"Nelle nostre tasche" 40 anni da Legge Basaglia

07/11/2018 15:19

In occasione del quarantesimo anniversario della “Legge Basaglia”, che nel 1978 aboliva i manicomi in Italia, la cooperativa sociale Azalea propone venerdì 9 novembre alle ore 20 un reading teatrale sul tema della salute mentale dal titolo “Nelle nostre tasche”. La serata si svolgerà a Pedemonte di San Pietro in Cariano, in provincia di Verona, negli spazi dell’hotel ristorante GranCan, progetto sociale della cooperativa veronese che dal 1994 affianca al turismo tradizionale una visione di turismo inclusivo.


Il reading è tratto dai testi di Alberto Paolini, pensieri scritti e tenuti nascosti “nelle tasche” durante i quarantadue anni della sua permanenza forzata in un ex manicomio romano; si ispira anche ad alcuni studi di Franco Basaglia, psichiatra e neurologo italiano, teorico della concezione moderna di salute mentale.


A dare vita alle parole sono le voci degli attori veronesi Alessandro Beltrame e Massimo Totola, accompagnati dalla musica del violoncello dell’italoargentino Leonardo Sapere, vincitore di numerosi premi nazionali e internazionali. ”GranCan” accoglie due comunità alloggio per persone con problemi di salute mentale. Luogo d’incontro, scambio, condivisione e dialogo coinvolge attivamente gli ospiti delle comunità in laboratori e varie attività. Dalla gestione della vita quotidiana alla partecipazione a percorsi di inserimento lavorativo che li vede impegnati proprio nei servizi dell’albergo e del ristorante: in cucina, in sala ristorante e nella gestione degli spazi esterni. Alcuni di loro prendono parte al progetto “Azalea Home&Design” producendo lampade e manufatti in ceramica, altri all’“Ortolab”, che vede la collaborazione di alcune realtà del territorio, dove coltivano la verdura utilizzata per il ristorante.


Un altro evento sui temi, sempre promosso da Azalea al GranCan, è in programma per venerdì 7 dicembre: la proiezione di “Uscirai Sano”, docufilm delle registe Barbara Rosanò e Valentina Pellegrino. Racconta la quotidianità e la storia dell’ospedale psichiatrico provinciale di un piccolo paese del Mezzogiorno, inaugurato nel 1881, che fu capace di generare una rivoluzione nella cura della malattia mentale.

Email inviata con successo

Domenica al cinema per bimbi e famiglie

07/11/2018 15:08

Il cinema per grandi e piccini torna in 1a Circoscrizione con l’iniziativa “Ragazzi e Famiglie: incontriamoci al cinema”, al teatro Modus in piazza Orti di Spagna. Quattro domeniche, dall’11 novembre al 16 dicembre, con una doppia proiezione di film alle ore 15.30 e alle ore 17.30, per far trascorrere un pomeriggio di divertimento alle famiglie.

I titoli sono stati scelti tra le migliori produzioni internazionali per bambini e ragazzi.


Il programma prevede: domenica 11 novembre il film “Diario di una schiappa”, tratto dall’omonimo bestseller per ragazzi. Segue, domenica 25 novembre, la proiezione del film d’animazione “Baby Boss”, per i più piccoli. Domenica 2 dicembre è la volta di “Il GGG – Il Grande Gigante Gentile” del regista Steven Spielberg. Chiude il ciclo di eventi, domenica 16 dicembre, il doppio Premio Oscar “Frozen – Il regno di ghiaccio”, in piena atmosfera natalizia.


La partecipazione è libera e gratuita.

Le prenotazioni sono disponibili online sul sito modusverona.it. L’iniziativa, organizzata dalla 1a Circoscrizione, in collaborazione con l’associazione Modus Cultura e AMIA, è stata presentata questa mattina a Palazzo Barbieri dal presidente Giuliano Occhipinti e dal direttore artistico di Modus Andrea Castelletti.


“La rassegna, giunta alla sua IV edizione, nasce dall’idea di creare dei momenti di aggregazione e condivisione tra le famiglie, fuori dalle case in cui genitori e figli sono sempre più isolati dall’uso delle nuove tecnologie – ha detto Occhipinti-. Modus è uno spazio collettore di tante proposte e iniziative che, sono certo, il pubblico saprà apprezzare anche questa volta".

Email inviata con successo

Airc, i cioccolatini per la ricerca nelle piazze

07/11/2018 11:25

Per sostenere concretamente l’attività dei circa 5.000 scienziati AIRC impegnati nei laboratori di università, ospedali e istituzioni di ricerca, sabato 10 e domenica 11 novembre tornano, in oltre 1.000 piazze italiane, i Cioccolatini della Ricerca. Anche in 66 piazze del Veneto, quindi, con l’attivazione di centinaia di volontari.


Distribuzione dei cioccolatini a Verona e provincia:


A Verona AIRC sarà presente nelle due giornate in 22 piazze di Verona città e provincia. In particolare sarà possibile fare la propria donazione ed avere una confezione di ottimi cioccolatini nelle principali piazze della città: piazza Erbe, Corso Cavour, sagrato chiesa Santa Anastasia, via Cappello, via Boito, piazzale del Policlinico Borgo Roma, a Montorio e a San Michele Extra. Tre poi gli stand di cioccolatini a San Giovanni Lupatoto, tre a Poiano e tre a San Martino Buon Albergo, poi singoli stand a Bussolengo, Isola della Scala, Pescantina, Peschierae Roveredo.


A fronte di una donazione minima di 10 euro, i volontari dell’Associazione consegneranno una confezione con 200 grammi di cioccolato fondente, alimento che assunto in modica quantità può portare benefici, come spiega Andrea De Censi, Direttore Oncologia Medica dell’Ospedale Galliera di Genova: “Sono stati individuati più di 200 differenti composti nei semi di cacao che presentano proprietà benefiche per il corpo umano, in particolare i ricercatori si sono concentrati sui polifenoli che sono particolarmente abbondanti in questa antica pianta. Gli studi hanno dimostrato che una dieta contenente cioccolato fondente riduce il numero di lesioni precancerose attraverso l’inibizione di mediatori infiammatori, l’aumento degli enzimi antiossidanti e di riparazione del DNA e la riduzione della proliferazione cellulare”.

Email inviata con successo

Phillipe Villa al Guitar Festival

05/11/2018 17:04

Continua il Verona International Guitar Festival 2018 a Palazzo Camozzini, sotto la direzione artistica di Giovanni Grano. Nel prossimo appuntamento, il 9 novembre alle 20:30, sarà protagonista Philippe Villa.


Vincitore di numerosi premi internazionali è riconosciuto come "uno dei talenti più originali della sua generazione". Villa è specialista nel repertorio romantico ha inciso numerosi CD premiati dalla stampa e suona in grandi teatri in tutto il mondo. Nel 2014 fonda il duo e trio Cantiga. Suona una chitarra Coffe-Goguette 1840 e una chitarra del liutaio siciliano Guagliardo.

Email inviata con successo

Contributi regionali, incontro a Torri

05/11/2018 16:14

In arrivo contributi a fondo perduto per l’innovazione del settore turistico ricettivo: se ne parlerà mercoledì 7 novembre alle ore 15 a Torri del Benaco, nell’auditorium San Giovanni di via per Albisano 1, in un incontro organizzato da Confcommercio Verona e Confidi Veneto in collaborazione con Valpolicella Benaco Banca.


Per le Pmi del lago di Garda è una ghiotta occasione: sono infatti in arrivo contributi regionali a fondo perduto fino a un massimo del 30% per migliorare la qualità dell’offerta attraverso opere edili o murarie e di impiantistica, strumenti tecnologici (compresi hardware e software), progettazione, collaudo e direzione lavori, attrezzature, macchinari e arredi, spese connesse all’ottenimento delle certificazioni di qualità, sicurezza, ambientali o energetica.


L’opportunità è rivolta alle piccole e medie imprese proprietarie o gestrici di strutture ricettive nel comparto alberghiero (alberghi, hotel, residenze turistico-alberghiere), all’aperto (villaggi turistici, campeggi) e complementari (alloggi turistici, case per vacanze, B&B, rifugi alpini).


Nella precedente edizione del bando, lo scorso anno, Confidi Veneto ha presentato l’80% delle domande che hanno ottenuto il contributo, per un totale di interventi di 12 milioni di euro. All’incontro di Torri interverrà Alberto Maddinelli, responsabile commerciale di Confidi Veneto.

Email inviata con successo

Musica Jazz e classica nei quartieri

05/11/2018 16:10

Un viaggio attraverso i diversi generi della musica, dal jazz alla classica fino alla lirica. E’ la rassegna “Quartieri in musica”, nove concerti gratuiti organizzati nei diversi quartieri cittadini, dall’8 novembre al 26 aprile.


Si parte con “Le otto stagioni, stili a confronto”, giovedì 8 novembre alle 20.30 nella basilica di San Zeno, con l’orchestra da camera ‘Interpreti italiani’ che metterà a confronto il capolavoro di Antonio Vivaldi con le Quattro Stagioni di Astor Piazzola.


L’iniziativa è promossa dal Comune con la collaborazione di Progetto Voce, Jazzset Orchestra e Associazione Culturale Orpheus 2, per una serie di serate in cui la musica sarà protagonista in tutti i suoi generi.


“Dopo un’estate ricca di spettacoli e iniziative di intrattenimento, abbiamo pensato di arricchire le serate invernali delle circoscrizioni con una rassegna dedicata alla musica ma anche al racconto di aneddoti curiosi e interessanti – ha detto l’assessore al Decentramento Marco Padovani.


In ogni concerto, infatti, verrà dato spazio a presentazioni verbali, che faranno da filo conduttore alle varie proposte musicali, con l’obiettivo di coinvolgere maggiormente il pubblico presente in sala. Questo il calendario dei concerti.


Giovedì 8 novembre “Le otto stagioni, stili a confronto”, basilica di San Zeno;


giovedì 22 novembre, alle 20.30 al Teatro Virgo Carmeli in via Carlo Alberto 26 alle Golosine, lo spettacolo dedicato alla canzone francese “Ma belle France”, con il quartetto di Elena Bruk che proporrà una serie di testi in lingua originale e arrangiati in chiave moderna;


domenica 2 dicembre, alle 16 nella chiesa di S. Antonio Abate, in piazza Chievo, gli artisti di “Progetto Voce” proporranno il Concerto Sacro per Santa Cecilia, con i brani più suggestivi e noti del repertorio sacro, da Mozart a Vivaldi, a Verdi;


giovedì 10 gennaio, alle 20.30 al Circolo Unificato Castelvecchio “L’opera a salotto”, con famose arie d’opera in versione cameristica, eseguite da interpreti di fama internazionale. Dopo il concerto vi è la possibilità di cenare al Circolo previa prenotazione (tel.045-8002868);


giovedì 24 gennaio, alle 20.30 al Teatro Blu parrocchia Gesù Divino Lavoratore in piazza Giovanni XXIII (Borgo Roma), ancora una proposta di “Elena Bruk Quartet”, per una serata dedicata alla musica americana e al jazz;


domenica 10 febbraio, alle 16 alla chiesa di Parona in via Fratelli Alessandri, il “Progetto Voce” proporrà il concerto “Opera che passione”, in occasione della festa di San Valentino;


giovedì 28 febbraio, alle 20.30 al Centro Tommasoli in via Perini in Borgo Santa Croce, Enea Leone alla chitarra e Lucio Degani al violino, proporranno un percorso musicale tra i vicoli di Buenos Aires attraverso l’esecuzione di famosi tanghi e suadenti milonghe;


domenica 10 marzo, alle 16 al Teatro don Carlo Steeb in via Caperle a Fondo Frugose, il concerto di “Progetto Voce” “Parliamone…e cantiamone”, dedicato alle pagine più significative de “Il barbiere di Siviglia” di Gioacchino Rossini, in occasione dei 150 anni dalla morte dell’autore.


La rassegna chiude venerdì 26 aprile, alle 20.30 al Teatro Camploy, con il concerto della Jazzset Big Band dedicato a Leonard Bernstein. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero e gratuito. Informazioni al numero 045-8078927/53 e sul sito del Comune.


Insieme all’assessore Padovani, erano presenti Chiara Angella e Silvio Zanon di “Progetto Voce”, Francesco Ferrarini dell’associazione culturale Orpheus 2, Eraldo Turco per la Jazzset Big Band e Elena Bruk per l’omonimo quartetto.

Email inviata con successo

Azienda e successione, come tutelare patrimonio

02/11/2018 17:21

«Pianificazione patrimoniale e passaggio generazionale» è il tema del seminario rivolto a imprenditori di Piccole e medie imprese organizzato da Conflavoro PMI Verona, martedì 6 novembre alle 18.30 a Villafranca di Verona in Viale Postumia 58/A. Obiettivo dell’incontro, a cui interverranno Paola d’Agostino, avvocato veronese specializzata in tematiche aziendali e Riccardo Fasoli, consulente finanziario, è spiegare e illustrare le modalità e gli strumenti oggi esistenti di protezione e pianificazione patrimoniale adeguati per mettere al riparo il patrimonio da eventuali minacce e trasmetterlo alla generazione futura. Spesso la continuità della successione appare come uno dei problemi più delicati e cruciali della piccola e media impresa o dell’azienda familiare, e talvolta viene considerata un argomento tabù.


«Azienda e successione – evidenzia Mirco Ghiotti, presidente di Conflavoro PMI Verona - sono fenomeni correlati; il passaggio generazionale, che rappresenta un momento molto critico, può tradursi in un’opportunità se affrontata con l’utilizzo degli strumenti adeguati, verso i quali l’imprenditore deve essere sensibilizzato».«La pianificazione patrimoniale, quindi, è fondamentale – aggiunge Ghiotti - per conservare il proprio patrimonio, preservarlo da eventuali rischi e, contestualmente, beneficiare di una corretta ottimizzazione fiscale. Sono decisioni complesse ma lungimiranti che dovrebbero interessare non solo gli imprenditori ma anche i singoli».


Durante il seminario, i relatori affronteranno i temi della pianificazione patrimoniale e del passaggio generazionale alla luce delle normative vigenti, illustrando i possibili diversi strumenti da utilizzare, a seconda dei casi, come il testamento, il fondo patrimoniale, il patto di famiglia, la donazione, il Trust ecc. Il seminario è gratuito ma con necessità di iscrizione a: verona@conflavoro.it


Conflavoro PMI è un’associazione datoriale che garantisce l’assistenza, la tutela e lo sviluppo delle aziende associate, in relazione alle tematiche di carattere locale e nazionale, mantenendo rapporti diretti con tutte le istituzioni pubbliche e private. Conflavoro PMI garantisce a tutti i soci assistenza e affiancamento alla loro vita imprenditoriale, offrendo oltre ai servizi ordinari, come accesso al credito, tutela legale, consulenza finanziaria, assistenza e formazione in ambito di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, una vera ed effettiva rappresentanza sindacale a favore dell’intera impresa, prestando un’attenzione particolare alla gestione effettiva dei Contratti Collettivi Nazionali del Lavoro.

Email inviata con successo

Fucina Macchiavelli e le città vivibili

31/10/2018 11:55

Un richiamo a Calvino ma anche una riflessione sull’architettura urbana e uno sguardo proteso alla fantascienza. Tutto questo sarà “le città vivibili”, tema della quarta stagione di musica e teatro della start-up Fucina Culturale Machiavelli, pronta a tornare al teatro ex Centro Mazziano, in via Madonna del Terraglio.


Da novembre a febbraio, in una ventina di serate, verranno affrontate, attraverso la musica e il teatro, diverse tematiche, come l’ecologia, l’indifferenza, il rumore e i margini, con artisti di fama nazionale e internazionale. Il primo appuntamento sarà venerdì 9 novembre, alle ore 21, con il cantautore Paolo Russo, che presenterà il suo album Relativamente. Seguirà sabato 10 novembre lo spettacolo “Uno su seimila” di Marco Bianchini, prodotto da Teatro della Caduta di Torino.


Si susseguiranno concerti accompagnati dall'Orchestra Machiavelli, proposte di live-music con band e gruppi, spettacoli di teatro off, tratti dalla scena nazionale contemporanea.


A questo si affiancherà la “città dei sogni”, rassegna dedicata ai più piccoli, con dieci domeniche pomeriggio a teatro per riflettere di bullismo, dislessia, ma al tempo stesso di fantasia e smartphone.

Email inviata con successo

Amia e il successo a FieraCavalli

30/10/2018 17:48

Un’edizione da numeri record. Il padiglione numero 1di Fieracavalli, curato e gestito per l’ennesimo anno consecutivo da Amia, è stato letteralmente preso d’assalto da centinaia di classi di scolaresche, da famiglie, da bambini e da adulti. Laboratori, giochi, materiale informativo, utili e divertenti lezioni pratiche e teoriche sulla cura del verde, hanno fatto da cornice allo stand della società di via Avesani presieduta da Bruno Tacchella. Uno spazio appositamente ideato e dedicato per intrattenere e sensibilizzare bambini, ragazzi e i loro genitori, su tematiche riguardanti il rispetto dell’ambiente e della natura.


“Amia prosegue il suo percorso all’insegna della sensibilizzazione e della formazione nei confronti della collettività ed in particolare modo verso le nuove generazioni, gli adulti di domani – ha detto il presidente Tacchella – Nelle sole giornate di giovedì e venerdì abbiamo registrato oltre un migliaio di persone che hanno partecipato con interesse e divertimento alle attività proposte dai nostri operatori. Gli alunni di una cinquantina di scuole di Verona e provincia si sono cimentati, assistiti da personale qualificato, in veri e propri laboratori didattici dedicati alla cura, alla composizione floreale, alla gestione e manutenzione di giardini e orti. Un momento molto atteso e partecipato, ricco di attività, di creatività e di divertimento all’insegna della tutela del verde e dell’ambiente. Un successo che sicuramente ripeteremo anche nelle prossime edizioni".

Email inviata con successo

Piotta in concerto a Verona

30/10/2018 17:44

A poche settimane della pubblicazione del nuovo album "Interno 7", Piotta torna in concerto con la band. Appuntamento sabato 3 novembre alle ore 22 al Colorificio Kroen, di via Antonio Pacinotti 19, a Verona.


Il nuovo spettacolo, rinnovato nel sound e nella scaletta, prevede brani scelti tra le ultime hit, i grandi classici e brani rap cult degli esordi. Protagonisti in studio come dal vivo sono il pianoforte e le chitarre acustiche, unite a quegli elementi musicali urban da cui Piotta proviene, in un mix di melodia e rap che ha attraversato tutta la stesura dell'ultimo disco. In scaletta il nuovo singolo Solo per Noi, con le sue profonde riflessioni personali, la poesia di "Interno 7", il ricordo di Primo Brown dei Cor Veleno in "Un estate ed è finito" e "Di Noi". Nel concerto del musicista romano tutte le tracce del nuovo lavoro, ma, anche il meglio di vent'anni di successi tra rap, rock, cantautorato ed elettronica.


Le più recenti canzoni come “Domani è un altro giorno”, insieme a "7 Vizi Capitale, sigla internazionale della serie tv Suburra, in onda in 192 paesi, sono l'ultimo tassello del percorso musicale che Piotta rappresenta: evoluzione, contenuti, scelte anche difficili dettate dalla creatività senza cadere nella piattezza del già sentito. Uno spettacolo interamente suonato la sua band, che Piotta ha sviluppato negli ultimi anni dopo decine di concerti tra club e festival. Da pioniere del rap italiano alle ultime evoluzioni, l’elettronica torna in primo piano rispetto ai precedenti due tour, con l'ingresso del basso synth, delle tastiere, delle chitarre, nonché della batteria elettronica, unita a quella acustica. Una colonna sonora che attraversa il pubblico più giovane fino ai supporter della prima ora, in una fanbase eterogenea e transgenerazionale. In oltre due ore di show ci sarà spazio per brani come “7 vizi Capitale” e “Piotta è morto”, "Vengo dal Colosseo" e “Sei meglio te”, ma anche canzoni degli esordi con i Colle der Fomento e Fritz Da Cat. Dagli Anni ‘90 fino ad oggi, Piotta ha saputo unire popolarità e successi di massa come “La Grande Onda”, “La Mossa del Giaguaro” o “Troppo Avanti”, a momenti più riflessivi e impegnati quali “Sempre là” e “A testa alta”.


Con lui sul palco la band composta da Claudio Cicchetti (batterie), Francesco Fioravanti (chitarre), Benjiamin Ventura (basso synth, tastiere) e Stefano Marvel Mex Tasciotti (cori, rap).

Email inviata con successo