PROCESSO DOPO DENUNCIA DI SMS

"Violenza sessuale" nei
guai istruttore cavalli

10/10/2018 11:03
Violenza sessuale ai danni di un giovane. E' questa l'accusa gravissima da cui dovrà difendersi un insegnante veronese di equitazione. L’imputato, che è stato rinviato ieri a giudizio, lavora nei maneggi ed è quotidianamente a contatto con gli allievi, tra cui molti minorenni.
I fatti risalgono a parecchi anni fa (da giugno 2011 al maggio 2015). Secondo l'accusa le molestie sarebbero iniziate quando la vittima era ancora minorenne. L'uomo avrebbe abusato delle condizioni di inferiorità fisica e psichica del giovane. Lo avrebbe costretto a compiere e subire atti sessuali, durante una vera e propria relazione sentimentale. Tutto è partito dalla denuncia del padre del ragazzo che aveva letto "strani" sms scambiati con l'istruttore.
L'uomo si è difeso in aula negando ogni accusa e affermando la sua totale estraneità ai fatti. Per la difesa non si sarebbe mai verificata alcuna violenza e non ci sarebbe mai stata proprio alcuna relazione affettiva tra i due, ma solamente un'amicizia stretta.

 
Nessun commento per questo articolo.