ROMEO ET JULIETTE
In Arena torna    <br/>il dramma d'amore

In Arena torna
il dramma d'amore

Sabato 23 agosto alle ore 20:45 in Arena andrà in scena Roméo et Juliette di Charles Gounod, ultimo titolo in cartellone per il Festival lirico 2014. L’opera in cinque atti su libretto di Jules Barbier e Michel Carré è proposta nella regia firmata da Francesco Micheli con le scene di Edoardo Sanchi, i costumi di Silvia Aymonino, la coreografia di Nikos Lagousakos e il lighting design di Paolo Mazzon. Al debutto sul podio areniano il maestro Jean-Luc Tingaud. Il sovrintendente della Fondazione Arena di Verona, Francesco Girondini, ha spiegato che "dopo il successo riscosso al suo debutto areniano nel 2011 ed il consenso confermato sia al Festival 2012 sia al Festival del Centenario 2013 - , è ormai titolo stabile nel repertorio areniano, tanto che con tre serate è già nel cartellone del Festival lirico 2015". "E quasi per festeggiare i 450 anni dalla nascita di William Shakespeare - ha aggiunto -, la “bella Verona” viene rappresentata all’interno dell’anfiteatro romano in un teatro dagli espliciti richiami shakespeariani: il regista Francesco Micheli ha ricreato, infatti, il londinese Globe Theatre con materiali assolutamente contemporanei, a tratti futuristici, ed illuminazione da stadio". Per le 3 recite in cartellone i due celebri amanti veronesi sono interpretati da Lana Kos (Juliette) e Vittorio Grigolo (Roméo). Impegnati Orchestra, Coro, Corpo di ballo e Tecnici della Fondazione Arena di Verona, con i numerosi mimi e comparse che ricreano le fazioni in lotta di Montecchi e Capuleti. In programma due repliche il 28 agosto e il 6 settembre.
BILANCIO
Estate Teatrale chiude    <br/>a quota 36mila

Estate Teatrale chiude
a quota 36mila

Con quasi 35 mila presenze nell’arco di 30 serate, a cui si aggiungono le 980 presenze registrate dal Balletto dell’Arena da anni ospitato al Teatro Romano e i 977 spettatori che hanno assistito agli spettacoli al Camploy, per un totale complessivo di 36.636 spettatori, si è conclusa la stagione 2014 dell’Estate Teatrale Veronese, promossa dall’Amministrazione comunale con il contributo di Banca Popolare di Verona e Agsm. Il bilancio della 66ª edizione della rassegna estiva, che quest’anno ha festeggiato i 450 anni della nascita di William Shakespeare, è stato presentato oggi dal consigliere incaricato alla Cultura Antonia Pavesi. Presenti il direttore artistico di ETV Giampaolo Savorelli e il direttore divisione della Banca Popolare di Verona Leonello Guidetti. “In un’estate caratterizzata da una situazione climatica fortemente negativa e in un contesto che ha fatto registrare, a livello nazionale, un notevole calo di presenze – spiega Pavesi – l’Estate Teatrale Veronese regge bene confermando i successi degli ultimi anni e la qualità degli spettacoli proposti. Un dato che premia gli sforzi per tenere vivo un festival che da 66 anni dà alla città un notevole prestigio nel panorama italiano e in quello internazionale, con apprezzamenti di critica e pubblico”. “L’edizione 2014 – aggiunge Savorelli - passerà alla storia per non avere visto annullato nessun spettacolo nonostante le frequenti piogge che, soprattutto se pomeridiane, hanno ridotto al minimo lo sbigliettamento serale penalizzando notevolmene il risultato complessivo delle presenze. L’unica rappresentazione che avrebbe potuto essere annullata dopo che era stato rappresentato il primo tempo è stata l’ultima replica del Bugiardo. Ma quattrocento spettatori rimasti in teatro nonostante la pioggia hanno chiesto agli attori di rappresentare la commedia fino alla fine: un riconoscimento della particolare qualità artistica che ha caratterizzato gli spettacoli in cartellone quest’anno nelle tre sezioni di prosa, danza e musica, che hanno visto una media di 1.156 spettatori a serata”. Grande successo hanno riscosso anche gli incontri con gli artisti organizzati da fuori Teatro, in Biblioteca Civica, nei pomeriggi dei giovedì di spettacolo. Da segnalare infine il successo della pagina Facebook. Nata quattro anni fa, ha raggiunto oggi i 2.815 MI PIACE con 8.000 visualizzazioni. Le visualizzazioni del canale Youtube (dove sono stati caricati i video degli spettacoli) hanno raggiunto il numero di 146.043 con 131 iscritti. Anche l’impiego di Twitter ha riscosso successo facendo crescere il numero dei follower (saliti a 319) e dei cinguettii (894) collegati alla stagione del Teatro Romano.
LIRICA
Arena, Carmen celebrata   <br/>su tazze porcellana

Arena, Carmen celebrata
su tazze porcellana

La lirica areniana sulle tazze da caffè e cappuccino. Per la precisione è il profilo della Carmen di Bizet ad essere stato impresso sulle porcellane di Ancàp grazie alla collaborazione con la Fondazione Arena di Verona. Riproduzioni di bozzetti, figurini e locandine storiche dell'opera Carmen, in scena fino al 3 settembre nell'anfiteatro veronese per il Festival del Nuovo Secolo, celebrano l'anniversario della prima rappresentazione del titolo nel teatro all'aperto più grande del mondo, avvenuta il 1 agosto 1914. Ancàp ha avviato la collaborazione con Fondazione Arena di Verona sulla base dell'idea di Michael Cortelletti che ha fortemente voluto sottolineare con una collezione di tazze a tiratura limitata l'importante. Sono nate così tazzina da caffè e tazza da cappuccino, esposte ed utilizzate durante l'intera stagione estiva in locali del centro storico di Verona.
LIRICA
A San Nicolò celebrata  <br/>la Messa dell'artista

A San Nicolò celebrata
la Messa dell'artista

Oggi nella chiesa di San Nicolò a Verona si è rinnovata la tradizione della “Messa dell’Artista” dedicata alla benedizione degli artisti nel giorno dell’Assunzione e organizzata dalla Fondazione Arena di Verona. in cielo della Beata Vergine Maria. La Messa, officiata dal Vescovo, monsignor Giuseppe Zenti, alla presenza anche di molti turisti, ha offerto diversi momenti animati dagli artisti del Coro areniano, con la voce solista del soprano turco Seda Ortaç per il brano di ingresso, la direzione del maestro Armando Tasso, accompagnato all’organo da Francesca Zancanaro, all’arpa da Andrea Bonaldo e al clarinetto da Stefano Conzatti. Il programma ha proposto musiche Mendelssohn, Verdi (da “La forza del destino” e “I lombardi alla prima crociata”), Gounod, Mozart, Zandonai e Bach.
LIRICA
A San Nicolò celebrata  <br/>la Messa dell'artista

A San Nicolò celebrata
la Messa dell'artista

Oggi nella chiesa di San Nicolò a Verona si è rinnovata la tradizione della “Messa dell’Artista” dedicata alla benedizione degli artisti nel giorno dell’Assunzione e organizzata dalla Fondazione Arena di Verona. in cielo della Beata Vergine Maria. La Messa, officiata dal Vescovo, monsignor Giuseppe Zenti, alla presenza anche di molti turisti, ha offerto diversi momenti animati dagli artisti del Coro areniano, con la voce solista del soprano turco Seda Ortaç per il brano di ingresso, la direzione del maestro Armando Tasso, accompagnato all’organo da Francesca Zancanaro, all’arpa da Andrea Bonaldo e al clarinetto da Stefano Conzatti. Il programma ha proposto musiche Mendelssohn, Verdi (da “La forza del destino” e “I lombardi alla prima crociata”), Gounod, Mozart, Zandonai e Bach.
ARENA DI VERONA
La Madama di Franco <br/>pronta al debutto

La Madama di Franco
pronta al debutto

Venerdì 15 agosto alle 20:45 sul palcoscenico dell’Arena di Verona torna Madama Butterfly, quinta e penultima opera nel cartellone del ffestival lirico 2014. La tragedia giapponese su musica di Giacomo Puccini e libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa è proposta per sei sere nel fortunato allestimento di Franco Zeffirelli che ne firma regia e scene, con i costumi del premio Oscar Emi Wada ed i movimenti coreografici di Maria Grazia Garofoli. La direzione d’orchestra è affidata al maestro Marco Armiliato. "Madama Butterfly - ha detto il direttore artistico della Fondazione Arena, Paolo Gavazzeni - quest’anno compie 110 anni dalla sua prima esecuzione alla Scala di Milano, avvenuta il 17 febbraio 1904, e torna all’Arena di Verona dopo 4 anni nell’applaudita messa in scena del maestro Franco Zeffirelli, di cui il Festival del Nuovo Secolo 2014 ha proposto anche Carmen e Turandot". "Insieme a quest’ultima - ha aggiunto -, Butterfly vuole ricordare anche il 90° anniversario della morte del grande Giacomo Puccini". Nella serata del debutto sul paloscenicio areniano si esibiranno Oksana Dyka nel ruolo di Cio-Cio-San, Roberto Aronica (F.B. Pinkerton), Veronica Simeoni (la serva Suzuki) e Gabriele Viviani nei panni del console Sharpless. Le repliche sono in programma il 22, 27, 30 agosto e il 2 e 5 settembre ore 20.45.
SPETTACOLI
Festival del Garda   <br/>domani a Bardolino

Festival del Garda
domani a Bardolino

Seconda tappa del Festival del Garda giovedì 14 agosto a Bardolino. A condurre lo spettacolo, al Parco Carrara Bottagisio ore 21.30 ad ingresso libero, la showgirl milanese Terry Schiavo. Filo conduttore del tour dell’estate gardesana i due concorsi musicali. Per la sezione “Interpreti” sfida a tre con Anna Paladino, 16 anni di Castelnuovo del Garda, Mattia Rodegher, 18 anni di Bovolone e Niccolò Mantovani di Ronco all’Adige. Per la sezione “Inediti Nuove Proposte” saliranno sul palco Federica Rossi, 29 anni di Milano, con il brano “Cortocircuito cerebrale” (G. Frassi e M. Gambardella), Lisa Berti, 30 anni di Sovizzo, Vicenza, con “Senza senso” (A. Bedin) e Paolo Pachera, 36 anni di Lazise, con il brano scritto di suo pugno “I miei pezzi di storia”. In entrambe le sezioni il migliore andrà direttamente alla finale del 23 agosto a Garda, mentre per i secondi c’è un ulteriore chance nella tappa di domenica 17 a Gargnano, sulla sponda bresciana del Garda. I concorrenti in gara si potranno votare anche tramite SMS al numero 4883888. Per i vincitori la possibilità di partecipare alle finali nazionali del circuito Grandi Festivals italiani.
LIRICA
In Arena torna l'Aida   <br/>storica del 1913

In Arena torna l'Aida
storica del 1913

All’Arena per il Festival lirico del nuovo secolo dal 10 agosto torna in scena Aida nell’allestimento storico del 1913, quando il capolavoro verdiano inaugurò le rappresentazioni operistiche nell’anfiteatro romano. Aida è il titolo più rappresentato in Arena con il record di 615 recite in 54 stagioni ed anche il cartellone del festival 2014 offre la doppia proposta con l’avveniristico allestimento dei catalani della Fura dels Baus (rappresentato nella prima parte della stagione) ed ora l’edizione firmata da Gianfranco De Bosio con le coreografie di Susanna Egri.“Questo allestimento – ha spiegato De Bosio – riprende la storica rappresentazione di Ettore Fagiuoli del 10 agosto 1913 che aprì la prima edizione del festival ed è stato applaudito da milioni di spettatori in ben 19 stagioni dal 1982”. Sul podio debutta il giovane direttore d’orchestra Daniele Rustioni che dopo la prime tre rappresentazioni passerà la bacchetta a Fabio Mastrangelo. In programma sei repliche: il 16, 24, 26 e 31 agosto e il 4 e 7 settembre.
OPERA ROCK
"Il primo papa", in     <br/>ottobre in Arena

"Il primo papa", in
ottobre in Arena

Il Sindaco di Verona, Flavio Tosi, ha incontrato ieri in Vaticano l’Elemosiniere Apostolico Mons. Konrad Krajewsky: nel corso dell’incontro, svoltosi presso l'Elemosineria Vaticana, è stato ufficialmente comunicato che il primo ottobre 2014 all’Arena di Verona si terrà lo spettacolo “Il Primo Papa - la libertà di essere uomo”, un'opera musicale rock sinfonica prodotta da A.C. Production, il cui utile sarà interamente devoluto ai poveri tramite l’Elemosineria Pontificia. All’incontro erano presenti anche gli autori dell’opera rock, Stefano Govoni e Tony Labriola, il referente vaticano Don Sergio Mercanzin. “Il Santo Padre Papa Francesco nell'Angelus di domenica scorsa ha richiamato l'attenzione del mondo verso i poveri, i bisognosi e tutti coloro che necessitano di aiuto”, ha detto Tosi “un aiuto concreto e quotidiano fatto di cose tangibili ma anche di attenzioni e carità sociale verso il prossimo. Per questo la città di Verona, sarà lieta di ospitare un progetto a finalità benefica come questo spettacolo”. L’opera rock, con musiche e testi di Tony Labriola e Stefano Govoni, parla della vita di Pietro e del suo percorso di fede, dalla sua vita di pescatore al suo incontro con Gesù, dal "tradimento" dell'amico e Maestro fino all'incarcerazione al Mamertino, per finire con la sua missione evangelica fino al conflitto con Nerone, terminato con la crocifissione del Primo Papa. Durante l'incontro Mons. Krajewsky, che ha confermato la sua presenza in Arena per la prima nazionale dello spettacolo, ha avuto parole di apprezzamento per l’iniziativa, soffermandosi sul significato più puro e vero della parola elemosina, sui suoi contenuti etimologici che richiamano la "compassione" e la "pietà" verso il prossimo che diventano arricchimento personale e sociale. L’Elemosiniere Pontificio, nell’occasione, porterà a tutti i partecipanti, la benedizione del Santo Padre.
ARENA
Domani sera ultima  <br/>volta per Turandot

Domani sera ultima
volta per Turandot

Domani sera, sabato 2 agosto, in scena il settimo ed ultimo appuntamento con Turandot di Giacomo Puccini per il Festival lirico 2014 all’Arena di Verona.Il dramma lirico in tre atti e cinque quadri, su libretto di Giuseppe Adami e Renato Simoni, riconferma sul podio il M° Daniel Oren.La monumentale regia e le sfarzose scene sono di Franco Zeffirelli, i preziosi costumi di Emi Wada. Completano la messa in scena i movimenti coreografici di Maria Grazia Garofoli ed il lighting design di Paolo Mazzon.Il cast vede Martina Serafin nel ruolo di Turandot insieme a Dario Di Vietri nei panni del misterioso principe Calaf, Rafal Siwek nel vecchio Timur e Carmen Giannattasio nella dolce Liù. Nei tre ministri rivediamo Vincenzo Taormina come Ping, Paolo Antognetti in Pong e Saverio Fiore in Pang. Completano il cast Antonello Ceron nel ruolo dell’Imperatore Altoum e Gianfranco Montresor nel Mandarino.Partecipa il Coro di Voci bianche A.d’A.MUS. diretto da Marco Tonini.Impegnati Orchestra, Coro, Corpo di ballo e Tecnici della Fondazione Arena di Verona, insieme ai numerosi mimi e comparse, per ricreare sul palco areniano la Pechino imperiale in cui si svolge l’azione.
TEATRO ROMANO
Le stelle della danza    <br/>brillano su Verona

Le stelle della danza
brillano su Verona

Solo il maltempo ha evitato il sold out al debutto per "il galà delle stelle della danza" in programma fino a domenica al Teatro Romano. Lo spettacolo ha confermato le attese, risultando un vero e proprio evento che racchiude le tante facce dell'eccellenza della danza e un cast mondiale. Dal pezzo di Momix (Rebecca Rasmussen e Steven Ezra Marshall), al duo danese di Robot Boys, interpreti della danza robotica, il classico, il re del flamenco, Miguel Angel Berna, il fuoriclasse del tango, Miguel Angel Zotto oltre ad un infinito Lindsay Kemp, ancora icona del ballo mondiale a 76 anni. Cinque le repliche in programma, tempo permettendo da questa sera fino a domenica 3 agosto.
EVENTO
Einaudi, delirio in     <br/>Arena sotto la pioggia

Einaudi, delirio in
Arena sotto la pioggia

Un vero e proprio delirio in Arena per lo spettacolo di Ludovico Einaudi accompagnato da una memorabile orchestra. La serata è cominciata sotto un diluvio che non ha però fatto desistere gli spettatori rimasti fino all'ultima nota ad applaudire uno degli eventi più attesi dell'estate areniana.
LIRICA
Al Filarmonico secondo    <br/>concorso Maria Callas

Al Filarmonico secondo
concorso Maria Callas

Maria Callas e Verona. Un binomio da sempre inscindibile da quando nel 1947 stregò l'Arena con la sua impareggiabile voce. Per questo Il Festival Internazionale scaligero ha presentato la seconda edizione del Concorso dedicato al soprano greco cresciuta professionalmente e affermatasi proprio in Riva All'Adige. Un evento che prenderà il via Lunedì con le eliminatorie e si protrarrà fino a Venerdì. Sabato invece gran finale del Festival, patrocinato tra gli altri dalla Fondazione Giorgio Zanotto, con la consegna del Primo Premio Speciale alla Carriera Maria Callas. L'ideatore e promotore dell'iniziativa è il Maestro Nicola Guerini, presidente del Festival Internazionale Scaligero che per la seconda edizione del concorso ha invitato nella giuria d'onore nomi di assoluto prestigio come Cecilia Gasdia che si aggiudicò il premio Maria Callas nel 1980 e Donato Renzetti. I concorrenti arriveranno da tutto il mondo, dal Sol Levante, agli Stati Uniti, fino alla Russia. Appuntamento dunque nella fantastica cornice del teatro Filarmonico per un tributo doveroso a Maria Callas e alla lirica.
ESTATE TEATRALE
Al Romano c'è Goldoni,  <br/>"Il Bugiardo" d'amore

Al Romano c'è Goldoni,
"Il Bugiardo" d'amore

L'ultimo alito sheakesperiano era stato lasciato, sul palco del teatro romano, la dodicesima notte, con l'attore regista Carlo Cecchi nei panni di Malvoglio in una rappresentazione portata a Verona per la nona volta, sempre con successo. E poi shak ha lasciato il posto a chi mancava da quattro anni, carlo goldoni che si ricorda ne Il bugiardo, nel 2010, on l'allestimento del teatro stabile di verona, per la regia di Paolo Valerio. E a tornare proprio il bugiardo, firmato da una una vecchia conoscenza teatrale, Valerio Binasco che negli anni scorsi ha dato alla luce due fortunati allestimenti shakespeariani messi in scena dalla popular sh company. La tempesta, nel 2012, il mercante di venezia, nel 2013. E Binasco torna mettendo SUL PALCO, nei panni di Lelio, Maurizio Lastrico, il comico conosciuto dal grande pubblico per le sue partecipazioni a camera cafè e zelig. Commedia in tre atti rappresentata per la prima volta nel maggio 1750 a Mantova, Il bugiardo ruota attorno al personaggio di Lelio de’ Bisognosi, figlio di Pantalone. Nato a Venezia e cresciuto a Napoli, il giovanotto sparge qua e là le sue “spiritose invenzioni” come ama definire le bugie che continua a raccontare e che creano una sequela di equivoci e di stravolgimenti di situazioni nelle quali l’amore riveste una parte di primo piano.Ma non si sorride a basta, al Romano. O si sorride amaramente. Quelle spiritose invenzioni, infatti, non aiutaranno il protagonista, tutt'altro. Innescano in realtà un meccanismo perverso che anziché aiutarlo lo porteranno inevitabilmente alla rovina.E sullo sfondo le origini di questa disaffezione alla realtà, una commedia che indaga, ridendo, sull'incapacità di vivere davvero. Non solo le prodezze comiche dello spettacolo, ha spiegato il regista, ma anche e soprattutto le ferite d'amore. ?Insieme a Maurizio Lastrico e a Michele Di Mauro, sono in scena Maria Sofia Alleva (Colombina), Fabrizio Contri (dottor Balanzone), Andrea Di Casa (Ottavio), Beatrice (Elena Gigliotti), Deniz Ozdogan (Rosaura), Nicola Pannelli (Brighella), Sergio Romano (Arlecchino), Roberto Turchetta (Florindo) e Ivan Zerbinati (cameriere / vetturino / portalettere).?Le musiche originali sono di Arturo Annechino, le scene e i costumi di Carlo de Marino, le luci di Pasquale Mari.Un altro grande successo, di amore e disavventura, di comicità e amarezza. Un altro grande successo di pubblico che ha visto fino ad ora al romano oltre 11 mila persone.
ESTATE VERONESE
Cinema sotto le stelle <br/>alla Tomba di Giulietta

Cinema sotto le stelle
alla Tomba di Giulietta

Per la rassegna organizzata dalla Circoscrizione Centro Storico, "Cinema sotto le stelle - tra Commedia e Sentimento", giunta alla settima edizione, le proiezioni di venerdì 18 e sabato 19 avranno luogo nella splendida cornice del cortile della Tomba di Giulietta alle ore 21:15 con il seguente programma: venerdì "La mafia uccide solo d'estate" di Pif, con Cristiana Capotondi. Sabato "La sedia della felicità" di Carlo Mazzacurati, con Valerio Mastandrea, e Isabella Ragonese. I film saranno introdotti da Alessandro Tedeschi Turco. Prima della proiezione dei film, dalle 19:30 alle 21, sarà possibile effettuare una visita gratuita alla Tomba di Giulietta.
DATI SIAE
Nabucco in Arena   <br/>Primo posto assoluto

Nabucco in Arena
Primo posto assoluto

Checco Zalone sbancatutti nella top ten del cinema (unico titolo italiano insieme al 'Principe abusivo' di Alessandro Siani); Bruce Springsteen re dei concerti e Aldo, Giovanni e Giacomo del teatro con 'Ammutta muddica'; fino al Nabucco di Verdi che con le sue 13 repliche regala all'Arena di Verona il primo posto in classifica, sia tra gli incassi delle opere liriche sia nella lista dei teatri lirici. Sono questi i migliori titoli del 2013, secondo l'Annuario dello spettacolo della Siae, presentato oggi.

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

    Studionews
  • Amici animali

    documentario
  • TgVeneto

  • Studionews

    rubrica
  • Cartoni Animati

  • TgVerona

    all'interno il TgGialloblu
  • Impact point

    thriller (Usa 2008) di Hayley Cloake con Brian Austin Green e Melissa Keller
  • Film di seconda serata

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Film della notte

L'Opinione
ON AIR
02.08.2014
TgGialloblù
ON AIR
29.08.2014
TgVeneto
ON AIR
29.08.2014
Rosso & Nero
ON AIR
11.07.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Prima Serata
ON AIR
18.06.2014
L'Opinione
ON AIR
01.08.2014
TgVerona
ON AIR
29.08.2014
TgGialloblù
ON AIR
29.08.2014
TgVeneto
ON AIR
29.08.2014
Rosso & Nero
ON AIR
11.07.2014
ON AIR
07.04.2014

BPV MUTUO YOU

 

 

auditeL GIUGNO 2014 telenuovo

I più visti della settimana

TELENUOVO TGGIALLOBLU

Studionews Rete Nord Pubblicità

TERRA E NATURA
29.08.2014

TERRA E NATURA

TERRA E NATURA
29.08.2014

TERRA E NATURA

TERRA E NATURA
25.08.2014

TERRA E NATURA

TERRA E NATURA
15.08.2014

TERRA E NATURA