ALLUVIONE
Maltempo a sud del Baldo      <br/>caduti 200 mm di pioggia

Maltempo a sud del Baldo
caduti 200 mm di pioggia

200 millimetri d'acqua. È la quantità di pioggia caduta in questi ultimi tre giorni nell'area meridionale del Baldo, tra Caprino, Costermano, Rivoli, Cavaion e Affi. L'equivalente di 3 mesi di precipitazioni, particolarmente intense la scorsa notte. Fortunatamente non si sono segnalati danni a persone, ma gli allagamenti in garage e scantinati sono stati numerosi, tali da richiedere il prolungato intervento dei vigili del Fuoco, al lavoro da ieri sera, e fino a questa mattina con 20 uomini e 8 mezzi.Una delle zone maggiormente colpite dalle precipitazioni è la strada che porta all'agriturismo Val del Tasso. L'omonimo torrente è infatti esondato mandando sott'acqua l'unica via d'accesso alla struttura. I tecnici del comune si sono da subito adoperati per mettere in sicurezza gli argini del fiumiciattolo, ma il flusso d'acqua è rimasto imponente per lunghe ore.L'esondazione non solo ha eroso la strada che porta all'agriturismo, ma ha anche danneggiato le tubature che forniscono l'acqua potabile, causando quindi un grande disagio agli ospiti della struttura. Il livello del torrente ha continuato a variare nel corso della giornata, ma la situazione, dopo la nottata, è sembrata tornare sotto controllo.Disagi anche a Caprino, in località Boi, dove il nubifragio ha causato l'allagamento di un garage, dove il livello dell'acqua ha raggiunto oltre due metri. Qui i Vigili del Fuoco hanno lavorato per oltre 12 ore, aiutanto i proprietari dello stabile a svuotare la rimessa.Le previsioni non sembrano dare buone indicazioni sull'arrivo del sole. Nelle prossime ore sono attese forti precipitazioni, con una possibile pausa solo nella giornata di giovedì. Pausa che sarà bruscamente interrotta da altri forti temporali. Tanto da far decidere al centro funzionale decentrato della protezione civile del Veneto di dichiarare lo stato di attenzione per il rischio idrogeologico su tutto il territorio, con la possibilità che cambi in stato di allarme a livello locale. Con l'estate che continua a farsi desiderare.
CARABINIERI
Il camionista maniaco      <br/>rischia fino a 10 anni

Il camionista maniaco
rischia fino a 10 anni

Sceglieva le vittime all'interno di un noto centro commerciale del veronese. Tutte molto simili: donne minute, capelli scuri, in gonna o in mini. Quando uscivano cariche con la spesa le seguiva e mentre caricavano le borse in macchina arrivava alle spalle per molestarle. Molestie pesanti, non un semplice palpeggiamento. Per questo un camionista portoghese di 36 anni Ramos Caldeira, è in carcere a Montorio con l'accusa di violenza sessuale, reato per il quale è prevista una pena tra i cinque e i dieci anni. A dare l'allarme gli stessi responsabili del centro commerciale che hanno fornito ai Carabinieri di San Martino e del radiomobile tutte le immagini delle telecamere della videosorveglianza che riprendevano l'uomo mentre seguiva le malcapitate vittime. Un'indagine chiusa lo scorso fine settimana quando i militari hanno visto e fermato l'uomo sempre nello stesso centro commerciale. Nel camion, alcuni degli abiti ripresi dalle telecamere nelle precedenti violenze e il tachigrafo che lo collocavano a Verona nei giorni delle denunce. Almeno tre gli episodi di violenza tra maggio e giugno che i Carabinieri hanno ricostruito a Verona. Ma non sarebbero le uniche. L'uomo durante l'interrogatorio di convalida ha confessato un quarto episodio a Bologna, ma gli investigatori pensano che i casi effettivi di molestie siano molti di più.
INCIDENTE
Schiacciato dal trattore   <br/>Tragedia a Presina

Schiacciato dal trattore
Tragedia a Presina

Tragedia sul lavoro nel pomeriggio nella bassa veronese. Un uomo di 51 anni, Roberto Zeminian, è morto schiacciato da un trattore a Presina di Albaredo d’Adige. La vittima abitava vicino al luogo dell'incidente ed era dipendente di un'azienda florovivaistica della zona. Zeminian stava tagliando l'erba sul ciglio di un canale quando l'argine ha ceduto facendo ribaltare il trattore in acqua. L'uomo ha quindi cercato di saltare dal mezzo ma è finito schiacciato. Sul posto per i soccorsi e i rilievi del caso i Vigili del fuoco di Legnago, quelli di Verona, il 118, i carabinieri di Ronco e Legnago e i tecnici dello Spisal.
CARABINIERI
Preso il violentatore     <br/>seriale del parcheggio

Preso il violentatore
seriale del parcheggio

I Carabinieri del radiomobile in collaborazione con i militari della stazione di San Martino Buon Albergo hanno arrestato un camionista portoghese, responsabile di almeno tre violenze sessuali nel veronese. L'uomo, Ramos Sideiro Miguel Caldeira, 36 anni, ha molestato pesantemente tre donne al parcheggio di un noto centro commerciale di Verona, palpeggiandone le parte intime e andando anche oltre. Un comportamento filmato dalla telecamere di sorveglianza del centro commerciale che ha subito allertato i Carabinieri. L'uomo seguiva le vittime appena queste uscivano dal centro commerciale e andavano a prendere l'auto munite di borse della spesa. Non appena le donne caricavano in macchina le borse l'uomo arrivava alle loro spalle, allungando pesantemente le mani. Gli episodi del veronese si riferiscono al maggio e giugno scorso, ma il camionista potrebbe essere autore di altre violenze, o non denunciate o commesse in altre città italiane. Non a caso l'uomo, durante l'interrogatorio di convalida, ha confessato spontaneamente un quarto episodio avvenuto sempre nel parcheggio di un centro commerciale di Bologna. NON SEMPLICI PALPEGGIAMENTI. "Il reato di violenza sessuale è molto ampio" ha spiegato il comandante del radiomobile Luca Mariano. "Nel caso specifico non stiamo parlando della semplice mano morta sull'autobus. L'uomo era un seriale, sceglieva sempre lo stesso tipo di vittima: capello scuro, fisico minuti, vestita con una gonna o con una mini". "Gli episodi avevano destato molta preoccupazione anche tra i responsabili del centro commeciale" ha aggiunto Mariano "e siamo convinti che ci ciano altri episodi simili ai tte denunciati
CARABINIERI
Preso il violentatore     <br/>seriale del parcheggio

Preso il violentatore
seriale del parcheggio

I Carabinieri del radiomobile in collaborazione con i militari della stazione di San Martino Buon Albergo hanno arrestato un camionista portoghese, responsabile di almeno tre violenze sessuali nel veronese. L'uomo, Ramos Sideiro Miguel Caldeira, 36 anni, ha molestato pesantemente tre donne al parcheggio di un noto centro commerciale di Verona, palpeggiandone le parte intime e andando anche oltre. Un comportamento filmato dalla telecamere di sorveglianza del centro commerciale che ha subito allertato i Carabinieri. L'uomo seguiva le vittime appena queste uscivano dal centro commerciale e andavano a prendere l'auto munite di borse della spesa. Non appena le donne caricavano in macchina le borse l'uomo arrivava alle loro spalle, allungando pesantemente le mani. Gli episodi del veronese si riferiscono al maggio e giugno scorso, ma il camionista potrebbe essere autore di altre violenze, o non denunciate o commesse in altre città italiane. Non a caso l'uomo, durante l'interrogatorio di convalida, ha confessato spontaneamente un quarto episodio avvenuto sempre nel parcheggio di un centro commerciale di Bologna. NON SEMPLICI PALPEGGIAMENTI. "Il reato di violenza sessuale è molto ampio" ha spiegato il comandante del radiomobile Luca Mariano. "Nel caso specifico non stiamo parlando della semplice mano morta sull'autobus. L'uomo era un seriale, sceglieva sempre lo stesso tipo di vittima: capello scuro, fisico minuti, vestita con una gonna o con una mini". "Gli episodi avevano destato molta preoccupazione anche tra i responsabili del centro commeciale" ha aggiunto Mariano "e siamo convinti che ci ciano altri episodi simili ai tte denunciati
TRAFFICO
Non c'è il sole, turisti   <br/>invadono la città

Non c'è il sole, turisti
invadono la città

Una colonna di automobili infinita, a bloccare tutta la bretella in direzione Verona. Colonna anche in autostrada e sulla Gardesana. E se si leggono le targhe delle macchine in fila ci si rende subito conto che si tratta di un esodo da maltempo. Tutti turisti, tedeschi in gran parte, che hanno lasciato le spiaggie del lago per una visita al centro storico di Verona, complice ovviamente questa ostinata e prolungata mancanza di sole.Disagi notevoli alla viabilità con l'intasamento del traffico che ha praticamente bloccato le circonvallazioni fino a Corso Porta Nuova. Esauriti tutti i principali parcheggi a pagamento.
CARABINIERI
Accoltellato a Lugagnano      <br/>Prognosi resta riservata

Accoltellato a Lugagnano
Prognosi resta riservata

Si erano presi a male parole già altre volte, frequentatori abituali di questo bar, il Ni Hao di Lugagnano di Sona. Prima qualche sfottò, poi qualche parola di troppo. Diverbi da bar. E rancori che da qualche giorno covavano secondo gli investigatori tra un croato cinquantanne e un marocchino di trent'anni entrambi residente in zona. Rancori sfociati in una lite che è scoppiata fuori da questo bar ieri sera, erano da poco passate le 22. I due uomini si sono affrontati a pugni. Ha avuto la meglio il croato. Il marocchino è tornato a casa, ha preso un coltello ed è tornato al bar per riaffrontare l'avversario, colpito da una coltellata al torace. E poi è scappato, gettando il coltello durante la fuga. Il croato è stato subito soccorso e trasportato dal 118 all'ospedale di Bussolengo prima e a Borgo Trento poi. L'allarme per le sue condizioni, subito molto gravi, è leggermente rientrato questa mattina quando in medici hanno confermato le riserve sulla prognosi ma hanno anche chiarito che l'uomo non è più in pericolo di vita. Un'indagine rapidissima quella dei Carabinieri di Villafranca che già ieri in tarda serata, dopo aver sentito alcuni testimoni, hanno rintracciato nel comune di Sona l'aggressore, pluripregiudicato. Che si è fatto arrestare senza opporre resistenza ed è ora rinchiuso nel carcere di Montorio con l'accusa di tentato omicidio
INCIDENTE
Si ribalta grosso Tir   <br/>disagi in tangenziale

Si ribalta grosso Tir
disagi in tangenziale

Un grosso Tir con rimorchio si è ribaltato intorno alle 14 in tangenziale Sud. Stando alle prime ricostruzioni, il conducente del mezzo avrebbe frenato bruscamente nel tentativo di non tamponare un'auto che si era posizionata davanti a lui. Nessuno è rimasto ferito, ma lo sversamento sull'asfalto di decine di litri di gasolio ha costretto a chiudere lo svincolo in entrata per la Tangenziale e a deviare il traffico in autostrada al casello di Verona Est.
MALAVITA
Zona Tribunale, danni    <br/>alle auto e furti

Zona Tribunale, danni
alle auto e furti

Una tendenza che è tornata prepotentemente alla ribalta. Verona e la provincia nel mirino di ladri o semplici disturbatori, il più delle volte giovanissimi che si divertono a creare scompiglio. Urla nel cuore della notte, specchietti della automobili manomessi, in qualche caso anche tentativi di furti nella abitazioni. Nessuno dei residenti ha voluto rilasciare dichiarazioni, ma la paura, senza creare allarmismi, c'è. Il sospetto è che si tratti sempre dello stesso gruppo. Sono giovani come detto, non italiani, e piuttosto arroganti. Transitano tra Via Grioli e Via Maggi, nei pressi del tribunale, insultano passanti e residenti e sono sempre pronti allo scontro. L'invito da parte della Questura che sta monitorando attentamente la zona è quello di evitare di esporsi o di replicare a questi giovani per evitare di incorrere in problemi.
MUNICIPALE
Guida scooter rubato  <br/>arrestato spacciatore

Guida scooter rubato
arrestato spacciatore

La Polizia municipale ha arrestato ieri uno scooterista di 20 anni di nazionalità marocchina per resistenza a pubblico ufficiale. Il giovane dovrà rispondere anche di guida senza patente e detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio, oltre ad una serie di violazioni amministrative commesse durante la fuga. Il giovane, alla guida di uno scooterone Yamaha è stato individuato ieri, alle 12.30, in via dal Cero, mentre trasportava un passeggero senza casco. Avvicinatisi al veicolo gli agenti hanno intimato l’alt, ma il conducente anzichè fermarsi è scappato verso via Galliano e poi in zona stadio, dove ha fatto scendere al volo il passeggero, continuando poi la sua fuga. Raggiunto dagli agenti motociclisti ha abbandonato lo scooter ed è saltato oltre una recinzione, fuggendo a piedi. Pochi minuti dopo un altro equipaggio lo ha però intercettato in via Negrelli, dove aveva cercato di nascondersi. Accompagnato al Comando per accertamenti, gli agenti hanno scoperto numerosi precedenti penali. Il giovane risultava infatti senza patente, lo scooterone rubato e sotto la sella erano nascosti circa 67 grammi di marijuana. Dichiarato in arresto e comparso questa mattina davanti all’autorità giudiziaria, che ne ha convalidato l’arresto, il giovane è stato rimesso in libertà ed è stato disposto a suo carico l’obbligo di firma per tre giorni la settimana alla stazione dei Carabinieri di Pescantina, dove risiede. Oltre agli aspetti penali gli agenti hanno contestato anche una serie di violazioni amministrative commesse durante la fuga, per complessivi 650 euro circa di sanzioni per velocità pericolosa, mancata precedenza agli incroci, circolazione su pista ciclabile, contromano in corso Milano, passaggio con semaforo rosso e perdita di controllo del veicolo. Sempre ieri la Polizia municipale ha denunciato all’autorità giudiziaria un secondo scooterista senza patente: un 22enne di nazionalità marocchina fermato in via Adigetto alla guida di un Mbk Booster non assicurato, senza carta di circolazione al seguito, mentre viaggiava in contromano. Oltre mille euro le sanzioni amministrative a suo carico, oltre al sequestro dello scooter e alla denuncia penale.
AGGRESSIONE
Lugagnano, uomo    <br/>ferito a coltellate

Lugagnano, uomo
ferito a coltellate

Prima la lite, poi l'accoltellamento. E' successo a Lugagnano di Sona dove un marocchino ha ferito a coltellate un croato con cui aveva litigato qualche giorno prima. I Carabinieri di Villafranca sono però riusciti a rintracciare e arrestare l'aggressore. Il croato ferito all'addome non sarebbe in pericolo di vita.
CONTROLLI
Finanza, ancora droga     <br/>sequestrata a Veronetta

Finanza, ancora droga
sequestrata a Veronetta

Lo scorso fine settimana i “Baschi Verdi” hanno sequestrato complessivamente 7 piante di marijuana, 147 grammi circa di hashish, 2.6 grammi tra semi e foglie di marijuana e 2 bilancini di precisione. Questo il risultato dei controlli antidroga esercitato nei quartieri di Veronetta e Porto San Pancrazio.
VIGILI DEL FUOCO
Allagamenti e disagi    <br/>Maltempo senza tregua

Allagamenti e disagi
Maltempo senza tregua

Il maltempo delle ultime ore sta creando una serie di disagi in tutta la Provincia. Nessuna zona immune e tra le più colpite la Valpolicella, la zona di Valeggio sul Mincio e tutta la parte ovest della città a partire dal Chievo. Le telefonate ai Vigili del fuoco sono arrivate a centinaia a partire dal primo pomeriggio. I maggiori problemi si sono avuti perchè i tombini non sono riusciti a reggere l'enorme quantità di acqua caduta e così si sono verificate decine di allagmenti. Problemi anche dalle fognature, sempre nella zona ovest della città. Per il momento, oltre agli evidenti disagi per la viabilità, non pare si siano registrati danni a persone.La situazione resta comunque delicata perchè sembra che la tregua non sia molto vicina. Secondo le previsioni dovrebbe piovere almeno fino a lunedì.
ATTI OSCENI
Nudo al Pam     <br/>Arrestato rumeno

Nudo al Pam
Arrestato rumeno

Bizzarro episodio al Pam di Via dei Mutilati. Un uomo dell'est, senza apparente motivo, ha minacciato una guardia giurata per poi prendersela anche con una cassiera, abbassandosi pantaloni e mutande. Giunti immediatamente sul posto, gli Agenti hanno trovato l'uomo davanti al supermercato, ormai completamente denudato, mentre dava in escandescenze ed inveiva contro le persone lì intorno. I poliziotti hanno provato a tranquillizzarlo ma il 45enne si è lucidamente ed energicamente rifiutato di rivestirsi, anzi mostrando ancor di più le proprie nudità. Vista la situazione, l’uomo è stato condotto sulla Volante e arrestato per il reato di atti osceni in luogo pubblico.
ARRESTI
Armi e droga    <br/>Due in manette

Armi e droga
Due in manette

Non solo detenzione illecita aggravata di 3,6 kg di cocaina (tre mattonelle) occultati sotto il sedile dell'autovettura, un'Audi A2. I Carabinieri a seguito di una perquisizione effettuata nell'abitazione dei due arrestati a Sandrà, un albanese e una romena, hanno trovato tre pistole e le relative munizioni oltre a un kit completo per la pulizia delle armi. Tutto sarà passato al Ris di Parma per capire se e come quelle pistole sono state utilizzate.
SEQUESTRO
Coca, Hashish, Marijuana    <br/>Doppio colpo della Gdf

Coca, Hashish, Marijuana
Doppio colpo della Gdf

Oltre cinque chili di droga, tra cocaina purissima, hashish e marijuana e più di 26 mila euro in contanti. Questo l'ammontare del sequestro di due operazioni della Guardia di Finanza che hanno intercettato un corriere e un pusher durante alcuni controlli. Decisivo l'apporto delle unità cinofile. Il primo al casello di Peschiera, dove è stato fermato un albanese di 27 anni con precedenti specifici. L'uomo nascondeva un chilo di cocaina purissima ancora da dividere in dosi e destinata al mercato gardesano (valore oltre 200 mila euro). Mentre l'albanese veniva portato a Montorio, i finanzieri di Venezia controllavano l'appartamento dell'albanese rinvenendo contanti di dubbia provenienza (26 mila euro) e quattro chili di marijuana. Il secondo arresto è quello di un pusher a Sommacampagna. Si tratta di un italiano di 37 anni che stava cedendo alcune dosi e in macchina nascondeva una decina di grammi di stupefacente, un bilancino e soldi contanti anche in questo caso di dubbia provenienza.

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Amici animali

    documentario
  • TgVeneto

  • Hellas Verona - AltoAdige

    diretta calcio
  • TgVerona

    all'interno il TgGialloblu
  • Nelly e Mr. Arnaud

    sentimentale (Francia 1995) di Claude Sautet con Michel Serrault e Emmanuelle Béart
  • Film di seconda serata

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Film della notte

L'Opinione
ON AIR
30.07.2014
TgGialloblù
ON AIR
30.07.2014
TgVeneto
ON AIR
29.07.2014
Rosso & Nero
ON AIR
11.07.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Prima Serata
ON AIR
18.06.2014
L'Opinione
ON AIR
30.07.2014
L'Opinione
ON AIR
30.07.2014
TgVerona
ON AIR
30.07.2014
TgGialloblù
ON AIR
30.07.2014
TgVeneto
ON AIR
29.07.2014
Rosso & Nero
ON AIR
11.07.2014
ON AIR
07.04.2014

BPV MUTUO YOU

 

 

auditeL GIUGNO 2014 telenuovo

I Nuovissimi

Studionews Rete Nord Pubblicità