SCOSSA DI TERREMOTO    <br/>PAURA NEL VERONESE

SCOSSA DI TERREMOTO
PAURA NEL VERONESE

La terra è tornata a tremare nel veronese. Una scossa di magnitudo 4 della scala Richter con epicentro il lago di Garda ad una profondità di 2,5 km. è stata registrata dalla rete Sismica Nazional...

INDAGINE
Estorsione a una donna  <br/>Arrestati tre italiani

Estorsione a una donna
Arrestati tre italiani

Tre italiani sono stati arrestati dai Carabinieri della Compagnia di Peschiera con l'accusa di estorsione ai danni di una donna. I particolari dell'operazione saranno resi noti nelle prossime ore dai militari dell'Arma che hanno appena concluso l'ingaginei che ha fatto scattare le manette per i tre presunti ricattatori.
SOCCORSO
Si blocca sul Baldo,  <br/>salvata 32enne vicentina

Si blocca sul Baldo,
salvata 32enne vicentina

Partita per un giro sul Baldo con il suo cane da Navene, una 32enne vicentina Creazzo a un certo punto ha lasciato il sentiero e ha cominciato a salire lungo un ripido pendio di sfasciumi, finché si è incrodata in un punto molto ripido. Dopo aver tentato di scendere, è scivolata e, impaurita, si è fermata. La ragazza ha chiamato il 118 che ha allertato la Stazione del Soccorso alpino di Verona. I soccorritori hanno quindi fatto attivare l'individuazione del luogo tramite GeoResQ, l'applicazione per localizzare persone che si perdono. Chi è infatti provvisto di uno smartphone, e si trova in un luogo con copertura telefonica sufficiente, è in grado di ricevere un messaggio con un link, spedito dalla centrale e può così, in pochi minuti, inviare le proprie coordinate precise. Una volta ottenuto il punto, in Val Marza, una squadra è partita per rintracciarla, preceduta da un soccorritore della Stazione di Ala, che vive a Malcesine e collabora spesso con Verona. In otto hanno visto e raggiunto la ragazza, superando anche alcuni tratti di I e II grado. Valutato però il rientro rischioso per la probabile caduta di sassi, l'escursionista è stata recuperata dall'elicottero di Verona emergenza con un verricello e trasportata alla piazzola della Protezione civile di Malcesine, mentre i soccorritori sono rientrati a piedi portando a valle il suo cane.
DECRETO
Miozzi firma, Provincia <br/>al voto il 12 ottobre

Miozzi firma, Provincia
al voto il 12 ottobre

Oggi, il presidente della Provincia di Verona, Giovanni Miozzi, ha firmato il decreto per l'indizione delle elezioni provinciali, che si terranno domenica 12 ottobre dalle ore 8 alle 20. Il decreto, già pubblicato sul sito della Provincia, è operativo già da oggi. A questo primo atto amministrativo seguirà la raccolta delle firme necessarie alla presentazione delle candidature e delle liste, che devono essere consegnate domenica 21 e lunedì 22 settembre. Per la prima volta ci sarà l'elezione di secondo grado degli amministratori delle Province, che non verranno più eletti dai cittadini bensì dai sindaci e dai consiglieri comunali dei 98 comuni veronesi. Solo per questa prima tornata elettorale, potranno essere candidati (ma non votare) anche i consiglieri provinciali uscenti.
ARREDO URBANO
P. Isolo, intervento <br/>di Amia contro degrado

P. Isolo, intervento
di Amia contro degrado

L’assessore all’Arredo urbano Luigi Pisa ha partecipato questa mattina, insieme al presidente di Amia Andrea Miglioranzi, ad un sopralluogo in piazza Isolo per verificare le condizioni in cui versa la piazza e capire come intervenire. “Un sopralluogo conoscitivo – ha detto Pisa – per verificare l’effettivo stato di degrado della piazza, anche in seguito alle sollecitazioni degli ultimi giorni da parte dei residenti. Grazie all’ottima collaborazione con la nostra azienda municipalizzata Amia, si sta provvedendo, per quanto possibile, ad intervenire attraverso la posa di diserbante contro le erbacce, la sistemazione delle lastre di pietra danneggiate e la pulizia dalle scritte. Interventi che, vista la scarsità di risorse a disposizione, richiedono comunque uno sforzo in più, ma che l’Amministrazione comunale e Amia portano avanti al fine di migliorare il decoro della piazza e dare risposte concrete ai cittadini”.
E' febbre da terremoto   <br/>anche sui social forum

E' febbre da terremoto
anche sui social forum

Boom di contatti anche sui social forum per la scossa di terremoto che ha avuto come epicentro ...

UNIVERSITA'
Doccia gelata Sla,    <br/>Rettore: Meglio ricerca

Doccia gelata Sla,
Rettore: Meglio ricerca

Il 25 agosto, il sindaco di Padova Massimo Bitonci aveva nominato i rettori degli Atenei del Veneto a sottoporsi al rito della secchiata di acqua gelata contro la Sla, a cui si è sottoposto egli stesso così come altri numerosi personaggi pubblici in questo periodo. Il rettore dell'università di Verona, Nicola Sartor, risponde alla sfida lanciata dal sindaco di Padova dichiarando che "l'università di Verona è da anni impegnata in una ricerca capillare, proficua e costante sulla Sla, il cui valore è largamente riconosciuto". "Ritengo - ha spiegato Sartor - che la modalità intensa e continuativa di questo tipo di ricerca sia più efficace, per affrontare il problema e per la salute dei malati di Sla, che non il breve ed effimero effetto mediatico della secchiata". "Lo stile della ricerca universitaria, tanto più in campo medico investe a lungo termine risorse finanziarie e competenze scientifiche che puntano alla conoscenza e, soprattutto, alla cura della malattia, e non certo all'impatto del gesto mediatico momentaneo" ha concluso Sartor ricordando che uno dei progetti del dipartimento di Scienze Neurologiche e del Movimento dell'Università di Verona è stato finanziato proprio dall'Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica. Si tratta dello "Studio preclinico finalizzato all'identificazione di trattamenti farmacologici combinati in grado di rallentare la progressione di malattia nei pazienti con Sla" progetto multicentrico coordinato per Verona dalla neuroscienziata Marina Bentivoglio a cui ha collaborato Raffaella Mariotti, ricercatrice impegnata da anni in ricerche sperimentali sulla Sla.
NUOVI ARRIVI
Profughi, 42 in Veneto       <br/>5 a Verona. Lega attacca

Profughi, 42 in Veneto
5 a Verona. Lega attacca

"Gli altri paesi giustamente li respingono, noi invece gli accogliamo e tuteliamo chi arriva da fuori invece che i nostri cittadini". La Lega torna ad attaccare Europa e Governo per l'operazione "mare nostrum" e per i continui arrivi di profughi in Veneto: 450 quelli arrivati nelle ultime ore, altri 800 in arrivo nel mese di settembre. Una situazione sempre più preoccupante che per l'eurodeputato veronese Lorenzo Fontana "è il colabrodo dell'Unione Europea e il colabrodo del sistema di sicurezza italiano. Perchè queste persone non sappiamo chi sono, in che stato di salute arrivano e dove vanno. E l'Europa è totalmente assente sotto ogni punto di vista" conclude Fontana "non solo a livello di forze operative ma anche a livello economico". Quarantadue i profughi arrivati oggi in Veneto, cinque quelli smistati a Verona.
BORGO ROMA
Restyling via centro    <br/>senso unico e polemiche

Restyling via centro
senso unico e polemiche

Pista ciclabile, un numero maggiori di posti auto, diciotto, la sosta regolata nella prima ora dal disco orario e soprattutto il senso unico di marcia. E' il restyling di via centro, borgo roma, iniziato lo scorso gennaio quando cambiarono i percorsi degli autobus e proseguito ora con il grosso dei lavori di segnaletica. Una rivoluzione che non è passata inosservata. Pochi fortuntamente quelli che non hanno visto i cartelli e che hanno lasciato auto o scooter parcheggiati lungo la strada, costringendo la municipale alla rimozione. Fisiologici i disagi al traffico, che hanno interessato tutta la zona sud ma soprattutto per i lavori in contemporanea in via Tombetta. Qualche malumore invece tra i commercianti e residenti, i primi per il senso unico i secondi per qualche cassonetto spostato in posizioni poco felici. Pronta però la replica della circoscrizione. Se da una parte per i cassonetti la sistemazione è solo provvisoria, quella definitiva sarà decisa insieme ad amia, sulla via a senso unico, il nuovo piano della sosta, la revisione e l'aggiunta di posti di carico e scarico, pochi dubbi sugli effetti positivi che porterà al quartiere. "Abbiamo fatto due riunioni con i commercianti, li abbiamo ascoltati e preso in esame le loro richieste" ha commentato Simone Meneghelli, della 5/a circoscrizione "siamo convinti che il nuovo piano della sosta agevolerà la movimentazione verso i negozi". Prevista a breve anche la riapertura del parcheggio privato tra via udine e via re di puglia al centro di una lunga querelle. La proprietà su richiesta della circoscrizione ha tenuto basse le tariffe, parcheggiare un'ora costerà 50 centesimi e offerto soluzioni vantaggiose ai negozianti.
Rissa e furto: arrestati  <br/>condannati, liberati

Rissa e furto: arrestati
condannati, liberati

Un marocchino 33enne è stato arrestato dagli agenti delle Volanti della Questura di Verona dopo...

FEDERFARMA
Addio ricetta rossa    <br/>Arriva il promemoria

Addio ricetta rossa
Arriva il promemoria

Una svolta epocale. Dal primo Settembre la tradizionale ricetta medica rossa per le prescrizione farmaceutiche andrà in pensione e sarà sostituita dal cosiddetto promemoria per il paziente. Le informazioni contenute nel vecchio modulo saranno sostituite da quelle registrate in modalità informatica. Questa mattina l'importante novità è stata presentata nella sede di Federfarma Verona dal presidente Marco Bacchini. Una rivoluzione che almeno nel primo periodo richiederà la legittima fase di assestamento. Ma quali saranno in effetti i benefici che troveranno i pazienti? "Quando sparirà il supporto informatico cartaceo ci saranno delle grosse agevolazioni perchè tutto sarà molto più rapito" spiega Bacchini. Inoltre, dato da non sottovalutare, si calcola che a livello economico la contrazione di spesa per la Sanità veneta sarà di oltre tre milioni di euro l'anno.
VIABILITA'
Riaperta via Carducci,   <br/>ma è in tilt zona Sud

Riaperta via Carducci,
ma è in tilt zona Sud

Come annunciato, oggi è stata riaperta al traffico via Carducci.La ripresa della circolazione lungo l'importante arteria che conduce dal centro storico in borgo Venezia è avvenuta con dieci giorni di anticipo rispetto alla data prevista del 7 settembre, grazie all'impegno di Agsm sul cantiere. Ieri sera si sono completati anche i lavori di riasfaltatura.Ma quella di oggi è stata una mattinata di "passione" per la zona sud: dal centro fino alla direttrice per Cadidavid il traffico è andato in tilt a causa della chiusura dei lavori in via Tombetta (sempre per scavi ai sottoservizi), ma anche in lungadige Galtarossa dove sono in corso altri lavori.
ISTRUZIONE
Asili nido, iscrizioni   <br/>dall'1 settembre

Asili nido, iscrizioni
dall'1 settembre

Prenderà avvio lunedì 1° settembre l’anno educativo 2014/2015 per i 1275 bambini accolti nei 23 Asili Nido comunali e nei 12 Nidi in convenzione. Per i 659 nuovi iscritti è previsto un percorso di ambientamento, con orari e tempi di frequenza differenziati, che consentirà loro un graduale inserimento nella nuova realtà del Nido, offrendo nel contempo un’adeguata risposta alle esigenze lavorative familiari. Di questi, 295 sono i bambini piccoli (fascia d’età dai 3 ai 12 mesi, di cui 39 iscritti al “Nido mattina”), 247 i medi (fascia dai 13 ai 20 mesi, di cui 41 al “Nido mattina”) e 117 i grandi (fascia dai 21 ai 32 mesi, di cui 18 iscritti al “Nido mattina”). I bambini che hanno già frequentato il nido lo scorso anno riprenderanno regolarmente le attività il 1° settembre, con orario 7.30-16, comprensivo di servizio mensa e con la possibilità di estendere l’orario pomeridiano fino alle ore 18 a partire dal 15 settembre, per i genitori che ne abbiano fatto richiesta. "Educare – afferma l’assessore all’Istruzione Alberto Benetti - è un compito delicato che, pur coinvolgendo per prima la famiglia, insostituibile luogo di crescita, richiede da parte delle Istituzioni una fattiva collaborazione finalizzata a garantire un’offerta di servizi educativi qualificata e ampia. Con questo intento, oltre al servizio nido, l’Amministrazione comunale promuove anche il servizio “Tempo per la Famiglia” spazi di incontro per mamme, papà e nonni e di gioco per bambini fino ai tre anni di vita e i Centri di Consulenza educativa e di Documentazione a disposizione delle famiglie”. Il servizio comunale “Tempo per la Famiglia”, riaprirà il prossimo 16 settembre in cinque strutture collocate in diversi quartieri della città. I posti disponibili per il prossimo anno educativo sono 285, con possibilità di ulteriore incremento del 20%; gli interessati possono presentare la loro richiesta direttamente alle sedi del servizio: “Il Cerchio” in via Castel San Felice, presso il Nido “Colombare”, tel. 045/8349508; “Il Bocciolo” in via Marin Faliero, 79, Saval, tel. 045/8102182; “Il Grano” in via Angelo Berardi 74, Chievo, tel. 045/5116809; “La Casetta del Porto” in via De Ambrogi, 2, Porto San Pancrazio, tel. 045/525243; “Il Tesoro” in via Francesco Carmagnola, 34, Cadidavid, tel. 045/540015. In via Castello San Felice 6, al Parco delle Colombare, è presente il Centro Pedagogico “L’Arca” che accoglie all’interno dei propri spazi due diversi servizi dedicati all’Infanzia: il “Centro di Consulenza Educativa” (0-3 anni) che assicura, attraverso il proprio Sportello d’ascolto e i gruppi di incontro per genitori, supporto concreto alla famiglia nell’educazione dei figli e il “Centro di Documentazione 0-6”, che offre l’opportunità ai professionisti dell’educazione e alle famiglie di consultare la documentazione prodotta nei Nidi e nelle Scuole dell’Infanzia comunali. Gli incontri individuali con le professioniste psico-pedagoghe si svolgeranno su appuntamento il martedì, dalle 13:30 alle 16 e il giovedì, dalle 9:30 alle 12. Altri orari pomeridiani potranno essere concordati su richiesta dei genitori interessati. La Segreteria del Centro di Consulenza Educativa sarà aperta tutte le mattine, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13 (tel. 045/8301863, e-mail: consulenza.educativa@comune.verona.it). Il Centro di Documentazione (0-6 anni) sarà invece aperto dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13, e il martedì e il giovedì anche il pomeriggio dalle 14 alle 17 (tel. 045/8301863, e-mail: documentazione0-6@comune.verona.it).
SUL LAGO
Clonazioni bancomat,    <br/>arrestato bulgaro

Clonazioni bancomat,
arrestato bulgaro

Un bulgaro di 40 anni è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Peschiera con l'accusa di tentata clonazione il reato di clonazione di carte bancomat. L'uomo è stato bloccato dopo una perquisizione nella stanza dove alloggiava in un albergo sul lago di Garda: i militari hanno trovato tutte le apparecchiature Skimmer che venivano applicate sguli sportelli ATM per poi carpire i codici Pin e così effettuare prelievi con le carte clonate. L'indagine ha preso il via dalla segnalazione di una turista in vacanza a Lazise dopo che un pezzo si era staccato dallo sportello durante un prelievo. Gli uomini dell'Arma hanno predisposto un apopostamento e attraverso anche l'esame dei filmati delle telecamere di sicurezza hanno individuato un uomo che in giorni diversi armeggiava davanti al bancomat. Dalla targa dell'auto presa a noleggio i carabinieri sono risaliti all'albergo dove risiedeva il cittadino bulgaro e dopo aver ottenuto l'autorizzazione dal magistrato è scattata la perquisizione che ha portato all'arresto. In camera è stato sequestrato anche un navigatore satellitare sul quale erano segnate tutte le agenzie bancarie da Malcesine fino alla sponda bresciana del Garda. L'indagato ora è in carcere in attesa della convalida.
MERCATO
Embargo russo, Regione      <br/>contro guerra sanzioni

Embargo russo, Regione
contro guerra sanzioni

"Dal Consiglio Regionale ha preso l'avvio una manovra politica che vede il Veneto capofila nazionale ed internazionale di una azione di pressione su Bruxelles, affinchè gli organismi europei valutino con maggiore attenzione gli effetti disastrosi sull'economia e sull'occupazione dell'attuale guerra delle sanzioni che vede contrapporsi Russia ed Europa". In queste parole di Clodovaldo Ruffato, presidente del Consiglio regionale del Veneto, si sintetizzano i lavori della commissione speciale per le relazioni internazionali, tenuta stamane e presieduta da Nereo Laroni. Alla seduta hanno partecipato i rappresentanti delle associazioni imprenditoriali dell'industria, dell'artigianato, del commercio e del mondo agricolo, i responsabili dei mercati ortofrutticoli di Padova e di Verona, i presidenti dei consorzi Grana Padano e Prosciutto San Daniele e dell'associazione dei produttori di latte. "La presenza numerosa, qualificata e motivata dei rappresentanti del mondo produttivo è stata il primo successo di questa nostra seduta straordinaria", ha sottolineato Nereo Laroni, presidente della Commissione, "a dimostrazione del fatto che la distanza tra politica e società civile e imprenditoriale può essere colmata facilmente quando ci si muove per obiettivi reali, su problematiche sentite e con effettiva rapidità". Le "problematiche reali" che sono state discusse in sede di Commissione partono da un dato: gli interscambi Veneto-Russia vedono Mosca posizionata al settimo posto della classifica export della nostra regione. Una posizione valorizzabile in oltre due miliardi di euro di fatturato, un dato in questo momento congelato. A fronte di questi fatti sia Giorgio Piazza (Coldiretti) che Italo Candoni (Confindustria) hanno sottolineato la preoccupazione di un perdurare dell'attuale situazione di embargo, che penalizza sia l'agricoltura che la produzione industriale, in particolare quella legata al mobile di base, alle aziende di trasformazione e dei latticini, alla moda e alle nuove tecnologie. Maria Luisa Coppola. Assessore all'Economia e Sviluppo, Ricerca e Innovazione del Veneto, ha aggiunto a queste preoccupazioni una visione ulteriore di scenario futuro, perché "nell'attuale situazione di mancate esportazioni potrebbero inserirsi nuove nazioni e nuovi fornitori, ad occupare quegli spazi di mercato che tradizionalmente erano occupati dai prodotti veneti e italiani di qualità". "L'Europa - ha aggiunto dovrebbe porre maggior attenzione nelle proprie politiche verso i Paesi del Sud del continente, che detengono le maggiori eccellenze agroalimentari". Su quest'ultimo fronte si è espresso anche Stefano Berni, direttore generale del consorzio Grana Padano (soggetto che coinvolge i produttori di cinque regioni), che ha sottolineato la paura nei confronti del futuro del mercato, che al contempo la preoccupazione per circa 53mila forme di formaggio attualmente immobilizzate nei magazzini del Consorzio. Proprio in questa ottica si pone quindi la risoluzione proposta durante i lavori della commissione, indirizzata a portare al governo nazionale, alla Commissione e al Parlamento europeo l'urgenza di avviare azioni volte a "rimuovere e superare le cause e lo stato di sanzioni ed embargo". Tutto il mondo produttivo si è dichiarato favorevole all'iniziativa regionale, perché - come ha sottolineato Candoni, "abbiamo bisogno di portare la nostra voce a Roma e Bruxelles, coinvolgendo tutti gli altri soggetti politici, sociali ed economici che in questo momento stanno soffrendo per la situazione che si è creata". Dopo il "via libera" in Commissione - con gli interventi di Gustavo Franchetto, Bruno Pigozzo e Stefano Falconi - e l'appoggio di tutte le categorie economiche, nei prossimi giorni il Consiglio regionale proseguirà sulla strada avviata. "Per prima cosa recepiremo le modifiche richieste alla nostra bozza di soluzione, in modo tale da arrivare ad un documento condiviso con tutti i gruppi. Poi presenteremo questa risoluzione ad un incontro con tutti i parlamentari ed europarlamentari veneti ed alla giunta". "Nelle prossime settimane - conclude - faremo invece i due passi internazionali che ci sembrano più opportuni: porteremo la risoluzione alla conferenza delle assemblee regionali legislative europee, la Calre, e poi a Bruxelles, al Commissario per l'agricoltura".
CANTIERI
Via Centro, senso unico  <br/>fino a venerdì

Via Centro, senso unico
fino a venerdì

Dalle ore 7.30 di domani, giovedì 28 agosto, fino alle ore 18 di venerdì 29, per consentire i lavori di scavo sulla carreggiata stradale necessari alla sostituzione da parte di Agsm della rete gas vetusta, sarà in vigore il senso unico alternato in via Tombetta, in prossimità dell'intersezione con via Centro. La Polizia municipale sarà presente in zona, per disciplinare la viabilità. Tuttavia è consigliabile evitare la zona e trovare itinerari alternativi, anche in considerazione dell’altro cantiere presente sulla nuova rotonda di via San Giovanni Lupatoto e via del Pestrino. Confermata infine la riapertura per domani di via Carducci, dopo la verifica della segnaletica stradale e il ripristino completo dei semafor
CANTIERE
Viale Repubblica, riapre  <br/>entro il 12 settembre

Viale Repubblica, riapre
entro il 12 settembre

Nella seduta odierna la Giunta comunale ha ribadito che il termine ultimo per la riapertura e il ripristino della viabilità in viale della Repubblica, dove è presente il cantiere per la costruzione di un parcheggio pertinenziale, è venerdì 12 settembre, data già concordata con la ditta, anche in funzione dello svolgimento a Verona del Raduno Triveneto degli Alpini. L'adunata degli alpini prevede infatti il raduno del corteo in Borgo Trento, fra piazza Vittorio Veneto e piazzale Cadorna, lungo via IV Novembre, mentre viale della Repubblica dovrà essere completamente libero, per consentire ai mezzi di soccorso, in caso di necessità, di dirigersi verso l'ospedale di Borgo Trento. “Se entro tale termine non si dovesse arrivare ad una soluzione da parte della ditta – ha ribadito il sindaco Flavio Tosi – interverrà il Comune ponendo il costo dell’intervento a carico della ditta stessa”.
ALTA VELOCITA'
Tosi: Governo finanzi     <br/>alta velocità a Verona

Tosi: Governo finanzi
alta velocità a Verona

“Sarebbe davvero imbarazzante per il governo e inaccettabile per il territorio un mancato finanziamento dell’alta velocità nel tratto Brescia-Verona; per questo aspettiamo il Consiglio dei Ministri di venerdì per sapere con precisione quali saranno le opere alle quali il decreto Sblocca Italia darà il via. Sappiamo tutti, e ce lo disse più e più volte anche l’allora Amministratore delegato delle Ferrovie Moretti, che il tratto ferroviario più redditizio e prioritario in Italia per l’alta velocità è l’asse Torino-Venezia, in quanto tratta con maggior traffico di merci e di persone, e nell’ambito di una programmazione strategica del territorio questo ci si aspetterebbe dal Governo. Ricordo inoltre che lo stesso Presidente del Consiglio Renzi, subito dopo le elezioni europee, venne a garantire di persona, all’assemblea congiunta degli industriali di Verona e Vicenza, il finanziamento dell’opera. Se ciò non avvenisse, quindi, sarebbe inaccettabile perché non si può fare una promessa di questa portata a una platea così importante e rappresentativa, per poi non mantenerla: non è un impegno che si poteva prendere a cuor leggero. L’auspicio è che il territorio e chi lo rappresenta, quindi tutti i parlamentari in maniera trasversale, ma soprattutto quelli di maggioranza, facciano sì che il Governo mantenga la promessa fatta, senza accampare scuse, come quando si dice che il progetto non sarebbe ancora pronto: lo sanno tutti che dipende comunque dal Governo e dalle sue articolazioni metterlo a punto”.
SICUREZZA
Veronetta, presidio       <br/>e primi risultati

Veronetta, presidio
e primi risultati

Dopo l'annunciato giro di vite sul fronte del contrasto al degrado e alla microcriminalità, primi risultati per la Polzia a Veronetta. Le Volanti hanno arrestato ieri una donna marocchina di 30 anni fuggita lunedì dall'ospedale di Borgo Trento dov'era sottoposta a custodia cautelare. Gli agenti l'hanno intercettata mentre girava per il quartiere in bicicletta. Alla vista della pattuglia la donna ha cercato la fuga ma si è messa in trappola da sola, quando si è infilata nel sottopasso pedonale di porta Vescovo. Intanto da oggi è attivo il presidio fisso a Santa Toscana.
INCIDENTI
Camion esce di strada    <br/>sulla Bresciana

Camion esce di strada
sulla Bresciana

Strada Bresciana, nel tratto tra via Bacilieri e via Ca’ dell’Albera, bloccata fino alle 8.30 di stamattina per un incidente avvenuto poco dopo le 5: un camion carico di materiali plastici che viaggiava verso Bussolengo, condotto da un veronese 41enne, e' uscito di strada abbattendo un albero e fermandosi poi contro una recinzione. La motrice è andata completamente distrutta ma per fortuna l'autotrasportatore non ha subito gravi ferite. Sul posto sono intervenuti Polizia municipale, Vigili del fuoco, Amia e il soccorso stradale, per la rimozione del mezzo pesante. La strada, sempre trafficatissima, è rimasta completamente chiusa al traffico per tre ore A meta' mattina la situazione è tornata alla normalità
EVENTO
Frecce Tricolori, il 21  <br/>nel cielo di Bardolino

Frecce Tricolori, il 21
nel cielo di Bardolino

Le frecce tricolori tornano a volare nel cielo del lago. L'appuntamento è fissato per domenica 21 settembre, in occasione dell'Air Show 2014 che si terrà a Bardolino. Gli organizzatori, Comune e Fondazione Bardolino Top prevedono un pubblico di almeno 100 mila persone. Negli ultimi due passaggi delle frecce tricolori sul Garda, nel 2008 e nel 2010, si sono sempre superate le 150 mila presenze.
CONCERTO
Elisa in Arena sold out   <br/>Web, bagarini scatenati

Elisa in Arena sold out
Web, bagarini scatenati

Sold out e bagarini già al lavoro per il concerto di Elisa in Arena del 27 settembre. A un mese esatto dall'evento sono pochissimi i biglietti ancora disponibili (di gradinata non numerata) e sul web già impazzano i rivenditori non ufficiali che chiedono tra i 500 e i 600 euro per poltrone e poltronissime. E intanto cresce l'attesa per una serata che si preannuncia indimenticabile e che vedrà anche la partecipazione di Ozark Henry, l'artista belga protagonista di un duetto con Elisa.
REGIONE
Zaia: Ospitare profughi?   <br/>Salviamo il turismo

Zaia: Ospitare profughi?
Salviamo il turismo

"Contro la crisi, ma anche e soprattutto per rilanciare il settore e sostenere gli investimenti migliorativi dell’offerta e della qualità, serve una seria defiscalizzazione, altro che ospitare profughi a 35 euro al giorno”.Non usa mezzi termini Luca Zaia, presidente del Veneto, prima regione turistica d’Italia che da sola registra un sesto delle presenze italiane (i pernottamenti nelle strutture ricettive sono mediamente 63 milioni l’anno, il 65 per cento dei quali generati da ospiti provenienti dall’estero) conta circa 400 mila posti letto e un fatturato valutabile sui 17 miliardi di euro con l’indotto e quasi mezzo milione di addetti, anche in questo caso indotto compreso.“Questi numeri, che si riferiscono ad un’industria non delocalizzabile – aggiunge Zaia – che valorizza il territorio, crea ricchezza e contribuisce a mantenerne la qualità e l’ambiente. I risultati del Veneto sono il frutto della capacità dei nostri imprenditori e dell’offerta disseminata ovunque al massimo livello: culturale, di accoglienza ed enogastronomico. Contro questo settore rema però una fiscalità ossessiva: i nostri alberghi faticano a offrire prezzi concorrenziali con il resto d’Europa perché il fisco qui è vorace: sia sui redditi, sia con l’IVA, sia con i canoni Rai, sia con contributi addizionali vari. A questo prelievo si aggiungono le nuove imposte comunali decise dallo Stato per “compensare” a spese dei cittadini i minori trasferimenti necessari agli enti locali”.Gli albergatori veneti hanno calcolato che, tra Imu e Tasi, devono pagare fino a 770 euro a stanza solo per il fatto che questa esiste. L’IVA nel comparto ha un’aliquota tra le più alte del vecchio continente, mentre i redditi sono assorbiti dalle tasse per circa il 50 per cento. Aggiungi anche il maltempo di quest’anno e si aprono prospettive per nulla rosee.“Se il Governo vuole aiutare davvero il turismo – conclude Zaia – intervenga su queste rapine ed eviti di additare gli emigranti come risposta all’attuale situazione di crisi”.
INCIDENTE
Incidente a Balconi    <br/>grave ragazzo di 26 anni

Incidente a Balconi
grave ragazzo di 26 anni

E' ricoverato in gravi condizioni un ragazzo di 26 anni, residente a Verona, rimasto coinvolto questa notte all'una in un incidente sulla statale 12, all'altezza di Balconi di Pescantina. Il giovane alla guida di un'utilitaria, per cause ancora da accertare, si è scontrato frontalmente con l'autocarro di un ambulante che proveniva da San Pietro in Cariano. Solo qualche istante dopo, un altro furgone, non riuscendo ad evitare i due mezzi incidentati, è andato a sbattere contro l'autocarro. Sul posto la Polizia Stradale, i Vigili del Fuoco, i Carabinieri e i sanitari del 118. A causa dell'incidente, la strada è rimasta chiusa per circa due ore.
POLEMICA
99 Posse: Verona   <br/>non è più Italia

99 Posse: Verona
non è più Italia

"Non sapevamo che, dalla data della nostra unica e lontana esibizione negli anni Novanta, Verona non fosse più in Italia. Non sapevamo che, in quella città, le organizzazioni neofasciste potessero ottenere l'annullamento di un concerto regolarmente contrattualizzato, perché la band che avrebbe dovuto esibirsi è dichiaratamente antifascista". E' il commento dei 99 Posse alla cancellazione da parte di Vrban Ecofestival del concerto in cartellone giovedì 4 settembre a Verona, dopo le polemiche innescate in città dalla presenza di un gruppo musicale dichiaratamente di estrema sinistra. "Noi, illusi, eravamo rimasti alla Costituzione della Repubblica Italiana - attacca il gruppo -. Sì, esatto, quella nata dalla Resistenza e proprio dal ripudio del fascismo che garantisce a ogni cittadino il diritto di espressione". Per i 99 Posse, "evidentemente a Verona, in virtù della sua fuoriuscita dall'Italia della quale nessuno era a conoscenza, queste regole che sono alla base della nostra pur imperfetta democrazia non valgono più, sono state rovesciate. E così, basta minacciare il ricorso squadrista alla piazza, perché gli organizzatori del Vrban Eco Festival annullino unilateralmente il concerto, ritenendo che non ci siano condizioni di sicurezza sufficienti per il pubblico e gli operatori". Duro il giudizio sugli amministratori scaligeri. "Mentre il sindaco leghista Flavio Tosi fa professione di liberalità fumosa, mediatica e cerchiobottista - sottolineano - l'opposizione in consiglio comunale sostanzialmente tace, e la pubblica sicurezza che solitamente affolla i nostri concerti, con una presenza né invocata né gradita, stavolta si gira dall'altra parte, come spesso accade quando si tratta di estrema destra". Per il gruppo non deve stupire "se a Verona il Comune concede gratuitamente l'Arena per far esibire due gruppi dichiaratamente neonazisti come Sumbu Brothers e 1903. Non deve stupire, se a Verona ex squadristi picchiatori fanno carriera politica, se le lauree si festeggiano con la 'caccia ai rossi' a mano armata in giro per i locali di Veronetta, se le intimidazioni sono all'ordine del giorno". "In questi giorni la nostra pagina Facebook - accusano ancora - è presa d'assalto da utenti chiaramente riconducibili alla curva sud veronese. E in questo caso gli insulti sono squisitamente a base di razzismo antimeridionale, con il consueto campionario di 'terroni, lavatevi, benvenuti in Italia'".
COMPLEANNO
Record longevità a Torri    <br/>Compie 111 anni

Record longevità a Torri
Compie 111 anni

Condivide con una signora vicentina il primato di longevità in Veneto. Emilia Zucchetti, classe 1903, di Torri del Benaco, giovedì 28 agosto compirà 111 anni ed il comune gardesano si prepara a festeggiarla organizzandole, a Brescia, dove oggi vive per stare più vicino alla famiglia del nipote, una festa di compleanno degna del traguardo raggiunto. “Andremo a trovarla con una delegazione di amministratori e di abitanti del paese" ha spiegato Donatella Bertelli, vicesindaco di Torri del Benaco. "Il nostro progetto - ha aggiunto - era quello di riportarla, almeno per un giorno, nel suo paese natale dove tutti la conoscono e dove ha vissuto per ben 109 anni, ma i medici ci hanno sconsigliato un viaggio che potrebbe essere faticoso. E allora saremo noi ad andare da lei”. In particolare, l’amministrazione porterà in dono alla festeggiata un album, creato per l’occasione, con foto vecchie e nuove di Torri del Benaco, oltre ad una pianta per abbellire la sua stanza; donerà alla Fondazione Pasotti Cottinelli di Brescia che la accoglie, una targa per ringraziarla delle cure che le prestano ed, infine, farà preparare una grande torta di compleanno da condividere con centinaia di persone.Tra i ricordi di bambina di Elena Zucchetti anche un incontro con Gabriele D’Annunzio che sul lago era di casa, vista la frequentazione con la contessa Alessandra Carlotti di Garda.
ENOGASTRONOMIA
A Torri del Benaco  <br/>va in scena Frittitaly

A Torri del Benaco
va in scena Frittitaly

Oggi, in Sala Rossa al Palazzo Scaligero, il presidente della Provincia Giovanni Miozzi ha presentato la 2ª edizione della manifestazione “Frittitaly”, che si terrà il 29, 30 e 31 agosto al Molo De' Paoli di Torri del Benaco.Il “Frittitaly”, organizzato dalla società Whitecom di Andrea Bianchi in collaborazione con il Comune e la Pro Loco, promuove la degustazione di pescetto tipico lacustre accompagnato dal vino locale. L'appuntamento si conferma una data importante dell'estate gardesana.Nei tre giorni dedicati all'enogastronomia sarà possibile assaporare ottimo pesce fritto in accompagnamento a calici di vino Soave e Durello. La manifestazione si svolgerà presso la tensostruttura PalaFrittitaly dalle ore 11.00 alle ore 14.00 e dalle 18.30 alle 22.30 e si estenderà a 14 luoghi di ristorazione che proporranno uno speciale menù di grandi “fritti all'italiana”. La mappa dei ristoranti aderenti all'iniziativa, con menù e prezzi, è disponibile presso il PalaFrittitaly.Giovanni Miozzi ha dichiarato: “Sono lieto di presentare la 2ª edizione di Frittitaly, una manifestazione che conferma l'impegno e l'investimento nel territorio da parte dell'amministrazione di Torri del Benaco. La Provincia è sempre lieta di dare supporto a eventi che mirano a promuovere qualità ed eccellenza del territorio. Il connubio tra prodotti tipici e cornice naturalistica risulta sempre una formula vincente”.
TRASPORTI
Taxi al Catullo, Corsi:    <br/>Serva la condivisione

Taxi al Catullo, Corsi:
Serva la condivisione

“In seguito ad alcuni spiacevoli episodi, che si sono venuti a creare tra i tassisti della cooperativa Catullo e quelli di Radiotaxi Verona in servizio all’aeroporto di Villafranca, ho scritto al sindaco e all’assessore al Commercio di Villafranca per ribadire la necessità di un tavolo di confronto tra amministrazioni e rappresentanti di categoria per trovare delle soluzioni condivise”. Questo quanto dichiarato questa mattina dall’assessore al commercio Enrico Corsi per esprimere la posizione dell’Amministrazione comunale in merito alle polemiche sollevate nel corso dell’estate dai tassisti in servizio allo scalo aeroportuale. Presenti il rappresentante provinciale Cna Verona Stefano Sella, il presidente del consorzio Radiotaxi veneto Giorgio Bee e il presidente di Radiotaxi Verona Bruno Tacchella, insieme ad alcuni tassisti veronesi. “Comprendiamo l’attuale situazione e la crisi che ha colpito tutti – ha sottolineato Corsi - ma questo non giustifica comportamenti inappropriati che penalizzano i clienti e offendono la categoria. Le regole ci sono e devono essere rispettate da tutti, sia dai tassisti veronesi che possono effettuare il servizio al di fuori del territorio comunale solo su chiamata, sia per i taxi di Villafranca che hanno lo stesso obbligo. Se ci sono proposte migliorative noi siamo aperti ad un confronto, ma deve essere trovato un equilibrio che non penalizzi nessuno e che soprattutto tuteli e garantisca il servizio offerto”.
REGIONE
Frane, per Verona   <br/>576 mila euro

Frane, per Verona
576 mila euro

La Giunta regionale ha stanziato quasi 3 milioni di euro da utilizzare poer interventi su centri abitati interessati da fenomeni franosi e di dissesto idrogeologico. Di questi, 576.830 euro sono stati assegnati per interventi nella provincia di Verona. La provincia con lo stanziamento maggiore è stata Vicenza con 591.830 euro, poi Verona e Treviso con 561.830.
CONTROLLI
7 arresti in 7 giorni   <br/>super lavoro Carabinieri

7 arresti in 7 giorni
super lavoro Carabinieri

Ha tentato il colpo grosso su un grande camper parcheggiato in via Galliano. Un italiano di 40 anni, pregiudicato e con precedenti per droga, ha rubato una bici del valore di almeno un migliaio di euro e uno zainetto con dentro playstation, navigatore, contanti e documenti. Sulla sua strada, però, al momento della fuga, ha trovato i carabinieri che lo hanno immediatamente arrestato. Comparso davanti al giudice, il suo fermo è stato convalidato. È ora ai domiciliari accusato di furto aggravato. È solo uno delle sette persone arrestate nel giro di pochi giorni, a partire dal 20 agosto, dai carabinieri della compagnia di Verona, che hanno intensificato il controllo sul territorio. Nei guai è finita anche una cittadina bulgara, pizzicata al centro commerciale Le Corti Venete, mentre borseggiava. Gli occhi dei carabinieri in borghese sono stati più veloci delle sue mani dentro le borsette delle clienti. La donna è stata condannata a 4 mesi, ma la pena è già stata sospesa. Ancora furto aggravato, invece, per un italiano e un sudamericano sorpresi a rubare maglioni, jeans e magliette all'interno di Zara, in via Mazzini. Convinti di farla franca, i due sono stati ammanettati dagli uomini dell'arma. Ed è invece stata una questione di droga ad incastrare un nordafricano, classe 75. Sulle tracce di un tossicodipendente, a Veronetta, i carabinieri sono riusciti ad incastrarlo. Addosso gli sono stati trovati 7 grammi di eroina, oltre alla dose appena spacciata al tossico.
QUESTURA
Polizia, posto mobile e      <br/>controlli a Veronetta

Polizia, posto mobile e
controlli a Veronetta

Ci sono i primi effetti del sopralluogo di ieri del Questore Gagliardi a Veronetta. In attesa di un giro di vite nei controlli e di qualche blitz notturno previsto con l'inizio di settembre, il Questore ha deciso di istituire un posto mobile della Polizia in piazzetta Santa Toscana. Nel camper due agenti che avranno il compito di monitorare la situazione e raccogliere le segnalazioni dei cittadini. Il posto mobile è solo il primo passo verso un'azione progressiva al contrasto della microcriminalità e dello spaccio molto diffusa nel quartiere.
SICUREZZA
Donne moleste, calci e    <br/>pugni alle Volanti

Donne moleste, calci e
pugni alle Volanti

La Questura ieri è dovuta intervenire due volte per calmare l'ira di altrettante donne moleste. La prima lite davanti al Sert, dove una ragazza è stata aggredita con una lama da un'altra ospite della struttura a causa di vecchi rancori. All'arrivo della volante l'assalitrice, 45 anni, di Bussolengo ha reagito violentemente urlando e scalciando contro gli agenti. Il secondo caso in via Galliano dove un bulgara di 48 anni stava inveendo senza motivo contro alcuni passanti. Anche in questo calci e pugni contro gli agenti che volevano farla smettere. In questo caso c'è stato l'arresto e la direttissima, ma la pena di 6 mesi è stata sospesa e quindi la donna è rimasta libera.
POLIZIA MUNICIPALE
Socializzavano con le  <br/>salviette, multati

Socializzavano con le
salviette, multati

Curioso intervento della Polizia Municipale che in via Roma ha fermato e multato una coppia, 29 anni lui di Padova, 21 lei di Rovigo, che offriva salviette rinfrescanti ai passanti in cambio di un'offerta libera. Quando la coppia ha agganciato due agenti in borghese, che hanno subito chiesto di esibire le autorizzazioni per la vendita in area pubblica, l'offerta libera è scomparsa e anzi i due hanno detto che il gesto era solo per socializzare con chi in quel momento li stava incrociando. Gli agenti hanno però sequestrato tutto il materiale in loro possesso perchè nelle scatole di salviette c'era un richiamo relativo al sostegno a non precisate famiglie in difficoltà tutto da verificare. Sempre ieri gli agenti della Municipale veronese hanno anche allontanato tre persone per accattonaggio da corso porta nuova, piazza bra e piazza erbe.
NUOVA ATTRAZIONE
Gardaland, via al più    <br/>grande rollercoaster

Gardaland, via al più
grande rollercoaster

Posata oggi a Gardaland la prima pietra dell'attrazione, un gigantesco rollercoaster che sarà inaugurata ad inizio della stagione 2015. Un grande mattone, solido basamento dal colore arancione, è stato collocato al centro del cantiere dall'ad di Gardaland Aldo Maria Vigevani, dal dg Parchi Danilo Santi e dal direttore Marketing Luca Marigo.L'area dove sorgeranno imponenti montagne russe mai realizzate prima d'ora a Gardaland si estende su una vasta zona del Parco: dal villaggio western fino a Flying Island e Space Vertigo per oltre 13.000 metri quadrati, pari alla superficie alare di ben 25 Boeing 747 Jumbo. Sono state poste le basi per la posa, ad una profondità tra i 12 e i 14 metri, di oltre 200 pali di fondazione atti ad ancorare il terreno; per la loro realizzazione sono stati impiegati 1.000 metri cubi di calcestruzzo. 50 colonne sorreggeranno la struttura. Una trentina di maestranze hanno lavorato per la messa in posa di 200 gabbie metalliche - una per ciascun palo di fondazione - e alle gittate di circa 2.500 metri cubi di cemento. Per facilitare le operazioni di preparazione del terreno sono stati effettuati scavi e movimenti terra per oltre 4.000 metri cubi. Ad oggi, sono state utilizzate oltre 2.500 tonnellate tra ferro e acciaio.
AUTOSTRADA
Trattore al lavoro    <br/>tamponato sull'A4

Trattore al lavoro
tamponato sull'A4

Singolare incidente oggi sull'autostrada A4, sulla carreggiata Est, nel tratto tra Verona Est e Soave. Un trattore che stava eseguendo lavori di taglio dell'erbe al bordo della corsia di emergenza è stato tamponato da un camion. Il mezzo si è rovesciato ed è stato necessario l'intervento dei Vigili del fuoco per estrarre il conducente del trattore, rimasto ferito, che è stato trasportato all'ospedale.
INCIDENTE
Pirata ubriaco fugge   <br/>e poi ci ripensa

Pirata ubriaco fugge
e poi ci ripensa

La Polizia municipale ha denunciato all’Autorità giudiziaria un automobilista accusato di guida in stato di ebbrezza e fuga con omissione di soccorso, a seguito di un incidente stradale avvenuto in viale del Brennero. L’automobilista, 34enne veronese, era alla guida di un’autovettura Audi e stava percorrendo viale del Brennero in direzione di Parona quando ha tamponato una Honda Civic che lo precedeva. A bordo una coppia veronese di 31 e 32 anni rimasta ferita in modo non grave. Anziché fermarsi e prestare soccorso, l’automobilista ha effettuato un’inversione a U e si è allontanato. La manovra però è stata notata da una giovane passante grazie alla quale la Polizia municipale è riuscita ad individuare in breve tempo il conducente dell’Audi. L’uomo, messo di fronte alle proprie responsabilità, è tornato sul posto a disposizione degli agenti; effettuato l’alcoltest è risultato positivo con valori di alcolemia attorno a due grammi di alcol per litro di sangue. A suo carico perciò, oltre alla denuncia per omissione di soccorso e fuga, è scattata anche quella per guida in stato di ebbrezza. La coppia che viaggiava a bordo della Honda Civic è stata giudicata guaribile in una quindicina di giorni.
SICUREZZA
Degrado Veronetta,   <br/>interviene il Questore

Degrado Veronetta,
interviene il Questore

Emergenza Veronetta, le forze dell'ordine si mobilitano.In serata sopralluogo del Questore, Danilo Gagliardi, con i dirigenti della Squadra mobile, Roberto Della Rocca, e delle Volanti, Giorgio Azzaretto.I vertici della Polizia di stato a Verona hanno voluto verificare direttamente sul posto la situazione in una delle zone più critiche della città, tra via XX settembre e Porta Vescovo, dove episodi di spaccio e degrado sono all'ordine del giorno.I controlli sono quotidiani ma saranno comunque rafforzati.

Graffa

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

    Studionews
  • Amici animali

    documentario
  • TgVeneto

  • Studionews

    rubrica
  • Cartoni Animati

  • TgVerona

    all'interno il TgGialloblu
  • Impact point

    thriller (Usa 2008) di Hayley Cloake con Brian Austin Green e Melissa Keller
  • Film di seconda serata

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Film della notte


Ricette di Casa Telenuovo Avesani


Sondaggio

Via Galliano: giusto tagliare gli alberi per fare una nuova corsia..?

Tutti i sondaggi
L'Opinione
ON AIR
02.08.2014
TgGialloblù
ON AIR
29.08.2014
TgVeneto
ON AIR
28.08.2014
Rosso & Nero
ON AIR
11.07.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Prima Serata
ON AIR
18.06.2014

BPV MUTUO YOU

 

 

auditeL GIUGNO 2014 telenuovo

I nuovissimi

I più visti della settimana

TELENUOVO TGGIALLOBLU

Studionews Rete Nord Pubblicità

Promo palinsesto