ECONOMIA
Domani al Polo Zanotto    <br/>la Messedaglia Lectures

Domani al Polo Zanotto
la Messedaglia Lectures

Cooperazione, etica e sviluppo economico. Sono questi i temi del ciclo di incontri promossi al Polo Zanotto da Università e Banco Popolare, dedicati ad più grande economista della storia veronese, Angelo Messedaglia. L'appuntamento di domani pomeriggio sarà introdotto da Sergio Noto, professore di storia economica all'Università di Verona. In scaletta la lectio magistralis del prof. Peter Davis dell'Università di Leicester e una tavola rotonda che coinvolgerà Bettina Campedelli, dell'Università scaligera, l'economista e imprenditore Angelo Ferro e il presidente del Banco Popolare Carlo Fratta Pasini. L'appuntamento è fissato per domani, alle 17, al Polo Zanotto.
SCALO VERONESE
Aeroporto-consumatori   <br/>partnership rinnovata

Aeroporto-consumatori
partnership rinnovata

Un rapporto di collaborazione e sinergia rinnovato nei termini per il grande successo che ha dato dal 2012, quando è stato istituito. L'Aeroporto di Verona e le Associazioni di consumatori scaligere ancora in partnership per portare lo scalo veronese sempre più in alto. Ascoltare le esigenze degli utenti e soprattutto far fronte alle problematiche è uno degli aspetti fondamentali sottolineati dal presidente Paolo Arena che ha mostrato i risultati del meticoloso lavoro svolto. Grazie al protocollo d'intesa, è stato raggiunto in questi anni un confronto preventivo per tutelare il consumatore. Su tutti il tema legato ai parcheggi... argomento spinoso fino a qualche tempo fa. Le tariffe sono state ridotte e la segnaletica è ben visibile e comprensibile. E' interesse dell'aeroporto infatti aumentare la qualità del servizio in sintonia con gli utenti. Le associazioni dei consumatori parteciperanno alla verifica trimestrale delle eventuali segnalazioni e reclami. Nell'ultimo anno sono state riscontrate soltanto cinque criticità sempre legate ai parcheggi ma nel complesso il lavoro svolto è più che soddisfacente. La sinergia dunque rinnovato per un anno ha l'obiettivo di eliminare del tutto incomprensioni e problemi tra utenti e l'aeroporto per rendere lo scalo veronese sempre più vicino all'eccellenza.
BANCO
Visa Europe e You Card,   <br/>Popolare vince due premi

Visa Europe e You Card,
Popolare vince due premi

"YouCard Business", la prima carta di debito e prepagata aziendale Visa emessa in Italia da Banco Popolare, a solo poco più di tre mesi dal suo lancio, vince due prestigiosi riconoscimenti del settore finanziario: l’MF Innovazione Award e l’Annual Prepaid Europe Awards. L’MF Innovazione Award, giunto alla sua quindicesima edizione, è un premio ambito dedicato all’innovazione nei pagamenti e creato dal quotidiano economico-finanziario MF-Milano Finanza in collaborazione con Accenture. YouCard Business ha ottenuto il plauso della giuria per l’innovativa offerta messa a disposizione della clientela business del gruppo bancario. YouCard Business ha ottenuto anche un riconoscimento internazionale grazie al premio “prepaid innovation of the year” ottenuto all’Annual Prepaid Europe Awards, evento che premia i migliori progetti europei realizzati per il mercato delle prepagate i cui vincitori sono stati resi noti nel corso del Prepaid Summit Europe 2014, la più importante convention europea dedicata al mercato delle prepagate."I prestigiosi riconoscimenti che YouCard Business sta ottenendo fra gli addetti ai lavori sono una grandissima gratificazione che premia l’impegno all’innovazione di Banco Popolare. Vogliamo essere punto di riferimento, anche sul mercato aziendale, con un prodotto differenziante che offre alle imprese non solo uno “strumento di pagamento” ma un vero e proprio “collaboratore in più", afferma Andrea Mencarini, responsabile Direzione Privati di Banco Popolare, che prosegue "YouCard Business, una carta che a pochissimi mesi dal lancio, sta avendo anche l’apprezzamento da parte delle nostre imprese clienti che se ne stanno dotando e stanno premiando il prodotto concretamente utilizzandolo"."I riconoscimenti ottenuti dall’innovativo prodotto Visa emesso da Banco Popolare e pensato per le aziende confermano l'impronta innovativa e distintiva di Visa che affianca i propri soci nello studiare le migliori proposizioni da offrire ai propri clienti con prodotti sempre più avanzati dal punto di vista tecnologico e con personalizzazione del servizio per la clientela che, siamo certi, otterranno rapidamente il favore del mercato” ha commentato Davide Steffanini, d"rettore Generale Visa Europe in Italia.Attraverso la funzione di debito e prepagata, “YouCard Business” oltre alla gestione delle spese aziendali quotidiane operative presso grandi catene retail, operatori di commercio al dettaglio e all’ingrosso, siti ecommerce, permette di agevolare i pagamenti dei collaboratori che hanno necessità di viaggiare, effettuare trasferte o che per diverse ragioni sono delegati a sostenere spese aziendali. Dal lato pagamenti, “YouCard Business” permette di effettuare transazioni per conto dell’ azienda presso milioni di esercizi commerciali che espongono il logo Visa, in Italia e nel mondo, e anche su Internet. Il controllo delle spese è assicurato dal portale “Vantaggio” messo a disposizione dal Banco Popolare all’azienda correntista. Il portale fornisce una vera e propria “plancia di comando” che l’azienda può utilizzare gestendo e profilando in tempo reale ogni carta in modo autonomo e funzionale per la propria impresa e con la massima flessibilità sia in termini di operatività giornaliera sia in termini di funzionamento temporale o di selettività delle categorie merceologiche per le spese. Il dipendente può utilizzare YouCard Business per qualsiasi tipo di acquisto, effettuato sia di persona, anche in modalità contactless, oppure tramite Internet, presso milioni di esercenti in tutto il mondo con la tranquillità del servizio SMS di notifica immediata. "YouCard Business" è la prima carta di debito Visa aziendale con funzionalità prepagata lanciata sul mercato italiano e Banco Popolare l’ha resa ancor più innovativa dotandola di un visual verticale che ben si adatta all’accettazione dei POS più all’avanguardia, compreso il nuovo mPOS “YouPos Mobile” lanciato da Banco Popolare.
TRIMESTRALE
Banco Popolare <br/>taglia 112 filiali

Banco Popolare
taglia 112 filiali

Il Banco Popolare ha registrato nei 9 mesi perdite per 122 milioni, rispetto all'utile di 165 milioni un anno fa (dati riesposti). L'istituto, annuncia una nota, ha in corso una razionalizzazione della rete con la riduzione di 112 filiali entro fine esercizio "per eliminare sovrapposizioni e migliorare il posizionamento competitivo riducendo i costi".
TRIMESTRALE
Banco Popolare <br/>taglia 112 filiali

Banco Popolare
taglia 112 filiali

Il Banco Popolare ha registrato nei 9 mesi perdite per 122 milioni, rispetto all'utile di 165 milioni un anno fa (dati riesposti). L'istituto, annuncia una nota, ha in corso una razionalizzazione della rete con la riduzione di 112 filiali entro fine esercizio "per eliminare sovrapposizioni e migliorare il posizionamento competitivo riducendo i costi".
INTERNAZIONALIZZAZIONE IMPRESE
Banco e Ice insieme per   <br/>il futuro delle imprese

Banco e Ice insieme per
il futuro delle imprese

Rinnovare e sviluppare un rapporto di mutua collaborazione per sostenere ed orientare le imprese clienti del Banco Popolare interessate ad operare nei mercati internazionali: è questo l’obiettivo alla base dell’Accordo quadro operativo fra ICE - Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e il Banco Popolare che è stato presentato oggi a Verona.Con questo Accordo, di durata biennale, l’Agenzia ICE si impegna a svolgere: attività di informazione attraverso la realizzazione di presentazioni paese/settore alle imprese clienti del Banco Popolare con la partecipazione di proprio personale. L’ICE svolgerà inoltre attività di consulenza, fornendo pacchetti di servizi alle imprese a tariffe agevolate e si impegnerà a prevedere eventuali desk della Banca all’interno di strutture ICE all’estero, qualora la Banca decidesse di estendere il proprio network estero. L’Agenzia si impegna altresì a fornire consulenza, con l’intervento di propri funzionari in ogni occasione in cui si concorderanno eventi di divulgazione dell’Accordo, nonché ad attivare periodiche informative sui propri siti Internet attraverso lo scambio di link con la Banca.“Un’efficace promozione all’estero – ha ricordato il Direttore Generale dell’Agenzia ICE Roberto Luongo – è la condizione essenziale affinché le aziende sviluppino il proprio business oltre confine. Siamo certi –- ha proseguito Luongo - che la collaborazione con il Banco Popolare offrirà interessanti opportunità di sviluppo per le aziende italiane e siamo molto soddisfatti di questa intesa che ci consente di mettere a disposizione le nostre risorse per promuovere le produzioni italiane nel mondo. Questo Accordo infine - ha concluso Luongo – ben si inserisce nello spirito dei Roadshow per l’internazionalizzazione delle imprese italiane, un’iniziativa che stiamo portando avanti dal mese di gennaio e che, per la prima volta, vede tutti i soggetti, pubblici e privati, del Sistema Italia, impegnati in un'azione congiunta di medio termine su tutto il territorio”.“In questi anni di perdurante crisi economica è emerso chiaramente che solo le aziende già aperte ai mercati esteri avevano la più alta probabilità di restare sul mercato. – commenta Fausto Perlato Responsabile Estero Commerciale del Banco Popolare – Consapevoli dell’importanza del processo di internazionalizzazione delle imprese, il Banco Popolare, ha sempre stimolato le proprie aziende clienti a considerare questo tipo di percorso, segnalando opportunità, proponendo soluzioni. L’accordo sottoscritto con ICE va in questo senso. È un ulteriore servizio rivolto alle imprese che vogliono reagire, crescere, conquistare nuove fette di mercato all’estero per vivere un futuro da protagoniste.” Dal canto suo il Banco Popolare si impegna: a diffondere la conoscenza dell’ Accordo presso le imprese proprie clienti per promuoverne lo sviluppo nei processi di internazionalizzazione; ad attivare un flusso di informazioni costante sul proprio sito volte a stimolare la reciproca conoscenza; ed infine ad organizzare incontri con le aziende clienti, ai quali sarà invitato a partecipare anche personale dell’Agenzia ICE della rete estera, per illustrare modalità di approccio e opportunità commerciali nei Paesi di interesse delle imprese clienti della Banca.
NOMINA
Riello nel squadra di     <br/>governo di Unioncamere

Riello nel squadra di
governo di Unioncamere

Nuovo prestigioso incarico per Giuseppe Riello. Il presidente della Camera di Commercio di Verona è stato infatti nominato Vicepresidente di Unioncamere, l'ente che unisce e rappresenta l'intero sistema camerale italiano. Riello è presidente della Camera di Commercio di Verona dallo scorso marzo. Industriale affermato, 49 anni, Giuseppe Riello vanta una lunga militanza in Confindustria Verona dove è alla guida della sezione metalmeccanici. Insieme a lui nella squadra di governo di Unioncamere anche i presidenti delle camere di commercio di Caserta e Modena.
OSSERVATORIO FINANZIARIO
Banco Popolare premiato  <br/>due volte per suoi conti

Banco Popolare premiato
due volte per suoi conti

Premiaconto Plus vince il premio “MigliorConto Completo 2014” della classifica dell’Osservatorio Finanziario redatta su un campione di 50 conti correnti e YouBanking conquista il 2° posto nella categoria “Conto LowCost 2014”. Questo il responso di Of-Osservatorio finanziario, l’istituto indipendente di ricerca italiano che da oltre 12 anni premia il conto migliore dell’anno analizzando un nutrito panel di prodotti costantemente monitorati.Il Banco Popolare si è particolarmente distinto con due riconoscimenti. Nella categoria “MigliorConto Completo 2014” si è classificato al primo posto con Premiaconto Plus grazie ad una classifica che ha confrontato sia i costi sia i servizi extra-bancari proposti. I costi sono stati calcolati sulla base di una simulazione di utilizzo che include un determinato numero di operazioni di accredito, addebito, operazioni on line ed in filiale, oltre a carta Bancomat e carta di credito. L’offerta di servizi di Premiaconto Plus è stata valutata particolarmente ricca grazie alle operazioni illimitate, alla carta di credito e di debito e all’innovativa carta conto, denominata YouCard.Anche per il premio vinto nella categoria “Conto LowCost 2014” da Youbanking”, il conto online di Banco Popolare, il prodotto è stato positivamente valutato sia per il suo basso costo di gestione sia per il contributo dell’offerta extra bancaria.In entrambi i casi, determinante nel giudizio di Osservatorio Finanziario, è stato YouShop, il portale di e-commerce riservato ai correntisti del Banco Popolare che, all’interno di un ampio catalogo, propone prodotti Apple, Piquadro, e a breve, oggetti di design e articoli green innovativi. Il portale è utilizzabile sia tramite i Servizi You, l’offerta di prodotti multicanale, sia direttamente in filiale ed offre la possibilità di usufruire, per gli acquisti, di un prestito a Taeg 0%.“I due premi conquistati - commenta Angela Dall’Olio, responsabile di Multicanalità - conti e loyalty del Banco Popolare - testimoniano il lavoro che il nostro Istituto sta realizzando nel creare il giusto mix fra attività bancaria ed extrabancaria, favorendo una sempre maggiore integrazione del canale fisico con le potenzialità delle tecnologie online, ormai fondamentali per una sempre maggiore fascia di clientela.”
BANCA
Banco Popolare supera    <br/>bene esame Bce

Banco Popolare supera
bene esame Bce

Il Banco Popolare ha superato gli esami della Bce con ampio margine grazie alle misure di rafforzamento patrimoniale realizzate nei primi sei mesi del 2014. Lo si legge in una nota della banca.In data odierna, il Supervisory Board e il Governing Council della BCE hanno approvato il Final Report and Results dell’esercizio di Comprehensive Assessment. Tale esercizio, che è stato condotto dalla BCE in collaborazione con le autorità di vigilanza nazionali prima che la stessa assuma a novembre 2014 piena responsabilità sulla supervisione delle banche nell’ambito del Single Supervisory Mechanism, si è articolato in:· Asset Quality Review (AQR), dei dati contabili a fine 2013. Questa parte dell’esercizio ha comportato una revisione della qualità degli attivi ed un controllo dell’adeguatezza delle valutazioni dei medesimi, nonché delle garanzie e dei relativi accantonamenti; · Stress Test, condotto in stretta collaborazione con la European Banking Authority (EBA). Questa parte dell’esercizio ha esaminato la tenuta dei bilanci bancari in condizioni di stress. Gli esiti dello Stress Test riflettono l’impatto dell’applicazione di due scenari predefiniti denominati baseline e adverse e non costituiscono previsioni né sulla performance finanziaria futura né sui ratio patrimoniali attesi delle banche interessate.Alla pubblicazione dei risultati a livello europeo effettuata dalla BCE e dall’EBA ha fatto seguito nella giornata odierna la pubblicazione da parte della Banca d’Italia dei risultati delle banche italiane oggetto dell’esercizio. Quest’ultima, oltre alle Principali Misure di Rafforzamento Patrimoniale che hanno impattato il Common Equity Tier 1 Capital (CET1) dall’1 gennaio 2014 al 30 settembre 2014 (indicate come remediation actions anche nel documento pubblicato dalla BCE), include anche le Altre Misure di Rafforzamento Patrimoniale già realizzate dalle banche nel corso del 2014.Sulla base dei dati effettivi tratti dalla disclosure fornita ai mercati da Banca d’Italia (vedasi allegato), il Banco Popolare ha superato l’esercizio con ampio margine. In particolare:· CET1 ratio post AQR pari a 11,50% rispetto ad una soglia minima richiesta dell’8,0% (+350 p.b. di surplus corrispondente a oltre 1,8 miliardi);· CET1 ratio post impatto Stress Test condotto secondo lo scenario baseline pari a 10,26% rispetto ad una soglia minima richiesta dell’8,0% (+226 p.b. di surplus);· CET1 ratio post impatto Stress Test condotto secondo lo scenario adverse pari a 8,29% rispetto ad una soglia minima richiesta del 5,5% (+279 p.b. di surplus).Come evidenziato dalla BCE nel proprio comunicato, gli shortfall emersi dall’esercizio misurati con riferimento alla situazione patrimoniale del Banco Popolare al 31 dicembre 2013 risultano ampiamente colmati dalle misure di rafforzamento patrimoniale già realizzate nel primo semestre 2014. Al riguardo si precisa che le Principali Misure di Rafforzamento Patrimoniale, pari a 1.756 milioni, includono essenzialmente l’aumento di capitale da €1,5 miliardi completato ad aprile 2014 e l’incorporazione del Credito Bergamasco perfezionatasi il 1° giugno 2014. Le Altre Misure di Rafforzamento Patrimoniale considerate valide ai fini dell’esercizio comprendono gli impatti derivanti dalla validazione dei modelli interni per il rischio operativo ottenuta con riferimento alla data del 30 giugno 2014 e la cessione della controllata Banco Popolare Croatia finalizzata ad aprile 2014. Per dare un quadro completo dell’esito dell’esercizio, si segnala che il CET1 capital ratio fully loaded, calcolato anche incorporando integralmente gli impatti dell’AQR e considerando la totalità delle misure di rafforzamento patrimoniale già realizzate nel 2014, sarebbe pari al 9,25%.Tutti i dati sopra riportati non includono gli ulteriori effetti positivi che deriveranno dalla prevista incorporazione di Banca Italease, attualmente stimati in 17 p.b.
FISCO
Cgia, imprese sopportano    <br/>costo annuo di 248,8 mld

Cgia, imprese sopportano
costo annuo di 248,8 mld

Tra tasse, contributi previdenziali e burocrazia le imprese italiane sopportano un costo annuo di 248,8 miliardi di euro. Un peso che, in linea di massima, non ha eguali nel resto d'Europa. A dirlo è l'Ufficio studi della Cgia che ha stimato il contributo fiscale e i costi burocratici che le imprese si fanno carico ogni anno. "In nessun altro Paese d'Europa - segnala Giuseppe Bortolussi segretario della Cgia - viene richiesto un simile sforzo fiscale".
FORUM EURASIATICO
Sanzioni Russia, perdita   <br/>90 miliardi per l'UE

Sanzioni Russia, perdita
90 miliardi per l'UE

“Le sanzioni significano per l’Europa una perdita di 40 miliardi quest’anno e di 50 miliardi per il 2015, ma la Russia rimarrà partner sicuro e affidabile per l’Italia”.Lo ha detto al Forum Eurasiatico di Verona il vice ministro degli Affari Esteri della Federazione Russa, Alexey Meshkov, che ha aggiunto: “Putin ha avuto incontri molto positivi a Milano nei giorni scorsi e sono convinto che alla fine potremo uscire da questa crisi che non serve a nessuno e ricominciare a collaborare con il vostro Paese. Le sanzioni – ha concluso - hanno però stimolato in Russia attività e progetti importanti per la modernizzazione dell'economia, ad esempio in agricoltura”.Il Forum Eurasiatico, ospitato in Gran Guardia, si concluderà questa sera.
ECCELLENZE
Famiglie Amarone   <br/>Simbolo in USA

Famiglie Amarone
Simbolo in USA

I vini della Valpolicella prodotti da 'Le Famiglie dell'Amarone d'Arte' saranno protagonisti a Washington per il 39/mo anniversario della Niaf-National Italian American Foundation (23-26 ottobre), l'annuale celebrazione che mette assieme il top dell'italianità negli Usa in tutti i settori. Portabandiera del made in Italy nel mondo, le 11 famiglie del territorio della Valpolicella (Verona) producono 2,5 milioni di bottiglie di Amarone di eccellenza l'anno e realizzano un fatturato globale di 160 milioni per oltre l'80% conseguito sui mercati esteri. ''Quella de 'Le Famiglie dell'Amarone d'Arte' è una storia di successo'', afferma Marilisa Allegrini che presiede il gruppo di produttori storici, ricordando che anni fa le aziende vitivinicole Allegrini, Begali, Brigaldara, Masi, Musella, Speri, Tedeschi, Tenuta Sant'Antonio, Tommasi, Venturini, Zenato, le cui vigne sono tra le colline della Valpolicella, hanno unito il loro patrimonio di tradizione, autodisciplinandosi con un codice molto rigoroso dove si lega il valore unico di uno dei vini rossi più pregiati d'Italia per promuoverlo su scala internazionale.
EXPORT
Forum Eurasia, da Verona    <br/>riparte dialogo Russia

Forum Eurasia, da Verona
riparte dialogo Russia

Il Veneto è la terza regione italiana per export verso la Russia, anche per questo è particolarmente atteso il 3° Forum Eurasiatico che prenderà il via domani a Verona, ospitato al Palazzo della Gran Guardia. "Un appuntamento cruciale per far ripartire il dialogo est-ovest" ha sottolineato Antonio Fallico, ideatore del Forum, presidente di Banca Intesa Russia e dell'Associazione Conoscere Eurasia. Di opportunità commerciali e relazioni economiche tra l'Italia, la federazione Russa e i Paesi dell'Unione Doganale si parlerà in questa terza edizione del Forum che avrà come slogan "la forza della realtà e le ragioni dell'economia devono prevalere sulla forza delle armi". "Il Veneto - ha aggiunto Fallico - ha un export verso la Russia per 1,83 miliardi e per 2 miliardi nei paesi dell'Unione Doganale. Per questo continua a giocare un ruolo primario nel panorama delle relazioni con la Russia". "E questo Forum - ha concluso - trova in Verona la sede ideale per far bripartire un dialogo oggi più che mai necessario". Un dato eloquente è stato evidenziato nel corso della conferenza stampa di presentazione del 3° Forum Eurasiatico, in programma a Verona il 23 e 24 ottobre. Se nell'anno che ha preceduto la crisi russo-ucraina l'export veronese verso Mosca è cresciuto in doppia cifra, nel semestre gennaio-giugno 2014 la città ha esportato in Russia 170 milioni di euro con un perdita di 6,7 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2013. A questo si aggiunge l'embargo russo sull'agroalimentare che secondo le stime peserà per circa 60 milioni di euro. In arrivo a Verona mille aziende, quasi 300 provenienti dai Paesi eurasiatici, che saranno impegnate nelle sette sessioni di lavoro: energia, economia e finanza, food e agroindustria, aziende e start up, infrastutture e ambiente. Si parlerà anche delle nuove possibilità di business che si potranno sviluppare dall'1 gennaio 2015 con l'entrata in vigore dell'Unione economica eurasiatica costituita da Russia, Bielorussia, Kazakistan e Armenia, il nuovo mercato unico da oltre 170 milioni di persone ed un Pil complessivo attorno ai 2.700 miliardi di dollari, in gran parte in quota russa.
FIERA
Veronafiere alla    <br/>conquista dell'Australia

Veronafiere alla
conquista dell'Australia

La Vinitaly International Academy vola agli antipodi per portare l'eccellenza della produzione vitivinicola italiana per la prima volta anche a Melbourne, il 26 e 27 ottobre prossimi, nella cornice di Vinitalia Down Under, che quest'anno inaugura la sua seconda edizione. L'appuntamento, organizzato dalla Camera di Commercio ed Industria Italiana (Ccie) di Melbourne in collaborazione con Veronafiere, e finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico all'interno del progetto Italian wine meets Australia - Piano di Promozione Straordinaria del Made in Italy - Campagna promozionale del vino italiano in Australia, ha l'obiettivo di promuovere il vino italiano con appuntamenti dedicati ai professionisti del settore, agli operatori e al grande pubblico. Vinitaly Australia, coerentemente con la mission di Vinitaly International, apre un canale bidirezionale tra gli operatori del continente interessati ad approfondire la conoscenza della variegata produzione italiana e i nostri produttori sempre più interessati a penetrare in nuovi mercati. Il mercato australiano è costantemente in crescita e sta diventando sempre più importante per il vino italiano, che si posiziona al terzo posto per volumi d'importazione. Nel 2013 sono stati 8,9 i milioni di litri di vino italiano consumati dagli australiani, per un totale di circa 30 milioni di euro.
INDUSTRIA
Saint Gobain, nuovo   <br/>impianto: 100 assunzioni

Saint Gobain, nuovo
impianto: 100 assunzioni

Il Gruppo Saint-Gobain Italia ha inaugurato oggi nello stabilimento di Gazzo Veronese il nuovo Forno 73, un impianto tecnologicamente all'avanguardia dedicato alla produzione di bottiglie in vetro che, a regime, garantirà una capacità produttiva di oltre 1 milione di contenitori in vetro cavo al giorno, pari a circa 270 milioni di lt/anno di vino e spumante imbottigliati. Frutto di investimenti per 65 milioni di euro, il forno fusorio dello stabilimento veronese rientra tra le opere incluse nel piano pluriennale di investimenti della francese Saint-Gobain in Italia dal valore complessivo di oltre 200 milioni di euro, avviato nel 2011 con il rilancio del polo produttivo di Pisa.Il completamento dell'impianto di Gazzo Veronese ha comportato uno sforzo ingegneristico e costruttivo rilevante le sue dimensioni (144 metri quadri di ampiezza) e le tecnologie implementate nella struttura. Nella sua realizzazione sono state coinvolte 130 aziende esterne, con 200 operai quotidianamente al lavoro nel cantiere, la posa di 34 km di tubature e la stesura di 167 km di cavi. Il forno impegnerà nella gestione 100 dipendenti dedicati sui 230 dello stabilimento, a cui sono state erogate oltre 6.000 ore di formazione in fase di start up. Con oltre 1 milione di contenitori prodotti al giorno, il controllo sulla qualità sin dalla fase iniziale di formatura e la possibilità di diversificare la produzione annua in una gamma di 200 contenitori diversi, il Forno 73 consentirà allo stabilimento Verallia Saint-Gobain di Gazzo Veronese di razionalizzare i costi. La struttura permetterà il risparmio di circa 48.000 tonnellate di CO2 l'anno, pari alla quantità emessa da circa 27.000 auto euro4 che percorrano 15.000 km all'anno. "L'inaugurazione del nuovo forno nello stabilimento di Gazzo Veronese dimostra, ancora una volta - ha spiegato Gianni Scotti, Presidente di Saint-Gobain Italia - come il Paese rappresenti una realtà territoriale su cui il gruppo continua a credere e investire, nonostante il clima di incertezza generale derivante dalla congiuntura economica negativa".
PAGAMENTI
Popolare-Confcommercio,  <br/>accordo sui Pos

Popolare-Confcommercio,
accordo sui Pos

L’intesa prevede affidamenti a condizioni agevolate, e canoni di favore per i servizi mobile e di conservazione sostitutiva delle fatture elettronicheBanca Popolare di Verona e Confcommercio As.Co hanno sottoscritto in data odierna un innovativo accordo legato all’utilizzo dei pagamenti mediante Pos, con condizioni vantaggiose per l’anticipo degli incassi e per i servizi di “POS Mobile” e di fatturazione elettronica “ You Invoice”.I tre prodotti protagonisti dell’iniziativa sono “Idea Anticipo POS”, Servizio “POS Mobile” ed il servizio “Ciclo Attivo Youinvoice”, quest’ultimo affiancato al servizio di “Conservazione Sostitutiva”.Nel dettaglio, “Idea Anticipo Pos” è un affidamento con il quale il cliente esercente può ricevere in disponibilità una somma, correlata all’importo medio mensile degli incassi effettuati tramite canale POS, da rimborsare con gli incassi realizzati con lo stesso canale mese per mese. Per “POS Mobile” sono previste invece condizioni di favore sul canone e sulle commissioni del servizio. Pos Mobile offre, grazie alla sinergia fra smartphone, e il Mobile POS, leggero e facilmente trasportabile, la possibilità di incasso di carte di debito, credito e prepagate in mobilità, nonché il controllo diretto delle transazioni attraverso l’Applicazione YouPosMobile. Allo stesso modo, sono previste condizioni vantaggiose sul servizio “Ciclo Attivo YouInvoice”, che permette la gestione integrata dell’emissione e della relativa veicolazione dei documenti quali ad esempio fatture, note di credito e note di debito, cui si affianca il servizio “Conservazione Sostitutiva”. Si tratta di una specifica procedura informatica, disciplinata dalla legge italiana, che garantisce nel tempo la validità legale di un documento elettronico, attribuendogli il medesimo valore probatorio dell’originale cartaceo. In questo modo YouInvoice garantisce all’Associato di Concommercio As.Co. la gestione delle fatture nel rispetto degli standard normativamente previsti per i soggetti che intrattengono rapporti con la Pubblica Amministrazione Centrale o Locale.“L’accordo sottoscritto con Confcommercio conferma l’attenzione alle piccole e medie imprese del nostro territorio. - commenta Giordano Simeoni Direttore della Divisone della Banca Popolare di Verona - Il costante dialogo con le associazioni di categoria è una strategia premiante, perché ci aiuta a comprendere maggiormente le esigenze delle imprese. Aprire un canale di comunicazione privilegiato ci permette di proporre più velocemente soluzioni in grado di rispondere alle reali necessità delle aziende.”“E’ con grande soddisfazione che suggelliamo questo accordo con uno dei principali istituti di credito del territorio - il commento del Presidente di Confcommercio As.Co. Paolo Arena - nell’ottica di implementare ulteriormente i servizi offerti ai nostri associati, molti dei quali soci e correntisti della Banca Popolare di Verona.”

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

    Studionews
  • Rosso & Nero

  • TgVeneto

  • Studionews

    rubrica
  • Tg Gialloblu Live

    informazione sportiva
  • L'Opinione

  • TgVerona

  • Picture this

    commedia (Usa 2008) di Stephen Herek con Ashley Tisdale e Robbie Amell
  • Film di seconda serata

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Film della notte

L'Opinione
ON AIR
27.11.2014
TgGialloblù
ON AIR
27.11.2014
TgVeneto
ON AIR
27.11.2014
Rosso & Nero
ON AIR
27.11.2014
L'Opinione
ON AIR
27.11.2014
TgVerona
ON AIR
27.11.2014
TgGialloblù
ON AIR
27.11.2014
TgVeneto
ON AIR
27.11.2014
Rosso & Nero
ON AIR
27.11.2014
ON AIR
07.04.2014