LA SCOPERTA VEDE VERONA PROTAGONISTA

Identificata molecola che
ostacola terapia tumori

05/12/2018 12:22

E' stata identificata una molecola che ostacola l’efficacia delle terapie per la cura dei tumori. E’ il risultato di una recente ricerca condotta da un team dell’università di Verona coordinato dall’immunologo Vincenzo Bronte, docente del dipartimento di Medicina diretto da Oliviero Olivieri.

Lo studio, pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica "Nature Communications", apre nuove frontiere nella lotta al cancro e conferma l’eccellenza del centro scaligero nell’ambito dell’immunoterapia a livello internazionale.

“Abbiamo identificato un possibile bersaglio molecolare per sviluppare nuove terapie - ha spiegato Vincenzo Bronte - in grado di limitare l’attività delle cellule immunosoppressive che giocano un ruolo chiave nel limitare l’efficacia terapeutica nei pazienti oncologici, non solo dell’immunoterapia ma anche dei trattamenti convenzionali quali la chemioterapia”.

“La possibilità di poter quantificare e monitorare lo stato immunosoppressivo del paziente valutando la frequenza di questa popolazione nel sangue periferico permetterà, nel prossimo futuro, di arruolare selettivamente i pazienti per una terapia personalizzata e, quindi, più efficace” ha concluso il professor Bronte, considerato uno dei massimi esperti nel campo dell’immunologia.


 
Nessun commento per questo articolo.