PROIEZIONE
Va' pensiero, e S.Nicolò  <br/>diventa un cinema

Va' pensiero, e S.Nicolò
diventa un cinema

S'intitola "Va' pensiero", è il film-documentario del regista etiope Dagmawi Yimer che sarà proiettato questa sera nella chiesa di San Nicolò.L'appuntamento è per le 21. Alla serata interverrà il regista insieme ad uno dei protagonoisti, Mohamed Ba.   Don Marco Campedelli, parroco di San Nicolò, ha sottolineato che l'iniziativa è anche una sorta di provocazione per la città; organizzare questo evento in chiesa, nel cuore di Verona, significa evidenziare quello che è veramente sacro: l'umanità e i suoi diritti fondamentali, nei quali riposa Dio stesso.
MUSICA
Laura Pausini, da Verona  <br/>tournée del ventennale

Laura Pausini, da Verona
tournée del ventennale

Prenderà il via dall’Arena il nuovo, attesissimo tour di Laura Pausini.La cantante romagnola festeggerà il ventennale della sua carriera con una lunga tournée che partirà il 2 e 3 maggio dall’Arena; una maratona che da Verona si sposterà in Australia, Russia, Stati Uniti con tappe a New York, Las Vegas e Los Angeles.
LUTTO
La Fondazione Masi   <br/>ricorda Mazzacurati

La Fondazione Masi
ricorda Mazzacurati

"C'è un Nord-Est che va oltre lo stereotipo di casa, capannone e campanile e Mazzacurati lo ha interpretato con maestria e lirismo".Sandro Boscaini, presidente di Masi Agricola e vicepresidente della Fondazione Masi, ricorda Carlo Mazzacurati, il regista padovano scomparso ieri."La Fondazione Masi - spiega Boscaini - ha avuto l'onore di riconoscergli con il Premio per la Civiltà Veneta nel 2009 la capacità di raccontare le sue emozioni legate al mondo della memoria e della realtà che spesso non sappiamo o vogliamo vedere; tanto era affascinato ad approfondire, infatti, quel microcosmo popolato di gente comune con debolezze e pregi, abitanti di luoghi marginali, ma non per questo minori, di quell'ampia provincia delle Venezie di cui è stato figlio e dove ha vissuto la sua infanzia". "Ha indagato - aggiunge - nei momenti della fortuna le difficoltà e le miserie, che ora purtroppo nella congiuntura sfavorevole abbiamo sotto gli occhi tutti i giorni"."Alla Fondazione Masi, Mazzacurati è stato sempre vicino e ha contribuito a creare attorno alla nostra istituzione l'amicizia di quel mondo di giovani talenti che oggi rappresentano le leve più interessanti di un Veneto consapevole dell'attualità ma anche dei valori insiti della cultura della nostra gente; parlo di Giuseppe Battiston, Marco Paolini, Mario Brunello, Andrea Segre e tanti altri" conclude Boscaini.
IPPOGRIFO
Antigone 1939, successo <br/>dell' Altro Teatro

Antigone 1939, successo
dell' Altro Teatro

Uno spettacolo in anteprima nazionale, un giovane regista veronese e una casa di produzione, Ippogrifo, sempre più attiva nel panoramo culturale della città. Con queste premesse è andata in scena al teatro Camploy per la prestigiosa rassegna L’altro teatro l'anteprima nazionale di ANTIGONE 1939 diretta da Alberto Rizzi. Tantissima gente, in coda davanti al teatro già dalle 20. Molti hanno dovuto rinunciare all’ingresso per mancanza di posti.All’apertuta del sipario è calato un silenzio magico che si è spezzato solo con gli applausi scroscianti per le interpretazioni canore di Clelia Cicero che, sulle musiche originali scritte dal maestro Federci Fuggini di stile Weil, ha emozionato e commosso tutto il pubblico e dopo l’inteso monologo della morte di Antigone interpretato dalla bellissima e intensa Chiara Mascalzoni.In un crescendo di pathos, condiviso dal pubblico di tutte le età, la tragedia si conclude con una marcetta leggera che a tutti concede un sorriso amaro. Entusiasti i commenti del pubblico e non raramente la commozione ha prevalso, facendo uscire dal teatro molti spettatori, specie le signore, visibilmente commosse e con le lacrime agli occhi.Ippogrifo si conferma instancabile centro di produzione e vanto per la città di Verona. Già aveva portato a recitare nel proprio cast Isabella Ragonese nel giugno 2013 con lo spettacolo Le Metamorfosi di Ovidio ed è direzione artistica del nuovo polo culturale di OPERAFORTE. La linea editoriale della compagnia è chiara ed efficace: teatro di regia e non di sperimentazione, studio e competenze (ad esempio Ippogrifo cura l’editing delle traduzioni sia dal greco che dall’inglese di Shakespeare), casa di decine di artisti che collaborano e partecipano a progetti spesso inusuali e sempre di grande appeal. Pronti sulle scrivanie di Ippogrifo moltissimi nuovi progetti, il primo in ordine di tempo: HOTEL SHAKESPEARE, sabato 25 gennaio alla Biblioteca Civica di Verona.
IPPOGRIFO
Antigone 1939, successo <br/>dell' Altro Teatro

Antigone 1939, successo
dell' Altro Teatro

Uno spettacolo in anteprima nazionale, un giovane regista veronese e una casa di produzione, Ippogrifo, sempre più attiva nel panoramo culturale della città. Con queste premesse è andata in scena al teatro Camploy per la prestigiosa rassegna L’altro teatro l'anteprima nazionale di ANTIGONE 1939 diretta da Alberto Rizzi. Tantissima gente, in coda davanti al teatro già dalle 20. Molti hanno dovuto rinunciare all’ingresso per mancanza di posti.All’apertuta del sipario è calato un silenzio magico che si è spezzato solo con gli applausi scroscianti per le interpretazioni canore di Clelia Cicero che, sulle musiche originali scritte dal maestro Federci Fuggini di stile Weil, ha emozionato e commosso tutto il pubblico e dopo l’inteso monologo della morte di Antigone interpretato dalla bellissima e intensa Chiara Mascalzoni.In un crescendo di pathos, condiviso dal pubblico di tutte le età, la tragedia si conclude con una marcetta leggera che a tutti concede un sorriso amaro. Entusiasti i commenti del pubblico e non raramente la commozione ha prevalso, facendo uscire dal teatro molti spettatori, specie le signore, visibilmente commosse e con le lacrime agli occhi.Ippogrifo si conferma instancabile centro di produzione e vanto per la città di Verona. Già aveva portato a recitare nel proprio cast Isabella Ragonese nel giugno 2013 con lo spettacolo Le Metamorfosi di Ovidio ed è direzione artistica del nuovo polo culturale di OPERAFORTE. La linea editoriale della compagnia è chiara ed efficace: teatro di regia e non di sperimentazione, studio e competenze (ad esempio Ippogrifo cura l’editing delle traduzioni sia dal greco che dall’inglese di Shakespeare), casa di decine di artisti che collaborano e partecipano a progetti spesso inusuali e sempre di grande appeal. Pronti sulle scrivanie di Ippogrifo moltissimi nuovi progetti, il primo in ordine di tempo: HOTEL SHAKESPEARE, sabato 25 gennaio alla Biblioteca Civica di Verona.
MUSICA
Pippo Pollina, inedito  <br/>passa per Verona

Pippo Pollina, inedito
passa per Verona

Il 21 gennaio uscirà "L'appartenenza" (pubblicato da Jazzhaus Records e distribuito in Italia da Artist First), il nuovo disco di inediti di Pippo Pollina, uno dei più apprezzati esponenti della musica italiana d'autore in Europa. "L'appartenenza", anticipato in radio dal primo singolo "Sono chi sei sono chissà", contiene collaborazioni con artisti italiani e stranieri del calibro di Giorgio Conte, Etta Scollo e Werner Schmidbauer. I nuovi brani (13) saranno presentati dal vivo ne "L'appartenenza Europa Tour 2014": il 27 febbraio a Torino, il 28 a Cattolica, l'1 marzo a Verona e il 2 marzo a Firenze.
CONCERTO
Capodanno ed Epifania   <br/>Concerti a SS Trinità

Capodanno ed Epifania
Concerti a SS Trinità

Due importanti appuntamenti musicali nella Chiesa della Santissima Trinità in Via Santissima Trinità a Verona. E' infatti in programma l'undicesima edizione del "Tempo di Natale a SS Trinità" una rassegna che prevede due concerti, il primo a Capodanno alle 18:45 dal titolo "Auguri" interpretati dalla chitarra di Matteo Bramato. Il secondo il 6 gennaio, giorno dell'Epifania sempre alle 18:45 la Corale Trinitatis eseguirà "Resonet in laudibus" canto popolare natalizio molto diffuso nei paesi del Nord Europa fin dal secolo XIV.
CONCERTI
Ornella Vanoni, il tour   <br/>tocca anche Verona

Ornella Vanoni, il tour
tocca anche Verona

Dopo il successo dei recenti concerti in Canada, al Cafè Carlyle di New York e al Blue Note di Milano, da fine febbraio Ornella Vanoni tornerà live con la tournée teatrale "Un filo di trucco, un filo di tacco", il nuovo spettacolo con cui viaggerà nel tempo ripercorrendo il suo mito e che sarà il suo ultimo tour. Accompagnata da una band, l'artista interpreterà suoi grandi classici e cover, oltre a brani di "Meticci (Io mi fermo qui)", album con cui ha annunciato l'addio alla discografia. "Quando ero ragazza e dovevo uscire - racconta Ornella Vanoni - mia madre non la smetteva di ripetermi, sino allo sfinimento, 'Ricordati sempre: un filo di trucco e un filo di tacco!', una raccomandazione che mi è rimasta impressa nella mente sino ad oggi. Povera mamma: certe volte esco in tuta e tutta spettinata. Sento che me lo dice anche oggi che non c'è più. Questo tour l'ho pensato e scritto io, farà commuovere e farà sorridere, dentro ci sarò io, io tutta intera". Lo spettacolo, scritto da Ornella Vanoni con Federica Di Rosa, si avvarrà delle scenografie di Giuseppe Ragazzini. Queste le prime date confermate del tour, prodotto artisticamente da Mario Lavezzi e organizzato da Martino de Rubeis: il 27 febbraio al Teatro Condominio Vittorio Gassman di Gallarate (Varese); il 28 al Teatro Carani di Sassuolo (Modena); l'1 marzo al Teatro Alighieri di Ravenna; il 3 al Teatro Sistina di Roma; il 6 al Teatro Politeama Genovese di Genova; il 7 al Teatro Civico di La Spezia; il 13 al Teatro Colosseo di Torino; il 24 al Teatro Filarmonico di Verona; il 7 aprile al Teatro dal Verme di Milano; il 14 al Palazzo dei Congressi di Lugano.
LIRICA
Don Pasquale, 'prima'    <br/>mondana al Filarmonico

Don Pasquale, 'prima'
mondana al Filarmonico

Il “Don Pasquale” di Gaetano Donizetti con la regia di Antonio Albanese ha inagurato ieri sera la stagione di opera e balletto 2013/2014 della Fondazione Arena di Verona. Al Teatro Filarmonico si è alzato il sipario sul nuovo allestimento areniano, proposto dopo 15 anni di assenza dalle scene scaligere con l’inedita regia del popolare attore Antonio Albanese, per la prima volta con Fondazione Arena; le scene sono di Leila Fteita ed i costumi di Elisabetta Gabbioneta. Sul podio a dirigere l’orchestra areniana è tornato Omer Meir Wellber. Dramma buffo in tre atti composto tra ottobre e dicembre del 1842, “Don Pasquale” presenta per la prima volta un Donizetti comico. “I protagonisti sono personaggi che attingono dalla tradizione popolare, – ha spiegato Albanese –, maschere immerse in una trama antica e ben rodata ma capaci di elevarsi al rango di archetipi, quanto mai riconoscibili per la loro attualità”. La regia di Antonio Albanese propone una lettura molto attuale del dramma, in cui è riconoscibile la modernità dell’opera, che sa “raccontare con sagacia e intensità situazioni che ancora oggi sono attuale” ha concluso Albanese sottolineando che la comicità è “strumento per svelare verità profonde, altrimenti drammatiche”. Nel ruolo del protagonista Simone Alaimo, al debutto assoluto con una produzione dell’Arena Mario Cassi nel panni del Dottor Malatesta, il ruolo di Ernesto è affidato a Francesco Demuro; Norina è Irina Lungu, mentre Antonio Feltracco interpreta un notaro. Lo spettacolo, che ha visto impegnati orchestra, coro e tecnici dell’Arena di Verona, è iniziato regolarmente dopo che è stata scongiurata l’agitazione del personale che avrebbe dovuto far ritardare di mezz’ora l’opera. In cartellone quattro repliche: domenica 15 dicembre alle ore 15.30; martedì 17 e giovedì dicembre alle 20, domenica 22 dicembre nuovamente in pomeridiana alle 15.30. La Fondazione Arena di Verona ha dedicato questo allestimento al ricordo di Alida Ferrarini, soprano veronese scomparso lo scorso giugno.
MUSICA
Inizio regolare    <br/>per il Don Pasquale

Inizio regolare
per il Don Pasquale

La Fondazione Arena di Verona in una nota ufficiale comunica che lo spettacolo inaugurale della Stagione Opera e Balletto 2013-2014 Don Pasquale, in scena questa sera al Teatro Filarmonico, avrà regolare inizio alle ore 20.30 come previsto.
COMICO
Pintus al Filarmonico, <br/>ci sono ancora biglietti

Pintus al Filarmonico,
ci sono ancora biglietti

Lunedì sera approda al Teatro Filarmionico "50 sfumature di Pintus", l'esilarante show di Angelo Pinuts, il comico astro nascente di Colorado, lta trasmissione in onda su Italia Uno.Per la tappa veronese, organizzata da Eventi, ci sono ancora biglietti disponibili presso le abituali prevendite e lunedì alla cassa del Filarmonoco a partire dalle ore 18.30.
LIRICA
Don Pasquale, Tosi: <br/>Qualità nonostante crisi

Don Pasquale, Tosi:
Qualità nonostante crisi

“Siamo onorati di aprire la stagione con un professionista tanto caro al pubblico come Antonio Albanese, in questo caso impegnato nella veste di regista". Lo ha detto il sindaco di Verona, Flavio Tosi, presentando lo spettacolo "Dion Pasquale" di Gaetano Donizzetti, che il 13 dicembre al Teatro Filarmonico aprirà la stagione 2013/2014 della Fondazione Arena. "Fa piacere anche che la fondazione Arena - ha aggiunto Tosi -, nonostante le notevoli difficoltà in cui versano le fondazioni lirico sinfoniche in questo periodo storico, riesca ad offrire anche quest’anno proposte culturali di qualità”. La "prima" del Don Pasquale, alle ore 20:30, sarà trasmessa in diretta su Sky Classica - canale 131 di Sky; le repliche andranno in scena in replica domenica 15 dicembre alle 15.30, martedì 17 dicembre alle 20, giovedì 19 dicembre alle 20 e domenica 22 dicembre alle 15.30.
FILARMONICO
Don Pasquale, debutto       <br/>con la regia di Albanese

Don Pasquale, debutto
con la regia di Albanese

Sarà il "Don Pasquale", dramma buffo in tre atti di Gaetano Donizetti, ad aprire la stagione d'opera 2013/2014 della Fondazione Arena di Verona al Teatro Filarmonico. La regia è affidata ad Antonio Albanese, il popolare attore comico, alla terza regia d'opera, incantato da Verona e da uno spettacolo a cui, dice subito: "tengo moltissimo". "I protagonisti del Don Pasquale - ha spiegato Albanese - attingono dalla tradizione popolare: maschere immerse in una trama antica e ben rodata ma capaci di elevarsi al rango di archetipi, quanto mai riconoscibili per la loro attualità". Albanese propone una lettura molto attuale del dramma composto da Donizetti alla fine del 1842, dedicandola a Verona. "Un'opera che sa raccontare con sagacia e intensità situazioni che ancora oggi sono attuali". "La comicitià - ha concluso Albanese - è strumento per svelare verità profonde, altrimenti drammatiche". Per questo titolo di apertura della nuova stagiione la Fondazione areniana presenta un cast d’eccezione. Nel ruolo di Don Pasquale si alterneranno Simone Alaimo e Omar Montanari; come 'Dottor Malatesta' per la prima volta con l’Arena di Verona Mario Cassi e Vittorio Prato, nei panni di 'Ernesto' Francesco Demuro ed Edgardo Rocha, debuttante sul palco scaligero, nell’amata 'Norina' Irina Lungu e Barbara Bargnesi. La produzione vede impegnati Orchestra, Coro e Tecnici dell’Arena di Verona. In calendario quattro repliche. La Fondazione Arena dedica questo allestimento al ricordo di Alida Ferrarini, apprezzato soprano veronese scomparso lo scorso giugno.
CANTO
Bambino veronese vince     <br/>lo Zecchino d'oro

Bambino veronese vince
lo Zecchino d'oro

Jacopo Golin, 6 anni, di Verona, ha vinto ex aequo il 56° Zecchino d'Oro, la tradizionale rassegna di canzoni per l'infanzia che si è conclusa ieri sera in diretta Rai1 all'Antoniano di Bologna, con la conduzione di Pino Insegno e Veronica Maya: a dividersi il titolo con 193 punti sono 'Quel secchione di Leonardo' - cheha primeggiato in tutte le puntate vincendo anche lo Zecchino d'Argento - interpretato dal bambino veronese e da Maria Cristina Camarda, 10 anni, di Mesagne (testo Arianna Giorgia Bonazzi, musica Mariano Calazzo), e 'Due nonni innamorati' (testo Maria Francesca Polli, musica Marco Iardella), cantato da Nayara Benzoni, 7 anni, di Rovetta (Bergamo). Dopo l'assegnazione dello Zecchino d'Argento e dello Zecchino Social, da parte della giuria presieduta da Tony Maiello e Federica Gentile, ieri è stata una giuria di soli bambini ad assegnare il premio alla canzone più apprezzata.La finale ha visto anche un pensiero rivolto alle tragiche vicende legate alla guerra civile siriana con l'esecuzione de 'La terraluna' interpretata da Hala al Sabagh, oggi una celebrità nel suo Paese, che la cantò in rappresentanza della Siria in occasione del 41° Zecchino d'Oro, nel '98, mentre in collegamento telefonico è intervenuto Vincenzo Spadafora, Autorità garante per l'Infanzia e l'adolescenza, nella settimana della Giornata mondiale dei Diritti celebrata mercoledì scorso.
GRANDE TEATRO
Servillo al Nuovo  <br/>inaugura la stagione

Servillo al Nuovo
inaugura la stagione

Sarà Toni Sevillo ad inaugurare martedì prossimo, cinque novembre, la stagione del grande teatro al nuovoL'attore porterà in scena lo spettacolo “Le voci dentro” di Eduardo de Filippo. La rassegna apre sotto il segno della napoletanità con un autore, De Filippo, che è stat uno dei massimi esponenti della cultura italiana del novecento e un attore, Servillo, che nell'ultimo decennio ha raggiunto fama internazionale sia al teatro che al cinema.Sul palco, insieme a lui, il fratello Peppe, voce degli Avion Travel e al suo esordio sul palcoscenico.Lo spettacolo replicherà tutte le sere fino a sabato nove. Domenica, l'ultima recita, alle 16.
MUSICA
Al Camploy omaggio  <br/>a U2 e Dire Straits

Al Camploy omaggio
a U2 e Dire Straits

Questa sera a Verona al Teatro Camploy torna l'evento "Rock&Pop Tribute Nights".Protagonisti l'album "Faserem" dei Dire Straits e "The Fly" degli U2. Appuntamento a partire dalle 21.Conduce la serata Susanna Barcotto.

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Rosso & Nero

    diretta
  • TgVeneto

  • Informazione

    L'Opinione, TgVerona, Studionews
  • TgGialloblu Live

  • L'Opinione

  • TgVerona

    all'interno il TgGialloblu
  • Il grande paese

    western (Usa 1958) di William Wyler con Gregory Peck e Jean Simmons
  • Film di seconda serata

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Film della notte

L'Opinione
ON AIR
17.04.2014
TgGialloblù
ON AIR
17.04.2014
TgVeneto
ON AIR
18.04.2014
Rosso & Nero
ON AIR
18.04.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Prima Serata
ON AIR
11.04.2014
L'Opinione
ON AIR
17.04.2014
TgVerona
ON AIR
17.04.2014
TgGialloblù
ON AIR
10.02.2014
TgVeneto
ON AIR
18.04.2014
Rosso & Nero
ON AIR
18.04.2014
ON AIR
07.04.2014

BPV YOUBANKING


 

auditeL MARZO 2014 telenuovo

I più visti della settimana

Studionews Rete Nord Pubblicità