La battaglia dei ponti

26/09/2018 12:13

Nel salone d’onore di Palazzo Carli, sede del Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto, ha avuto luogo la presentazione del libro “La battaglia dei ponti”, scritto dal Generale di Divisione, in ausiliaria, Luigi Scollo.

L’evento organizzato dal Comandante delle Forze Operative Terrestri di Supporto, Generale di Corpo d’Armata Giuseppenicola Tota ha visto presenti e numerose autorità civili e militari della città si Verona.

L’opera racconta gli eventi svoltisi il 6 aprile del 2004 a Nasiriyah, IRAQ, ricordati come la “Battaglia dei Ponti”. L’autore all’epoca dei fatti, nel grado di Colonnello era al comando della Task Force 11, unità di punta del dispositivo militare che oltre all’11° reggimento bersaglieri comprendeva anche molti altri reparti delle Forze Armate italiane.

Il volume non si limita ad una semplice analisi a livello strategico ma ripercorre nel dettaglio le operazioni, le comunicazioni fra le pattuglie e l'evolversi delle azioni attraverso il punto di vista di un comandante sul campo, in circostanze in cui ogni ordine è essenziale ed ogni decisione importante. La narrazione dei fatti si basa sui diari e gli appunti che l'autore prese nell'immediatezza degli eventi, accompagnati dalle mappe delle operazioni e da immagini inedite.

La prefazione è stata curata dal Generale di Corpo d’Armata, in ausiliaria, Gian Marco Chiarini all’epoca dei fatti Comandante della Brigata corazzata “Ariete”, in cui era inserito l’11° reggimento bersaglieri di cui il Colonnello Scollo faceva parte.

Email inviata con successo

Teatro nei quartieri da tutto il Veneto

25/09/2018 17:13

Si apre venerdì 28 settembre la nuova stagione della rassegna “Il Teatro nei Quartieri”. In programma otto spettacoli gratuiti, uno per Circoscrizione, che porteranno in scena compagnie locali e da tutto il Veneto.

L’appuntamento è sempre per il venerdì sera, con inizio degli spettacoli alle 20.45. La rassegna apre al teatro S. Massimo, con “Il colpo della strega”, e prosegue il 16 novembre al Circolo Unificato Castelvecchio, con “Il clan delle vedove”, e il 21 dicembre al teatro S. Teresa con “A piedi nudi nel parco”.

Le serate continuano venerdì 8 febbraio, al teatro Virgo Carmeli, con “Stramaledetamente a pan e pessin”; il 22 febbraio al teatro Aurora con “Le allegre comari di Windsor”; il 15 marzo al teatro Nuovo S. Michele Extra con “Molto piacere”. La rassegna si concluderà il 5 aprile al Circolo 1° Maggio con “Messaggi d’amore”.

La commedia “La cena dei cretini”, prevista l’11 gennaio al Teatro Camploy, sarà riprogrammata a marzo, in data ancora da destinarsi.

La rassegna è stata presentata questa mattina dall’assessore al Decentramento Marco Padovani, insieme al direttore artistico dell’associazione Teatro Impiria Andrea Castelletti.

“Una manifestazione entrata nella tradizione – spiega l’assessore – che nell’edizione di quest’anno, con una nuova proposta di compagnie teatrali, provenienti anche da fuori provincia, proporrà al pubblico una serie di spettacoli d’avvero interessanti. L’intento è di avvicinare sempre di più la cittadinanza a generi teatrali nuovi e diversi, proponendo in tutti i quartieri rappresentazioni di alto livello”.

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. Ad ogni serata sarà promossa una raccolta fondi a sostegno di associazioni del territorio.

Email inviata con successo

Tumore al seno, "Forza è curabile"

24/09/2018 11:17

Serata "Forza è Curabile" all'hotel Montemezzi in via Verona 92 a Vigasio, il 26 settembre. Il tumore al seno è un male che non deve spaventare. Durante la serata ci saranno testimonianze “a ruota libera” di donne che lo hanno affrontato. Conduce: Simonetta Chesini.


IL PROGRAMMA


ORE 20.30: IL CORAGGIO DELLE DONNE OPERATE AL SENO

Relazione della Professoressa Annamaria Molino, oncologa, responsabile per Verona

della Fondazione Umberto Veronesi.

Testimonianze di persone che hanno affrontato la malattia


ORE 22.00: W LE DONNE!

Omaggio alle grandi interpreti di ieri, di oggi, di sempre!

Il maestro Claudio Sebastio al pianoforte e la voce di Cristina Gamba

Le poesie di Agata De Nuccio ed Elvira Venturi.

A seguire: Buffet

Porteranno i saluti: Eddi Tosi (Sindaco di Vigasio) e Corrado Merlini (Assessore al

Sociale)

Email inviata con successo

La carovana del cuore arriva a Verona

21/09/2018 17:24

Si concluderà il 22 e il 23 settembre nel centro di Verona la Carovana del Cuore, campagna di sensibilizzazione realizzata da Fondazione Patrizio Paoletti con l’obiettivo di promuovere il diritto all’educazione, soprattutto nell’infanzia




L’iniziativa, giunta alla sua quattordicesima edizione, è tornata anche quest’anno in numerose città di tutta Italia, da Nord a Sud, grazie all’impegno di 120 volontari contraddistinti dall’ormai tradizionale maglietta arancione.


I “carovanieri” hanno percorso a bordo di camper un lunghissimo itinerario, per lo più costiero, attraverso Toscana, Liguria, Marche, Abruzzo, Emilia Romagna, Lazio e Veneto (tutte le tappe sul sito www.carovanadelcuore.org).




In occasione dell’ultima tappa veronese, i volontari della Carovana percorreranno le vie di Verona per promuovere il valore dell’educazione, intesa come processo continuo che dall’infanzia accompagna la persona per tutta la vita, leva fondamentale per garantire alle future generazioni un mondo sostenibile e di pace.


Chi sceglierà di sostenere l’iniziativa riceverà in dono il braccialetto arancione Vivi Appassionatamente, segno distintivo dell’incontro con la Fondazione e i suoi progetti.




Fondazione Paoletti, istituto di ricerca riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione, da 17 anni opera in campo neuroscientifico e psicopedagogico per rendere l’educazione e la didattica più innovative ed efficaci.


Ad oggi è attiva con oltre 20 progetti educativi in quattro continenti, dall’Italia alla Repubblica Democratica del Congo, da Haiti all’India, realizzando interventi scolastici e sociali dedicati a migliaia di bambini, insegnanti, genitori, educatori e operatori sociali.

Email inviata con successo

Corso dalla Resistenza fino alla Costituzione

21/09/2018 12:01

“Nel breve spazio di tre incontri si desidera fornire quelle conoscenza di base sulla storia del nostro Paese e, quando possibile, della nostra provincia, utili a chiunque si interessi, oggi, del passato e intenda partecipare alla creazione di un futuro a misura umana”.

Sono le parole di presentazione del corso di formazione “Dalla Resistenza alla Costituzione” che si svolgerà nei mesi di settembre ed ottobre, in 3 lezioni: 23 Settembre, 7 Ottobre, 21 Ottobre.

Il corso è gratuito ma per questioni organizzative, si prega di comunicare la partecipazione via mail [email protected] al Comitato Provinciale ANPI Verona.

Email inviata con successo

Il museo del calcio a Forte Gisella

21/09/2018 11:29

Il Museo del calcio internazionale fa tappa a Verona. Per due settimane, dal 21 settembre al 7 ottobre, Forte Gisella farà da cornice all’esposizione di oltre 200 pezzi da collezione: maglie, palloni e cimeli utilizzati dai grandi campioni dal 1930 ad oggi. In mostra anche il pallone della prima partita internazionale Scozia-Inghilterra del 1872 e le divise utilizzate da Maradona, Pelè e Falcao. Dal 21 al 23 settembre, sarà esposta anche una selezione delle più importanti maglie indossate dall’Hellas Verona e dal Chievo a partire dagli anni ’70.


L’inaugurazione sarà domani, venerdì 21 settembre, alle ore 18. L’ingresso, tutti i giorni dalle 9.30 alle 13 e la domenica anche dalle 15 alle 21, è gratuito. L’appuntamento scaligero, patrocinato dal Comune, fa parte di un tour di 15 tappe in tutta Italia, per far conoscere il museo sorto a Roma qualche anno fa per volontà dell’Associazione italiana cultura sport.


In occasione della mostra, domenica 23 settembre, dalle 10 alle 17, si terrà l’evento “Calcio Balilla: quando l’Italia era al mondiale”, una giornata dedicata al calcio statico organizzata dalla 4^ Circoscrizione. Durante la manifestazione si terranno tornei e dimostrazioni di subbuteo, calcio balilla, giochi da tavolo, oltre al baratto di figurine da collezione.


Sabato 6 ottobre alle ore 20 si terrà, invece, la “Cena calcio mondiale solidale”, al costo di 15 euro. Il ricavato sarà devoluto alla cooperativa “La Faedina” di Alfonso Tommasi. Per prenotazioni e informazioni è possibile consultare il sito www.fortegisella.com.


L’iniziativa è stata presentata questa mattina dall’assessore al Decentramento Marco Padovani, insieme al presidente della 4^ Circoscrizione Carlo Badalini, al presidente A.I.C.S. Verona Maria Rosa Callin, al rappresentante del Museo calcio internazionale Luigi Carvelli e all’autore del libro “La maglia GialloBlù” Massimiliano Tezza.


“Una bella manifestazione per tutti gli appassionati di calcio ma anche per le persone che vogliono vedere una mostra unica in Italia, visitando al contempo Forte Gisella - spiega Padovani -. Ringrazio gli organizzatori di tutti gli eventi collaterali, un modo per far rivivere uno spazio meraviglioso di Verona”.

Email inviata con successo

Premio città di Verona, domande al 28 settembre

21/09/2018 11:27

E’ stato prorogato al 28 settembre il termine per la presentazione delle domande di partecipazione alla nuova edizione del “Premio Città di Verona”. Il bando, promosso dall’assessorato alle Politiche giovanili, è riservato ai neolaureati che abbiano discusso la tesi nel corso del 2017 e mette a disposizione sei borse di studio, di mille euro ciascuna.

Nello specifico, le tesi ammesse al concorso dovranno riguardare studi su aspetti generali o particolari della città di Verona, della vita veronese o del suo territorio provinciale e potranno avere carattere letterario, storico, artistico (architettura e ingegneria), giuridico, sociopolitico ed economico, psico-pedagogico o scientifico (scienze naturali, biologiche e mediche).

Per l’ammissione alla selezione il candidato autore della tesi dovrà aver ottenuto una votazione di laurea non inferiore a 100/110 o punteggio equivalente. Nel caso di tesi elaborate da più soggetti, potranno partecipare al concorso, presentando ciascuno distinta domanda, solo gli autori che abbiano raggiunto questo punteggio.

Il bando ed il modulo per la partecipazione sono scaricabili dal sito web del Comune di Verona http://www.politichegiovanili.comune.verona.it.

Le domande dovranno pervenire al Comune entro le 13 del 28 settembre.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la Direzione Politiche Educative Scolastiche e Giovanili allo 045 8078789-8787 o sul sito www.politichegiovanili.comune.verona.it.

Email inviata con successo

Concorso fotografico più famoso al mondo a Verona

19/09/2018 17:54

La città scaligera, infatti, aderisce quest’anno all’iniziativa promossa e coordinata da Wikimedia Italia – Associazione per la diffusione della conoscenza libera-, che mira a valorizzare l’immenso patrimonio culturale italiano sul web.




C’è tempo fino al 30 settembre per caricare le foto con licenza libera su Wikimedia Commons, l’archivio di file multimediali a supporto dei progetti Wikimedia, che andranno ad arricchire le pagine di Wikipedia, l’enciclopedia on line più consultata al mondo.




Grazie al concorso, non solo sarà possibile condividere le foto dei monumenti più noti e visitati (grazie ai quali Verona è una delle città italiane più apprezzate dai turisti), come l'Arena o la Casa di Giulietta, ma anche dei monumenti cittadini meno noti, che si trovano nelle piazze cittadine, le mura, i bastioni, le torri e le fortificazioni austroungariche, anche i musei civici.




Per chi volesse approfondire i termini del concorso, conoscere quali monumenti è possibile fotografare e avere indicazioni per il modo e il momento di fotografarli, sabato 22 settembre viene organizzata una wikigita, grazie a Wikimedia Italia in collaborazione col Circolo Fotografico Veronese, che patrocinia l’iniziativa insieme al Comune.




La pagina della wikigita, nella quale è possibile iscriversi (i posti sono limitati), è su Wikipedia:

https://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Raduni/WLM2018_wikigita_a_Verona

Ecco, in sintesi, cosa si potrà fotografare della città scaligera.

-i principali monumenti della città, come l'Arena di Verona, le Arche scaligere, Castelvecchio, il Teatro romano, la casa di Giulietta compresa la statua di Giulietta, la tomba di Giulietta,

-le piazze, con monumenti e fontane;

-i palazzi storici che sono sedi comunali, tra cui il palazzo della Gran Guardia e Palazzo Barbieri;

-le mura cittadine, i bastioni e le fortificazioni austroungariche;

-i musei civici (Museo di Castelvecchio, Museo archeologico al teatro romano, Museo degli affreschi Giovanni Battista Cavalcaselle, Casa di Giulietta, Museo civico di storia naturale, Galleria d'arte moderna Achille Forti, Museo lapidario maffeiano);

-alcune torri medievali (Torre dei Lamberti, Torre del Gardello, Torrione in piazza dei Mutilati);

-i giardini e parchi comunali;

-alcune chiese o ex chiese di proprietà comunale.

La lista dettagliata con i link per caricare le foto è disponibile su Wikipedia:

https://it.wikipedia.org/wiki/Progetto:Wiki_Loves_Monuments_2018/Monumenti/Veneto/Provincia_di_Verona#Verona




I partecipanti concorrono contemporaneamente ai premi regionali, a quelli nazionali e al concorso internazionale.




Le migliori foto d’Italia faranno parte di una mostra itinerante che toccherà numerose località nazionali.




Per maggiori informazioni sul concorso, il sito ufficiale è

https://wikilovesmonuments.wikimedia.it

Email inviata con successo

L'educazione e la cura dei cani

19/09/2018 17:52

Quattro appuntamenti gratuiti sull’educazione e la cura dei cani e il rispetto delle regole. Prenderà il via domenica 23 settembre, l’iniziativa "Incontriamoci nelle aree cani", organizzata dalla 3^ Circoscrizione, insieme al Gruppo Cinofilo Verona.

Il primo incontro si terrà domenica prossima, alle 10.30, nell'area cani di via della Fratellanza. Argomento principale sarà il linguaggio utilizzato dagli amici a 4 zampe. Seguiranno martedì 25 settembre, alle 20.30, nell'area cani di via Faliero, la serata sul tema dell'aggressività; giovedì 27 settembre, alle 20.30, nell'area cani di via Pirandello, l’incontro sulle nozioni base di veterinaria. L’ultimo appuntamento sarà martedì 2 ottobre, sempre la sera alle 20.30, nell'area cani di via Doria, dove una guardia Zoofila E.N.P.A. illustrerà il Regolamento comunale e le norme da seguire.

Il ciclo di appuntamenti è stato presentato questa mattina dal presidente della 3^ Circoscrizione Nicolò Zavarise. Erano presenti il presidente del Gruppo Cinofilo Verona Elena Paizis, i consiglieri comunali Laura Bocchi, delegata alla Tutela animale, e Roberto Simeoni, il consigliere di circoscrizione e presidente della commissione di sicurezza Andrea Croce e il veterinario-comportamentista Adelmo Rossini.

“Sempre più persone godono della compagnia di un cane - ha spiegato Zavarise -, per questo abbiamo voluto organizzare un ciclo di incontri che potessero dare informazioni utili per la cura degli amici a 4 zampe. Allo stesso tempo gli appuntamenti forniranno nozioni sulle buone norme di condotta e sulle regole da rispettare, specialmente nei luoghi pubblici”.

Email inviata con successo

Fermo Ferrarese in mostra alla sala Birolli

19/09/2018 17:17

Pittura e fotografia insieme per raccontare l’interazione tra luce e colore. Sarà inaugurata venerdì 21 settembre, alle ore 18, in sala Birolli, la mostra “Fermo Ferrarese, traccia e colore nel segno del Novecento”. In tutto saranno esposte 40 opere pittoriche del Ferrarese, ma anche gli scatti di Mara Balabio, prima fotografa dell’Associazione di Belle Arti di Verona, e Lorenzo Salvucci, nipote del pittore e fotografo. Al centro delle raffigurazioni, vedute di Verona, ma anche nature morte e soggetti astratti.

La mostra, organizzata dall’associazione Quinta Parete, con il patrocinio della prima Circoscrizione, rimarrà aperta fino a domenica 30 settembre, il weekend dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 19.30, mentre dal lunedì al venerdì solamente il pomeriggio dalle 16 alle 19.30. L’ingresso è gratuito.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina dal presidente della prima Circoscrizione Giuliano Occhipinti, insieme al curatore dell’esposizione Federico Martinelli.

“Sala Birolli, che porta il nome di un grande artista scaligero – ha sottolineato Occhipinti – sarà sede di una mostra che punta a riscoprire il talento di un esponente della “scuola veronese”, capace con le sue pennellate di entrare nel cuore della gente, coniugando gli studi accademici al fervore innovativo dle novecento”.

Email inviata con successo