INCONTRO A VERONAFIERE

Lotta alle frodi nel
settore petrolifero

10/10/2018 09:36

"5.300 interventi conclusi tra il 2017 e l’inizio del 2018, con oltre 18.400 tonnellate di prodotti sequestrati e 225mila tonnellate di consumo in frode di accise”: questi alcuni dati relativi al problema delle illegalità e frodi nel settore petrolifero presentati da Fabio Marco Vetrano, tenente colonnello della GdF e comandante del nucleo di polizia economica e finanziaria di Treviso, nel corso del convegno ‘Il punto sulla lotta all’illegalità nel settore petrolifero’, che ha aperto i lavori della 13esima edizione di Oil & Non Oil, in calendario alla Fiera di Verona fino a giovedì.

"Sfuggono però – ha specificato Vetrano- tutta un’altra serie di reati. Si tratta di un mercato molto liquido e dinamico, con una situazione in continua evoluzione” che utilizza sostanzialmente società di comodo, scatole vuote già organizzate, pronte a sostituire società che chiudono e a far ripartire circuiti illegali.

Nel corso dei lavori è emerso come, nonostante gli interventi normativi che puntano a stroncare il fenomeno delle frodi nel settore, l’illegalità abbia ancora ampio spazio. Un fenomeno che danneggia le casse del Paese e soprattutto gli operatori onesti, in particolare sul fronte dell’evasione del pagamento dell’Iva.


 
Nessun commento per questo articolo.