INCHIESTA MOSE
Galan, visita in carcere   <br/>di Santanchè e Gallera

Galan, visita in carcere
di Santanchè e Gallera

In attesa di incontrare oggi il magistrato è stata una giornata di visite quella di ieri in carcere ad Opera (Milano) per l'ex presidente del Veneto Giancarlo Galan. Oltre al suo avvocato e amico Niccolò Ghedini, Galan ha incontrato la deputata di Forza Italia Daniela Santanchè e il segretario lombardo del partito e consigliere regionale Giulio Gallera. Ai suoi 'ospiti' Galan, come indicano alcuni quotidiani, è apparso "combattivo, determinato a proseguire nella sua battaglia". Al di là degli aspetti politici della vicenda che lo vede coinvolto l'ex ministro avrebbe messo in evidenza una condizione umana di amarezza legata al sentimento d'amore verso la famiglia. "Mi ha detto che il suo problema più grande - ha riferito Santanchè - è quello di non potere parlare con la moglie e la piccola figlia. Non ha ancora ricevuto i libri che aveva portato con sé e per ora passa il tempo leggendo l'ordinanza". Anche Gallera lo ha trovato "reattivo e pronto a combattere". "E' molto su di morale - ha sottolineato l'esponente forzista lombardo - ma mi ha confessato di avere chiuso con la politica".
PROFUGHI
Centro d'accoglienza a       <br/>Verona? Non se ne parla

Centro d'accoglienza a
Verona? Non se ne parla

"Fino adesso da noi le cose hanno funzionato in maniera corretta e sensata perchè sono state accolte nel tempo alcune decine di persone con dei numeri gestibili e sopportabili. Verona ha una capacità d'accoglienza limitata a e fare scelte diverse creerebbe gravi disagi in temini sociali, forse anche di sicurezza, e quindi diremo no ad insediamenti più numerosi". Così il sindaco di Verona Flavio Tosi sul problema profughi all'arrivo in Prefettura, oggi pomeriggio, per la riunione del tavolo dell'ordine e la sicurezza. L'emergenza profughi non era all'ordine del giorno ma l'attualità del problema ha portato a discuterne. "Le spese? Finora il comune non ha speso nulla per l'accoglienza. C'è invece un discorso delle spese a carico dello Stato che è un problema politico nazionale che prima o poi bisognerà porsi, perchè costerebbe immensamente meno aiutare queste persone nei paesi d'origine piuttosto che portarle in Italia con dei costi che quantomeno decuplicano" ha spiegato Tosi. Secondo l'assessore alla sicurezza della provincia Gualtiero Mazzi, che ieri ha preso parte al tavolo regionale per l'immigrazione convocato a Venezia dal Prefetto: "l'esigenza al momento in Veneto è di trovare posto a circa 200 persone. Ma stime ufficiali non ce ne sono, e se i flussi di sbarchi continuano con questa intensità c'è seriamente il rischio che nei prossimi mesi il Veneto debba far fronte ad un'accoglienza per qualche migliaio di persone".
MUNICIPALE
Assalto ai parcheggi   <br/>Delirio a Porta Nuova

Assalto ai parcheggi
Delirio a Porta Nuova

Pioggia di turisti in città causa il brutto tempo e come spesso accade in estate, quando non splende il sole, centro città completamente intasato per il traffico. Lo snodo cruciale è quello di Porta Nuova dove l'assalto ai parcheggi dei turisti scesi dal Lago ha provocato prima rallentamenti e poi una gigantesca fiumana di auto che dal pomeriggio è stata smaltita verso sera. Migliaia di macchine che si sono aggiunte al traffico abituale e che hanno intasato tutte le direttrici in uscita dalla città, da Porta Nuova a via del Pontiere, a via dal Cero a piazza Cittadella.
IMMIGRAZIONE
Profughi, Zaia: Veneto   <br/>ha già fatto il suo

Profughi, Zaia: Veneto
ha già fatto il suo

"Se essere umani significa mettere queste persone in discariche a cielo aperto vuol dire che è cambiato il concetto di umanità". Lo ha detto oggi il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, rispondendo ad una domanda sul flusso di profughi che hanno raggiunto le coste italiane. "Così - ha proseguito - non si aiutano questi poveri disgraziati e non si può pensare che una regione come il Veneto possa ancora accettarli. Il Veneto ha già fatto il suo, siamo la regione con maggiore pressione demografica straniera in Italia e non capisco quale Eldorado possa rappresentare il Veneto per queste persone con la disoccupazione che c'è". "Abbiamo capito che in Italia la politica dell'immigrazione la sta gestendo il presidente della Camera - ha concluso - e mi chiedo cosa dica il premier davanti a questo esodo biblico".
IMMIGRAZIONE
Profughi, Zaia: Veneto   <br/>ha già fatto il suo

Profughi, Zaia: Veneto
ha già fatto il suo

"Se essere umani significa mettere queste persone in discariche a cielo aperto vuol dire che è cambiato il concetto di umanità". Lo ha detto oggi il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, rispondendo ad una domanda sul flusso di profughi che hanno raggiunto le coste italiane. "Così - ha proseguito - non si aiutano questi poveri disgraziati e non si può pensare che una regione come il Veneto possa ancora accettarli. Il Veneto ha già fatto il suo, siamo la regione con maggiore pressione demografica straniera in Italia e non capisco quale Eldorado possa rappresentare il Veneto per queste persone con la disoccupazione che c'è". "Abbiamo capito che in Italia la politica dell'immigrazione la sta gestendo il presidente della Camera - ha concluso - e mi chiedo cosa dica il premier davanti a questo esodo biblico".
CANTIERI
Via Lazzaretto: causa  <br/>maltempo lavori slittati

Via Lazzaretto: causa
maltempo lavori slittati

A causa del maltempo di questi giorni, i lavori in zona Porto San Pancrazio (nel tratto tra via ponte San Pancrazio e il civico n. 23 di via Lazzaretto) termineranno martedì 29 luglio e non, come originariamente previsto, domani venerdì 25 luglio. Fino a tale data rimarrà quindi il divieto di transito e sosta alle autovetture. Dal 30 luglio la circolazione sarà consentita a senso unico alternato. Dal 10 agosto per la durata di 15 giorni, sempre in via Lazzaretto, nel tratto compreso tra il civico n. 23 e il n. 7, per consentire ai tecnici di Acque Veronesi l’avvio della seconda fase dei lavori per la realizzazione di una nuova condotta fognaria delle acque nere (attualmente la zona non è servita), verrà istituito il senso unico alternato di circolazione dei veicoli regolato da movieri o semaforo mobile.
CARABINIERI
Atti osceni sul lago       <br/>Denunciato un veronese

Atti osceni sul lago
Denunciato un veronese

I carabinieri di Lazise hanno individuato e fermato un uomo responsabile di atti osceni in luogo pubblico. Sulla costa veronese del Garda erano stati infatti rilevati alcuni episodi di bagnanti terrorizzate alla vista di un energumeno che le avvicinava compiendo atti onanistici. Raccolte le testimonianze, i carabinieri hanno confrontato gli episodi con alcuni analoghi accaduti nelle estati passate ed è stato così bloccato un 39enne di Bardolino noto già per situazioni simili.
VIGILI DEL FUOCO
Fiamme in campeggio,       <br/>paura a Lazise

Fiamme in campeggio,
paura a Lazise

Un principio di incendio che si è risolto con l'intervento dei Vigili del Fuoco e alla fine pochissimi danni. Però le fiamme che si sono propagate ieri sera all'interno di un locale del Camping La Quercia a Lazise hanno creato un certo spavento. A prendere fuoco un paio di mobili all'interno di una stanza utilizzata per l'intrattenimento degli ospiti del camping. Il principio di incendio è stato spento in poco tempo. Alla fine la paura si è esaurita con qualche danno all'arredamento.
INCIDENTE
Auto contro furgone   <br/>ferita una 31enne

Auto contro furgone
ferita una 31enne

Incidente stradale stamattina alle 10.30 poco dopo la fiera, all'incrocio tra viale del lavoro e viale dell'industria. Una ford fiesta guidata da una brasiliana di 31 anni è andato a sbattere contro un furgone con 9 persone a bordo che stava svoltando verso sinistra, secondo i primi rilievi della Polizia Municipale, senza rispettare la precedenza. Violento l'urto. La donna è stata subito soccorsa e trasportata a Borgo Trento, illesi gli occupanti del furgone, una coppia veneziana con il figlio di un mese e sei diciottenni. Al termine dei rilievi gli agenti hanno ritirato la patente al conducente del furgone. Disagi per il traffico, come sempre a quell'ora molto sostenuto.
CARABINIERI
Ancora furti di rame    <br/>Marocchino denunciato

Ancora furti di rame
Marocchino denunciato

Stava smontando delle grondaie in rame dal tetto di un condominio disabitato di San Bonifacio. Un marocchino senza fissa dimora è stato denunciato dai Carabinieri per tentato furto e danneggiamento. Nello stesso intervento sono stati denunciati, sempre a piede libero, altri quattro extracomunitari per occupazione abusiva.
CONTROLLI
Mazze e catene in auto   <br/>Denunciato 25enne

Mazze e catene in auto
Denunciato 25enne

I Carabinieri di Peschiera del Garda hanno denunciato per porto abusivo di armi un 25enne di Castelnuovo del Garda: sabato sera era stato controlato con altri tre coetanei a bordo della sua autovettura. Nel baule aveva due grosse mazze di legno, cinque catene, parrucche e maschere. La giustificazione di servirsene per “fare uno scherzo” ha invece determinato un serio approfondimento da parte dei militari, per individuare eventuali vittime di azioni violente o progetti delittuosi Cinque arresti e una denuncia sono il consuntivo dell’attività dei Carabinieri della Compagnia di Peschiera del Garda nell’ultimo fine settimana.Il Nucleo Operativo e Radiomobile ha tratto in arresto a Castelnuovo del Garda due giovani cittadini croati che rubavano all’interno del parco divertimenti Gardaland. Lo stesso Nucleo nel corso dei servizi di controllo del territorio ha individuato e arrestato tre catturandi, sottrattisi ad altrettanti ordini di arresto emessi dalle autorità giudiziarie italiane ed estere: un pregiudicato di origini calabresi domiciliato a Peschiera del Garda e due turisti, un cittadino olandese e una austriaca, costretti ad interrompere anticipatamente le loro vacanze lacustri.
TRAFFICO
Maltempo sul lago   <br/>Turisti verso il centro

Maltempo sul lago
Turisti verso il centro

Il maltempo sul Lago di Garda ha provocato un notevole aumento del traffico sulla tangenziale che porta a Verona. Centinaia di turisti hanno infatti lasciato le rispettive zone di villeggiatura per una visita in centro. Soprattutto tedeschi, ma anche olandesi, danesi e norvegesi hanno scelto una mattinata lontano dal lago visti i forti temporali e le abbondanti piogge con grandine di questa mattina. Maltempo che dovrebbe durare anche nei prossimi giorni.
ARGOMENTO
Incidente in autostrada   <br/>Due persone ferite

Incidente in autostrada
Due persone ferite

Due persone sono rimaste ferite a seguito di un incidente avvenuto sull'A4 in direzione Milano. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco.
POLIZIA
Fuga in bici col bottino  <br/>Denunciati due moldavi

Fuga in bici col bottino
Denunciati due moldavi

Scappano in bici alla vista della volante. E la manovra non sfugge agli occhi degli agenti del commissariato di Borgo Roma che fermano e controllano due moldavi "carichi" di oggetti di valore probabilmente rubati. E' successo ieri in stradone Santa Lucia. I due, 37 e 27 anni, erano in sella a due bici di notevole valore di marca Ktm e all'interno di altrettanti zainetti nascondevano un notebook, due smartphone dell'ultima generazione, un binocolo due penne di pregio con relativa custodia. Oggetti di cui i moldavi non hanno saputo indicare la provenienza. I due sono stati denunciati e sono tornati subito liberi, la merce sequestrata in attesa di ulteriori accertamenti che consentano di risalire ai proprietari.
INCIDENTE
Operaio di Roncà    <br/>schiacciato nell'auto

Operaio di Roncà
schiacciato nell'auto

Tragedia della strada la scorsa notte a Roncà. La vittima è un operaio 30enne Stefano Villardi, che lavorava in una casa vinicola della zona. L'uomo è finito schiacciato all'interno della propria auto dopo un violento schianto con un furgone. Da chiarire la dinamica dell'incidente, al vaglio dei Carabinieri di San Giovanni Ilarione. Si tratta della 36/eiesima vittima sulle strade del veronese dall'inizio dell'anno.
POLIZIA
Chiude il bimbo in casa    <br/>Padre denunciato

Chiude il bimbo in casa
Padre denunciato

Era andato a fare la spesa. E per questo, in assenza della madre, aveva chiuso a chiave in casa il figlioletto. Una decisione presa forse a cuor leggero ma che ha portato un padre che abita in città a prendere una denuncia per abbandono di minore. La vicenda è stata resa nota nel pomeriggio dalla Questura che per la particolarità della situazione e per il coinvolgimento di un minore non ha fornito particolari né sul bimbo, si sa solo che ha una decina d'anni e vive a Verona, né sulla famiglia e sul posto dove si è svolta. Secondo quanto si è appreso le Volanti sono intervenute a seguito della chiamata di un vicino, preoccupato dal pianto ininterrotto e disperato del bambino. Arrivati sul posto gli agenti hanno trovato la porta chiusa a chiave e sentito il pianto del bambino all'interno della casa. Temendo un malore per i genitori gli agenti hanno deciso allora di entrare, avvalendosi della collaborazione dei Vigili del Fuoco. Trovando con sorpresa solo il piccolo in lacrime disperato e nessuna traccia dei genitori. Al suo ritorno il padre si è giustificato dicendo appunto che doveva andare a fare la spesa e che aveva chiuso il bimbo in casa per impedirgli di uscire da solo. Per lui è però scattata la denuncia per abbandono di minore.

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • TgVeneto

  • Shopping time

  • Informazione

    L'Opinione, TgVeneto, Studionews
  • L'Opinione

  • Tg Veneto

    L'Opinione, TgVeneto, Studionews
  • Dieci

    drammatico (Iran/Francia 2002) di Abbas Kiarostami con Mastaneh Mohajer, Morteza Tabatabaii
  • Film di seconda serata

  • Informazione

    L'Opinione, TgVeneto, Studionews
  • Film della notte

L'Opinione
ON AIR
25.07.2014
TgGialloblù
ON AIR
26.07.2014
TgVeneto
ON AIR
25.07.2014
Rosso & Nero
ON AIR
11.07.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Prima Serata
ON AIR
18.06.2014
L'Opinione
ON AIR
25.07.2014
L'Opinione
ON AIR
25.07.2014
TgVerona
ON AIR
25.07.2014
TgGialloblù
ON AIR
26.07.2014
TgVeneto
ON AIR
25.07.2014
Rosso & Nero
ON AIR
11.07.2014
ON AIR
07.04.2014

BPV MUTUO YOU

 

 

auditeL GIUGNO 2014 telenuovo

I più visti della settimana

Studionews Rete Nord Pubblicità

TERRA E NATURA
25.07.2014

TERRA E NATURA

TERRA E NATURA
25.07.2014

TERRA E NATURA

STUDIONEWS ECONOMIA
24.07.2014

STUDIONEWS ECONOMIA

STUDIONEWS AZIENDE
17.07.2014

STUDIONEWS AZIENDE