AAA, LEADER CERCASI

UNA TROIKA AL VERTICE
DEL PD VERONESE?

24/10/2018 16:20

VERONA E’ tempo di troike.

C’è chi teme l’arrivo della troika europea a controllare i conti dell’Italia. Ma c’è anche chi pensa ad una troika per uscire dallo stallo interno al Pd veronese, privo di un segretario provinciale ormai da un anno e mezzo.

Venerdì sera si terrà l’assemblea congressuale del partito, che in teoria dovrebbe eleggere appunto il successore di Alesso Albertini, dimessosi all’indomani delle elezioni comunali della primavera 2017.

Ma è probabile che al voto non ci si arrivi.

L’ipotesi su cui si lavora in queste ore è invece quella di mettersi nelle mani di una “troika”, un triumvirato formato da tutti e tre i candidati che, dieci mesi fa, si erano presentati al congresso: la renziana Valeria Pernice (sostenuta dai parlamentari Alessia Rotta, Gianni Dal Moro e Diego Zardini) che aveva ottenuto il 48% dei voti, l’orfinian-franceschiniano Claudio Marconi (sostenuto dal senatore Vincenzo D’Arienzo e da Franco Bonfante), che aveva raggiunto il 40 per cento e l’orlandiano Massimo Lanza, che si era fermato al 10 per cento.

Insieme potrebbero guidare il Pds nei prossimi mesi, in attesa di un altro congresso.

LILLO ALDEGHERI


 
  • Gianluca Poli

    il 24/10/2018 alle 21:56 “....allo Sfascio....”
    ..stare mesi a litigare, fare ricorsi a Roma, nominare un commissario per poi fare un accordo a tre tra i tre candidati al congresso....unita'....? direi solo comiche politiche..a mio modesto parere....purtroppo....