POLIZIA MUNICIPALE
Degrado, sgomberi    <br/>alle Tiberghien

Degrado, sgomberi
alle Tiberghien

Tre persone sono state allontanate questa mattina dalle ex Tiberghien di via Unità d'Italia durante un controllo antidegrado della Polizia municipale. Si tratta di due cittadini romeni di 57 e 52 anni e di un moldavo di 44 anni, sorpresi all'interno di uno stabile del complesso occupato abusivamente. I tre sono stati accompagnati al Comando per accertamenti e denunciati all'autorità giudiziaria per i reati di danneggiamento, invasione e occupazione abusiva in concorso. Uno di essi è stato anche indirizzato all'Ufficio stranieri della Questura, perché in possesso di un permesso di soggiorno scaduto. Terminati i controlli e le notifiche di legge, le persone sono state rimesse in libertà. Gli agenti hanno anche attivato i proprietari del complesso Tiberghien per ripristinare le chiusure, in modo da prevenire altre occupazioni irregolari.
LETTERA
Tosi scrive a Renzi: Più   <br/>poteri contro il degrado

Tosi scrive a Renzi: Più
poteri contro il degrado

Il sindaco Flavio Tosi ha scritto al Presidente del Consiglio Matteo Renzi per chiedere nuovi provvedimenti a favore dei cittadini in tema di sicurezza urbana e prevenzione del degrado. “La situazione dei centri urbani sotto l’aspetto della sicurezza pubblica e della sicurezza urbana è chiaramente in peggioramento – scrive Tosi – e le richieste su questi temi che arrivano alla Segreteria del Sindaco sono ormai decine, mentre un sempre maggior numero di persone, specie stranieri Rom e dell’area nord-africana, bivaccano e molestano residenti e turisti, in particolare nelle strade del centro storico e nelle numerose aree verdi cittadine. Sotto l’aspetto poi del degrado urbano e dell’insicurezza percepita" continua Tosi "i fenomeni relativi alla prostituzione su strada e all’accattonaggio molesto sono in aumento, soprattutto per l’assenza di strumenti giuridici da applicare per fermare questi comportamenti, che i cittadini ritengono ormai essere sempre meno sotto controllo. Inoltre, l’incremento dei furti in appartamento e del microspaccio nei quartieri denota un ulteriore peggioramento delle condizioni di vivibilità delle città medio-grandi, come Verona, nonostante gli sforzi delle Forze dell’Ordine che lavorano quotidianamente in condizioni molto difficili, e a cui va il nostro ringraziamento per i risultati ottenuti. Servono, perciò, nuovi strumenti giuridici da applicare a chi, italiano o straniero che sia, commette violazioni relative al degrado, che viene contrastato peraltro quasi esclusivamente dalle Polizie locali senza strumenti operativi e giuridici adeguati, se non l’applicazione dei Regolamenti comunali che, come ben noto, spesso non sono deterrenti validi per questi soggetti che occupano gli spazi pubblici".Per adottare provvedimenti realmente efficaci" suggerisce Tosi "il Governo dovrebbe proseguire nell’alveo dell’ampliamento dei poteri riconosciuti ai Sindaci con le modifiche, introdotte nel 2008, all’art. 54 del Testo Unico degli Enti Locali, grazie anche al tavolo di confronto con i Sindaci e l’Anci. Chiedo inoltre che la riforma delle Polizie locali e l’accesso alle banche dati tornino all’attenzione del Governo – conclude Tosi – considerato che nella precedente Legislatura si era trovato un accordo parlamentare tra maggioranza e opposizione sul DDL Saia-Barbolini, testo che potrebbe dare maggiore dignità ai 60.000 operatori presenti sul territorio dei Comuni italiani, i quali dovrebbero essere tutelati come gli appartenenti alle Forze di Polizia nazionali anche in materia di strumentazioni di lavoro e previdenza”.
SPACCIO
Droga in auto e a casa,    <br/>arrestato 25enne

Droga in auto e a casa,
arrestato 25enne

La Guardia di Finanza di Verona ha arrestato un 25enne con l’accusa di possesso di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Durante un controllo i Baschi Verdi hanno scoperto 15 grammi di marijuana nascosti nell’auto del giovane, parcheggiata in via Palazzina; la successiva perquisizione compiuta a casa del 25enne ha permesso, con l’ausilio dell’unità cinofila antidroga, di recuperare altri 50 grammi di marijuana e 10 grammi di hashish. I finanzieri hanno sequestrato anche un bilancino di precisione.
SOCCORSO
Due turisti stranieri   <br/>rischiano sul Baldo

Due turisti stranieri
rischiano sul Baldo

Scendendo dal Rifugio Telegrafo sul monte Baldo, due escursionisti, un tedesco di 33 anni e una francese di 32, hanno perso l'orientamento, lasciando il sentiero e finendo bloccati su una guglia rocciosa sopra la frazione di Cassone. Contattata la centrale del 118, ai due turisti è stato chiesto di rimanere fermi dove si trovavano, mentre, intuito il luogo, decollava l'elicottero di Verona emergenza. Una volta individuata, la coppia è stata recuperata dal tecnico del Soccorso alpino dell'equipaggio, utilizzando un verricello, per essere poi trasportata a valle.
SOCCORSO
Due turisti stranieri   <br/>rischiano sul Baldo

Due turisti stranieri
rischiano sul Baldo

Scendendo dal Rifugio Telegrafo sul monte Baldo, due escursionisti, un tedesco di 33 anni e una francese di 32, hanno perso l'orientamento, lasciando il sentiero e finendo bloccati su una guglia rocciosa sopra la frazione di Cassone. Contattata la centrale del 118, ai due turisti è stato chiesto di rimanere fermi dove si trovavano, mentre, intuito il luogo, decollava l'elicottero di Verona emergenza. Una volta individuata, la coppia è stata recuperata dal tecnico del Soccorso alpino dell'equipaggio, utilizzando un verricello, per essere poi trasportata a valle.
MALAVITA
Scippi alle anziane,     <br/>arrestato 19enne

Scippi alle anziane,
arrestato 19enne

Un 19enne veronese, Alberto Signorato, è stato arrestato dai Carabinieri della stazione di Bardolino con l'accusa di essere il responsabile di numerosi furti ai danni di donne anziane. I militari, in seguito alle denunce di scippi subiti da anziane signore all'uscita del supermercato da parte di un ragazzo in scooter, hanno attivato una serie di pattugliamenti. L'esame delle immagini degli impianti di videosorveglianza ha poi permesso di individuare il sospettato: un giovane che è stato bloccato dopo un inseguimento per le strade del paese, terminado con un tentativo di fuga a piedi nei campi. Il 19enne ha collaborato con i carabinieri ammettendo le accuse e facendo recuperare parte della refurtiva, frutto di numerosi scippi compiuti nel giro di soli 5 giorni tra garda, Cavaion Veronese e Sant'Ambrogio di Valpolicella. Per l'indagato il giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere.
RAGGIRO
Truffa dello specchietto  <br/>Arrestati due balordi

Truffa dello specchietto
Arrestati due balordi

Due pluripregiudicati italiani sono stati arrestati in flagranza dai Carabinieri di Peschiera con l'accusa di truffa aggravata ai danni di un anziano.Si tratta di Giuseppe Fiasché, 39 anni, di Cosenza, e Francesco Di Giovanni, 22enne napoletano, entrambi residenti a Noto (Siracusa), bloccati dai militari mentre stavano cercando di spillare soldi ad un anziano automoblista dopo avergli fatto credere di avere rotto lo specchietto della loro macchina.I due truffatori chiedevano 250 euro a titolo di risarcimento del danno e la vittima del raggiro, pur convinto di non avere nessuna responsabilità, ha concordato una somma di 70 euro.L'arrivo dei carabinieri ha sventato l'imbroglio. Il giudice del tribunale di Verona ha convalidato l'arresto, rinviando il processo a febbraio e disponendo per gli imputato l'obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria nel paese di residenza.
MUNICIPALE
Week end di controlli  <br/>identificate 25 persone

Week end di controlli
identificate 25 persone

Il Comandante Luigi Altamura ha presentato questa mattina il bilancio delle numerose attività svolte, nel corso del fine settimana, dagli agenti della Polizia municipale. Un uomo di 43 anni veronese senza fissa dimora è stato denunciato all'Autorità giudiziaria per falsa attestazione sull'identità, porto abusivo d'arma e ricettazione, dopo essere stato controllato lo scorso lunedì mentre viaggiava su un bus senza biglietto. Agli agenti della Polizia municipale, chiamati dal personale Atv, l'uomo aveva dichiarato di essere senza carta d'identità ed aveva invece mostrato quella che sosteneva essere del figlio. Dagli accertamenti è emerso però che l'uomo stava usando un documento rubato. Perquisito, è risultato in possesso non solo del suo documento personale, ma anche di due coltelli con lama lunga una decina di centimetri. L'uomo è stato perciò denunciato in stato di libertà. I coltelli e la carta d'identità rubata sono stati posti sotto sequestro. Sabato mattina una donna di 35 anni di nazionalità nigeriana è stata invece fermata all'interno degli uffici dell'Anagrafe, dove si era recata per pratiche di residenza; la donna è infatti risultata in possesso di un passaporto in parte falsificato. Il documento è stato perciò sottoposto a sequestro e la donna segnalata all'Autorità giudiziaria. Venerdì pomeriggio la Polizia municipale ha inoltre sequestrato due smartphone contraffatti che due giovani di nazionalità rumena tentavano di vendere ai passanti, in zona stazione, per 30 euro. Privi di imballaggio, confezione e caricabatterie, i telefonini avevano lo stesso codice Imei, il numero identificativo univoco dell'apparecchio. I venditori, provenienti dalla periferia milanese, sono stati denunciati per ricettazione e vendita di prodotti contraffatti. Un altro venditore irregolare è stato fermato ieri mattina in pieno centro. Si tratta di una 37enne veronese che tentava di vendere piante in vaso in via della Scala, avvicinando i passanti e chiedendo cinque euro per l'acquisto senza essere però in possesso dell’autorizzazione al commercio. La merce è stata sequestrata e la donna multata, come previsto dalle norme di settore. Sono state infine complessivamente 20 le persone sanzionate, durante questo fine settimana, per attività di accattonaggio nei principali incroci cittadini, sulle circonvallazioni più esterne come via Pasteur e via San Marco e in quelle del centro, come corso Porta Nuova e via Quattro Novembre ma anche a Castelvecchio, via Mazzini e via Roma. Tutti i mendicanti sono stati controllati ed allontanati ed è stata loro contestata la violazione al regolamento di Polizia urbana. È proseguito anche il presidio ai giardini Chiarelli e in zona piazza Isolo, per contrastare il fenomeno di degrado: da giugno ad agosto sono stati 156 i controlli effettuati in zona dai Vigili di quartiere e 17 gli interventi del personale Amia per rimuovere rifiuti vari, cartoni e vestiti abbandonati in zona. 
ESTORSIONE
Estorcevano denaro     <br/>Nei guai tre ristoratori

Estorcevano denaro
Nei guai tre ristoratori

Amici, colleghi di lavoro e anche coinquilini, visto che vivono insieme in una casa di Oppeano. Nicola Marcelli, cuoco, Mose' Severi e Fabio Romitti, titolari di un locale di Verona in via Seminario, Pane e Vino. Arrestati tutti e tre con l'accusa d'estorsione nei confronti di una 33enne di Bussolengo alla quale avrebbero sottratto circa 50mila euro in pochi mesi, da giugno ad agoosto. Prima la promessa di sanare una posizione aperta con Equitalia, una cartella esattoriale di 11milaeuro, millantando conoscenze. Poi le continue minacce per ricevere soldi. Disperata la donna si è rivolta ai carabinieri che hanno arrestato i tre, cogliendoli sul fatto: stavano ricevendo altri 4000 euro dalla 33enne, in un parcheggio poco fuori Bussolengo. Ora Marcelli, Romitti e Severi sono ai domiciliari
MALTEMPO
Allagamenti a Monteforte       <br/>FOTOGALLERY

Allagamenti a Monteforte
FOTOGALLERY

Le prime immagini degli allagamenti che hanno colpito nuovamente Monteforte d'Alpone.In pochissimo tempo sono caduti ben 90 millimetri di acqua, causando l'esondazione di un canale minore (lo scolo Mutti).Sotto acqua è finita la zona nelle vicinanze degli impianti sportivi, dove sono stati allagati decine di garage e scantinati; il quartiere aveva già subito un'alluvione nel 2005Ancora problemi nell'area di via De Gasperi e via San carlo, già duramente colpita dall'esondazione dell'Alpone nel 2010 e poi nuovamente nel 2013.Da mezzanotte sono al lavoro gli uomini della Protezione Civile, che fino alle luci dell'alba hanno operato con le squadre dei Vigili del fuoco.Sul posto i Carabinieri, il sindaco di Monteforte, Gabriele Marini, e l'ingegner Umberto Anti, direttore del Genio Civile.
ALLAGAMENTI
Nubifragio, Monteforte      <br/>ancora sotto acqua

Nubifragio, Monteforte
ancora sotto acqua

Monteforte d'Alpone finita sotto acqua. Non c'è pace per il paese dell'est veronese: il nubifragio di questa notte ha provocato nuovi allagamenti di garage e scantinati, in particolare nella zona di via De Gasperi (già pesantemente colpita dall'alluvione del 2010) e nell'area del campo sportivo. Il Tramigna ha tenuto, ma questa volta ha rotto un progno secondario.Disagi anche a Soave, per l'allagamento di alcune strade, sul lago di Garda tra Bardolino e Lazise, e a Sommacampagna, dove sono stati necessari interventi dei vigili del fuoco.
INCIDENTE
Schianto contro auto    <br/>gravi due motociclisti

Schianto contro auto
gravi due motociclisti

Sono ricoverati all'ospedale di Peschiera del Garda due motociclisti che questa notte si sono schiantati a Salionze contro un'automobile. Le dinamiche sono ancora in fase di accertamento. Sul posto sono intervenuti i sanitari di Verona Emergenza che hanno riscontrato sui centauri alcune fratture alle gambe e numerose altre escoriazioni.
NEL CANALE
Tragedia a Bovolone,    <br/>annega bimbo di 2 anni

Tragedia a Bovolone,
annega bimbo di 2 anni

Stava giocando, oppure si è allontanato dal controllo della madre ed è scivolato nel fossato che costeggia la sua abitazione, morendo annegato.E' successo a Bovolone, in una zona di campagna, fuori dall'abitato del paese. La vittima è un bambino moldavo di soli due anni: il corpo è stato recuperato nel primo pomeriggio dopo che le ricerche scattate in mattinata non avevano dato esito.La madre aveva dato l'allarme ed erano intervenuti i vigili del fuoco che avevano scandagliato il canale.Solo più tardi un passante ha notato il corpo del piccolo, trascinato dalla corrente ad un chilometro dal luogo dove sarebbe avvenuta la scomparsa.Il corpicino è stato riportato a riva, ma ormai per il bambino non c'era più niente da fare.
MALAVITA
Rapina a Gazzolo,    <br/>presi due banditi

Rapina a Gazzolo,
presi due banditi

I Carabinieri della Compagnia di San Bonifacio hanno arrestato un albanese ed un rumeno accusati di aver fatto parte della banda che il 3 gennaio 2013 compì una rapina in villa a Gazzolo d’Arcole, picchiando brutalmente il figlio dei proprietari, Francesco Ambrosi, che era rientrato a casa, soprendendo due malviventi. Uno dei banditi sparò un colpo di pistola, ferendo il giovane alla gamba. In carcere sono finiti un albanese di 29 anni ed un rumeno 45enne, raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare: avrebbero collaborato alla rapina, ma le indagini dei Carabinieri continuano per individuare i banditi che hanno materialmente compiuto il colpo.
AUTOSTRADA
Verona Est, entrata   <br/>chiusa fino alle 6

Verona Est, entrata
chiusa fino alle 6

Dopo i lavori sulle rampe in uscita, il casello di Verona Est dell'autostrada resterà chiuso in entrata fino alle 6 di domani verso ogni direzione per il rifacimento della pavimentazione di svincoli e piazzali. Come entrate alternative, oltre alla viabilità cittadina si consigliano: in direzione Milano percorrere la Tangenziale Sud di Verona e uscire a Borgo Roma oppure ad Alpo e raggiungere il casello di Verona Sud; in direzione Venezia entrare sulla Tangenziale Sud in direzione Vago, quindi innestarsi sulla Porcilana in direzione Belfiore, al termine di questa, portarsi sull'entrata del casello di Soave.
INCENDIO
Fiamme a Montorio,    <br/>evitati danni a chiesa

Fiamme a Montorio,
evitati danni a chiesa

Attimi di paura a Montorio per l’incendio ad alcune sterpaglie, provocato dal caldo. L’intervento tempestivo dei vigili del fuoco ha impedito che le fiamme potessero estendersi ad alcuni pini della piazza e di conseguenza minacciare la chiesa parrocchiale.Il lavoro dei pompieri invece ha permesso di spegnere prontamente le fiamme che stavano cominciando a insidiare le piante che si trovano accanto alla chiesa.

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

    Studionews
  • Rosso & Nero

  • TgVeneto

  • Studionews

    rubrica
  • L'Opinione

  • TgVerona

    all'interno il TgGialloblu
  • The hitcher

    horror (Usa 1986) di Robert Harmont con Rutger Hauer e Jennifer Jason Leigh
  • Film di seconda serata

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Film della notte

L'Opinione
ON AIR
02.09.2014
TgGialloblù
ON AIR
02.09.2014
TgVeneto
ON AIR
02.09.2014
Rosso & Nero
ON AIR
02.09.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Prima Serata
ON AIR
18.06.2014
L'Opinione
ON AIR
02.09.2014
L'Opinione
ON AIR
02.09.2014
TgVerona
ON AIR
02.09.2014
TgGialloblù
ON AIR
02.09.2014
TgVeneto
ON AIR
02.09.2014
Rosso & Nero
ON AIR
02.09.2014
ON AIR
07.04.2014

BPV MUTUO YOU

 

 

auditeL GIUGNO 2014 telenuovo

I nuovissimi

TELENUOVO TGGIALLOBLU

Studionews Rete Nord Pubblicità