I LUOGHI DELL'ABBANDONO - TELENUOVO

Filobus, dal Cipe arriva  <br/>via libera definitivo

Filobus, dal Cipe arriva
via libera definitivo

Via libera del Cipe al futuro filobus di Verona. Il Comitato interministeriale, riunitosi oggi, ha approvato la variazione di bilancio per circa 7 milioni di euro necessaria alla realizzazione de...

FARMACIE
Farmacie, tutte le  <br/>aperture di agosto

Farmacie, tutte le
aperture di agosto

Sarà un agosto di servizio per la gran parte delle 235 farmacie aperte sul territorio veronese che offriranno alla popolazione 40.000 ore di servizio, con una contrazione del solo 7,2% rispetto ad un mese “normale”, grazie alla forte limitazione delle giornate di chiusura per ferie. Nel monte ore sono comprese anche le Guardie farmaceutiche (circa 4.800 ore) che garantiscono il servizio durante le festività e la notte. Una nota particolare merita il ponte di Ferragosto che vedrà la regolare apertura del 75% delle farmacie erogando inoltre  servizi  di guardia farmaceutica per quasi 1.000 ore nei tre giorni dal 15 al 17 agosto. Si ricorda, infatti, che è sempre disponibile una quindicina di farmacie aperte h 24 ed è attivo, durante l’orario di servizio della Guardia Medica il servizio Farmaco Pronto garantito e sostenuto economicamente da Federfarma Verona che permette un accesso puntuale al farmaco in caso di necessità telefonando al numero 045/509892. Si raccomanda tuttavia all’utenza, laddove possibile, di approvvigionarsi con anticipo dei farmaci necessari, soprattutto per terapie croniche.«Le farmacie riescono, con grossi impegni organizzativi interni, a garantire un servizio efficiente nella nostra provincia e ad offrire sicurezza e tranquillità ai cittadini veronesi, in modo particolare agli anziani che spesso rimangono soli in città se i parenti partono per le ferie - dice Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona, l’Associazione dei titolari di farmacia -. La farmacia è un punto di riferimento fondamentale sul territorio, soprattutto in momenti come questi quando da una parte potrebbero esserci maggiori richieste e dall'altra il sistema intero è in “restrizione” per l’avvicendamento delle ferie degli operatori. Il cittadino quindi e il sistema sanitario hanno comunque la certezza della rete-farmacie non solo rodata, ma che non rallenta nemmeno in periodi critici offrendo in maniera capillare una prima puntuale risposta alle diverse esigenze».
POLIZIA
Veronese arrestato  <br/>mentre ruba su un'auto

Veronese arrestato
mentre ruba su un'auto

E’ stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari il 31enne veronese arrestato dai poliziotti del Commissariato di Borgo Roma all’una di oggi, poiché sorpreso a rubare su un’auto parcheggiata in via delle Pietre, nel quartiere. A chiamare il 113 un residente che si è affacciato alla finestra dopo aver sentito dei rumori provenire dalla via sottostante. Il giovane stava staccando lo specchietto retrovisore di una Mercedes e lo stava usando per rompere il finestrino dell'auto. All'arrivo della volante il giovane ha cercato di sottrarsi alla cattura procurando lesioni ad uno degli agenti intervenuti. Il 31enne è stato arrestato per tentato furto aggravato e lesioni personali finalizzate a commettere resistenza e violenza a pubblico ufficiale.
ARENA
Domani sera ultima  <br/>volta per Turandot

Domani sera ultima
volta per Turandot

Domani sera, sabato 2 agosto, in scena il settimo ed ultimo appuntamento con Turandot di Giacomo Puccini per il Festival lirico 2014 all’Arena di Verona.Il dramma lirico in tre atti e cinque quadri, su libretto di Giuseppe Adami e Renato Simoni, riconferma sul podio il M° Daniel Oren.La monumentale regia e le sfarzose scene sono di Franco Zeffirelli, i preziosi costumi di Emi Wada. Completano la messa in scena i movimenti coreografici di Maria Grazia Garofoli ed il lighting design di Paolo Mazzon.Il cast vede Martina Serafin nel ruolo di Turandot insieme a Dario Di Vietri nei panni del misterioso principe Calaf, Rafal Siwek nel vecchio Timur e Carmen Giannattasio nella dolce Liù. Nei tre ministri rivediamo Vincenzo Taormina come Ping, Paolo Antognetti in Pong e Saverio Fiore in Pang. Completano il cast Antonello Ceron nel ruolo dell’Imperatore Altoum e Gianfranco Montresor nel Mandarino.Partecipa il Coro di Voci bianche A.d’A.MUS. diretto da Marco Tonini.Impegnati Orchestra, Coro, Corpo di ballo e Tecnici della Fondazione Arena di Verona, insieme ai numerosi mimi e comparse, per ricreare sul palco areniano la Pechino imperiale in cui si svolge l’azione.
ARGOMENTO
Galan, decisione domani  <br/>Riesame si prolunga

Galan, decisione domani
Riesame si prolunga

Si allungano i tempi del confronto tra le parti davanti ai giudici del Tribunale del riesame di Venezia che devono decidere sul mantenimento o meno della custodia cautelare in carcere per l'ex governatore, Giancarlo Galan, accusato di corruzione nell'inchiesta Mose. Davanti al collegio presieduto da Angelo Risi, gli avvocati di Galan, Niccolò Ghedini e Antonio Franchini, hanno subito aperto il confronto chiedendo venisse invertito l'ordine dei lavori. Secondo prassi prima parlano i difensori e poi l'accusa, con eventuali repliche. I legali di Galan, avendo presentato a riesame già ieri sera una memoria di oltre 100 pagine, hanno chiesto che a parlare fosse prima la Procura, con i pm Paola Tonini e Stefano Ancillotto, riservandosi di intervenire in sede di replica. La diatriba ha costretto il collegio a risolvere la questione con un'ora di dibattito. Ma è stata mantenuta la prassi, e così il primo intervento è stato dell'avv. Ghedini. Quindi una pausa, ed i lavori sono ripresi con l'intervento dell'altro legale di Galan, Franchini. Seguiranno quindi i due pm a confutare le tesi difensive, e a questo punto è probabile che il collegio sia costretto a riservare ogni decisione a domani. Durante la breve pausa, l'avv. Franchini si è detto "sereno" sull'esito dell'udienza. "Ci aspettiamo un esame distaccato della nostra posizione - ha affermato - Confidando nella scarcerazione di Galan o in seconda battuta negli arresti domiciliari nella casa del fratello o della sorella".
Ripescato un cadavere    <br/>alla diga di Zevio

Ripescato un cadavere
alla diga di Zevio

Un corpo di cui ancora non si conosce l'identità è stato ripescato nel primo pomeriggio alla di...

POLIZIA
Officina abusiva   <br/>scoperta a Cadidavid

Officina abusiva
scoperta a Cadidavid

Faceva il meccanico senza avere nessuna autorizzazione ma è stato scoperto dalla Polizia Stradale. L'uomo, Z.A., 37enne veronese, aveva allestito un'officina abusiva accanto alla sua villetta. Nello scantinato attrezzature meccaniche, pezzi di ricambio di auto, buca per ispezioni e tutto l'occorrente per fare anche il gommista. L'officina è stata posta sotto sequestro, l'uomo multato con una sanzione di 5000 euro.
TASSE
L'incubo cartelle pazze?    <br/>Solori: Problemi risolti

L'incubo cartelle pazze?
Solori: Problemi risolti

Cartelle pazze? Tutto risolto. Parola di Solori, la nuova agenzia di riscossione comunale finita nel ciclone per il caso Tares. L'episodio è noto: verso la fine dello scorso giugno a causa di un file non ricevuto partirono da Solori circa 11 mila cartelle pazze, con la richiesta di versamenti anche a quei cittadini che avevano correttamente pagato la nuova tassa per la gestione dei rifiuti. Immediate le polemiche ma anche le scuse e la risoluzione del problema da parte di Solori, per il quale non serve venire in agenzia, perchè le rettifiche arrivano direttamente a casa. Ed ecco perchè, delle code davanti agli sportelli di Solori di cui si è tanto parlato, non c'è nessuna traccia... Ovvio il disagio per i cittadini colpiti dall'errore, comprensibile anche la volontà di molti di cercare una faccia davanti a cui esporre il problema e le proprie lamentele. Qualcuno si è arrabbiato anche per aver fatto la coda in posta per pagare il bollettino, hanno spiegato i responsabili dell'agenza, soddisfatti invece che in molti abbiano apprezzato il tentativo di rimediare al più presto all'errore commesso...
QUESTURA
Ubriaco minaccia la    <br/>compagna, figli in fuga

Ubriaco minaccia la
compagna, figli in fuga

Nella nottata appena trascorsa gli Agenti della Squadra Volanti sono dovuti intervenire per il caso di un convivente ubriaco che ha minacciato la compagna davanti ai figli, tanto da farli fuggire da casa.Intorno alla mezzanotte la Sala Operativa del 113 ha ricevuto l’angosciata richiesta di soccorso da parte di una cittadina veronese, la quale era molto spaventata a causa del comportamento violento del convivente, ubriaco, tenuto verso di lei e verso i due figli minori.Giunti nei pressi dell’abitazione, non nuova a simili episodi, gli Agenti sono stati fermati dalla signora stessa di fronte ad un bar, dove si era nel frattempo rifugiata.Non appena gli Agenti sono scesi dalla Volante è comparso anche il convivente che, con fare provocatorio ed irriverente, ha subito coperto di minacce di morte la donna e i poliziotti. Al tentativo di questi ultimi di cercare di capire e calmare la situazione, l’uomo si è avvicinato pericolosamente, mettendosi testa a testa con un Agente e cercando lo scontro. A nulla sono serviti i tentativi dei poliziotti di calmarlo e di fargli capire i rischi a cui andava incontro, tanto che, non appena un Agente è entrato nel bar per rassicurare la donna, l’uomo si è scagliato sull’altro, cercando di colpirlo con un pugno al volto. L’Agente ha prontamente schivato il colpo ma ne è nata una violenta colluttazione a terra, terminata poi grazie anche all’arrivo del secondo Agente. A quel punto l’uomo, seppur ammanettato, urlando e scalciando, ha cominciato a dare testate al suolo, facendo poi lo stesso a bordo della Volante verso il vetro laterale.Alla luce di quanto accertato, l’uomo, un 44enne tunisino, con svariati precedenti per violenza, resistenza, minacce a pubblico ufficiale, spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti, è stato tratto in arresto per il reato di lesioni finalizzata alla resistenza aggravata a pubblico ufficiale, nonché per danneggiamento, per aver l’uomo ribaltato un pc all’interno degli Uffici della Questura.Si fa riserva di comunicare l’esito della convalida in atto proprio in questi momenti.
Pedofilia: traffico di      <br/>video, indagini a Verona

Pedofilia: traffico di
video, indagini a Verona

La polizia italiana e quella tedesca stanno eseguendo un'operazione internazionale contro la po...

SERIE A
Osservatorio, Atalanta   <br/>Verona gara a rischio

Osservatorio, Atalanta
Verona gara a rischio

ra le gare in programma nelle prime due giornate del prossimo campionato di serie A l'Osservatorio Nazionale per le Manifestazioni sportive, che opera al Viminale, ha attribuito il massimo rischio solo alla partita Atalanta-Verona, per la quale potranno recarsi in trasferta esclusivamente i tifosi in possesso di regolare fidelity card. Lo ha reso noto il Dipartimento della Pubblica Sicurezza.
COSTI STANDARD
Zaia: Riforme sono   <br/>presa in giro

Zaia: Riforme sono
presa in giro

"Le riforme, con l'introduzione dei costi standard, sembravano essere partite con il piede giusto, ma si sono rivelate un'autentica presa in giro". Lo ha dichiarato il presidente del Veneto, Luca Zaia. "La vera riforma - ha aggiunto - sarebbe quella di cancellare almeno la metà di senatori e deputati".
REGIONE
Sanità, in Veneto si   <br/>fanno vacanze sicure

Sanità, in Veneto si
fanno vacanze sicure

L'introduzione della nuova applicazione 'Health in touch' nel portale della sanità veneziana è stata commentata con forte soddisfazione dal presidente del Veneto, Luca Zaia. "Questo - ha detto - è un modello che deve essere replicato, all'interno di una regione con settanta milioni di presenze turistiche, circa tredici milioni dei quali su Venezia città e dintorni e 32 milioni sulle spiagge. Nella sanità, siamo i numeri uno e continuiamo ad esserlo: tutti i servizi vanno nella direzione di garantire la salute ai turisti e ai cittadini". Zaia ha quindi allargato la riflessione sul tema delle vacanze sicure. "Non ho nulla - ha dichiarato - contro l'esterofilia, che arricchisce. Ma invito a scegliere località con un'assistenza sanitaria degna di questo nome. Non possiamo certo competere con le offerte di pacchetti a due-trecento euro delle spiagge di Tunisia, Marocco o Egitto; ma lì, se ti ammali, sono cavoli tuoi. Fatti quasi normali nella comunità veneta in giro per il mondo possono diventare devastanti o addirittura mortali. Non c'è infatti ovunque la stessa sicurezza e la vera sfida del turismo del Veneto si gioca qui: chi fa le vacanze da noi, fa vacanze sicure. Non mi sembra una questione da poco".
RFI
Treni, ad agosto lavori   <br/>Peschiera-Desenzano

Treni, ad agosto lavori
Peschiera-Desenzano

Interventi di manutenzione straordinaria saranno effettuati da Rfi dal 4 al 28 agosto ai binari della linea ferroviaria Milano-Venezia, per mantenere elevati i livelli di sicurezza e regolarità ferroviaria. Rfi segnala che gli interventi riguarderanno il tratto fra le stazioni di Desenzano e Peschiera del Garda, dove saranno svolti lavori di rifacimento della sede ferroviaria. In particolare saranno completamente rimossi i binari e consolidata la base di appoggio sottostante. Si sostituirà il pietrisco della massicciata - deteriorato dalle infiltrazioni argillose legate alle caratteristiche morfologiche del terreno delle zone prospicienti il lago di Garda - e riposizionate nuove rotaie. L'investimento di Rfi ammonta a circa sei milioni di euro. Per consentire la piena operatività dei cantieri, alcuni treni regionali saranno cancellati e sostituiti con bus, fra Verona e Milano, Verona e Brescia, Verona e Lecco, Brescia e Venezia. Gli orari di partenza e arrivo dei bus potranno variare in funzione delle condizioni del traffico.
SBARCHI
Profughi, Zaia: Verifica   <br/>sanitaria o faremo muro

Profughi, Zaia: Verifica
sanitaria o faremo muro

Il presidente del Veneto, Luca Zaia, torna sul tema della necessità di verifiche sanitarie accurate sia per i profughi in arrivo in Veneto sia per i luoghi designati per la loro accoglienza. "Senza voler fare allarmismi - ha detto Zaia -, in Germania, che non mi sembra un Paese del terzo mondo, si è verificato il primo caso di Ebola, mentre a Treviso, c'è stato il caso di una donna morta per Tbc e di bambini infettati. Non vogliamo assolutamente fare la scelta di convivere con le malattie: se non verranno stabilite garanzie per i veneti, faremo un muro talmente alto da essere invalicabile". "Gli annunci di queste ore - ha aggiunto Zaia - suonano quasi come una rassegnazione. Ma noi non ci rassegniamo: ripetiamo che in questo campo abbiamo già dato. Non perché non siamo ospitali, ma non vogliamo più profughi, finché anche le altre regioni non raggiungeranno l'11% di immigrati sulla popolazione totale. Anche perché, sui duecentomila disoccupati veneti, 35-40.000 sono immigrati e preferisco occuparmi di loro, che hanno perso il lavoro, piuttosto che di nuove persone in arrivo ora qui".Il presidente del Veneto ha poi affrontato il tema della dignità dei migranti. "Le condizioni abitative in cui ospitiamo questi profughi - ha sottolineato - devono rispettare la dignità umana: non si possono erigere tendopoli su vere e proprie discariche a cielo aperto, in luoghi dove la gente non entra più da quarant'anni, dei veri e propri cessi. E anche all'esterno, si tratta di aree da bonificare: non avendolo fatto capire con le buone, abbiamo messo in piedi una vera e propria task force sanitaria".
MOSE
Galan, attesa decisione    <br/>Tribunale Riesame

Galan, attesa decisione
Tribunale Riesame

E' una giornata cruciale questa per l'ex ministro Giancarlo Galan sulla cui richiesta di scarcerazione dovrà esprimersi oggi il Tribunale del Riesame di Venezia. L'udienza davanti ai giudici è iniziata poco fa. Gli avvocati difensori del politico di Forza Italia, rinchiuso nel carcere di Opera da dieci giorni, avevano già consegnato ieri al Tribunale un memoriale di oltre cento pagine, con una testimonianza della stessa moglie di Galan, Sandra Persegato, nel quale confutano le accuse di corruzione mosse all'ex governatore e contestano la sussistenza dei gravi indizi di colpevolezza. La decisione del giudice potrebbe arrivare già in tarda serata.
ARTIGIANATO
Manifatturiero veneto    <br/>vola nel 2/o trimestre

Manifatturiero veneto
vola nel 2/o trimestre

Boom del manifatturiero artigiano che registra una produzione in crescita del +4,3% nel secondo trimestre 2014. Il dato emerge dalla rilevazione trimestrale frutto della collaborazione tra Confartigianto e Unioncamere del Veneto e resa nota da Confartigianato Imprese Veneto il cui presidente Giuseppe Sbalchiero sottolinea che "capacità e italianità dei nostri superfornitori tornano di moda e arrivano richieste anche dall'estero. Ora il Governo cambi passo per liberare gli imprenditori dalle catene che frenano lo sviluppo". Bene oltre a produzione anche fatturato, export e occupazione. Le imprese sino a 9 addetti hanno segnato un +4,3% nella produzione (mentre le imprese di maggiori dimensioni sono cresciute solo dello 0,7%), un +1,5% per i fatturati a fronte di un calo dello 0,8% per quelle di maggiori dimensioni. Dinamica positiva quest'ultima ascrivible all'andamento delle vendite all'estero aumentate soprattutto per le Pmi del 4,1%. Segnali positivi anche sul fronte dell'occupazione +0,6%.
SICUREZZA STRADALE
Controlli Municipale  <br/>Occhio all'autovelox

Controlli Municipale
Occhio all'autovelox

La Polizia Municipale comunica che a partire da lunedì e per tutta la settimana le pattuglie del comando di via del pontiere effettueranno controlli sulla velocità dei veicoli in transito in alcune strade cittadine: via Vigasio, via Palazzina, via Berardi, via Gardesane, viale del Brennero e via Preare. Con l’orario estivo l’ufficio mobile di prossimità sarà in servizio dalle 7.30 alle 13 nei mercati rionali e nelle principali piazze dei quartieri. Lunedì mattina dalle 7.30 alle 10 l’ufficio mobile sarà in piazzale Scuro e parco San Giacomo, per spostarsi successivamente in piazza Zara fino alle 13. Martedì dalle 7.30 alle 13 l’ufficio mobile sarà al mercato di via Plinio in Borgo Venezia. Mercoledì dalle 7.30 l’Ump sarà al mercato di via Poerio e dalle 10.30 alle 13 a quello di piazza Vittorio Veneto. Giovedì dalle 7.30 l’Ump sarà al mercato di via Don Mercante fino alle 10 per spostarsi successivamente a quello di via Prina. Venerdì mattina l’Ump sarà al mercato di piazza Arditi fino alle 10 e poi a quello di piazza Sedici Ottobre fino alle 13. Sabato dalle 7.30 l’Ufficio Mobile sarà allo stadio per il mercato settimanale, poi dalle ore 16 si sposterà in via dei Mutilati. Domenica pomeriggio, dalle 13.30 alle 19, l’Ump sarà in piazza Bra. Tutte le informazioni sui controlli della velocità e sulle postazioni dell’ufficio mobile sono disponibili anche sul sito web della Polizia Municipale, all’indirizzo www.poliziamunicipale.comune.verona.it.
UNIVERSITÀ
Laureata a Verona  <br/>premiata in Parlamento

Laureata a Verona
premiata in Parlamento

“Il vissuto di tutte. Scritti di Miriam Mafai”. È questo il titolo della tesi di Angela Amarante, vincitrice della nona edizione del premio “Giuditta Nanci” promosso dall’Associazione stampa parlamentare. La consegna del premio si è tenuta ieri nel corso della cerimonia del Ventaglio alla Camera dei deputati. Nata a Brescia nel 1987 dove tutt’ora risiede, Angela Amarante si è laureata lo scorso anno con il massimo dei voti in in Editoria e giornalismo all’università di Verona. Relatrice dell’elaborato finale è stata Adriana Cavarero, ordinario di Filosofia politica e correlatore è stato Lorenzo Bernini, ricercatore di Filosofia politica. “Questo premio - ha dichiarato - è il riconoscimento di un lavoro faticoso, ma anche entusiasmante, di ricerca storica e filosofica: ho voluto infatti scrivere la storia delle donne attraverso la biografia e gli scritti giornalistici di una donna, Miriam Mafai, che stimo moltissimo: per la sua onestà intellettuale, il suo coraggio, la sua tenacia, la sua attenzione alle fasce di popolazione più deboli. Sono orgogliosa di me stessa, della mia tesi per cui tanto ho studiato. Vorrei un giorno diventare una giornalista, e da questo punto di vista Mafai sarà sempre, per me, un grandissimo esempio”.
PROVINCIA
Adesioni a Patto Sincaci   <br/>Verona prima in Veneto

Adesioni a Patto Sincaci
Verona prima in Veneto

La Provincia di Verona è prima nel Veneto per numero di adesioni al “Patto dei sindaci”, il principale movimento europeo che vede coinvolte le autorità locali e regionali per aumentare l'efficienza energetica e l'utilizzo di fonti energetiche rinnovabili. Attualmente i Comuni veronesi aderenti al Patto sono 65 su 98, ma si spera di riuscire a coinvolgere anche i 33 Comuni che fino ad oggi non rientrano nell'iniziativa. Aderire al Patto significa non solo perseguire una politica di risparmio energetico che garantisce a tutti i cittadini un ambiente e una qualità della vita più sani, ma soprattutto significa creare posti di lavoro stabili e qualificati, accrescere la propria competitività economica e ottenere una maggiore indipendenza energetica. È previsto per l'8 agosto un incontro, promosso dall'assessore all'Ambiente Ivan Castelletti, con i Comuni veronesi per fare il punto della situazione sull'andamento del progetto a livello provinciale e regionale. Verranno inoltre discusse le soluzioni per le eventuali criticità emerse. Il Patto dei Sindaci è un'iniziativa che parte dall'Unione Europea nel 2008 per coinvolgere i governi locali nel percorso verso la sostenibilità energetica e ambientale. L'obiettivo da raggiungere entro il 2020 è quello di ridurre le emissioni inquinanti del 20%, aumentare del 20% la percentuale delle fonti rinnovabili, aumentare del 20% il risparmio energetico. Il patto prevede la stesura da parte di ogni ente aderente di un Piano d'Azione per l'energia sostenibile( PAES) che delinei le misure e le politiche che si intendono adottare per raggiungere i propri obiettivi. Il PAES, per essere ritenuto valido, deve essere in ultima battuta approvato dall'Unione Europea. La Provincia di Verona è stata riconosciuta dall'Unione Europea Struttura di Supporto ai Comuni veronesi aderenti al Patto e per questo si impegna a promuovere l'adesione al progetto e a ricercare sostegni finanziari.
ALLARME
Ministero Salute, nessun   <br/>rischio Ebola per Italia

Ministero Salute, nessun
rischio Ebola per Italia

''Nessun rischio per Ebola in Italia''. Lo afferma il ministero della Salute in una nota che sottolinea come ''il nostro Paese è attrezzato per valutare e individuare ogni eventuale rischio di importazione della malattia''. L'OMS e il Centro Europeo Controllo Malattie dell'Unione Europea, ricorda il ministero, non raccomandano a tutt'oggi misure di restrizione di viaggi e movimenti internazionali. ''Il Ministero della Salute italiano ha dato per tempo disposizioni per il rafforzamento delle misure di sorveglianza nei punti di ingresso internazionali - si legge nel documento - e sono state date indicazioni affinché il rilascio della libera pratica sanitaria alle navi che nei 21 giorni precedenti abbiano toccato uno dei porti dei Paesi colpiti avvenga solo dopo verifica, da parte dell'USMAF, della situazione sanitaria a bordo. Per ciò che concerne gli aeromobili è stata richiamata la necessità della immediata segnalazione di casi sospetti a bordo''. Pur in presenza di un rischio remoto di importazione dell'infezione, conclude il comunicato, va ricordato che l'Italia non ha collegamenti aerei diretti con i Paesi affetti. ''Riguardo le condizioni degli immigrati irregolari provenienti dalle coste africane via mare - spiega il documento - la durata di questi viaggi fa sì che persone che si fossero eventualmente imbarcate mentre la malattia era in incubazione manifesterebbero i sintomi durante la navigazione e sarebbero, a prescindere dalla provenienza, valutati per lo stato sanitario prima dello sbarco, come sta avvenendo attraverso l'operazione Mare Nostrum. Si ribadisce che il rischio di infezione per i turisti, i viaggiatori in genere ed i residenti nelle zone colpite, è considerato molto basso se si seguono alcune precauzioni elementari''
LUTTO
Cordoglio VeronaFiere  <br/>per scomparsa Politi

Cordoglio VeronaFiere
per scomparsa Politi

"Esprimiamo profondo cordoglio per la scomparsa di Giuseppe Politi, ex presidente della Confederazione Italiana Agricoltori. Politi si è distinto per l'elevato spessore umano e per una visione dell'agricoltura rivolta a promuovere l'unità del comparto, il dialogo fra gli imprenditori agricoli e la filiera e la competitività delle aziende. Se n'è andato un protagonista di molte battaglie condotte per un'agricoltura migliore". È il messaggio che il presidente di Veronafiere, Ettore Riello, a nome di tutto l'ente, rivolge alla famiglia, alla Cia e al suo presidente, Dino Scanavino, per la scomparsa di Giuseppe Politi. "Giuseppe Politi - ha commentato il dg di Veronafiere, Giovanni Mantovani - è stato un interlocutore leale e fedele ai propri principi che lo hanno spinto negli anni a sostenere progetti ambiziosi e vincenti per una più forte coesione dell'agricoltura e per una crescita sociale, ma anche culturale degli agricoltori, tanto in Italia quanto in Europa e in Sudamerica, continente nel quale ha appoggiato, con successo, progetti di ampio respiro".
LAVORO
Crolla apprendistato   <br/>Cgia: Verona -29,7%

Crolla apprendistato
Cgia: Verona -29,7%

Negli ultimi cinque anni le assunzioni con il contratto di apprendistato/inserimento nel Veneto sono diminuite del 26,1%: un vero e proprio crollo. Si pensi che nemmeno le assunzioni a tempo indeterminato sono scese così tanto: -24%. A livello provinciale, segnala la Cgia, Belluno registra la contrazione di assunzioni di apprendisti più marcata: -49,3%. Seguono Rovigo con -35,8%, Treviso -33,3%, Verona con -29,7% e Padova -26,3%. Le realtà territoriali meno colpite da questo calo sono state Vicenza (-17,1%) e Venezia (-17%). "Oltre agli effetti della crisi - rileva Giuseppe Borolussi, segretario Cgia - dispiace osservare che un istituto così importante riscuota sempre meno interesse sia tra gli imprenditori sia tra i giovani. A partire dai Sessanta, la crescita del nostro territorio è avvenuta anche attraverso il ruolo e la funzione assunta dagli apprendisti che, nella stragrande maggioranza dei casi, provenivano dagli istituti tecnici o da quelli professionali. Nel Veneto - osserva - gli apprendisti sono sempre stati un punto di eccellenza delle nostre maestranze e uno straordinario motore dello sviluppo. Una volta terminata la fase di apprendimento, questi giovani facevano qualche anno di lavoro come operai specializzati e successivamente decidevano di licenziarsi e di aprirsi la partita Iva, andando così a formare - conclude - quell'esercito di artigiani e di piccoli imprenditori che hanno fatto la fortuna della nostra Regione". In controtendenza, rispetto ai dati dell'apprendistato e del tempo determinato, si segnalano le assunzioni con un contratto a tempo determinato sono aumentate del 6,9% e quelle di somministrazione del 41,6%.
EMERGENZA IMMIGRAZIONE
Zaia: Pronti protocolli      <br/>sanitari per profughi

Zaia: Pronti protocolli
sanitari per profughi

La commissione tecnica, istituita nell'ambito del decreto con il quale il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha fatto attivare un controllo igienico-sanitario sui siti ospitanti e sui migranti arrivati nell'ambito dell'operazione Mare Nostrum, si è riunita oggi ed ha definito i protocolli operativi. "Siamo già pronti a partire - sottolinea Zaia - prima di tutto con una task force che verifichi l'idoneità, la salubrità e l'igiene dei siti di accoglienza, perché con la confusione che regna a livello nazionale, nessuno si preoccupa di questo aspetto, che invece è fondamentale sia dal punto di vista sanitario che da quello del rispetto della dignità delle persone, che Mare Nostrum tiene in considerazione decisamente più nelle parole che nei fatti. Abbiamo anche il dovere di tutelare prima di tutto i cittadini veneti e i volontari rispetto ai rischi igienico sanitari di un'operazione gestita dal Governo in maniera dilettantistica, improvvisata e caotica, senza la benché minima attenzione a quello che succede e potrebbe succedere sui territori". Ma con l'iniziativa, assicura il governatore, "tuteliamo al contempo la salute dei migranti, realizzando anche una grande operazione di prevenzione rispetto al rischio del rinfocolarsi di malattie qui debellate da tempo. Troppi tweet ci rassicurano, e proprio per questo non ci fidiamo - aggiunge Zaia - e, come sempre di fronte all'inerzia di uno Stato imbelle, facciamo ciò che riteniamo giusto per tutelare la nostra gente". Zaia assicura che "saranno controlli capillari ed estremamente professionali, effettuati dai medici dei Dipartimenti di Prevenzione delle Ullss interessate con la consulenza e l'assistenza, all'occorrenza anche diretta sul posto, della Commissione tecnica che abbiamo istituito. Le grane e i costi che ricadono sui Comuni e sulla popolazione - dice - sono già ingenti di per sé stessi. Almeno la salute pubblica va salvaguardata e messa al riparo dalla disorganizzazione nazionale con un vero e proprio piano di prevenzione e cura,dove necessario".
CONSIGLIERI
Regione, domani    <br/>le dimissioni di Corsi

Regione, domani
le dimissioni di Corsi

L'assessore comunale Enrico Corsi presenterà domani le sue dimissioni da consigliere regionale. Corsi era subentrato in regione al posto di Paolo Tosato, divenuto a sua volta senatore al posto del sindaco di Padova, Massimo Bitonci."Avevo detto subito che sarei rimasto a Verona - ha detto Corsi annunciando le sue dimissioni - ma questi 20 giorni di esperienza in regione sono stati comunque utili, consentendomi contatti importanti ed anche di presentare una proposta di legge regionale contro l'abusivismo sui mezzi di trasporto pubblici, per stroncare il fenomeno, purtroppo in crescita, del non pagamento dei biglietti. Adesso - ha concluso Corsi - continuerò a lavorare a fianco di Flavio Tosi per contribuire a risolvere i problemi di verona."
POLIZIA MUNICIPALE
Occupazione abusiva     <br/>allontanata famiglia

Occupazione abusiva
allontanata famiglia

Una famiglia straniera di quattro persone, formata da padre bosniaco, madre rumena e due figli piccoli di 3 e 5 anni è stata allontanata ieri dalla Polizia Municipale nel corso di alcuni controlli in via tiberghien. I genitori, entrambi 30enni, avevano occupato abusivamente un container su un'area privata. La presenza della famiglia era stata segnalata dalla proprietà. Considerate le condizioni generali e l’intenzione della coppia di tornare verso i paesi d’origine, il magistrato di turno, avvertito per la presenza di minori, ha disposto la denuncia a piede libero per invasione e occupazione abusiva. Stessa sorte per due tunisini di 30 e 26 anni che avevano occupato uno stabile in via Merighi, entrando attraverso un varco del muro.
COMUNI MONTANI
Montagna, autogoverno  <br/>per Baldo e Lessinia

Montagna, autogoverno
per Baldo e Lessinia

Un regime “specifico” per i comuni montani della provincia di Verona è stato introdotto oggi dal Consiglio regionale del Veneto che ha approvato la legge di attuazione della specificità della provincia di Belluno, provvedimento che è stato esteso anche alle diverse realtà della montagna veneta. Per Verona la nuova norma interesserà i comuni di Badia Calavena, Bosco Chiesanuova, Brentino Belluno, Brenzone, Cero Veronese, Dolcè, Erbezzo, Ferrara di Monte Baldo, Malcesine, Roverè Veronese, San Mauro di Saline, Sant’Anna di Alfaedo, San Zeno di Montagna, Selva di Progno, Velo Veronese, Vestenanova, tutti comuni definiti “interamente montani” dal Testo unico degli enti locali del 2000.A sottolinearlo è l’assessore regionale Massimo Giorgetti: “Questa legge riconosce maggiori forme di autogoverno agli enti locali montani e misure specifiche per le imprese che operano in montagna partendo del presupposto che vivere in queste realtà è più difficile e comporta costi maggiori, come sottolineano periodicamente ricerche e indicatori sociali”, rimarca Giorgetti. “In provincia di Verona i comuni montani sono sedici e hanno problematiche peculiari che ora potranno essere affrontate in maniera più diretta da parte del territorio: un ruolo cruciale lo avranno i sindaci e le unioni dei comuni montani, che su materie quali la gestione del territorio, l’agricoltura, il turismo e la viabilità potranno vedersi trasferite apposite funzioni e competenze”.
VERONAFIERE
Fieracavalli, a Verona   <br/>con la valigia in sella

Fieracavalli, a Verona
con la valigia in sella

Fieracavalli ogni anno riunisce a Verona più di 3.000 cavalli, 35 associazioni allevatoriali, 650 espositori mostrando - con più di 180 iniziative tra gare, mostre e spettacoli - il mondo equestre in tutti i suoi aspetti. Per la 116ª edizione decide di puntare tutto sull’affinità naturale che lega l’uomo, il cavallo e il territorio per far scoprire, ad appassionati e curiosi, le bellezze di ciascun luogo, insieme ai suoi prodotti tipici, restando in sella al cavallo.Il padiglione 4, sviluppato in collaborazione con E.A.R.T.H. Academy, è la piazza principale dove conoscere il meglio delle proposte ippo-turistiche nazionali ed internazionali, con la presenza di tutte le strutture (alberghi, maneggi, agriturismi e ippovie) messe a sistema, in grado di parlare tra loro e di offrire una rete di servizi dedicati per chi va a cavallo o per chi desidera vivere questa esperienza per la prima volta. Non solo le principali regioni italiane con i loro prodotti tipici e i percorsi più belli della nostra penisola, quindi, ma anche Paesi al di fuori dell’Europa – come l’Oman – in cui il cavallo è considerato un compagno di avventure per scoprire paesaggi, solitamente lontani dagli occhi dei turisti chiusi nei resort.Lo sport, protagonista indiscusso della passata edizione, resta la punta di diamante della manifestazione veronese soprattutto grazie al Jumping Verona, unica tappa italiana della Longines FEI World CupTM che chiama a raccolta a Verona, da più di 13 anni, il Gotha del Salto Ostacoli internazionale. Non solo i grandi nomi della Coppa del Mondo, ma spazio ai cavalieri di domani con le competizioni del Progetto Giovani, del 27° Campionato Nazionale Pony (pad. 5) e della 39ª edizione della Coppa delle Regioni Under 21 che, quest’anno, si svolge sul terreno di gara della Longines FEI World CupTM (pad.8). L’appuntamento è a Verona da giovedì 6 a domenica 9 novembre 2014.
ANNIVERSARIO
Strage di Bologna, Tosi  <br/>partecipa a staffetta

Strage di Bologna, Tosi
partecipa a staffetta

Una corsa dal Brennero a Bologna per non dimenticare la strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980, di cui ricorre il 34° anniversario. La staffetta podistica è arrivata oggi a Verona per ricordare nella via a lui dedicata il giovane studente universitario veronese Davide Caprioli, una della 85 vittime della strage. All’arrivo è giunto anche il Sindaco Flavio Tosi, che da Avio ha percorso il tragitto in bicicletta assieme ai podisti e ciclisti delle associazioni sportive e ai tassisti dell’Unione Radiotaxi Verona. Presente Maria Cristina Caprioli, sorella di Davide. “Data la situazione socio-economica di crisi che stiamo vivendo – ha detto Tosi – e pensando che è proprio in momenti come questi che possono accadere tragedie come quella avvenuta a Bologna, è ancor più importante ricordare ciò che è già successo perché non riaccada. Un plauso va all’associazione dei familiari delle vittime, che dimostrano ogni anno un grande cuore nel rivivere quel dramma, ai tassisti per la loro presenza costante e a tutte le persone che numerose partecipano alle staffette che partono da tutta Italia”. La staffetta, organizzata dal Comitato staffetta 2 agosto 1980, insieme al Coordinamento staffette podistiche per Bologna, in collaborazione con l’Associazione Familiari Vittime della Strage alla Stazione di Bologna, ha proseguito la sua corsa verso San Giovanni Lupatoto, Buttapietra, Isola della Scala, Nogara, Gazzo Veronese, Ostiglia, Revere, Poggio Rusco, Mirandola, Medolla, San Felice sul Panaro, Crevalcore, San Giovanni in Persiceto e Calderara di Reno per giungere sabato 2 agosto a Bologna.
POLIZIA POSTALE
Sul web con merce rubata    <br/>Ghanese incastrato

Sul web con merce rubata
Ghanese incastrato

La Polizia Postale ha fermato e denunciato un ghanese di 31 anni e un padovano di 23 anni per aver tentato di vendere via internet una macchina fotografica rubata. A denunciare il fatto un veronese che sul portale subito.it aveva visto in vendita a 900 euro una Canon molto simile, anche nei dettagli, a una che gli era stata rubata da casa nel novembre del 2012. L'uomo ha organizzato un incontro, fissato davanti alla stazione di Porta Nuova, a cui si sono presentati i due giovani e quando ha capito che l'oggetto era proprio il suo ha fatto intervenire gli agenti. Per i due è scattata una denuncia a piede libero per ricettazione.
TEATRO ROMANO
Le stelle della danza    <br/>brillano su Verona

Le stelle della danza
brillano su Verona

Solo il maltempo ha evitato il sold out al debutto per "il galà delle stelle della danza" in programma fino a domenica al Teatro Romano. Lo spettacolo ha confermato le attese, risultando un vero e proprio evento che racchiude le tante facce dell'eccellenza della danza e un cast mondiale. Dal pezzo di Momix (Rebecca Rasmussen e Steven Ezra Marshall), al duo danese di Robot Boys, interpreti della danza robotica, il classico, il re del flamenco, Miguel Angel Berna, il fuoriclasse del tango, Miguel Angel Zotto oltre ad un infinito Lindsay Kemp, ancora icona del ballo mondiale a 76 anni. Cinque le repliche in programma, tempo permettendo da questa sera fino a domenica 3 agosto.
CAMERA DI COMMERCIO
Centomila euro per    <br/>il mobile veronese

Centomila euro per
il mobile veronese

Centomila euro per il mobile veronese, li ha stanziati la Camera di Commercio per sostenere la partecipazione di aziende veronesi ad Abitare il tempo, la manifestazione di VeronaFiere in programma il prossimo settembre. Nel 2013 grazie alla Camera di Commercio hanno partecipato ad Abitare Il Tempo 27 imprese scaligere sui 250 espositori complessivi.Interessanti le novità per le imprese che potranno sfruttare le sinergie generate dalla “co-abitazione” con Marmomacc. In questo modo, la fiera si pone come centro di relazione per progettisti, architetti ed operatori incrociando servizi, tecnologie, materie prime e finiture d’interni e d’arredo. La nuova data consente di valorizzare al meglio l’incoming internazionale, soprattutto dall’Est Europa.L’est Europa, come l’estero, in generale, sono tornati ad essere mercati interessanti per il mobile veronese che conta 1238 imprese e nel 2013 ha registrato un aumento delle esportazioni del 4,1% a 111,5 milioni di euro.
CANTIERI
Viale della Repubblica,   <br/>verso la riapertura

Viale della Repubblica,
verso la riapertura

Su iniziativa dell’assessore al Patrimonio Pierluigi Paloschi, la Giunta comunale ha deciso di accogliere la proposta di accordo con la ditta che sta realizzando un parcheggio privato in viale della Repubblica, il cui cantiere è fermo da mesi. “La ditta presenterà una variante per diminuire il numero di posti auto da realizzare -spiega Paloschi- impegnandosi a concludere i lavori entro 18 mesi e confermando altresì di riaprire la strada, con il ripristino della viabilità, entro il 12 agosto prossimo, anzichè entro il 18 settembre, come si era inizialmente convenuto. “L’Amministrazione comunale non poteva fare diversamente –conclude Paloschi- perché per legge il titolo edilizio, una volta scaduto, deve venire prorogato per due anni qualora la ditta, come in questo caso, lo richieda. La penale verrà riapplicata a partire dal momento in cui il cantiere ripartirà”.
AEROPORTP
Catullo: deliberato  <br/>aumento di capitale

Catullo: deliberato
aumento di capitale

L’Assemblea Straordinaria degli azionisti di Catullo spa, società di gestione degli aeroporti di Verona e Brescia, riunitasi in data odierna, ha deliberato l’aumento di capitale finalizzato a sostenere lo sviluppo infrastrutturale degli aeroporti di Verona e Brescia secondo il piano industriale e come previsto dal progetto del sistema aeroportuale del Nord-Est.L’aumento di capitale in via scindibile, a pagamento, prevede l’emissione di un massimo di 1.497.922 nuove azioni ordinarie da offrire in sottoscrizione in opzione ai soci, in proporzione alle azioni possedute, al prezzo di 31,71 euro per azione (22 euro a titolo di capitale, 9, 71 euro a titolo di sovrapprezzo) per un controvalore di 47.499.106 euro. Al termine dell’operazione prevista entro il 30 ottobre 2014, sarà una realtà concreta il polo aeroportuale del Nord-Est, che permetterà rilevanti sinergie tra gli aeroporti gestiti per rispondere in modo adeguato alla domanda attuale e futura di traffico del territorio. La costituzione del sistema integrato di aeroporti nel Nord - Est Italia, che attribuisce ad ogni scalo un indirizzo prevalente di sviluppo in relazione sinergica con la rete degli altri aeroporti con cui costituisce un sistema, è destinato ad assumere un rilievo strategico per l’area e l’intero Paese, con importanti benefici per la mobilità e per l’economia.
INTERVENTO
Storione ferito salvato  <br/>da Polizia Provinciale

Storione ferito salvato
da Polizia Provinciale

Gli agenti della Polizia provinciale sono intervenuti per la cattura e successiva liberazione di un esemplare di storione cobice adulto, finito accidentalmente nelle acque di derivazione dell'Adige, in località Revoltante nel comune di Cavarzere. Lo storione era finito in un particolare sifone che preleva l’acqua per le irrigazioni, L’intervento è avvenuto a seguito di una segnalazione.Le operazioni di cattura e recupero del pesce si sono svolte utilizzando un guadino (retino) in dotazione alla pattuglia, e chiudendo momentaneamente la saracinesca del sifone per permettere l’abbassamento del livello dell’acqua.Lo storione è stato velocemente analizzato, e quindi liberato nelle acque del fiume. I risultati delle analisi hanno permesso di verificare che al pesce, lungo circa 120 cm. dal muso alla pinna caudale, e del peso di circa 8 kg, non era stato inserito alcun microchip; presentava una ferita dovuta probabilmente al suo passaggio all’interno del tubo che preleva le acque dal fiume.
MARE NOSTRUM
Profughi, Veneto attiva    <br/>controlli sanitari

Profughi, Veneto attiva
controlli sanitari

“Controllare scrupolosamente gli aspetti igienico sanitari dei migranti di Mare Nostrum che arrivano in Veneto e delle strutture che li ospitano è un dovere che abbiamo nei confronti dei cittadini veneti e di tutti coloro che si occupano di questa grave situazione. Se Roma, una volta scaricati sui territori mette la testa dentro la sabbia, la Regione Veneto non lo fa”.Con queste parole l’Assessore regionale alla sanità del Veneto Luca Coletto definisce “appropriata e non più rinviabile” la decisione assunta dal Presidente Luca Zaia riguardo all’attivazione di controlli igienico sanitari sulle persone e le strutture coinvolte nell’operazione Mare Nostrum.“Malattie qui debellate da anni – aggiunge Coletto – purtroppo non lo sono nei Paesi di provenienza dei migranti e dobbiamo limitare al minimo il rischio di eventuali contagi che potrebbero rinfocolarle. Prevenire e curare è un’azione umanitaria – aggiunge Coletto – che né l’Europa cieca e sorda, né lo Stato italiano sembrano cogliere nella sua importanza prioritaria. Lo scaricabarile – prosegue Coletto – finisce sui territori e sui sistemi sanitari regionali, senza che nessuno, almeno per ora, si renda conto di quanto, alla fine, il tutto potrà costare”.“La nostra organizzazione sanitaria sia territoriale che eventualmente ospedaliera è efficiente – aggiunge Coletto - ed in grado di fare fronte a questa nuova, non semplice, emergenza che, se ancora non lo è sul piano sanitario, certamente è già molto sentita sul piano dell’impatto sociale. Tutte le strutture territoriali, a cominciare dai Dipartimenti di Prevenzione, sanno bene cosa fare e come farlo e, di fatto, sono già al lavoro”.
CARABINIERI
Rumeno arrestato, era   <br/>ricercato per sequestro

Rumeno arrestato, era
ricercato per sequestro

Era ricercato per sequestro di persona e altri reati il rumeno 27enne arrestato dal nucleo investigativo provinciale dei Carabinieri di Verona in un casolare di Castelnuovo del Garda. L'uomo, Ovidiu Danut Loghin, soprannome "Bidu", era irreperibile dal giorno della condanna (lo scorso 14 aprile) e dovrà rispondere del reato di sequestro di persona a scopo di estorsione in concorso ai danni di un suo connazionale. A carico dell’arrestato ci sono però anche precedenti di polizia per reati che vanno dalla rapina, alle armi, agli stupefacenti, per lesioni, per rissa e per violenza privata.Gli investigatori ora stanno cercando di ricostruire la rete di contatti, che ha consentito al rumeno di nascondersi per oltre tre mesi rimanendo nel territorio veronese.

Graffa

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Amici animali

    documentario
  • TgVeneto

  • TgGialloblu Live

  • L'Opinione

  • TgVerona

    all'interno il TgGialloblu
  • Là dove scende il fiume

    western (Usa 1952) di Anthony Mann con Rock Hudson e James Stewart
  • Film di seconda serata

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Film della notte


Ricette di Casa Telenuovo Avesani


Sondaggio

Giusto rimuovere le panchine vicino a Piazza delle Poste..?

Tutti i sondaggi
L'Opinione
ON AIR
31.07.2014
TgGialloblù
ON AIR
01.08.2014
TgVeneto
ON AIR
01.08.2014
Rosso & Nero
ON AIR
11.07.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Prima Serata
ON AIR
18.06.2014

BPV MUTUO YOU

 

 

auditeL GIUGNO 2014 telenuovo

Promo palinsesto

Studionews Rete Nord Pubblicità