Spaccata in gelateria   <br/>Arrestato un veronese

Spaccata in gelateria
Arrestato un veronese

Una telefonata ai carabinieri, alle 4 e mezzo di mattina. ”Qualcuno armeggia intorno ad un 'auto”- riferiva un residente di via ponte Pietra, nel centro storico di VeronaArrivano subito i carabi...

INTERNET
Servizio wi-fi esteso  <br/>al Circolo Ufficiali

Servizio wi-fi esteso
al Circolo Ufficiali

Con l’installazione di tre nuove antenne, a Verona il servizio wi-fi del circuito Guglielmo è stato esteso anche al Circolo Ufficiali di Castelvecchio. L’iniziativa è stata illustrata questa mattina dal consigliere comunale delegato allo Sviluppo del progetto wi-fi, Vittorio Di Dio, che presentando le novità introdotte ha ricordato il rafforzamento della copertura nelle zone ad alta concentrazione di utenza, come piazza Bra, Casa e Tomba di Giulietta e piazza Erbe, la completa copertura wi-fi sui percorsi piazzale XXV Aprile - Corso Porta Nuova - piazza Bra; parcheggio Ponte Aleardi - via Pallone - piazza Bra; piazza Bra - via Mazzini - via Cappello.
MUSICA
Quanto Zucchero in Arena    <br/>dieci concerti nel 2016

Quanto Zucchero in Arena
dieci concerti nel 2016

Non sarà certo una "toccata e fuga" la prossima esperienza di Zucchero Fornaciari all'Arena di Verona. Il cantautore, infatti, terrà ben dieci concerti nel 2016, tra il 16 e il 28 settembre, con un paio di giorni di "riposo". Una programmazione faraonica, che ricalca quella già fatta vedere all'anfiteatro romano da Luciano Ligabue. E' molto probabile che durante queste dieci serate a far compagnia a Zucchero sul palco ci saranno diversi ospiti.Nei due giorni in cui non sono previsti concerti del cantautore, invece, il cantante metterà a disposizione il suo stage a giovani cantanti, regalando loro la possibilità di esibirsi su uno dei palchi più prestigiosi del mondo.
REGIONALI
Conte ufficializza   <br/>candidatura con Tosi

Conte ufficializza
candidatura con Tosi

L'assessore all'ambiente della Regione Veneto Maurizio Conte, fino ad oggi esponente della Lega Nord, ha ufficializzato questa sera la sua candidatura alla regionali nella 'Lista Tosi', in appoggio al sindaco di Verona Flavio Tosi. La presentazione si è tenuta a Selvazzano Dentro alla presenza di molti militanti.
POLIZIA MUNICIPALE
Municipale, Report    <br/>sugli incidenti

Municipale, Report
sugli incidenti

Un nuovo spot sulla sicurezza stradale per far prendere coscienza a tutti che quando si è in macchina bisogna fare attenzione e rispettare il codice della strada. Perchè incidenti e tragedie quasi sempre, derivano fatti da errori commessi da qualcuno che ha in mano un volante. Lo dice l'ultimo studio della Polizia Municipale che ha analizzato sette anni di incidenti stradali a Verona, mettendo insieme un report che è una fonte inesauribile di dati. Il trend è positivo. Rispetto al 2007 in città ci sono più di 500 incidenti in meno, in media 1 e mezzo al giorno, e il dato si è stabilizzato negli ultimi due anni poco sopra i 1800 sinistri, il 40% dei quali senza feriti. Ma i decessi restano una nota dolente: 119 negli ultimi 7 anni, 15 nel 2014, quasi il doppio degli 8 registrati nel 2013. Gli utenti della strada più a rischio sono motocilcisti e scooteristi ma quelli che in caso di incidente hanno le conseguenze più gravi sono però alla fine ciclisti e pedoni.Il report sulla sicurezza stradale individua anche le zone più a rischio della città. I due incroci più pericolosi sono via Bassetti-via Torbido, dove si sono verificati 70 incidenti, 10 all'anno di media. Poi Viale dell'industria viale del lavoro. Due incroci da bollino rosso, ma non per problemi strutturali, quanto per negligenze di chi guida visto che nella maggiorparte dei casi i sinistri sono causati da mancate precedenze o da attraversamenti col rosso. La strada con il più alto numero di incidenti è Corso Milano, dove si sono concentrati molti degli investimenti dell'amministrazione per la sicurezza, ma il problema ora sta nelle rotonde che molti affrontano o a velocità troppo elevata o ignorando le precedenze. Dietro Corso Milano via Unità d'Italia e la Bretella T4, dove invece gli autovelox fissi hanno ridotto di moltissimo l'incidentalità una volta altissima. E un formidabile aiuto sul fronte della sicurezza lo stanno fornendo le telecamere: 70 quelle di prossima installazione annunciate oggi dal vicesindaco Casali e dal comandante della Municipale Altamura. Ultime note dolenti le fughe: sono in aumento i casi di pirateria stradale, 57 nel 2014 contro i 38 casi del 2013. Ma sono tanti anche i 200 casi , quasi uno al giorno, di violazioni accertate per guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di droghe.
Addio a Gino Spiazzi,  <br/>testimone dei deportati

Addio a Gino Spiazzi,
testimone dei deportati

Gino Spiazzi, storico presidente dell'Aned veronese, l'associazione degli ex deportati, e' mort...

INCIDENTE
Si schianta con bimbo a     <br/>bordo: paura a Caselle

Si schianta con bimbo a
bordo: paura a Caselle

Spaventoso incidente, questa mattina, sulla strada che collega Caselle a Villafranca. Una donna che viaggiava a bordo della sua autovettura, insieme al figlio piccolo, ha accidentalmente invaso la corsia opposta andando a schiantarsi contro un'automobile che arrivava in senso contrario e sulla quale c'erano tre persone provenienti da Brescia. In tre sono rimasti feriti e sul posto sono intervenuti i sanitari di Verona Emergenza con un elicottero e due ambulanze.
SPACCATE
Ruba le valige ai preti   <br/>Ladro subito scoperto

Ruba le valige ai preti
Ladro subito scoperto

Spaccata su un furgone in sosta nel parcheggio di porta Palio, a Verona, ieri sera, verso le 22. Sono intervenuti i poliziotti, allertati da uno dei 6 preti derubati. I religiosi veronesi si erano accorti che il Ducato sul quale avevano lasciato i loro bagagli aveva un vetro laterale infranto. Scomparse sei valigie con indumenti, due notebook, una reflex ed una cassa acustica. I sacerdoti avevano anche notato una Opel Corsa scura che transitava poco lontano a velocità ridotta. I poliziotti, controllato il veicolo forzato, hanno scoperto di avere a che fare con un ladro piuttosto sbadato. Nell’abitacolo, infatti, c'era il portafoglio di un cittadino rumeno, somigliate al guidatore della Opel Corsa. Ricostruito il quadro delle situazione, gli Agenti si sono immediatamente recati presso il domicilio del rumeno a Sommacampagna, trovandovi appunto la Opel Corsa con il motore ancora caldo. Alla luce di quanto accertato, G.S., 37enne rumeno pregiudicato per reati contro il patrimonio, è stato denunciato a piede libero per furto aggravato con persona rimasta ignota, visto che probabilmente i bagagli devono essere stati trasportati via con un altro mezzo.
SIT IN
Autisti Atv in protesta   <br/>"No a biglietti sui bus"

Autisti Atv in protesta
"No a biglietti sui bus"

Siamo contro la lotta ai portoghesi del servizio pubblico, ma non siamo disposti a diventare degli sceriffi. La responsabilità di combattere gli evasori non può ricadere solo sulle spalle degli autisti. E’ questo il messaggio che i conducenti di Atv hanno lanciato durante il sit in organizzato di fronte ai cancelli dell’azienda di Trasporti per dire no alla vendita a bordo dei biglietti. Vendita che, nelle intenzione dei dirigenti, dovrà essere effettuata dai conducenti, il cui servizio aggiuntivo sarà riconosciuto con una somma pari a 80 centesimi per ogni ticket venduto. Ma gli autisti temono per la propria sicurezza e ribaltano così un accordo firmato qualche tempo fa dai sindacati, ma bocciato dai dipendenti durante un referendum che ha raccolto circa il 70% di pareri negativi su questo nuovo progetto. Ma Atv va avanti per la propria strada, tranquillizzando i dipendenti che, durante il periodo di sperimentazione al via da giugno, saranno tutelati sotto ogni punto di vista."La vendita a bordo dei biglietti è fondamentale - ha spiegato il direttore generale di Atv, Stefano Zaninelli - e per questo siamo convinti che debbano farla i nostri dipendenti. Noi daremo loro tutte le tutele del caso, sia dal punto di vista asssicurativo, sia per quello che riguarda la sicurezza, perchè dietro ogni conducente ci sarà sempre un verificatore a controllare la situazione".Il direttore generale Zaninelli e il presidente Bettarello hanno voluto incontrare di persona i dipendenti, che a gran voce hanno chiesto alla dirigenza di riprendere il tavolo delle trattative, rivedendo l’accordo precedentemente siglato. I toni sono stati assolutamente pacati e ancora una volta Zaninelli ha tentato di spiegare la bontà del progetto di vendita a bordo dei biglietti."Se i vantaggi, come noi crediamo - ha continuato Zaninelli - supereranno gli svantaggi, soprattutto per quello che riguarda i rischi, noi continueremo su questa strada. Se vediamo che diventa problematico per il servizio, per gli orari, per il mantenimento della frequenza in linea o addirittura per la sicurezza dell'autista, saremo disposti a ritirare tutto"."C’è un dato confortante dalla nostra parte, però - ha concluso Zaninelli - perchè abbiamo già sperimentato la vendita dei biglietti a bordo sulla 510 per circa un anno e in quest’ anno non è successo nulla di negativo nei confronti dei nostri autisti".
Strade pericolose oggi    <br/>a 'Verona in diretta'

Strade pericolose oggi
a 'Verona in diretta'

Si parlerà di sicurezza stradale e dei punti più pericolosi sulla viabilità veronese nella punt...

CANDIDATURA
Elisa De Berti con Zaia  <br/>per elezioni regionali

Elisa De Berti con Zaia
per elezioni regionali

“Passione, impegno, determinazione: con questi valori annuncio la mia candidatura per le elezioni regionali”. Lo ha detto il sindaco di Isola Rizza, Elisa De Berti, che questa mattina ha annunciato di correre per la regione Veneto, sostenendo il programma del Governatore uscente Luca Zaia. La presentazione della candidatura si è svolta nella sala Civica del centro culturale di San Giovanni Lupatoto, e al fianco di De Berti c’erano Lorenzo Fontana, europarlamentare della Lega Nord; Paolo Tosato, senatore sempre della Lega Nord e il presidente provinciale del Carroccio, Paolo Paternoster.
CONTROLLI
Atti osceni al bar   <br/>Denunciato nigeriano

Atti osceni al bar
Denunciato nigeriano

Erano da poco passate le 13.30 di ieri quando, dopo la segnalazione di una barista, gli agenti delle Volanti sono entrati in un locale di borgo Venezia, in via Fincato. Un uomo di colore, seduto al tavolino con un connazionale, si stava masturbando. All’arrivo dei poliziotti, all’atto di alzarsi per l’identificazione, l’uomo si reggeva con un mano i pantaloni ancora aperti.Dopo essere stato portato in Questura per il fotosegnalamento, O.K.C., 36enne nigeriano, pluripregiudicato per episodi simili e reati contro il patrimonio, è stato denunciato a piede libero per il reato di atti osceni in luogo pubblico.
IMMIGRAZIONE
Tosi: Zaia per tragedie    <br/>ha due pesi e due misure

Tosi: Zaia per tragedie
ha due pesi e due misure

Anche il sisma in Nepal entra nella polemica politica in Veneto. Il candidato Flavio Tosi intravvede l'uso di "due pesi e due misure per le tragedie in periodo di elezioni" da parte del governatore (e avversario) Luca Zaia, che ieri aveva dato la disponibilità del Veneto a partecipare agli aiuti umanitari per le vittime del terremoto nel paese himalayano. "Per Zaia le tragedie umanitarie sono tutte uguali o vanno valutate secondo convenienza di campagna elettorale? Si metta d'accordo con se stesso - afferma Tosi - se va bene aiutare, curare e accogliere nepalesi vittime della tragedia del terremoto, perché lo stesso metro non lo applica agli africani vittime di altre tragedie?".
INDAGINI
Il corpo di un cinese    <br/>nelle acque del Mincio

Il corpo di un cinese
nelle acque del Mincio

Il corpo di un uomo, quasi irriconoscibile data la lunga permanenza in acqua, è stato ripescato dai Vigili del Fuoco stamattina alla diga di Salionze. I carabinieri hanno rinvenuto frammenti di un documento negli abiti che ancora aveva addosso. Si tratterebbe di un cittadino cinese di cui, pero', non risulta denuncia di scomparsa. Il cadavere non presentava segni evidenti di violenza ma le indagini sono in corso
TERREMOTO
Nepal, 24enne telefona    <br/>a Verona: 'Sto bene'

Nepal, 24enne telefona
a Verona: 'Sto bene'

E' rientrato l'allarme per lo scalatore veronese che si temeva fosse disperso in Nepal dopo il terremoto. Giovanni Cipolla, 24 anni, ha telefonato ai suoi familiari per rassicurarli sulle sue condizioni; a causa del sisma si erano interrotte le comunicazioni e per questo si erano persi i contatti. La zia del giovane, che vive in Borgo Roma, ha riferito che il nipote sta bene e la famiglia è tranquilla.
TERREMOTO
Nepal, Caritas veronese   <br/>Pronti sostenere gente

Nepal, Caritas veronese
Pronti sostenere gente

"Siamo vicini alle vittime e ai sopravvissuti": lo afferma mons. Giuliano Ceschi, direttore di Caritas Verona. "Siamo pronti a sostenere le popolazioni colpite dal sisma - annuncia - attraverso il coordinamento internazionale delle Caritas. Lanciamo intanto un appello ai veronesi affinché ci aiutino ad aiutare". "Chiediamo anche alle parrocchie - aggiunge - di destinare la raccolta delle prossime due domeniche per il sostegno di progetti di intervento e ricostruzione che Caritas Veronese adotterà in Nepal". La rete Caritas, seppur in condizioni difficilissime, continua la sua azione con la mobilitazione di altre Caritas e team di esperti in supporto alla Caritas Nepal. "La priorità - ricorda mons. Ceschi - rimane la ricerca dei sopravvissuti e l'assistenza ai senza tetto con beni di prima necessità, soprattutto acqua e materiale igienico sanitario, oltre che tende, coperte e teli per ripari temporanei. Ci giungono notizie che molte delle vittime non sono raggiungibili perché le vie di comunicazione sono quasi completamente bloccate e vi sono aree di cui non si hanno notizie, soprattutto le più remote tra le montagne".
TALK-SHOW
Il divorzio breve   <br/>a 'Verona in diretta'

Il divorzio breve
a 'Verona in diretta'

Si parlerà del divorzio breve nella puntata di questa sera di "Verona in diretta", il talk-show in onda alle 19:15 circa, subito dopo la prima edizione del Tg Verona.Per discutere della nuova legge appena varata dal Parlamento che permette di divorziare anche dopo 6 mesi dalla fine del rapporto, saranno ospiti in studio l'avvocato matrimonialista Barbara Lanza e Palmarino Zoccatelli, presidente dell'associazione cattolica tradizionalista "Famiglia e Civiltà". Il pubblico potrà intervenire chiamando il numero 045/8054328.
SOCCORSO ALPINO
Vola per qualche    <br/>metro in parete

Vola per qualche
metro in parete

Mentre con alcuni amici stava arrampicando nella palestra di roccia Quattro Gatti, nel vicentino, un 65enne di Lugo, è volato per un paio di metri sbattendo la testa. Sul posto si trovava per caso un volontario del Soccorso alpino di Arisero che ha subito lanciato l'allarme al 118. La squadra formata da sette soccoritori ha soccorso il ferito, portandolo fino all'ambulanza. Per l'uomo un sospetto trauma cranico.
PROFUGHI
Zaia: 35 euro per farli    <br/>restare a casa loro

Zaia: 35 euro per farli
restare a casa loro

"Invece di dare 35 euro al giorno ad ogni profugo noi li vogliamo dare ai veneti. La nostra proposta e' dare ai profughi 35 euro al mese, che tanto a casa loro sono più che sufficienti, e aiutarli nel loro paese". L'ha detto il presidente del Veneto Luca Zaia alla Festa dei Veneti in programma oggi a Cittadella. "Noi siamo l'unica regione d'Italia ad aver detto di no all'accoglienza - ha continuato - e non perche' siamo razzisti, ma perche' ne abbiamo già 514 mila e di questi 42 mila sono senza lavoro. E' una questione di dignità umana e chi continua far credere che qui ci sia lavoro, da mangiare e da bere per tutti e' un ipocrita".
ALLE 5:19 IN VALDADIGE
ULTIM'ORA: SCOSSA    <br/>DI TERREMOTO NEL VERONESE

ULTIM'ORA: SCOSSA
DI TERREMOTO NEL VERONESE

Una scossa di terremoto di 2.4 gradi Richter è stata avvertita stamattina alle 5:19 in Valdadige. Il terremoto ha avuto l'epicentro vicino a Preabocco. Non si sono registrati danni nè a cose nè a persone. Il terremoto è stato avvertito anche in Valpolicella e in Lessinia.
INCIDENTE
Frontale tra due auto,  <br/>feriti madre e bambini

Frontale tra due auto,
feriti madre e bambini

Una donna e due bambini sono rimasti feriti in uno scontro frontale avvenuto oggi a Montorio in via Olmo, nei pressi della rotonda all'ingresso del paese.Alla guida di un'auto una donna, che sul seggiolino posteriore trasportava un bambino; sull'altra macchina viaggiava una famiglia con padre, madre e due figli.Ad avere la peggio la donna della prima auto, ferita gravemente; conseguenze - fortunamemente meno serie - anche per due bambini.Sul posto i sanitari del 118 con quattro ambulanze, la Polizia municipale ed i Carabinieri.I feriti sono stati trasportati all'ospedale di Borgo Trento e al Policlinico di Borgo Roma.
MANIFESTAZIONE
Via le barriere   <br/>Corteo in Piazza Bra

Via le barriere
Corteo in Piazza Bra

Grande successo oggi in Piazza Bra per il Corteo “Liberazione dalle barriere” organizzato in forma di raduno spontaneo di persone in sedia a rotelle – o con qualsiasi tipologia di carrozzina – per dimostrare la fruibilità del centro storico da cittadini e turisti con disabilità motoria permanente o temporanea. In tanti hanno risposto presene all'iniziativa, fra questi anche l'assessore ai servizi sociali Anna Leso, per una campagna di sensibilizzazione sulle tematiche riguardanti la disabilità e le barriere architettoniche.
INCIDENTE
Si schianta in Trentino    <br/>muore centauro 42enne

Si schianta in Trentino
muore centauro 42enne

Si chiama Corrado Olivieri, 42 anni, il motociclista veronese morto questa mattina in Val di Cembra, a Segonzano, in seguito ad uno scontro con un’automobile. L’impatto è stato devastante e non ha lasciato scampo all’uomo. Inutili sono stati i tentativi di soccorso prestati dai sanitari del 118 e dai Vigili del Fuoco.
ASSEMBLEA
Utile da 107 milioni per   <br/>Cattolica Assicurazioni

Utile da 107 milioni per
Cattolica Assicurazioni

Fiera gremita, questa mattina, per l'assemblea dei soci di Cattolica Assicurazioni che, insieme con quella del Banco Popolare, è l'appuntamento economico-finanziario più importante dell'anno per i veronesi.La società presieduta da Paolo Bedoni manda in archivio un altro allo di grande crescita, approvando un bilancio 2014 con un utile di 107 milioni di euro, in aumento di quasi il 70% rispetto all'anno precedente.L'assemblea ha anche approvato un dividendo di circa 0,35 euro per azione. Soddisfazione per gli importanti risultati raggiunti è stata espressa dal presidente Bedoni, che ha sottolineato anche il valore delle scelte strategiche dei mesi scorsi come l'acquisizione di Fata e l'aumento di capitale di 500 milioni.Anche i primi mesi del 2015, è stato spiegato, dal management confermano l'ulteriore trendi positivo del Gruppo.
APPUNTAMENTI
25 aprile: la cerimonia   <br/>in piazza Bra

25 aprile: la cerimonia
in piazza Bra

Verona ha ricordato oggi il 70°anniversario della Liberazione. Le celebrazioni sono iniziate alle 9.30, con la Santa Messa in piazza Bra, sulla scalinata di palazzo Barbieri, cui sono seguite la cerimonia dell’alzabandiera, alla presenza delle autorità civili e militari della città e la deposizione delle corone in piazza Viviani, alla targa dei Caduti della battaglia in difesa del palazzo delle Poste e alla Sinagoga, davanti alla targa in memoria della medaglia d’oro Rita Rosani. Successivamente il corteo ha fatto ritorno in piazza Bra per la deposizione delle corone al monumento ai Caduti di tutte le guerre, al monumento al Partigiano e alla Targa dei Deportati nei campi di sterminio. La cerimonia ufficiale si è svolta nell’auditorium della Gran Guarda alla presenza delle principali autorità istituzionali cittadine, del presidente della Consulta Giovanile e dei rappresentanti delle nove scuole superiori della città – Messedaglia, Fracastoro, Maffei, Nani Boccioni, Marconi, Copernico, Marco Polo, Sanmicheli, Ferraris – che hanno aderito al progetto “Verso il 25 aprile: le scuole veronesi riscoprono la Resistenza”. L’orazione ufficiale è stata tenuta dal professor Emilio Franzina. Al termine della cerimonia sono state consegnate le Medaglie della Città a tre cittadini che furono partigiani, deportati o combattenti per la libertà: Angelo Bertagnoli (alla memoria), Bortolo Zanderigo (alla memoria), Gaetano Azzetti; una quarta Medaglia verrà consegnata al partigiano Marcello Turrina dal sindaco di Valeggio sul Mincio.
ACCOGLIENZA
Emergenza profughi     <br/>Prefettura cerca posti

Emergenza profughi
Prefettura cerca posti

Sono oltre 500 i profughi presenti a Verona e Provincia. Nelle ultime due settimane sono arrivati con una media di 20 persone al giorno e questo flusso ha inevitabilmente innalzato il livello di criticità. Soprattutto per la carenza di strutture disposte ad accogliere i migranti. Le tante strutture di accoglienza hanno quasi raggiunto il limite di posti a disposizione, ecco perchè si cercano altre strade per trovare delle sistemazioni adeguate. In questo senso la Prefettura di Verona, sul proprio sito internet, ha pubblicato un bando rivolto alle strutture ricettive del territorio per la ricerca di oltre mille posti. Gli albergatori verranno pagari 35 euro pro capite e dovranno garantire servizio fondamentali ai migranti.Chi si aggiudicherà il bando dovrà prendersi cura dei profughi, garantendo loro vitto e alloggio, mediazione culturale e soprattutto dovrà avviarli ad un percorso di apprendimento della lingua italiana. "Questi mille posti che cerchiamo - spiega Gerardino Mattia, prefetto vicario di Verona - comprendono le oltre 500 persone che sono già qui. Inoltre, è bene precisare, questo bando non prevede l'assegnazione, per ogni singola struttura, di più di cinquanta migranti".Limitando la disponibilità per struttura a cinquanta posti, la Prefettura di Verona porta avanti la sua filosofia, che è quella di non concentrare in un’unica sistemazione gruppi ampi di persone, al fine di evitare l’insorgere di possibili tensioni sociali. L’ipotesi delle caserme è quindi da non prendere in considerazione, e anche il sindaco Flavio Tosi si era dichiarato contrario. Così come, al momento, pare improbabile che Verona segua l’esempio di Venezia, dove il prefetto aveva chiesto aiuto nell’accoglienza dei migranti ai singoli privati. Intanto il Siulp, sindacato di Polizia, attraverso una nota ha fatto sapere che sono tanti i casi in cui gli agenti si occupano di sfamare e dissetare i profughi, "supplendo alle gravissime inadempienze delle istitutuzioni"."Voglio precisare - ha detto Vito Danilo Gagliardi, questore di Verona - che noi non siamo costretti ad aiutare queste persone. Ma siamo prima uomini che poliziotti e quindi siamo spinti dalla sensibilità verso chi si trova in grande difficoltà".La caritas diocesana ha invitato tutte le parrocchie a rendersi disponibili, in vista di probabili arrivi ancora più massicci, "per evitare - ha spiegato il direttore Don Giuliano Ceschi - raggruppamenti in strutture che rischierebbero di diventare veri e propri ghetti".
MALATTIA STRANA
In malattia per seguire    <br/>Hellas: vigile indagato

In malattia per seguire
Hellas: vigile indagato

Il vigile si dava 'malato' tanto da non poter andare al lavoro proprio quando giocava la sua squadra di calcio del cuore: l'Hellas Verona. Una malattia ricorrente sempre nel 2014 risultata sospetta per i colleghi che hanno avviato un'indagine sulla scorta della quale il Pm Maria Beatrice Zanotti ha chiesto il rinvio a giudizio nei suoi confronti per l'ipotesi di reato di truffa e falso commessi in danno dell'amministrazione comunale. Un'assenza, quella contestata al vigile 51enne tutt'ora in servizio - come riferiscono i giornali locali -, perché si sarebbe reso responsabile delle malattie fasulle per almeno quattro match dei gialloblù a cui, stando alla ricostruzione della procura, l'agente avrebbe assistito in casa e in trasferta. In tutti i casi il vigile avrebbe dovuto essere in servizio invece veniva colto, solo per un giorno, da delle lombosciatalgie. A farlo scoprire il fatto che i colleghi lo abbiano visto allo stadio Bentegodi mentre vi si recava in motorino e, ad indagine in corso, i video e i biglietti degli stadi di Parma e Torino. Con lui era indagato un secondo agente per un solo episodio dove la malattia gli ha permesso di andare a vedere un Verona-Juventus ma la sua posizione è stata archiviata perché secondo la difesa e le perizie mediche non aveva problemi fisici che gli impedissero la 'trasferta' che sarebbe servita, invece, a aiutarlo a superare problemi psicologici.
DOPO LA CANDIDATURA
Tosi: Felice per Boffo     <br/>So cos'è la calunnia

Tosi: Felice per Boffo
So cos'è la calunnia

Si dice "orgoglioso" Flavio Tosi per aver aggiunto la candidatura di Dino Boffo alle liste che lo sostengono nella corsa alla presidenza del Veneto. "Fa estremamente piacere - dice - che abbia creduto nel nostro progetto. Una scelta inaspettata, ma assolutamente gradita, per i valori che Boffo rappresenta, in particolare per la persona". Tosi traccia una sorta di parallelo tra la vicenda dell'ormai famoso 'metodo Boffo', che portò il giornalista alle dimissioni da 'Avvenire', e la campagna mediatica - avviata da 'Report' - di cui lui stesso è stato oggetto come sindaco di Verona, per presunti contatti con esponenti della malavita calabrese. "Si può dire che entrambi - argomenta Tosi - siamo rimasti disgustati da un certo di modo di abbassare il livello del confronto politico, con la diffamazione e la calunnia. Quando non si riesce a combattere l'avversario politico in modo leale o sui contenuti, si cerca di distruggerlo diffamandolo". "Boffo - aggiunge - ha subito la cattiveria della degenerazione dello scontro politico in Italia, la politica fatta non per passione ma con metodi sleali. Boffo invece rappresenta la politica con la 'p' maiuscola', e queli valori della cultura cattolica fondamentali nella nostra regione. E visti i ruoli che ha ricoperto, Boffo da' a questo progetto un apporto culturale e e valoriale straordinario"
ELEZIONI REGIONALI
Boffo torna al fianco    <br/>di Flavio Tosi

Boffo torna al fianco
di Flavio Tosi

Dino Boffo, giornalista, ex direttore del quotidiano Avvenire ha annunciato che si candiderà alle elezioni per il Consiglio regionale del Veneto nella lista “Area Popolare” a sostegno di Flavio Tosi. Nativo di Asolo, in un'intervista rilasciata al Corriere della Sera spiega il motivo del sostegno a Tosi: "L'ho seguito come cronista e mi avevano convinto lo stile, la sobrietà, le motivazioni che lo hanno portato in campo anche oltre Verona. L’ho incontrato e ho avuto la conferma che si tratta di una persona per bene e affidabile".
MALAVITA
Furto con spaccata:     <br/>condannato, è già libero

Furto con spaccata:
condannato, è già libero

Ha fatto razzia di costosi orologi dopo avere sfondato la vetrina del negozio a colpi di mazza, è fuggito in bici ma è stato inseguito da alcuni passanti che lo hanno bloccato, facendolo arrestare dai Carabinieri.E’ successo a Peschiera, in pieno centro, dove un malvivente rumeno ha seminato il panico dopo la “spaccata”.I carabinieri di Peschiera hanno portato il cella di sicurezza Adrian Costantinescu, 37 anni; il video del circuito di sorveglianza dell’oreficeria “Gioielli più”, in via Rocca, mostra la rapidità d’azione del bandito che in appena 12 secondi sfonda la vetrina e s’impossessa di 14 orologi Omega del valore di 75mila euro.Processato per direttissima dopo aver trascorso una nottata in caserma, il rumeno, che ha precedenti per reati contro il patrimonio, ha patteggiato una condanna a due anni di carcere ed è già tornato in libertà, come prevede la legge. Le indagini continuano perché i Carabinieri sospettano che l’uomo potesse avere un complice.
PROVINCIA
Disoccupazione, nuovo <br/>accordo con la Popolare

Disoccupazione, nuovo
accordo con la Popolare

Si rinnova per il settimo anno consecutivo il sodalizio tra la Banca Popolare di Verona e la Provincia di Verona per il sostegno ai lavoratori veronesi in cassa integrazione che potranno così beneficiare in anticipo delle somme dovute dall'Inps senza alcun onere e senza dover corrispondere alcun interesse. L'accordo prevede l'erogazione, nella forma di apertura di credito in conto corrente, degli anticipi della cassa integrazione (straordinaria e in deroga) ai lavoratori veronesi - ed anche residenti fuori provincia, ma dipendenti di aziende ubicate sul territorio provinciale - fino ad un massimo di sette mensilità per massimo 750 euro ciascuna.
CRISI
Zaia alla Ferroli <br/>incontra i lavoratori

Zaia alla Ferroli
incontra i lavoratori

Il governtore uscente Luca Zaia nel corso della sua giornata veronese ha incontrato i lavoratori della Ferroli al picchetto organizzato dagli operai davanti alla sede del gruppo termomeccanico in via Ritonda a San Bonifacio.Zaia si è intrattenuto con gli operati, i delegati delle Rsu (guidati dal segretario regionale della Fim-Cisl, Massimiliano Nobis) assicurando la disponibilità della Regione ad aprire un tavolo con Veneto sviluppo.
MIGRANTI
Tosi: No ai privati  <br/>per ospitare i profughi

Tosi: No ai privati
per ospitare i profughi

Flavio Tosi boccia la proposta del prefetto di Venezia che ha chiesto ai privati disponibilità ad accogliere i nuovi profughi in arrivo in Veneto.Per Tosi la soluzione è quella di dare un permesso di soggiorno per motivi umanitari a tutti i profughi così se ne potranno andare liberamente in giro per l'Europa che così comincerà a capire che si tratta di un problema di tutti e non solo dell'Italia.
COLLABORAZIONE
Accordo tra Veronafiere  <br/>e Camera Commercio USA

Accordo tra Veronafiere
e Camera Commercio USA

Nell’anno di Expo – e nell’anno del centenario dalla fondazione dell’American Chamber of Commerce in Italy (1915-2015) – Veronafiere punta con ancora maggior decisione al mercato statunitense sottoscrivendo un “Accordo di Collaborazione” con AmCham Italy che, d’ora in avanti, sarà partner privilegiato nello scouting di nuove opportunità oltreoceano.L’accordo è stato sottoscritto nei giorni scorsi dal Direttore Generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani, e dal Consigliere Delegato di AmCham Italy e Director of Italian Relationships US Pavilion Simone Crolla, e rappresenta una opportunità importante per il sistema Verona alla luce non soltanto dell’imminente Expo, ma anche della possibile finalizzazione del negoziato di libero scambio fra Europa e Stati Uniti, T-TIP, di cui è cominciato in questi giorni il nono round negoziale a New York.In particolare, AmCham Italy supporterà Veronafiere nelle relazioni istituzionali negli Stati Uniti, nello scouting di nuove opportunità di business fieristico e nella promozione delle principali manifestazioni scaligere presso il sistema imprenditoriale statunitense.E dopo l’“AmCham Wine Excellence Award” assegnato nel corso degli ultimi quattro Vinitaly a eminenti figure del sistema vino italiano e statunitense (negli anni scorsi, Anthony Terlato, Severino Barzan, Gianni Zonin, Constellation Brands e Gruppo Italiano Vini, mentre l’edizione 2015 sarà assegnata nel prossimo giugno, al Padiglione Vino dell’Expo), AmCham Italy si farà promotrice di altri “Excellence Award” nei settori trainanti dell’offerta merceologica di Veronafiere.Quanto sia strategico questo accordo lo sottolinea anche la decisione di creare la figura “Special Advisor”, una figura di coordinamento fra le due istituzioni per rendere veloci e snelle le relazioni, affidata al manager veronese Alessandro Pigozzi, già responsabile AmCham per Verona.«Dal 1915 AmCham Italy ha la missione di sviluppare le relazioni commerciali fra Italia e Stati Uniti – sottolinea Simone Crolla – e mai come ora si avverte un forte interesse statunitense per le opportunità offerte da una ancora più stretta cooperazione industriale e commerciale fra i nostri Paesi. Questo mood attraversa molti settori economici, inclusi quelli di in cui è operativa Veronafiere. Nonostante gli USA siano già fra i principali partner commerciali dell’Italia, le opportunità per le nostre imprese sono ancora numerose ed interessanti. Penso, ad esempio, allo sviluppo del settore agroalimentare, con un focus particolare sul settore vinicolo, non soltanto nelle città più note, ma anche negli Stati più interni, meno conosciuti dagli italiani, ma ricchi di prospettive di crescita».Veronafiere – di cui è possibile l’ingresso anche in uno dei diversi Comitati di AmCham – dal canto sua evidenzia, attraverso il Direttore Generale Giovanni Mantovani, come «la firma di questo importante accordo vada nella direzione di rafforzare la mission di Veronafiere, cioè essere una piattaforma internazionale di promozione per il business del sistema imprenditoriale italiano». «Il mercato statunitense in particolare – spiega Mantovani – rappresenta un tassello fondamentale per la nostra strategia estera nei settori dell’agroalimentare e del construction che presidiamo con le tappe del tour di Vinitaly International e quelle di Tise-Stonexpo Marmomacc Americas, senza dimenticare che proprio Vinitaly, è stata scelta dal Ministero dello Sviluppo economico tra le tre fiere che rappresenteranno l’eccellenza del wine&food del made in Italy alla prossima Fmi di Chicago».
SANITA'
Da Negrar radiofarmaci    <br/>per ospedali veneti

Da Negrar radiofarmaci
per ospedali veneti

I radiofarmaci, una delle nuove frontiere della medicina, saranno prodotti all’Ospedale Sacro Cuore di Negrar, e distribuiti gratuitamente a tutte le medicine nucleari del Veneto. Si tratta di farmaci contenenti un radioisotopo attivo, che hanno un impiego particolarmente spiccato nella diagnostica in campo oncologico, cardiologico, neurologico (come per la diagnosi precoce dell’Alzheimer) e delle infezioni e vengono usati principalmente negli esami effettuati con la Tomografia a Emissione di Positroni (Pet).La produzione ha preso il via oggi, a completamento di un progetto per la realizzazione della struttura di produzione costato 12 milioni di euro, alla presenza del presidente della Regione del Veneto, accompagnato, tra gli altri, dall’Assessore regionale alla Sanità e dal Direttore Generale della Sanità veneta.“Questa è l’ultima di una lunga serie di eccellenze che caratterizzano l’Ospedale di Negrar, ottimo esempio di collaborazione tra pubblico e privato nell’interesse della gente, e l’intera sanità veneta – ha detto il governatore - dove si continua ad investire e a progredire combattendo ogni giorno contro i tagli che piovono dal Governo in modo indiscriminato, tanto sul Veneto con i conti in attivo, quanto sulle Regioni in profondo rosso". "Non hanno idea di cosa voglia dire fare sanità di eccellenza – ha aggiunto – al punto che secondo loro persino i trapiantati dovrebbero pagarsi una bella fetta delle cure antirigetto. Cosa che in Veneto non succederà, perché i 250 mila euro necessari li stanzierà interamente la Regione”.Per la produzione e la distribuzione dei radiofarmaci, in forma totalmente gratuita, la Regione e l’Ospedale di Negrar opereranno sulla base di una specifica convenzione.I centri veneti dotati di Pet sono nove escluso Negrar, e in un anno hanno speso circa 2 milioni 700 mila euro per radiofarmaci, escluso il trasporto.Le prime strutture ospedaliere che beneficeranno dell’iniziativa avviata oggi sono l’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, l’Istituto Oncologico Veneto di Padova, l’Ospedale San Bortolo di Vicenza e l’Ospedale dell’Angelo di Mestre.
TERZO SETTORE
CSV, da maggio  <br/>lavoro per 11 giovani

CSV, da maggio
lavoro per 11 giovani

Entra nel vivo il progetto "Giovani e competenze sociali", realizzato dal Centro servizi Volontariato, con il contributo della Fondazione Cariverona.Da maggio, undici giovani laureati - selezionati tra oltre 50 candidati - inizieranno altrettante esperienze lavorative nel mondo del Terzo settore per un percorso professionalizzante della durata di 10 mesi.Si tratta di un innovativo progetto professionale, che apre ai giovani una finestra sul mondo del lavoro.
REGIONALI
Ufficializzato accordo  <br/>Zaia-Fratelli d'Italia

Ufficializzato accordo
Zaia-Fratelli d'Italia

Fratelli d'Italia correrà alle prossime elezioni regionali del Veneto a sostegno di Luca Zaia. La conferma ufficiale è stata data oggi dal segretario veneto Ciro Maschio di FdI che ha incontrato Zaia a Verona in piazza Erbe. Sia il governatore uscente, sia Maschio hanno sottolineato che si tratta "innanzitutto di una scelta di coerenza e di continuità di governo". "Inoltre - ha aggiunto Maschio - anche alla luce di quanto è accaduto, motivo fondamentale è impedire anche solo il rischio ipotetico che la sinistra possa vincere in Veneto con un candidato presidente come Alessandra Moretti che sta dimostrando di essere del tutto inadeguata per governare una regione importante come il Veneto". "Ho già ringraziato Giorgia Meloni - ha spiegato Zaia - con la quale ricordo i trascorsi da colleghi come ministri nell'ultimo governo Berlusconi. E la conoscenza è stata un punto cruciale per chiudere questa alleanza". "La squadra che si sta formando - ha continuato - con Lega Nord, Lista Zaia, la lista degli amministratori, quella autonomista indipendentista, oggi Fratelli d'Italia e poi la prossima settimana presenteremo anche l'accordo con Forza Italia". "Però - ha concluso - mi piace ricordare che FdI non ha mercanteggiato posti, ma semplicemente si è messa a disposizione su un progetto importante che è quello di governare il veneto anche per i prossimi cinque anni. Si sta formando una bella squadra ed il programma sarà pubblicato solo l'ultimo giorno utile, ossia il 30 aprile".

Sondaggio

All'inizio della campagna elettorale chi vedi tra i favoriti?

Tutti i sondaggi

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

  • Rosso & Nero

  • TgVeneto

  • TgVerona (1' ed)

  • Verona in diretta

  • Studionews

  • L'Opinione

  • TgVerona (2' ed)

  • Indovina chi

    commedia (Usa 2005) di Kevin Rodney Sullivan con Bernie Mac e Ashton Kutcher
  • Film 2' serata

  • Informazione

  • Film della notte

L'Opinione
ON AIR
27.04.2015
Verona in Diretta
ON AIR
27.04.2015
TgGialloblù
ON AIR
28.04.2015
TgVeneto
ON AIR
28.04.2015
Rosso & Nero
ON AIR
28.04.2015