SERVIZI SOCIALI
"Caffé Bijoux", per le  <br/>donne in difficoltà

"Caffé Bijoux", per le
donne in difficoltà

E’ stata inaugurata in via San Nazaro 39 la nuova sede dello spazio diurno femminile e laboratorio Caffè Bijoux, intervento occupazionale a favore delle donne che versano in condizioni di disagio abitativo ed esistenziale estremo o senza dimora, promosso dal Comune di Verona e gestito dalla Comunità dei Giovani. All’interno dello Spazio Diurno Femminile è attivo il laboratorio occupazionale Caffè Bijoux, volto a favorire l'incontro tra donne con lo scopo condiviso di realizzare prodotti artigianali. La finalità dell’iniziativa è quella di innescare un percorso virtuoso e amministrativamente fattibile di lavoro - produzione - promozione - vendita – reddito, in una logica di auto determinazione e auto imprenditorialità delle donne coinvolte. Il risultato atteso è la possibilità da parte delle donne di auto determinarsi da un punto di vista lavorativo e produrre per se stesse reddito e un’uscita praticabile dalla condizione di difficoltà. Le donne, tramite momenti quotidiani di aggregazione strutturata, producono gioielli, oggettistica, borse con materiale totalmente e rigorosamente riciclato in collaborazione con il Centro di Riuso Creativo del Comune di Verona. I prodotti del Laboratorio Caffè Bijoux sono venduti, dalle donne stesse, durante le Fiere ed i mercatini presenti sul territorio veronese.
AUTOBUS
Sciopero Atv, fermo solo  <br/>il 10% dei dipendenti

Sciopero Atv, fermo solo
il 10% dei dipendenti

“Oggi hanno scioperato meno di 90 persone su un totale di 850 addetti: è un dato che parla chiaro e che certifica il fallimento della linea sindacale sul tema del controllo visivo e della vendita dei biglietti a bordo”. E’ il duro commento del presidente di ATV Massimo Bettarello sull’esito dello sciopero del trasporto pubblico proclamato per questa mattina dai sindacati Filt Cgil, Uiltrasporti, Ugl e Sul. Tre ore di astensione dal lavoro proclamata tanto per gli autisti che per il personale degli impianti fissi ed a cui hanno aderito circa 90 dipendenti, quasi esclusivamente tra il personale di guida, su un totale di 850 addetti. “Le cifre parlano da sole” continua Bettarello: “Un’adesione del 10 per cento è praticamente insignificante e per questo voglio ringraziare il personale di ATV che ha dato dimostrazione di maturità e non si è lasciato strumentalizzare, prestandosi ad una polemica di stampo chiaramente elettoralistico.
CAMERA DI COMMERCIO
Verona Wine Top 2015   <br/>in gara 270 campioni

Verona Wine Top 2015
in gara 270 campioni

E’ partita oggi la 12/a edizione del concorso enologico della Camera di Commercio di Verona, Verona Wine Top 2015. In due giorni di degustazioni gli esperti dell’Associazione Enologi Enotecnici Italiani – Assoenologi, selezioneranno i migliori vini veronesi. Una giuria di 28 esperti di cui 24 enologi e quattro giornalisti, coordinati da Giacomo Moretti di Assoenologi, sta degustando 270 campioni di vini veronesi doc e docg presentati da 100 aziende.“Verona è la prima provincia italiana esportatrice italiana di vino, con una quota sul totale nazionale del 13% - spiega Claudio Valente, componente di Giunta della Camera di Commercio di Verona - il valore dell’export nel 2014 ha superato quota 882 milioni di Euro, con una crescita sul 2013 dell'1,5%. Il vino rappresenta il 9,3% del totale delle esportazioni veronesi, seconda voce merceologica dopo le macchine di impiego generale. Vino, agricoltura e industria alimentare arrivano insieme a rappresentare un quarto delle esportazioni scaligere nel mondo. Il che la dice lunga sulla vocazione scaligera all'agroalimentare che la Camera di Commercio continua ad implementare e sostenere con il consorzio Verona Wine Top, il nuovo Verona Olive Oil Contest, le collettive alle fiere in Italia e all’estero e le numerose missioni di promozione. La prossima settimana saremo in Danimarca e Norvegia a promuovere i vini Verona Wine Top, mercati interessanti dove il consumatore valuta la qualità ed è disposto a pagarla”.La missione in Danimarca e Norvegia mira a sviluppare ed approfondire ulteriormente la conoscenza dei mercati del Nord Europa. E’ del 2012 la prima missione di Verona Wine Top in Svezia, a Stoccolma e in Danimarca, a Copenaghen. La prossima settimana sarà la volta di Aarhus di nuovo in Danimarca e di Oslo, in Norvegia.“La promozione è l’asso nella manica del concorso che è realizzato in partnership con la fiera fin dal suo primo anno di vita – aggiunge Damiano Berzacola, vicepresidente vicario di VeronaFiere - questo concorso ha saputo evolvere ed adattarsi all’evoluzione del mercato: sia per la grande varietà di vini del panorama veronese, tra doc e docg ne contiamo 19, sia per le modalità di promozione. Come ad esempio la spedizione della guida ai vini Verona Wine Top nel circuito dei ristoranti italiani di qualità selezionati da Unioncamere, 1750 in 55 paesi”.In missione andranno i vini selezionati lo scorso anno, mentre l’anno di promozione per i vini Verona Wine Top 2015 se lo aggiudicheranno in vini in corso di degustazione oggi e domani che avranno superato gli 85 centesimi secondo il metodo “Union Internationale des Oenologues” adottato da Assoenologi.
DIVORZIO
In azienda i corsi   <br/>per imparare a lasciarsi

In azienda i corsi
per imparare a lasciarsi

Il divorzio, da oggi, sarà breve. Invece di aspettare tre anni dalla separazione adesso basteranno sei mesi, se consensuale, 12 in caso contrario. Una svolta qu asi storica nell’Italia che ancora nel 72 cercava, con referendum, di sancire l’indissolubilità del matrimonio scalfita solo due anni prima. Una svolta che porterà ad una semplificazione delle procedure per chi non ha figli, ad una diminuzione dei tempi e dei costi. Ad una diminuzione della sofferenza, lapalissiano, quello no"Io non credo che la sofferenza possa diminuire -spiega l'avvocato familiarista Barbara Maria Lanza - potrebbe però diminuire la conflituallità. La lunghezza dei tempi non agevola la distensione delle persone ma le esaspera ulteriormente".E se la rapidità non diminuisce il dolore, c’è chi ha cercato una soluzione. E’ l’Associazione italiana degli avvocati per la famiglia e i minori che partendo dal presupposto che la separazione faccia male, provochi spesso sofferenza, depressione e quindi implichi anche un minor rendimento della persona sul posto di lavoro, ha pensato di organizzare dei corsi, nelle aziende con più di cinquecento dipendenti, per insegnare ai dipendenti a dirsi addio. "Non sono d'accordo con questo tipo di iniziativa per quanto sia fatta con buone intenzioni", spiega l'avvocato. "Il matrimonio è una cosa che va preparata e quindi tutto quello che serve prima per aiutare le persone ad essere responsabili va fatto, ma andare in un'azienda ed insegnare e come si divorzia a me dà l'idea che qualcuno sotto il tavolo possa fare anche gli scongiuri perché è proprio celebrare il fallimento dell'istituto matrimoniale". E il matrimonio, di per sé, non è che se la passi bene. Sempre meno quelli celebrati e sempre più quelli naufragati con 1700 cause di seperazione ogni anno, solo a Verona. "Nel futuro, magari non subito -spiega l'avvocato Lanza - si arriverà direttamente al divorzio. Se prima la separazione era il momento che consentiva ai coniugi di pensare se il loro pmatrimonio poteva ripresndere vita, questi sei mesi sono un periodo di ripensamento assolutamente brevissimo. Quindi si arriverà al divorzio immediato". Così funziona, tra l'altro, in tutta Europa. Come l’Italia, per il momento, solo l’Irlanda del Nord, Malta, la Polonia.
DIVORZIO
In azienda i corsi   <br/>per imparare a lasciarsi

In azienda i corsi
per imparare a lasciarsi

Il divorzio, da oggi, sarà breve. Invece di aspettare tre anni dalla separazione adesso basteranno sei mesi, se consensuale, 12 in caso contrario. Una svolta qu asi storica nell’Italia che ancora nel 72 cercava, con referendum, di sancire l’indissolubilità del matrimonio scalfita solo due anni prima. Una svolta che porterà ad una semplificazione delle procedure per chi non ha figli, ad una diminuzione dei tempi e dei costi. Ad una diminuzione della sofferenza, lapalissiano, quello no"Io non credo che la sofferenza possa diminuire -spiega l'avvocato familiarista Barbara Maria Lanza - potrebbe però diminuire la conflituallità. La lunghezza dei tempi non agevola la distensione delle persone ma le esaspera ulteriormente".E se la rapidità non diminuisce il dolore, c’è chi ha cercato una soluzione. E’ l’Associazione italiana degli avvocati per la famiglia e i minori che partendo dal presupposto che la separazione faccia male, provochi spesso sofferenza, depressione e quindi implichi anche un minor rendimento della persona sul posto di lavoro, ha pensato di organizzare dei corsi, nelle aziende con più di cinquecento dipendenti, per insegnare ai dipendenti a dirsi addio. "Non sono d'accordo con questo tipo di iniziativa per quanto sia fatta con buone intenzioni", spiega l'avvocato. "Il matrimonio è una cosa che va preparata e quindi tutto quello che serve prima per aiutare le persone ad essere responsabili va fatto, ma andare in un'azienda ed insegnare e come si divorzia a me dà l'idea che qualcuno sotto il tavolo possa fare anche gli scongiuri perché è proprio celebrare il fallimento dell'istituto matrimoniale". E il matrimonio, di per sé, non è che se la passi bene. Sempre meno quelli celebrati e sempre più quelli naufragati con 1700 cause di seperazione ogni anno, solo a Verona. "Nel futuro, magari non subito -spiega l'avvocato Lanza - si arriverà direttamente al divorzio. Se prima la separazione era il momento che consentiva ai coniugi di pensare se il loro pmatrimonio poteva ripresndere vita, questi sei mesi sono un periodo di ripensamento assolutamente brevissimo. Quindi si arriverà al divorzio immediato". Così funziona, tra l'altro, in tutta Europa. Come l’Italia, per il momento, solo l’Irlanda del Nord, Malta, la Polonia.
CRONACA
Legnago, danni ingenti <br/>In corso verifiche Arpav

Legnago, danni ingenti
In corso verifiche Arpav

Terminerà in serata la bonifica e la messa in sicurezza da parte dei Vigili del Fuoco all'Ecologica Tredi, azienda legnaghese che tratta lo smaltimento di rifiuti speciali. L'incendio, divampato nel pomeriggio nel capannone di stoccaggio, è stato completamento risolto dopo ore di lavoro da parte di squadre e mezzi del comando di Verona e del distaccamento di Legnago. Sul posto l'Arpav per il monitoraggio dell'aria. Ingenti i danni, ancora sconosciute le cause del rogo.
MUNICPALE
Bivacchi in Sottoriva  <br/>Due persone allontanate

Bivacchi in Sottoriva
Due persone allontanate

Allontanate questa mattina in via Sottoriva dalla Polizia municipale due persone di 38 e 32 anni di nazionalità indiana che stavano dormendo sotto un portico. Entrambi in Italia senza fissa dimora e già noti alla Polizia municipale, sono stati controllati e poi multati per violazione alle norme di tutela del decoro contenute nel regolamento di polizia urbana. I due bivacchi sono stati sgomberati e i materiali prelevati dal personale Amia. Altri controlli hanno riguardato i giardini Chiarelli e le aree verdi di San Giorgio e piazza Isolo, dove però non è stata rilevata alcuna irregolarità. Infine, gli agenti hanno fatto prelevare da Amia anche un giaciglio abbandonato sul marciapiede di via G. Trezza, all’altezza del civico 34.
NUOVA LEGGE
Divorzio, corsi azienda  <br/>Progetto pilota a Verona

Divorzio, corsi azienda
Progetto pilota a Verona

Lasciarsi senza rancore e in tempi rapidi grazie al divorzio breve si può imparare in azienda. Sono diverse le imprese medio-grandi della provincia di Verona che hanno istituito dei mini-corsi per i dipendenti con l'ausilio dell'Aiaf, Associazione italiana avvocati per la famiglia e il minore.Lo racconta il presidente veneto Alessandro Sartori che tiene le lezioni coadiuvato da uno psichiatra o da uno psicologo. Le storie finite male o di cui viene prolungata l'agonia per anni, sottolinea l'avv. Sartori, rappresentano un onere per le aziende, che si trovano ad avere dipendenti depressi, poco motivati quando non in piena crisi psicologica. Sartori si dice convinto della bontà del divorzio breve. "Avrà il grande pregio - rileva - di ridurre i costi sociali ed emotivi dei fenomeni disgregativi delle famiglie prolungati nel tempo e vissuti tra ripicche, dispetti, odi e contrapposizioni".
CONCORSI E SCIOPERO
Giorni di fuoco per Atv   <br/>tra concorso e sciopero

Giorni di fuoco per Atv
tra concorso e sciopero

Per Atv sono letteralmente giorni di fuoco. Domani 75 persone verranno assunte dall’azienda dopo che in 2500 hanno presentato la candidatura nei due giorni in Fiera. E sono numeri davvero importanti se si pensa che Atv ha chiuso l’esercizio 2014 con un bilancio in attivo di oltre 1 milione e 700 mila euro. Un’azienda in attivo e che assume si propone davvero come punto di riferimento sul territorio. Spazio dunque a nuovi autisti ma anche impiegati e meccanici per la soddisfazione dei vertici Bettarello e Zaninelli. Accanto però al concorso sono giorni frenetici per lo sciopero indetto dai rappresentanti sindacali dei trasporti. Tre ore dalle 9 alle 12 domani con un concentramento degli aderenti in mattinata in stazione Porta Nuova. Sul tavolo la discussa questione della vendita biglietti da parte degli autisti con controllo visivo della situazione. E se la vendita può essere ancora tollerata le associazioni sindacali dicono no al controllo che deve essere per forza di cose effettuato da un addetto specifico che possa garantire la sicurezza agli utenti e la regolarità del trasporto. Insomma il tema resta bollente e per il momento le posizioni ancora distanti.
POLITICHE SOCIALI
Family Festival,   <br/>appuntamento a Valeggio

Family Festival,
appuntamento a Valeggio

L'Assessorato alle Politiche Sociali e Famiglia di Valeggio sul Mincio organizza per domenica 31 maggio 2015 il “Family Festival”, il primo evento per famiglie dedicato alla riscoperta del territorio ed al piacere di stare insieme. La manifestazione è realizzata insieme alla società Viviparchi e in collaborazione con la Pro Loco e la Onlus Toffoli di Valeggio.Il programma della giornata si presenta ricco ed articolato: si comincia dalle ore 9 con l'apertura delle iscrizione e la registrazione presso l’Info Point del Parco Ichenhausen; alle ore 10 partirà “Discover Valeggio”, un percorso alla scoperta del paese che toccherà il Parco Giardino Sigurtà dalle ore 10 alle 11, il Palazzo Municipale dalle ore 11 alle 12 e la Chiesa San Pietro Apostolo dalle ore 12 alle 13. Nel pomeriggio “Discover Valeggio” riprenderà con Borghetto dalle ore 15 alle 16 e il Castello Scaligero dalle ore 16 alle 17; in ogni sito ci sarà una visita guidata, un'esibizione musicale e un gioco a domande.Alle ore 17 al Castello Scaligero avrà luogo l'esibizione del coro “Associazione Musica Insieme” di Grugliasco (To), al termine del quale si potrà visitare Villa Zamboni.Contemporaneamente nel parco Ichenhausen dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 16 alle 19 ci saranno attività di animazione (giochi, truccabimbi e laboratori didattici) con i Sabbiarelli, il Parco Giardino Sigurtà e il Parco Natura Viva.Non mancheranno gli stand gastronomici a base di Tortellini di Valeggio che saranno aperti dalle ore 12 alle ore 14:30 e dalle ore 19 alle 21."Con questa iniziativa - afferma Marco Dal Forno, Assessore alle Politiche Sociale e Famiglia - si vuole mettere le famiglie e i bambini al centro della scena, offrendo occasioni di divertimento educativo e facendo conoscere alcune bellezze di Valeggio ai turisti e anche ai valeggiani. Il Family Festival vuole essere anche la festa di inizio delle attività estive al parco Ichenhausen.".
FURTI
Ladri di biciclette   <br/>fermati a Pacengo

Ladri di biciclette
fermati a Pacengo

I Carabinieri della Stazione di Lazise hanno arrestato tre rumeni per furto aggravato.A seguito di alcuni recenti furti di biciclette di notevole valore economico, rubate di notte ai turisti ospiti dei campeggi di Lazise, i militari della Stazione comandata dal Maresciallo Gian Luca Battaglia si sono nascosti nel porto turistico di Pacengo, fino a quando non hanno individuato tre persone sospette.Questi, giunti alle cinque di mattina a bordo di un’autovettura Volkswagen Passat con targa bulgara, sono stati visti parcheggiare l’auto, percorrere la passeggiata del lungolago e scavalcare la rete di recinzione di un campeggio: subito inseguiti e accerchiati, sono stati bloccati mentre si appropriavano di due biciclette del valore di alcune migliaia di euro.I tre, cittadini rumeni pluripregiudicati di 23, 27 e 42 anni, sono stati giudicati presso il Tribunale di Verona con rito direttissimo e rimessi in libertà.
MEMORIA
Acque Veronesi intitola   <br/>impianti ai caduti

Acque Veronesi intitola
impianti ai caduti

Il silenzio scandito dal suono di tromba ha accompagnato l’intitolazione commossa degli impianti di Acque Veronesi ai militari italiani caduti all’estero. Dimenticare non si può a maggior ragione in questi giorni che ricorrono gli avvenimenti della Grande Guerra. Per questo l’azienda veronese ha deciso di tributare in particolare ai veronesi Frassanito e Fiorito i due acquedotti, rispettivamente quelli di Borgo Trento e Porta Palio. Un gesto di grande sensibilità che ha richiamato oltre ai famigliari dei due soldati anche numerose forze militari e cittadini. Non è mancato nemmeno il sindaco Tosi che ha voluto portare il suo saluto e la sua ammirazione per un’iniziativa di uno spessore così alto. Le due targhe capeggeranno nei pressi degli acquedotti e terranno così viva per sempre la memoria dei due ragazzi e del loro sacrificio.
CRISI
Ferroli, il ministro   <br/>convoca le parti

Ferroli, il ministro
convoca le parti

Il Ministero per lo Sviluppo Economico ha aperto un tavolo di crisi per la Ferroli, l'industria termomeccanica di San Bonifacio specializzata nella produzione di caldaie, che sta attraversando una pesante crisi finanziaria. Lo ha annunciato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Luca Lotti, che oggi in Prefettura a Verona ha avuto un incontro informale con una rappresentante della proprietà. "E' proprio notizia di questa mattina - ha spiegato - la convocazione da parte del ministro Federica Guidi per il prossimo 5 giugno dell'azienda, ma anche delle banche creditrici ad un tavolo a Roma al ministero per poter capire come dare un aiuto". "Vogliamo essere un governo che dà una mano sui territori, che aiuta le aziende in difficoltà. Purtroppo la Ferroli è una di queste" ha concluso Lotti. Il Gruppo Ferroli occupa 900 lavoratori nella sede veronese e ha 21 società distribuite in 15 nazioni con stabilimenti di produzione anche in Spagna, Cina, Polonia, Turchia e Vietnam. Il fatturato consolidato è superiore ai 500 milioni di euro, a fronte di un pesante indebitamento. E' peraltro intenzione del ministero allargare il tavolo anche alla Riello di Legnago, un'altra azienda del distretto termomeccanico veronese in crisi.
OMICIDIO PINZOLO
Ciccolini chiede scusa    <br/>Madre vittima: Fai pena

Ciccolini chiede scusa
Madre vittima: Fai pena

"E' opprimente non poter cancellare quanto accaduto e non poter restituire a Lucia la sua vita". E' uno dei passaggi della lettera con cui Vittorio Ciccolini, l'avvocato veronese di 47 anni accusato di aver ucciso, il 9 agosto del 2013 a Pinzolo, la sua ex fidanzata Lucia Bellucci, chiede scusa ai genitori della donna. La madre Pia risponde: "Io non ti odio per il rispetto che devo al ricordo di mia figlia. Lei ti aveva tanto amato. Però mi fai pena”.LA LETTERA DI CICCOLINI. "Ho troppo a lungo rinviato questo scritto, convinto che avrei saputo trovare modi e forma di un tormentoso dialogo ancora oggi impossibile per l'irreparabile violenza", scrive l'uomo, in carcere a Trento dopo la condanna a 30 anni di reclusione in primo grado. "I miei giorni sono necessariamente segnati ma ancor più ed incompevolmente i vostri, le cui angosce non posso, come dovrei, portare, avendole generate. "Con profonda vergogna, Vittorio Ciccolini". REAZIONI FAMIGLIA BELLUCCI. Lo scritto non convince del tutto i destinatari. "Ci puoi spedire anche tremila lettere, ma non credere mai che le tue parole valgano come pentimento profondo - continua Pia -. Se fossi davvero pentito rinunceresti a difenderti". Per la donna, la lettera è finalizzata non a chiedere perdono bensì a ottenere uno sconto di pena nel processo di Appello che inizierà il 15 giugno.
PATRONO
San Zeno in festa <br/>Domenica raddoppia

San Zeno in festa
Domenica raddoppia

Il maltempo ha avversato le prime tre giornate di "San Zeno in festa", la manifestazione organizzata dall'associazione "Amici" con il patrocinio del Comune di Verona per celebrare il santO patrono della città. Così il comitato organizzatore ha deciso di "raddoppiare" per domenica, giornata conclusiva. Così il 24 maggio gli stand enogastronomici saranno aperti già a mezzogiorno per chi vorrà pranzare in piazza; poi si terranno due concerti: alle 15 sarà recuperato uno degli eventi saltati in queste serate di pioggia, alle 21:30 si terrà il concerto di chiusura con Luca Bassanese.Il cantautore si esibirà con la Piccola Orchestra Popolare proponendo in particolare brani dal suo nuovo album. "Quando piove tutti cercano riparo tranne gli alberi che hanno altro a cui pensare" .
MANIFESTAZIONE
Sentinelle in piedi    <br/>per la famiglia naturale

Sentinelle in piedi
per la famiglia naturale

A tutela della famiglia naturale. In cento piazze d'Italia si sono ritrovati alla stessa (18) nonostante la pioggia le "Sentinelle in piedi": persone di tutte le età, giovani, anziani, padri e madri di famiglia in silenzio e con un libro in mano. Una forma di protesta pacifica e civile contraria a tutti i decreti legati alle unioni civili da qualche tempo argomento discusso anche in Parlamento. E così Piazza dei Signori ha visto almeno 300 persone darsi appuntamento sotto gli ombrelli. Ma accanto alle sentinelle erano presenti anche le "Tagliatelle in piedi" che si rifanno al pastafarianesimo, la religione legata al culto della pasta e con una tolleranza invece verso ogni tipo di unione, sia essa tra uomo e donna oppure omosessuale. In Piazza anche alcuni appartenenti del Circolo Pink che hanno provato in modo pacifico a far terminare anzitempo la manifestazione delle sentinelle.
L'Opinione
ON AIR
28.05.2015
TgGialloblù
ON AIR
28.05.2015
TgVeneto
ON AIR
28.05.2015
Rosso & Nero
ON AIR
28.05.2015
L'Opinione
ON AIR
28.05.2015