Patrizia Bisinella

14/11/2018 19:10

Patrizia Bisinella, 48 anni, è consigliera comunale della lista civica Ama Verona. Nel 2017 si è candidata a sindaco di Verona, arrivando al ballottaggio. Laureata in Giurisprudenza, è libera professionista in qualità di procuratore legale e consulente nel campo del diritto civile. E’ stata senatrice dal 2013 al 2018: prima della Lega Nord e poi, dal 2015, di Fare!.

Dal 2008 al 2011 è stata Capo Segreteria al ministero per le Riforme. Dal 2002 e per 13 anni ha collaborato come funzionaria legislativa con il gruppo parlamentare della Lega Nord in Parlamento.


ll tratto principale del suo carattere?

L’empatia.

La qualità che preferisce in un uomo?

La lealtà.

E in una donna?

La lealtà.

Cosa apprezza di più in un amico?

La sincerità.

Il suo principale difetto?

L’emotività.

La persona a cui chiederebbe consiglio in un momento difficile?

Il mio compagno.

Il suo passatempo preferito?

Guardare un bel film.

ll suo sogno di felicità?

La salute.

Il suo rimpianto?

Non ho rimpianti.

L'ultima volta che ha pianto?

Ieri, per un film commovente.

Il giorno più felice della sua vita?

Per fortuna ne ho tanti e non posso fare una graduatoria.

E il più infelice?

Quando ho perso i miei familiari.

La persona scomparsa che richiamerebbe in vita?

I miei familiari.

Quale sarebbe, per lei, la disgrazia più grande?

Non ci voglio pensare, per scaramanzia.

La materia scolastica preferita?

Italiano.

Quel che vorrebbe essere (se rinascesse)?

Me stessa.

La città dove vorrebbe vivere (Verona a parte)?

Parigi.

Il colore che preferisce?

Il blu.

Bibita preferita?

La birra.

Il piatto preferito?

La carbonara.

Il suo primo ricordo?

Non me lo ricordo.

I suoi autori preferiti in prosa?

Manzoni e Leopardi.

I suoi poeti preferiti?

Pavese. E gli aforismi di Pascal.

Il libro-i che non smetterebbe mai di leggere?

Niente e così sia, di Oriana Fallaci.

Siddharta, di Hermann Hesse.

Il film cult?

Love story.

Se fosse una star del cinema chi vorrebbe essere?

Julia Roberts.

Cantante preferito?

Adele.

La trasmissione televisiva più amata?

X Factor.

I suoi eroi nella finzione?

Wonder Woman.

I suoi musicisti preferiti?

U2.

I suoi eroi-modelli nella vita reale?

Coloro che salvano vite.

I suoi eroi-modelli nella storia?

Mandela e Gandhi.

La canzone che fischia-canta più spesso sotto la doccia?

Canticchio sempre in auto, in questo momento Un Domani di Annalisa.

Se potesse cambiare qualcosa nel suo fisico, che cosa cambierebbe?

Mi vado bene così.

Quel che detesta più di tutto (e per cui non prova nessuna indulgenza)?

La falsità e l’arroganza.

I personaggi storici che disprezza di più?

Tutti i dittatori crudeli.

E che apprezza di più?

Mandela.

L'impresa storica che più ammira?

Il viaggio di Marco Polo e le grandi imprese degli esploratori.

Il dono di natura che vorrebbe avere?

Una bella voce.

Se potesse parlare con l'uomo più potente del mondo cosa gli direbbe?

Di agire per il bene.

Il regalo più bello che abbia ricevuto?

Ogni regalo per me è legato a un ricordo, quindi tutti.

Come vorrebbe morire?

Serenamente con i miei cari accanto.

Stato attuale del suo animo?

Sereno.

Le colpe che le ispirano maggiore indulgenza?

Quelle che esulano dalla malafede.

Il suo motto?

Volere è potere.


a cura di Francesco Barana


 
Nessun commento per questo articolo.