STRATTONA I CARABINIERI

"Rifiuto Stato italiano"
venetista ai domiciliari

12/06/2018 10:00

"Rifiuto lo Stato e la giustizia italiana. Io appartengo allo Stato Veneto". Nuovi guai giudiziari per Enrico Vella, ex imprenditore di Cerea. Il noto venetista è stato arrestato dai carabinieri per falsa dichiarazione d’identità e resistenza a pubblico ufficiale.

I militari dell’Arma lo avevano fermato per un controllo dopo aver visto la targa «anomala» della sua auto, in un parcheggio di un noto centro commerciale. Ma alla richiesta dei documenti, Vella avrebbe strattonato i carabinieri e provato a scappare in auto.

In tribunale, l'ex imprenditore ha dichiarato di non aver consegnato la patente e i documenti dello Stato Italiano, perché lui si considera un cittadino della Serenissima, negando di aver strattonato i militari. Al termine dell'udienza il giudice lo ha condannato ai domiciliari nella sua roulotte a Cerea.

Vella era già stato arrestato nel 2015 per lesioni ai danni dei carabinieri. In quell'occasione dichiarò: "Mi è stata dichiarata guerra in quanto i carabinieri erano armati e io no, e non hanno depositato la dichiarazione di guerra come previsto dalla Costituzione Italiana. Ho subito dei danni e abbiamo dei filmati che dimostrano come le forze dell’ordine sono entrate abusivamente nei territori Veneti sovrani dichiarati".


 
Nessun commento per questo articolo.