PROCURA APRE UN'INCHIESTA, INDAGATA GUARDIA MEDICA

Muore a Capodanno:
"Poteva essere salvato"

11/01/2019 11:14

Il bilancio dei feriti di Capodanno a Verona è stato meno pesante del solito. Si era registrata una morte, avvenuta a Nogara, che era slegata da incidenti dovuti dagli eccessi di alcol e petardi.

Si trattava di un 73enne, deceduto per un malore. Ma negli ultimi giorni sono emersi dettagli inquietanti: l'uomo, cardiopatico, prima di morire avrebbe chiesto aiuto perchè non si sentiva bene, ma non è stato soccorso.

Così la procura di Verona ha aperto un'inchiesta. Il 73enne, Egisto Arnolfo Volponi, morì a pochi passi dallo studio della guardia medica, nel cuore della notte: nonostante il freddo stava andando in bicicletta dai dottori perchè nessuno si era recato a casa per visitarlo dopo una telefonata in cui denunciava il suo malessere fisico. La guardia medica, che trovò per prima il corpo dell'uomo, disteso sulla strada in via Raffa, è stata iscritta sul registro degli indagati.

I magistrati dovranno fare luce sul tragico malore: forse la tragedia poteva essere evitata. L'indagato, 45 anni, deve rispondere di omissione in atti d’ufficio e di morte come conseguenza di altro reato.

Martedì prossimo è in programma l’autopsia sul corpo della vittima. Per conoscere l’esito serviranno settimane, intanto le indagini potrebbero coinvolgere altri operatori sanitari ritenuti responsabili.


 
Nessun commento per questo articolo.