TRAGEDIA

Recuperato il corpo del rumeno annegato a San Michele

14/08/2010 17:50

Le griglie nell'Adige oggi hanno restituito il corpo di Aurel Cocos, il rumeno di 62 anni senza fissa dimora, annegato ieri dopo essere scivolato in un canale di scolo a San Michele, venendo poi risucchiato dalle acque del fiume. In un primo tempo, durante l'immediato intervento, i Vigili del fuoco erano riusciti a recuperare il cadavere, poi allontanato dai vortici dell'acqua dell'Adige. La forte pioggia aveva reso ancora più complicate le operazioni di recupero, alle quali hanno preso parte anche i Carabinieri della stazione di San Michele, comandati ddal maresciallo Edoardo Fornas.

E' confermato che il rumeno aveva bevuto abbondantemente prima di scendere assieme ad un connazionale vicino alla baracca dove trovava rifugio di notte: lo stato di ubriachezza gli ha fatto perdere l'equilibrio mentre cercava di lavarsi ed è caduto nel canale, annegando. Ma la morte potrebbe anche essere stata causata da un colpo alla testa, subito durante la tradica caduta.


 
Nessun commento per questo articolo.