GUARDIE PADANE

Camicie verdi, al processo escono di scena Bossi & c.

18/12/2009 21:00

Una ventina i capi di imputazione originari, alcuni dei quali sono poi stati cancellati per sopravvenute leggi che hanno modificato la posizione giudiziaria. Su tutti aleggia l'accusa di "avere costituito una associazione militare, denominata Guardia nazionale padana, che persegue indirettamente scopi politici legati a finalita' secessionistiche del partito della Lega Nord per l'Indipendenza della Padania". Un groviglio di reati tra i quali il più grave è quello di "attentato l'unità nazionale" e che potrebbe portare all'ergastolo.

L'eccezione era stata sollevata da Papalia dopo che il primo stralcio nel processo aveva interessato il segretario regionale della Lega Nord, Giampaolo Gobbo, per la sua carica di europarlamentare.

Il Gup Rita Caccamo ha così preso atto che il pronunciamento della Consulta si estende anche agli altri parlamentari.

L'avvocato che difende i vertici del Carroccio ha espresso soddisfazione per la decisione del Tribunale di Verona. La prossima udienza è fissata per il 15 gennaio.


 
Nessun commento per questo articolo.