Infarto in pista, muore  <br/>imprenditore edile

Infarto in pista, muore
imprenditore edile

Livio Danese, imprenditore edile di San Bonifacio, è morto stroncato da un malore mentre era impegnato in un giro di prova su una moto sul circuito di motocross di Montagnana, nel padovano.Danese...

POLITICA
Tosi: Se schema è solo   <br/>destra vince Renzi

Tosi: Se schema è solo
destra vince Renzi

"Se tu pensi di battere Renzi dicendo "il centrosinistra e tutto il centro va con Renzi e noi facciamo la destra", vuol dire farlo vincere. Se invece metti assieme Passera, Alfano, Berlusconi, Fitto, tutta la Lega, tutta l'area popolare e liberale che è ampia e oggi non è rappresentata da nessuno, l'elettorato classico del centrodestra italiano, allora puoi battere Renzi. Se crei uno schema che va dalla destra all'estrema destra regali il Paese a Renzi per 20 anni". Lo ha detto il sindaco di Verona Flavio Tosi sempre oggi a Rainews24.Sul tema delle alleanze, secondo Tosi esistono "due schemi, uno nazionale e uno regionale". A livello regionale, aggiunge, "dire sì a FI e no a Ncd è abbastanza strumentale. Ncd è al governo con Renzi, è incoerente e dovrebbe stare all'opposizione" ma "Berlusconi è stato di fatto al governo con Renzi fino all'altro ieri, con il patto del Nazareno", con il risultato che gli elettori veneti percepiscono Berlusconi e Alfano "alla stessa maniera". Per questo, sottolinea il sindaco di Verona, "meglio andare da soli insieme a delle liste civiche, poi, in queste civiche potranno tranquillamente prender posto delle persone di area del centrodestra, che rappresentano il centrodestra. Con questo schema vinci il Veneto".
POLITICA
Tosi: Non discuto Zaia     <br/>Liste? Decide il Veneto

Tosi: Non discuto Zaia
Liste? Decide il Veneto

"Mai messa in discussione la candidatura di Zaia, il problema è che qualcuno da Milano ha detto che le liste e le candidature si decidono in Lombardia". Lo afferma il sindaco di Verona, Flavio Tosi, a Rainews24, che aggiunge: "Vedremo domani quale sarà il confronto, se tutti vogliono trovare una soluzione di buon senso, si rispetta lo statuto della Lega" ma se "si passare sopra la Liga veneta, convocherò il consiglio nazionale" spiegando quanto accaduto. Se in tal caso lascio la Lega? "Aspettiamo domani". "A Salvini dico ci vediamo domani, io resterò coerente sempre con il mio passato politico, e sul fatto che occorre essere realmente federalisti e autonomisti. In Lega il federalismo in quest'ultimo periodo è stato messo un po' da parte", spiega Tosi secondo il quale "se c'è rispetto dello Statuto domani non succederà alcunché. Lo scontro è avvenuto non tanto nei confronti di Luca Zaia" ma "tutti sanno che ci sono stati dei patti disattesi nei confronti del sottoscritto".
INTERVENTO
Maiali nel liquame   <br/>salvati dai pompieri

Maiali nel liquame
salvati dai pompieri

I vigili del fuoco di Verona sono stati impegnati l’altra notte in un singolare intervento in un’azienda agricola di Erbé, dove 80 maiali rischiavano di morire dopo essere finiti nella fossa del liquame.Gli animali, sprofondati a causa del cedimento di una griglia, sono stati tratti in salvo dal Vigili del fuoco che si sono calati nella fossa con le maschere per proteggersi dalle esalazioni.
FIERA
Sport Expo, esordio boom    <br/>E oggi si replica

Sport Expo, esordio boom
E oggi si replica

“C'è un entusiasmo pazzesco, tanta gioia di condividere e provare tutte le discipline indistintamente, divertendosi insieme”. Il campione di pallavolo Andrea Lucchetta riassume così il grande esordio di Sport Expo 2015, la prima fiera dello sport giovanile d'Italia, che ha preso il via ieri. Una partenza dai grandi numeri, con 22mila visitatori che hanno potuto divertirsi tra gli stand dei padiglioni 9 e 10 in Fiera a Verona. Lo sport giocato è stato subito protagonista della prima giornata. I tre Ambassador di Sport Expo, Damiano Tommasi, Andrea Lucchetta e Carlton Myers si sono sfidati insieme a un gruppo di ragazzi in un torneo multidisciplinare. Tra una schiacciata e un calcio di rigore, un tiro libero e un sorriso, i piccoli visitatori hanno potuto provare l'emozione di giocare con grandi campioni. “È stato un onore giocare e scherzare con dei talenti come Myers e Lucchetta, che hanno fatto grande la loro disciplina e lo sport italiano: rivederli bambini a Sport Expo è un bellissimo messaggio per tutti”, ha sottolineato il presidente dell'Associazione Italiana Calciatori Damiano Tommasi. Anche in questa nona edizione sono tantissime le proposte e gli sport presenti in fiera, sia di squadra che individuali. “Sport Expo serve a sperimentare, di discipline ce ne sono un'infinità e questa è l'occasione giusta per provarle tutte”, è l'invito del cestista Carlton Myers. Tra una foto e un autografo nell'area “Incontra il campione” in Casa Lidl, un tiro al bersaglio e una scalata nella parete verticale, oggi si potevano incrociare i pallavolisti della Bluvolley Calzedonia Verona e gli atleti plurimedagliati Roberto Di Donna e Fabrizio Mori, che ha commentato: “Ho visto tanti bambini e ragazzi con il sorriso: è dal divertimento che bisogna ripartire in tutti gli sport”. La prima giornata ha incluso anche approfondimenti e workshop per il mondo sportivo, ospitati nella Piazza dello sport scaligero, oltre al debutto del concerto-spettacolo "GOL! I valori del calcio e dello sport attraverso musica e parole". L'animazione non è mancata nella centralissima Lidl Crivit Arena, dove si sono avvicendati freestyler di basket, calcio e bike trial e tanti spettacoli dal vivo. E oggi, domenica, a Sport Expo si replica. Dalle 8.30 alle 19, sempre con ingresso libero, ci saranno competizioni e tornei, tra cui il primo trofeo Sport Expo della Federazione Europea Karate. Nella Lidl Crivit Arena si terranno inoltre partite di basket e tennis, incontri di scherma giapponese e gare di pattinaggio, oltre a esibizioni di pilates, danza classica, break dance e dimostrazioni degli imperdibili freestyler. Nella Piazza dello sport scaligero proseguiranno i momenti formativi, con un aggiornamento Fipav per gli allenatori di pallavolo e, nel pomeriggio, la presentazione dei Camp estivi 2015.
Lega, su caso Veneto   <br/>ipotesi commissariamento

Lega, su caso Veneto
ipotesi commissariamento

Per gestire la "grana veneta" all' interno della Lega e porre fine, almeno temporanea...

SICUREZZA
Piazza Bra, presidio    <br/>fisso della Municipale

Piazza Bra, presidio
fisso della Municipale

Da ieri pomeriggio la Polizia Municipale presidia in modo fisso con una pattuglia dedicata la zona tra il Liston e via Roma. L'area è interessata dalla presenza di senza fissa dimora sia italiani che rumeni, spesso ubriachi, che importunano i passanti e i negozianti creando una situazione di insicurezza anche percepita. "Come in tante città italiane, la situazione è figlia dell'assenza di norme che possano aiutare i sindaci a dare risposte ai cittadini. Invece gli ultimi tre governi hanno smantellato un apparato legato alla sicurezza urbana che invece necessitava di più poteri agli amministratori e alle polizie locali e soprattutto più certezza della pena, visto che molti di coloro che bivaccano hanno già avuto segnalazioni e denunce. La Polizia municipale ha le armi spuntate e non possiamo neppure pensare di potenziarla visti i vincoli sulle assunzioni imposti dalla leggi attuali. Questo i cittadini devono saperlo" ha dichiarato il sindaco Flavio Tosi che ha chiesto alla Polizia municipale di incrementare i controlli con l'applicazione dell'unico strumento legale utilizzabile, il Regolamento di Polizia urbana.
LEGA
Fontana: pagano qualcuno   <br/>per spaccarci da dentro

Fontana: pagano qualcuno
per spaccarci da dentro

"Hanno paura di noi e ci fanno la guerra. Casomai pagano qualcuno che ti rompe le palle dall'interno. Cercheranno di creare fratture tra di noi". E' uno dei passaggi dell'intervento dell'eurodeputato della Lega Lorenzo Fontana nel corso dell'incontro organizzato da Rivadestra a Roma con rappresentanti della Lega Nord, della destra e dell'estrema destra in vista della manifestazione contro Matteo Renzi in programma nel pomeriggio. Il politico veronese non cita mai il sindaco scaligero Flavio Tosi ma nella sala il riferimento è sembrato esplicito.
INCIDENTE
Sassolungo, valanga      <br/>travolge due veronesi

Sassolungo, valanga
travolge due veronesi

Due giovani escursionisti veronesi sono stati travolti da una valanga di piccole dimensioni sul Sassolungo, tra la Val Gardena e la Val di Fassa. La ragazza ha riportato la frattura della tibia, illeso invece il ragazzo. Sul posto l'elicottero delle protezione civile e il soccorso alpino. L'allarme è stato lanciato da altri escursionisti che erano sullo stesso percorso.
Investito bambino  <br/>di tre anni, è grave

Investito bambino
di tre anni, è grave

Un bambino di tre anni è ricoverato all'ospedale di Borgo Trento dopo essere stato investito so...

SICUREZZA
Pulizia Adige, più di      <br/>cento persone al lavoro

Pulizia Adige, più di
cento persone al lavoro

Grande lavoro per volontari e tecnici comunali impegnati in un intervento straordinario di pulizia dell'Adige. Viste le recenti ondate di piena infatti molti tronchi e altro materiale si erano ammassati sotto i ponti creando una notevole situazione di pericolo. Questo importante intervento ha messo in sicurezza diverse zone fra cui ponte dell'Unità d'Italia, Ponte Navi, Ponte Garibaldi, Ponte scaligero, Ponte Pietra, Ponte S. Francesco e Ponte Catena.
A CAPRINO
Anziana investita da   <br/>auto in retromarcia

Anziana investita da
auto in retromarcia

Incidente a Caprino dove una donna di 86 anni è stata investita da un'auto in retromarcia che stava iniziando a parcheggiare. Sul posto il 118 e la polizia locale. L'anziana è stata traportata all'ospedale di Bussolengo dove le sono state diagnosticate contusioni e la frattura del malleolo.
INTERVENTO POLIZIA
Bivacco in Via Galliano   <br/>Sgombero della polizia

Bivacco in Via Galliano
Sgombero della polizia

La Polizia municipale è intervenuta nel vallo della cinta muraria di via Galliano dove è stato trovato un bivacco composto da due tende tipo igloo coperte da un ampio telo di nylon. Vi erano inoltre vari oggetti tra cui sedie, pentole, stoviglie e simili, con un focolare. Gli agenti non hanno rilevato la presenza di persone, ma ritengono che il bivacco fosse in uso a persone dedite all'attività di accattonaggio, anche simulato, essendo presenti stampelle e bastoni. Sul posto è intervenuta l'Amia, che ha provveduto a bonificare interamente l'area.
RADUNO
ROMA, TOSI SI DEFILA      <br/>''MA NESSUNA ROTTURA''

ROMA, TOSI SI DEFILA
''MA NESSUNA ROTTURA''

«La rottura dipende da chi la vuole, noi non la vogliamo. Abbiamo posto dei paletti in base allostatuto della Lega». Lo ha detto Flavio Tosi, ai giornalisti in piazza del Popolo a Roma, dove si svolge la manifestazione della Lega: il sindaco di Verona è fra i militanti lontano dal palco.Sulle modalità con cui la Lega si presenterà alla regionali in Veneto «lunedì ci si confronterà inconsiglio federale», ha detto Tosi, «poi - ha proseguito - sulle candidature e le liste deciderà il consiglio nazionale Veneto come stabilisce lo statuto. Se si resta su questa strada vabene, vedremo». Il leader della Liga Veneta ha quindi osservato che in questaprospettiva il sostegno al governatore uscente Luca Zaia non è in discussione, ma è fattibile una corsa senza alleati: «Con la lista della Lega e alcune liste civiche si vince - ha rispostoTosi ai giornalisti - anche perchè non dobbiamo sottovalutare il rischio dell’astensionismo».LA GIORNATA. Matteo Salvini non teme disordini per la manifestazione di oggi a Roma contro il governo Renzi. Il leader della Lega lo dice ai microfoni del Giornale Radio Rai, a poco più di un'ora dalla kermesse leghista in piazza del Popolo. Teme disordini? «Assolutamente no. Roma - spiega Salvini - è una città civile, una città stupenda, colorata, arrabbiata ma pacifica e conto che polizia e carabinieri possano fare tranquillamente il loro lavoro e oggi sia una giornata di festa».«Da Roma parte la sfida per conquistare il Paese». Lo dice Matteo Salvini, spiegando ai microfoni del Giornale Radio Rai il senso della manifestazione della Lega oggi nella Capitale. «E' la sfida a Renzi in casa sua. Renzi ha scelto i grandi, ha scelto Confindustria, ha scelto le Autostrade, ha scelto Marchionne, ha scelto le società di gioco d'azzardo e Equitalia, e oggi lanciamo la sfida dell'Italia dei piccoli, dei medi, degli artigiani, degli imprenditori e dei produttori».«Noi siamo a favore di un'Europa diversa - ha aggiunto - dove contino di meno le banche e più i cittadini e i piccoli imprenditori. Noi non siamo contro l'Europa, noi siamo contro questa Europa, contro questa moneta unica, contro questo pensiero unico; siamo per difendere il Made in Italy e alla fine saremo maggioranza, in Italia e in Europa».Ci saranno quattromila agenti delle forze di polizia per «proteggere» la manifestazione di oggi a Roma della Lega e tutelare il suo «diritto a manifestare». Lo ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, a margine dell’Assemblea nazionale dell’Udc. «Come è noto - ha detto Alfano - non condivido nulla di quello che dice Salvini, ma il suo diritto a manifestare è sacro, perchè è un importante pezzo della democrazia italiana».«Perciò - ha proseguito il ministro dell’Interno - proteggeremo il suo diritto impiegando 4 mila uomini delle forze dell’ordine, per impedire che chi vuole usare la violenza per interferire contro la manifestazione della Lega non possa poi farlo».
BUSSOLENGO
Sfondano la vetrata   <br/>Razzia da Euronics

Sfondano la vetrata
Razzia da Euronics

Alle due e mezza di questa mattina un fuoristrada, una Suzuki, ha sfondato la vetrina del negozio Euronics di Bussolengo. I ladri hanno in pochissimi minuti riempito borse di telefoni e tablet per poi scappare subito dopo. Ancora difficile stabilire l’entità del danno. Indagano i carabinieri di Peschiera che stanno visionando i filmati delle telecamere del negozio.
SICUREZZA
Detenzione armi, serve   <br/>il certificato medico

Detenzione armi, serve
il certificato medico

Entro il 4 maggio 2015 chi detiene armi dovrà presentare il certificato medico di idoneità psicofisica alla detenzione; in pratica lo stesso certificato richiesto per il rilascio del nulla osta all'acquisto, previsto dall'art. 35 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza. Lo stabilisce il decreto legislativo n. 121 del 29 settembre 2013, entrato in vigore il 5 novembre 2014, che ha introdotto diverse novità in tema di controlli per l'acquisizione e la detenzione di armi (bianche, da sparo o da fuoco). La certificazione dovrà attestare che il richiedente non sia affetto da malattie mentali oppure patologie che ne diminuiscano, anche temporaneamente, la capacità di intendere e di volere ovvero non risulti assumere, anche occasionalmente, sostanze stupefacenti e psicotrope oppure abusare di alcol. Il certificato medico in questione dovrà essere rilasciato dal medico provinciale o dall'ufficiale sanitario (attualmente Asl) o da un medico militare. Sono esentati dall'obbligo di presentazione coloro che nei sei anni antecedenti l'entrata in vigore del decreto, abbiano già consegnato il certificato al momento della richiesta di una licenza di porto d'armi o di un nulla osta all'acquisto di armi. Le persone che entro la data di scadenza non avranno provveduto a consegnare il certificato agli uffici di Polizia o Carabinieri che avevano ricevuto le denunce di detenzione, riceveranno una diffida per la presentazione del certificato stesso. Se nei successivi 30 giorni la certificazione non sarà presentata, sarà avviato il procedimento finalizzato al divieto di detenzione. Il richiedente, sottoponendosi agli accertamenti, è tenuto a presentare un certificato anamnestico, rilasciato dal medico di fiducia, di data non anteriore a tre mesi. Il medico accertatore potrà richiedere, ove ritenuto necessario, ulteriori specifici esami o visite specialistiche, che saranno effettuati presso strutture pubbliche.Uffici competenti a ricevere la certificazione sono:- Per il territorio del Comune di Verona: Ufficio Armi della Questura - Per la provincia: i Comandi stazione Carabinieri competenti per territorio
POLIZIA
Furto negli spogliatoi     <br/>Virtus: caccia al ladro

Furto negli spogliatoi
Virtus: caccia al ladro

Nella serata di ieri gli Agenti della Squadra Volanti sono intervenuti a seguito della richiesta di soccorso di un atleta della squadra di calcio Virtus. Ad essere “visitato” è stato lo spogliatoio della Virtus in Via Bodoni dove un ladro, tra le 18.00 e le 20.00, approfittando del tempo dell’allenamento, si è introdotto senza farsi notare. Al loro arrivo, i poliziotti, iniziando le minuziose procedure di accertamento, hanno subito notato il vetro inferiore della porta di ingresso infranto, varco dal quale il ladro si deve essere appunto intrufolato. I poliziotti hanno potuto poi constatare quanto fosse stato sottratto, ovvero tre portafogli, due smartphone, un paio di scarpe nonché un giubbotto.Sono al momento in corso ulteriori indagini.
INCIDENTE
Frontale auto e moto,  <br/>chiusa via Volta

Frontale auto e moto,
chiusa via Volta

Disagi alla viabilità in tarda serata per un incidente che ha provocato la chiusura di via Volta dall'incrocio con via Cipolla fino all'intersezione con via Zamboni, subito prima della galleria.Lo stop al traffico si è reso necessario a causa di un incidente che ha coinvolto un'auto ed una moto; nello scontro frontale ha avuto la peggio il conducente della moto che è rimasto ferito, anche se le sue condizioni non sono apparse gravi.Soccorso dai sanitari del 118, il centauro è stato trasportato all'ospedale di Borgo Trento.Sul posto per il rilievi due pattuglie della Polizia municipale, che hanno avuto anche il supporto dei Carabinieri per presidiare la zona interdetta alla viabilità.
BENEFICENZA
Domenica in Bra le  <br/>colombe di Admor

Domenica in Bra le
colombe di Admor

Domenica 1 marzo tornerà in piazza Bra il gazebo Admor (Associazione Donatori Midollo Osseo e Ricerca) con l’iniziativa ‘Con una colomba doni la vita’. L’evento è stato presentato questa mattina a Palazzo Barbieri dall’assessore ai Servizi sociali Anna Leso insieme a Giovanni Cacciatori e Marta Bertini di Admor.Nel corso della giornata i volontari Admor, affiancati dai donatori di sangue AVIS, FIDAS, ASFA e dal Gruppo Alpini, saranno impegnati nella distribuzione delle colombe pasquali, prodotte in esclusiva dalla ditta Bauli.Il ricavato contribuirà a sostenere le numerose attività dell’associazione tra le quali l’assegnazione di 6 borse di studio, da 15 mila euro ciascuna, a giovani medici biologi e ricercatori che operano presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, a beneficio degli ammalati oncoematologici.“Admor svolge una preziosa attività sia sul fronte della sensibilizzazione che del sostegno alla ricerca medico scientifica – ha detto Leso – si tratta infatti di un’associazione che da sempre, in sintonia con le strutture ospedaliere, accoglie le richieste di aiuto dei malati. Oltre a ricordare l’invito a diventare donatori di midollo osseo – ha concluso l’assessore – propongo a tutti di sostenere le attività di Admor acquistando una colomba pasquale”.L’associazione Admor si occupa anche della ricerca nel mondo di donatori compatibili con ammalati adulti e bambini in attesa di trapianto di cellule staminali ematopoietiche, ricoverati presso l’ospedale di Borgo Roma. Admor ha inoltre parzialmente finanziato ( con una spesa di 37.500 euro ) il Day Hospital del Centro Trapianto Midollo Osseo per le cure post-trapianto, attivo dallo scorso settembre. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.admor.org
DROGA
Centrale dello spaccio  <br/>a casa, due arresti

Centrale dello spaccio
a casa, due arresti

Credevano di poter continuare a "lavorare" indisturbati nella loro abitazione, trasformata in centro dello spaccio di droga a giovani del luogo e non solo, due magrebini, di 35 e 31 anni, che sono stati arrestati dai carabinieri di Zevio nella loro casa in periferia di Verona. Le indagini erano iniziate qualche settimana fa, quando i militari avevano ricevuto le segnalazioni di alcuni cittadini che indicavano l'abitazione degli extracomunitari come luogo stranamente molto frequentato da ragazzi a qualsiasi ora della giornata. Gli accertamenti subito avviati dai militari consentivano di riscontrare l'esattezza delle informazioni ricevute e, quando gli stessi, in abiti civili, hanno bussato alla porta dell'appartamento, i due stranieri li hanno invitati ad entrare ed a cercare tranquillamente in casa, sicuri che nulla venisse trovato. l'ottimo fiuto degli operanti permetteva, invece, di rinvenire circa 35 grammi di sostanza stupefacente di tipo cocaina e un bilancino di precisione, nascosti in una presa di aspirazione. Il gip del tribunale di Verona ha convalidato l'arresto disponendo la custodia cautelare in carcere dei due giovani.
CONFAGRICOLTURA
Agrinsieme, la protesta  <br/>dei 500 a Venezia

Agrinsieme, la protesta
dei 500 a Venezia

Oltre 500 agricoltori hanno sfilato a Venezia per dire basta alla burocrazia, ai prodotti sottopagati e alle speculazioni, all'Imu agricola e ad altre tasse inique. Tra i partecipanti una folta rappresentanza di Confagricoltura Verona, capitanata dal presidente Paolo Ferrarese. “Non è accettabile che a fronte di 77 milioni di euro stanziati nel bilancio agricolo, solamente 20 siano effettivamente disponibili per le imprese agricole, e cioè quelli messi a disposizione per il cofinanziamento del Psr – hanno chiarito i rappresentanti delle associazioni sindacali -. L’agricoltura è l’unico settore che vede i costi delle strutture, come quello del personale, a carico del settore e non del bilancio generale della Regione. Ci sono stati tolti i sostegni al credito: su 4 milioni del 2013 siamo passati a soli 770 mila mila euro del 2015.”Il presidente del consiglio regionale Ruffato e i capigruppo si sono impegnati a trovare ulteriori risorse aggiuntive a quelle poste per il Psr nel prossimo assestamento di bilancio e hanno espresso solidarietà al settore.
POLIZIA MUNICIPALE
Stazione, lunedì    <br/>rimozione biciclette

Stazione, lunedì
rimozione biciclette

Lunedì prossimo nuova fase di lavori in stazione ferroviaria, che prevede lo spostamento del cantiere nella zona del vecchio parcheggio kiss&ride che era stato ricavato a lato dell’area di sosta dei taxi. Si tratta quindi di tutta l'area alberata compresa tra la stazione ferroviaria e il ponte sul canale, dove transitano i bus in uscita. Nella zona sono ancora presenti una ventina di biciclette, ancorate a pali, recinzioni o altri supporti, che lunedì mattina saranno rimosse per consentire il posizionamento del cantiere. Le bici rimosse saranno trasportate presso la caserma Santa Marta; i proprietari potranno recuperarle tutte le mattine dei giorni feriali, dalle 9 alle 13, recandosi alla Delegazione Centro della Polizia municipale di via Cantarane. La Polizia municipale ricorda che l’area di sosta delle biciclette in zona stazione si trova all’interno del nuovo parcheggio di sosta breve kiss&ride, di fronte al Tempio Votivo.
CARABINIERI
Rapina a Tomba, presa    <br/>anche terza complice

Rapina a Tomba, presa
anche terza complice

I Carabinieri del Nucleo RadioMobile hanno fermato anche la terza donna responsabile della rapina al cartoleria di Tomba del 18 febbraio scorso. Le tre donne, tossicodipendenti, senza fissa dimora, erano entrate nel negozio e con la scusa di acquistare un profumo avevano tentato di immobilizzare la titolare, 66 anni, portandole via quanto c'era in casa e la borsa che nascondeva sotto il bancone del negozio. La donna è però riuscita a divincolarsi e urlando ha attirato l'attenzione di alcuni passanti che si sono subito gettati all'inseguimento delle tre, riuscendo a fermarne due tra via centro e via dei grolli. "La terza era riuscita a cavarsela usando l'astuzia" ha spiegato il comandante del Nor Luca Mariano. "Quando ha visto la gente inseguire le due complici si è fermata fuori dal negozio fingendo di essere una semplice passante. Un testimone, che poi l'ha riconosciuta, ha anche provato a chiederle spiegazioni ma la donna l'ha convinto di essere estranea ai fatti ed era riuscita in quel primo momento ad allontanarsi". Fondamentale, ha ricordato Mariano, la collaborazione della gente, negozianti e passanti, che hanno permesso i primi due arresti in flagranza di reato. Le tre donne, Maria Giovanna Poddie, 40 anni, di San Bonifacio (l'ultima fermata), Elisabetta Annechini, 51 anni e Melita Donatella Zanet, 48 anni, sono tutte gravate di diversi precedenti e attenderanno in carcere il processo già fissato per il 19 marzo prossimo.
FORZA ITALIA
Fitto: Con le primarie   <br/>non saremmo ridotti così

Fitto: Con le primarie
non saremmo ridotti così

"Se avessimo seguito la strada che da mesi ho indicato, cioè fare le elezioni primarie, non ci troveremmo a meno di un mese e mezzo dalla presentazione delle liste, senza sapere ne' quali sono le alleanza, ne' quali sono i candidati". Lo ha detto il leader dei 'ricostruttori' azzurri, Raffaele Fitto, a margine di una visita all'ospedale di Negrar.Dopo essersi detto "fiducioso" sulla strada intrapresa dalla componente critica del partito che a lui fa capo, Fitto ha osservato che "Forza Italia sta facendo un percorso abbastanza discutibile. Faremo le nostre valutazioni nei prossimi giorni".Se ci fossero state le primarie, secondo Fitto, sarebbe stato "magari possibile avere una piattaforma comune, sia in Veneto sia in Campania, per proporre le idee con le quali vogliamo governare e di conseguenza scegliere candidati pienamente legittimati". "Il centrodestra - ha concluso - deve avere due caratteristiche: lavorare per l'unità ed essere alternativo al governo Renzi".
ARRESTO
Ruba auto e fugge,    <br/>inseguimento in centro

Ruba auto e fugge,
inseguimento in centro

Un 45enne straniero è stato arrestato questa mattina dalla polizia di Verona, al termine di un inseguimento 'cinematografico' dopo che aveva rubato un'utilitaria lasciata momentaneamente incustodita dal proprietario 72enne. L'uomo si era infilato nella Panda dell'anziano sceso a comprare il giornale in centro a Verona, partendo lo aveva quasi investito ed una volta accortosi di essere inseguito da una Volante aveva iniziato a fuggire infilandosi anche a tutta velocità lungo sensi vietati. Vistosi braccato il ladro aveva proseguito la fuga a piedi inseguito dal capopattuglia che aiutato da un cittadino che lo aveva fatto salire sul proprio scooter lo aveva raggiunto e bloccato definitivamente. Ai polsi del malvivente sono scattate le manette con le accuse di rapina impropria e resistenza a pubblico ufficiale. Domani mattina l'uomo, del quale non sono state diffuse le generalità, sarà condotto dinanzi al magistrato per la convalida della misura precautelare e l'udienza per direttissima. La questura di Verona si è complimentata con il poliziotto che ha raggiunto lo straniero e con "l'elevato senso civico del cittadino che - spiega una nota - facendo salire a bordo del proprio scooter, il poliziotto che inseguiva il ladro ha concorso attivamente nell'assicurare alla giustizia l'autore della rapina".
BACINO VERONESE
ATO, Luigi Pisa nominato  <br/>compomente del Comitato

ATO, Luigi Pisa nominato
compomente del Comitato

Luigi Pisa è stato nominato componente del Comitato Territoriale dell'ATO Veronese.L'assessore ai Giardini e all'arredo urbano del Comune di Verona rappresenterà così all'interno del Comitato territoriale del Consiglio di Bacino Veronese la "Zona 3", costituita dal Comune di Verona.La nomina firmata dal presidente Mauro Martelli è avvenuta su designazione del sindaco di Verona, Flavio Tosi.
PROCESSO
20 euro per benedire  <br/>defunto, condannato

20 euro per benedire
defunto, condannato

L'aver chiesto ad una impresa di pompe funebri 20 euro per benedire un defunto sono costati cari al parroco del Cimitero monumentale di Verona, don Silvano Corsi. Il gip Isabella Cesari lo ha condannato in abbreviato a un anno e due mesi per tentata estorsione. "E' un assurdo - ha commentato il suo legale, Francesco Delaini -, impugneremo il verdetto in appello". A far partire l'indagine, come riporta il "Corriere di Verona", era stato un esposto-denuncia presentato proprio dall'impresa di pompe funebri, che ha presentato in aula un file audio a riprova delle accuse. "Tutti lasciano almeno venti euro e se non verranno lasciati - avrebbe intimato don Corsi - non andrò a dare la benedizione e non permetterò di farlo nemmeno ai miei diaconi". A nulla sono valse le parole che il parroco aveva postato due giorni fa in Facebook, in vista dell'udienza. Nel ricordare che l'accusa lo stava "facendo soffrire ormai da più di un anno e mezzo", don Corsi rinnovava "ancora una volta la sua fiducia nella magistratura veronese e nella sua saggezza nel giudicare".
LEGA NORD
Maroni dà ragione a Tosi   <br/>Serve accordo in Veneto

Maroni dà ragione a Tosi
Serve accordo in Veneto

"Le affermazioni di Roberto Maroni tagliano la testa al toro". Così Flavio Tosi segretario della Liga Veneta sulla querelle interna al Carroccio relativo alle scelte delle liste ed eventuali alleanze - la candidatura a presidente è quella di Luca Zaia - in vista delle elezioni regionali. "Ho molto apprezzato - ha detto Tosi a margine di un convegno a Mestre - la sua posizione equilibrata"."La questione che pone Tosi e' che per il Veneto decide il Consiglio nazionale Veneto, Salvini è d'accordo, io sono d'accordo e quindi deciderà il Veneto, dovranno mettersi d'accordo Tosi e Zaia" aveva detto il governatore della Lombardia.Per Tosi "Maroni ha ribadito quelli che sono i principi statutari ma anche quella che è la dignità della Liga Veneta che è chiamata ad affrontare le questioni nel territorio come accaduto negli altri contesti regionali". "Se sposti la palla più in alto - ha aggiunto - si interrompe la partita". "Guardo ai cinque anni di governo in Veneto con Zaia - ha proseguito Tosi - e i cosiddetti tosiani in regione credo che, come i non tosiani, siano stati legali e corretti, non hanno mai ostacolato una delibera o fatto polemica, i problemi sono venuti da una parte degli alleati, sono venuti da altri in Lega che adesso non mi pare vi facciano neppure più parte". "Per questo credo che il Governatore - ha sottolineato - sappia benissimo quanta lealtà e correttezza c'è stata nei suoi confronti".
SICUREZZA
Lite familiare, paura     <br/>e 5 Volanti al Porto

Lite familiare, paura
e 5 Volanti al Porto

Momenti di paura in tarda serata nel quartiere di Porto San Pancrazio per una movimentata operazione della Polizia, intervenuta in un condominio popolare per sedare una violenta lite familiare.I vicini di casa, allarmati dalle urla che uscivano dall'appartamento, hanno dato l'allarme e sul posto sono arrivati gli agenti delle Volanti che poi hanno chiesto il supporto di altri poliziotti: in tutto ben cinque Volanti.Il capofamiglia, in preda a una crisi isterica, è stato sedato dai sanitari del 118 e poi trasportato in ospedale con l'ambulanza.
SOCCORSO
Incendio a Tregnago,   <br/>intossicate due anziane

Incendio a Tregnago,
intossicate due anziane

Due donne sono rimaste intossicate dal fumo sprigionato da un incendio scoppiato in un'abitazione a Tregnago.I sanitari del 118 sono intervenuti in via Torre per soccorrere un'anziana bloccata a letto, incapace di muoversi, mentre un'altra donna è rimasta intrappolata sul balcone della casa.Le due donne sono state portate in salvo e trasportate con due ambulanze all'ospedale di San Bonifacio in "codice giallo"; non è stato necessario ricorrere alla terapia in camera iperbarica.Sul posto i Vigili del fuoco.
INCIDENTE
Ubriaco fradicio esce   <br/>di strada, denunciato

Ubriaco fradicio esce
di strada, denunciato

La Polizia municipale è intervenuta in via Mameli per effettuare i rilievi di un incidente stradale, senza feriti. Coinvolto un automobilista veronese di 50anni che, alla guida della sua macchina in via Mameli, nella manovra di svolta in via Monte Ortigara, ha perso il controllo del veicolo andando a sbattere contro un muro di recinzione. L’automobilista, sottoposto ad alcoltest, è risultato positivo con alcolemia attorno a tre grammi di alcol per litro di sangue, sei volte il tasso consentito. Gli agenti hanno perciò accertato le sanzioni previste con il ritiro della patente, il sequestro dell’auto e la denuncia all’autorità giudiziaria. A carico dell’automobilista anche responsabilità amministrative per i danneggiamenti a manufatti e segnaletica stradale, provocati con la sua auto nell’incidente e, per guida senza cinture.
MANIFESTAZIONE
Renzi a casa. Decine di    <br/>pullman dal Triveneto

Renzi a casa. Decine di
pullman dal Triveneto

Si chiama Sovranità, prima gli italiani, il nuovo soggetto politico che vuole aggregare tutte le comunità di matrice sociale e identitaria. Un soggetto ora attivo nel Triveneto che dopo l'esperienza di Milano sarà di nuovo al fianco della Lega Nord sabato, nella grande manifestazione di protesta contro il governo promossa dal carroccio in piazza del popolo, tradizionalmente teatro di raduni e cortei della sinistra italiana. Stando ai coordinatori della manifestazione sarebbero 350 i pullman in partenza dal Triveneto, oltre 150 solo dal Veneto per un evento che vuole aggregare chi è contro un governo, dicono gli esponenti del carroccio, della disoccupazione, dell'invasione, delle nuove tasse, dell'uccisione del made in italy. Fortissima in particolare la presenza dei militanti veronesi del carroccio che riempiranno oltre 10 pullmann in partenza dalla città e della Provincia. A presentare la manifestazione Marcello Ruffo, consigliere di circoscrizione della Lista Tosi e il coordinatore provinciale dei giovani padani, Vito Comencini.
AUTOBUS
Picchia autista: 8 mesi     <br/>E Atv aumenta controlli

Picchia autista: 8 mesi
E Atv aumenta controlli

Condanna di otto mesi ad un extracomunitario che ha aggredito l'autista di un autobus di linea interrompendone il servizio. L'episodio è solo uno dei 41 casi di aggressioni, ingiurie o minacce, segnalati l'anno scorso da conducenti o controllori dell'Atv. "Il problema è sentito, noi forniamo assistenza legale ai nostri dipendenti" ha spiegato il presidente di Atv, Massimo Bettarello. "Nel caso specifico siamo soddisfatti perchè il giudice aveva chiesto sei mesi, è arrivata una condanna di otto ed è un segnale importante da dare". "Purtroppo" gli fa eco il direttore generale Zaninelli "gli strumenti che abbiamo a disposizione sono pochi. Ma la linea è quella in particolare di denunciare chi deturpa o imbratta senza motivo le nostre vetture. Sono infatti in aumento anche gli atti vandalici o di bullismo all'interno dei nostri autobus, episodi che cerchiamo di contenere denunciando sempre più frequentemente i responsabili".
BANCA
Popolare: Banco rispetta  <br/>requisiti chiesti da Bce

Popolare: Banco rispetta
requisiti chiesti da Bce

Il Banco Popolare rispetta ampiamente i ratio patrimoniali minimi richiesti dalla Banca Centrale Europea. Lo comunica in una nota l'istituto veronese dopo che la Bce ha comunicato la propria definitiva decisione riguardante i requisiti minimi che il Banco deve rispettare, fissandoli nel 9,4% per quanto riguarda il Common Equity Tier 1 ratio (Cet1 ratio) e nel 10,5% per il Total Capital Ratio. Al 31 dicembre 2014 il Cet1 ratio risulta pari all'11,9% e il Total capital ratio al 14,6%. Il CET1 ratio calcolato sulla base delle regole che saranno in vigore al termine del periodo transitorio (c.d. CET1 ratio fully phased) è stimato pari all'11,3% e all'11,5%, considerando gli impatti attesi dalla già deliberata incorporazione della controllata Banca Italease.
ELEZIONI
Regionali, Tosi convoca   <br/>Liga 5 marzo per liste

Regionali, Tosi convoca
Liga 5 marzo per liste

Flavio Tosi tira dritto per la sua strada e convoca il Consiglio nazionale della Liga Veneta il 5 marzo a Padova per decidere liste e candidati alle prossime elzioni regionali.Una decisione subito contestata dal governatore Luca Zaia: "Al di là delle norme e dei regolamenti dello statuto, quando si costruisce una squadra e si fanno delle scelte si deve partire dal punto di riferimento, ovvero dal candidato presidente". La mossa di Tosi di fatto conferma come il sindaco di Verona intenda alzare il tiro della contrapposizione in nome dell'autonomia della Liga. Per nulla intimorito dal consiglio federale che affronterà lunedì a Milano la grana veneta, con una mail il segretario regionale del Carroccio aveva convocato ieri il consiglio della Liga per "discutere e deliberare eventuali alleanze, le liste e la loro composizione, così come previsto dallo statuto". "Non si possono non rilevare, senza nota di polemica - continua Zaia - che le scelte fin qui fatte sono state compiute a prescindere dal candidato presidente. Non pongo una questione di poltrone, nomi o veti, cosa che non ha mai caratterizzato la mia storia amministrative, bensì della governabilità, unica preoccupazione che ho, visto e considerato che il giorno dopo le elezioni i cittadini chiedono al loro governatore conto di problemi quali il lavoro, il sociale, la sanità, l'occupazione giovanile e per nulla dei fatti che riguardano le segreterie". Su come si possa uscire dall'attuale stallo nel Carroccio veneto Zaia non ha una soluzione da indicare. "Con il buonsenso - taglia corto - che al momento non c'è. Viviamo una situazione kafkiana". E per non lasciare dubbi lancia un messaggio preciso al 'rivale' Tosi: "vado avanti per la mia strada, chi mi ama mi segua"
FIERA
Vinitaly lancia Expo,    <br/>ambasciatore nel mondo

Vinitaly lancia Expo,
ambasciatore nel mondo

"Vinitaly ed Expo sono l'uno consecutio dell'altro, una coppia fantastica che consente azioni straordinarie per il futuro del settore vitivinicolo". Così il presidente di Veronafiere, Ettore Riello, presenta a Roma la 49ª edizione della rassegna internazionale del vino e dei distillati che si terrà a Veronafiere dal 22 al 25 marzo. Il numero delle aziende rappresentate si stabilizza sopra i 4.000 espositori, per un totale di 91.000 metri quadri occupati. Il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina, intervenuto alla presentazione, osserva come Vinitaly "è un appuntamento importantissimo per il sistema nazionale vitivinicolo, legato alla grande occasione di Expo". "In questi 10-12 mesi si è fatto molto per il vino, sotto il profilo della semplificazione e della promozione sui mercati esteri. Il testo unico sul vino è il nostro prossimo obiettivo credo che nelle prossime settimane potremo accelerare molto. E si va avanti con un piano coordinato tra tre ministeri a favore dell'internazionalizzazione del Made in Italy. Proprio oggi abbiamo fatto una riunione al Mise". L'attenzione di Vinitaly rispetto agli incontri con i buyer esteri si conferma con un aumento del 34% degli investimenti per coinvolgere delegazioni di operatori da Europa, Usa, Asia e Sudafrica. Il 49° Vinitaly sarà accompagnato al solito da eventi come Operawine, che riunisce cento grandi produttori nazionali, Enolitech, il salone internazionale delle tecniche per viticoltura e olivicoltura e Sol& Agrifood, dedicato al meglio della produzione oleicola e agroalimentare italiana. "Affrontiamo il 2015 con ottimismo - sottolinea il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani - Abbiamo fatto un sondaggio tra realtà rappresentative del settore e ne è emerso che nel 2014 si è registrata una crescita del fatturato delle cantine italiane pari al 5% rispetto al 2013 e soprattutto il 55% di queste esprime fiducia per il 2015".
AGGRESSIONE
Gang marocchina pesta     <br/>pizzaiolo di 21 anni

Gang marocchina pesta
pizzaiolo di 21 anni

Un’aggressione in puro stile “Arancia Meccanica”. Calci, pugni e schiaffi solo per rubare uno smartphone. Vittima un pizzaiolo 21enne di Casaleone, pestato a Cerea, nella notte tra sabato e domenica, da una gang composta da cinque 17enni marocchini. La cui furia spietata è stata fortunatamente bloccata da una pattuglia dei carabinieri. Accade tutto lo scorso week end. L’aggressione comincia di fatto qui, all’interno della discoteca “Caribe Disco Latino”. I ragazzini prendono di mira il 21enne e soprattutto il suo telefonino di ultima generazione. Quando la vittima esce, sono circa le 3.30, viene attaccata dal gruppetto. Volano calci e pugni. Il pizzaiolo prova a reagire e in qualche modo soprende i suoi aguzzini, che a quel punto lo bloccano e lo trascinano di peso qui, in via Borghetto. A riparo da eventuali occhi indiscreti, il pestaggio riprende. Uno dei 17enne utilizza anche una di queste sedie di ferro del bar li vicino. Il malcapitato è sanguinante, esausto, quando in suo soccorso arriva un’auto dei carabinieri, in zona per pattugliamento. I militari dell’Arma bloccano il pestaggio riuscendo ad arrestare due dei cinque aggressori. In tre riescono a scappare e a far perdere, almeno per ora, le tracce."E' un episodio che nessuno vorrebbe rivivere - spiega il comandante dei carabinieri di Legnago, il capitano Francesco Provvidenza - ma pensiamo che si tratti di un fatto isolato. Però è comunque una vicenda grave, anche perchè ai due ragazzi fermati, che erano incensurati, sono stati disposti gli arresti domiciliari. Decisione presa per la gravità del fatto, per un rischio di reiterazione del reato e per non aver collaborato nell'individuazione degli altri tre complici".Un episodio che sconcerta la gente di Cerea. Un pestaggio del genere mai si era verificato in paese. Che negli ultimi tempi, dicono i cittadini, è sempre meno sicuro.E del problema non fa mistero il sindaco di Cerea, Marconcini, che deve comunque fare i conti con forze ridotte per combattere il fenomeno."E' innegabile - spiega Paolo Marconcini - che ci sia un aumento della microcriminalità, a Cerea così come nel resto della Bassa. Da parte nostra, cerchiamo con la Polizia Locale di mettere in atto tutte le strategie per arginare la problematica. Inoltre siamo in costante contatto con la stazione dei carabinieri, che ci informa sempre sugli episodi che avvengono sul nostro territorio".Infine, non è escluso che alcuni di questi ragazzi della gang marocchina siano già stati coinvolti in episodi simili anche a Verona.

Sondaggio

Saresti favorevole all'utilizzo di mangimi sterilizzanti per Piccioni?

Tutti i sondaggi

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

  • Rosso & Nero

  • TgVeneto

  • TgVerona (1' ed)

  • Verona in diretta

  • Studionews

  • L'Opinione

  • TgVerona (2' ed)

  • L'arbitro

    commedia (Italia 1974) di Luigi Filippo D'Amico con Lando Buzzanca e Joan Collins
  • Calcio: Cagliari - Hellas Verona (sintesi)

  • Informazione

  • Film della notte

L'Opinione
ON AIR
21.02.2015
Verona in Diretta
ON AIR
27.02.2015
TgGialloblù
ON AIR
01.03.2015
TgVeneto
ON AIR
28.02.2015
Rosso & Nero
ON AIR
27.02.2015