiglio comunale di Verona avrà votato il bilancio di previsione.

A quel punto, il presidente della Terza Circoscrizione lascerà il suo posto per essere nominato assessore nella giunta Sboarina, colmando il vuoto lasciato da Lorenzo Fontana, all’indomani dell’elezione a ministro.

Il sindaco ha esitato finora a procedere per motivi validissimi.

Quattro su sette dei consiglieri leghisti (l'ex parlamentare ed ex sindaco di Boscochiesanuova, Mauro Bonato, più Simeoni, Laperna e Bocchi) sono contrari alla nomina di Zavarise, e la maggioranza ha oggi 24 voti su 37.

Sparissero quei 4, si scenderebbe a 20. E diventerebbero essenziali i 3 voti (a tratti incerti...) di Verona Domani.

Che fare? La strada sarebbe quella di un “patto di ferro” tra Verona Domani e gli altri 3 consiglieri leghisti (Zelger, Grassi e l’onorevole Vito Comencini, che aveva parlato di dimissioni da consigliere dopo Natale, ma che adesso non ci penserebbe proprio più).

Verona Domani garantirebbe il totale appoggio a Sboarina nella nomina di Zavarise, ottenendo in cambio dalla Lega la garanzia di intoccabilità per l’assessore allo Sport, Filippo Rando.

Contemporaneamente si cerca di “soffiare” a Bonato almeno due dei suoi supporters.

Manovra a tenaglia, insomma, che garantirebbe la nomina ad assessore, senza scossoni di rilievo, di Nicolò “Nick” Zavarise. Che intanto, come nel film Casablanca, fa quel che facevano gli esiliati che volevano volar via verso l’America: aspetta, aspetta, aspetta…







 
Nessun commento per questo articolo.