IN GRAN GUARDIA

Premio Cangrande d'oro
a Elia Viviani

19/02/2019 19:50
Il 2019 è senza dubbio l’anno delle due ruote. Aspettando la tappa veronese del Giro d’Italia, anche il “Cangrande d’oro” premia il ciclismo. Il riconoscimento, infatti, è stato assegnato ad Elia Viviani.
La cerimonia di consegna si è tenuta questa sera in Gran Guardia. Sul palcoscenico, una dopo l’altra, le eccellenze dello sport veronese nella 25ª edizione della manifestazione che attribuisce gli “Oscar” sportivi.
Viviani, classe 1989 e da poco trentenne, reduce da 18 vittorie nel 2018 con quattro tappe al Giro d’Italia e la conquista del titolo di Campione italiano, non è stato l’unico professionista della bicicletta ad essere premiato. Damiano Cunego ha ricevuto il "Cangrande alla carriera".
Una vetrina anche per il grande evento del 2 giugno, quando il 102º Giro d’Italia si concluderà a Verona con la tappa che arriverà in Arena.
Ma è stato il turno di atleti, dirigenti (Raffaella Vittadello per il Payanini Center di rugby), allenatori (Edoardo Peroni del Cavaion tamburello), squadre (Verona Rugby nella Top 12, Virtus Borgo Venezia promossa in serie C e CSS in A1 di pallanuoto femminile) che si sono particolarmente distinti, portando l’immagine di Verona nel mondo.
Il premio giornalista è stato assegnato a Valentino Fioravanti, cantore dell’Hellas Verona dello scudetto, e Francesco Arioli.
Tra gli atleti premiati Elisa Molinarolo (salto con l'asta), Francesca Tommasi (corsa campestre), Andrea Spagnolli (vela) e Thomas Ceccon (nuoto).
Premio sponsor a Cattolica Assicurazioni; il Cangrande Scuola è andato all’istituto Caliari Betteloni (badminton), il premio Sociale nello Sport all’associazione "Amici Senza Barriere Daniela Zamboni - Onlus".
La serata, organizzata dall’assessorato allo sport del Comune di Verona con la Fondazione Bentegodi, è stata presentata dai giornalisti Mario Poli e Gianluca Tavellin. Ad intrattenere i presenti anche le performance delle ginnaste della Fondazione Bentegodi, premiata con una larga per l’anniversario dei 150 anni di attività, così come è stata assegnata una targa alla memoria a Roberto Leoni, storico presidente della Federazione Pallacanestro, scomparso lo scorso giugno.

 
Nessun commento per questo articolo.