VANDALI
Imbrattano panchine,  <br/>scoperti da un video

Imbrattano panchine,
scoperti da un video

Sono stati individuati grazie al sistema di videosorveglianza i responsabili di alcuni atti vandalici avvenuti nel parco del Campagnol, nel quartiere di Borgo della Vittoria, a san Martino Buon Albergo. Si tratta di alcuni giovani già conosciuti alle forze dell'ordine, tra i 18 e i 20 anni, che nei giorni scorsi hanno imbrattato con disegni e bestemmie delle panchine e delle strutture dell'area giochi.Nel video estrapolato dai vigili urbani si vedono tre giovani, di cui uno impegnato a imbrattare la panchina incurante del passaggio di alcune persone nelle vicinanze. Sono oltre una quarantina le telecamere attive a San Martino Buon Albergo e ottenute grazie a dei finanziamenti regionali reperiti alcuni anni fa dall'Unionvalli, l'alleanza amministrativa dei Comuni di San Martino Buon Albergo e Lavagno.
MALTEMPO
Temporali in provincia,     <br/>grandine e danni

Temporali in provincia,
grandine e danni

Grandine, una serie di temporali ha attraversato la provincia di Verona all’altezza della media pianura da ovest ad est: Condifesa Codive Verona, il consorzio per l’assicurazione agevolata in agricoltura ha ricevuto numerose segnalazione di danni da parte di imprese agricole delle zone.“Ci hanno segnalato per la maggior parte dei casi che si è trattato di grandine piccola dura ed in alcuni casi molto abbondante, in pochi casi si trattato di chicchi morbidi simili a neve oppure radi ma di notevoli dimensioni – spiega il presidente di Condifesa Codive Verona, Luca Faccioni – è presto per la quantificazione dei danni, dovranno uscire i periti. Gli agricoltori stimano che le perdite potrebbero essere ingenti. Del resto in questo momento gli alberi da frutta sono in fiore e le viti stanno germogliando, un momento molto delicato per queste colture”.Sono state colpite le coltivazioni nei comuni di Bussolengo, Sona, Sommacampagna, Pescantina, Villafranca di Verona, Valeggio sul Mincio: colpite quindi le coltivazioni dei peschi, e i germogli di kiwi. In alcuni casi la grandinata è stata molto abbondante. I temporali si sono poi spostati verso est colpendo i frutteti, in particolare i meli che sono già in produzione, nell’area di Buttapietra, Belfiore, Oppeano e Ronco all’Adige.Si segnalano forti grandinate anche a Montecchia di Crosara ed a Roncà. Pare che le celle temporalesche abbiano esaurito la loro potenza nell’area vicentina di Gambellara.Il Codive ricorda che la grandine colpisce a macchia di leopardo e la sua intensità e durata può variare molto anche su una superficie limitata.
CONTROLLI
Pass disabili ospedale,  <br/>solo cinque violazioni

Pass disabili ospedale,
solo cinque violazioni

La Polizia municipale di Verona, in collaborazione con l’Azienda Ospedaliera Universitaria, ha effettuato ieri e oggi una serie di controlli all’interno dell’area dell’ospedale di Borgo Trento per contrastare l’utilizzo irregolare di pass invalidi. 116 i veicoli - e relativi conducenti - controllati, dai quali è emerso un sostanziale rispetto delle norme sulla circolazione. Sono state infatti solo 5 le violazioni accertate a carico di altrettanti automobilisti, che avevano utilizzato il permesso invalidi di familiari o conoscenti per fini personali e non invece per esigenze del titolare, risultato assente. Uno di essi, 66enne veronese alla guida di una Cinquecento, è risultato anche senza patente, perché revocata nel 2008: perciò, oltre al ritiro del permesso, l’uomo è stato anche denunciato all’autorità giudiziaria. Una violazione si profila anche per la proprietaria del veicolo, sua compagna, che gli ha permesso di guidare nonostante la mancanza della patente. A suo carico è stata verbalizzata la violazione per l’incauto affidamento, che prevede una sanzione amministrativa di 389 euro. I controlli della Polizia municipale sono scattati ieri e oggi a seguito delle richieste della direzione dell’ospedale, che aveva notato la presenza di un numero elevato di auto con pass disabili all’interno della struttura. Dagli accessi irregolari derivano infatti gravi conseguenze sul numero di posti disponibili e quindi sulla fruibilità generale dei servizi ospedalieri. Le auto al servizio degli invalidi infatti possono sostare a tempo indeterminato e non solo per due ore, come riportato sul permesso temporaneo rilasciato dal personale di portineria al momento dell’accesso.
DROGA
Elettricista spacciatore   <br/>arrestato a Cadidavid

Elettricista spacciatore
arrestato a Cadidavid

Madre italiana, padre spagnolo. Lui, Ruben Jeronimo Sosa, è nato a Valencia ma è cittadino italiano, residente a Verona. 27enne, elettricista e per sua stessa ammissione assuntore di droga. E'finito ai domiciliari in una comunita' di Soave, in attesa d'essere processato per spaccio di stupefacenti: i carabinieri hanno riferito della sua attivita' che si svolgeva per lo piu' a Cadidavid, dove Ruben Jeronimo Sosa vive e dove teneva contatti con clienti tossicodipendenti. Nel suo appartamento è stata ritrovata droga pronta allo smercio, marjuana e cocaina. Nel furgone che utilizzava per lavoro nascondeva altra cocaina e denaro in contanti
DROGA
Elettricista spacciatore   <br/>arrestato a Cadidavid

Elettricista spacciatore
arrestato a Cadidavid

Madre italiana, padre spagnolo. Lui, Ruben Jeronimo Sosa, è nato a Valencia ma è cittadino italiano, residente a Verona. 27enne, elettricista e per sua stessa ammissione assuntore di droga. E'finito ai domiciliari in una comunita' di Soave, in attesa d'essere processato per spaccio di stupefacenti: i carabinieri hanno riferito della sua attivita' che si svolgeva per lo piu' a Cadidavid, dove Ruben Jeronimo Sosa vive e dove teneva contatti con clienti tossicodipendenti. Nel suo appartamento è stata ritrovata droga pronta allo smercio, marjuana e cocaina. Nel furgone che utilizzava per lavoro nascondeva altra cocaina e denaro in contanti
TRIBUNALE
Secessionisti, udienza    <br/>al Riesame a Brescia

Secessionisti, udienza
al Riesame a Brescia

Comincerà in tarda mattinata davanti al tribunale del Riesame di Brescia l'udienza dei secessionisti arrestati. Hanno presentato ricorso i legali di Rocchetta, Bernardelli, Chiavegato, Meneghelli, Turco, Manessi, Contin, Ferrari, Lanza, Orini, Cattaneo, Lovato e Abeni. Fuori dal tribunale sono attesi parenti dei secessionisti arrestati e svariati manifestanti.
FURTO
Strappa messali,   <br/>arrestato rumeno

Strappa messali,
arrestato rumeno

I Carabinieri di Parona Valpolicella hanno arrestato un romeno di 41 anni per aver prima rubato e poi strappato due messali della parrocchia Decollazione di S. Giovanni Battista. L'uomo, che era stato visto da una fedele mentre compiva il furto, alla richiesta della devota di lasciare i messali, li ha sollevati quasi come se volesse colpirla. Uscito sul sagrato ha strappato i due libri liturgici. La donna ha allertato il parroco e questi l'Arma che ha arrestato l'uomo.
CONTROLLI
Senza patente e ubriaco:  <br/>denunciato un 23enne

Senza patente e ubriaco:
denunciato un 23enne

La Polizia municipale ha denunciato all’Autorità giudiziaria uno scooterista di 23 anni per guida senza patente e in stato di ebbrezza. A suo carico anche altre responsabilità di carattere amministrativo perché lo scooter non era regolare, viaggiava oltre i limiti di velocità e non si è fermato all’alt degli agenti. L’episodio è avvenuto domenica poco prima delle 3 di notte in corso Milano, dove una pattuglia della Polizia municipale stava effettuando alcuni controlli. Lo scooterista era alla guida di un Yamaha Tzr e viaggiava a 75 chilometri orari, anziché ai 50 che avrebbe dovuto rispettare non solo perché previsti dalla segnaletica stradale, ma anche dalla categoria del veicolo. Invece di fermarsi all’alt, il giovane ha dribblato il posto di controllo fuggendo verso Croce Bianca, dove è però stato raggiunto dagli agenti . Il conducente è stato denunciato e gli sono state contestate le violazioni amministrative per complessivi 700 euro, oltre alla decurtazione di 13 punti dal patentino.
DROGA
Cocaina sotto il letto   <br/>Spacciatore in manette

Cocaina sotto il letto
Spacciatore in manette

In manette uno spacciatore marocchino 29enne che gestiva il suoi traffici direttamente da casa, a Verona. L’uomo era già stato più volte avvistato e segnalato da residenti del quartiere di Veronetta per i suoi movimenti sospetti in Via XX Settembre e Via Manzoni e così i poliziotti hanno deciso andare a controllare che cosa nascondesse nella stanza che aveva in affitto in un appartamento in Via Bravo.In un calzino nascosto sotto il letto gli agenti hanno trovato un involucro contenente 5 grammi di cocaina. Ma non solo. All’interno della federa del cuscino c’erano 1.570 euro in contanti, presumibilmente provento dello spaccio, mentre in un mobiletto era custodito il solito kit per il confezionamento della droga
INCIDENTE
Una domenica al mare   <br/>finita in ospedale

Una domenica al mare
finita in ospedale

Erano in gita nel veneziano le 4 giovani veronesi rimaste ferite in un incidente, ieri nel tardo pomeriggio, sulla strada provinciale che collega Caorle a San Stino. Ricoverate in ospedale a Portogruaro, fortunatamente nessuna di loro è in gravi condizioni. Stavano raggiungendo l’autostrada per tornare a Verona quando la loro vettura, una Toyota, è uscita di strada e, dopo aver centrato il guardrail, si è ribaltata in un campo. A soccorrere le 4 ragazze sono arrivati i Vigili del Fuoco di Portogruaro e il Suem 118
GUARDIA DI FINANZA
Vendite on-line false   <br/>griffe, oscurati 13 siti

Vendite on-line false
griffe, oscurati 13 siti

Oscurando 13 siti web i Finanzieri del Comando Provinciale di Verona hanno "bloccato" la vendita di centinaia di falsi capi di abbigliamento griffati. Accertato che in rete alcuni siti vendevano a prezzi fortemente ribassati capi di marca la Guardia di Finanza ha ottenuto dal pm Giuseppe Pighi un decreto di sequestro d'urgenza per 13 siti web, tutti con denominazioni idonee a trarre in inganno il consumatore. Il provvedimento, notificato a circa 150 Isp (Internet Service Provider), ha consentito l'inibizione all'accesso ai domini sul territorio nazionale. L'operazione aveva preso il via alla fine del 2013 quando, nell'ambito di un monitoraggio di internet erano stati individuati siti dove venivano venduti capi Moncler a prezzi inferiori del 60% del prezzo imposto dal produttore e praticato sullo "shop" del sito web ufficiale. Oltre al prezzo gli altri indizi che hanno portato i militari a pensare che si trovassero di fronte a "falsi" sono stati l'assenza della partiva Iva e soprattutto la totale inesistenza di informazioni del venditore. La ricerca aveva quindi permesso di individuare ulteriori siti web alcuni dei quali vendevano esclusivamente prodotti Moncler, altri numerosi marchi nazionali ed internazionali, falsi, quali Louis Vuitton, Prada, Gucci, Hermes, Armani, Hugo Boss, Peuterey ed Aeronautica Militare. Sono in corso ulteriori indagini per l'individuazione dei responsabili, apparentemente stranieri, domiciliati prevalentemente in Paesi extracomunitari.
INCIDENTE
Cade con scooter: muore  <br/>'Pacciani, tifoso Hellas

Cade con scooter: muore
'Pacciani, tifoso Hellas

Un 49enne di Verona, Marco Rossetti, è morto in un incidente avvenuto questa notte nella frazione di San Felice Extra. Conosciuto da tutti come "Pacciani", uno dei tifosi più assidui e pittoreschi del Verona, sempre presente in Curva Sud e in trasferta, l'uomo, per cause in corso di accertamernto da parte della Polizia municipale, con il suo scooter ha invaso la corsia opposta, finendo la sua corsa in un'aiuola contro un palo. Nella caduta è rimasto ucciso sul colpo.
TENTATO OMICIDIO
Accoltella ex fidanzata,    <br/>commercialista in cella

Accoltella ex fidanzata,
commercialista in cella

Un commercialista veronese, Enrico Sganzerla, 42 anni, di Cerea, è stato arrestato per tentato omicidio per aver accoltellato la sua fidanzata che è ora ricoverata all'ospedale di Vicenza. Le condizioni della giovane, Laura Roveri, 26 anni, di Nogara, sono gravi ed è tenuta sotto osservazione nel reparto di chirurgia plastica. Il fatto e' avvenuto al "Victory", una discoteca di Vicenza dove la donna era andata senza il fidanzato e con un gruppo di amici. Il rapporto sentimentale, che va avanti da un paio d'anni, sembrerebbe essere stato piuttosto teso, negli ultimi tempi, tra i due tanto che la vittima stava meditando di interromperlo. Da una prima ricostruzione della polizia berica Sganzerla ha raggiunto la 26enne nel locale per chiarire la loro storia. Prima hanno parlato in una sala del locale poi l'uomo ha invitato la fidanzata a proseguire il colloquio all'esterno. All'improvviso l'uomo ha estratto in coltello da cucina che aveva portato con sé da casa,che ha usato per colpire la donna che ha tentato di difendersi come poteva. In suo aiuto e' intervenuto un cliente e poi il personale di sicurezza del locale che hanno evitato il peggio e bloccato l'aggressore consegnandolo alla polizia. La donna, con varie ferite alla testa, ad un braccio e alla gola,é stata portata in ospedale. L'uomo invece é stato arrestato carcere.
DANNEGGIAMENTO
Disegna baffi a Madonna,   <br/>denunciato 82enne

Disegna baffi a Madonna,
denunciato 82enne

I carabinieri di San Massimo non hanno creduto ai loro occhi quando si sono accorti, visionando le immagini registrate dalle videocamere posizionate a tutela della Parrocchia delle Golosine di "Santa Maria Assunta", che a imbrattare la statua della Madonna posizionata dal 2006 sul sagrato della Chiesa non era stato un ragazzo ma un anziano. Al parroco è venuto quasi un colpo quando ha visto la statua in marmo della Madonna imbrattata: l'autore aveva disegnato, con un pennarello nero indelebile, baffi, marcato le sopracciglia. Uno sfregio che si è ripetuto come due anni fa quando un gruppo di giovani aveva lanciato contro la statua delle uova. Questa volta, guardando i filmati delle telecamere, era diverso: si vedeva un anziano arrampicarsi sulla statua e dileggiare col pennarello la sacra effige.L'Arma ha poi scoperto che ad agire era stato un 82enne, originario di Roma, ma da anni residente a Verona, con un passato da pittore. L'uomo non ha dato alcuna risposta plausibile, ma soltanto frasi senza una logica per giustificare il suo gesto. L'82enne è stato denunciato per offese alla religione dello Stato mediante vilipendio delle cose e rischia una condanna fino a due anni.
SQUADRA MOBILE
Zio pedofilo: da anni  <br/>molestava i nipoti

Zio pedofilo: da anni
molestava i nipoti

E' stato arrestato con l'accusa di aver molestato sessualmente per diciassette anni ben otto dei suoi nipoti un impiegato padovano di cinquant'anni che ora si trova in carcere. L'uomo è stato arrestato dalla Squadra Mobile di Padova, in collaborazione con quella di Verona. Sulla base degli elementi di indagine raccolti dalla polizia, il pm Giorgio Falcone ha chiesto l'emissione di un provvedimento di custodia cautelare per atti sessuali su minorenni. Una vicenda di pedofilia sconcertante che gli stessi investigatori faticano a raccontare e che sarebbe emersa alcuni mesi fa quando uno dei ragazzi molestati si è confidato con un insegnante il quale ha poi allertato la famiglia. I genitori si sono inizialmente rivolti al centro per bambini maltrattati, all'ospedale di Padova, che a sua volta ha avvisato la Polizia. Le molestie sarebbero iniziate nel 1996 e proseguite fino al 2013. Un periodo nel quale lo zio avrebbe costretto i nipoti a gesti intimi.
VOLANTI
Inseguimento in auto, <br/>un arresto e due in fuga

Inseguimento in auto,
un arresto e due in fuga

Era da poco passata la mezzanotte quando una pattuglia, transitando per corso Milano, ha notato una macchina di grossa cilindrata sfrecciare a tutta velocità. I poliziotti si sono diretti verso l’auto, un Range Rover Sport Bianco, per mettere fine alla pericolosa condotta stradale, ma il conducente, notate le sirene, si è dato alla fuga. Ne è nato così un concitato inseguimento nel quale più volte la potente vettura è stata sul punto di far perdere le sue tracce, cercando anche di speronare la Volante, per buttarla fuori strada. Dai controlli effettuati durante queste fasi, in collegamento con la sala radio, si è appurato che il veicolo era stato rubato poco prima. Alla fine, quando ormai si era raggiunto il Comune di Bussolengo, l’abilità degli Agenti ha costretto i fuggitivi - a bordo erano in tre - ad abbandonare l’auto e fuggire a piedi per i campi. L’intera zona è stata circondata con il supporto di altre pattuglie di rinforzo. Dopo minuti di incessanti ricerche uno dei fuggitivi è stato individuato, acquattato tra le siepe e il muro di recinzione di una villetta. Gli Agenti si sono allora mossi per bloccare il fuggitivo, intimandogli di non muoversi ma l’uomo ha reagito violentemente, avvinghiandosi al corpo di uno dei poliziotti, innescando così una accesa colluttazione al termine della quale gli Agenti riuscivano ad immobilizzare il ladro.L’uomo, S.C., un 29enne rumeno senza fissa dimora in Italia, è stato allora tratto in arresto per i reati di furto aggravato in concorso con persone rimaste ignote, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale, per poi essere condotto in ospedale per accertamenti.Dimesso questa mattina, si trova ora in stato di custodia cautelare in carcere in attesa del giudizio, rinviato al 23 maggio.Proseguono le indagini, da parte della Squadra Mobile, per rintracciare i due complici.

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Rosso & Nero

    diretta
  • TgVeneto

  • Informazione

    L'Opinione, TgVerona, Studionews
  • TgGialloblu Live

  • L'Opinione

  • TgVerona

    all'interno il TgGialloblu
  • Gothika

    horror (Usa 2003) di Mathieu Kassovitz con Halle Berry e Penelope Cruz
  • Film di seconda serata

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Film della notte

L'Opinione
ON AIR
15.04.2014
TgGialloblù
ON AIR
15.04.2014
TgVeneto
ON AIR
15.04.2014
Rosso & Nero
ON AIR
15.04.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Prima Serata
ON AIR
11.04.2014
L'Opinione
ON AIR
15.04.2014
L'Opinione
ON AIR
15.04.2014
TgVerona
ON AIR
15.04.2014
TgGialloblù
ON AIR
10.02.2014
TgVeneto
ON AIR
15.04.2014
Rosso & Nero
ON AIR
15.04.2014
ON AIR
07.04.2014

BPV YOUBANKING


 

auditeL MARZO 2014 telenuovo

I più visti della settimana

Studionews Rete Nord Pubblicità