L'IPOCRISIA DEL PD CHE SI STRACCIA LE VESTI

Mozione inquietante, ma
dieci,cento,mille Zelger

09/10/2018 12:32

Diciamoci la verità: vorremmo essere tutti Alberto Zelger. Noi anonimi peones che non contiamo una cippa aneliamo a diventare come lui. Perché Zelger è la nuova favola di Cenerentola in salsa veronese: una quinta fila della politica divenuta improvvisamente e inopinatamente maitre à penser.

Nel vuoto di personalità dell'attuale amministrazione (togli Polato e Croce gli altri sono onesti terzini divenuti rifinitori), riesce a emergere persino uno Zelger qualunque, che ora detta la linea.

E fanno disperatamente ridere quelli del Pd che si stracciano le vesti per la mozione anti-aborto zelgeriana approvata dalla maggioranza. Pd (soprattutto alcune sue consigliere “femministe” e molto “de sinistra”) che ha contribuito all'ascesa di Sboarina & C.. Pd che non è capace nemmeno di espellere la sua consigliera ribelle (quanta nostalgia del centralismo democratico di Togliatti...), che anzi invita a scusarsi (ciao core!). Quanta tenerezza...democratica.

E allora ha ragione Zelger, che per chi scrive ha idee inquietanti e irrispettose delle donne e del loro libero arbitrio. Perché considerare aborto la pillola contraccettiva è offensivo. Perché pensare che la donna debba essere “persuasa” a non abortire significa sminuire la sua intelligenza e individualità (e la cosa più triste è vedere le donne consigliere che difendono la mozione). Ma Zelger ha le stesse idee da sempre, conosciute da tutti.

Con una differenza: prima non se lo filava nessuno, oggi senza voti e appoggiato da una maggioranza non rappresentativa (l'ha votata un quinto dei veronesi) che ha vinto grazie alle stupide divisioni degli avversari, impera e troneggia.

Perciò viva Zelger. Anzi, voglio dieci, cento, mille Zelger. Chissà che a forza di oscurantismo dall'altra parte la smettano con “le masturbazioni cerebrali di chi è maturo al punto giusto”. Tanto vale, a quel punto, come cantava Pierangelo Bertoli “masturbarsi per il gusto”.

Francesco Barana


 
Nessun commento per questo articolo.