MUSICA
Violetta Live sbarca    <br/>in Arena a settembre

Violetta Live sbarca
in Arena a settembre

Violetta sbarca all'Arena. Dopo il successo del tour che ha portato alla vendita di 250 mila biglietti, lo show chiuderà l'11 settembre nella città di Giulietta e Romeo. Biglietti in vendita da oggi, 23 dicembre. Il cast sarà affiancato da un gruppo di ballerini e da una band musicale, in un live che riproporrà musiche e canzoni delle prime tre stagioni della serie tv. Martina Stoessel (Violetta) sarà affiancata sul palco da: Jorge Blanco (Leon); Diego Dominguez (Diego); Facundo Gambande (Maxi); Mercedes Lambre (Ludmila); Candelaria Molfese (Camila) Samuel Nascimiento (Broduey); Alba Rico Navarro (Naty) e Ruggero Pasquarelli (Federico).
EVENTO
"Il padrone della festa"   <br/>in Arena il 22 maggio

"Il padrone della festa"
in Arena il 22 maggio

Disco di Platino per "Il padrone della festa" di Fabi, Silvestri e Gazzè a pochissime settimane dall'uscita, un successo già annunciato dal debutto al primo posto nella classifica dei dischi più venduti e dal tour dei sold out che ha visto i tre artisti esibirsi nei maggiori palazzetti italiani. Il tour del 2014 di Fabi Silvestri e Gazzè è stato un viaggio attraverso l'Europa, uno specchio nel quale ognuno ha potuto riflettersi e trovare una parte di sé, della propria storia e di quella di chi gli era accanto in quel momento. Il loro concerto è stato il racconto di un lungo percorso, sognato vent'anni fa e partito un anno fa dal cuore dell'Africa. Un viaggio ed un progetto ricco e articolato che, dopo le undici date europee e i quattordici concerti nei palasport, si concluderà in uno dei templi della musica mondiale, il prossimo 22 maggio all'Arena di Verona. Nella scaletta del concerto i tre cantanti hanno rivisitato canzoni tratte dai percorsi artistici individuali e hanno proposto le versioni live dei brani de 'Il padrone della festa', intrecciando voci e repertori.
NOTTE SAN SILVESTRO
Ultimo dell'anno al    <br/>Palasport con Pintus

Ultimo dell'anno al
Palasport con Pintus

L’assessore al Decentramento Antonio Lella ha presentato questa mattina gli eventi che si terranno al Palazzetto dello Sport in occasione di San Silvestro e Capodanno. Erano presenti il responsabile di Eventi Verona Ivano Massignan, organizzatore dello spettacolo comico che si terrà la sera del 31 dicembre, e il maestro Enrico De Mori, direttore del concerto del 1° gennaio. “Come è ormai consuetudine – ha detto Lella - anche quest’anno l’Amministrazione comunale metterà a disposizione il PalaSport, per la realizzazione di due eventi che saranno occasione di incontro e di festa per tutti, giovani, famiglie e adulti”. La sera del 31 dicembre si terrà lo spettacolo comico con l’interprete Angelo Pintus, accompagnato da un corpo di ballo. Alle ore 20.30 sarà offerto a tutti un risotto, cotechino con pearà e degustazioni di Monte Veronese con mostarda di Melo Decio di Belfiore. Alle ore 22 inizierà lo show che culminerà nel brindisi di mezzanotte. Seguiranno fino alle ore 2 musiche e balli. I biglietti sono in prevendita a partire da 35 euro. Ulteriori informazioni sul sito www.eventiverona.it e al numero 0458039156. Nel pomeriggio del primo giorno del 2015 si svolgerà invece il tradizionale “Concerto di Capodanno” a cura del Coro e Orchestra Città di Verona, diretto dal Maestro Enrico De Mori. Lo spettacolo musicale, offerto gratuitamente alla cittadinanza, si aprirà alle ore 16.30 con il valzer di Strauss “Il bel Danubio blu” per concludersi con il “Can Can” di Offenbach. Al concerto, presentato da Grazia Marcon, prenderanno parte anche il direttore d’orchestra Francesco Mazzoli e il soprano Romina Novis.
CONCERTI
Arena 2015, ecco i     <br/>grandi eventi estivi

Arena 2015, ecco i
grandi eventi estivi

Sono già in scaletta grandi appuntamenti e concerti unici all'Arena di Verona per l'estate 2015. Si parte con l'unica data italiana dei KIss che sarà l'11 giugno: un mese dopo il 20 luglio sarà la volta di Santana con il suo «The Corázon Tour» . Poi il 16 e 18 settembre toccherà invece a Eros Ramazzotti.
CONCERTI
Arena 2015, ecco i     <br/>grandi eventi estivi

Arena 2015, ecco i
grandi eventi estivi

Sono già in scaletta grandi appuntamenti e concerti unici all'Arena di Verona per l'estate 2015. Si parte con l'unica data italiana dei KIss che sarà l'11 giugno: un mese dopo il 20 luglio sarà la volta di Santana con il suo «The Corázon Tour» . Poi il 16 e 18 settembre toccherà invece a Eros Ramazzotti.
CONVENZIONE
L'Esu manda gli studenti <br/>in Arena e a Teatro

L'Esu manda gli studenti
in Arena e a Teatro

L’Esu di Verona ha intrapreso, per prima nel Veneto, la strada indicata dal Decreto n. 68 del 2012, il quale prevede la facilitazione per gli studenti all’accesso alla cultura come strumento per il pieno conseguimento del diritto allo studio. In tale ottica la Fondazione Arena di Verona si pone come prestigioso e naturale partner in ambito musicale, rappresentando un’eccellenza non solo cittadina ma a carattere internazionale. “Arricchiamo il numero di servizi non obbligatori dedicati ai possessori di carta Esu -spiega il Presidente Francullo- in quanto crediamo nella cultura e nei valori che essa riesce a veicolare tra gli studenti. Oggi con Fondazione Arena sottoscriviamo una convenzione che, per la prima volta, offre allo studente la possibilità di accedere agli spettacoli di questa importante istituzione a prezzi davvero agevolati. Abbiamo investito 20.000 euro in tale azione e siamo certi che numerosi saranno gli studenti che coglieranno l’opportunità di assistere alle performance di artisti di fama mondiale presenti sul palcoscenico di Arena e Teatro Filarmonico”.Soddisfatta anche Fondazione Arena, come commenta il Sovrintendente Girondini: “La Fondazione, in accordo con la propria mission statutaria, da più di quindici anni propone promozioni, progetti e appuntamenti didattici e formativi rivolti al pubblico delle scuole e ai giovani sotto i 30 anni, per avvicinare i ragazzi alla musica sinfonica, all’opera e al balletto. La convenzione che sottoscriviamo oggi conferma la volontà di agevolare l’approccio delle nuove generazioni al mondo dell’Opera e alla conoscenza della musica classica, e promuove la formazione del pubblico di domani”.La convenzione avrà durata di un anno e, nello specifico, prevede l’accesso agli spettacoli del Filarmonico e alla prossima stagione lirica in Arena a prezzi agevolati per gli studenti universitri in possesso di carta Esu.
ARENA
Festival lirico 2015   <br/>nel segno di Expo

Festival lirico 2015
nel segno di Expo

Il Festival Lirico 2015 in Arena anticipa il cartellone del programma dal 19 giugno al 6 settembre (54 serate di spettacolo) e, nell'anno di Expo, intende seguire il tema della manifestazione espositiva "nutrendo il pianeta" con la cultura e la magia della musica. In programma 6 titoli d'Opera: Nabucco, Aida, Tosca, Don Giovanni, Il Barbiere di Siviglia e Roméo et Juliette. Il 19 giugno si inaugura con il Nabucco di Giuseppe Verdi, proposto per 14 serate secondo la regia ideata nel 1991 da Gianfranco de Bosio, con le scene di Rinaldo Olivieri. Torna in Arena a dirigere le prime rappresentazioni Riccardo Frizza, a cui subentra la bacchetta di Julian Kovatchev.Il 20 giugno, è in scena con 18 rappresentazioni Aida, nell'imponente allestimento di Franco Zeffirelli, arricchito dai costumi di Anna Anni. Tre bacchette d'alto livello si succedono sul podio: Andrea Battistoni, Omer Meir Wellber e Daniel Oren. Dal 26 giugno, per 6 serate, Tosca di Giacomo Puccini viene proposta nello scenografico allestimento del 2006 di Hugo de Ana, che ne ha curato regia, scene, costumi e luci. Dirige Julian Kovatchev. Segue dal 4 luglio per 5 recite Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart, nella curata messa in scena di Franco Zeffirelli che ha inaugurato il Festival lirico 2012, con i costumi di Maurizio Millenotti, la coreografia di Maria Grazia Garofoli e le luci di Paolo Mazzon. Dall'1 agosto, per 5 serate Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini trasforma l'anfiteatro romano nel grande giardino ideato da Hugo de Ana nel 2007, arricchito dalle coreografie di Leda Lojodice; esordio in Arena come direttore d' orchestra, Giacomo Sagripanti. Dall'8 agosto si conferma per 3 date Roméo et Juliette di Charles Gounod nella messa in scena un po' medievale e un po' rock di Francesco Micheli, con la scenografia di Edoardo Sanchi, i costumi di Silvia Aymonino, la coreografia di Nikos Lagousakos, le luci di Paolo Mazzon. Dirige Daniel Oren. Tra le serate speciali che Fondazione Arena sta preparando, oltre a due Gala d'eccezione in programma il 22 e il 24 luglio, tornano il 25 agosto i Carmina Burana di Carl Orff.
MUSICA
11 giugno, gran ritorno   <br/>dei Kiss in Arena

11 giugno, gran ritorno
dei Kiss in Arena

I Kiss faranno tappa in Italia, all'Arena l'11 giugno, con "40th Anniversary Tour", che celebra i 40 anni di musica della rock band. Famosi per i loro show spettacolari, i Kiss vogliono offrire ai fan un'esperienza unica con giochi di luci e un suono eccezionale, senza dimenticare i fuochi d'artificio che costituiscono il loro marchio di fabbrica. I biglietti per l'unica tappa italiana saranno in vendita da venerdì 21 novembre. Con 28 dischi d'oro in USA e 100 milioni di copie vendute, Gene Simmons e Paul Stanley insieme ai compagni Tommy Thayer e Eric Singer, ad aprile hanno ottenuto l'accesso alla Rock And Roll Hall of Fame e sono attualmente impegnati in Kiss Rocks Vegas, il loro primo resident show a Las Vegas. A maggio invece è uscita la nuova antologia in due cd "Kiss 40", che include un brano tratto da ognuno degli album della band, oltre alle tracce estratte dagli album solisti dei membri originali della band usciti nel 1978.
MUSICAL
Jesus Christ Superstar,     <br/>il mito rivive in Arena

Jesus Christ Superstar,
il mito rivive in Arena

Arena gremita per il “Celebration Day” dedicato a Jesus Christ Superstar in occasione del quarantesimo anniversario del debutto a Broadway del celeberrimo musical di Andrew Llloyd Webber e Tim Rice.Oltre 10mila persone hanno applaudito Ted Neeley, 71enne incontrastata star del palcoscenico areniano assieme a Yvonne Elliman, ovvero i due protagonisti del leggendario film tratto dal musical. Nel cast anche Barry Dennen (Ponzio Pilato), mentre tra il pubblico un grande striscione con la scritta “Carl we miss you” accompagnata da una scritta ha ricordato Carl Anderson, lo storico interprete di Guida Iscariota, scomparso 10 anni fa.Regia affidata a Massimo Romeo Piparo con un cast di livello internazionale, orchestra dal vivo e la produzione di Gianmarco Mazzi, ormai “di casa” in Arena.Gran finale con Ted Neeley e Guida che hanno fatto passerella fino al palcoscenico dopo averc cantato all'esterno dell'Arena, ripresi dalle telecamere.Lunghe code già per l'ingresso alla pomeridiana, seguita poi da una replica alle 21. La doppia serata-evento è stata trasmessa in diretta su Rtl 102,5.Domani sera ampio servizio nel Tg Verona.
AL NUOVO
Divertiamoci a Teatro,   <br/>ecco il cartellone 2015

Divertiamoci a Teatro,
ecco il cartellone 2015

Divertiamoci a Teatro, diciassettesima edizione, apre il sipario del Teatro Nuovo proponendo alpubblico veronese un cartellone piacevole, brillante che fa ridere con intelligenza ideato dal TeatroStabile di Verona con 8 spettacoli ciascuno replicato per 3 sere.Il primo appuntamento è con gli Oblivion con Othello la H è muta, 18 – 19 – 20 novembre, testi diDavide Calabrese e Lorenzo Scuda, arrangiamenti di Lorenzo Scuda, consulenza registica di GiorgioGallione. La classica vicenda Shakesperiana prende pieghe del tutto inattese e capita che i nobilipersonaggi verdiani si dimentichino i testi di Arrigo Boito per usare quelli di Mogol o di Zucchero. Ilmeglio del teatro comico musicale, molto talento arricchito da equilibrismi canori e da montaggibeffardi e impeccabili a cui ci hanno iniziato i 5 formidabili attori e cantanti, Graziana Borciani,Davide Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda, Fabio Vagnarell, al pianoforte Denis Biancuccidiventati in poche stagioni beniamini del pubblico teatrale, seguiti da decine di migliaia di spettatorianche su Internet.Giuseppe Fiorello in Penso che un sogno così… di Giuseppe Fiorello e Vittorio Moroni regiaGiampiero Solari, musiche eseguite dal vivo da Daniele Bonaviri e Fabrizio Palma, 2 – 3 – 4dicembre. Salgo a bordo del deltaplano delle canzoni di Domenico Modugno e sorvolo la miainfanzia, la Sicilia e l’Italia di quegli anni, le facce, le persone, vicende buffe, altre dolorose, altrenostalgiche e altre ancora che potranno sembrare incredibili. Attraverso questo viaggio invito iprotagonisti della mia vita ad uscire dalla memoria e accompagnarmi sul palco, per partecipareinsieme ad un avventuroso gioco di specchi.L'importanza di chiamarsi Ernesto di Oscar Wilde traduzione Masolino D'Amico con GeppyGleijeses, Marianella Bargilli, Lucia Poli e con in ordine di apparizione Orazio Stracuzzi, ValeriaContadino, Renata Zamengo, Giordana Morandini e Luciano D’Amico, regia Geppy Gleijeses, 9 –10 – 11 dicembre. E' lo spettacolo dei record di pubblico del Teatro Stabile di Calabria, il più visto disempre in teatri come La Pergola di Firenze, il Goldoni di Venezia, il Franco Parenti di Milano e tantialtri. Questo nuovo allestimento porta in scena la commedia ricca di equivoci carichi di conseguenzecomiche incentrate nel gioco di parole earnest (onesto) e il nome Ernest. Un intreccio brillante tra gliinganni dei due protagonisti Jack (Gleijeses) e l’amico Algernon (Bargilli) e le loro passioni amorose.Claudio Bisio in Father and son ispirato a “Gli Sdraiati” e “Breviario comico”) di Michele Serra econ i musicisti Laura Masotto (violino), Marco Bianchi (chitarra) per la regia Giorgio Gallione, 21 –22 – 23 gennaio. Lo spettacolo tratta la tematica padre/figlio senza pudori e con un linguaggio tral'ironico e il doloroso, tra il comico e il tragico, innescando riflessioni sull’attuale futuro dei nostrifigli, sui concetti di libertà e di autorità. Porta a galla una società inadeguata di padri nevrotici e difigli isolati sprezzanti del confronto. Dalla mancanza di rapporto nasce un monologo interiore delpadre invadente quanto il figlio è assente a tratti spudoratamente sincero. Gli ingredienti per questoritorno al teatro di Claudio Bisio sono inventiva, comicitˆ, moralitˆ in un testo di grande enfasiemotiva e teatrale, comica ed etica al tempo stesso.Mi piaci perchè sei così con Vanessa Incontrada, Gabriele Pignotta, Fabio Avaro e SiddhartaPrestinari 3 – 4 – 5 febbraio. Scritto e diretto da Gabriele Pignotta. Dopo la passione iniziale, Marcoe Monica, sposi da qualche anno, iniziano ad avere i primi screzi e i primi cenni di noia e quando laloro storia sembra essere arrivata alla deriva, provano una terapia di coppia sperimentale che metterài due protagonisti in condizione di vedere il mondo con gli occhi dell’altro, tre mesi nei panni delpartner . Mentre i loro vicini, Stefano e Francesca, rappresentano la classica coppia di facciata, feliciagli occhi degli altri, ma in realtà si detestano profondamente e non hanno il coraggio di dirselo. Lavita di queste due coppie si intreccerà fino a quando il coperchio salterà e nasceranno situazionibizzarre e di puro divertimento.Il nuovo spettacolo di Teresa Mannino, 17 – 18 – 19 febbraio, con Sono nata il ventitré, attraversastrade e temi diversi e istintivi: l'amore, la vita, il tradimento, gli uomini e le donne, la passione per laconoscenza e per la propria terra. E con la stessa passione racconterà i tormenti di Penelope e quellidella vicina di casa. Si rifarà alle donne, eroine e non, dei classici, per dare consigli e consolare,soprattutto, le amiche con problemi di cuore. Filosofa su carta e nello spirito, non smette mai diconoscere e sapere, raccontare e raccontarsi purché i fatti siano epici oppure siano sempre reali orealmente accaduti e questa volta, più che mai, lo farà senza rete e senza filtri. Padrona, con zelocostante, della scena, Teresa Mannino coinvolgerà il pubblico a tal punto che il suo monologodiventerà, quasi, un dialogo, un incontro, uno scambio singolare ed autentico di battute e verità.La pièce Quando la moglie è in vacanza di George Axelrod con Massimo Ghini e Elena Santarelli,musiche originali di Renato Zero e regia di Alessandro D’Alatri in scena 3 – 4 – 5 marzo.Considerata un classico della modernità, è una commedia sulle manie erotiche dell’uomo medio e altempo stesso una feroce satira di costume contro il perbenismo di una certa middle-class che sembranon avere epoche. La prorompente fisicità di una ragazza, entra come un uragano nella banalequotidianità di un maschio irrisolto. Un Massimo Ghini con l’aria di uno che più che subirel’attrazione femminile sembra essere spaventato da quell’opportunità apparentemente irraggiungibile.Forbici&Follia di Paul Portner con Nino Formicola, Roberto Ciufoli, Nini Salerno, MichelaAndreozzi e Max Pisu regia Marco Rampoldi, 17 – 18 – 19 marzo. Il racconto di un giorno cometutti altri in un salone di bellezza in cui la tranquilla vita di pettegolezzi che scorre allegramente fra leavances del parrucchiere a tutti i clienti maschi, e i piccoli sogni della sua aiutante -che ha, forse, unarelazione con un equivoco antiquario- viene interrotta dall’assassinio della vecchia pianista che viveal piano di sopra, ed è la proprietaria di tutto l’edificio. Ma, colpo di scena, tutti i presenti hanno unmovente che giustificherebbe il delitto, e hanno avuto la possibilità di compierlo. Lo spettacolo hadue nature contrapposte: quella del giallo e quella della comicità che scaturisce dal gioco diinterazione col pubblico.
PATTINAGGIO
L'Arena è happy,    <br/>arriva Pharrel Williams

L'Arena è happy,
arriva Pharrel Williams

Stelle del pattinaggio, della lirica e della musica pop, con la sorpresa dell'ultimo minuto Pharrell Williams, il tutto frullato in uno spettacolo che sarà ospitato nel prossimo week end dall'Arena di Verona: è "Intimissimi On Ice Operapop" un evento dal cast molto ricco. Si va dai divi del pattinaggio italiano e svizzero, Carolina Kostner e Stéphan Lambert, alle sedici campionesse italiane di pattinaggio sincronizzato, per arrivare infine alle star del pop che parteciperanno alle due serate: Giorgia, Anastacia e Kiesza.Ciliegina sulla torta, annunciata oggi alla presentazione dell'evento dall'organizzatore Marco Balich - che ha anche curato la cerimonia di chiusura delle Olimpiadi di Sochi - la presenza della popstar Pharrell Williams, che inaugurerà sabato la prima replica dello spettacolo. "Abbiamo voluto allestire uno spettacolo fortemente italiano e che però vada nel mondo con un linguaggio internazionale: la contaminazione tra pattinaggio, lirica e musica pop ha lo scopo di avvicinare il pubblico più giovane" ha detto Balich. La prima edizione di Opera On Ice, ideata dalla manager di molti pattinatori di primo piano Giulia Mancini, si è svolta nel 2011, e in questi anni lo spettacolo si è imposto come il maggior gala di ice-skating al mondo. L'evento di quest'anno, con l'ingresso nell'organizzazione di Balich e del patron di "Intimissimi" Sandro Veronesi, segna un ulteriore rilancio: sono già allo studio infatti i progetti per portare lo show anche in altre città del mondo.
SPETTACOLO
Il Papa in Arena,   <br/>ma è un'opera rock

Il Papa in Arena,
ma è un'opera rock

Mercoledì 1 ottobre, alle ore 21, all’Arena di Verona andrà in scena lo spettacolo “Il Primo Papa”, un’opera musicale rock centrata sulla figura di San Pietro. Allo spettacolo parteciperanno attori e ballerini, il contenuto seguirà la scia del filone storico religioso. L’opera musicale rock è incentrata sulla figura di San Pietro, interpretato dal baritono Simone Sibilano, Gesù è invece interpretato da Heron Borelli, nel ruoli di Maria Beatrice Buffadini. Musiche originali di Tony Labriola e Stefano Govoni, regia di Marco Simeoli. Tutto il ricavato andrà a favore dei poveri che papa Francesco segue attraverso l'Elemosineria Vaticana, di cui è stato recentemente nominato responsabile monsignor Konrad Krajewsky, il quale provvederà ad utilizzare l'incasso che gli verrà consegnato la sera stessa, per opere benefiche.
CONCERTO
Laura Pausini, tris    <br/>nell'Arena gremita

Laura Pausini, tris
nell'Arena gremita

Nemmeno la pioggia ha frenato l'entusiasmo dei fans di Laura Pausini che hanno gremito l'Arena per il terzo ritorno della cantante di Solarolo quest'anno a Verona.A sorpresa Laura Pausini ha proposto un duetto con Biagio Antonacci: insieme hanno cantato "Vivimi". Sul palco anche il cantautore Niccolò Gagliardi (autore di "Invece no") e Viginio di "Amici", chiamato come ospite in coda al concerto, al momento dei bis.La pioggia è cominciata a cadere solo nella parte finale dello spettacolo, quandoLaura Pausini aveva attaccato con "Incancellabile", una delle sue hit: "Io vado avantio lo stesso" ha gridato la cantante al microfono, raccogliendo la standing ovation del pubblico dell'Arena.
CINEMA
Festival Venezia celebra   <br/>la 'Hollywood sul Garda'

Festival Venezia celebra
la 'Hollywood sul Garda'

Gli studios galleggianti del Lago di Garda realizzati negli anni Sessanta dalla casa di produzione 'Bertolazzi Film' sono il soggetto del documentario 'Quando il Garda era un mare' che ha esordito alla 71/a Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, ieri nella sezione dedicata alla stampa specializzata. Il documentario restituisce sullo schermo in un'ora la storia della casa di produzione di Peschiera del Garda, fondata nel 1959 dell'ingegnere nautico Walter Bertolazzi. Con il sogno di creare una sorta di 'Hollywood sul Garda' Bertolazzi allestì nel porto di Peschiera una vera e propria flotta di navi d'epoca, utilizzate come set, sia dal cinema che dalla televisione, per film d'avventura sui pirati. A realizzarlo sono stati i registi trentini Franco Delli Guanti e Ludovico Maillet, con il sostegno della Trentino e della Veneto Film commission. Sullo schermo si rivedono i set e alcuni spezzoni dei film girati sul Lago di Garda in quegli anni. La narrazione è affidata a una serie di testimonianze, tra cui quella dell'attore Fabio Testi, nativo di Peschiera, che, ventenne, iniziò la sua carriera come comparsa alla 'Bertolazzi film' durante le vacanze estive. L'incipit è affidato alla viva voce di Walter Bertolazzi, tratta da un'intervista, rilasciata qualche anno prima della sua scomparsa nel 2002, in cui rievoca il 'temerario' trasferimento del galeone di Dino De Laurentiis, set del kolossal 'Ulisse' (1954), da Fiumicino alle sponde del Garda nel 1959. Costola del progetto filmico è una mostra allestita a Riva del Garda fino al 10 settembre, che espone il materiale recuperato attraverso uno scrupoloso lavoro di ricerca dei due autori in archivi e mercatini, tra cui anche foto 'rubate'da album di famiglia. Tra queste anche alcuni scatti di attori noti, tra cui Amedeo Nazzari, Silvana Pampanini, Anna Maria Pierangeli, Lisa Gastoni. L'iniziativa di Delli Guanti e di Maillet è stata supportata anche dal Centro culturale 'La Firmaì di Riva del Garda e dal comune di Peschiera del Garda e di Riva del Garda. Alla presentazione a Venezia hanno preso parte oltre al il giornalista e storico del cinema, Steve Della Casa, l'assessore alla cultura Tiziano Mellarini della Provincia di Trento e l'assessore alla cultura del comune di Riva del Garda, Flavia Brunelli.
CONCERTO
Pino Daniele, emozioni  <br/>con il pubblico in Arena

Pino Daniele, emozioni
con il pubblico in Arena

"Questa sera ci sono tutti i miei amici", dice Pino Daniele dal palco dell'Arena. E di amici attorno a lui, per lo spettacolo dedicato a 'Nero a metà', l'album che trentaquattro anni fa lo faceva conoscere di fatto al grande pubblico, il musicista partenopeo ne ha convocati davvero tanti, a cominciare dai musicisti della sua band di oggi ma anche di quella di allora che si si sono alternati tra successi tra brani di quel celebre album e quelli più recenti. E così sul palco questa sera si visti anche James Senese, Gigi De Rienzo, Agostino Marangolo, Ernesto Vitolo, Rosario Jermano e Tony Cercola. Tra le note delle due band e quelle dell'Orchestra Roma Sinfonietta, la scaletta della serata, che a dicembre avrà quattro repliche in giro per l'Italia, ha preso il via sugli accordi di 'Terra mia', poco prima del primo duetto della serata pensato per la voce di Elisa che con Daniele ha cantato 'Quando'. Poi, tra una 'Pigro' e una 'Mareluna', il musicista partenopeo ricorda anche le sue prime volte in Arena con "Sara non piangere". "La prima volta che ho cantato questa canzone qui, la protagonista (la figlia, ndr) aveva due anni. Oggi ne ha diciotto". Davanti ad un pubblico che ha riempito ogni angolo del teatro, la voce di Daniele, nella prima parte con la band di oggi, si è incontrata anche con quella Fiorella Mannoia arrivata a Verona all'ultimo istante a causa del ritardo di un volo che non le ha concesso di provare il duetto, ed Emma. Con la band originale di 'Nero a metà', tra 'Sotto o sole', 'Quando chiove', 'Puozze passa' nu guaio', 'A me me piace o blues' e tutte le altre, in scena hanno invece fatto capolino anche Mario Biondi e Francesco Renga ("un bresciano a cui piace la mia musica - dice Daniele - quanto a me piace la sua") che hanno traghettato la serata al gran finale con tutti gli ospiti sul palco a cantare 'Napule e' e 'Yes I Know my Way'. Sul versante discografico, per celebrare il concerto-evento, 'Nero a metà' è stato ripubblicato oggi in versione rimasterizzata, disponibile anche in doppio vinile per un'edizione limitata.
POLEMICA
Annullato il concerto    <br/>del 99 Posse a Verona

Annullato il concerto
del 99 Posse a Verona

L’organizzazione di Vrban Ecofestival, a seguito delle dichiarazioni che hanno alimentato il clima di tensione degli scorsi giorni, decide di annullare il concerto dei 99 Posse previsto per giovedì 4 settembre ai Bastioni Via Città di Nimes a Verona.“Riteniamo che non ci siano sufficienti condizioni di sicurezza per il pubblico e per gli operatori coinvolti nella manifestazione per garantire lo spettacolo in questione" scrivono gli organizzatori in una nota."Inoltre - aggiungono - ribadiamo che, essendo una manifestazione che parla di sostenibilità e non di politica, la polemica generata, che rischierebbe di strumentalizzare l’evento, è diventata per noi insostenibile”. Vrban sottolinea che bandisce la strumentalizzazione: "L’organizzazione sceglie quindi di rinunciare all’artista 99 Posse, selezionato per i temi importanti di sostenibilità sociale che tratta con la propria musica, per salvaguardare gli intenti e le finalità dell’interno progetto che dura, come detto più volte, da nove anni". “Chiediamo infine al pubblico e alla città di Verona di sostenere l’evento, partecipando e ricordando che si tratta di un festival che dura quattro giorni e che coinvolge otto importanti artisti tra cui Anansi, che ha calcato il palco di Sanremo, Bandabardò, Levante, giovane emergente che sta aprendo tutti concerti dei Negramaro, oltre a i The Bluebeaters e i Monaci del Surf, professionisti della musica altamente riconosciuti e artisti emergenti veronesi come O’Ciucciariello e Colore, che ha scritto le musiche del film “Un fantastico via vai” di Pieraccioni. Anansi ha calcato il palco di Sanremo, Bandabardo’ è presente in tutta Europa con i suoi tour"."La scelta relativa all'annullamento o meno del concerto è ancora in fase di valutazione da parte nostra a causa delle pressioni che stiamo subendo e del clima molto teso che si è creato: non abbiamo nessuna intenzione che fazioni politiche, di qualsiasi orientamento, vengano a presidiare il festival con il rischio di scontri, minando, così, la purezza e gli intenti del festival che ricordiamo vuole essere intrattenimento, spettacolo e un momento di divertimento e aggregazione per chi lavora e per il pubblicoVogliamo spostare l'attenzione alla musica e alla sostenibilità, che sono i messaggi che porta il festival, togliendola dal piano politico che nulla che fare con l'Ecofestival”.L’organizzazione conclude evidenziando che "non ha alcuna intenzione di avere fazioni politiche da una parte dall'altra che vengano a presidiare il festival, con il rischio di scontri o disordini, minando così la purezza e gli intenti del festival, che ricordiamo vuole essere una festa, un momento di divertimento e aggregazione per chi lavora e per il pubblico.

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

  • Amici Animali

  • TgVeneto

  • Pomeriggio Hellas

  • TgVerona (1' ed)

  • Studionews

  • L'Opinione

  • TgVerona (2' ed)

  • Paura d'amare

    commedia (Usa 1991) di Garry Marshall con Michelle Pfeiffer e Al Pacino
  • Film 2' serata

  • Informazione

  • Film della notte

L'Opinione
ON AIR
30.01.2015
TgGialloblù
ON AIR
31.01.2015
TgVeneto
ON AIR
31.01.2015
Rosso & Nero
ON AIR
30.01.2015
L'Opinione
ON AIR
30.01.2015
TgVerona
ON AIR
31.01.2015
TgGialloblù
ON AIR
31.01.2015
TgVeneto
ON AIR
31.01.2015
Rosso & Nero
ON AIR
30.01.2015
ON AIR
07.04.2014