PROTESTA

Mozione anti-aborto,
sabato corteo a Verona

10/10/2018 19:36

Sabato 13 ottobre a Verona è in programma una mobilitazione contro la mozione anti-abortista approvata la scorsa settimana dal Consiglio comunale. Alle ore 15 nel piazzale della stazione di Porta Nuova si terrà la manifestazione organizzata da “Non una di meno” per denunciare - viene precisato in una nota - “il clima politico cittadino che alimenta odio, violenza e violazione dei diritti di donne, migranti e comunità lgbt”. 

“Con i nostri corpi resistenti - prosegue il comunicato - daremo inizio allo stato di agitazione permanente lanciato da Non Una di Meno. Ci mobiliteremo a Verona per l’aborto libero, sicuro e gratuito, una presa di parola contro il governo giallo-verde e parte della battaglia delle femministe di tutto il mondo”.


“Le premesse e il contesto politico da cui nasce tale proposta sono le stesse, punitive e vendicative nei confronti delle donne, che ritroviamo in Parlamento e al governo del paese con il Ddl Pillon e con i continui attacchi all'aborto del ministro Fontana. La saldatura tra destra e movimenti per la vita trova come sempre il supporto del Papa che torna a attaccare l'aborto criminalizzando le donne” viene sottolineato nella nota, sottoscritta da una serie di associazioni femministe e di difesa dei diritti civili.

“Verona - concludono - è la città che da decenni si è imposta come laboratorio di ciò che ora vediamo in opera al governo. L'azione della giunta Sboarina riassume in sé tutta la violenza che in questi anni ha contraddistinto il clima politico della città contro donne, gay, lesbiche, trans, migranti. La data di Verona segna l'inizio dello Stato di agitazione permanente lanciato da Non Una Di Meno verso il 24 novembre, manifestazione nazionale a Roma, e lo sciopero globale dell’8 marzo”.

 


 
Nessun commento per questo articolo.