6 PERSONE COINVOLTE

Strage bus ungherese,
sale numero indagati

14/02/2018 09:14

Salgono a sei le persone indagate per la tragedia del pullman ungherese che provocò la morte di 17 persone il 20 gennaio 2017. Per tutti l’accusa è la stessa: omicidio stradale di più persone, reato che è punito con una pena che può arrivare fino a 18 anni.

Il conducente dell'autobus, Jànos Varga, avrebbe perso il controllo del mezzo per un colpo di sonno. Oltre all’autista 53enne, sono indagati anche Alberto Brentegani, responsabile della tratta A4 Brescia-Padova; Giovanni Luigi Da Rios, capo dell’Ufficio tecnico e autore del progetto per i lavori di sistemazione dello spartitraffico centrale e delle barriere di sicurezza (risalente al 1992). Ma anche componenti della Commissione nominata dall’Anas (nel 1993) con il compito di collaudare i lavori di fornitura e posa in opera delle barriere stradali. Si tratta di Michele De Giesi, Maria Pia Guli ed Enzo Samarelli.


 
Nessun commento per questo articolo.
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA