INFILTRAZIONI
Tosi: Mafia a Verona?   <br/>Solito fango di Report

Tosi: Mafia a Verona?
Solito fango di Report

"Quelle fatte in conferenza stampa dalla presidente della Commissione parlamentare antimafia mi sembrano francamente affermazioni strampalate, che ben si inseriscono nel clima di una campagna elettorale, utili solo a trovare spazio e titoli sui mass media". Lo ha detto il sindaco di Verona, Flavio Tosi, commentando il resoconto delle audizioni tenute oggi alla Prefettura di Verona. "La Commissione presieduta dalla signora Rosy Bindi - ha spiegato Tosi - deve pur simulare una sua qualche utilità che ne giustifichi l'esistenza e la visita in Veneto, ma non pare stia riuscendo nell'impresa". "La richiesta di accesso agli atti del Comune di Verona - ha aggiunto - era già stata avanzata e respinta un anno fa al tempo della macchina del fango partita da Report: il ridicolo della vicenda e' che l'on. Bindi ha convocato la Commissione in Prefettura proprio nell'ultimo giorno di lavoro del Prefetto che da domani sarà in pensione: vale a dire l'ultimo giorno utile per la prossima campagna elettorale prima dell'arrivo del nuovo rappresentante del Governo". "Né il sottoscritto, né alcun amministratore o dirigente comunale - ha continuato il sindaco di Verona - e' indagato per le ipotesi avanzate dalla Binda e nemmeno l'ex vicesindaco è' stato indagato per quel motivo". "Quindi la richiesta della Commissione, oltre più che ridicola, è penosa" ha concluso Tosi.
ANTIMAFIA
Rosy Bindi: Verona è    <br/>a rischio infiltrazioni

Rosy Bindi: Verona è
a rischio infiltrazioni

"Verona è il punto più fragile del Veneto e ci sentiamo di segnalare che la consapevolezza sul livello 'ndranghetista e mafioso nel territorio è ancora insufficiente". Lo hanno detto i membri della Commissione parlamentare bicamerale antimafia che si è riunita oggi a Verona, sotto la guida della presidente Rosy Bindi. Una giornata di audizioni che hanno completato la due giorni della commissione in Veneto. "Questa - ha spiegato Rosy Bindi - è ancora una regione per cui si può usare la parola infiltrazione e non insediamenti e non vorremmo che a episodi sporadici seguisse un radicamento, come avvenuto in altre regioni". Il rischio di una sottovalutazione del fenomeno mafioso nel territorio veronese è stato approfondito nell'audizioni con i vertici provinciali delle forze dell'ordine, il procuratore Mario Giulio Schinaia, i rappresentanti delle associazioni, il presidente della camera di Commercio. "Dagli elementi che abbiamo raccolto - ha aggiunto - ci sentiamo di chiedere alla Prefettura e al Comitato di sicurezza, anche alla luce di recenti fatti analizzati dalle procure di Bologna, Brescia e Catanzaro, di rivalutare la possibilità della nomina di una Commissione di accesso al Comune di Verona e magari anche in altri comuni che hanno visto il verificarsi di fatti inquietanti, di rapporti tra amministrazione ed associazioni criminali". L'on. Bindi ha citato anche alcuni episodi avvenuti, tra gli altri, a Isola della Scala, Affi e Nogarole Rocca: "riguardano aspetti sociali, incendi, ma anche scambi elettorali". "Quello che emerso dall'inchiesta Emilia - ha concluso - ha gettato anche una luce nuova su fatti del passato che erano già stati presi in considerazione e non erano stati ritenuti sufficienti per nominare una Commissione di accesso".
INCENDI
Fumo in un capannone     <br/>VVFF alla Mambrotta

Fumo in un capannone
VVFF alla Mambrotta

Due mezzi dei vigili del fuco stanno intervenendo in un capannone nella zona di S.Martino Buon Albergo, in localita' Mambrotta. Una colonna di fumo nerastro ha fatto scattare l'allarme ma al momento ancora non si conoscono altri particolari
INCIDENTE
Cade dal motorino   <br/>Grave un 17enne

Cade dal motorino
Grave un 17enne

Un grave trauma cranico e profonde ferite al viso ma non sarebbe in pericolo di vita il 17enne che stamattina, poco dopo le 11, è caduto da solo mentre era alla guida di un motorino. L'incidente è accaduto in via Monte Grappa, a Povegliano, dove poco dopo il ragazzo è stato soccorso dagli operatori di VrEmergenza che lo hanno trasportato d'urgenza all'ospedale di Borgo Trento
INCIDENTE
Cade dal motorino   <br/>Grave un 17enne

Cade dal motorino
Grave un 17enne

Un grave trauma cranico e profonde ferite al viso ma non sarebbe in pericolo di vita il 17enne che stamattina, poco dopo le 11, è caduto da solo mentre era alla guida di un motorino. L'incidente è accaduto in via Monte Grappa, a Povegliano, dove poco dopo il ragazzo è stato soccorso dagli operatori di VrEmergenza che lo hanno trasportato d'urgenza all'ospedale di Borgo Trento
VIOLENZE
Mega rissa al bar    <br/>7 poliziotti contusi

Mega rissa al bar
7 poliziotti contusi

Pugni, calci, bottiglie rotte in mano. Erano in 12, nigeriani, ubriachi. E' accaduto all'alba, a Verona, in via Tombetta. Mancava poco alle 4 del mattino quando al 113 sono arrivate diverse chiamate per una rissa furibonda all'esterno del bar Don Maya, gia' noto per fatti simili. I poliziotti delle Volanti sono intervenuti in fretta ma al loro arrivo pareva che tutto si fosse tranquillizzato.Dopo pochi minuti, pero', altre segnalazioni dei residenti li hanno costretti ad intervenire nuovamente perche' la vicenda, evidentemente, non era conclusa. Alcuni avventori, infatti, rimasti nelle immediate vicinanze del locale continuavano ad urlare, insultando e minacciando gli stessi poliziotti. Due nigeriani si sono scagliati fisicamente contro due agenti. In loro soccorso sono intervenuti altri colleghi e ne è nata una colluttazione. Bilancio conclusivo: sette poliziotti contusi (prognosi da 4 a 20 giorni), danneggiamento di divise e di occhiali I due africani di 39 e 32 anni, con precedenti penali, sono stati arrestati per lesioni, resistenza, violenza, oltraggio a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato. Il giudice ha disposto che i due rimangano in carcere in attesa del processo che dovrebbe svolgersi il 14 aprile
TERRORISMO
Addestratore Isis,   <br/>è caccia in Veneto

Addestratore Isis,
è caccia in Veneto

Il Ros dei carabinieri sta cercando uno slavo, sospettato di essere un addestratore per nuovi adepti votati a sostenere la causa dell'Isis. Lo straniero, che risulta essere indagato, come riferisce "Il Corriere del Veneto", avrebbe soggiornato nel bellunese nel 2013 istruendo il bosniaco Ismar Mesinovic e il macedone Munifer Kalamaresky, rispettivamente residenti a Longarone e a Chies d'Alpago, entrambi morti in Siria per l'Islam. Il primo, com'è noto, è morto il 4 gennaio a 38 anni in combattimento ad Aleppo lo scorso gennaio. Su Mesinovic fa perno, tra l'altro, l'inchiesta condotta dalla Procura distrettuale di Venezia che ha già iscritto cinque persone nel registro degli indagati per associazione eversiva. Il bosniaco aveva lasciato Longarone insieme al figlio di tre anni, di cui si sono perse le tracce, lasciando la ex moglie, di origini cubane. Karamalesky, 30 anni, sarebbe morto invece a marzo. Ora l'attenzione degli investigatori è rivolta, tra l'altro, a cercare possibili reclutatori, e tra questi anche una musulmana di origini balcaniche, e potenziali addestratori e qui sarebbe emerso il nome dello slavo legato Bilal Bosnic, 41 anni, il predicatore islamico indagato dalla procura di Venezia per reclutamento di combattenti jihadisti, arrestato con altre 14 persone in Bosnia lo scorso settembre.
FURTI
Ladro arrestato     <br/>con 37 bici in casa

Ladro arrestato
con 37 bici in casa

Trentasette biciclette rubate sono state recuperate dai poliziotti delle Volanti che hanno arrestato un georgiano, bloccato subito dopo un furto di bici in via Maddalena.A casa e nel garage dell'uomo erano stipate appunto 37 biciclette: 13 nell'appartamento e altre 24 nel garage. La locataria dell'immobile - un'ivoriana - è stata denunciata per ricettazione. Nei prossimi giorni le foto delle bici saranno disponibili sul catalogo oggetti rubati della Questura.
ARRESTI
Sgominata la banda    <br/>delle slot machine

Sgominata la banda
delle slot machine

Un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di cinque giovani, quattro cittadini romeni ed un marocchino, è stata eseguita dai carabinieri di Legnago che hanno così sgominato una banda accusata di aver messo a segno una trentina di furti con scasso alle slot machine e agli apparecchi cambiamonete in bar e locali pubblici tra le province di Verona, Vicenza e Mantova. Le indagini sono state compiute dai militari delle stazioni di Nogara e Sanguinetto, in collaborazione con il Norm di Legnago. Gli accertamenti sono iniziati dopo una serie di colpi messi a segno tra settembre e novembre 2013 ed hanno portato l'Arma a raccogliere elementi utili per chiudere il cerchio attorno alla banda.
IN UNGEHRIA
Incidente, paura   <br/>per Moras e Taxi

Incidente, paura
per Moras e Taxi

Paura per Evangelos Moras, Panagiotis Tachtsidis e Giannis Fetfatzidis. I tre calciatori della nazionale greca, appartenenti i primi due al Verona e il terzo al Chievo, sono rimasti coinvolti nella serata di ieri in un incidente stradale dopo la partita pareggiata 0-0 dalla loro nazionale a Budapest contro l'Ungheria, delle qualificazioni europee. I due giocatori del Verona, Moras e Tachtsidis e Fetfatzidis, al Chievo da gennaio, erano su un taxi diretti all'aeroporto di Budapest che si è scontrato con un'altra auto. Nell'impatto il tassista è morto, mentre i tre calciatori ora stanno bene, secondo quanto ha precisato il consigliere dell'ambasciata greca a Budapest Nikolaos Vlahakis. Comunque, ha aggiunto la stessa fonte, sono stati medicati in ospedale per alcune contusioni: Moras e Tachtsidis sono già stati dimessi, mentre Fetfatzidis dovrebbe uscire oggi in serata. I tre greci dovrebbero rientrare in Italia domani.
ELEZIONI
Ufficiale, Regionali    <br/>si vota il 31 maggio

Ufficiale, Regionali
si vota il 31 maggio

Il ministro dell'Interno Angelino Alfano ha firmato l'atteso decreto che indice le elezioni amministrative per il 31 maggio prossimo, con eventuale ballottaggio per l'elezione dei sindaci domenica 14 giugno 2015.L'emanazione del provvedimento consente lo svolgimento contemporaneo delle elezioni regionali in Veneto, Campania, Liguria, Marche, Puglia, Toscana, Umbria e in 515 Comuni.Nel veronese si voterà nei comuni di Albaredo d'Adige, Malcesine e Rivoli Veronese (commissariati dopo le dimissioni del sindaco o la caduta del consiglio comunale), e per scadenza del mandato a Palù, Trevenzuolo e Vigasio.Per trovare una data buona che consentisse lo svolgimento contemporaneo di elezioni regionali e amministrative, tra festività civili e religiose, il Governo è ricorso all'emanazione del decreto legge.
INCIDENTE
Ferita bimba caduta    <br/>dall'argine in bici

Ferita bimba caduta
dall'argine in bici

Una bambina è rimasta ferita cadendo con la bicicletta dall'argine sull'argine lungo la pista ciclabile a Zevio.I genitori hanno dato l'allarme chiamando i soccorsi; la bimba è stata trasportata con l'elicottero di Verona Emergenza all'ospedale di Borgo Trento.
RAPINA
Pistola alla cassiera,    <br/>bandito ai supermercato

Pistola alla cassiera,
bandito ai supermercato

Momenti di terrore in un supermercato di Bovolone dove una cassiera è stata minacciata con una pistola da un bandito che si è fatto consegnare tutti i soldi che c'erano in cassa, l'unica rimasta aperta alle 20, a ridosso della chiusura.La donna ha consegnato il denaro, circa 700 euro, al malvivente, un uomo attorno ai 50 anni con una parrucca sulla testa ma a volto scoperto, che poi è fuggito dileguandosi tra gli ultimi clienti.Sulla rapina indagano i Carabinieri.
AUTOSTRADA
Scontro tra due moto,    <br/>traffico in tilt sull'A4

Scontro tra due moto,
traffico in tilt sull'A4

Grave incidente sull'autostrada A4 Venezia-Milano. Due moto si sono scontrate nel tratto fra Soave e Montebello, in territorio veronese. Uno dei due motociclisti è rimasto seriamente ferito, per rianimarlo sono intervenuti i sanitari del 118 di Verona Emergenza. Sul posto gli agenti della Polizia Stradale. L'incidente ha causato lunghe code, bloccando il traffico sull'autostrada.
INFLUENZA
Aviaria, per un capo       <br/>abbattuta un'oasi

Aviaria, per un capo
abbattuta un'oasi

Non un allevamento, ma una piccola oasi da eliminare. Compresi quegli animali selvatici che hanno nidificato vicino a recinti e stalle. Ci sono piccoli di anatra e nidi pieni di uova di uccelli. Sono le regole quando gli accertamenti sanitari individuano un possibile focolaio di aviaria. Cosa successa in un'azienda agricola di Cà degli Oppi dove l'influenza che colpisce i volatili però non si è in realtà mai manifestata, perchè non c'è stato nessun capo morto a parte quelli già abbattuti motivi sanitari. "La prassi sappiamo che è questa. Bisogna accettarla. Ma rimaniamo con l'amaro in bocca per in questa piccola oasi naturale che si è creata negli anni c'è la nostra vita. Io da quando sono piccolo mi sono sempre svegliato con i pavoni, i galletti, le anatre e il cane. Da lunedì mi rimarrà solo il cane" commenta Antonio Evangelisti, uno dei titolari dell'azienda agricola "Il Fornello". Nessuno della famiglia Evangelisti ha contestato il provvedimento. Ma resta appunto l'amarezza per una forma quasi accellerata di prevenzione che ha portato ad abbattere i primi capi ancora prima della firma dell'ordinanza comunale che ordinasse gli stessi. Senza la possibilità di una contro analisi. "Noi abbiamo pochissimi animali in gabbia. Verranno abbattute anatre selvatiche arrivate dalla palude vicina come il pavone che cammina, la tortora, il corvo o la gazza che ha nidificato sopra gli alberi. Solo perchè sono all'interno di un'area che ha un numero civico e un cancello. Qui verrà fatta terra bruciata di tutti i pennuti". L'abbattimento di tutti i volatili proseguirà lunedì. Il timore di contagio è troppo grande in una zona, la bassa veronese, che ospita il numero più alto di allevamenti avicoli del Veneto e il settore resta un cardine per l'economia veronese.
INCIDENTE
Esce di strada a Peri     <br/>Grave motociclista

Esce di strada a Peri
Grave motociclista

L'elicottero di Verona Emergenza è intervenuto nel primo pomeriggio a Peri per una fuoriuscita autonoma di un motociclista. L'uomo trovato ancora cosciente dagli operatori del 118 ha riportato diversi traumi ed è stato trasportato d'urgenza all'ospedale di Borgo Trento.

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

  • Rosso & Nero

  • TgVeneto

  • TgVerona (1' ed)

  • Verona in diretta

  • Studionews

  • L'Opinione

  • TgVerona (2' ed)

  • Prima Serata

  • Film 2' serata

  • Informazione

  • Film della notte

L'Opinione
ON AIR
31.03.2015
TgGialloblù
ON AIR
31.03.2015
TgVeneto
ON AIR
31.03.2015
Rosso & Nero
ON AIR
31.03.2015
L'Opinione
ON AIR
31.03.2015
L'Opinione
ON AIR
31.03.2015