CONCERTO

I Nomadi al Filarmonico
«Non siamo cambiati»

06/02/2018 15:52

«Nomadi dentro» è il titolo del disco che dà il nome al tour, iniziato per il 2018 da Cuneo l’11 gennaio. Sono tornati a Verona i Nomadi per Eventi che ieri sera li portati sul palco del teatro Filarmonico a cantare i maggiori successi di 55 anni di carriera.

Dal 1963 al 2018, 81 album, 100 milioni di copie vendute. Sono il terzo gruppo italiano per vendite dopo i Pooh e i Ricchi e poveri. «Forse - ha detto il tastierista e fondatore Beppe Carletti - è perché siamo sempre rimasti uguali a noi stessi, fuori dal tempo, fuori dalle mode, ma veri come ci vedete qui».

A dispetto del successo consolidato nei decenni, il botteghino ha risposto con 800 paganti su 1200 posti, il teatro non ha riempito.

La band ha riproposto le hit principali chiudendo con «Io vagabondo», ma senza dimenticare «Noi non ci saremo», «Un pugno di sabbia», «Un giorno insieme», «Il fiore nero».

Prima però tanti pezzi nuovi dell’album del 2017. «Non l’ultimo lavoro, perché per noi non è un lavoro - ha detto Carletti - ma l’ultima nostra passione, perché suonare per noi è davvero una passione».

Dopo i Nomadi, Eventi Verona si prepara ad accogliere Beppe Grillo al Palasport il 18 marzo, Roberto Cacciapaglia il 19 al teatro Camploy e Giuseppe Giacobazzi il 29 al Palabam di Mantova.


Laura Peloso


 
Nessun commento per questo articolo.
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA