PARLAMENTO

Risoluzione bipartisan
per tenere Comfoter

20/03/2014 11:41

I deputati veronesi di Pd, Nuovo Centrodestra e Lega Nord hanno presentato in Parlamento una risoluzione per chiedere la revisione del trasferimento nella capitale del Comando delle Forze Operative Terrestri (Comfoter), che ha sede in palazzo Carli, in via Roma.

Il trasferimento era stato deciso nella spending review militare del gennaio scorso con data finale per la chiusura quella del 31 dicembre 2018.

Il Comfoter è nato a Verona il 1º ottobre 1997 ed è una delle sei aree di vertice dell'Esercito Italiano che coinvolge l'80% dell'intera Forza Armata. Alle dipendenze del Comfoter agiscono tutte le Unità ed i supporti con compiti operativi, gestisce, di fatto, 80.000 militari sui circa 106.000 in servizio in Italiane all'estero dell'Esercito, ovvero sia l'addestramento che le attività operative delle forze terrestri italiane e raggruppa tutte le unità dedite al combattimento, al supporto specifico per il combattimento e alla comunicazione e sistemi informatici dell'esercito italiano.

D'Arienzo (Pd) promotore dell'iniziativa ha spiegato: "Verona non può perdere questa grande opportunità. I tagli non possono declassare la nostra città". A firmare il documento oltre a D'Arienzo, Dal Moro, Rotta e Zardini per il Pd, Giorgetti per Ncd e Bragantini per la Lega Nord.




 
Nessun commento per questo articolo.