"SELECT USA" IN CAMERA DI COMMERCIO

"Scegli gli Stati Uniti"
mercato e regole certe

28/02/2018 15:24

La Camera di Commercio di Verona ha ospitato a Verona l’unica tappa nel Nordest Italia del tour di promozione di Select Usa, l’iniziativa del Governo federale americano che promuove gli Stati Uniti come destinazione primaria degli investimenti a livello globale e supporta sia le aziende già presenti che quelle che desiderano espandersi a livello commerciale o produttivo. Select usa si è tenuta a Torino e l’unica altra tappa italiana sarà a Firenze domani.

Nel quadro delle attività promozionali del quinto Summit mondiale di Select USA (area di Washington, D.C., 20-22 giugno 2018), l’Ufficio Commerciale del Consolato degli Stati Uniti d’America di Milano ha organizzato questo tour sul progetto Select Usa che coinvolge diciassette Stati americani ( Arkansas, Florida, Georgia, Illinois, Indiana, Iowa, Kentucky, Michigan, New Jersey, New York, Ohio, Pennsylvania, South Carolina, Tennessee, Virginia, West Virginia, Wisconsin).

“Con un mercato strategico di oltre 325 milioni di consumatori ad alto reddito, accordi di libero scambio con molte nazioni, – spiega il vice Presidente della Camera di Commercio, Andrea Prando - gli Stati Uniti sono una delle destinazioni più interessanti per le opportunità di business a livello mondiale. Non a caso il Triveneto vi esporta il 20,7% delle esportazioni nazionali, in crescita del 14% (dati 2016). Quindi 1 prodotto italiano venduto negli Stati Uniti su 5 proviene dal Nordest: il 13% dal Veneto, il 6,2% dal Friuli Venezia Giulia e l’1,5 % dal Trentino Alto Adige. Complessivamente si tratta di 7,6 miliardi di euro sui 36,9 complessivi italiani”.

Nella top ten dei prodotti più venduti figurano navi e imbarcazioni, strumenti e forniture mediche e dentistiche, il vino, i macchinari, mobili, gioielleria, borse e pellicce e altre macchine utensili. La classifica è sensibilmente diversa per Verona. Gli Stati Uniti sono il quarto partner commerciale della nostra città, dopo Germania, Francia, e Regno Unito. Verona vi esporta oltre mezzo miliardo di euro in prevalenza di vino, marmo, macchinari. Ma anche strumenti e forniture mediche e dentistiche, formaggi, calzature e prodotti da forno.

“Gli Stati Uniti sono un mercato difficile, ma dalle regole certe – afferma il Vice Presidente per l’internazionalizzazione di Confindustria, Raffaele Boscaini – per questo vi si possono affacciare le imprese di tutte le dimensioni e le imprese scaligere questa opportunità la stanno cogliendo. Cito, ad esempio, il Gruppo Rana in Illinois, ma anche La Rosa Energy e Maxfone che hanno aperto una sede in Texas”.

Gli investimenti diretti italiani negli Usa hanno superato i 49 miliardi di dollari nel 2016 e le aziende di proprietà italiana impiegano 75.300 lavoratori americani (dato 2015). I sei principali settori di investimento sono: prodotti tessili, macchinari industriali, prodotti di consumo, componentistica per il settore automobilistico, lavorazione dei metalli e energie alternative. Select Usa funge da unico punto d’accesso informativo per gli investitori, coordina le agenzie federali fornendo servizi che si aggiungono alle risorse statali, regionali e locali e può contare su esperti che aiutano gli investitori nei loro piani di sviluppo.


 
Nessun commento per questo articolo.
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA