L'EX AN A VERONA

Urso: Bisogna tornare
a fare più figli

13/02/2018 17:17

“L'Italia ha il più basso indice di natalità in Europa, il più alto tasso di anzianità della popolazione, il maggior numero di poveri come attesta Eurostat, il maggior numero di persone non in grado di pagarsi le cure sanitarie e il più alto tasso di disoccupazione giovanile. L'emergenza famiglia, causata anche da questa emergenza sociale, deve diventare emergenza nazionale. Le risposte dei governi di sinistra in questi anni sono state balbettanti e insignificanti”.

Lo ha detto l’ex viceministro delllo Sviluppo Economico, Adolfo Urso, intervenendo a Verona a un incontro elettorale promosso da Fratelli d’Italia. “Per contrastare questa emergenza - ha spiegato - abbiamo preparato il più importante piano di natalità della storia repubblicana, basato su interventi fiscali e assistenziali”. Il piano illustrato da Urso prevede “asili nido gratuiti per tutti, reddito d'infanzia e congedo di maternità fino ai 6 anni di vita del bambino, ed eliminazione progressiva dell'Iva sui beni per l’infanzia”.

E per aiutare la salute demografica del Paese, secondo FdI bisogna incidere sul piano sociale, con politiche fiscali e del lavoro espansive: “Vanno detassate per tre anni su lavoro dipendente e Irap quelle imprese che assumono un giovane; e va introdotta la flat tax, sul reddito incrementale il primo anno e anche sul restante negli anni successivi quando la riforma andrà a regime”.

Urso ha concluso indicando le coperture economiche: “Ripartiamo dal piano Cottarelli, dal taglio degli sprechi e dalla spending review. Quel piano la sinistra prima l'ha studiato e poi l'ha abbandonato. Inoltre con la flat tax ripartirà lo sviluppo, aumenterà il Pil e di conseguenza le stesse entrate fiscali”.


 
Nessun commento per questo articolo.