SPETTACOLI

Delitto/Castigo al Nuovo
la "prima" martedì

12/03/2018 08:48

Domani sera, martedì 13 marzo alle 20.45 (con repliche fino al 18) prosegue al Nuovo la trentaduesima edizione della rassegna IL GRANDE TEATRO organizzata dal Comune di Verona e dalla Fondazione Atlantide - Teatro Stabile di Verona. In programma, proposto da Nuovo Teatro e dalla Fondazione Teatro della Toscana, Delitto / Castigo di Fëdor Dostoevskij nell’adattamento teatrale di Sergio Rubini e Carla Cavalluzzi. Protagonisti Luigi Lo Cascio e Sergio Rubini che cura pure la regia. In scena anche Francesco Bonomo, Francesca Pasquini e il musicista-rumorista G.U.P. Alcaro.

Dopo il successo di Provando… dobbiamo parlare, Sergio Rubini propone un nuovo progetto di “teatro non teatro”: un viaggio – con l’ausilio di un rumorista e di una cantante –nei capitoli di Delitto e castigo facendoci rivivere l’epico romanzo di Fëdor Dostoevskij. «Vertigine e disagio – sottolinea una nota di regia – accompagnano il lettore di Delitto e castigo. La vertigine di essere finiti dentro l’ossessione di una voce che individua nell’omicidio la propria e unica affermazione di esistenza. Il delitto diventa così specchio del proprio limite e orizzonte necessario da superare per l’autoaffermazione di sé. Un conflitto che crea una febbre, una scissione, uno sdoppiamento. E un omicidio che produce un castigo, un’arma a doppio taglio: come lo è la scrittura del romanzo, dove la realtà, attraverso il racconto in terza persona, è continuamente interrotta e aggredita dalla voce-pensiero del protagonista. Ed è proprio questa natura bitonale di Delitto e castigo – conclude la nota – a suggerire la possibilità di portarlo in scena attraverso una lettura a due voci».


 
Nessun commento per questo articolo.
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA