ANCHE A VERONA

Confcommercio contro
il Decreto Dignità

10/08/2018 10:39

Anche Confcommercio Verona esprime preoccupazione per le disposizioni contenute nel Decreto Dignità, convertito in Legge dopo l’approvazione in Senato, in particolare per quelle sui contratti a termine, che non renderanno più fluido il mercato del lavoro e non aumenteranno l'occupazione, mentre sicuramente si incrementeranno i costi e il contenzioso per le imprese.

“Rimaniamo perplessi - dichiara il Presidente Paolo Arena – anche per la timida estensione dei voucher solo nelle attività ricettive, escludendo una parte rilevante del turismo, nonché il commercio e i servizi". In materia fiscale, infine, l’associazione accoglie con favore il rinvio al primo gennaio 2019 dell'obbligo della fatturazione elettronica per i distributori di carburante e l'esclusione dei professionisti dall'applicazione dello split payment.


 
  • Mister X

    il 10/08/2018 alle 11:56
    Bene, auguro allora ai figli di Paolo Arena (se ne ha o ne avrà) una vita da precari. Purtroppo questi signori, troveranno sempre il modo di sistemare i propri pargoli in istituzioni con bei contratti a tempo indeterminato.
     
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA