BIVACCHI

Degrado Bastioni e Lido
Polato: Nuovi interventi

07/12/2018 08:38

La Polizia municipale, in collaborazione con i Vigili di quartiere e Amia, ha dato il via a un’importante operazione antidegrado nell’area dei bastioni tra Porta Palio e San Zeno, a San Bernardino e nei pressi delle ex piscine Lido. Proprio in questa parte di bastioni, infatti, erano stati segnalati bivacchi, abbandono di rifiuti di vario genere e ritrovi di vari soggetti dediti all’accattonaggio molesto in diverse zone della città.


In particolare, l’intervento ha permesso di rimuovere il bivacco presente nella zona dei bastioni di San Bernardino; al suo interno non sono state trovate persone e l’area è stata ripulita grazie ad Amia. Contemporaneamente è stata avviata la pulizia del parcheggio nei pressi di Porta Palio e della scarpata adiacente ed è stata assicurata la presenza giornaliera del netturbino di zona per il controllo dell’area.

Altri sgomberi hanno interessato, poi, piazza Libero Vinco, via Betteloni e il ponte Rumor: in questo caso le operazioni antidegrado hanno portato alla rimozione di un intero camion di rifiuti.


Nell’area verde a ridosso dell’accesso alle piscine Lido, è intervenuta Amia con quattro uomini, che hanno provveduto alla pulizia completa della zona e alla rimozione della baracca utilizzata come rifugio, all’interno della quale non sono stati trovati gli occupanti. I lavori di rimozione del materiale di questa zona continueranno domani, anche con mezzi meccanici.


“Ringrazio il consigliere Matteo De Marzi – ha detto l’assessore alla Sicurezza Daniele Polato – per il suo impegno costante nel territorio e i cittadini che, grazie alle loro segnalazioni, ci aiutano a tenere a posto la città. Noi lavoriamo ogni giorno per la sicurezza e il contributo dei cittadini è assolutamente prezioso. Contro degrado, bivacchi e accattonaggio la nostra attenzione è constante, in tutte le zone della città. Questo massiccio intervento, che ha coinvolto Polizia municipale, Vigili di quartiere ed Amia, dimostra che per noi non esistono zone franche in cui qualcuno può stare senza rispettare le regole”.


 
Nessun commento per questo articolo.