FONTANA E CALENDA INDICANO LA VIA

Verona
laboratorio politico

18/11/2018 13:04

Quasi in sordina. Roba da articoletto di cronaca sui giornali. Eppure in città venerdi sera ci sono stati due convegni rivelatori di quella che sarà la politica cittadina, nazionale ed europea dei prossimi anni.

Da un parte, in sala Lucchi, ex missini ed ex An (oggi con la Meloni) assieme al leghista Fontana a parlare di nuovo fronte sovranista, con la benedizione del sindaco Sboarina, che del "patto sovranista" è stato antesignano nel 2017, lui ex An e meloniano ma in rapporti stretti con la Lega (che nei mesi scorsi l'ha pure corteggiato per farlo entrare nel Carroccio).

Dall'altra, al Teatro Santissima Trinità, Carlo Calenda, che con il pretesto di presentare il suo nuovo libro, indicava quella che è l'unica via percorribile per raccogliere e vincere la sfida con i sovranisti: un fronte liberale e progressista pro-Europa, pro-globalizzazione e pro-impresa “che vada oltre al Pd” ormai superato.

Tre le mille differenze di mondi politici opposti, il trait d'union: “Destra e sinistra sono categorie superate” ha detto Fontana in Lucchi e ha ribadito Calenda a Santissima Trinità. La sfida del futuro è un'altra: sovranisti identitari contro europeisti liberal e new global dall'altra.

E i tratti si cominceranno a vedere con le prossime europee di maggio e si svilupperanno fino alle prossime comunali del 2022. Da un lato vedremo in un contenitore unico Lega, Meloni e la Forza Italia di Toti (qui in città Polato). Dall'altro un rassemblement con la parte più riformista, moderna e liberale dell'attuale Pd e la parte di centrodestra e di Forza Italia più moderata (qui in città quella di Bendinelli). E Tommaso Ferrari, enfant prodige della politica veronese, che con il suo movimento Traguardi ha ospitato Calenda, lo ha detto ancora più chiaro: “Basta le scaramucce tra ex qualcosa, chi condivide i valori di democrazia, innovazione e europeismo deve unirsi”.

Quasi una sfida lanciata a Sboarina per le prossime comunali.

Francesco Barana


 
Nessun commento per questo articolo.