SICUREZZA
Pulizia Adige, più di      <br/>cento persone al lavoro

Pulizia Adige, più di
cento persone al lavoro

Grande lavoro per volontari e tecnici comunali impegnati in un intervento straordinario di pulizia dell'Adige. Viste le recenti ondate di piena infatti molti tronchi e altro materiale si erano ammassati sotto i ponti creando una notevole situazione di pericolo. Questo importante intervento ha messo in sicurezza diverse zone fra cui ponte dell'Unità d'Italia, Ponte Navi, Ponte Garibaldi, Ponte scaligero, Ponte Pietra, Ponte S. Francesco e Ponte Catena.
LAVORI
Buche sulla Statale 12 <br/>Anas finalmente asfalta

Buche sulla Statale 12
Anas finalmente asfalta

Dopo tante proteste l’Anas è intervenuta e sono cominciati i lavori di asfaltatura sulla Statale 12 dell’Abetone e del Brennero lungo la Tangenziale che porta in Valpolicella.?Il primo lotto di asfaltatura fino alle 19 di mercoledì 4 marzo interesserà il tratto compreso tra lo svincolo per la Bassona fino a Bussolengo e Pescantina.L’Anas è intervenuta anche dopo le sollecitazioni della Regione, a cominciare dal presidente della Commissione trasporti, Andrea Bassi, per le numerose lamentele degli automobilisti che quotidianamente utilizzano la Tangenziale per andare a Verona dalla Valpolicella: buche che rendevano pericolosa la circolazione ed in alcuni casi hanno anche causato forature di gomme.Finalmente si è deciso di intervenire.
RADUNO
ROMA, TOSI SI DEFILA      <br/>''MA NESSUNA ROTTURA''

ROMA, TOSI SI DEFILA
''MA NESSUNA ROTTURA''

«La rottura dipende da chi la vuole, noi non la vogliamo. Abbiamo posto dei paletti in base allostatuto della Lega». Lo ha detto Flavio Tosi, ai giornalisti in piazza del Popolo a Roma, dove si svolge la manifestazione della Lega: il sindaco di Verona è fra i militanti lontano dal palco.Sulle modalità con cui la Lega si presenterà alla regionali in Veneto «lunedì ci si confronterà inconsiglio federale», ha detto Tosi, «poi - ha proseguito - sulle candidature e le liste deciderà il consiglio nazionale Veneto come stabilisce lo statuto. Se si resta su questa strada vabene, vedremo». Il leader della Liga Veneta ha quindi osservato che in questaprospettiva il sostegno al governatore uscente Luca Zaia non è in discussione, ma è fattibile una corsa senza alleati: «Con la lista della Lega e alcune liste civiche si vince - ha rispostoTosi ai giornalisti - anche perchè non dobbiamo sottovalutare il rischio dell’astensionismo».LA GIORNATA. Matteo Salvini non teme disordini per la manifestazione di oggi a Roma contro il governo Renzi. Il leader della Lega lo dice ai microfoni del Giornale Radio Rai, a poco più di un'ora dalla kermesse leghista in piazza del Popolo. Teme disordini? «Assolutamente no. Roma - spiega Salvini - è una città civile, una città stupenda, colorata, arrabbiata ma pacifica e conto che polizia e carabinieri possano fare tranquillamente il loro lavoro e oggi sia una giornata di festa».«Da Roma parte la sfida per conquistare il Paese». Lo dice Matteo Salvini, spiegando ai microfoni del Giornale Radio Rai il senso della manifestazione della Lega oggi nella Capitale. «E' la sfida a Renzi in casa sua. Renzi ha scelto i grandi, ha scelto Confindustria, ha scelto le Autostrade, ha scelto Marchionne, ha scelto le società di gioco d'azzardo e Equitalia, e oggi lanciamo la sfida dell'Italia dei piccoli, dei medi, degli artigiani, degli imprenditori e dei produttori».«Noi siamo a favore di un'Europa diversa - ha aggiunto - dove contino di meno le banche e più i cittadini e i piccoli imprenditori. Noi non siamo contro l'Europa, noi siamo contro questa Europa, contro questa moneta unica, contro questo pensiero unico; siamo per difendere il Made in Italy e alla fine saremo maggioranza, in Italia e in Europa».Ci saranno quattromila agenti delle forze di polizia per «proteggere» la manifestazione di oggi a Roma della Lega e tutelare il suo «diritto a manifestare». Lo ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, a margine dell’Assemblea nazionale dell’Udc. «Come è noto - ha detto Alfano - non condivido nulla di quello che dice Salvini, ma il suo diritto a manifestare è sacro, perchè è un importante pezzo della democrazia italiana».«Perciò - ha proseguito il ministro dell’Interno - proteggeremo il suo diritto impiegando 4 mila uomini delle forze dell’ordine, per impedire che chi vuole usare la violenza per interferire contro la manifestazione della Lega non possa poi farlo».
SICUREZZA
Detenzione armi, serve   <br/>il certificato medico

Detenzione armi, serve
il certificato medico

Entro il 4 maggio 2015 chi detiene armi dovrà presentare il certificato medico di idoneità psicofisica alla detenzione; in pratica lo stesso certificato richiesto per il rilascio del nulla osta all'acquisto, previsto dall'art. 35 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza. Lo stabilisce il decreto legislativo n. 121 del 29 settembre 2013, entrato in vigore il 5 novembre 2014, che ha introdotto diverse novità in tema di controlli per l'acquisizione e la detenzione di armi (bianche, da sparo o da fuoco). La certificazione dovrà attestare che il richiedente non sia affetto da malattie mentali oppure patologie che ne diminuiscano, anche temporaneamente, la capacità di intendere e di volere ovvero non risulti assumere, anche occasionalmente, sostanze stupefacenti e psicotrope oppure abusare di alcol. Il certificato medico in questione dovrà essere rilasciato dal medico provinciale o dall'ufficiale sanitario (attualmente Asl) o da un medico militare. Sono esentati dall'obbligo di presentazione coloro che nei sei anni antecedenti l'entrata in vigore del decreto, abbiano già consegnato il certificato al momento della richiesta di una licenza di porto d'armi o di un nulla osta all'acquisto di armi. Le persone che entro la data di scadenza non avranno provveduto a consegnare il certificato agli uffici di Polizia o Carabinieri che avevano ricevuto le denunce di detenzione, riceveranno una diffida per la presentazione del certificato stesso. Se nei successivi 30 giorni la certificazione non sarà presentata, sarà avviato il procedimento finalizzato al divieto di detenzione. Il richiedente, sottoponendosi agli accertamenti, è tenuto a presentare un certificato anamnestico, rilasciato dal medico di fiducia, di data non anteriore a tre mesi. Il medico accertatore potrà richiedere, ove ritenuto necessario, ulteriori specifici esami o visite specialistiche, che saranno effettuati presso strutture pubbliche.Uffici competenti a ricevere la certificazione sono:- Per il territorio del Comune di Verona: Ufficio Armi della Questura - Per la provincia: i Comandi stazione Carabinieri competenti per territorio
SICUREZZA
Detenzione armi, serve   <br/>il certificato medico

Detenzione armi, serve
il certificato medico

Entro il 4 maggio 2015 chi detiene armi dovrà presentare il certificato medico di idoneità psicofisica alla detenzione; in pratica lo stesso certificato richiesto per il rilascio del nulla osta all'acquisto, previsto dall'art. 35 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza. Lo stabilisce il decreto legislativo n. 121 del 29 settembre 2013, entrato in vigore il 5 novembre 2014, che ha introdotto diverse novità in tema di controlli per l'acquisizione e la detenzione di armi (bianche, da sparo o da fuoco). La certificazione dovrà attestare che il richiedente non sia affetto da malattie mentali oppure patologie che ne diminuiscano, anche temporaneamente, la capacità di intendere e di volere ovvero non risulti assumere, anche occasionalmente, sostanze stupefacenti e psicotrope oppure abusare di alcol. Il certificato medico in questione dovrà essere rilasciato dal medico provinciale o dall'ufficiale sanitario (attualmente Asl) o da un medico militare. Sono esentati dall'obbligo di presentazione coloro che nei sei anni antecedenti l'entrata in vigore del decreto, abbiano già consegnato il certificato al momento della richiesta di una licenza di porto d'armi o di un nulla osta all'acquisto di armi. Le persone che entro la data di scadenza non avranno provveduto a consegnare il certificato agli uffici di Polizia o Carabinieri che avevano ricevuto le denunce di detenzione, riceveranno una diffida per la presentazione del certificato stesso. Se nei successivi 30 giorni la certificazione non sarà presentata, sarà avviato il procedimento finalizzato al divieto di detenzione. Il richiedente, sottoponendosi agli accertamenti, è tenuto a presentare un certificato anamnestico, rilasciato dal medico di fiducia, di data non anteriore a tre mesi. Il medico accertatore potrà richiedere, ove ritenuto necessario, ulteriori specifici esami o visite specialistiche, che saranno effettuati presso strutture pubbliche.Uffici competenti a ricevere la certificazione sono:- Per il territorio del Comune di Verona: Ufficio Armi della Questura - Per la provincia: i Comandi stazione Carabinieri competenti per territorio
BENEFICENZA
Domenica in Bra le  <br/>colombe di Admor

Domenica in Bra le
colombe di Admor

Domenica 1 marzo tornerà in piazza Bra il gazebo Admor (Associazione Donatori Midollo Osseo e Ricerca) con l’iniziativa ‘Con una colomba doni la vita’. L’evento è stato presentato questa mattina a Palazzo Barbieri dall’assessore ai Servizi sociali Anna Leso insieme a Giovanni Cacciatori e Marta Bertini di Admor.Nel corso della giornata i volontari Admor, affiancati dai donatori di sangue AVIS, FIDAS, ASFA e dal Gruppo Alpini, saranno impegnati nella distribuzione delle colombe pasquali, prodotte in esclusiva dalla ditta Bauli.Il ricavato contribuirà a sostenere le numerose attività dell’associazione tra le quali l’assegnazione di 6 borse di studio, da 15 mila euro ciascuna, a giovani medici biologi e ricercatori che operano presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, a beneficio degli ammalati oncoematologici.“Admor svolge una preziosa attività sia sul fronte della sensibilizzazione che del sostegno alla ricerca medico scientifica – ha detto Leso – si tratta infatti di un’associazione che da sempre, in sintonia con le strutture ospedaliere, accoglie le richieste di aiuto dei malati. Oltre a ricordare l’invito a diventare donatori di midollo osseo – ha concluso l’assessore – propongo a tutti di sostenere le attività di Admor acquistando una colomba pasquale”.L’associazione Admor si occupa anche della ricerca nel mondo di donatori compatibili con ammalati adulti e bambini in attesa di trapianto di cellule staminali ematopoietiche, ricoverati presso l’ospedale di Borgo Roma. Admor ha inoltre parzialmente finanziato ( con una spesa di 37.500 euro ) il Day Hospital del Centro Trapianto Midollo Osseo per le cure post-trapianto, attivo dallo scorso settembre. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.admor.org
CONFAGRICOLTURA
Agrinsieme, la protesta  <br/>dei 500 a Venezia

Agrinsieme, la protesta
dei 500 a Venezia

Oltre 500 agricoltori hanno sfilato a Venezia per dire basta alla burocrazia, ai prodotti sottopagati e alle speculazioni, all'Imu agricola e ad altre tasse inique. Tra i partecipanti una folta rappresentanza di Confagricoltura Verona, capitanata dal presidente Paolo Ferrarese. “Non è accettabile che a fronte di 77 milioni di euro stanziati nel bilancio agricolo, solamente 20 siano effettivamente disponibili per le imprese agricole, e cioè quelli messi a disposizione per il cofinanziamento del Psr – hanno chiarito i rappresentanti delle associazioni sindacali -. L’agricoltura è l’unico settore che vede i costi delle strutture, come quello del personale, a carico del settore e non del bilancio generale della Regione. Ci sono stati tolti i sostegni al credito: su 4 milioni del 2013 siamo passati a soli 770 mila mila euro del 2015.”Il presidente del consiglio regionale Ruffato e i capigruppo si sono impegnati a trovare ulteriori risorse aggiuntive a quelle poste per il Psr nel prossimo assestamento di bilancio e hanno espresso solidarietà al settore.
POLIZIA MUNICIPALE
Stazione, lunedì    <br/>rimozione biciclette

Stazione, lunedì
rimozione biciclette

Lunedì prossimo nuova fase di lavori in stazione ferroviaria, che prevede lo spostamento del cantiere nella zona del vecchio parcheggio kiss&ride che era stato ricavato a lato dell’area di sosta dei taxi. Si tratta quindi di tutta l'area alberata compresa tra la stazione ferroviaria e il ponte sul canale, dove transitano i bus in uscita. Nella zona sono ancora presenti una ventina di biciclette, ancorate a pali, recinzioni o altri supporti, che lunedì mattina saranno rimosse per consentire il posizionamento del cantiere. Le bici rimosse saranno trasportate presso la caserma Santa Marta; i proprietari potranno recuperarle tutte le mattine dei giorni feriali, dalle 9 alle 13, recandosi alla Delegazione Centro della Polizia municipale di via Cantarane. La Polizia municipale ricorda che l’area di sosta delle biciclette in zona stazione si trova all’interno del nuovo parcheggio di sosta breve kiss&ride, di fronte al Tempio Votivo.
BACINO VERONESE
ATO, Luigi Pisa nominato  <br/>compomente del Comitato

ATO, Luigi Pisa nominato
compomente del Comitato

Luigi Pisa è stato nominato componente del Comitato Territoriale dell'ATO Veronese.L'assessore ai Giardini e all'arredo urbano del Comune di Verona rappresenterà così all'interno del Comitato territoriale del Consiglio di Bacino Veronese la "Zona 3", costituita dal Comune di Verona.La nomina firmata dal presidente Mauro Martelli è avvenuta su designazione del sindaco di Verona, Flavio Tosi.
FIERA
Vinitaly lancia Expo,    <br/>ambasciatore nel mondo

Vinitaly lancia Expo,
ambasciatore nel mondo

"Vinitaly ed Expo sono l'uno consecutio dell'altro, una coppia fantastica che consente azioni straordinarie per il futuro del settore vitivinicolo". Così il presidente di Veronafiere, Ettore Riello, presenta a Roma la 49ª edizione della rassegna internazionale del vino e dei distillati che si terrà a Veronafiere dal 22 al 25 marzo. Il numero delle aziende rappresentate si stabilizza sopra i 4.000 espositori, per un totale di 91.000 metri quadri occupati. Il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina, intervenuto alla presentazione, osserva come Vinitaly "è un appuntamento importantissimo per il sistema nazionale vitivinicolo, legato alla grande occasione di Expo". "In questi 10-12 mesi si è fatto molto per il vino, sotto il profilo della semplificazione e della promozione sui mercati esteri. Il testo unico sul vino è il nostro prossimo obiettivo credo che nelle prossime settimane potremo accelerare molto. E si va avanti con un piano coordinato tra tre ministeri a favore dell'internazionalizzazione del Made in Italy. Proprio oggi abbiamo fatto una riunione al Mise". L'attenzione di Vinitaly rispetto agli incontri con i buyer esteri si conferma con un aumento del 34% degli investimenti per coinvolgere delegazioni di operatori da Europa, Usa, Asia e Sudafrica. Il 49° Vinitaly sarà accompagnato al solito da eventi come Operawine, che riunisce cento grandi produttori nazionali, Enolitech, il salone internazionale delle tecniche per viticoltura e olivicoltura e Sol& Agrifood, dedicato al meglio della produzione oleicola e agroalimentare italiana. "Affrontiamo il 2015 con ottimismo - sottolinea il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani - Abbiamo fatto un sondaggio tra realtà rappresentative del settore e ne è emerso che nel 2014 si è registrata una crescita del fatturato delle cantine italiane pari al 5% rispetto al 2013 e soprattutto il 55% di queste esprime fiducia per il 2015".
SALUTE
A Verona in diretta    <br/>si parla d'insonnia

A Verona in diretta
si parla d'insonnia

Oltre un milione di persone in Veneto, 13 milioni in Italia. soffrono di insonnia, apnee notturne, sindrome delle gambe senza riposo. A questo tema è dedicata la puntata di "Verona in diretta", in onda alle 19.23 su Telenuovo.Con Simonetta Chesini sara' in studio il dott. Gianluca Rossato, neurologo, responsabile del Centro di medicina del Sonno dell'ospedale di Negrar e un paziente del suo reparto. Come sempre, avrete la possibilita' di partecipare da casa, per informazioni e consigli, telefonando allo 045 8054328
SAN BONIFACIO
Ferroli: riapre il   <br/>tavolo con i sindacati

Ferroli: riapre il
tavolo con i sindacati

Dopo l’ennesima manifestazione degli operai davanti ai cancelli dello stabilimento, la Ferroli ha annunciato che a breve riprenderanno le trattative con i sindacati. L’azienda chiarirà durante il tavolo negoziale quanto ci sia di vero nelle voci che vedrebbero altre aziende interessate al’attività dello stabilimento di termomeccanica. “Siamo contenti”, hanno dichiarato i rappresentati di Fiom Cgil. “Proabilmente la decisione è il risultato delle mobilitazioni delle ultime settimane”.
SERVIZI SOCIALI
Famiglie per le famiglie  <br/>Un aiuto per i minori

Famiglie per le famiglie
Un aiuto per i minori

Famiglie che si aiutano per evitare che i figli vengano allontanati dal luogo in cui sono nati e cresciuti. E’ “Una famiglia per una famiglia”, il nuovo progetto, già operativo, realizzato dall’assessorato ai Servizi sociali e presentato durante un convegno oggi in gran guardia. L’iniziativa, che vede la collaborazione della fondazione della comunità veronese, cattolica assicurazioni e fondazione paideia di torino, prevede l’affiancamento di una famiglia di supporto ad una fragile, per aiutarla a superare le difficoltà. Ogni anno, a Verona, sono 1900 quelle seguite dai servizi sociali.
RICERCA
Cancro del pancreas, <br/>terapie mirate

Cancro del pancreas,
terapie mirate

Da oggi non si parlerà più solo di cancro del pancreas, ma di quattro differenti tipi di neoplasie del pancreas da trattare in modi diversi. A renderlo noto uno studio internazionale a cui i ricercatori di Arc –Net, centro di ricerca applicata sul cancro dell’università e azienda ospedaliera universitaria integrata di Verona, hanno contribuito e pubblicato il 26 febbraio su Nature (DOI: 10.1038/nature14169).Il team di Arc - Net, diretto dall’anatomopatologo Aldo Scarpa, in collaborazione con la biobanca del centro diretta da Rita Lawlor, gli scienziati dell’Istituto del pancreas diretto da Claudio Bassi e dell’Oncologia universitaria diretta da Giampaolo Tortora e con l’Unità di diagnostica molecolare dei tumori dell’azienda ospedaliera universitaria di Verona, ha scoperto le alterazioni genetiche del cancro del pancreas. “Grazie al sequenziamento dell’intero genoma dei primi 100 adenocarcinomi del pancreas - spiega Scarpa - abbiamo scoperto le alterazioni del Dna caratteristiche di queste neoplasie, sia in termini di mutazioni strutturali dei cromosomi che di mutazioni di geni responsabili della loro insorgenza. Riusciamo per la prima volta a classificare questo cancro terribile in quattro sottogruppi molecolari”.Il riconoscimento di questi sottogruppi è possibile grazie ad analisi molecolari che sono già disponibili e saranno introdotte nella routine diagnostica dei pazienti trattati nell’Istituto del pancreas e nell’Oncologia universitaria entro la fine del 2015. Un passo in avanti nella ricerca contro il cancro con ricadute immediate e già disponibili in termini di applicazioni terapeutiche personalizzate.Le neoplasie del pancreas sono oggi tra le più letali, ma da oggi fanno meno paura. Questo lavoro del gruppo scaligero è stato realizzato grazie ai finanziamenti del Miur nell’ambito del progetto di sequenziamento genoma tumori del pancreas come contributo italiano all’International cancer genome consortium. Lo studio è stato inoltre finanziato dall’Airc con il progetto 5x1000 “Diagnosi precoce del cancro del pancreas” e dalla Fondazione italiana malattie del pancreas (Fimp-onlus) nell’ambito delle ricerche sulla “Trasformazione delle informazioni del genoma in applicazioni diagnostiche e cliniche” finanziato dal Ministero della Salute.
POLIZIA
Arrestato l'orco      <br/>travestito da maestro

Arrestato l'orco
travestito da maestro

E' agli arresti domiciliari e sarà interrogato nei prossimi giorni il 72enne arrestato dalla Squadra Mobile di Verona con l'accusa di violenza sessuale su due scolari di una scuola elementare. Gli investigatori a causa della delicatezza dell'indagine, hanno comprensibilmente fatto trapelare pochissimo della vicenda. L'uomo, hanno spiegato gli investigatori, è una sorta di maestro di sostegno, un insegnante che forniva aiuto con lezioni singole o di gruppo ad alunni che rimanevano leggermente indietro con il piano di studi. I due episodi sarebbero scollegati tra loro e riguarderebbero due classi diverse. Se il primo è stato evidenziato dal racconto di un minore alla madre, che si è poi subito rivolta alla Polizia, il secondo è emerso dall'attività investigativa e dalla delicatezza di ottenere informazioni delle agenti della Questura che si occupano di minori. Gli episodi contestati all'anziano maestro si riferiscono a un periodo tra l'ottobre e il dicembre scorso. Gli abusi sarebbero stati consumati in orari di lezioni.
MONTAGNE RUSSE
Gardaland svela  <br/>la nuova attrazione

Gardaland svela
la nuova attrazione

A Gardaland è quasi tutto pronto. Oblivion - The Black Hole, il primo Dive Coaster in Italia e il più lungo d’Europa primeggia, con la sua imponenza, la caduta in picchiata verticale e lo scintillante bianco dei suoi binari, su tutte le attrazioni del Parco.Ma se il percorso è ormai concluso, sono ora i dettagli della tematizzazione ad incuriosire, in attesa di conoscere che cosa riserverà questa attrazione a livello emozionale. Oltre alla caduta in picchiata verticale in un misterioso buco nero e alle incredibili inversioni, un plus di questa sensazionale attrazione è la tematizzazione dell’area e la ricchezza di effetti speciali: dal percorso interattivo che precede l’accesso all’attrazione per arrivare sino all’imbarco e, quindi, all’esperienza vera e propria sulle montagne russe. Sarà uno straordinario, incredibile viaggio che, idealmente, attraverserà un misterioso condotto spazio-temporale, una sorta di collegamento tra il pianeta Terra e un altro spazio, un altro tempo.Il colore bianco dei binari - del tutto originale per delle montagne russe - è stato scelto per armonizzare l’attrazione con la vasta area tematica - comprende anche Space Vertigo e Flying Island - e per offrire un’atmosfera stile base NASA. I temerari che sfrecceranno a bordo dei velocissimi treni, pensati e realizzati quasi fossero veicoli spaziali, vivranno un viaggio che si sogna sin da bambini. Chi non ha mai pensato, anche solo per un attimo, di diventare un’astronauta? Chissà se su Oblivion - The Black Hole viaggerà anche la Samantha Cristoforetti del futuro, pronta a vivere la fantastica emozione di un “lancio” nello spazio…Ma oltre all’ispirazione spaziale, lo sguardo degli Ospiti sarà attratto dal fulcro dell’esperienza su Oblivion - The Black Hole: il “buco nero” che ha un campo gravitazionale così potente da risucchiare ogni cosa al suo interno. E infatti, accanto all’imboccatura del tunnel, appariranno alcuni singolari elementi, completamente distorti e risucchiati; l’effetto è quello del “trascinamento” all’interno del condotto, quasi ad esserne letteralmente “inghiottiti”: parte del tetto di un saloon, un mulino, un carretto, un serbatoio dell’acqua, 3 antenne televisive e il furgoncino di una troupe giunta sul posto per documentare lo strano fenomeno... tutto apparirà deformato dalla potente forza gravitazionale generata dal “buco nero”.Ma non finisce qui, perché un’altra avvincente caratteristica di Oblivion - The Black Hole è il percorso interattivo che precede la salita a bordo del nuovo rollercoaster. La linea di attesa sarà, essa stessa, un’esperienza indimenticabile.Il percorso, infatti, inizia all’interno di un tecnologico centro di addestramento dove, attraverso software avanzati che arricchiscono la percezione sensoriale, sarà possibile calarsi nell’adrenalinica esperienza che conduce al treno. Effetti speciali, suoni, giochi di luce e innumerevoli LED screen di ultima generazione faranno da “apripista” al travolgente e sensazionale viaggio. Ma saranno davvero tutti in grado di salire a bordo? Per fugare ogni dubbio, i temerari visitatori, durante l’attesa, affronteranno test e supereranno prove; una voce guida indicherà loro ogni azione che dovranno o potranno compiere. Una missione in perfetto stile NASA: dalla sensazione di essere lanciati all’interno di un tunnel, alla prova di equilibrio, agli sconvolgenti effetti ottici in 3D per poi passare all’imbarco vero e proprio, all’interno della stazione. Lo shuttle Oblivion - The Black Hole è pronto ad accogliere tutti i passeggeri.Poi, tra cielo e terra, con colpi di scena e ostacoli improvvisi, lo straordinario ed emozionante rollercoaster porterà i passeggeri più temerari a precipitare da un’altezza vertiginosa, a folle velocità, in una caduta in picchiata verticale verso l’oblio, attraverso il misterioso condotto spazio-temporale per giungere in una nuova dimensione. E il contatto con la realtà svanirà inspiegabilmente.“Siamo partiti dal concept un anno fa, passando dalla fase creativo-progettuale fino alla realizzazione di alcune importanti sculture che ora stiamo posizionando nell’area. Per questo progetto è stato necessario coinvolgere specifiche figure professionali: architetti, progettisti, scultori, tecnici audio e video, falegnami, pittori, esperti nella lavorazione del ferro… un’organizzazione corale di tante aziende per la realizzazione di questa grande nuovissima area” - racconta Gianluca Ghedini, Creative Manager Gardaland Division.42,5 metri di altezza, 87 gradi di inclinazione e una velocità di 100km/h: sono questi i numeri di Oblivion - The Black Hole, il primo Dive Coaster in Italia e il più lungo d’Europa.Solo per veri temerari, dai 140 cm di altezza ai 99 anni!

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Nuovo appuntamento palinsesto

  • Informazione

  • Alè Verona: Cagliari - Hellas Verona

  • Girovagando in Trentino

  • Amici miei atto II

    commedia (Italia 1982) di Mario Monicelli con Ugo Tognazzi e Philippe Noiret
  • Angel heart

    drammatico (Usa 1987) di Alan Parker con Mickey Rourke e Robert De Niro
  • Andiamo al cinema

  • Tg Verona 7 giorni

  • Passioni proibite

    drammatico (Svezia 1996) di Bo Widerberg con Johan Widerberg e Tomas Von Bromssen
  • Film 2' serata

  • Film della notte

L'Opinione
ON AIR
21.02.2015
TgGialloblù
ON AIR
01.03.2015
TgVeneto
ON AIR
28.02.2015
Rosso & Nero
ON AIR
27.02.2015
L'Opinione
ON AIR
20.02.2015