Tosi: Mafia a Verona?   <br/>Solito fango di Report

Tosi: Mafia a Verona?
Solito fango di Report

"Quelle fatte in conferenza stampa dalla presidente della Commissione parlamentare antimafia mi sembrano francamente affermazioni strampalate, che ben si inseriscono nel clima di una campagn...

ANTIMAFIA
Bindi: Commissione  <br/>accesso c'è pure a Roma

Bindi: Commissione
accesso c'è pure a Roma

"Le Commissioni di accesso valutano i fatti, acquisiscono elementi. Questo non presuppone l'ulteriore atto che è quello dello scioglimento, perché lo possono escludere". Lo ha detto la presidente della Commissione parlamentare bicamerale antimafia, Rosy Bindi, al termine dell'audizione alla Prefettura di Verona sul rischio di infiltrazioni nel territorio scaligero. Facendo riferimento all'ipotesi di nominare una Commissione d'accesso al Comune di Verona, Rosy Bindi ha ricordato che "è stata nominata anche al Comune di Roma dopo i noti fatti". "Certamente - ha aggiunto - non è un bella cosa che la capitale abbia una Commissione d'accesso, ma si tratta di operare per raccogliere elementi ulteriori di conoscenza che sarebbero utili per prevenire fenomeni che potrebbero degenerare". I membri della Commissione presenti a Verona hanno ricordato che "è nei fatti che Verona è la provincia più fragile. In particolare perché è zona di confine con la Lombardia, che è la quarta regione 'ndranghetista. Abbiamo apprezzato che questa prefettura abbia già adottato quattro provvedimenti interdittivi, e poi c'è anche lo strumento della confisca". "Costa meno ed è più utile prevenire" ha dichiarato Alessandro Naccarato (Pd), unico parlamentare veneto in Commissione. "Le mafie sparano meno e corrompono di più e sanno penetrare nel tessuto dell'economia e ci sono reati spia che richiedono coordinamento per capire il nesso con i metodi mafiosi" ha detto Rosy Bindi. "La Lombardia - ha spiegato - ha pagato caro il negazionismo di alcuni anni fa". Per questo i componenti della Commissione hanno auspicato una maggiore collaborazione tra la Procura territoriale e quella Distrettuale, che ha sede a Venezia, dove ieri si è tenuta la prima giornata di audizioni".
SOLIDARIETA'
Il team di Valentino      <br/>va in Oncoematologia

Il team di Valentino
va in Oncoematologia

Giovedì mattina alle 11, in un reparto pediatrico del Policlinico di Verona, ci sara' una "visita" davvero speciale. Il team di Valentino Rossi, trionfatore al Gran Premio del Qatar, si recherà a Borgo Roma, nel reparto di Oncoematologia Pediatrica per distribuire ai bambini ricoverati gadget e magliette autografate dal “Vale nazionale”. L'iniziativa, partita da un piccolo paziente che ha contattato lo staff di Rossi, è stata organizzata dall’Abeo di Verona, presieduto da Pietro Battistoni.Lo staff del campione di motociclismo è particolarmente sensibile alle tematiche delle malattie infantili e ha già visitato 25 reparti pediatrici in Italia, per portare un po’ di gioia e spensieratezza ai bambini più sfortunati dei loro coetanei.
INCIDENTE
Cade dal motorino   <br/>Grave un 17enne

Cade dal motorino
Grave un 17enne

Un grave trauma cranico e profonde ferite al viso ma non sarebbe in pericolo di vita il 17enne che stamattina, poco dopo le 11, è caduto da solo mentre era alla guida di un motorino. L'incidente è accaduto in via Monte Grappa, a Povegliano, dove poco dopo il ragazzo è stato soccorso dagli operatori di VrEmergenza che lo hanno trasportato d'urgenza all'ospedale di Borgo Trento
VIOLENZE
Mega rissa al bar    <br/>7 poliziotti contusi

Mega rissa al bar
7 poliziotti contusi

Pugni, calci, bottiglie rotte in mano. Erano in 12, nigeriani, ubriachi. E' accaduto all'alba, a Verona, in via Tombetta. Mancava poco alle 4 del mattino quando al 113 sono arrivate diverse chiamate per una rissa furibonda all'esterno del bar Don Maya, gia' noto per fatti simili. I poliziotti delle Volanti sono intervenuti in fretta ma al loro arrivo pareva che tutto si fosse tranquillizzato.Dopo pochi minuti, pero', altre segnalazioni dei residenti li hanno costretti ad intervenire nuovamente perche' la vicenda, evidentemente, non era conclusa. Alcuni avventori, infatti, rimasti nelle immediate vicinanze del locale continuavano ad urlare, insultando e minacciando gli stessi poliziotti. Due nigeriani si sono scagliati fisicamente contro due agenti. In loro soccorso sono intervenuti altri colleghi e ne è nata una colluttazione. Bilancio conclusivo: sette poliziotti contusi (prognosi da 4 a 20 giorni), danneggiamento di divise e di occhiali I due africani di 39 e 32 anni, con precedenti penali, sono stati arrestati per lesioni, resistenza, violenza, oltraggio a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato. Il giudice ha disposto che i due rimangano in carcere in attesa del processo che dovrebbe svolgersi il 14 aprile
Rosy Bindi: Verona è    <br/>a rischio infiltrazioni

Rosy Bindi: Verona è
a rischio infiltrazioni

"Verona è il punto più fragile del Veneto e ci sentiamo di segnalare che la consapevolezza...

ZOOTECNIA
Fieragricola, modello   <br/>da esportare

Fieragricola, modello
da esportare

Possiamo esportare il modello Fieragricola, perché è un marchio con una storia e parla allo stesso tempo di territorio, di zootecnia e di filiere di qualità». A dirlo è Roberto Nocentini, vicepresidente dell’Associazione italiana allevatori, allevatore di bovini da carne al Mugello (Firenze), membro del nuovo comitato di indirizzo della zootecnia e delle bioenergie di Fieragricola di Verona.Nocentini parla anche della fase negativa che sta attraversando il settore lattiero in Italia e in Europa."La crisi c’è per le difficoltà del mercato e perché ci troviamo in una fase di transizione verso la fine delle quote latte – specifica -. Nel giro di pochi mesi il prezzo della materia prima è diminuito di oltre il 20 per cento, al punto che oggi le aziende agricole stanno lavorando in perdita. Non si può continuare in questo modo". Positiva, per il vicepresidente di Aia, l’iniziativa lanciata dal ministero delle Politiche agricole, relativa al logo 100% Made in Italy. "E' una ricetta importante, prima si attua e meglio è – dichiara – perché oggi il consumatore vuole sapere che cosa acquista e un’etichetta trasparente e completa dell’indicazione di origine assicura informazione può garantire un valore aggiunto in termini di prezzo agli allevatori". Nella nuova Politica agricola comune 2014-2020, ai blocchi di partenza, l’Associazione italiana allevatori avrà un ruolo importante per l’assegnazione degli aiuti accoppiati per la zootecnia da latte. "E' un riconoscimento importante di quanto le Associazioni provinciali degli allevatori svolgono da sempre sul territorio, in termini di controlli funzionali e di tenuta dei Libri genealogici – commenta -. E sono aspetti che ci permettono di monitorare tutto il latte che viene prodotti in Italia". La 112ª edizione di Fieragricola, in programma da mercoledì 3 a sabato 6 febbraio 2016, punta al rilancio della zootecnia e delle bioenergie, mantenendo la propria trasversalità che abbraccia la meccanizzazione, gli agrofarmaci, la multifunzione e le aree di vigneto e frutteto.
TERRORISMO
Addestratore Isis,   <br/>è caccia in Veneto

Addestratore Isis,
è caccia in Veneto

Il Ros dei carabinieri sta cercando uno slavo, sospettato di essere un addestratore per nuovi adepti votati a sostenere la causa dell'Isis. Lo straniero, che risulta essere indagato, come riferisce "Il Corriere del Veneto", avrebbe soggiornato nel bellunese nel 2013 istruendo il bosniaco Ismar Mesinovic e il macedone Munifer Kalamaresky, rispettivamente residenti a Longarone e a Chies d'Alpago, entrambi morti in Siria per l'Islam. Il primo, com'è noto, è morto il 4 gennaio a 38 anni in combattimento ad Aleppo lo scorso gennaio. Su Mesinovic fa perno, tra l'altro, l'inchiesta condotta dalla Procura distrettuale di Venezia che ha già iscritto cinque persone nel registro degli indagati per associazione eversiva. Il bosniaco aveva lasciato Longarone insieme al figlio di tre anni, di cui si sono perse le tracce, lasciando la ex moglie, di origini cubane. Karamalesky, 30 anni, sarebbe morto invece a marzo. Ora l'attenzione degli investigatori è rivolta, tra l'altro, a cercare possibili reclutatori, e tra questi anche una musulmana di origini balcaniche, e potenziali addestratori e qui sarebbe emerso il nome dello slavo legato Bilal Bosnic, 41 anni, il predicatore islamico indagato dalla procura di Venezia per reclutamento di combattenti jihadisti, arrestato con altre 14 persone in Bosnia lo scorso settembre.
AGRICOLTURA
E' primavera,  <br/>attenzione alle gelate

E' primavera,
attenzione alle gelate

Agricoltori, attenzione alla primavera anticipata, il rischio gelate è dietro l’angolo. Il clima tepido e bucolico di giorno, può trasformarsi in un pericoloso nemico di ortaggi in campo e alberi da frutto in fioritura, per non parlare dei bruschi piovaschi. Per questo Condifesa Verona Codive, il consorzio per l'assicurazione agevolata in agricoltura invita le aziende agricole ad assicurare le colture. Gli eventi dannosi sempre infatti sempre più frequenti: nel 2013 le denunce di sinistro sono quasi triplicate rispetto all’anno precedente.Nel 2014, complici le abbondanti piogge, i danni sono aumentati ancora del 6%. 
Fumo in un capannone     <br/>VVFF alla Mambrotta

Fumo in un capannone
VVFF alla Mambrotta

Due mezzi dei vigili del fuco stanno intervenendo in un capannone nella zona di S.Martino Buon ...

FURTI
Ladro arrestato     <br/>con 37 bici in casa

Ladro arrestato
con 37 bici in casa

Trentasette biciclette rubate sono state recuperate dai poliziotti delle Volanti che hanno arrestato un georgiano, bloccato subito dopo un furto di bici in via Maddalena.A casa e nel garage dell'uomo erano stipate appunto 37 biciclette: 13 nell'appartamento e altre 24 nel garage. La locataria dell'immobile - un'ivoriana - è stata denunciata per ricettazione. Nei prossimi giorni le foto delle bici saranno disponibili sul catalogo oggetti rubati della Questura.
LEGA NORD
Tosi: La riposta a Bossi    <br/>l'ha già data Salvini

Tosi: La riposta a Bossi
l'ha già data Salvini

"La risposta a Bossi l'ha data Salvini: ha già detto di no, alla sua maniera". Così il sindaco di Verona, Flavio Tosi, intervistato da Telenuovo sulle dichiarazioni di Umberto Bossi, che ha giudicato uno "svarione" la sua espulsione dalla Lega Nord decisa dal segretario federale del Carroccio. "Dopo avermi espulso con arroganza - ha ricordato Tosi - ha detto che faremo la fine dei vermi. Quindi non c'è altro da aggiungere". "Tra Umberto Bossi e Matteo Salvini - ha aggiunto - ci sono due disegni diversi. Bossi opera per il bene della Lega e nello spirito leghista, mentre Salvini ha spostato la Lega a destra". "Questo non vuol dire che a destra sia male - ha precisato Tosi - ma così viene escluso tutto il centro moderato". "Ma l'obiettivo reale - ha concluso - era liberarsi di Flavio Tosi perché era un rompiscatole e dava fastidio. E quindi Salvini ha messo questo davanti a qualsiasi risultato".
TURISMO
Vacanze di Pasqua,    <br/>via un italiano su 4

Vacanze di Pasqua,
via un italiano su 4

Le grandi capitale europee o l'Andalusia avendo qualche giorno a disposizione. Per un weekend o una vacanza breve ecco invece Cinque Terre e Costiera Amalfitana. Sono le scelte dei veronesi per le prossime vacanze pasquali. "Le cinque terre sono sempre una meta ricercata" spiega Flavia Cattazzo dell'agenzia Seven viaggi. "Ma in questo periodo è molto bella l'Andalusia e c'è sempre il fascino delle capitali europee". Veronesi che comunque, nonostante quanto successo negli ultimi giorni, partiranno senza problemi. "Stiamo imparando ad essere viaggiatori e non solo turisti" conclude la titolare della Seven "e quindi a non essere condizionati dalla fatalità di eventi purtroppo anche tragici come quelli accaduti negli ultimi giorni. E questo per il turismo in genere ma non solo è senz'altro una cosa positiva".
SANITÀ
In Veneto per curarsi     <br/>Verona al primo posto

In Veneto per curarsi
Verona al primo posto

Chirurgia e Trapianti sono i reparti considerati tra le eccellenze, gli ospedali di Verona e Bussolengo i più richiesti. Sta nel valore delle prestazioni erogate ai malati arrivati da fuori regione, oltre 325 milioni di euro, l'ottimo stato di salute della sanità veneta, da anni punto di riferimento a livello nazionale per gestione economica delle spese e prestazioni erogate. E se fino a qualche anno fa i “forestieri” arrivavano più che altro da quelle regioni dove la sanità era carente, oggi arrivano anche da regioni dove il livello di cure offerte è ottimo.In termini assoluti i cittadini lombardi sono quelli che hanno richiesto più prestazioni al Veneto, pari ad un valore di oltre 63 milioni, seguiti dagli emiliano-romagnoli con oltre 57 milioni, e dai friulani con oltre 46 milioni. Quindi Sicilia (oltre 23 milioni), Campania (oltre 17 milioni), Puglia (oltre 15 milioni); Lazio (oltre 11 milioni).Verona è famosa in Italia per le neuroscienze, la cura del pancreas, i trapianti. Ma anche per la chirurgia maxillo facciale. Bussolengo è cercata per Oncologia, chirurgia generale, ortopedia. Ma sono un po' tutte le aziende sanitarie e ulss venete a fare registrare vistosi tassi di mobilità attiva dei pazienti, e dietro i due centri veronesi seguono l'ìospedale di Padova e nei primi 10 posti anche l'Ulss 20 di Verona. Un risultato raggiunto secondo i vertici della sanità veneta dal lavoro di migliaia tra medici e infermieri ma anche dagli investimenti in nuove tecnologie e da un riassestamento dell'intero sistema sanitario dovuto ai recenti tagli imposti dal governo anche in tema di sanità.
EDILIZIA CIVILE
San Michele, inauguarata  <br/>nuova baita alpini

San Michele, inauguarata
nuova baita alpini

È stata inaugurata questa mattina dal Sindaco Flavio Tosi la nuova baita degli Alpini realizzata dal Comune a San Michele extra, in via Monte Rosa. “Finalmente possiamo consegnare al quartiere questo nuovo spazio – ha detto Tosi - che sarà a servizio di tutta la comunità. Un ringraziamento particolare va all’ex assessore Daniele Polato e all’ex presidente di Circoscrizione Daniele Perbellini che negli anni hanno voluto e seguito quest’opera. Un grazie a nome di tutta la città anche agli alpini, per tutto quello che hanno fatto e faranno in questa struttura e sul territorio”. “Sarà la casa del gruppo Alpini – ha aggiunto il vicesindaco Casali – ma anche la casa del volontariato, delle famiglie e dei cittadini, per questo l’Amministrazione ha cercato di fare tutto ciò che era possibile, date le poche risorse a disposizione, per ultimare quest’importante opera”. La realizzazione della baita, iniziata nel 2012, ha avuto un costo di 320 mila euro, di cui 20 mila per gli arredi e il bancone bar. La struttura, di tipo prefabbricato, è di 123 metri quadri, suddivisi in zona bar, sala, cucina e blocco servizi igienico con antibagno e deposito; la copertura è in legno a vista. La zona sala e bar possono ospitare circa 60 persone. Attorno alla baita è stata realizzata un’ampia area verde, recintata e chiusa da una cancellata.
ARRESTI
Sgominata la banda    <br/>delle slot machine

Sgominata la banda
delle slot machine

Un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di cinque giovani, quattro cittadini romeni ed un marocchino, è stata eseguita dai carabinieri di Legnago che hanno così sgominato una banda accusata di aver messo a segno una trentina di furti con scasso alle slot machine e agli apparecchi cambiamonete in bar e locali pubblici tra le province di Verona, Vicenza e Mantova. Le indagini sono state compiute dai militari delle stazioni di Nogara e Sanguinetto, in collaborazione con il Norm di Legnago. Gli accertamenti sono iniziati dopo una serie di colpi messi a segno tra settembre e novembre 2013 ed hanno portato l'Arma a raccogliere elementi utili per chiudere il cerchio attorno alla banda.
IN UNGEHRIA
Incidente, paura   <br/>per Moras e Taxi

Incidente, paura
per Moras e Taxi

Paura per Evangelos Moras, Panagiotis Tachtsidis e Giannis Fetfatzidis. I tre calciatori della nazionale greca, appartenenti i primi due al Verona e il terzo al Chievo, sono rimasti coinvolti nella serata di ieri in un incidente stradale dopo la partita pareggiata 0-0 dalla loro nazionale a Budapest contro l'Ungheria, delle qualificazioni europee. I due giocatori del Verona, Moras e Tachtsidis e Fetfatzidis, al Chievo da gennaio, erano su un taxi diretti all'aeroporto di Budapest che si è scontrato con un'altra auto. Nell'impatto il tassista è morto, mentre i tre calciatori ora stanno bene, secondo quanto ha precisato il consigliere dell'ambasciata greca a Budapest Nikolaos Vlahakis. Comunque, ha aggiunto la stessa fonte, sono stati medicati in ospedale per alcune contusioni: Moras e Tachtsidis sono già stati dimessi, mentre Fetfatzidis dovrebbe uscire oggi in serata. I tre greci dovrebbero rientrare in Italia domani.
RIQUALIFICAZIONE
Stop degrado, mura  <br/>Torricelle riqualificate

Stop degrado, mura
Torricelle riqualificate

L’assessore ai Giardini Luigi Pisa ha effettuato questa mattina un sopralluogo nel tratto delle Mura Magistrali che va da Castel San Pietro a Castel San Felice, al termine dei lavori di riqualificazione. L’intervento, che ha avuto un costo di 60 mila euro e ha riguardato una superficie di 50 mila metri quadri, ha dato seguito ad operazioni di pulizia svolte negli anni precedenti sulla parte nord della cinta muraria ed ha reso fruibile gli spazi verdi grazie alla pulizia igienico-sanitaria dell’area (rimozione di rifiuti abbandonati) e il taglio delle erbe e delle piante infestanti che erano nate spontaneamente sulle mura. “Questo intervento – ha detto Pisa – era necessario non solo per riportare alla luce l’ultima parte di cinta muraria, ma soprattutto per garantire la sicurezza della strada e il decoro urbano. Da oggi la cittadinanza potrà fruire di questi spazi e passeggiare nel vallo di Castel San Felice”.
INCONTRO
Servizio civile,   <br/>volontari in comune

Servizio civile,
volontari in comune

L’assessore alle Politiche giovanili Alberto Benetti ha incontrato questa mattina i giovani volontari del Servizio Civile Nazionale alla fine del loro anno di attività svolto per il Comune di Verona. “È stato un anno di crescita formativa e personale – ha commentato Benetti. Ringrazio tutti i giovani per le attività svolte con impegno e dedizione verso il comune e quindi nei confronti dei cittadini veronesi”.
BILANCIO
Fondazione Cariverona,    <br/>in 2014 spesi 75 milioni

Fondazione Cariverona,
in 2014 spesi 75 milioni

Il Consiglio generale della Fondazione Cariverona, presieduto da Paolo Biasi, ha approvato il bilancio dell'esercizio 2014 che si è chiuso con 72,1 milioni di ricavi, in aumento del 12,1% rispetto al 2013. Al netto dei costi, degli accantonamenti, degli ammortamenti e delle imposte, si è registrato un avanzo di esercizio di 58,5 milioni di euro (+9,9%). In una nota la Fondazione Cariverona sottolinea che questo risultato positivo è dovuto "ad un'azione di diversificazione degli investimenti, che si è riflessa in un aumento dei ricavi e ad una rigorosa azione di contenimento dei costi gestionali". L'avanzo di esercizio è stato ripartito in 12,1 milioni a riserve di patrimonio netto e 46,4 milioni a disposizione per l'attività istituzionale dell'ente. Nel 2014 la Fondazione ha sostenuto 672 progetti per un importo complessivo di 75 milioni di euro tra sanità pubblica e medicina preventiva e riabilitativa (11,6 milioni), arte e beni culturali (27,5 milioni), assistenza agli anziani (10,2 milioni), volontariato e beneficenza (16,5 milioni), istruzione e formazione (4,9 milioni), ricerca scientifica e tecnologica (3,1 milioni) e solidarietà internazionale (1,2). Durante l'esercizio 2014 la Fondazione Cariverona ha erogato risorse, ovvero pagamenti istituzionali, per un totale di 76,2 milioni.
COMMIATO
Prefetto in pensione    <br/>Il saluto in Provincia

Prefetto in pensione
Il saluto in Provincia

Alla vigilia del pensionamento, fissato per domani, il presidente Antonio Pastorello ha consegnato una targa di riconoscimento al prefetto Perla Stancari per il lavoro svolto in questi anni nella nostra città.All'incontro è intervenuta anche Elisabetta Pellegrini, direttore generale della provincia di Verona.
ELEZIONI
Ufficiale, Regionali    <br/>si vota il 31 maggio

Ufficiale, Regionali
si vota il 31 maggio

Il ministro dell'Interno Angelino Alfano ha firmato l'atteso decreto che indice le elezioni amministrative per il 31 maggio prossimo, con eventuale ballottaggio per l'elezione dei sindaci domenica 14 giugno 2015.L'emanazione del provvedimento consente lo svolgimento contemporaneo delle elezioni regionali in Veneto, Campania, Liguria, Marche, Puglia, Toscana, Umbria e in 515 Comuni.Nel veronese si voterà nei comuni di Albaredo d'Adige, Malcesine e Rivoli Veronese (commissariati dopo le dimissioni del sindaco o la caduta del consiglio comunale), e per scadenza del mandato a Palù, Trevenzuolo e Vigasio.Per trovare una data buona che consentisse lo svolgimento contemporaneo di elezioni regionali e amministrative, tra festività civili e religiose, il Governo è ricorso all'emanazione del decreto legge.
INCIDENTE
Ferita bimba caduta    <br/>dall'argine in bici

Ferita bimba caduta
dall'argine in bici

Una bambina è rimasta ferita cadendo con la bicicletta dall'argine sull'argine lungo la pista ciclabile a Zevio.I genitori hanno dato l'allarme chiamando i soccorsi; la bimba è stata trasportata con l'elicottero di Verona Emergenza all'ospedale di Borgo Trento.
RAPINA
Pistola alla cassiera,    <br/>bandito ai supermercato

Pistola alla cassiera,
bandito ai supermercato

Momenti di terrore in un supermercato di Bovolone dove una cassiera è stata minacciata con una pistola da un bandito che si è fatto consegnare tutti i soldi che c'erano in cassa, l'unica rimasta aperta alle 20, a ridosso della chiusura.La donna ha consegnato il denaro, circa 700 euro, al malvivente, un uomo attorno ai 50 anni con una parrucca sulla testa ma a volto scoperto, che poi è fuggito dileguandosi tra gli ultimi clienti.Sulla rapina indagano i Carabinieri.
AUTOSTRADA
Scontro tra due moto,    <br/>traffico in tilt sull'A4

Scontro tra due moto,
traffico in tilt sull'A4

Grave incidente sull'autostrada A4 Venezia-Milano. Due moto si sono scontrate nel tratto fra Soave e Montebello, in territorio veronese. Uno dei due motociclisti è rimasto seriamente ferito, per rianimarlo sono intervenuti i sanitari del 118 di Verona Emergenza. Sul posto gli agenti della Polizia Stradale. L'incidente ha causato lunghe code, bloccando il traffico sull'autostrada.
INCIDENTE
Auto contro moto,     <br/>un ferito a Caprino

Auto contro moto,
un ferito a Caprino

Un motociclista è rimasto ferito in un incidente avvenuto a mezzogiorno in località Preele, nel territorio del comune di Caprino.Nello scontro sono rimaste coinvolte un'auto ed una moto, nei pressi del parcheggio di un albergo. Il suv ha centrato il motociclista che era diretto sul Monte Baldo.Sul posto i sanitari del 118 con un'ambulanza, poi il ferito è stato trasportato con l'elicottero di Verona Emergenza all'ospedale di Borgo Trento.
L'INTERVENTO DEL VECCHIO LEADER
BOSSI: SVARIONE SU TOSI    <br/>MI SCRIVA PER RIENTRARE

BOSSI: SVARIONE SU TOSI
MI SCRIVA PER RIENTRARE

"Sono io che decido se uno espulso può rientrare o meno. Basta scrivere a me. Io non mi macchierò mai dell'ignominia di mettere fuori una persona che ha creduto per oltre 20anni nella Lega, per nessun motivo". Così ha parlato Umberto Bossi, riferendosi evidentemente alla recente espulsione di Flavio Tosi dalla Lega Nord. "Non l'avrei fatto in campagna elettorale, c'è il rischio faccia l'accordo con Berlusconi contro Zaia. Mi auguro si possa rimediare allo svarione che abbiamo fatto" ha concluso il vecchio leader che in passato non aveva risparmiato frecciate e battute al veleno nei confronti di Tosi.
INFLUENZA
Aviaria, per un capo       <br/>abbattuta un'oasi

Aviaria, per un capo
abbattuta un'oasi

Non un allevamento, ma una piccola oasi da eliminare. Compresi quegli animali selvatici che hanno nidificato vicino a recinti e stalle. Ci sono piccoli di anatra e nidi pieni di uova di uccelli. Sono le regole quando gli accertamenti sanitari individuano un possibile focolaio di aviaria. Cosa successa in un'azienda agricola di Cà degli Oppi dove l'influenza che colpisce i volatili però non si è in realtà mai manifestata, perchè non c'è stato nessun capo morto a parte quelli già abbattuti motivi sanitari. "La prassi sappiamo che è questa. Bisogna accettarla. Ma rimaniamo con l'amaro in bocca per in questa piccola oasi naturale che si è creata negli anni c'è la nostra vita. Io da quando sono piccolo mi sono sempre svegliato con i pavoni, i galletti, le anatre e il cane. Da lunedì mi rimarrà solo il cane" commenta Antonio Evangelisti, uno dei titolari dell'azienda agricola "Il Fornello". Nessuno della famiglia Evangelisti ha contestato il provvedimento. Ma resta appunto l'amarezza per una forma quasi accellerata di prevenzione che ha portato ad abbattere i primi capi ancora prima della firma dell'ordinanza comunale che ordinasse gli stessi. Senza la possibilità di una contro analisi. "Noi abbiamo pochissimi animali in gabbia. Verranno abbattute anatre selvatiche arrivate dalla palude vicina come il pavone che cammina, la tortora, il corvo o la gazza che ha nidificato sopra gli alberi. Solo perchè sono all'interno di un'area che ha un numero civico e un cancello. Qui verrà fatta terra bruciata di tutti i pennuti". L'abbattimento di tutti i volatili proseguirà lunedì. Il timore di contagio è troppo grande in una zona, la bassa veronese, che ospita il numero più alto di allevamenti avicoli del Veneto e il settore resta un cardine per l'economia veronese.
ARGOMENTO
Lega, Gazebo in piazza     <br/>a sostegno di Zaia

Lega, Gazebo in piazza
a sostegno di Zaia

Riconfermare Luca Zaia alla guida del Veneto e aumentare gli iscritti. Negli obiettivi fissati pochi giorni a fa a Verona da Matteo Salvini, il ritorno della Lega Nord nelle piazze di città e provincia. Oggi pomeriggio il gazebo del carroccio era presente in Piazza Erbe per il volantinaggio a sostegno di Zaia. Presenti oltre al segretario provinciale Paternoster, il senatore Paolo Tosato, l'assessore alla sanità del Veneto Luca Coletto, il vicepresidente della Provincia Gualtiero Mazzi e i Giovani Padani. Nelle prossime settimane i dati ufficiali dei nuovi iscritti del carroccio in aumento del 50% rispetto allo scorso anno. Gazebo che saranno presenti ancora domani in Piazza Erbe e a San Massimo in città e in diversi comuni della provincia tra cui Sona, Lugagnano, Sommacampagna e San Pietro in Cariano.
INCIDENTE
Esce di strada a Peri     <br/>Grave motociclista

Esce di strada a Peri
Grave motociclista

L'elicottero di Verona Emergenza è intervenuto nel primo pomeriggio a Peri per una fuoriuscita autonoma di un motociclista. L'uomo trovato ancora cosciente dagli operatori del 118 ha riportato diversi traumi ed è stato trasportato d'urgenza all'ospedale di Borgo Trento.
ARGOMENTO
Volanti, arrestati   <br/>due stranieri

Volanti, arrestati
due stranieri

Due gli arresti degli agenti delle Volanti nelle operazioni di controllo del territorio in città. Il primo episodio ieri pomeriggio in via righi dove un immigrato ha infranto il vetro di un'auto per rubare una borsa. Notato da un passante, l'uomo, 26 anni, ucraino, è stato fermato poco più tardi nel parcheggio della Coldiretti lungo viale del lavoro. Il secondo intervento in serata, per sedare una lite tra nordafricani in piazza Erbe. Uno degli stranieri, marocchino, 20 anni, si è scagliato anche contro gli agenti finendo per essere arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale.
DIVERTIMENTO
I 40 anni di Gardaland    <br/>festa con Oblivion

I 40 anni di Gardaland
festa con Oblivion

Oltre 20 milioni di euro di investimento stanziati da Merlin Entertainments, per il mercato italiano con Oblivion - The Black Hole, il primo Dive Coaster in Italia e il più lungo in Europa. E' con questa novità, montagne russe a caduta in picchiata verticale, che oggi Gardaland ha inaugurato il 40ennale di attività al servizio del divertimento. "Oblivion rappresenta un investimento davvero importante per Gardaland, pensato direttamente per il consumatore italiano, nostro obiettivo centrale", ha spiegato Aldo Maria Vigevani, ad di Gardaland. Il rollercoaster, alto 42,5 metri, un percorso lungo ben 566 metri, una velocità che sfiora i 100 km/h, una discesa in picchiata verticale con un'inclinazione di 87°, sorge in un'area di 13.000 metri quadrati. Per i suoi 40 anni Gardaland festeggia anche con un restyling in varie aree. Un Parco rinnovato a partire dai "Corsari" con il Pirates Shop, al Fast Food Blue Tornado fino all'area Fantasy Kingdom. "La stagione 2014 di Gardaland - ha osservato Vigevani - è stata positiva nonostante l'economia italiana non avesse mostrato decisi segni di un'effettiva ripartenza. Gardaland, invece, ha avuto un'ottima annata e questo grazie al fatto di avere comunque presentato al pubblico prodotti coinvolgenti, di grande emozione e adatti sia ai grandi che ai piccoli. E anche di avere aperto ad alcuni importanti mercati stranieri". Nel Parco sono incrementate le presenze dei turisti tedeschi, olandesi e inglesi e si sono registrate anche presenze di turisti provenienti da Svizzera, Danimarca, Irlanda e Israele. (ANSA).
BORGO VENEZIA
Soffitte in piazza   <br/>Enorme successo

Soffitte in piazza
Enorme successo

Si chiama Garage Sale coniato in “Soffitte in Piazza” dalla sesta circoscrizione che per la quarta volta ha portato appunto in piazza in Borgo Venezia tantissime persone decise di liberarsi delle cose in esubero ma in buono stato e venderle. E così le storiche macchine da scrivere e l’oggettistica d’antiquariato hanno fatto da contraltare a pezzi da collezione come bambole, fumetti e orologi e non sono naturalmente mancati i capi d’abbigliamento e i giocattoli. Il tutto condito da quel tocco d’entusiasmo tipico di giornate come queste…di festa e condivisione che ha visto diverse associazioni anche benefiche partecipare a un’iniziativa di matrice anglosassone ma ormai divenuta veronese a tutti gli effetti.
SCHIANTO
Scontro tra auto e moto      <br/>incidente a Bussolengo

Scontro tra auto e moto
incidente a Bussolengo

Incidente oggi pomeriggio in Località Crocioni a Bussolengo. Due auto si sono scontrate coinvolgengo anche un motociclista, che nello schianto ha avuto la peggio. Il centauro è stato prontamente soccorso dagli uomini di Verona Emergenza che lo hanno trasportato all'ospedale. Le sue condizioni sono sembrano comunque destare particolari preoccupazioni.
ASSISTENZA
Veneto, Sanità no limits      <br/>Zaia:curata mezza Italia

Veneto, Sanità no limits
Zaia:curata mezza Italia

Nel 2014 la capacità della sanità veneta di attrarre pazienti da altre Regioni italiane è notevolmente aumentata. Il valore delle prestazioni erogate a pazienti provenienti da tutto il resto d’Italia si è attestato a 325 milioni 705 mila 223 euro, quasi 10 milioni in più rispetto al 2013.Il dato emerge da uno studio comparativo effettuato sui flussi di pazienti non residenti in Veneto da parte dei tecnici della Direzione Regionale Area Sanità e Sociale.“Ciò significa – commenta con orgoglio il Presidente della Regione Luca Zaia – che la sanità veneta, che qualche marziano si ostina a descrivere allo sfascio, cura pressochè tutta Italia, accogliendo pazienti non solo da Regioni dove la qualità delle cure è palesemente inferiore, ma anche da altre dove invece il livello è ottimo, come Lombardia, Emilia Romagna, o Friuli Venezia Giulia. Un successo costruito con i fatti, con il lavoro quotidiano di 95.000 uomini e donne in camice, con il livello internazionale della Scuola di Medicina dell’Università di Padova e di un’altra realtà di eccellenza storica come l’Università di Verona, con la qualità diffusa che mette a disposizione picchi d’eccellenza in tutte le strutture sanitarie del territorio e non solo nei grandi centri, con gli investimenti in nuove tecnologie, pari a 70 milioni l’anno. A questa realtà Renzi vuole tagliare 240 milioni di finanziamenti anche nel 2015. Non commento, lascio giudicare alla gente, che è il nostro unico punto di riferimento”.In termini assoluti i cittadini lombardi sono quelli che hanno richiesto più prestazioni al Veneto, pari ad un valore di oltre 63 milioni, seguiti dagli emiliano-romagnoli con oltre 57 milioni, e dai friulani con oltre 46 milioni. Quindi Sicilia (oltre 23 milioni), Campania (oltre 17 milioni), Puglia (oltre 15 milioni); Lazio (oltre 11 milioni).Tutte le Aziende Sanitarie e le Ulss venete hanno fatto registrare vistosi tassi di mobilità attiva. Tra queste spiccano, per fare qualche esempio, l’Azienda Ospedaliera di Padova (44 milioni 417 mila euro nel 2014 con più 1 milione 847 mila euro rispetto al 2013), l’Azienda Ospedaliera di Verona (stabile, ma con ben 53 milioni di prestazione erogate nel 2014), l’Ulss 22 di Bussolengo (59 milioni 840 mila euro con più 2 milioni 175 mila euro sul 2013); l’Ulss 20 di Verona (14 milioni 783 mila euro con più 1 milione 566 mila euro sul 2013); l’Ulss 12 Veneziana (13 milioni 279 mila euro con più 1 milione 489 mila euro sul 2013); l’Ulss 17 di Este (10 milioni 498 mila euro con un più 1 milione 146 mila euro sul 2013).
DROGA
Contrasto allo spaccio  <br/>controlli in Stazione

Contrasto allo spaccio
controlli in Stazione

Proseguono i controlli antidroga presso la Stazione di Verona Porta Nuova. Nella serata di ieri la Polizia Ferroviaria, con la collaborazione delle unità cinofile della Guardia di Finanza, ha sequestrato due dosi di hashish detenute per uso personale.Un cittadino di origine nordafricana, ripetutamente indicato dal cane antidroga “Wing”, per sottrarsi ai controlli, si è dato alla fuga lungo i binari. Inseguito dagli agenti della Polfer, il cittadino è stato raggiunto in prossimità del ponte su Viale Piave. Nelle concitate fasi dell’inseguimento, avvenuto in prossimità di treni che circolavano sulla linea, una poliziotta è caduta riportando lesioni ad un braccio.Dalle successive verifiche il nordafricano non è risultato in possesso di stupefacenti. Il cittadino è stato deferito all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà per il reato di resistenza a pubblico ufficiale.

Sondaggio

All'inizio della campagna elettorale chi vedi tra i favoriti?

Tutti i sondaggi

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

  • Rosso & Nero

  • TgVeneto

  • TgVerona (1' ed)

  • Verona in diretta

  • Studionews

  • L'Opinione

  • TgVerona (2' ed)

  • Prima Serata

  • Film 2' serata

  • Informazione

  • Film della notte

L'Opinione
ON AIR
31.03.2015
Verona in Diretta
ON AIR
31.03.2015
TgGialloblù
ON AIR
31.03.2015
TgVeneto
ON AIR
31.03.2015
Rosso & Nero
ON AIR
31.03.2015