CANDIDATURA MILANO-CORTINA

Olimpiadi 2026,
finale all’Arena

11/01/2019 20:23
La cerimonia di apertura al Meazza, la chiusura all'Arena di Verona, quanto alle gare, la libera maschile di sci alpino a Bormio. Il dossier di Milano-Cortina approda al Cio e parte la corsa italiana ai Giochi invernali del 2026: 14 i siti olimpici previsti divisi in quattro cluster: Milano, Valtellina, Cortina e Val di Fiemme.

Nel capoluogo lombardo sono previsti hockey, pattinaggio artistico e short track. In Valtellina protagoniste le piste di Bormio e lo Stelvio per le prove dello sci uomini, a Livigno lo snowboard e il freestyle. A Baselga di Pinè (Val di Fiemme) è invece previsto il pattinaggio di velocità (pista lunga), a Tesero il fondo, mentre a Predazzo sono previste le gare di salto con gli si. Cortina sarà protagonista in città con il curling, mentre lo sci alpino al femminile sarà sulle Tofane. Al centro 'E.Monti' in programma le gare di bob, slittino e skeleton. Anterselva, in Alto Adige, sarà il centro del biathlon. Gran chiusura all'Arena di Verona.
 
  • Mirko

    il 12/01/2019 alle 10:06 “Solo Propaganda....”
    Solo propaganda quindi quella di Zaia! Alla fine l'Olimpiade tanto decantata dal Governatore si sta concretizzando, ma in sostanza? Solo fumo e niente arrosto. Si era partiti con una proposta di Cortina che era l'antagonista di quelle che furono le Olimpiadi di Torino per poi in questa edizione ricandidarsi insieme a Milano.... Già una mezza sconfitta.... Per fortuna che Torino si è ritirata altrimenti forse non si facevano neanche le gare di curling..... Il curling capirai.... Da sempre questi eventi sono visti con l'obiettivo primario di fare investimenti. Chi li fa per magnare come noi italiani di Italia 90 o i mondiali di nuoto a Roma chi li fa come nei paesi lungimiranti dove si investe e si fanno strutture che poi vengono sfruttate in maniera continuativa a livello sportivo e a livelli turistico. Per cui caro Governatore tanta fuffabe niente sostanza...