Macchine per il legno esposte a Verona

21/01/2019 16:47

Tutti i big tra le industrie produttrici di macchine per il legno saranno presenti con le proprie innovazioni dal 7 al 10 febbraio 2019 in Fiera a Verona all’11^ edizione di Legno&Edilizia - mostra internazionale sull’impiego del legno nell’edilizia.


“Confermandosi come punto di riferimento per il mercato del settore, la biennale veronese quest’anno conterà anche sull’apporto di una nuova esposizione, che si svolge in contemporanea, denominata EcoHouse, focalizzata su materiali e tecnologie per la sostenibilità e il risparmio energetico in edilizia” spiega Ado Rebuli presidente di Piemmeti SpA, la società di Veronafiere che da sempre organizza la manifestazione.


Il cuore dell’evento, come sottolinea il Brand Manager Enrico Cavaliere, resta naturalmente il legno nell’impiego sempre più frequente nelle costruzioni e nelle ristrutturazioni. Ecco quindi la presenza espositiva dei colossi della produzione industriale di macchine per la lavorazione a controllo numerico di elementi in legno da carpenteria, settore che in Italia ha la sua punta di diamante: Hundegger, SCM Group, Homag Veinmann, CM Macchine, Essetre, Sarmax, Bottene, Mischi, Pribo. Ci saranno quindi i più importanti produttori di legno per costruzioni: Binderholz, Pfeifer, Artuso, Mayr Melnhof, Mosser, Pabst Holzindustrie, Weinberger, IM Holz; Pribo. I produttori di case in legno e edifici ecosostenibili come Ligna Construct, Art Holz, Sistem, Realtà Legno, FBE, Haus Idea, Holz Brenz, Ille, Wolf Haus, Rubner Haus, Sintec Home, Soltech, Riwega, STP, Consorzio Legno Veneto, Evoluthion, GS Case in Legno; i produttori di sistemi di riscaldamento sostenibili Fronius, Schmidt, Nordica Extraflame, Palazzetti, Laminox, Solarfocus, Carinci, Biodom, Herz, Cola, AMG; le aziende di componentistica Adveco, HTherm, EXRG, Ecoclima, Vortice, Geomax, Peter Cox, EGA, Brugg Pipe, FDA; i produttori di vernici e isolanti D&D ink, Isolacasa. E ancora i distributori e costruttori AVI Legno e Bozza; gli enti di certificazione ARCA-Habitech, Network Casa Clima, Abicert, Istituto Lazzari Zenari, Certimac; i produttori di serramenti, pavimenti e tetti, tra cui Alpilegno, FAS, Finstral, Gasser, Giuliani, Marini, i trasportatori Baumann, Euroassistance, CS Noleggi.


“Il Salone professionale si racconta nei padiglioni 11 e 12 di Veronafiere – riassume Raul Barbieri direttore di Piemmeti – dove le innovazioni tecnologiche di circa 200 espositori si abbineranno ai contenuti espressi da più di 70 tra convegni, seminari, workshop e incontri tecnici curati da Piemmeti in collaborazione con prestigiosi partner: ARCA HABITECH Trentino Sviluppo, NEXTWOOD, Coordinamento FREE, Gruppo Qualità Legno, Scuola CFP Enaip di Tione, e con la prestigiosa consulenza del prof. Franco Laner dell'Università IUAV di Venezia.

Email inviata con successo

Il convegno per patto apicoltori e viticolturi

21/01/2019 12:26

Viticoltori e apicoltori devono lavorare in sinergia non solo per la salvaguardia delle api, ma anche per il benessere delle viti e la qualità del vino. Le api sono infatti le sentinelle ambientali del territorio e la loro azione è estremamente importante per l’agricoltura e, di conseguenza, anche per la sicurezza alimentare e la salubrità dell’ambiente.

Di questo si parlerà nel convegno “Apicoltura e viticoltura, opportunità e sostenibilità”, che si svolgerà mercoledì 23 gennaio alle 16 a Villa Bassani Brenzoni, a Sant’Ambrogio di Valpolicella. Interverranno l’agronomo e apicoltore Pierantonio Belletti, Gianfranco Caoduro di World biodiversity association, l’agronomo Renzo Caobelli e Paolo Fontana della Fondazione Edmund Mach. L’evento è organizzato da Confagricoltura Verona e dall’Associazione regionale apicoltori con il patrocinio del Comune di Sant’Ambrogio e del Consorzio tutela vini.

Negli ultimi anni, sul territorio regionale e nazionale, si è assistito a una preoccupante moria delle api, dovuta al cambiamento climatico, all’impoverimento dell’habitat naturale e a un utilizzo non sempre appropriato di fitofarmaci. Spiega Christian Marchesini, vicepresidente nazionale e presidente regionale dei viticoltori di Confagricoltura: “Le api sono un fattore di indicazione del benessere del sistema ambientale. Perciò noi viticoltori dobbiamo avere un comportamento rispettoso nei loro confronti, perché la loro presenza indica che nel vigneto le condizioni ambientali sono favorevoli. E se è vero che il vigneto è autofertile e non ha bisogno di esser impollinato, è anche vero che l’attività vitivinicola sta assumendo un ruolo sempre più importante nella nostra regione e perciò è necessaria una stretta alleanza tra apicoltori e viticoltori. Serve, quindi, più attenzione sulla scelta dei fitosanitari e sui trattamenti nel periodo di fioritura dell’acacia e dei castagni, ma anche accorgimenti come lo sfalcio lungo i filari, o la crescita di siepi e boschetti. In Valpolicella è importante non abbattere i ciliegi, anche se non hanno più reddito, perché contribuiscono a mantenere la biodiversità, fattore importantissimo per la sopravvivenza delle api. Anzi, è consigliabile piantare ciliegi selvatici nelle zone marginali”.

Email inviata con successo

Festa dell'artigiano a Colognola ai Colli

21/01/2019 12:22

Artigiani e piccoli imprenditori dell’Est Veronese in festa in apertura di nuovo anno. Confartigianato, mandamento di Verona Est, infatti, ripropone anche per il 2019 la “Festa dell’Artigiano”, dedicata a tutti gli imprenditori artigiani del territorio. L’appuntamento è fissato per la serata di sabato 26 gennaio ed è organizzato con la collaborazione di Itas Assicurazioni.


La manifestazione prenderà il via alle 18, con la Santa Messa degli Artigiani che sarà celebrata nel Santuario di S. Maria della Pieve, in via Cavour a Colognola ai Colli. Dalle 19 verrà proposta una visita guidata al Frantoio Bonamini, in Località Santa Giustina, 9/a ad Illasi, per poi trasferirsi al Ristorante Corte Forziello, in via Forziello, 1, Località Donzellino, sempre ad Illasi, dove dalle 19.45 prenderà il via la cena, che radunerà attorno agli stessi tavoli gli artigiani e i dirigenti di Confartigianato, ospiti istituzionali ed una nutrita schiera di amministratori locali dei vari comuni dell’Est Veronese, appositamente invitati dal presidente mandamentale, Roberto Iraci Sareri, per condividere con gli artigiani un momento conviviale e di confronto.


“Il 2019 sarà un anno di cambiamento – sono le parole di Iraci Sareri nell’invito rivolto a tutti gli imprenditori del territorio -: avremo a che fare con la fatturazione elettronica, con le nuove tematiche e opportunità del welfare, con le nuove regole che coinvolgeranno il ‘sistema casa’ a livello regionale, ma anche con gli sviluppi di una nuova cultura artigiana ed imprenditoriale grazie agli Istituti scolastici e attraverso i percorsi dell’orientamento e dell’alternanza scuola-lavoro. Confartigianato Verona c’è e vuole fare sistema perché è consapevole che essere da soli non è sufficiente a reggere l’urto di un mondo in continuo e rapidissimo cambiamento”.

Email inviata con successo

Motor Bike Expo, parcheggio allo Stadio

18/01/2019 10:26

Sabato 19 e domenica 20 gennaio, vista l’assenza di partite di calcio, anche il parcheggio C dello Stadio sarà disponibile per i visitatori di Motor Bike Expo. Il collegamento con la Fiera sarà garantito da bus navetta gratuiti.

Email inviata con successo

Museo Storia naturale rimane chiuso per guasto

14/01/2019 16:12

Martedì 15 gennaio e mercoledì 16 gennaio, per un guasto all’impianto di riscaldamento, il museo di Storia Naturale resterà chiuso al pubblico. In attesa della risoluzione del problema tecnico, inoltre, tutte le attività didattiche previste questa settimana sono rinviate.

Email inviata con successo

Più giovani e donne tra i sommelier

13/01/2019 17:44

Il mondo dei sommelier di AIS Veneto è in crescita e i dati raccolti negli ultimi due anni segnano un incremento degli iscritti tra i 18 e i 35 anni, che oggi rappresentano quasi il 60% del totale, con 1 corsista su 4 che ha meno di 25 anni. Trend in costante crescita anche per le quote rosa, oggi il 46% dei partecipanti.


Durante i questionari somministrati ai nuovi allievi nel corso del primo semestre del 2018 è stato evidenziato, inoltre, che il 25% dei partecipanti ritiene le lezioni non solo un momento di formazione personale, ma anche un'importante occasione per costruire nuove opportunità lavorative.


Il 21 gennaio inizieranno in tutta la regione 27 nuovi corsi di primo, secondo e terzo livello per diventare sommelier. In partenza anche due corsi di secondo livello del WSET Award in Wine and Spirits, corso sul vino in lingua inglese iniziato lo scorso anno e realizzato assieme a Italian Wine Academy, per offrire agli allievi una preparazione a livello internazionale.


"I dati raccolti – commenta Marco Aldegheri, presidente di AIS Veneto – sono un segnale che, grazie alla preparazione dei docenti e all’eccellenza dei vini proposti in degustazione, la nostra associazione è stata in grado di raggiungere anche quel pubblico che fino a qualche anno fa non riusciva a coinvolgere a pieno all'interno del mondo del vino. Ci dà grande soddisfazione sapere che i nostri corsi sommelier vengano valutati come un momento di formazione importante, in grado di aiutare i nostri allievi a sviluppare la propria sensibilità e creare nuove opportunità lavorative".


In provincia di Verona sono previsti sei nuovi corsi per il primo semestre del 2019. Gli appuntamenti con il primo livello saranno da lunedì 11 febbraio all'Hotel Ristorante al Fiore di Peschiera del Garda e da mercoledì 6 febbraio alle 20.30 al Best Western CTC Hotel di San Giovanni Lupatoto. Le lezioni di secondo livello inizieranno invece lunedì 4 febbraio al Best Western CTC Hotel di San Giovanni Lupatoto, martedì 5 al SHG Hotel Catullo di San Martino Buon Albergo e mercoledì 6 all'Albergo Casa Leon D'Oro di Bosco Chiesanuova. Il terzo livello si terrà invece al Best Western CTC Hotel di San Giovanni Lupatoto a partire da martedì 5 febbraio.

Email inviata con successo

Turismo sociale, aprono le iscrizioni

13/01/2019 17:41

Da venerdì prossimo, 18 gennaio, le famiglie veronesi potranno prenotare le proprie vacanze in campeggio, organizzate dall’Assessorato al Turismo sociale. L’iniziativa è rivolta a tutte le famiglie residenti nel Comune di Verona con almeno un figlio minorenne. La scorsa estate, il progetto ha visto la partecipazione di circa 500 persone.

La formula propone vacanze low cost che consentiranno di trascorrere una o due settimane di ferie nei mesi di giugno, luglio e settembre in case mobili, all’interno di campeggi a 3 o 4 stelle, di importanti località marittime di Veneto, Romagna, Puglia e Toscana. Il prezzo varia da un minimo di 199 euro a settimana, all’inizio di giugno, ad un massimo di 429 euro.

Le case mobili hanno un superficie di circa 25 mq e sono composte da una cucina dotata di tutto l’occorrente per 6 persone (5 adulti e 1 bambino), una camera matrimoniale, una cameretta con 2/3 letti singoli e un bagno con doccia.

La località di soggiorno è da raggiungere con mezzi propri.

Sarà possibile iscriversi, a partire da venerdì 18 gennaio e fino ad esaurimento posti, collegandosi al sito www.comune.verona.it/turismosociale oppure telefonando ai numeri 045.8077472 e 045.8077056.

Per informazioni: Ufficio Turismo Sociale – Tel. 045 8077472 – 8077056 – Fax 045-8078638

e-mail: [email protected]

www.comune.verona.it/turismosociale.

Email inviata con successo

Il corso gratuito per reporter sportivi

13/01/2019 17:38

Al via dal 1° di febbraio la seconda edizione del corso gratuito per futuri addetti stampa sportivi. Gli incontri, in programma anche l’8, il 15 e il 22 febbraio, e l’ 8 marzo, puntano alla formazione di esperti della comunicazione, fotoreportage e gestione di eventi sportivi di società dilettantistiche.

Tutti gli appuntamenti si terranno dalle 19.30 alle 21.30 al palazzetto Masprone, in piazzale Olimpia n.3.


L’iniziativa è promossa dall’Associazione Culturale Giovanigol con il patrocinio del Comune di Verona.

La partecipazione al corso, a numero chiuso, è vincolata all’iscrizione all’indirizzo e-mail [email protected] Programma e modalità d’iscrizione al sito www.giovanigol.com.

Email inviata con successo

Iscrizioni scuole infanzia comunali

13/01/2019 17:35

Apriranno giovedì 17 gennaio le iscrizioni alle scuole dell’infanzia comunali, per l’anno scolastico 2019/2020. Le domande dovranno essere presentate entro il 31 gennaio e riguarderanno i bambini nati tra il 1° gennaio 2014 e il 31 dicembre 2016.


La procedura di iscrizione è online. Dopo essersi registrati allo Sportello Zero del Comune di Verona, basterà compilare la domanda direttamente sul sito www.comune.verona.it. Il link sarà dalla mattina del 17 gennaio. Durante la procedura telematica, potranno essere opzionate fino ad un massimo di tre scuole. Si ricorda che l’ammissione, come l’eventuale rinuncia alla scuola assegnata, comporterà l’automatica decadenza dalle liste degli altri due plessi selezionati.


Verranno accolte solo le domande dei bambini il cui nucleo familiare risulti in regola con i pagamenti delle rette relative a tutti i servizi scolastici già usufruiti. Saranno ammessi alla frequenza solo i bambini che hanno ottemperato agli obblighi vaccinali previsti dalla legge 119 del 2017, salvo i casi di esonero (ad esempio chi si è immunizzato naturalmente) e di differimento (previsti per chi si trova in condizioni cliniche particolari).


Per i bimbi nati dal 1° gennaio 2017 al 30 aprile 2017 verrà redatta una speciale graduatoria, distinta per ogni scuola, che sarà presa in considerazione dopo l’esaurimento delle liste d’attesa dei nati entro il 31 dicembre 2016. In base ai posti disponibili, sarà valutato l’inserimento dei bambini, tenendo conto anche delle valutazioni del corpo docente.


Tutte le informazioni relative a graduatorie di ammissione, punteggi riconosciuti in base ai requisiti e rette sono disponibili sul sito del Comune. Ulteriori informazioni possono essere richieste all’Ufficio iscrizioni scuole dell'infanzia comunali, telefonando al numero 045 8079611.

Email inviata con successo

Degustazioni musicali al Teatro Ristori

08/01/2019 11:54

Venerdì 11 gennaio alle ore 19 nel foyer del secondo piano al Teatro Ristori, inizierà un nuovo ciclo di 8 incontri con giornalisti, musicisti, musicologi, assieme al direttore artistico Alberto Martini, per conoscere e approfondire repertori, generi, solisti, direttori e orchestre, con l’ausilio di video e di ascolti. Al termine dell’incontro per chi vorrà sarà possibile degustare un aperitivo condividendo con i relatori e i partecipanti un momento conviviale e di ulteriore approfondimento.


Dopo il primo incontro con il critico musicale Guido Barbieri, interverranno tra gli altri: Enrico Girardi del Corriere della Sera; Alessandro Solbiati di RAI RADIO 3, oltre che uno dei maggiori compositori italiani e docente di composizione al Conservatorio di Milano; Sandro Cappelletto della STAMPA e di RAI RADIO 3; Angelo Foletto di REPUBBLICA.


Il primo appuntamento tratterà l’EPOCA D’ORO DEL BAROCCO IN ITALIA E IN EUROPA e sarà curato da Guido Barbieri, critico musicale del quotidiano “La Repubblica” e docente di Storia della musica e Storia ed estetica musicale presso il Conservatorio di Trapani.

Email inviata con successo