Barbiana '65, la lezione di Don Milani

20/02/2018 24:31

Per la giornata mondiale della Giustizia Sociale appuntamento martedì 20 febbraio alle 11 al "Stefani Bentegodi" di Caldiero con "Barbiana '65, la lezione di Don Milani" un film di Alessandro d'Alessandro.

Email inviata con successo

Red Canzian alla Feltrinelli

19/02/2018 11:54

Appuntamento alla Feltrinelli, in via Quattro Spade 2: martedì 20 febbraio 2018, alle ore 15 Red Canzian presenta al pubblico il suo nuovo album di inediti.

L'album "Testimone del tempo" contiene 13 brani che riassumono il viaggio della carriera di Red Canzian, con chiari riferimenti ai suoi inizi all’insegna del rock, e vanta testi firmati da Renato Zero, Ivano Fossati, Enrico Ruggeri, Ermal Meta, Fabio Ilacqua, Vincenzo Incenzo e Miki Porru. «Alla fine del viaggio ci vuole coraggio. – racconta Red Canzian in merito al suo nuovo progetto solista – per ripartire e guardare verso un orizzonte diverso. e le forze e le certezze le riconosci nelle passioni dell’inizio, in quella musica che, da ragazzino, ti ha fatto sognare di diventare, un giorno, una rock star».

Ingresso libero e gratuito all'evento.

Email inviata con successo

La biblioteca civica e le arti nello spettacolo

19/02/2018 11:47

Sarà il seminario di studi “Sulla soglia” ad inaugurare lunedì 19 febbraio, alle ore 15, in Biblioteca Civica, l’attività di LIMEN, Centro interdisciplinare di ricerca sul fantastico nelle arti dello spettacolo, costituitosi all’interno del Dipartimento Culture e Civiltà dell’Università di Verona.

Il programma della giornata prevede gli interventi di Alberto Scandola dell’Università di Verona per la presentazione dell’attività di Limen; di Simone Venturini dell’Università di Udine, per parlare di “The Imitation of Life: il perturbante nel cinema neurologico di inizio Novecento”; di Roy Menarini dell’Università di Bologna, su “Binario 9 e 3\4. La soglia nel cinema fantastico e horror contemporaneo”; di Nicola Pasqualicchio dell’Università di Verona, su “Oltre la soglia: per una topologia del fantastico nella drammaturgia di Maurice Maeterlinck”; di Monica Cristini, sempre dell’ateneo scaligero, su “Tra fantastico e perturbante: ‘effetti di soglia’ nel teatro di ricerca italiano”.

Email inviata con successo

Dispersi di guerra, calendario al Comune

16/02/2018 15:43

È stato realizzato per celebrare i cento anni dalla fondazione il Calendario del Centenario Novembre 2017-2018 dell’Associazione nazionale famiglie di Caduti e Dispersi in guerra. Una copia della pubblicazione è stata consegnata questa mattina dalla presidente del Comitato provinciale di Verona dell’associazione, Zora Perozzeni all’assessore ai Rapporti con il Consiglio. Presente all’incontro anche Danilo Pavan, tra i membri dell’associazione.

L’opera presenta la storia dell'associazione ed eventi, personaggi, luoghi, eroi e testimonianze, oltre a disegni ideati e realizzati dall’artista Marco D’Agostino, che richiamano alcuni fatti legati ai due conflitti mondiali.

Il Comitato di Verona dell’Associazione, che fa parte di Assoarma, ha sede in stradone Porta Palio 47/B e raggruppa circa 200 soci. “Oggi, infatti, la più importante attività che svolgiamo – spiega Zora Pedrozzeni – è portare avanti la memoria storica, ma anche dare supporto alle famiglie nel reperire informazioni sui propri familiari dispersi. Una quindicina di anni fa, ad esempio, sono stati riconsegnati alle famiglie i resti e gli effetti personali di alcuni soldati dispersi nella campagna di Russia, un momento particolarmente toccante a distanza di tanti anni da quegli eventi”. “Un plauso all’Associazione – ha detto l’assessore – che negli anni ha portato avanti un’importante attività di testimonianza e di aiuto alle vedove e agli orfani di guerra. Una realtà che si è evoluta nel tempo e che anche oggi costituisce un punto di riferimento e di incontro per tutte le famiglie che hanno perso un proprio caro non solo nei due conflitti mondiali, ma anche in quelli più recenti in tante parti del mondo. Questo calendario rappresenta inoltre un’importante testimonianza della storia non solo dell’Associazione ma anche del nostro Paese”.

L’associazione nazionale famiglie di Caduti e Dispersi in guerra è stata fondata il 26 novembre 1917 nella Cripta del Tempio di San Gregorio, a Milano, da gruppi di genitori e vedove dei Caduti, per supportare le famiglie colpite dalla perdita di un loro caro. Al raduno nazionale a Milano, in occasione del centenario, hanno partecipato circa due mila persone provenienti dai comitati provinciali di tutta Italia.

Email inviata con successo

Monte Zovo protagonista a "Simply the best"

16/02/2018 15:32

I vini di Monte Zovo, marchio d’eccellenza della Valpolicella appartenente alla famiglia Cottini, saranno sui banchi d’assaggio della seconda edizione di “Simply the Best”, lunedì 26 febbraio 2018 al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano. L’azienda veronese è stata infatti scelta tra le sole 50 dell’intero panorama vitivinicolo italiano presenti all’evento che celebra il “Top delle Guide Vini” organizzato dalla rivista Civiltà del Bere diretta da Alessandro Torcoli.

Email inviata con successo

Adiconsum ed "Energia, diritti a viva voce"

16/02/2018 15:27

Adiconsum Verona nell’ambito del progetto “Energia, diritti a viva voce” incontrerà i consumatori per illustrare i temi legati alle forniture di energia elettrica e gas. Al via quindi la terza edizione del tour informativo in cui si illustrerà anche il Gruppo d'Acquisto Luce e Gas Adiconsum Verona.

Continua nel 2018 l’attività informativa dell’Associazione di consumatori scaligera che ha promosso 7 incontri in territorio veronese:

- lunedì 19 febbraio alle 15:30 a Nogara alla Sala Civica “L. Ciresa” (Via P. Sterzi, 63);

- mercoledì 21 febbraio alle 20:30 a Vigasio nella Sala Parrocchiale in Via Chiesa;

- martedì 20 febbraio alle 18 a Verona nell'Emporio Don Giacomelli di Piazzetta Santissimi Apostoli;


- mercoledì 28 febbraio alle 15:30 a Bovolone al Centro sportivo “GSS Casella” in Via Casella, 32;


- martedì 6 marzo alle 20:30 a Sorgà, in via Mezzavilla nella Sala Civica;


- giovedì 8 marzo alle 15:30 a Isola della Scala alla Sala Civica "Unità d'Italia";


- mercoledì 14 marzo alle 14:30 a Buttapietra nella Sala Civica di Piazza Roma, 22.


«Durante gli incontri – evidenzia Davide Cecchinato, presidente di Adiconsum Verona - verrà illustrato il progetto “Energia: diritti a Viva Voce” che ha l’obiettivo di rendere i consumatori più informati e più consapevoli in materia di energia e gas per orientare i cittadini tra le diverse offerte commerciali; fornire assistenza per l’ottenimento del bonus sociale gas/energia o il mantenimento dello stesso; supportare il cliente che dovesse trovarsi di fronte ad un problema con il proprio gestore; informare i cittadini consumatori su come controllare i propri consumi quotidiani e promuovere un consumo consapevole». «Verranno inoltre illustrate – conclude Cecchinato - le modalità di adesione al gruppo d’acquisto luce e gas che l’Associazione ha promosso per permettere ai consumatori di risparmiare e non trovarsi impreparati all’abolizione del mercato tutelato prevista per l’anno prossimo».

Email inviata con successo

Verona Brain research e la musica per ricerca

14/02/2018 17:46

Sarà il Teatro Ristori l’occasione del ritorno a Verona dell’oboista M° Diego Dini Ciacci con la pianista coreana M° Sim So Young, ospiti degli Amici della Musica e della Verona Brain Research Foundation (VBRF) lunedì 19 febbraio alle 20.30.



Per il concerto numero 1393 organizzato e promosso dagli Amici della Musica di Verona, la più antica fra le associazioni concertistiche cittadine, il Maestro Dini Ciacci con la pianista coreana M° Sim So Young interpreteranno alcuni tra i brani più celebri degli ultimi tre secoli composti per oboe e pianoforte dai maggiori rappresentanti del panorama musicale internazionale. Dalle 12 variazioni su tema di Leone di Sinigaglia alla sonata di Poulenc, passando per l’adagio dal Settimino di Beethoven interpretato seguendo la trascrizione per oboe e pianoforte di J.Bertain.


Sono molte le importanti collaborazioni degli Amici della Musica intessute nel corso degli anni, in particolare con il Conservatorio di Verona, e spesso a favore di istituzioni della Provincia con scopi sociali.


In questo ambito rientra il concerto del 19 febbraio, organizzato in collaborazione con la Fondazione per la Ricerca sulle Malattie del Cervello, la Verona Brain Research Foundation, presente durante la serata con un corner dedicato alle informazioni e ai tesseramenti a sostegno della ricerca.




Grazie alle donazioni dei suoi sostenitori, la VBRF può permettere alle giovani eccellenze mediche veronesi di continuare il prezioso lavoro di ricerca sulle malattie del cervello che riguardano i bambini e gli anziani, quali l’epilessia e le malattie neurodegenerative (es: Alzheimer, morbo di Parkinson e SLA) a favore dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata (AOUI) di Verona.


La Verona Brain Research Foundation si prefigge l’obiettivo di incoraggiare, guidare e sostenere, insieme alle Istituzioni veronesi la ricerca scientifica e tecnologica di frontiera nelle neuroscienze e di facilitare il trasferimento dei risultati ottenuti alla diagnostica e alla terapia delle malattie del cervello.


Alla conferenza stampa di questi giorni presso l’Ospedale di Verona alla presenza delle massime autorità venete e cittadine, sono stati presentati dal Direttore Generale Francesco Cobello e dalla Direttrice del Dipartimento di Radiologia Stefania Montemezzi, i primi strabilianti risultati del nuovo impianto chiamato HIFU per curare molte patologie neurologiche. Come specificato anche dal Presidente della VBRF, Giuseppe Manni, questo risultato è da attribuirsi alla Fondazione veronese che dieci anni fa ha saputo interessare e convincere le istituzioni a realizzare l’impianto unico in Europa.

Email inviata con successo

Festival nazionale del teatro amatoriale

14/02/2018 16:35

A Verona, dal 17 Febbraio al 7 Aprile, va in scena il primo “Festival Nazionale di Teatro Amatoriale”, promosso da Compagnia Teatrale Micromega in collaborazione con FEDERGAT (Federazione Gruppi Attività Teatrali), e ACEC. Saranno sei le Compagnie, provenienti da tutta Italia e selezionate tra le oltre 70 domande di partecipazione, che ogni sabato sera alle ore 21.15 saliranno sul palcoscenico del Cinema-Teatro Santa Teresa di Tombetta (Verona). Una proposta variegata di altissimo livello, che racchiude al suo interno generi diversi, dal drammatico all'ironico, dal riflessivo all'estroverso.

“Siamo orgogliosi di ospitare il primo - in assoluto - Festival Nazionale di Teatro Amatoriale” ha dichiarato Paolo Bertolini, Presidente del Circolo culturale di Tombetta. “Il livello artistico delle Compagnie che fanno teatro per passione è in costante crescita, soprattutto la qualità, il senso estetico, la preparazione di attori e tecnici. Un motivo in più per dare visibilità a coloro che, con impegno e sacrificio, si applicano nell’arte teatrale con risultati a dir poco eccellenti”.

Email inviata con successo

Ornella Vanoni alla Feltrinelli

14/02/2018 16:30

Giovedì 15 febbraio, alle 18, Ornella Vanoni incontra i fan e presenta la nuova raccolta "Un pugno di stelle". L'antologia Un pugno di stelle contiene tutte le canzoni simbolo della carriera di Ornella Vanoni e due speciali inediti: "Imparare ad amarsi", la canzone che l'interprete milanese ha presentato in gara al Festival di Sanremo 2018 insieme a Bungaro e a Pacifico, e "Gira in cerchio la vita" (una cover in italiano di un brano originariamente interpretato dal musicista israeliano Idan Raichel, con il quale la Vanoni ha già collabora). Il primo dei tre dischi contenuti nella raccolta intitolato Imparare ad amarsi è dedicato ai duetti, già editi, incisi da Ornella Vanoni nel corso della sua carriera insieme ad altri importanti artisti italiani. Il secondo disco Una bellissima ragazza raccoglie i maggiori successi dell'artista dagli anni '90 fino al 2013, mentre il terzo, dal titolo L'appuntamento, contiene una selezione dei suoi brani storici e significativi.

Email inviata con successo

Rally Club Valpantena e l'8° LessiniaSport

13/02/2018 17:35

Sta per tornare la passione e lo spettacolo della regolarità sport targata Rally Club Valpantena. Il Comitato Organizzatore veronese ha tolto i veli sui dettagli dell'8° LessiniaSport, la manifestazione che aprirà la stagione di questa specialità il 6 e 7 aprile prossimi a Bosco Chiesanuova, sui Monti Lessini a nord di Verona.


La manifestazione ricalca il percorso e la logistica del 2017, ma si arricchisce di una prova cronometrata a tempo che porterà a 11 le PCT in programma, di cui due in notturna nella tappa prologo di venerdì 6 aprile. Si tratta di una scelta voluta dai partecipanti alla scorsa edizione che hanno rivissuto, con la PCT in notturna, il fascino delle gare di un tempo, quando si correva rigorosamente con i fari accesi. Per gli appassionati di regolarità, si tratta di un'aggiunta molto significativa per quanto riguarda la classifica d gara, dato che proprio la prova in notturna aveva decretato verdetti pesanti già lo scorso anno, segnando in maniera evidente quella che poi, il giorno successivo, è stata la battaglia per la vittoria.


Fulcro a Bosco Chiesanuova, l'8° LessiniaSport partirà quindi nella prima serata di venerdì 6 aprile, per disputare un doppio passaggio sulla PCT “Valdiporro”, di 5,04km, che replica la sua conformazione 2017. La bellissima prova affronta un tratto di strada veramente spettacolare da queste parti, con il suggestivo attraversamento dell'abitato di Valdiporro che vedrà i concorrenti guidare tra le scenografiche luci della Lessinia.


Dopo il riordino notturno, sabato si ripartirà per affrontare le successive nove prove cronometrate a tempo, ovvero: “Anghetal” (km 5,67) una prova che unisce salita e discesa attraversando tipiche contrade dei Monti Lessini e con un tratto imperdibile di sterrato; “Costa” (km 4,69) prova altrettanto suggestiva con sede stradale piuttosto stretta e quasi completamente in salita dopo la prima parte su strada più larga e in discesa; “Bosco Chiesanuova” (km 7,02) prova regina della manifestazione sulla leggendaria Lughezzano-Bosco Chiesanuova; “Velo Veronese” (km 5,82) che inizia con una rabbiosa discesa prima di tornare a salire con il passaggio agli spettacolari tornantini di Retz. “Anghetal” e “Costa” di ripeteranno per due volte, mentre “Bosco Chiesanuova” e “Velo Veronese” si correranno per tre volte.


Riordini confermati sulla vetta di Rifugio Bocca di Selva (1550 mt s.l.m.), all'Hotel Piccola Mantova, in Piazza Marconi al venerdì sera tra il primo e il secondo passaggio sulla PCT “Valdiporro” e il gradito ritorno alla Cantina Valpantena di Quinto di Valpantena. Arrivo sempre a Bosco Chiesanuova nel tardo pomeriggio di sabato 7 aprile.


Novità molto interessante anche lo svolgimento concomitante di una regolarità classica denominata 1° LessiniaClassic del quale saranno presto divulgate informazioni tramite una pagina internet specifica dedicata a questa manifestazione.

Email inviata con successo
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA