LA STRANA VICENDA

Predica "pace e amore"
ma picchiava i familiari

01/12/2017 11:45
Si occupa di meditazione, "armonizzazione cosmica" e di diffondere la cultura buddhista ma il suo passato era molto diverso. Un uomo di 48 anni è stato condannato a 4 anni e 8 mesi di carcere per maltrattamenti in famiglia, che si erano consumati nel 2015.
Quando l'uomo era tornato a vivere in casa dei genitori veronesi (ottantenni), aveva cominciato ad essere violento (sia fisicamente che psicologicamente) non solo contro i due anziani, ma anche contro i fratelli.
Stando alla denuncia dei parenti, il 48enne non riusciva a gestire la rabbia e perdeva facilmente la calma: li minacciava per questioni che riguardavano il patrimonio e le proprietà della famiglia. Se non riceva denaro arrivava addirittura a distruggere i mobili dell'appartamento.
Ma adesso l'uomo è cambiato: dopo un viaggio all'estero, dove era stato "conquistato" dalla cultura buddhista, non aveva più minacciato i suoi familiari. Questo comunque non gli ha evitato la condanna (di ieri, al Tribunale di Verona), con risarcimento di 4mila euro per i suoi familiari.

 
Nessun commento per questo articolo.