Aeroporto Brescia,  <br/>decide Corte Europea

Aeroporto Brescia,
decide Corte Europea

"Tutte le sentenze vanno rispettate. Studieremo le carte per capire meglio e valutare". Lo ha detto il presidente di Catullo Spa, Paolo Arena, dopo il pronunciamento del Consiglio di St...

SINISTRA
Fino al 6 settembre    <br/>Festa in Rosso a Verona

Fino al 6 settembre
Festa in Rosso a Verona

Questa sera, mercoledì 2 settembre, presso l'area verde di Quinzano, di fronte alle piscine Santini, avrà inizio l'ormai tradizionale Festa in Rosso edizione 2015.L'appuntamento della sinistra veronese, alle ore 21, incomincia con un dibattito di rilievo dal titolo: "Il tempo è ora!!! Costruiamo "la casa comune" della sinistra intiliberista.Incontro con Paolo Ferrero segretario nazionale di Rifondazione Comunista.Sarà l'occasione per un confronto approfondito sulla situazione del paese, sconquassato dalla crisi e dalla politica di destra del governo Renzi, ma soprattutto per verificare lo stato delle cose verso la ricomposizione della sinistra italiana, fino ad ora troppo divisa per poter essere efficace."Lo spostamento a destra del Pd- spiega il segretario provinciale Fiorenzo Fasoli - lascia ampi spazi politici a sinistra e l'esigenza di una alternativa al neoliberismo imperante impone la necessità di cogliere le disponibilità da più parti manifestate per aprire una nuova prospettiva che riprenda a mettere al centro le persone, i loro diritti, la giustizia sociale, i beni comuni e la democrazia. E' una questione di rilevanza nazionale, ma con interessanti risvolti anche locali".Come al solito alla festa ci sarà la libreria, lo stand di solidarietà con Cuba e gli stand enogastronomici a cominciare dall'osteria con i vini doc ed il lavarello alla brace, la cucina con le sue gustose proposte e la birreria.Non mancheranno i banchetti delle associazioni e dei prodotti artigianali. La festa durerà fino a domenica 6 settembre.
INCIDENTE
Auto investe bici <br/>Ferito anziano

Auto investe bici
Ferito anziano

Ancora un investimento di ciclista. Un 87enne è rimasto ferito dopo essere stato investito in via Torrente Vecchio da una Fiat Punto guidata da una donna.L'anziano, che era in sella ad una bici elettrica, è stato trasportato all'ospedale di Borgo Trento; non è in pericolo di vita, ma le sue condizioni sono serie. La conducente dell'auto è risultata negativa all'alcoltest effettuato dalla Polizia municipale.
REGIONE
Prorogata la caccia  <br/>al cinghiale

Prorogata la caccia
al cinghiale

Caccia al cinghiale prorogata nella Provincia di Verona per il 2015/2016: a stabilirlo è la delibera della Giunta regionale n.1027 del 4 agosto che proroga per tutta la stagione 2015/2016 il regime sperimentale venatorio sperimentale attivato dalla Provincia di Verona per la caccia al cinghial. "Ormai non si parla più di 'problema' ma di una vera e propria emergenza cinghiali - commenta il consigliere regionale Giovanna Negro, di Veneto del Fare - oltre agli ingenti danni alle coltivazioni e ai mezzi agricoli in Lessinia, il pericolo è ormai quello degli incidenti stradali per l'elevato numero di questi animali che, specie con il buio, scorrazzano liberamente e attraversano le strade all'improvviso. Quindi non si parla più di soli danni all'agricoltura ma di situazioni di pericolo per la sicurezza dei cittadini". La problematica dei cinghiali non riguarda solo la montagna e la collina scaligera ma è un fenomeno di cui soffrono anche altre province e regioni, per questo il consigliere regionale veronese auspica "che questa delibera sia apripista anche per altri luoghi messi a dura prova da questi animali selvatici ed è proprio la normativa che deve tutelare le persone con regole specifiche per risolvere la problematica". I risarcimenti per i danni non risolvono infatti il problema: "Gli indennizzi non sono sufficienti - aggiunge Negro - perché coprono, a posteri, una percentuale minima dei danni subiti dagli agricoltori e non si risolve la questione, poiché i cinghiali continuano ad aumentare e creare disastri. Lasciare che la situazione sfugga di mano significa veder sparire contadini e colture, in barba alla sicurezza ambientale e con pessime conseguenze per i territori che verranno abbandonati. Questo passo istituzionale - conclude il consigliere di Veneto del Fare - è uno snellimento burocratico per i cacciatori e un tentativo efficace di limitare il fenomeno che inizia ad interessare anche i paesi e le zone abitate".
INCIDENTE
Ciclista investito    <br/>da pirata della strada

Ciclista investito
da pirata della strada

Brutto incidente a Colognola ai Colli dove un giovane ciclista per cause ancora in corso d'accertamento è stato investito da un'auto il cui conducente si è allontanato senza prestare soccorso. Sul posto automedica, ambulanza e polstrada: il ragazzo che ha rimediato un trauma cranico è stato trasportato all'ospedale di Borgo Trento.
Tosi: L'Italia non ha   <br/>bisogno di amnistie

Tosi: L'Italia non ha
bisogno di amnistie

"L'Italia ha bisogno di tutto tranne che di amnistia e indulto. Per sovraffollamento carce...

MUSICA
Festival Show, finale  <br/>il 9 settembre in Arena

Festival Show, finale
il 9 settembre in Arena

Mercoledì 9 settembre, a partire dalle 20.30, si terrà in Arena la finale del Festival Show, ottava ed ultima tappa della kermesse itinerante di Radio Birikina e Radio Bella & Monella promossa dal Comune di Verona.Lo spettacolo avrà ingresso gratuito e vedrà esibirsi, fra gli altri, Patty Pravo, Marco Masini, Max Pezzali, Paola Turci, Nek, Alex Britti, Anna Tatangelo, Francesca Michielin, Dolcenera, Marco Carta, gli Zero Assoluto e Paolo Belli. Durante la serata si esibiranno anche i veronesi Susanna Gecchele e Kyra’s band. Saranno inoltre presenti i giovani Benji & Fede e Il Pagante.L’iniziativa è stata presentata questa mattina a Palazzo Barbieri dal Sindaco Flavio Tosi, insieme al coordinatore dell’evento Paolo Baruzzo. A condurre la maratona canora sarà Giorgia Palmas.“Si tratta di una tradizione ormai consolidata nel tempo – ha detto Tosi -Festival Show fece il suo esordio a Verona otto anni fa da piazza San Zeno, poi in piazza Bra e dallo scorso anno, visto l’affetto del pubblico e quindi le elevate presenze, in Arena. Aver creduto assieme a questo progetto ha permesso al Festival di crescere e di affermarsi e alla città di Verona di avere una vetrina importante che sa unire musica, bellezza e solidarietà”.Le coreografie saranno della summer crew di Etienne Jean-Marie, accompagnata dall’Orchestra ritmico sindonica italiana diretta dal maestro Diego Basso.Durante la serata si esibiranno anche dei giovani in concorso, che saranno valutati da una giuria tecnica, e sfileranno le ragazze della prima edizione del concorso "Miss Diadora Glam Fit".Tutta la serata sarà ripresa dalle telecamere di Agon channel (canale 33) e Antennatre che la trasmetterà domenica 13 settembre. La diretta, invece, si potrà ascoltare su Radio Birikina e Radio Bella & Monella.Agli ingressi in Arena sarà promossa una raccolta di offerte, che andranno ad aggiungersi agli oltre 500 mila euro raccolti in questi anni da Festival Show a favore della Fondazione Città della Speranza di Padova, impegnata nella ricerca e cura delle malattie infantili, il cui socio fondatore è Roberto Zanella, editore del polo radiofonico di Castelfranco Veneto. L’ingresso alla serata è gratuito, previa prenotazione: sono ancora disponibili i biglietti in gradinata. Per prenotare basta chiamare il numero 8956060665 (costo massimo della chiamata 0,98 euro al minuto). I biglietti per accedere in Arena potranno essere ritirati il giorno dello spettacolo a partire dalle ore 10. L’apertura dei cancelli è prevista per le ore 19.
MALAVITA
Banditi al ristorante,     <br/>rubati 50mila euro

Banditi al ristorante,
rubati 50mila euro

Colpo da cinquantamila euro al ristorante "Cristina e Franco" a Peschiera.I malviventi si sono introdotti nel locale e hanno forzato la cassaforte rubando tutto l'incasso dei giorni precedenti. I titolari del ristorante, che nella centrale piazza Aleardi, si sono accorti del furto solo alla riapertura del locale, quando hanno trovato forzati il lucchetto che chiudeva il cancello d'ingresso ed una porta a vetri.Sul colpo indagano i Carabinieri della Compagnia di Peschiera.
TELECAMERA
Preferenziale stazione   <br/>Arrivano multe a raffica

Preferenziale stazione
Arrivano multe a raffica

I primi dati estratti dal varco elettronico installato a protezione della corsia preferenziale davanti alla Stazione ferroviaria di Porta Nuova hanno registrato, nel periodo di osservazione dal 10 al 24 agosto, un totale di 1.272 veicoli transitati irregolarmente. In poco più di due settimane, infatti, dei 1.469 veicoli che sono transitati più volte sulla corsia riservata, solo 197 sono risultati autorizzati a circolare: mezzi per il trasporto pubblico (ATV, AMT e Taxi), mezzi di soccorso (Croce Rossa Italiana), mezzi delle Forze dell’Ordine e delle Forze Armate, veicoli adibiti a noleggio con conducente, mezzi dell’AMIA, veicoli a servizio delle persone disabili. Il nuovo varco elettronico installato per la protezione della corsia preferenziale davanti alla Stazione ferroviaria in Piazzale XXV Aprile è stato allacciato alla rete elettrica nel mese di agosto ed ha cominciato ad inviare dati alla Centrale della Mobilità per i test funzionali. Le attività di rilevamento vere e proprie (con registrazione delle immagini e delle targhe rilevate) sono iniziate il 10 agosto e stanno proseguendo tuttora sotto il controllo della Centrale della Mobilità, in stretta collaborazione con l’Ufficio Varchi ZTL della Polizia municipale. Le verifiche congiunte sono finalizzate a rilevare le targhe dei veicoli che transitano sulla corsia preferenziale, per accertare la presenza nelle banche dati comunali della necessaria autorizzazione al transito. “È quindi estremamente importante rispettare sin d’ora le disposizioni circolatorie vigenti -è l'appello rivolto agli automobilisti dal Comandante Luigi Altamura- perché dalla mezzanotte del prossimo 14 settembre il varco elettronico comincerà a sanzionare in automatico i veicoli che non risulteranno autorizzati al transito. Meglio quindi abituarsi fin da ora a rispettare le regole per non incorrere nelle sanzioni previste e che al momento possono essere già comminate dal personale della Polizia municipale presente in piazzale XXV Aprile”.
Muore passante,    <br/>via Isonzo bloccata

Muore passante,
via Isonzo bloccata

Via Isonzo è stata chiusa al traffico, questa sera, per consentire l'intervento ai sanitari e p...

POLEMICA
Arena troppo cara? Tosi:    <br/>Colosseo costa 25% più

Arena troppo cara? Tosi:
Colosseo costa 25% più

"Non capisco perché il Pd veronese polemizzi sul fatto che il biglietto d'ingresso alla nostra Arena costa 10 euro quando per entrare al Colosseo (notoriamente e visibilmente peggio conservato del nostro anfiteatro) nella Roma governata dal Pd costa 12 euro e mezzo: anche se capisco che, con l'aria che tira nella capitale, nessuno guarda al biglietto del Colosseo per fare polemica politica". Così il sindaco Tosi sulla polemica lanciata dalle minoranze riguardo all'aumento del prezzo del biglietto per visitare l'Arena, deciso nei mesi scorsi e passato da 6 a 10 euro."Comunque - prosegue Tosi-, anche se il numero dei visitatori (dati comparati dall'1 febbraio al 30 agosto 2014/2015) è calato rispetto all'anno scorso circa del 9 per cento, l'incasso della biglietteria è aumentato quasi del 30 per cento"."Il compito del Comune è comunque, nonostante le ristrettezze cui ci hanno ridotto i Governi negli ultimi anni, quello di trovare le risorse per fare i lavori indispensabili alla tutela del monumento e per promuovere il turismo in città; il costo del biglietto, come nel resto del mondo, è uno degli strumenti per reperire tali risorse" conclude il sindaco di Verona.
PROFUGHI
Duplice omicidio Catania  <br/>Fontana: Colpa di Renzi

Duplice omicidio Catania
Fontana: Colpa di Renzi

Sull'allarme profughi durissima presa di posizione dell'europarlamentare della Lega Nord, Lorenzo Fontana.Commentando il duplice omicidio nel catanese, dove è stato arrestato un profugo, l'on. Fontana ha detto che “Ha ragione Rosita Solano, questi morti sono colpa anche dello Stato e delle istituzioni, in primis il governo Renzi, inerte perché incapace di gestire e limitare questa immigrazione clandestina di massa”.Fontana non usa mezzi termini: “Il governo Renzi ha politicamente sulla coscienza queste due morti; il premier e il ministro Alfano se avessero una coscienza politica rassegnerebbero le dimissioni immediatamente. Valori quali legalità e sicurezza non esistono più, siamo in piena emergenza democratica e repubblicana, non si può rimanere immobili e indifferenti. Auspico che il presidente Mattarella si renda conto che non sussistono più le condizioni per continuare con l'attuale governo e con questa legislatura”.
INDAGINE
Verona città regina   <br/>della spesa conveniente

Verona città regina
della spesa conveniente

In tempi di crisi, si sa, tutti cercano di risparmiare, cercando di far quadrare i conti rinunciando a qualche acquisto superfluo, facendo economia sulle bollette, insomma cercando di risparmiare, a maggior ragione sulla spesa, rito pressoché quotidiano per ogni famiglia, che incide notevolmente sul bilancio familiare.Un'indagine di "Altroconsumo", pubblicata dal quotidiano "Repubblica", rivela che Verona è la città più economica nel rispario della spesa al supermercato.L'indagine della rivista ha passato al setaccio 885 punti vendita in 68 città italiane di grandi, medie e piccole dimensioni.La spesa al carrello in un anno per una famiglia di tre persone acquistando prodotti di marca costa mediamente 6350 euro (dati Istat); secondo Altroconsumo in Veneto si risparmiano 222 euro in un anno, regione più economica, seconda solo alla Toscana dove si risparmiano 300 euro all'anno.Ma è appunto Verona la città dove mediamente la spesa risulta più conveniente, con uno scontrino più corto di 300 euro in un anno.Molte delle catene commerciali analizzate in questa indagini sono presenti anche sul territorio veronese: sono stati rilevati oltre un milione di prezzi relativi a 105 categorie di prodotto.Il risultato finale, oltre a premiare la politica dei prezzi operati dalla grande distribuzione in Veneto ed in particolare proprio a Verona, mostra grande differenze di prezzo, con variabilità estreme, perché - ad esempio - una bottiglia di acqua da Veneto alla Sicilia oscilla da 20 a 55 centesimi, o una bottiglia di olio extravergine di oliva passa da 3,49 a 7,76 euro.Sfatando la convinzione che al Sud la vita è meno cara (anche se è vero in molti aspetti della vita quotidiana), per la spesa dà ragione alla concorrenza, che spinge i supermercati a fare battaglia sui prezzi, e questo avviene in Veneto, Toscana e Piemonte dove c'è maggiore concentrazione di diverse catene commerciali e quindi c'è più concorrenza, per l'appunto. Ma l'indagine rileva infine un altro dato, il risparmio parte da 1100 euro all'anno se si continuano ad acquistare prodotti di marca, ma arriva a toccare un taglio alla spesa fino a 3500 euro se si lasciano ipermercati e supermarket per andare a fare la spesa nei discount.
INCENDIO
Rogo Villa Bartolomea    <br/>Pompieri lavorano ancora

Rogo Villa Bartolomea
Pompieri lavorano ancora

I vigili del fuoco sono ancora al lavoro a Villa Bartolomea, dove ieri è scoppiato un incendio alla Fertitalia, un'azienda che produce impianti di compostaggio. Il rogo, che ha interessato oltre 4.000 metri cubi di rifiuti organici, è stato domato, ma ora l'intervento degli uomini arrivati dai comandi di Legnago e Verona prosegue per le operazioni di smassamento dei detriti. I danni provocati dalle fiamme ammontano a milioni di euro. Il sindaco di Villa Bartolomea, Luca Bersan, intervenuto sul posto durante le operazioni di spegnimento dell'incendio ha escluso conseguenze per l'ambiente, tuttavia i tecnici dell'Arpav hanno avviato un monitoraggio dell'aria per verificare eventuali problemi di inquinamento derivati dal fumo prodotto dal'incendio di tonnellate di compost. Ancora da chiarire le cause del rogo, sul quale indagano i carabinieri della compagnia di Legnago e della stazione di Castagnaro.
NUOVA AUTOSTRADA
Valdastico Sud è realtà     <br/>Il Veneto sorride

Valdastico Sud è realtà
Il Veneto sorride

L'A31 Valdastico Sud è realtà. E' stato infatti inaugurato oggi l'ultimo tratto da Agugliaro a Noventa Vicentina del nuovo nodo viabilistico che per il Veneto rappresenta un grande successo. Una lunghezza complessiva di 90 km che al momento si ferma all'altezza di Piovene Rocchette e in molti si augurano che presto si possa convincere anche la provinca autonoma di Trento per il naturale sbocco a Nord sulla A22 della Valdastico. La partita per il momento resta ancora aperta ma il presidente della Brescia-Padova Flavio Tosi, il presidente di A4 Holding Schneck, il governatore del Veneto Zaia e il ministro alle infrastrutture e trasporti Delrio hanno espresso soddisfazione per un'opera così importante portata a compimento.
INCIDENTE
'Pirata' fugge dopo    <br/>investimento pedone

'Pirata' fugge dopo
investimento pedone

Un'auto è fuggita dopo avere investito un pedone. E' successo questa mattina in via Palladio, all'altezza del civico 26.Una donna è stata investita e ferita al piede sinistro mentre attraversava la strada da una Fiat Panda di colore grigio che non si è fermata e si è allontanata.
CONTRAFFAZIONE
Controlli ai mercati    <br/>Sequestrata merce

Controlli ai mercati
Sequestrata merce

Blitz della Polizia Municipale di Verona ai mercati rionali di via Poerio e allo stadio.Nel tradizionale mercato davanti al Bentegodi sono stati sequestrati migliaia di prodotti falsi marchiati con il nome di una nota marca di cosmetica.Numerosi furgoni degli ambulanti sono risultati privi di revisione.
LAVORO & FAMIGLIA
Lidl inaugura centro   <br/>d'infanzia aziendale

Lidl inaugura centro
d'infanzia aziendale

E' stato inaugurato ad Arcole il primo centro d'infanzia aziendale di Lidl Italia, azienda del settore della gdo italiana. Il taglio del nastro si è tenuto alla presenza, tra gli altri del sindaco di Verona Flavio Tosi e del presidente della Provincia di Verona Antonio Pastorello e del provveditore agli studi Stefano Quaglia. La struttura è stata realizzata vicino alla sede centrale della catena di supermercati che, conta oltre 570 punti vendita su tutto il territorio nazionale e oltre 11.000 collaboratori. Il centro si sviluppa su una superficie complessiva di oltre 4.000 mq, di cui 1.200 mq coperti, è dotata di impianto fotovoltaico da 30 Kw e può ospitare fino a 120 bambini dai 3 mesi ai 6 anni, figli dei dipendenti del gruppo. Il giardino esterno, allestito anche con una serra, occupa oltre 3.200 metri.
A BRENTINO
Moto contro due bici   <br/>Tre persone ferite

Moto contro due bici
Tre persone ferite

Incidente intorno alle 19 all'altezza di Brentino sulla strada provinciale 11 nei pressi del Cristo della strada. Una moto si è scontrata con due biciclette: tre le persone ferite, due trasportate all'ospedale di Bussolengo e una, di media gravità al Polo Confortini.
FOTOGALLERY
Fiamme in azienda   <br/>Tutte le immagini

Fiamme in azienda
Tutte le immagini

Le immagini del devastante incendio divampato a Villa Bartolomea in un'azienda di compostaggio rifiuti, che sta tenendo impegnati i Vigili del fuoco.
INCIDENTE
Nel fossato con l'auto    <br/>Muore 30enne

Nel fossato con l'auto
Muore 30enne

Un uomo di 30 anni è morto dopo essere finito con l'auto in un fossato a Belfiore, illeso invece un altro uomo che viaggiava con lui. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, i Vigili del fuoco e i Carabinieri, ma i soccorsi sono satti vani, l'uomo è morto annegato.
INCENDIO
Villa Bartolomea, rogo     <br/>in azienda compostaggio

Villa Bartolomea, rogo
in azienda compostaggio

Giornata di intenso lavoro per i vigili del fuoco di Verona intervenuti per domare un incendio a Villa Bartolomea.Poco dopo le 11:30 di oggi é scattato l'allarme presso alla ditta Fertitalia srl in località Serragli. Nell' azienda che realizza impianti di compostaggio é divampato un incendio che ha interessato 4000 metri cubi di rifiuti organici e avvolto la ditta in una densa nube d fumo. L'intervento è tuttora in corso e sta impegnando 9 mezzi del comando di Verona e 4 dei limitrofi Padova e Rovigo e diverse squadre per un totale di 33 unità.
AD AVIO
Uva e dintorni 2015  <br/>Tradizione e identità

Uva e dintorni 2015
Tradizione e identità

Una crescita costante dal 2001 anno della primissima edizione fortemente voluta dal Comune di Avio alla ricerca di un evento rappresentativo e identitario. Torna così per il quindicesimo anno la festa dell’uva e dintorni che si svolgerà il 4,5,6 Settembre a Sabbionara d’Avio. Tre giornate d’incontro, condivisione, giochi e divertimento, ma soprattutto sviluppo del territorio e scoperta dei prodotti tipici. Tema centrale ovviamente il vino attorno cui ruoteranno varie manifestazioni: i numeri danno ragione al Comune Trentino che negli anni ha saputo coinvolgere non solo produttori autoctoni ma anche ospiti da Torscana, Piemonte, Abruzzo. Ogni città infatti si presenta ad Avio con il proprio simbolo e ha la possibilità di allestire, in una corte destinata agli ospiti bancarelle dove esporre vini tipici e prodotti locali. Uno scambio di prodotti e idee che ha dato eccellenti risultati. Uva e dintorni è diventata a tutti gli effetti la festa della Comunità per la capacità che ha avuto di attirare numerosi cittadini volontari desiderosi di mettersi al servizio del proprio territorio. Un traguardo che ha dato soddisfazione all’amministrazione locale. Ma se come si è detto è il vino a farla da padrone sono anche la storia e la tradizione a trovare spazio nella festa. Infatti, il vino è abbinato al contesto storico, all’amore per la propria terra, alle proprie passioni, fantasie, desideri e alla cultura senza dimenticare i giochi e l’aspetto ludico: palio della botte in primis a cui parteciperà anche una squadra veronese e poi spettacoli con artisti, commedianti e tamburini. L’evento si concluderà con un’emozionante spettacolo pirotecnico. Le premesse per una tre giorni da record ci sono tutte.
INCIDENTE
Cade sul sentiero   <br/>a Malcesine: ferito

Cade sul sentiero
a Malcesine: ferito

Intervento del 118 poco dopo mezzogiorno per una caduta in bicicletta su un sentiero all'altezza di Malcesine. La persona ferita è stata trasportata all'ospedale di Negrar.
INCIDENTE
Individuato e denunciato       <br/>il pirata della strada

Individuato e denunciato
il pirata della strada

E' stato individuato e denunciato il pirata della strada che ieri sera a Verona a bordo della sua moto è fuggito dopo avere investito un pedone. E' un 29enne albanese, residente a San Giovanni Lupatoto, che si è presentato al Pronto Soccorso dell'ospedale di Isola della Scala, per farsi curare alcune ferite. Il giovane, rintracciato con un'operazione intercomunale delle Polizia locali di Verona, San Giovanni Lupatoto e Isola della Scala, è stato denunciato per omissione di soccorso, fuga dopo il sinistro stradale e lesioni personali colpose; il pedone ha riportato la frattura scomposta della gamba con una prognosi di 60 giorni. Disposto anche il sequestro del motociclo; a carico dell'albanese c'è una segnalazione della Polizia municipale di all'autorità giudiziaria per una precedente guida in stato di ebbrezza.
TRAFFICANTE
Ai domiciliari a Verona,   <br/>arrestato corriere droga

Ai domiciliari a Verona,
arrestato corriere droga

Un cittadino tunisino accusato di essere un trafficate internazionale di cocaina, da anni latitante, è stato arrestato dalla squadra mobile di Padova con un blitz in un appartamento a Casalserugo, di proprietà di un albanese. L'uomo, Ben Tiwa Nejme Eddine, 39 anni, dopo la condanna a 15 anni e 8 mesi di carcere, era stato posto agli arresti domiciliari a Verona per scontare i restanti sette anni, ma da qui era fuggito. Lo straniero - secondo gli investigatori - aveva un ruolo di vertice nei rapporti tra la criminalità tunisina e quella albanese, punto di riferimento per le forniture di cocaina dall'Olanda. La mobile euganea lo ha rintracciato a Casalserugo ed ha dovuto chiedere l'intervento dei vigili del fuoco per sfondare la porta blindata, mentre negli stessi momenti il latitante gettava nel water alcuni panetti di cocaina. Per sfuggire all'arresto l'uomo ha tentato prima di calarsi dal terrazzo al secondo piano, poi si è lanciato con un coltellino in pugno contro gli agenti, alcuni dei quali, prima di fermarlo, hanno riportato alcune lievi ferite.
PEDONI
Sabato nero, turisti    <br/>investiti sul Lago

Sabato nero, turisti
investiti sul Lago

Una turista straniera di 68 anni è in gravi condizioni dopo essere stata investita da un'auto a Castelletto di Brenzone. Alla guida dell'auto un italiano che ha investito la donna nelle vicinanze del porto. La turista è stata trasportata con l'elicottero di Verona Emergenza al Polo Confortini dell'ospedale di Borgo Trento.Un altro investimento è avvenuto a Cisano di Bardolino, sulla S.R. 249 Gardesana: un pedcone è stato travolto mentre attraversava la strada ed è stato trasportato alla Casa di Cura Pederzoli a Peschiera.
AUTOSTRADA
A4 agli spagnoli, Tosi:   <br/>Intervenga il governo

A4 agli spagnoli, Tosi:
Intervenga il governo

“Prendendo atto con favore della posizione del Governo, espressa dal Ministro Delrio, sulla necessità di mantenere sotto il controllo pubblico la rete ferroviaria (Rfi), rinnovo per l'ennesima volta l'appello al Governo affinché venga difesa, a maggior ragione, l’italianità delle concessioni autostradali". Lo ha detto il sindaco di Verona, Flavio Tosi, parlando anche come presidente dell'Autostrada Brescia-Padova, per la quale il gruppo spagnolo delle concessionarie Abertis, quotato alla borsa di Madrid, ha firmato nelle scorse settimane l'accordo per l'acquisto del controllo di A4 Holding, a cui fanno capo la Brescia-Padova e la A31 Valdastico, che lunedì inaugurerà il completamento a sud. "Ho chiesto più volte al Governo, in una serie di colloqui - ha spiegato Tosi -, di intervenire rispetto all'ipotesi di cessione del pacchetto di controllo dell'A4. Non tanto per impedire la cessione (che nel settore privatistico è legittima e guai a interferire), quanto piuttosto per ribadire che quando si tratta di asset strategici per il Paese, come l'energia, le reti ferroviarie, le concessioni autostradali, la difesa dell'interesse nazionale deve diventare un fattore assolutamente prioritario". "E' evidente, infatti, - ha aggiunto - che il controllo straniero di asset strategici rischia di danneggiare l'interesse nazionale quando si parla di grandi investimenti e di possibilità di realizzare importanti infrastrutture per il territorio". "Sollecito quindi il Governo ad intervenire affinché chi detiene il controllo dell'A4 consideri di far prevalere l’interesse nazionale rispetto alla scelta di cessione del pacchetto azionario, privilegiando gli investitori del nostro Paese, che di certo non mancano” ha concluso Tosi.

CONTROLLI
Rifiuti abbandonati        <br/>in centro, blitz e multe

Rifiuti abbandonati
in centro, blitz e multe

Sono scattati i controlli della Polizia municipale per individuare i responsabili dell'abbandono di rifiuti fuori dai cassonetti nel centro storico di Verona. L'operazione, compiuta da agenti in borghese, ha permesso di individuare una dozzina di persone che lasciavano cartoni e rifiuti in mezzo alla strada o sui marciapiedi. Tra questi commesse e dipendenti di alcuni negozi del centro, dipendenti di una ditta di traslochi e anche residenti. "E' la prova - ha detto il comandante della Municipale, Luigi Altamura - che chi lavora e abita in centro sono tra coloro che contribuiscono a rendere degradata la città antica. Ma ci sono anche stranieri, e sottolineo che i profughi non c'entrano nulla e si tratta di turisti, a volte famiglie, che sporcano e fanno i loro comodi, compreso pure qualche padrone di cane". Le sanzioni da 450 euro sono state contestate e altre arriveranno nei prossimi giorni, quando i controlli si estenderanno anche nei quartieri, sempre con la collaborazione degli ispettori Amia. "Si tratta - ha aggiunto il presidente di Amia, Andrea Miglioranzi - di comportamenti maleducati, che evidenziano la mancanza di senso civico e di rispetto delle regole. Fortunatamente la maggioranza dei veronesi si comportano bene, ma continueremo con i controlli che si affiancano al lavoro quotidiano del personale Amia per la pulizia della città, in centro storico e nei quartieri".
INCIDENTE
Investe pedone e fugge     <br/>Caccia a pirata albanese

Investe pedone e fugge
Caccia a pirata albanese

La Polizia municipale di Verona è sulle tracce del pirata della strada, a bordo di una motocicletta, che ieri sera poco prima delle 23 ha investito un pedone in via dell'Autiere, poco prima di ponte San Francesco. Dopo lo scontro il motociclista è rovinato al suolo unitamente al suo mezzo e rialzatosi immediatamente è ripartito fuggendo in direzione del ponte San Francesco. A terra è rimasto ferito il pedone, un veronese 30enne, che ha riportato la frattura scomposta della gamba sinistra. Un testimone, nell'immediatezza dell'incidente, ha trovato un portafoglio dove era caduto il motociclista, caduto quasi sicuramente al conducente, un cittadino albanese attualmente ricercato. L'Unità di Contrasto alla Pirateria Stradale e il Nucleo Infortunistica sono al lavoro anche per esaminare i frammenti del veicolo rimasti a terra.
INCIDENTE
Scontro tra due bici,    <br/>ferita una donna

Scontro tra due bici,
ferita una donna

Singolare incidente tra due biciclette oggi in via San Nazaro, all'intersezione con vicolo Porta Vescovo, nei pressi di piazza Santa Toscana.Una bici guidata da una donna marocchina 54enne si è scontrata con un'altra bicicletta, guidata da un uomo che si è allontanato lasciando i propri dati al figlio della donna.La signora è stata trasportata al pronto Soccorso di Borgo Trento con lesioni non gravi al volto.
SENTENZA
Parentopoli, Tosi:   <br/>Sciacalli non si scusano

Parentopoli, Tosi:
Sciacalli non si scusano

"Sono gli sciacalli che campano sulle disgrazie altrui e che se le augurano, per poi vivacchiarci sopra. A Verona ne abbiamo diversi esempi, basta rileggere le dichiarazioni rilasciate sul caso Parentopoli da una parte del Pd e da esponenti grillini". Lo ha detto il sindaco di Verona, Flavio Tosi, commentando le motivazioni della sentenza di assoluzione del processo per la cosiddetta "Parentopoli", depositata ieri dal Tribunale che ha assoluto tutti gli imputati, dieci tra presidenti, dirigenti e consiuglieri degli enti partecipati dal Comune scaligero; sentenza che ha stabilito che "negli enti non ci fu nessun favoritismo". "E' assolutamente legittimo e opportuno - ha spiegato Tosi - che possano essere fatte segnalazioni all’autorità giudiziaria per verificare la correttezza delle procedure messe in atto dalla Pubblica Amministrazione, ma è vergognoso che ci sia chi fa attività politica solo attraverso espedienti miserabili e non sul confronto e sui programmi elettorali."Le affermazioni degli esponenti del Pd, il capogruppo Michele Bertucco e la consigliera Elisa La paglia, e del deputato M5S Mattia Fantinati" - sottolinea Tosi - dimostrano la volontà di fare sciacallaggio politico e una assoluta mancanza di rispetto per le persone coinvolte, non esponenti politici ma pubblici amministratori o dirigenti d’azienda, molti dei quali in ruolo ben prima dell’insediamento di questa Amministrazione; professionisti che meritavano quel rispetto che è dovuto a chiunque, prima che siano verificate le responsabilità personali da parte della magistratura, come giustamente ricorda sempre il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, ma soprattutto come insegnano il nostro ordinamento e la Costituzione italiana, garantendo l’innocenza delle persone fino a condanna definitiva". "Siamo sicuri, senza doverlo chiedere, che gli sciacalli di una parte del Pd e del Movimento 5 Stelle non chiederanno mai scusa a queste persone e non modificheranno di una riga le loro dichiarazioni. Diversamente da loro, noi siamo orgogliosi di fare politica nel rispetto delle persone e della Costituzione: questo è ciò che ci contraddistingue" ha concluso Tosi.
INTERVENTO
103 sanzioni mai pagate    <br/>Fermato veronese

103 sanzioni mai pagate
Fermato veronese

La Polizia municipale ha individuato un automobilista con targa straniera che circolava in città violando numerose regole del codice della strada. Si tratta di un veronese sorpreso alla guida in corso Porta Nuova a cui sono state notificate 103 sanzioni per divieti di sosta senza mai pagare il Verona Park, accessi abusivi alla ZTL e transiti abusivi sulle corsie bus per un totale di 6.500 euro.
PISCINA PER TUTTI
Attrezzature per    <br/>disabili alle Belvedere

Attrezzature per
disabili alle Belvedere

L’associazione “Genitori Tosti in tutti i Posti” ha donato al Comune di Verona un lettino da spogliatoio e una sedia toilette per disabili, da utilizzare all’interno dell’impianto natatorio Belvedere di via Montelungo. La consegna è avvenuta questa mattina alla presenza degli assessori ai Servizi sociali Anna Leso e allo Sport Alberto Bozza. Presenti la presidente dell’associazione “Genitori Tosti in tutti i Posti” Alessandra Corradi, con il figlio Jacopo, e il presidente della sesta Circoscrizione Mauro Spada.“L’Amministrazione comunale – ha detto Leso - ringrazia l’associazione a nome di tutta la città e di tutte le persone con difficoltà motorie. Si tratta di un modo generoso di contribuire ad esigenze concrete, ma anche di dimostrare che le barriere possono essere superate”. “Fare sport è un diritto di tutti – ha aggiunto Bozza – ma non sempre è facile accedere alle strutture. Oggi riceviamo una bella lezione di solidarietà, un esempio a fare sempre meglio, affinchè lo sport possa essere per tutti un modo per divertirsi, ma anche per far star bene corpo e mente”.L’attrezzatura, del valore di 2 mila 683 euro, è già utilizzabile all’interno delle piscine Belvedere, dove si trovano sia il lettino per lo spogliatoio, che consente alle persone non autosufficienti con disabilità motoria di essere cambiate, sia la sedia da toilette per gli spostamenti dei disabili dallo spogliatoio alla doccia, fino al bordo vasca, in sicurezza e nel rispetto delle regole igieniche.
GDF
San Bonifacio, evasione     <br/>per 500mila euro

San Bonifacio, evasione
per 500mila euro

A seguito di una verifica fiscale svolta nei confronti di una società che nel periodo dal 2010 al 2012 ha gestito una nota discoteca di San Bonifacio, è emersa una rilevante evasione dell’IVA e delle Imposte sui Redditi per un importo superiore ai 500 mila euro, con conseguente denuncia all’Autoreità giudiziaria.Al termine delle indagini, il G.I.P. ha emesso un provvedimento di sequestro preventivo dei beni nella disponibilità dell’effettivo gestore ed amministratore della discoteca. L’operazione di servizio svolta dalle Fiamme Gialle di Soave si è conclusa con il sequestro dei beni immobili riconducibili all’indagato, ubicati a Colognola ai Colli, Tregnago e Desenzano del Garda per un controvalore di oltre 500.000 euro.
INCIDENTE
Auto contro moto      <br/>Un ferito non grave

Auto contro moto
Un ferito non grave

Ennesimo incidente tra una moto ed un'auto. E' successo poco fa in via del Pestrino, a Porto San Pancrazio.Sul posto i sanitari del 118 per soccorrere il motociclista, rimasto ferito in modo fortunatamente non grave.
PIANO
Aeroporti, 'Catullo'   <br/>bocciato dal governo

Aeroporti, 'Catullo'
bocciato dal governo

Nuovo clamoroso svarione del governo che varando il piano aeroporti ha "bocciato" il Catullo che non è stato inserito tra i 12 scali di interesse nazionale. Ma non solo, l'aeroporto di Brescia - controllato dal Catullo e inserito nel sistema aeroportuale con il Marco Polo di Venezia, è stato inserito nella rete Nord Ovest, assieme agli scali di Milano e a Torino, Genova e Bergamo).Una scelta discutibile, nonostante gli appelli lanciato all'esecutivo Renzi dai deputati veronesi, in particolare Enzo D'Arienzo, proprio del Pd. Appelli evidentemente caduti nel vuoto.Così il piano aeroporti è sulla rampa di lancio per il decollo. Con il via libera del Consiglio dei ministri, manca solo la firma del Quirinale per il varo del Decreto del presidente della Repubblica che fornirà la cornice per lo sviluppo del sistema aeroportuale: 12 gli scali strategici e tre gli intercontinentali, con Fiumicino che si conferma numero uno. Il piano, che era già sostanzialmente noto dopo il lungo iter che ha coinvolto il Parlamento, ma anche la Conferenza Stato-Regioni, l'Agenzia del Demanio e il Consiglio di Stato, individua gli aeroporti di interesse nazionale, "quali nodi essenziali per l'esercizio delle competenze esclusive dello Stato, tenendo conto delle dimensioni e della tipologia del traffico, dell'ubicazione territoriale e del ruolo strategico dei medesimi, nonché di quanto previsto nei progetti europei". Il provvedimento, ha spiegato Palazzo Chigi, è finalizzato allo sviluppo del settore all'interno di una governance che contemperi le esigenze della domanda di traffico nazionale e internazionale con quelle di sviluppo dei territori, di potenziamento delle infrastrutture necessarie, di utilizzo proficuo delle risorse pubbliche impiegate e di efficientamento dei servizi di navigazione aerea e degli altri servizi resi in ambito aeroportuale. 38 AEROPORTI DI INTERESSE NAZIONALE IN DIECI BACINI - In linea con l'obiettivo di razionalizzazione del settore, il provvedimento individua dieci bacini di traffico omogeneo, secondo criteri di carattere trasportistico e territoriale. All'interno di questi, identifica 38 aeroporti di interesse nazionale, scelti sulla base di criteri riconducibili al ruolo strategico, all'ubicazione territoriale, alle dimensioni e tipologia di traffico e all'inserimento delle previsioni dei progetti europei della rete Treanseuropea dei trasporti. Si tratta di: Nord Ovest (Milano Malpensa, Milano Linate, Torino, Bergamo, Genova, Brescia, Cuneo); Nord Est (Venezia, Verona, Treviso, Trieste); Centro Nord (Bologna, Pisa, Firenze, Rimini, Parma, Ancona); Centro Italia (Roma Fiumicino, Ciampino, Perugia, Pescara); Campania (Napoli, Salerno), Mediterraneo / Adriatico (Bari, Brindisi, Taranto); Calabria (Lamezia Terme, Reggio Calabria, Crotone); Sicilia orientale (Catania, Comiso); Sicilia occidentale (Palermo, Trapani, Pantelleria, Lampedusa); Sardegna (Cagliari, Olbia, Alghero). 12 SCALI DI RILEVANZA STRATEGICA, NON C'E' VERONA - Per ognuno dei dieci bacini, vengono indicati gli aeroporti "che rivestono particolare rilevanza strategica": Milano Malpensa e Torino; Venezia; Bologna, Firenze/Pisa; Roma Fiumicino; Napoli; Bari; Lamezia Terme; Catania; Palermo; Cagliari. Oltre a Verona, tra i 12 non figura nemmeno Genova, il cui inserimento era stato suggerito dalla Commissione Lavori Pubblici del Senato. VENEZIA INTERCONTINENTALE - Tra questi scali, tre vengono individuati come "aeroporti che rivestono il ruolo di gate intercontinentali": Roma Fiumicino, quale "primario hub internazionale"; Milano Malpensa; Venezia.

Sondaggio

Degrado e sporcizia: come ti sembra Verona?

Tutti i sondaggi

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

  • Le comiche

  • TgVeneto

  • TgVerona (1' ed)

  • Antologia Totò

  • Studionews

  • TgVerona (2' ed)

  • Io e mia sorella

    commedia (Italia 1987) di Carlo Verdone con Carlo Verdone e Ornella Muti
  • Film 2' serata

  • Informazione

  • Film della notte

Rosso & Nero
ON AIR
10.07.2015
L'Opinione
ON AIR
08.08.2015
Verona in Diretta
ON AIR
26.06.2015
TgGialloblù
ON AIR
02.09.2015
TgVeneto
ON AIR
01.09.2015
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA