FESTIVAL

Arena, cento anni
nel segno di Verdi

29/11/2012 00:51

La Fondazione Arena di Verona si prepara a mettere in scena il Festival lirico del Centenario: l'anno prossimo sarà passato un secolo esatto dal 10 agosto 1913 quando da una geniale intuizione del tenore veronese Giovanni Zenatello, fu rappresentata un'opera lirica (una rappresentazione di Aida) all'interno dell'anfiteatro areniano.

Al teatro Ristori sono state presentate le iniziative per le celebrazioni; alle spalle del sindaco Tosi e del sovrintendente Girondini un grande countdownw che segnala quanti giorni e ore mancano all'inizio delle celebrazioni.

"Non sarà semplicemente un Festival - ha spiegato il sovrintendente Francesco Girondini - ma verrà coinvolta tutta la città con una serie di iniziative ed eventi collaterali".

Così, ad esempio, i taxi esporranno gratuitamente sui cofani delle auto la pubblicità della manifestazione e due Consorzi di tutela vitivinicoli di tutela produrranno due vini, un bianco e un rosso, realizzati per l'occasione. Inoltre sarà emesso un francobollo celebrativo del centenario.

Il sindaco Flavio Tosi ha fatto appello ad una collaborazione di tutte le realtà economiche e produttive della città sottolineando che "l'indotto legato al Festival ammonta a 450 milioni di euro".

Il Comune di Verona da parte sua ha deliberato un contributo straordinario per la Fondazione lirica al fine di compensare i tagli del Fus.

Il Festival del centenario sarà tutto nel segno di Verdi. Si aprirà il 14 giugno 2013 con un nuovo allestimento di Aida e si chiuderà l'8 settembre. In cartellone 58 serate dedicate a Verdi: con Aida, Nabucco, Trovatore, Traviata, Rigoletto e Messa da Requiem; inoltre in programma un galà verdiano e due serata di gala con Placido Domingo, il grande tenore spagnolo direttore artistico dell'iniziativa centenaria.


 
Nessun commento per questo articolo.
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA