UCRAINA
Presto in Veneto   <br/>i feriti di Kiev

Presto in Veneto
i feriti di Kiev

Tredici giovani rimasti feriti negli scontri in Ucraina della "primavera di Kiev" saranno curati da ospedali veneti e arriveranno a giorni in Italia. Lo ha annunciato il governatore Luca Zaia. L'iniziativa, nata da un accordo fra Veneto e autorità diplomatiche dell'Ucraina, porrà a carico del sistema sanitario regionale solo i costi di assistenza sanitaria e non quelli di trasporto.
TRASPORTI
Al via le vacanze: varia  <br/>l'orario dei bus

Al via le vacanze: varia
l'orario dei bus

In occasione delle festività di Pasqua, gli orari del servizio di trasporto pubblico veronese, subiranno alcune variazioni.Dal 17 al 19 aprile per gli autobus urbani adotteranno gli orari del sabato, domenica il servizio sarà sospeso mentre a Pasquetta, lunedì 21 aprile, varranno gli orari festiviPer il servizio extraurbano nel giorno di Pasqua e lunedì 21 aprile saranno in vigore gli orari festivi. Le corse regolari riprenderanno da martedi' 22 aprile, compresi tutti i servizi scolastici e i servizi di rinforzoGli orari del bus navetta per l'aeroporto Catullo di Villafranca non subiranno modifiche
VINITALY
Expo 2015, dg Fiera  <br/>nel Comitato Vino

Expo 2015, dg Fiera
nel Comitato Vino

Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere, è stato nominato con decreto del Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali, Maurizio Martina, componente del Comitato scientifico del Padiglione del Vino dell'Expo 2015. Il decreto di costituzione affida al Comitato l'elaborazione delle linee strategiche e il compito di valutare le idee progettuali da promuovere nell'ambito del Padiglione del Vino. Oltre al direttore generale di Veronafiere, fanno parte del comitato Riccardo Cotarella, presidente Assoenologi, presidente, Raffaele Borriello, vice capo di Gabinetto del Ministero delegato all'Expo 2015, con funzioni di coordinatore, Piero Antinori, presidente Istituto Vino Italiano di Qualità - Grandi Marchi, Diana Bracco, commissario generale di sezione per il Padiglione Italia, Carlo Guerrieri Gonzaga, presidente Comitato Grandi Cru, Ruenza Santandrea, presidente Gruppo Cevico, Lamberto Vallarino Gancia, presidente Federvini, Domenico Zonin, presidente Unione Italiana Vini. La nomina di Giovanni Mantovani arriva a pochi giorni dall'annuncio, fatto dal Ministro Maurizio Martina, dell'incarico a Vinitaly di realizzare e gestire il Padiglione del Vino, sulla base della convenzione siglata tra Padiglione Italia e Veronafiere. "La scelta di Vinitaly - aveva sottolineato a Vinitaly Martina - è una scelta di competenza, esperienza e professionalità, fatta nella consapevolezza che possa assicurare al vino Italiano una importante e adeguata rappresentazione nell'ambito di Expo Milano 2015. Vinitaly è la manifestazione che più di ogni altra ha scandito e accompagnato l'evoluzione del sistema vitivinicolo nazionale e internazionale, contribuendo negli anni a rendere il vino una delle più coinvolgenti e dinamiche realtà del settore primario".
ENOGASTRONOMIA
Dal 17 al 21 aprile   <br/>Piazze dei Sapori in Bra

Dal 17 al 21 aprile
Piazze dei Sapori in Bra

Si terrà in piazza Bra, da giovedì 17 a lunedì 21 aprile, la 12ª edizione de “Le Piazze dei Sapori”, la manifestazione enogastronomica organizzata da Confesercenti Verona in collaborazione con l’assessorato alle Attività economiche del Comune e con il patrocinio dell’Ente Nazionale Italiano per il Turismo, del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, della Regione Veneto e della Provincia di Verona. La manifestazione è stata presentata questa mattina a Palazzo Barbieri dall’assessore alle Attività economiche Enrico Corsi, insieme al presidente di Confesercenti Verona Silvano Meneguzzo e al coordinatore della manifestazione Alessandro Torluccio. “Anche quest’anno – ha detto Corsi – con circa 100 stand provenienti da tutta Italia, sarà la più grande manifestazione enogastronomica che si svolge a Verona. In questi dodici anni l’evento è stato migliorato oltre che nell’offerta anche nel design e nella presentazione, infatti ben precise sono ormai le regole applicate per non coprire il Liston e per mantenere in ordine piazza Bra. La concomitanza con il periodo pasquale e le molteplici attività correlate alla manifestazione saranno un’attrattiva e un’occasione importante per i numerosi turisti che visiteranno la nostra città e per tutti i veronesi che rimarranno a Verona”. Come nelle edizioni precedenti, piazza Bra sarà suddivisa in aree contraddistinte da colori diversi: “Liston del gusto”, dove aziende selezionate, dalle ore 10 alle 24, proporranno in vendita i prodotti della tradizione italiana; “Dolcemente Verona” dedicata alle pasticcerie che per l’occasione divideranno lo spazio con le associazioni Abeo e All Together For Children, alle quali andrà parte del ricavato della vendita dei dolci Sfogliatine al Recioto e Piccola Arena; “Promoterritori” dove quest’anno sarà presente il Salento; “Gustare in Bra” dove 22 aziende proporranno in somministrazione piatti tipici italiani ed europei; “Dolci note” ossia l’area dedicata agli eventi; “Infoaziende” lo spazio dedicato alle ditte veronesi in mostra; “Italia in tavola” dove i visitatori potranno degustare menù creati in occasione dell’evento. La manifestazione sarà inaugurata giovedì 17 aprile, alle ore 17.30 con i “Tamburellisti di Otranto”. Tra gli altri eventi in programma: venerdì alle ore 18 alla Feltrinelli di via Quattro Spade “La cucina efficace” con lo chef Paolo Barichella, mentre sul palco di piazza Bra si terrà la sfida musicale “Le piazze dei sapori rock contest”. Sabato 19 aprile, dalle ore 19, doppio concerto con i “Regina Mab” e il cantautore “Colore”. Domenica 20 aprile, alle ore 18 si esibirà la band “The Glorous”, alle ore 19.30 sarà premiato il vincitore del concorso fotografico “Scatta il sapore” e alle ore 21 salirà sul palcoscenico la cantante veronese Veronica Marchi. Lunedì 21 aprile, dalle ore 10, sarà possibile partecipare alla “Piazzalonga”, un percorso guidato tra le vie del centro storico accompagnato da degustazioni, letture e musiche. Obbligatoria l’iscrizione sul sito www.lepiazzedeisapori.com, dove è possibile scaricare il programma completo della manifestazione.
ENOGASTRONOMIA
Dal 17 al 21 aprile   <br/>Piazze dei Sapori in Bra

Dal 17 al 21 aprile
Piazze dei Sapori in Bra

Si terrà in piazza Bra, da giovedì 17 a lunedì 21 aprile, la 12ª edizione de “Le Piazze dei Sapori”, la manifestazione enogastronomica organizzata da Confesercenti Verona in collaborazione con l’assessorato alle Attività economiche del Comune e con il patrocinio dell’Ente Nazionale Italiano per il Turismo, del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, della Regione Veneto e della Provincia di Verona. La manifestazione è stata presentata questa mattina a Palazzo Barbieri dall’assessore alle Attività economiche Enrico Corsi, insieme al presidente di Confesercenti Verona Silvano Meneguzzo e al coordinatore della manifestazione Alessandro Torluccio. “Anche quest’anno – ha detto Corsi – con circa 100 stand provenienti da tutta Italia, sarà la più grande manifestazione enogastronomica che si svolge a Verona. In questi dodici anni l’evento è stato migliorato oltre che nell’offerta anche nel design e nella presentazione, infatti ben precise sono ormai le regole applicate per non coprire il Liston e per mantenere in ordine piazza Bra. La concomitanza con il periodo pasquale e le molteplici attività correlate alla manifestazione saranno un’attrattiva e un’occasione importante per i numerosi turisti che visiteranno la nostra città e per tutti i veronesi che rimarranno a Verona”. Come nelle edizioni precedenti, piazza Bra sarà suddivisa in aree contraddistinte da colori diversi: “Liston del gusto”, dove aziende selezionate, dalle ore 10 alle 24, proporranno in vendita i prodotti della tradizione italiana; “Dolcemente Verona” dedicata alle pasticcerie che per l’occasione divideranno lo spazio con le associazioni Abeo e All Together For Children, alle quali andrà parte del ricavato della vendita dei dolci Sfogliatine al Recioto e Piccola Arena; “Promoterritori” dove quest’anno sarà presente il Salento; “Gustare in Bra” dove 22 aziende proporranno in somministrazione piatti tipici italiani ed europei; “Dolci note” ossia l’area dedicata agli eventi; “Infoaziende” lo spazio dedicato alle ditte veronesi in mostra; “Italia in tavola” dove i visitatori potranno degustare menù creati in occasione dell’evento. La manifestazione sarà inaugurata giovedì 17 aprile, alle ore 17.30 con i “Tamburellisti di Otranto”. Tra gli altri eventi in programma: venerdì alle ore 18 alla Feltrinelli di via Quattro Spade “La cucina efficace” con lo chef Paolo Barichella, mentre sul palco di piazza Bra si terrà la sfida musicale “Le piazze dei sapori rock contest”. Sabato 19 aprile, dalle ore 19, doppio concerto con i “Regina Mab” e il cantautore “Colore”. Domenica 20 aprile, alle ore 18 si esibirà la band “The Glorous”, alle ore 19.30 sarà premiato il vincitore del concorso fotografico “Scatta il sapore” e alle ore 21 salirà sul palcoscenico la cantante veronese Veronica Marchi. Lunedì 21 aprile, dalle ore 10, sarà possibile partecipare alla “Piazzalonga”, un percorso guidato tra le vie del centro storico accompagnato da degustazioni, letture e musiche. Obbligatoria l’iscrizione sul sito www.lepiazzedeisapori.com, dove è possibile scaricare il programma completo della manifestazione.
INCHIESTA
Caso Report, Prefetto:      <br/>No scioglimento Comune

Caso Report, Prefetto:
No scioglimento Comune

Il Prefetto di Verona non può prendere in considerazione la richiesta di scioglimento del Consiglio comunale di Verona per infiltrazioni mafiose, presentata dal deputato di Forza Italia Alberto Giorgetti. Almeno per ora.La Prefettura non può agire su presunti fatti raccontati in un'inchiesta giornalistica come quella di Report. Per sciogliere un Consiglio, far decadere un sindaco e commissariare un Comune sono necessari fatti certi, segnalati dalle forze dell'ordine. Inoltre l'atto dello scioglimento compete al Ministro dell'Interno.Anche la richiesta dell'on. Giorgetti di nominare una commissione per l'accesso sagli appalti nel Comune di Verona sembra destinata ad essere respinta al mittente.Per compiere un atto del genere infatti occorre essere in possesso di materiale acquisito dalle inchieste delle Procura, che al momento non ha aperto nessun fascicolo in seguito ai fatti insinuati nella puntata di Report trasmessa su Rai Tre il 7 aprile
PALAZZO DELLA RAGIONE
Aperta nuova Galleria  <br/>d'arte moderna

Aperta nuova Galleria
d'arte moderna

È stata inaugurata oggi pomeriggio, dal sindaco Flavio Tosi , dal presidente della Fondazione Cariverona Paolo Biasi e dal direttore artistico Massimo Barbero, la nuova Galleria d'Arte Moderna Achille Forti a Palazzo della Ragione. Il nuovo percorso espositivo vede per la prima volta riunite le collezioni civiche insieme a quelle di Fondazione Cariverona e Fondazione Domus. In esposizione 150 opere appartenenti all'arco cronologico compreso tra il 1840 e il1940, che raccontano la storia di Verona, delle sue collezioni e del loro rapporto con la città. Tra queste, la Meditazione di Francesco Hayez e i dipinti di Giovanni Fattori, Angelo Morbelli, Felice Casorati, Guido Trentini, Giacomo Balla, Umberto Boccioni,Gino Rossi, Filippo de Pisis, Giorgio Morandi e le sculture di Medardo Rosso e Arturo Martini. Per l’occasione, domani sabato 12 aprile sarà consentito l’ingresso gratuito per l’intera giornata, dalle ore 11 alle 19, sia alla nuova Galleria che alla Torre dei Lamberti. A partire da domenica 13 aprile, la Galleria d'Arte Moderna Achille Forti a Palazzo della Ragione sarà aperta con i seguenti orari: da martedì a venerdì dalle 10 alle 18; sabato, domenica e festivi dalle 11 alle 19. Biglietti: Galleria d'Arte Moderna + Torre dei Lamberti: intero 8 euro; ridotto 5; scolaresche 1 euro. Galleria d'Arte Moderna: intero 4 euro; ridotto 2,5 euro; scolaresche 1 euro. Ulteriori informazioni sul sito www.palazzodellaragioneverona.it.
VENETISTI
Comitato Indipendenza    <br/>Cresce il consenso

Comitato Indipendenza
Cresce il consenso

L'obiettivo da raggiungere è quello di arrivare al referendum, per trasferire alle gente la possibilità di decidere. Ma anche incontrare i sindaci dei 170 comuni veneti che hanno già approvato ordini del giorno a sostegno del referendum e incontrare i consiglieri regionali per spingere l'approvazione del progetto di legge che prevede proprio la consultazione referendaria ufficiale. Il tema è quanto mai attuale ed è quello dell'indipendenza del Veneto. Il comitato, quello formato da Veneti con un forte sentimento di indipendenza, persone attive in movimenti diversi, politici, sindacali, identitari, culturali. Nato da pochissimo, ma già operativo e forte di un consenso in crescita. Stamane la presentazione veronese del comitato, il presidente è Palmarino Zoccatelli, già a capo dell'associazione famiglia e civiltà, presidente onorario è il capodelegazione europeo della Lega, Lorenzo Fontana, mentre il coordinatore dei giovani padani, Vito Comencini, è tra i vicepresidenti. Tra i consiglieri Fausto Faccia, fratello di quel Luigi Faccia in carcere con gli altri venetisti accusati di terrorismo nell'inchiesta della Procura di Brescia.
FIERA DEL RISO
Fiera di Isola, Gazzani     <br/>lascia e raddoppia

Fiera di Isola, Gazzani
lascia e raddoppia

Massimo Gazzani si è dimesso da amministratore unico della fiera del riso di Isola della Scala. Una notizia a sopresa arrivata in tarda mattinata, durante la presentazione del bilancio 2013 per il settimo anno consecutivo chiuso con un utile. Ma il professionista isolano in realtà non lascia, ma raddoppia gli incarichi per la manifestazione più importante. Quella che ha contribuito da amministratore unico a portare a livelli mai raggiunti: la fiera del riso: "Dopo sette anni di sfide, vinte, c'era bisogno di altro, di una nuova squadra per far crescere ulteriormente una fiera che in questi anni ha avviato un processo di internazionalizzazione molto importante. Per questo assumerò il ruolo di commissario per l'Expo 2015 e sarà ambasciatore della fiera del riso nel mondo". "Massimo è un grande, come è grande la fiera che ha contribuito a lanciare durante il suo mandato" ha spiegato il sindaco di Isola della Scala Giovanni Miozzi. "Sarà una Fiera a doppia trazione, con Massimo impegnato a portare il nome della fiera del riso nel mondo e un nuovo amministratore unico a curare la rassegna". 185 mila l'utile lordo a bilancio per il 2013.
CLUB AMICI MEOCCI
Serata a Peschiera   <br/>con Cinquetti e Zanicchi

Serata a Peschiera
con Cinquetti e Zanicchi

Ci saranno anche Gigliola Cinquetti e l'europarlamentare Iva Zanicchi, all'incontro in programma domani alle 20 ristorante "Al Fiore" di Peschiera, organizzato dall'Associazioone culturale Cameo - Club Amici di Meocci.Alfredo Meocci presenterà la serata dal tema "Donne senza età"; interverrà anche Lia Sartori, presidente della Commissione industria, ricerca ed energia del Parlamento Europeo.
ANCI
Caso Report, Dal Negro: <br/>Sindaco ultimo baluardo

Caso Report, Dal Negro:
Sindaco ultimo baluardo

Giorgio Dal Negro, presidente di Anciveneto. in una nota scende in campo a difesa della figura del sindaco. "E' proprio ora di finirla! Il sindaco - dice - è l'ultimo baluardo rimasto in questo paese. Le istituzioni in generale e la politica in particolare hanno un tasso di credibilità molto basso, mentre il sindaco gode ancora della piena fiducia del cittadino. Credo perciò che tutti - istituzioni, politica, stampa e associazioni - debbano difendere il sindaco. Eppure in questo paese abbiamo situazioni sconvolgenti e in Veneto casi che, senza prova e senza fatti ma con sola zizzania, mettono in dubbio la figura e la credibilità del primo cittadino. Il caso Cortina ne è un esempio eclatante da anni"."Motivo per cui l'attuale caso Verona non è più tollerabile: il sindaco di questa città - rileva - è figura carismatica e amata, senza ombra di dubbio, e nessuno ha il diritto di seminare perplessità o calunnie a riguardo. Tanto più che per un sindaco viaggiare e stare in mezzo alla gente sono una necessità e un dovere, o se si preferisce la sua 'mission'. Certo, i rischi sono tanti e i problemi possono essere a centinaia, ma questo è solo il nulla". "Lo sa bene Anci, che è l'istituzione dei Comuni così come i sindaci sono la risorsa e il riferimento delle comunità: non togliamo alle persone questa ultima speranza. In questi momenti difficili - conclude - Anciveneto è testimone del primo cittadino e se qualcuno deve scagliare la freccia ha il dovere della certezza e della denuncia dettagliata; in caso contrario, troverà sul proprio percorso lo scudo sicuro di Anci Veneto".
GOVERNATORE
Zaia: Renzi e bandiera? <br/>Rispetto per veneti

Zaia: Renzi e bandiera?
Rispetto per veneti

"Quello di Renzi, che ha accettato e gradito il dono della Bandiera del Veneto, è stato un segno di grande rispetto nei confronti dei veneti e di una realtà che ha intriso di sè 1100 anni di storia". Lo ha detto il Governatore del Veneto, Luca Zaia, commentando le parole pronunciate oggi dal presidente del Consiglio sulla "questione veneta". "E' quel rispetto, il suo, che ad esempio non hanno sempre le Istituzioni dello Stato presenti in Veneto, che non espongono la nostra bandiera: esporla vuol dire rispettare i veneti e inchinarsi davanti a un popolo che ha dato tanto e dà tanto all'Italia". Quanto all'affermazione che le realtà che hanno già pagato non possono essere costrette a tagli lineari, il Presidente del Veneto ha ricordato che "siamo i più virtuosi, i più bravi nella gestione dei conti, siamo una Regione di riferimento nazionale per la sanità. Lasciamo ogni anno 21 miliardi di tasse a Roma, perché a tanto ammonta il nostro residuo fiscale attivo: solidarietà che va a favore degli spreconi. Non capiamo per quale motivo dobbiamo chiudere le aziende, vedere imprenditori che si suicidano, cittadini che perdono i posti di lavoro e continuare a pagare a Roma tasse che vengono sprecate". Quanto alle aspettative dopo il messaggio del premier passato oggi a Vinitaly sulla questione veneta, il Governatore ha commentato: "finirà la luna di miele, passeranno i cento giorni, poi vedremo i risultati. Che dovranno tradursi in provvedimenti che dimostrino poi che dai buoni propositi si passa ad attività che siano efficaci e concrete per i veneti".
FIERA
Renzi a Vinitaly,    <br/>chiusura con premier

Renzi a Vinitaly,
chiusura con premier

Prima volta di un presidente del Consiglio in visita a Vinitaly, con Matteo Renzi a Verona nella giornata conclusiva del Salone internazionale del vino e dei distillati, svoltosi insieme a Sol&Agrifood, Rassegna dell'agroalimentare di qualità ed Enolitech, Salone delle tecnologie per la viticoltura, l'enologia e l'olivicoltura. La rassegna conferma la sua leadership di principale piazza di affari internazionale del vino, con un aumento degli operatori del 6% per un totale di 155.000 presenze in 4 giorni di manifestazione. Importante la crescita in termini numerici e qualitativi dei buyer esteri, saliti a 56.000 rispetto ai circa 53.000 del 2013, raggiungendo un'incidenza del 36% sul totale. A Vinitaly il premier Renzi ha lanciato l'obiettivo del +50% dell'export enologico al 2020 e ha annunciato il piano in 18 punti per la semplificazione in agricoltura e per il sostegno delle imprese agricole e dei giovani. "Il Governo sta facendo molto per il vino - ha commentato Ettore Riello, presidente di Veronafiere durante l'incontro con Renzi - e l'investitura che abbiamo ricevuto dal Ministro delle politiche agricole Maurizio Martina nella giornata inaugurale di Vinitaly per la realizzazione e la gestione del Padiglione del Vino ad Expo Milano 2015 è importante, perché riconosce alla fiera e a Vinitaly un ruolo centrale e di sistema per la promozione del vino italiano nel mondo". "L'affluenza di buyer dall'estero a Vinitaly in costante crescita negli anni - ha detto Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere - è una dimostrazione della centralità della nostra manifestazione per gli operatori professionali di tutto il mondo. Con 56.000 presenze estere quest'anno su un totale di 155.000 saliamo al 36% di buyer internazionali. Nella top ten quest'anno abbiamo al primo posto la Germania, con gli Usa quasi a pari merito; seguono Gran Bretagna, Canada, Russia, Svizzera, Asia con Singapore, Hong Kong e Cina, la Francia al settimo posto, Austria, Giappone. All'undicesimo posto i Paesi Scandinavi con Danimarca, Svezia e Norvegia". "Alla vigilia di un Expo che siamo pronti ad affrontare insieme a tutti gli attori coinvolti nel progetto - ha affermato Riello -, non possiamo che esprimere la nostra profonda e sincera gratitudine per il supporto che abbiamo trovato nelle più alte cariche istituzionali. Altro evidente segno di questa attenzione è stata la sempre importante partecipazione a questa 48ª edizione del Presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo Paolo De Castro, del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti, del Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina, del Ministro dell'Interno Angelino Alfano e del Sottosegretario di Stato Giuseppe Castiglione. Il Ministro Martina, in particolare, non solo ha presidiato tutti i giorni di attività ma, con tutto il suo staff ha contribuito a portare al Vinitaly temi e appuntamenti di grande rilevanza per il settore, a ulteriore conferma della concreta e reale vicinanza del suo Ministero ai reali bisogni del comparto".
POLEMICA
Report, Pini: Tosi   <br/>attaccato da infami

Report, Pini: Tosi
attaccato da infami

"E' da infami, ma è lo stile tipico della sinistra delle corporazioni e delle lobby: quando qualcuno po' dar fastidio politicamente o elettoralmente al loro venditore di pentole di turno partono attacchi in maniera squallida e programmata. Del resto fu Stalin a coniare il motto 'infangate gente, infangate, qualcosa resterà'". Lo dichiara il vicepresidente dei deputati della Lega Nord Gianluca Pini. "Con Flavio, così come han fatto con tanti altri di noi prima di lui, certi ambienti stanno facendo questo gioco ed il motivo è uno solo: sanno che in una competizione elettorale Tosi è uno dei pochi che può dare una legnata a Renzi, e allora parte la delegittimazione basata su chiacchiere da bar. Non mi meraviglio che poi la gente normale si incazzi e sogni di staccarsi da questo paese ostaggio di una informazione malata e servile al potere", conclude.
AEROPORTO
Da Ue ok a 12,7 milioni   <br/>di aiuti per il Catullo

Da Ue ok a 12,7 milioni
di aiuti per il Catullo

Via libera di Bruxelles allo stanziamento da parte delle autorità italiane di 12,7 milioni di euro all'aeroporto Valerio Catullo di Verona Villafranca, che gestisce gli scali di Verona e Brescia, poiché conformi alle norme Ue in materia di aiuti di Stato. La misura permetterà alla società beneficiaria di investire in infrastrutture per dieci anni. Secondo la Commissione gli investimenti sono in linea con gli obiettivi della politica Ue dei trasporti, senza falsare indebitamente la concorrenza nel mercato unico.Nel febbraio 2014, le autorità italiane hanno notificato un conferimento di capitale di 12,7 milioni di euro da parte dell'azionista pubblico di Aeroporto Valerio Catullo di Verona Villafranca Spa. La società, la cui maggioranza azionaria è detenuta da enti pubblici locali, gestisce l'aeroporto di Verona, da cui transitano circa 3 milioni di passeggeri l'anno, e quello di Brescia, un piccolo scalo regionale usato da meno di 1 milione di passeggeri l'anno e specializzato nel trasporto di merci. Obiettivo della misura è il rafforzamento della base di capitale della società, per permettere a quest'ultima di intraprendere investimenti infrastrutturali presso i due aeroporti nel periodo 2012-2021. Tra i progetti rientrano il miglioramento e l'ampliamento dei terminal, l'estensione della zona di stazionamento degli aerei, la riqualificazione dei servizi lato pista e delle vie di rullaggio a terra, il miglioramento delle rampe, la realizzazione di opere relative alla sicurezza, ed altro. Il conferimento di capitale è stato concesso nel 2012, in violazione dell'obbligo, cui sono soggetti gli Stati membri, di notificare alla Commissione europea gli aiuti di Stato prima di concederli. Tuttavia, la Commissione ha valutato la compatibilità degli aiuti agli investimenti alla luce degli orientamenti applicabili in materia di aiuti di Stato agli aeroporti e alle compagnie aeree allora in vigore (gli orientamenti per il settore dell'aviazione del 2005). L'indagine ha dimostrato che i progetti infrastrutturali oggetto degli investimenti contribuiscono al raggiungimento di obiettivi di interesse comune europeo, in quanto migliorano l'accessibilità della regione, pongono rimedio alla congestione degli aeroporti vicini e mettono gli aeroporti beneficiari nelle condizioni di soddisfare le esigenze di trasporto di passeggeri e merci in Italia settentrionale. Inoltre, le autorità italiane hanno presentato un piano aziendale dal quale risulta che l'aiuto pubblico era necessario per l'attuazione del progetto, in quanto i benefici attesi non avrebbero coperto i costi di investimento. Gli aiuti erano anche proporzionati all'obiettivo perseguito, limitandosi a colmare il deficit di finanziamento. Infine, la Commissione ha concluso che la misura di aiuto non comporta una distorsione significativa della concorrenza. In effetti, la sovrapposizione col bacino di utenza degli aeroporti vicini è solo limitata e gli investimenti programmati contribuiranno a decongestionare gli aeroporti vicini.
AGRICOLTURA
Renzi a Vinitaly: Oggi  <br/>lanciamo '#campolibero'

Renzi a Vinitaly: Oggi
lanciamo '#campolibero'

"Oggi pomeriggio sul sito del ministero dell'Agricoltura presenteremo "campolibero" , 18 iniziative sull'agricoltura su cui il governo chiede il contributo degli operatori del settore". Lo dice Matteo Renzi a Vinitaly. "Fateci le pulci", chiede Renzi.

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Rosso & Nero

    diretta
  • TgVeneto

  • Informazione

    L'Opinione, TgVerona, Studionews
  • TgGialloblu Live

  • L'Opinione

  • TgVerona

    all'interno il TgGialloblu
  • Il giustiziere sfida la città

    drammatico (Italia 1975) di Umberto Lenzi con Joseph Cotten e Tomas Milian
  • Film di seconda serata

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Film della notte

L'Opinione
ON AIR
16.04.2014
TgGialloblù
ON AIR
16.04.2014
TgVeneto
ON AIR
16.04.2014
Rosso & Nero
ON AIR
16.04.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Prima Serata
ON AIR
11.04.2014
L'Opinione
ON AIR
16.04.2014
TgVerona
ON AIR
16.04.2014
TgGialloblù
ON AIR
10.02.2014
TgVeneto
ON AIR
16.04.2014
Rosso & Nero
ON AIR
16.04.2014
ON AIR
07.04.2014

BPV YOUBANKING


 

auditeL MARZO 2014 telenuovo

I più visti della settimana

Studionews Rete Nord Pubblicità