L'EX PREMIER PRESENTA SUO LIBRO

Renzi a Verona: Salvini
è una Ferragni mancata

17/02/2019 12:41

Sonoramente sconfitto alle ultime elezioni, ora Matteo Renzi spopola in libreria. Il suo "Un'altra strada" è uno dei libri più venduti in Italia, nella settimana della sua uscita.

Renzi ha parlato sabato sera a Verona alla Fucina Culturale Machiavelli (e prima nel pomeriggio ad Este, nel Padovano). Intervenendo anche sulla questione dell'Autonomia, l’ex Premier ha preso le distanze da Gentiloni: "È un tema che si pone non da oggi, è una discussione aperta col governo Gentiloni, è stata aperta col Governo Gentiloni, non con quello Renzi... Non ho mai apprezzato quel disegno".

"Un'altra strada" rappresenta una sorta di manifesto programmatico del senatore Pd che giura di aver abdicato (per ora) a ruoli di primo piano nella politica italiana: "No, non mi candido alle primarie né alle europee, ho già dato".

L’ex rottamatore ha poi respinto le accuse di chi lo dipinge come precursore di populismi e sovranismi e ha attaccato il Movimento 5 Stelle: "Non lasceremo il futuro a questi cialtroni. Mi dà noia vedere che si affidino le speranze per il futuro a un sussidio. Noi crediamo nel lavoro non nell’assistenzialismo. E voi veneti, un popolo che si è spaccato la schiena da sempre, lo capite bene".

Infine, una battuta sul ministro dell'Interno: “Salvini? Si crede un influencer ma è una Chiara Ferragni mancata".


 
Nessun commento per questo articolo.