Concerto Opera salotto spostato in Gran Guardia

08/01/2019 10:44

Si sposta in Gran Guardia il concerto “L’opera a salotto”, in programma giovedì 10 gennaio alle 20.45.


Per motivi organizzativi, lo spettacolo della rassegna “Quartieri in… musica” non si terrà infatti al Circolo Unificato di Castelvecchio, come in precedenza annunciato, ma bensì all’Auditorium del Palazzo della Gran Guardia, in piazza Bra.


Durante la serata saranno proposte famose arie d’opera in versione cameristica, eseguite da interpreti di fama internazionale.


Lo spettacolo è il quarto dei nove concerti gratuiti organizzati nei diversi quartieri cittadini, dall’8 novembre al 26 aprile.


Informazioni ai numeri 045-8078927/53 e sul sito del Comune.

Email inviata con successo

Ancora posti ai corsi del cinema

07/01/2019 15:08

Sono ancora disponibili alcuni posti per i corsi di approfondimento dedicati al cinema. Gli incontri, proposti dal Centro Audiovisivi, si terranno tra gennaio e febbraio.

Il programma prevede: dal 22 gennaio al 19 febbraio il corso “Cinema e fumetto”, a cura di Gabriele Bra, ogni martedì dalle 21 alle 23.

Dal 23 gennaio al 27 febbraio il corso “Percorsi di storia del cinema”, a cura di Alessandro Faccioli e Cristiano Dalpozzo, ogni mercoledì dalle 17 alle 19.

Tutti gli incontri si terranno nella sala Farinati della Biblioteca Civica, in via Cappello 43.

La quota di partecipazione ai corsi è di 30 euro.

Le modalità di iscrizione e i relativi moduli sono disponibili nel sito www.biblioteche.comune.verona.it

Email inviata con successo

Una bambina da salvare dalla mamma pedofila

05/01/2019 17:51

Proseguono gli incontri letterari dell'associazione culturale "La Pianura". L'autrice Raphaella Angeri presenta "Una bambina da salvare, la forza di una donna contro l'orrore della pedofilia".


La storia vera raccontata nel libro "Una bambina da salvare" sarà presentata agli "Incontri con L'Autore" venerdì 11 gennaio alle ore 21 nella sala civica in Via Capitello a Concamarise.


Jorin è una bambina che, dall'età di nove anni, è costretta, con la violenza e il ricatto, a prostituirsi. La mamma e i due fratelli gestiscono un vero e proprio traffico di materiale pedopornografico e di sequestro di minori di portata internazionale. Fino a quando, per una serie di coincidenze, l'incontro con l'autrice del libro la salva.

Email inviata con successo

Mozart a Verona: concerto a S.Tomaso

03/01/2019 11:22

Lunedì 7 gennaio 2019 alle ore 21 nella Chiesa di San Tomaso Cantuariense si terrà il tradizionale appuntamento musicale per celebrare la storica esecuzione del compositore Wolfgang Amadeus Mozart del 1770.

Esecutore d’eccezione il Maestro Andrea Marcon, Direttore delle iniziative musicali di Fondazione Cariverona, accompagnato dal Quartetto Venethos Ensemble, interpreti di un ricco programma di composizioni mozartiane.

Email inviata con successo

Novità al nido di Porto San Pancrazio

02/01/2019 15:48

Ripartono, con il nuovo anno, le iniziative dedicate alle famiglie. Da lunedì 7 gennaio, i genitori con bambini fino ai 36 mesi potranno iscriversi al nuovo ciclo di atelier “Uno spazio per giocare insieme”, che si terrà a partire da febbraio a Porto San Pancrazio.

Negli spazi attrezzati del nido “Il Porto dei Piccoli” di via Marconcini 3, i bambini dai 15 ai 36 mesi potranno giocare e sperimentare nuove attività insieme alle educatrici. Ai genitori, invece, sarà proposto un tempo per il dialogo e il confronto su tematiche educative.

In tutto saranno una decina gli incontri, dal 7 febbraio all’11 aprile, il giovedì dalle 16.30 alle 18.30. La quota di partecipazione è di 30 euro.

Per iscriversi basta collegarsi entro il 17 gennaio al sito www.comune.verona.it e scaricare il modulo, da inviare insieme alla copia del documento di identità di un genitore all’indirizzo e-mail [email protected]

Per ulteriori informazioni è possibile contattare gli uffici delle politiche educative e scolastiche del Comune al numero 045 8079631.

Email inviata con successo

Musei e monumenti orari durante le feste

23/12/2018 22:30

In occasione del periodo natalizio i musei e i monumenti cittadini avranno i seguenti orari di apertura al pubblico: lunedì 24 dicembre il Museo di Castelvecchio, il Museo Archeologico al Teatro Romano, il Museo degli Affreschi “G.B. Cavalcaselle” alla Tomba di Giulietta, l’Anfiteatro Arena e la Casa di Giulietta saranno aperti dalle 13.30 alle 18.30; la Torre dei Lamberti dalle 11 alle 16.


Mercoledì 26 dicembre il Museo di Castelvecchio, il Museo Archeologico al Teatro Romano, il Museo Lapidario Maffeiano, il Museo degli Affreschi “G.B. Cavalcaselle” alla Tomba di Giulietta, l’Anfiteatro Arena e la Tomba di Giulietta saranno aperti dalle 8.30 alle 19.30; la Galleria d’Arte Moderna Achille Forti a Palazzo della Regione e la Torre dei Lamberti saranno aperti dalle 11 alle 19; il Museo di Storia Naturale sarà aperto dalle 14 alle 18.


Lunedì 31 dicembre il Museo di Castelvecchio, il Museo Archeologico al Teatro Romano e il Museo degli Affreschi “G.B. Cavalcaselle” alla Tomba di Giulietta saranno aperti dalle 8.30 alle 19.30; la Torre dei Lamberti sarà aperta dalle 11 alle 16.


Martedì 1 gennaio il Museo di Castelvecchio, l’Anfiteatro Arena e la Casa di Giulietta saranno aperti dalle 13.30 alle 19.30; la Torre dei Lamberti sarà aperta dalle 11 alle 19.


Domenica 6 gennaio la Torre dei Lamberti sarà aperta dalle 11 alle 19; il Museo di Storia Naturale sarà aperto dalle 14 alle 18.


I musei e i monumenti cittadini resteranno chiusi il 25 dicembre.

Email inviata con successo

Anteprima Chiaretto a Lazise

23/12/2018 22:28

In primavera torna sul Lago di Garda la grande festa dei vini rosa. Domenica 10 e lunedì 11 marzo la Dogana Veneta di Lazise ospiterà l’undicesima edizione di Anteprima Chiaretto, organizzata dal Consorzio di Tutela del Chiaretto e del Bardolino, in collaborazione con il Consorzio Valtènesi e il Comune di Lazise. In degustazione ci sarà l’annata 2018 di oltre 120 vini provenienti dalle DOC della riviera veronese e bresciana del lago.


Il banco d’assaggio accoglierà 60 produttori e sarà aperto al pubblico dalle 10 alle 18 di domenica, mentre il lunedì sarà unicamente dedicato agli operatori di settore dalle 14 alle 20. Durante la due giorni dedicata ai vini rosa saranno inoltre organizzate alcune degustazioni guidate, che si terranno nella sala consiliare del Municipio del Comune di Lazise.


“A Lazise – spiega Franco Cristoforetti, Presidente del Consorzio Tutela del Chiaretto e del Bardolino – presenteremo i vini rosa da vasca assaggiati durante Il Chiaretto che verrà, ma in una fase più evoluta. Entro marzo saranno tutti sul mercato e, visti gli ottimi riscontri ottenuti in occasione dell’evento di dicembre, siamo sicuri che l’annata 2018 ci saprà regalare delle belle sorprese anche in bottiglia”.

Email inviata con successo

Mostra diorami nella sala consigliare

23/12/2018 22:25

In mostra dal 23 dicembre i diorami del Maestro presepista Mario Nascimbeni. Le ambientazioni in scala ridotta, con scene sacre che vanno dalla natività alla crocefissione di Cristo, saranno in esposizione fino al 6 gennaio, nella Sala Consigliare della 1a Circoscrizione in piazza Mura Gallieno 3.


Nella mostra, ad ingresso gratuito, saranno inoltre presenti diorami dedicati al 100° anniversario della fine della Prima Guerra, al 200° anno dalla creazione della canzone “Stille Nacht” e ai 40 anni dalla morte di Papa Paolo 6°.

Email inviata con successo

Sol d'Oro, aperte le iscrizioni

23/12/2018 22:23

Sol d’Oro Emisfero Nord 2019: al via le iscrizioni al 17° concorso internazionale dell’olio extravergine di oliva, in programma a Veronafiere dal 6 all’11 febbraio prossimi.


Le aziende agricole e i frantoi hanno tempo fino all’1 febbraio per aderire alla più importante competizione al mondo nata per promuovere il meglio della produzione oleicola italiana ed estera.


Cinque le tradizionali categorie in gara (extravergini fruttato leggero, medio e intenso, monovarietali e biologici) a cui da quest’anno si aggiunge quella dedicata agli “absolute beginners”. Una novità che si rivolge ai piccoli produttori e agli esordienti con un imbottigliato inferiore ai 1.500 litri, con l’obiettivo di valorizzarne il lavoro e sensibilizzarli sul livello qualitativo raggiunto.


Tutto questo è possibile grazie alla competenza di una giuria internazionale tra le più esperte del settore, guidata fin dalla prima edizione dal capo-panel Marino Giorgetti.


Ogni partecipante può presentare al massimo tre diverse etichette di oli extravergine. Ammessi anche i campioni che hanno preso parte all’ultima edizione di Sol d’Oro Emisfero Sud 2018, svoltasi lo scorso settembre in Sud Africa.


Tutti i vincitori di premi e gran menzioni potranno fregiarsi dello speciale bollino Sol d’Oro da applicare alle bottiglie e saranno protagonisti di iniziative promozionali mirate nel corso di Sol&Agrifood 2019, Il salone dell’agroalimentare di qualità che si tiene a Verona insieme a Vinitaly, dal 7 al 10 aprile 2019.

Email inviata con successo

La storia di una vittima della Grande Guerra

19/12/2018 17:56

La storia di una vittima della Grande Guerra. La storia di un disertore riabilitato. A concludere un lungo percorso di spettacoli, concerti e iniziative culturali per i cento anni dalla Grande Guerra, Le Falìe, la compagnia teatrale che dal 1990 coinvolge gli abitanti di Velo Veronese nel raccontare con il teatro la propria storia, presentano in anteprima il film Al disertore tratto dall’omonimo spettacolo teatrale di Alessandro Anderloni debuttato nel 2009.


Interamente prodotto da Le Falìe, verrà distribuito in DVD dopo un cartellone di proiezioni al Teatro Orlandi di Velo Veronese. Le prime sono in programma il 21 e 30 dicembre e il 2 gennaio 2019 (sempre alle 21).


Il film è stato girato interamente sul palcoscenico del Teatro Orlandi di Velo Veronese, edificio costruito nel 1948 per ricordare i caduti della Prima e della Seconda Guerra Mondiale, come testimonia la lapide con le fotografie di tutti gli abitanti del paese morti nei due conflitti. Ma la fotografia di Alessandro Anderloni (omonimo del regista) nato nel 1881, mandato a fare la guerra come fante, fuggito dalla prima linea sull’Ortigara e ucciso dai carabinieri il 7 marzo del 1917, non c’è. Non c’era nemmeno sul Monumento ai caduti di Roveré Veronese, dove Anderloni si era trasferito dopo aver sposato Maria Zumerle, morta prima che lui potesse rivederla. Per questo, si suppone, per visitare la moglie che sapeva ammalata e la figlia Norma che rimase orfana di padre e di madre, fuggì dalla prima linea.


Il suo atto di diserzione non venne ritenuto degno d’essere ricordato sul Monumento ai Caduti di Roveré dove nel 1922 una squadra di fascisti venne a scalpellare dal marmo il suo nome che gli abitanti del paese avevano voluto comunque effigiare. Cento anni dopo, grazie allo spettacolo de Le Falìe che ha recuperato la memoria di quegli anni, il Gruppo Alpini e l’Amministrazione Comunale di Roveré Veronese hanno restituito dignità a quel martire della Grande Guerra e nel 2017, nell’anniversario dei cento anni dalla sua morte, hanno scolpito nuovamente il suo nome sul Monumento ai Caduti



Ricorda l’autore e regista, Alessandro Anderloni: «Avevo trovato, dieci anni fa, un ingiallito ricordo funebre di un mio omonimo fucilato nel 1917. Poi un amico mi portò a vedere la lapide che ricorda la sua morte, in contrada Negri di San Rocco di Piegara. Ho capito allora che intorno alla storia di questo disgraziato si potevano intrecciare, coralmente, altre storie di un conflitto misconosciuto e dimenticato. Poi venne la grande, e superficiale, attenzione mediatica del Centenario, e il nostro omaggio a un disertore fu accolto da molti spettatori. Alessandro Anderloni, come tanti altri, quella guerra non la volle. Costringerlo a farla, ucciderlo e poi dimenticarlo è stata la meschina responsabilità di un’Italia vigliacca che prima gli ha tolto la vita e poi il diritto alla memoria».

Email inviata con successo