La mostra antologica di Renzo Sommaruga

26/09/2018 16:58

Verona è sempre stata la sua musa ispiratrice. Ora la città gli rende omaggio con una mostra commemorativa. A un anno di distanza dalle celebrazioni per il centenario di Renzo Sommaruga, inaugura domani, giovedì 27 settembre, alle 18, negli spazi della Società Letteraria, un’antologica dedicata all’artista. Per la prima volta a Verona saranno esposte ben 112 opere, tra sculture, dipinti, disegni, libri e grafiche, che rimarranno visibili al pubblico fino al 28 ottobre.

Il percorso espositivo si concentra su esempi significativi scelti dai diversi generi affrontati da Sommaruga nel corso della sua carriera: dalla pittura, con una trentina di dipinti, a otto disegni a matita e a pastello, fino a svariate tecniche dell’incisione tra cui una quarantina di grafiche tra acqueforti, puntesecche, linoleografie, con il raffinato frontespizio di Nove Sonetti di Dante del 1965. Infine, una ventina di sculture aerodinamiche in legno e in metallo. L’esposizione sarà aperta dal lunedì al venerdì, dalle 16.30 alle 19.30 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 13. Le opere contrassegnate da un bollino dorato potranno essere acquistate.

La mostra sarà completata da un catalogo edito dalle Grafiche Aurora, con testi di Maria Teresa Ferrari e Alessandro Corubolo.

L’esposizione è stata presentata questa mattina, in sala Arazzi, dall’assessore alla Cultura Francesca Briani. Erano presenti Giovanna Sommaruga, moglie dell’artista; Carlo Alberto Albrigo, Maria Teresa Ferrari e Martino Mardersteig del Comitato “Amici di Renzo Sommaruga”; il vicepresidente della Società Letteraria Maurizio Marino.

“Con questo evento commemoriamo un grandissimo artista – ha spiegato Briani -, che ha stretto un patto indissolubile con la sua amata Verona. In tutte le sue opere, infatti, ritornano le anse del fiume, i campanili e i ponti, i monumenti, l’anfiteatro Arena, il sogno contrastato di Giulietta e Romeo, le vicende degli stampatori rinascimentali e infine le mura che orlano le colline”.

Email inviata con successo

Annata del kiwi tra luci ed ombre

26/09/2018 12:28

Prossima annata del kiwi: sono luci e ombre. In Italia nel 2018 sono stimati complessivamente circa 25.220 ettari in produzione (età maggiore di 2 anni) coltivati a kiwi, pari a +2% sul 2017, mentre la produzione aumenterà del 18% a 435.175 tonnellate. A Verona c’è una ripresa del 90% a 37.878 tonnellate contro le 19.885 del 2017. Questi i dati emersi nell’annuale incontro con i produttori di kiwi organizzato dalla Camera di Commercio di Verona e moderato dal Dirigente area affari economici, Riccardo Borghero. Il convegno, molto affollato, è stato introdotto dai saluti di Fausto Bertaiola, presidente del Consorzio di Tutela Kiwi, sono intervenuti anche gli onorevoli Vito Comencini e Diego Zardini.

“Dopo un 2017 con ingenti danni da gelo, questa stagione si caratterizza per una ripresa produttiva – ha spiegato Elisa Macchi, del Centro Servizi Ortofrutticoli, Cso di Ferrara - La diffusione della moria nel veronese abbiamo stimato interessi poco più di 1.200 ettari. Nel 2018 c’è un’ulteriore calo delle superfici che già lo scorso anno erano sofferenti (limitatamente a circa 50 ettari). E’ buona la produttività negli appezzamenti esenti da asfissia con una numerosità di frutti nettamente superiore allo scorso anno”. Il Cso segnala una lieve presenza di PSA e cimice.

“Quest’anno tra moria, batteriosi e cimice asiatica, si stima una produzione inferiore del 15% rispetto alla media degli ultimi quattro anni - commenta Claudio Valente, componente di Giunta della Camera di Commercio di Verona – occorre stare all’erta perché la domanda c’è e si rischia che siano commercializzate produzioni di importazione. Quanto ai prezzi, premesso che manca un mese alla raccolta, l’andamento non è ancora chiaro, anche se sicuramente i frutti di alta qualità spunteranno prezzi alti. Sarà un anno di luci e ombre, la comparsa della cimice asiatica non ci voleva”.

Cimice i cui danni possono essere rilevabili anche solo dopo la raccolta, all’uscita dalla cella frigo, vanificando tutto il lavoro di coltivazione e commercializzazione dell’agricoltore.

Secondo l’esperto Lorenzo Tosi di Agrea, la cimice si combatte solo con reti antigrandine e multifunzione che chiudano l’intero impianto e con trattamenti preventivi a inizio stagione o alla prima comparsa dell’insetto.

Email inviata con successo

Verona? Non è solo Giulietta

26/09/2018 12:15

Nell’ambito del progetto Hub del Management Culturale, Fondazione Discanto, in collaborazione con l’Accademia di Agricoltura Scienze e Lettere di Verona, è lieta di presentare “Verona, non solo Giulietta”, un progetto nato con lo scopo di valorizzare il patrimonio culturale dell'Accademia a partire da ottobre 2018. La prima iniziativa sarà un ciclo di visite guidate alla scoperta delle “inaspettate bellezze” custodite nel magnifico Palazzo Erbisti.


Con tale iniziativa, Fondazione Discanto intende far conoscere al grande pubblico opere di straordinaria bellezza che manifestano l’ingegno, soddisfano la curiosità e, allo stesso tempo, trasmettono conoscenza letteraria e scientifica. Opere ancora inesplorate e ignote ai più! Un patrimonio che non può restare celato!


Nell’Accademia, i visitatori avranno l’occasione di ammirare la bellezza di affreschi restituiti al loro passato splendore; di rievocare la storia racchiusa tra le mura del Palazzo; di apprezzare l’inestimabile valore di un archivio senza tempo; di osservare reperti unici, tra i quali un’inedita lettera di Charles Darwin e il primo orologio a pile al mondo firmato Zamboni-Camerlengo. Un’invenzione, quest’ultima, che inaugurò un’età pionieristica nella creazione di orologi autonomi attivati da pile e che fu importantissima per Verona, da allora elevata a privilegiato centro di produzione.


I tour guidati si svolgeranno da ottobre a dicembre 2018 alle ore 16.00 e alle ore 17.00, nei seguenti giorni:


6 ottobre


27 ottobre


24 novembre


15 dicembre


Al termine dei turni di visita previsti, cioè alle ore 17:00 e alle ore 18:00, sarà offerto ai visitatori un aperitivo con degustazione preparati per l’occasione da Cantina Ca’ del Sette e da Gastronomia Scapin.


Email inviata con successo

La battaglia dei ponti

26/09/2018 12:13

Nel salone d’onore di Palazzo Carli, sede del Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto, ha avuto luogo la presentazione del libro “La battaglia dei ponti”, scritto dal Generale di Divisione, in ausiliaria, Luigi Scollo.

L’evento organizzato dal Comandante delle Forze Operative Terrestri di Supporto, Generale di Corpo d’Armata Giuseppenicola Tota ha visto presenti e numerose autorità civili e militari della città si Verona.

L’opera racconta gli eventi svoltisi il 6 aprile del 2004 a Nasiriyah, IRAQ, ricordati come la “Battaglia dei Ponti”. L’autore all’epoca dei fatti, nel grado di Colonnello era al comando della Task Force 11, unità di punta del dispositivo militare che oltre all’11° reggimento bersaglieri comprendeva anche molti altri reparti delle Forze Armate italiane.

Il volume non si limita ad una semplice analisi a livello strategico ma ripercorre nel dettaglio le operazioni, le comunicazioni fra le pattuglie e l'evolversi delle azioni attraverso il punto di vista di un comandante sul campo, in circostanze in cui ogni ordine è essenziale ed ogni decisione importante. La narrazione dei fatti si basa sui diari e gli appunti che l'autore prese nell'immediatezza degli eventi, accompagnati dalle mappe delle operazioni e da immagini inedite.

La prefazione è stata curata dal Generale di Corpo d’Armata, in ausiliaria, Gian Marco Chiarini all’epoca dei fatti Comandante della Brigata corazzata “Ariete”, in cui era inserito l’11° reggimento bersaglieri di cui il Colonnello Scollo faceva parte.

Email inviata con successo

Teatro nei quartieri da tutto il Veneto

25/09/2018 17:13

Si apre venerdì 28 settembre la nuova stagione della rassegna “Il Teatro nei Quartieri”. In programma otto spettacoli gratuiti, uno per Circoscrizione, che porteranno in scena compagnie locali e da tutto il Veneto.

L’appuntamento è sempre per il venerdì sera, con inizio degli spettacoli alle 20.45. La rassegna apre al teatro S. Massimo, con “Il colpo della strega”, e prosegue il 16 novembre al Circolo Unificato Castelvecchio, con “Il clan delle vedove”, e il 21 dicembre al teatro S. Teresa con “A piedi nudi nel parco”.

Le serate continuano venerdì 8 febbraio, al teatro Virgo Carmeli, con “Stramaledetamente a pan e pessin”; il 22 febbraio al teatro Aurora con “Le allegre comari di Windsor”; il 15 marzo al teatro Nuovo S. Michele Extra con “Molto piacere”. La rassegna si concluderà il 5 aprile al Circolo 1° Maggio con “Messaggi d’amore”.

La commedia “La cena dei cretini”, prevista l’11 gennaio al Teatro Camploy, sarà riprogrammata a marzo, in data ancora da destinarsi.

La rassegna è stata presentata questa mattina dall’assessore al Decentramento Marco Padovani, insieme al direttore artistico dell’associazione Teatro Impiria Andrea Castelletti.

“Una manifestazione entrata nella tradizione – spiega l’assessore – che nell’edizione di quest’anno, con una nuova proposta di compagnie teatrali, provenienti anche da fuori provincia, proporrà al pubblico una serie di spettacoli d’avvero interessanti. L’intento è di avvicinare sempre di più la cittadinanza a generi teatrali nuovi e diversi, proponendo in tutti i quartieri rappresentazioni di alto livello”.

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. Ad ogni serata sarà promossa una raccolta fondi a sostegno di associazioni del territorio.

Email inviata con successo

Tumore al seno, "Forza è curabile"

24/09/2018 11:17

Serata "Forza è Curabile" all'hotel Montemezzi in via Verona 92 a Vigasio, il 26 settembre. Il tumore al seno è un male che non deve spaventare. Durante la serata ci saranno testimonianze “a ruota libera” di donne che lo hanno affrontato. Conduce: Simonetta Chesini.


IL PROGRAMMA


ORE 20.30: IL CORAGGIO DELLE DONNE OPERATE AL SENO

Relazione della Professoressa Annamaria Molino, oncologa, responsabile per Verona

della Fondazione Umberto Veronesi.

Testimonianze di persone che hanno affrontato la malattia


ORE 22.00: W LE DONNE!

Omaggio alle grandi interpreti di ieri, di oggi, di sempre!

Il maestro Claudio Sebastio al pianoforte e la voce di Cristina Gamba

Le poesie di Agata De Nuccio ed Elvira Venturi.

A seguire: Buffet

Porteranno i saluti: Eddi Tosi (Sindaco di Vigasio) e Corrado Merlini (Assessore al

Sociale)

Email inviata con successo

La carovana del cuore arriva a Verona

21/09/2018 17:24

Si concluderà il 22 e il 23 settembre nel centro di Verona la Carovana del Cuore, campagna di sensibilizzazione realizzata da Fondazione Patrizio Paoletti con l’obiettivo di promuovere il diritto all’educazione, soprattutto nell’infanzia




L’iniziativa, giunta alla sua quattordicesima edizione, è tornata anche quest’anno in numerose città di tutta Italia, da Nord a Sud, grazie all’impegno di 120 volontari contraddistinti dall’ormai tradizionale maglietta arancione.


I “carovanieri” hanno percorso a bordo di camper un lunghissimo itinerario, per lo più costiero, attraverso Toscana, Liguria, Marche, Abruzzo, Emilia Romagna, Lazio e Veneto (tutte le tappe sul sito www.carovanadelcuore.org).




In occasione dell’ultima tappa veronese, i volontari della Carovana percorreranno le vie di Verona per promuovere il valore dell’educazione, intesa come processo continuo che dall’infanzia accompagna la persona per tutta la vita, leva fondamentale per garantire alle future generazioni un mondo sostenibile e di pace.


Chi sceglierà di sostenere l’iniziativa riceverà in dono il braccialetto arancione Vivi Appassionatamente, segno distintivo dell’incontro con la Fondazione e i suoi progetti.




Fondazione Paoletti, istituto di ricerca riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione, da 17 anni opera in campo neuroscientifico e psicopedagogico per rendere l’educazione e la didattica più innovative ed efficaci.


Ad oggi è attiva con oltre 20 progetti educativi in quattro continenti, dall’Italia alla Repubblica Democratica del Congo, da Haiti all’India, realizzando interventi scolastici e sociali dedicati a migliaia di bambini, insegnanti, genitori, educatori e operatori sociali.

Email inviata con successo

Corso dalla Resistenza fino alla Costituzione

21/09/2018 12:01

“Nel breve spazio di tre incontri si desidera fornire quelle conoscenza di base sulla storia del nostro Paese e, quando possibile, della nostra provincia, utili a chiunque si interessi, oggi, del passato e intenda partecipare alla creazione di un futuro a misura umana”.

Sono le parole di presentazione del corso di formazione “Dalla Resistenza alla Costituzione” che si svolgerà nei mesi di settembre ed ottobre, in 3 lezioni: 23 Settembre, 7 Ottobre, 21 Ottobre.

Il corso è gratuito ma per questioni organizzative, si prega di comunicare la partecipazione via mail anpiverona@gmail.com al Comitato Provinciale ANPI Verona.

Email inviata con successo

Il museo del calcio a Forte Gisella

21/09/2018 11:29

Il Museo del calcio internazionale fa tappa a Verona. Per due settimane, dal 21 settembre al 7 ottobre, Forte Gisella farà da cornice all’esposizione di oltre 200 pezzi da collezione: maglie, palloni e cimeli utilizzati dai grandi campioni dal 1930 ad oggi. In mostra anche il pallone della prima partita internazionale Scozia-Inghilterra del 1872 e le divise utilizzate da Maradona, Pelè e Falcao. Dal 21 al 23 settembre, sarà esposta anche una selezione delle più importanti maglie indossate dall’Hellas Verona e dal Chievo a partire dagli anni ’70.


L’inaugurazione sarà domani, venerdì 21 settembre, alle ore 18. L’ingresso, tutti i giorni dalle 9.30 alle 13 e la domenica anche dalle 15 alle 21, è gratuito. L’appuntamento scaligero, patrocinato dal Comune, fa parte di un tour di 15 tappe in tutta Italia, per far conoscere il museo sorto a Roma qualche anno fa per volontà dell’Associazione italiana cultura sport.


In occasione della mostra, domenica 23 settembre, dalle 10 alle 17, si terrà l’evento “Calcio Balilla: quando l’Italia era al mondiale”, una giornata dedicata al calcio statico organizzata dalla 4^ Circoscrizione. Durante la manifestazione si terranno tornei e dimostrazioni di subbuteo, calcio balilla, giochi da tavolo, oltre al baratto di figurine da collezione.


Sabato 6 ottobre alle ore 20 si terrà, invece, la “Cena calcio mondiale solidale”, al costo di 15 euro. Il ricavato sarà devoluto alla cooperativa “La Faedina” di Alfonso Tommasi. Per prenotazioni e informazioni è possibile consultare il sito www.fortegisella.com.


L’iniziativa è stata presentata questa mattina dall’assessore al Decentramento Marco Padovani, insieme al presidente della 4^ Circoscrizione Carlo Badalini, al presidente A.I.C.S. Verona Maria Rosa Callin, al rappresentante del Museo calcio internazionale Luigi Carvelli e all’autore del libro “La maglia GialloBlù” Massimiliano Tezza.


“Una bella manifestazione per tutti gli appassionati di calcio ma anche per le persone che vogliono vedere una mostra unica in Italia, visitando al contempo Forte Gisella - spiega Padovani -. Ringrazio gli organizzatori di tutti gli eventi collaterali, un modo per far rivivere uno spazio meraviglioso di Verona”.

Email inviata con successo

Premio città di Verona, domande al 28 settembre

21/09/2018 11:27

E’ stato prorogato al 28 settembre il termine per la presentazione delle domande di partecipazione alla nuova edizione del “Premio Città di Verona”. Il bando, promosso dall’assessorato alle Politiche giovanili, è riservato ai neolaureati che abbiano discusso la tesi nel corso del 2017 e mette a disposizione sei borse di studio, di mille euro ciascuna.

Nello specifico, le tesi ammesse al concorso dovranno riguardare studi su aspetti generali o particolari della città di Verona, della vita veronese o del suo territorio provinciale e potranno avere carattere letterario, storico, artistico (architettura e ingegneria), giuridico, sociopolitico ed economico, psico-pedagogico o scientifico (scienze naturali, biologiche e mediche).

Per l’ammissione alla selezione il candidato autore della tesi dovrà aver ottenuto una votazione di laurea non inferiore a 100/110 o punteggio equivalente. Nel caso di tesi elaborate da più soggetti, potranno partecipare al concorso, presentando ciascuno distinta domanda, solo gli autori che abbiano raggiunto questo punteggio.

Il bando ed il modulo per la partecipazione sono scaricabili dal sito web del Comune di Verona http://www.politichegiovanili.comune.verona.it.

Le domande dovranno pervenire al Comune entro le 13 del 28 settembre.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la Direzione Politiche Educative Scolastiche e Giovanili allo 045 8078789-8787 o sul sito www.politichegiovanili.comune.verona.it.

Email inviata con successo