ELEZIONI PROVINCIALI

Marasma nel centrodestra
e intanto su Alberti...

24/09/2018 18:03

Elezioni provinciali, esplode il marasma. E potrebbero esserci sorprese mica da poco.

Come vi abbiamo raccontato nel post precedente, il direttivo provinciale della Lega ha scelto sabato scorso (all’unanimità anche se, per dirla tutta, mancava il numero legale, essendo assenti 8 consiglieri su 15) il suo candidato alla presidenza, indicando il sindaco di Cologna Veneta, Manuel Scalzotto.

Ma Davide Bendinelli, a nome di Forza Italia è insorto, e spiega che “se la scelta del Direttivo Provinciale leghista è stata quella di far uscire il nome del loro candidato per bruciarlo, diciamo che ci sono riusciti.”

Lega da una parte e berlusconiani dall’altra, dunque, Mentre è incerta la scelta che faranno i 4 consiglieri comunali di Verona vicini a Mauro Bonato, che per le provinciali mettono come pregiudiziale l’elezione in consiglio di uno di loro, Roberto Simeoni.

Né si sa bene chi sceglieranno i consiglieri di Verona Domani, che hanno rappresentanti non solo a Palazzo Barbieri ma anche in altri Comuni.

Ma la novità di ancor maggiore rilievo è un’altra: la candidatura del sindaco di Grezzana, Arturo Alberti, ha infatti il consenso del presidente uscente, Antonio Pastorello, e del deputato di Forza Italia, Massimo Ferro, e potrebbe essere appoggiata sia dai tosiani che (attenzione!) dal Partito Democratico. Il che costringerebbe tutti a rifare da capo i conti.

Lillo Aldegheri


 
Nessun commento per questo articolo.