SPORT E POLEMICHE

"Lo sport tentenna"
Lista Tosi all'attacco

06/12/2018 16:29

“L’amministrazione Sboarina sopravvive grazie all’eredità lasciata. Infatti oggi leggendo gli stanziamenti riservati allo sport, in particolare agli impianti sportivi, rilevo che l’impianto del Consolini, che prevede il rifacimento della pista, delle tribune e sotto tribune e delle attrezzature legate all’attività dell’atletica, è il frutto del lavoro programmato e finanziato nel 2016/2017 dalla precedente amministrazione (Assessori Bozza e Lana). Forse nella prossima primavera, quantomeno la pista, potrà essere utilizzato e diventare il centro d’eccellenza per l’Atletica da noi voluto.

I lavori presso il campo sportivo di Poiano per un importo di 100.000 € erano già stati finanziati con i nostri ultimi bilanci ed il bando è rimasto nel cassetto dall’estate 2017. A questo si aggiunga che anche per altri impianti sportivi,quali ad esempio Quinzano che prevedeva una spesa di 100.000 € ancora nel bilancio 2016/2017 nonostante la chiusura delle tribune dichiarate inagibili dal Comune nella scorsa estate, nulla più si è realizzato e per tale motivo abbiamo presentato un ordine del giorno collegato l’avanzo di bilancio 2017 per chiedere di inserire tra gli interventi prioritari proprio Quinzano (bagno pubblico, spogliatoi, tribune, campo da gioco). Oltre a Quinzano abbiamo chiesto di riqualificare anche gli spogliatoi dell’impianto alle Golosine, in via Bisenzio.

Se agli interventi sopra elencati, e già da noi programmati e finanziati, aggiungiamo i circa 500.000 € che sono riservati ai lavori presso lo stadio Bentegodi, di cui non si conosce bene la specifica, abbiamo di fatto la quantificazione della reale spesa messa a disposizione da Sboarina per lo sport che quindi al netto della programmazione precedente da noi svolta alla fine si riduce a circa 700/800 mila euro che è esattamente la cifra già approvata nello scorso bilancio di marzo e che al netto dello stadio Bentegodi (500 mila) rimane ben poco per gli oltre 70 impianti sportivi presenti in città. Quindi lo sport boccheggia dopo 18 mesi e tenuto in vita grazie all’eredità del passato, ma quando finiranno di inaugurare le nostre opere cosa resterà per davvero?.

Ma intanto dato il periodo ho scritto anch’io la letterina a Babbo Natale nella speranza che inviti il Presidente Croce ad adempiere all’obbligo di realizzare il campo sintetico in via Turazza dopo l’aggiudicazione del bando da noi pubblicato di euro 500.000 e che Agsm si è aggiudicata da un anno a questa parte”


 
Nessun commento per questo articolo.