SANITÀ
Zaia: Aziende sanitarie      <br/>in attivo di 4,3 milioni

Zaia: Aziende sanitarie
in attivo di 4,3 milioni

I conti consuntivi economici delle aziende sanitarie del Veneto hanno chiuso l'esercizio 2013 con un attivo di 45.777.572 euro, cifra che scende, pur rimanendo estremamente positiva, a 4.310.471 euro secondo la rigida configurazione assunta dal tavolo di monitoraggio dei conti della sanità presso il Ministero dell'Economia (noto ai più come "tavolo Massicci") che non rileva gli utili maturati dalle Aziende Sanitarie, pari nel Veneto a 41.467.101 euro. Sono questi i numeri che attestano anche per il 2013 la "promozione" dei conti della sanità veneta, contenuti nella delibera di presa d'atto dei conti economici consuntivi 2013 delle Aziende Sanitarie, della Gestione Sanitaria Accentrata e del Consolidato del Servizio Sanitario Regionale Veneto, presentata dall'assessore alla sanità Luca Coletto e approvata nel corso della seduta della Giunta regionale, tenutasi ieri. "Sono numeri - spiega Zaia - che presentiamo con orgoglio ai nostri cittadini, che pagano le tasse e che possono vedere che in Veneto si usano bene i loro soldi per il servizio pubblico più sentito dalla gente, ma anche all'Italia intera, come dimostrazione che, se si vuole davvero, gestire una sanità in utile senza far mancare niente ai cittadini si può. Si deve e si dovrà - aggiunge - perché se ce la fa il Veneto non vedo perché non ce la possano fare tutte le altre Regioni"."Si dovrà - osserva Zaia - perché finalmente il criterio dei costi e fabbisogni standard, che di fatto qui già applichiamo nella nostra gestione, è stato fissato in modo definitivo nella Costituzione e nel Patto Nazionale della Salute e sarà il criterio informatore con il quale determinare, ad esempio, che una siringa o un pasto in ospedale devono costare uguale ovunque. Significa abbattere gli sprechi, tagliare i rami secchi, eliminare i privilegi, gestire il personale in maniera oculata, evitando che, come accade in certe Regioni da anni, si usi la sanità come un ammortizzatore sociale e non come un'azienda che produce servizi". "Per uno come me - che settimanalmente combatte ai tavoli romani per evitare imboscate e tagli indiscriminati e orizzontali - aggiunge l'assessore Coletto - è una grossa soddisfazione. Per il quarto anno consecutivo chiudiamo i conti della sanità in attivo, e non sono stati anni qualunque, ma un lungo periodo di sottovalutazione del fabbisogno, di interventi a spot tutti rivolti a tagliare indiscriminatamente, di carte in tavola che sono cambiate un giorno sì e un giorno no". "L'orgoglio - aggiunge Coletto - è aver raggiunto il risultato senza tagliare un servizio indispensabile che sia uno alla gente, tanto che anche quest'anno il Veneto è tra le poche Regioni d'Italia promosse a pieni voti per la capacità di erogare completamente i Livelli Essenziali di Assistenza, che sono un diritto costituzionalmente riconosciuto alla gente. Molti, ancora troppi, non hanno saputo farlo, eppure spendono cifre enormi rispetto alle nostre, dimostrando così che non è assolutamente vero che dove si spende di più si cura di più e che è vero l'esatto contrario". Tecnicamente i dati aggregati delle Aziende sanitarie presentano una risultato d'esercizio aggregato complessivo negativo per 162.331.898 euro. Le Aziende in utile hanno risultati positivi per 41.467.101 euro, quelle con risultati d'esercizio negativi registrano perdite per 203.798.998 euro, ampiamente coperti dalla gestione sanitaria accentrata della Regione, che chiude con un risultato positivo di 208.109.469 euro.
METEO
L'estate 2014? Una delle       <br/>più anomale di sempre

L'estate 2014? Una delle
più anomale di sempre

L'estate 2014 in Italia sara' ricordata certamente come una delle piu' "anomale" degli ultimi anni. "Giugno e luglio fino ad oggi sono stati caratterizzati da una forte dinamicità dell'atmosfera con perturbazioni ed instabilità che hanno portato precipitazioni oltre la media stagionale e (poche) brevi e intense irruzioni di aria calda di origine subtropicale", e' il commento di Marina Baldi ricercatrice del Cnr-Ibimet. Concorda anche Flavio Galbiati del centro Epson-Meteo.it che sottolinea come il mese di luglio appena trascorso ha visto una percentuale di giorni di pioggia sopra la media stagionale: "Al Nord a luglio sono stati 21 giorni su 28, al Centro sono stati registrati ben 14 giorni su 28, mentre al sud e' andata meglio, si sono registri 9 giorni su 28 di pioggia". Non va meglio neanche sul fronte delle temperature, decisamente lontane dalla media stagionale estive: "a Milano i giorni registrati con le temperature massime di 30 gradi a luglio - si evince dal grafico del centro Epson Meteo.it - nell'anno 2013 sono stati 21 i giorni a 30 gradi mentre nel 2014 si sono registrati solo 4 giorni con temperature estive su 30 gradi. Neanche nella Capitale si e' sentita l'aria estiva: a Roma nel 2013 sono stati 26 i giorni con il termometro che tocca i 30 gradi mentre nel 2014 si sono registrati solo 11 giorni con la colonnina di mercurio che ha sfiorato la temperatura massima di 30 gradi." Brutte notizie anche per i prossimi giorni dove, secondo gli esperti, avremo " Solo a fine giornata di mercoledi' - spiegano dal centro Epson-Meteo.it- i primi segnali di miglioramento, da giovedì episodi di instabilità decisamente più localizzati".
EXPO
Vinitaly all'Expo:     <br/>"Un assaggio d'Italia"

Vinitaly all'Expo:
"Un assaggio d'Italia"

L'annuncio era stata dato proprio dal Ministro Alle politiche agricole durante l'ultima edizione di Vinitaly ma la certezza è arrivata da Roma, dal Palazzo delle esposizioni, solo nelle ultime ore. Una conferenza stampa, cui hanno partecipato anche presidente e direttore di Veronafiere, Ettore Riello e Giovanni Mantovani, per annunciare che all' Expo di Milano, dal primo maggio 2015, un'area all'interno del Padiglione Italia sarà dedicata al vino grazie alla collaborazione tra ministero e veronafiere. 2 mila metri quadri per raccontare una storia che parla di Italia: "Vino a taste of Italy" "Quello che abbiamo presentato oggi rappresenta secondo me la potenza che il settore vitivinicolo italiano può far vedere al mondo", ha detto il Ministro Martina durante la presentazione. "Sono molto contento di quello che siamo riusciti a fare -ha proseguito Martina- perchè abbiamo trovato una sintesi perfetta tra tradizione, innovazione, territori, realtà d'impresa, beni pubblici. E non sarà solo un'occasione commerciale perchè parlare di vino è anche parlare di storia italiana". E nemmeno nella forma sarà una semplice esposizione commerciale. Il padiglione sarà un percorso multisensoriale all'interno del quale il visitatore sarà chiamato ad immergersi per conoscere la lunga tradizione del vino italiano attraverso la vista, l'olfatto, il gusto, l'udito. Ci sarà un percorso multimediale, una zona dedicata alle degustazioni, varie installazioni che permetteranno di conoscere i profumi del vino. E ancora una cantina web per gli acquisti e una terrazza, dedicata agli incontri e ancora una volta agli assaggi. Un padiglione, lo ha definito il ministro Martina, tra i più evocativii e simbolici della tradizione italiana.Non fosse altro per il fatto che il settore, che ha segnato una crescita del sette per cento, ha un export che vale cinque miliardi di euro.
CONTROLLI
Trasporto animali, 21    <br/>sanzioni da Polstrada

Trasporto animali, 21
sanzioni da Polstrada

Nei controlli in Veneto sul trasporto con mezzi degli animali vivi, la polizia stradale ha accertato 21 le violazioni comminando sanzioni amministrative per 12 mila euro. L'ispezione riguardava il trasporto degli animali diretti ai macelli accertando tra l'altro, secondo le disposizioni dell'Ue, se siano state seguite le regole per ridurre al minimo lo stress a cui sono sottoposti gli animali. Le pattuglie della polstrada si sono piazzate in 10 aree con controlli mirati lungo le strade maggiormente interessate dal transito di animali vivi. Le violazioni sono state per di più riconducibili ad irregolarità nelle condizioni di trasporto degli animali e della documentazione prevista dalla normativa si settore. Nessun autotrasportatore denunciato invece per maltrattamento di animali.
CONTROLLI
Trasporto animali, 21    <br/>sanzioni da Polstrada

Trasporto animali, 21
sanzioni da Polstrada

Nei controlli in Veneto sul trasporto con mezzi degli animali vivi, la polizia stradale ha accertato 21 le violazioni comminando sanzioni amministrative per 12 mila euro. L'ispezione riguardava il trasporto degli animali diretti ai macelli accertando tra l'altro, secondo le disposizioni dell'Ue, se siano state seguite le regole per ridurre al minimo lo stress a cui sono sottoposti gli animali. Le pattuglie della polstrada si sono piazzate in 10 aree con controlli mirati lungo le strade maggiormente interessate dal transito di animali vivi. Le violazioni sono state per di più riconducibili ad irregolarità nelle condizioni di trasporto degli animali e della documentazione prevista dalla normativa si settore. Nessun autotrasportatore denunciato invece per maltrattamento di animali.
MATTONI PRESTIGIOSI
Villa Canossa nel mirino    <br/>di investitori cinesi

Villa Canossa nel mirino
di investitori cinesi

Dimore dalla storia secolare, immobili di prestigio, ville d'epoca. Sono i nuovi obiettivi degli investitori cinesi pronti a comprare senza badare a spese. Nel mirino è finita anche Villa Canossa a Grezzano di Mozzecane, favoloso stabile del quindicesimo secolo. Secondo le stime dell'ambasciata legate al 2013 i cinesi hanno investito oltre 2 miliardi di dollari in Italia. E il dato è destinato ad espandersi, perché, dicono, il fenomeno ha un potenziale enorme. Le richieste principali arrivano dal centro-nord della Cina, da Pechino in particolare ma non solo. Verona ma più in generale anche il Veneto stuzzicano l'appetito di danarosi investitori, visto che anche tre ville padovane rientrano nei mattoni italiani preferiti dai cinesi. La tendenza si è sviluppata in tutta l'Italia, che, per il momento non sembra reggere il confronto con altri colossi europei. Le dimore di casa nostra risultano competitive però rispetto a quelle di alta gamma di Shangai o Pechino. L'alta qualità della vita seduce eccome, per questo Villa Canossa, che sorge imponente e isolata nella campagna rappresenta un eccellente punto di investimento. La vita, la storia, il fascino di un'illustre famiglia che qui insediò la propria residenza fa poi il resto. Nella prima metà del Cinquecento i marchesi commissionarono a Michele Sanmicheli, autore anche del loro superbo palazzo di città, il disegno della dimora. Grezzano divenne una delle più sfarzose sedi patrizie: ampie distese di verde solcate da canali con un grandioso bosco attorno al palazzo dove si davano grandi feste e cacce alle quali partecipavano la nobiltà veronese e mantovana. Adesso tocca ai cinesi, decisi a sferrare l'assalto a una delle ville più importanti del nostro territorio.
GREGGE
Pecore maltrattate   <br/>interviene la Municipale

Pecore maltrattate
interviene la Municipale

La Polizia municipale è intervenuta ieri mattina in zona Bassona in supporto a due guardie eco-zoofile dell’Organizzazione Internazionale Protezione Animali e ad un veterinario dell’Ulss 20, impegnati nel controllo di un gregge di pecore presente all’interno di un recinto, in un’area agricola. Gli animali, circa una settantina, sono apparsi subito in condizioni non ottimali poiché le piogge di sabato avevano reso il fondo impraticabile e molto fangoso e perchè non avevano a disposizione né acqua né cibo, visto che tutta la vegetazione raggiungibile era già stata brucata. Avvisato il magistrato di turno, gli agenti sono entrati nella proprietà per disattivare il recinto elettrificato e liberare il gregge su un’area più vasta. Sul posto sono state recuperate anche le carcasse di tre capi. Grazie alle targhette identificative degli animali il medico veterinario è riuscito a individuare il proprietario del gregge ed il responsabile della sua custodia. Quest’ultimo, un 42enne veronese, è stato convocato sul posto per ricevere alcune prescrizioni sulla gestione degli animali. La posizione delle persone coinvolte è ora al vaglio del personale tecnico dell’Ulss 20 e delle guardie eco-zoofile intervenute.
METEO
Maltempo, fino mercoledì   <br/>stato di attenzione

Maltempo, fino mercoledì
stato di attenzione

In riferimento alla situazione meteorologica attesa, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile del Veneto ha dichiarato lo STATO DI ATTENZIONE per rischio idrogeologico su tutto il territorio regionale, con possibilità di STATO DI PREALLARME/ALLARME a livello locale, in presenza di formazione di fenomeni temporaleschi a seconda della loro intensità.La dichiarazione ha validità dalle ore 14 di oggi, lunedì, fino alle ore 24 di mercoledì 30 luglio prossimo.Dal pomeriggio – sera di oggi e fino alla giornata di mercoledì sono previste frequenti precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale, con possibili fenomeni localmente intensi e quantitativi localmente consistenti.
BILANCIO
Quadrante Europa cuore    <br/>pulsante della logistica

Quadrante Europa cuore
pulsante della logistica

Un utile netto di 945 mila euro (superiore del 58% rispetto al 2012). Canoni costanti nonostante la crisi (6,8 milioni di euro), 4400 addetti diretti e 7000 indiretti, 2333 camion che ogni giorno vengono trasferiti dalla strada sulla ferrovia con evidenti benefici ambientaliQuesti i principali dati contenuti nel bilancio 2013 del Consorzio Zai che sarà presentato domani mattina. Il Quadrante ha collegamenti ferroviari intermodali con l'Europa: ogni settimana 160 coppie di treni intermodali arrivano e partono per 25 destinazioni diverse con un trend di crescita che se confermato potrebbe portare ai 14000 treni nell'anno in corso. Notevoli anche gli investimenti (per circa 4 milioni di euro): si va dal completamento della viabilita? della nuova area logistica denominata “comparto P”, ai lavori di ristrutturazione di una piattaforma logistica di 8000 mq in uso ad un primario operatore logistico internazionale che potenziera? gli spazi direzionali e logistici e raddoppiera? le bocche di carico, fino alla riqualificazione della palazzina direzionale in affitto all'agenzia delle Dogane.
COMMERCIANTI
Confcommercio, Dalla Via  <br/>presidente a Legnago

Confcommercio, Dalla Via
presidente a Legnago

Nico Dalla Via è il nuovo presidente della delegazione legnaghese di Confcommercio As.Co. Verona. E’ stato eletto nei giorni scorsi dopo la prematura scomparsa di Marco Zerbinati, apprezzato e stimato ottico che per anni aveva ricoperto la carica con capacità, lungimiranza e grande attenzione alle problematiche del commercio e del terziario di mercato, contribuendo in maniera decisiva con il proprio impegno a fare aggregazione nella Pianura Veronese. Dalla Via, titolare della ditta Super Argo Srl resterà in carica per cinque anni e sarà coadiuvato dalla nuova vicepresidente Miriam Morini (“Al Chiosco Sas”) e da tutto il consiglio di Confcommercio Legnago.
VERONAFIERE
Expo 2015, il vino     <br/>si presenta a Roma

Expo 2015, il vino
si presenta a Roma

È in programma questa mattina, con inizio previsto alle 12.30, la diretta online da Roma con la presentazione ufficiale del concept del Padiglione del Vino Italiano ad Expo 2015. La conferenza stampa viene trasmessa in streaming sulla home page del sito web di Vinitaly (www.vinitaly.com). All’evento, che si svolge allo Spazio Open Colonna del Palazzo delle Esposizioni di Roma, intervengono: Maurizio Martina, Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Diana Bracco, Commissario generale di sezione per il Padiglione Italia, Riccardo Cotarella, Presidente del Comitato scientifico del Mipaaf per il Padiglione del Vino ad Expo 2015, Ettore Riello, Presidente di Veronafiere, Giovanni Mantovani, Direttore generale di Veronafiere e l’architetto Italo Rota, Direttore artistico del progetto.L’introduzione è affidata al critico d’arte Philippe Daverio, con la prolusione “Il Vino creatore della Storia, dell’Arte e del Paesaggio”. A moderare l’evento, Roberto Arditti, Direttore Affari Istituzionali Expo 2015.
COLDIRETTI
Maltempo, raccolti   <br/>rischio taglio del 20%

Maltempo, raccolti
rischio taglio del 20%

"La pioggia ed i temporali che non abbandonano la penisola in una estate da record per piovosità fanno prevedere un taglio dei raccolti, dal miele al pomodoro che nella pianura padana potrebbe raggiungere il 20%": e' quanto emerge da un monitoraggio della Coldiretti sugli effetti del maltempo eccezionale che ha segnato i primi mesi estivi. "A preoccupare - spiega Coldiretti - sono gli effetti del maltempo sul pomodoro destinato a passate, polpe e concentrato nel Nord Italia dove le precipitazioni sono state eccezionali e spesso accompagnate dalla caduta di grandine che ha colpito a macchia di leopardo in quasi tutte le regioni anche le colture orticole e frutticole. Attesa anche per la vendemmia che dipenderà molto dalle condizioni che si verificheranno nei prossimi giorni ma già adesso si conta un aumento dei costi di produzione per difendere viti e alberi da frutto". "Le api - sottolinea poi Coldiretti - non volano per la troppa pioggia e non riescono a raggiungere il nettare dei fiori indispensabile per la produzione di miele Made in Italy il cui raccolto rischia di essere ridimensionato". "Ai danni diretti sulle coltivazioni si sommano - sostiene l'associazione - quelli indiretti provocati dal calo di consumi dei prodotti stagionali come la frutta e verdura a causa delle condizioni climatiche non favorevoli. Dove le perturbazioni non sono state violente a beneficiare della pioggia sono state - conclude la Coldiretti - le coltivazioni di mais e riso che come è noto hanno bisogno di molta acqua".
INCHIESTA MOSE
Galan, prime ammissioni    <br/>Moglie: E' un incubo

Galan, prime ammissioni
Moglie: E' un incubo

Prime ammissioni di Giancarlo Galan, ma non per parlare di mazzette legate al Mose, semmai per svelare ai giudici di aver avuto finanziamenti (non contabilizzati) da imprenditori veneti nel 'lontano' 2005, ultima campagna elettorale vinta da governatore. E' un' indiscrezione di stampa, peraltro non confermata ne' smentita dai legali del politico di Forza Italia, a svelare la svolta nella strategia difensiva di Galan, che avrebbe scritto di questi fatti nel corposo memoriale consegnato venerdì scorso al Gip di Milano, Cristina Di Censo, durante l'interrogatorio per rogatoria nel carcere di Opera. La giudice milanese si è limitata a trasmettere la documentazione a Venezia, dato che di fronte a lei poi l'ex ministro ha fatto scena muta. Che possa trattarsi di una 'mossa' difensiva lo farebbe supporre la considerazione che finanziamenti 'illeciti' riferiti a quasi dieci anni fa sarebbero ormai prescritti. L'ex governatore veneto non farebbe cenno invece nel memoriale a nulla di illecito riguardo il Mose, per il quale è indagato per corruzione. Nessuna ammissione sullo 'stipendio' milionario che l'ex patron del Cvn, Giovanni Mazzacurati, dice di avergli pagato, ne' sulle regalie sotto forma di lavori gratuiti nella sua villa sostenute dall'ex ad della Mantovani, Piergiorgio Baita, e neppure sulle mazzette che l'ex segretaria Claudia Minutillo ha detto d'aver consegnato. Galan avrebbe ammesso invece finanziamenti illeciti per la campagna delle regionali 2005 ricevuti da 7-8 imprenditori, per alcune centinaia di migliaia di euro. Nulla di più. Bisogna aspettare il primo agosto per capire se questo sarà sufficiente a convincere il Tribunale del Riesame a concedergli l'attenuazione della custodia cautelare. Intanto, per la prima volta dopo l'arresto del marito, si è sfogata in un'intervista ad un quotidiano la moglie di Galan, Sandra Persegato, definendo "falsissime" le accuse dei pm. "Da settimane vivo in un incubo - ha detto la donna - Il sì all'arresto dalla Camera ce lo aspettavamo, mi hanno spiegato il valore politico di questo voto. Io però ho sperato fino all'ultimo che i colleghi di mio marito avessero letto le carte, approfondito le accuse e la sua puntuale difesa. Probabilmente così non è stato, altrimenti il voto avrebbe avuto un esito diverso. Oppure, le ragioni di partito sono più importanti della verità".
TURISMO
Nuova app gratuita per   <br/>i monumenti di Verona

Nuova app gratuita per
i monumenti di Verona

Una nuova applicazione gratuita, con diverse funzionalità, che permette di vedere direttamente sul proprio cellulare la lista dei luoghi e dei monumenti di maggior interesse turistico di Verona. E’ il nuovo software di “LeaveOn” presentato oggi dall’assessore al Turismo Enrico Corsi, insieme agli sviluppatori dell’applicazione Deny Cadorini e Luca Zivelonghi di UnitStyle. “Dopo la prima applicazione che consente ai turisti di lasciare messaggi virtuali alla Casa di Giulietta e che conta già 50 mila utenti registrati –spiega Corsi- questa nuova app “LeaveOn”, sviluppata sempre a costo zero per il Comune, consente ora ai turisti di vedere sul proprio cellulare, sia Iphone che Android, le zone e i monumenti di maggior interesse storico e artistico di Verona. Il sistema, grazie alla geolocalizzazione, riconoscerà il punto in cui ci si trova e farà vedere la lista in ordine di lontananza da dove si è in quel momento. Verrà inoltre visualizzata la distanza da percorrere e, cliccando sulla zona interessata, sarà possibile avviare il navigatore del telefono che porterà il turista nel luogo desiderato. Arrivati alla destinazione prescelta –conclude Corsi- sarà infine possibile vedere le foto e la descrizione storica, oltre a tutte le altre informazioni utili ai turisti: orari di apertura, numeri di telefono, prezzi dei biglietti e così via. Per i turisti stranieri, il sistema fornirà tutte le indicazioni in lingua inglese”.
ARGOMENTO
Disperso a Spiazzi     <br/>Ricerche ancora in corso

Disperso a Spiazzi
Ricerche ancora in corso

Protezione Civile, Vigli del Fuoco e Polizia Municipale sono alla ricerca di un anziano che da ore risulta mancare da casa. La squadra dei soccorritori è in azione nell'entroterra gardesano, nel comune di Spiazzi dove l'uomo, di circa 80 anni, risiede. L'allarme è scattato ieri da parte dei familiari.
EX GASOMETRO
Parcheggio ex Gasometro    <br/>A Settembre l'apertura

Parcheggio ex Gasometro
A Settembre l'apertura

Sopralluogo ai lavori di realizzazione del nuovo parcheggio che sta sorgendo nell’area dell’ex Gasometro e che entrerà in funzione ai primi di settembre. Presenti il sindaco Tosi, l’assessore alla Viabilità Enrico Corsi, l’assessore alle Strade Luigi Pisa, il presidente di AMT Germano Zanella, l’amministratore delegato di “Parolini Spa” -una delle imprese che partecipano all’Ati per la costruzione del parcheggio- Gianantonio Parolini. “Sono in fase di ultimazione i lavori di una struttura importante per la città di Verona –commenta il Sindaco Tosi- che si inserirà in un più ampio progetto di riqualificazione di alcuni nodi strategici della viabilità cittadina, che vedrà la sua realizzazione nei prossimi due anni: dal completamento del sottopasso di Città di Nimes, intervento inserito nel progetto del filobus, alle rotatorie che saranno realizzate quali opere pubbliche di compensazione nell’ambito della riqualificazione delle ex Cartiere, e che saranno quindi interamente finanziate dai privati. La prima di queste opere, i cui lavori prenderanno il via nei primi mesi del 2015, sarà l’anello circolatorio che verrà realizzato a fianco dell’ex Gasometro, tra ponte Aleardi, via Campo Marzo, via Torbido e viale dei Partigiani . Un intervento che risulterà fondamentale per la circolazione stradale del comparto, che sarà resa più fluida con conseguente riduzione anche dei livelli di inquinamento. Il bando per la gara europea sarà pubblicato in autunno, in modo da poter assegnare i lavori all’impresa aggiudicataria all’inizio del 2015”. “I lavori del parcheggio sono praticamente terminati–spiega l’assessore Corsi- i due piani interrati riservati alla sosta delle auto sono realizzati, così come l’area sovrastante, che verrà riservata ai bus turistici. Tuttavia abbiamo scelto di posticipare a settembre l’entrata in funzione del nuovo parcheggio, per consentire ad Agsm e ad Acque Veronesi di portare a termine alcuni importanti lavori di riqualificazione dei sottoservizi nella zona. Nei primi giorni di agosto sarà ultimato anche il sottopasso pedonale per l’attraversamento di lungadige Galtarossa, al quale mancano solo l’ascensore per i disabili e la doppia scala mobile. Esprimo quindi grande soddisfazione per essere riusciti a portare a termine un’opera che era ferma da vent’anni –conclude Corsi- e che rappresenta un’infrastruttura assolutamente strategica per la città di Verona, non solamente per i turisti che potranno parcheggiare a due passi dall’Arena, ma anche per i tanti cittadini veronesi che potranno usufruire di una struttura per la sosta a prezzi contenuti. Abbiamo infatti già definito le tariffe: 1 euro l’ora, 10 euro per le 24 ore e 50 euro per gli abbonamenti mensili”.

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

    Studionews
  • Amici animali

    documentario
  • TgVeneto

  • TgGialloblu Live

  • L'Opinione

  • TgVerona

    all'interno il TgGialloblu
  • Alla mia cara mamma nel giorno del suo compleanno

    commedia (Italia 1974) di Luciano Salce con Paolo Villaggio con Eleonora Giorgi
  • Film di seconda serata

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Film della notte

L'Opinione
ON AIR
29.07.2014
TgGialloblù
ON AIR
30.07.2014
TgVeneto
ON AIR
29.07.2014
Rosso & Nero
ON AIR
11.07.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Prima Serata
ON AIR
18.06.2014
L'Opinione
ON AIR
29.07.2014
TgVerona
ON AIR
29.07.2014
TgGialloblù
ON AIR
30.07.2014
TgVeneto
ON AIR
29.07.2014
Rosso & Nero
ON AIR
11.07.2014
ON AIR
07.04.2014

BPV MUTUO YOU

 

 

auditeL GIUGNO 2014 telenuovo

Studionews Rete Nord Pubblicità