L'INIZIATIVA

Ludopatia, un fenomeno
da arginare a Verona

16/05/2018 13:04

Solo nel territorio del comune di Verona ci sono 251 bar, 63 rivendite di tabacchi, 27 sale giochi che hanno all’interno macchinette per il gioco d’azzardo, oltre a 31 vere e proprie sale videolottery.

La ludopatia, che spesso sconfina nell’azzardopatia, è una dipendenza che ha conseguenze devastanti non solo economiche devastanti, ma anche psicologiche e sociali.

Vite distrutte, famiglie ridotte in miseria. Un fenomeno che purtroppo è in continuo aumento.

Per questo un gruppo di consiglieri comunali, guidati dal capogruppo di Verona Domani, Marco Zandomeneghi, ha presentato una mozione al consiglio comunale che impegna il sindaco e la giunta comunale a rendere riconoscibili gli esercizi commerciali che decidono di non installare macchinette e apparecchi per il gioco d’azzardo, e anche di incentivare economicamente questi locali “slot free”… del resto le macchinette per il gioco d’azzardo sono previste dalla legge e autorizzate e va evidenziata la contraddizione di uno Stato che fa cassa sulle scommesse e poi si attiva per contrastare la ludopatia.

Società e associazioni che gestiscono il gioco presentano ricorsi in continuazione contro le ordinanze che impongono limiti alla presenza di macchinette e sale slot nelle vicinanze di scuole e altri luoghi sensibili, ma il Comune di Verona si è visto riconoscere piena ragione.

E oltre alla prevenzione, con locali riconoscibili dove non si gioca, oltre agli sgravi fiscali, le istituzioni si muovono anche con altri strumenti…


 
Nessun commento per questo articolo.
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA