Omicidio e razzie ladri,  <br/>Zaia: Gente farà da sé

Omicidio e razzie ladri,
Zaia: Gente farà da sé

“Una prostituta brutalmente assassinata e un intero quartiere che chiede aiuto contro un’ondata di furti, questa volta a Verona, sono l’ennesima testimonianza di quanto vado dicendo, inascoltato ...

CUCINA
Mondiali di cucina,    <br/>Verona è di bronzo

Mondiali di cucina,
Verona è di bronzo

Grande risultato per la squadra veronese ai campionati mondiali di cucina che si sono disputati questo fine settimana in Lussemburgo. La squadra veronese, composta da Davide Fiorio, Andrea Mantovanelli, Nicola Andreetto, Luca Dall'Omo, Luca Fasoli, Andrea Saccardo, Paolo Forgia, Ivan Castiglioni e Alex Pasotto si è aggiudicata la medaglia di bronzo. Al brindisi celebrativo si è unito anche l'ex mister della squadra veronese dei cuochi, Fabio Tacchella, quest'anno "solo" uno dei tre giudici italiani (global chef) chiamati a giudicare piatti, creatività e professionalità dei partecipanti alla più importante manifestazione internazionale dedicata alla cucina.
OMICIDIO
Donna uccisa su S.R. 11,    <br/>è una prostituta rumena

Donna uccisa su S.R. 11,
è una prostituta rumena

E' una rumena di 46 anni la donna che è stata aggredita e uccisa sulla strada statale Gardesana, nei pressi di Verona. L'omicidio, secondo i riscontri del reparto operativo dei Carabinieri, è maturato nel mondo della prostituzione. Dopo il ritrovamento del cadavere, che presenta vistose tumefazioni, in particolare al volto, i militari hanno raccolto nelle ultime ore le testimonianze delle colleghe della donna e di alcuni camionisti.Le indgini sono quindi indirizzate al mondo della prostituzione; la vittima è stata trovata poco dopo mezzanotte con la testa fracassata.
INSEGUIMENTO
Far west al Saval:     <br/>un arresto, sei feriti

Far west al Saval:
un arresto, sei feriti

Continua la caccia ai banditi che ieri sera hanno forzato un posto di blocco dei Carabinieri e durante l'inseguimento hanno buttato fuori strada due auto, causando il ferimento di sei persone.I militari dell'Arma hanno intercettato i malviventi ad Arbizzano a bordo di un'auto segnalata come sospetta per alcuni episodi di furto.L'inseguimento è continuato fino al ponte del Saval con il supporto di altre pattuglie, dove dopo aver speronato due auto in spericolate manovre di sorpasso, i banditi hanno abbandonato la macchina fuggendo a piedi.La gigantesca caccia all'uomo è continuata anche con il contributo delle Volanti della Polizia ed uno dei due banditi è stato catturato e arrestato.Sul posto sono intervenute le ambulanze del 118 per trasportare i feriti all'ospedale e gli agenti della Polizia Municipale, impegnati sul fronte della viabilità perché il ponte è rimasto chiuso al traffico.
OSPEDALE
Minaccia-ebola,      <br/>ecco come si interviene

Minaccia-ebola,
ecco come si interviene

Medici e infermieri con tute anticontaminazioni. Un punto medico avanzato, in grado di gestire simultaneamente più persone in gravi condizioni, una tenda di decontaminazione e un'isolatore, che permette il trasporto in sicurezza di pazienti infetti. Sono le prove generali della gestione di una maxiemergenza di origine chimica o batteriologica. Un protocollo sanitario che l'azienda ospedaliera in un periodo di allarme ebola ha voluto ripassare con un team di medici e infermieri specializzati con cui hanno interagito squadre della croce rossa, dell'esercito, e alcuni volontari nel ruolo dei pazienti.
Prostituta uccisa, è   <br/>caccia al killer

Prostituta uccisa, è
caccia al killer

A Verona è caccia all'assassino di Venetia Niacsu, la 46enne prostituta romena trovata massacra...

VERONAFIERE
Smartphone e droni   <br/>torna Elettroexpo

Smartphone e droni
torna Elettroexpo

Quest’anno ad Elettroexpo non ci saranno solo gli appassionati di elettronica e radiantismo, ma anche quelli della fotografia: alla 51ª edizione della manifestazione veronese, in programma sabato 22 e domenica 23 a novembre a Veronafiere, fa ingresso il Mercatino della Fotografia: un’area dedicata alla vendita da parte di privati di macchine fotografiche e accessori delle marche più prestigiose, un’occasione di acquisto di pezzi rari e, allo stesso tempo, un luogo dove riscoprire vecchie e nuove tendenze del settore (www.elettroexpo.it).Accessori per la fotografia analogica e per quella digitale, attrezzature per camera oscura e sala posa, fotografie d’autore e da collezionismo, libri fotografici e d’arte, sempre più ricercati dai cultori della macchina fotografica, saranno i protagonisti di questa edizione.Ma, dato che la condivisione delle fotografie è una delle esigenze più sentite dal mercato del settore, ad Elettroexpo non potevano mancare smartphone e tablet, le nuove frontiere della fotografia digitale, con un numero di appassionati e di professionisti in crescita.L’edizione autunnale di Elettroexpo vede riconfermato un tradizionale appuntamento di successo: la borsa-scambio del Mercatino del Privato, una formula espositiva informale grazie alla quale gli iscritti possono vendere o scambiare pezzi rari e da collezione.Elettroexpo rientra nel circuito del GFS – Gruppo delle Fiere storiche di elettronica e radiantismo, costituito dalle società fieristiche più affermate nell’organizzazione e nella promozione di eventi del settore, espressione di professionalità e qualità.
VERONAFIERE
In 65 mila a Job, in   <br/>vetrina la buona scuola

In 65 mila a Job, in
vetrina la buona scuola

Si è chiusa oggi la 24a edizione di JOB&Orienta, salone nazionale dell’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro, da giovedì 20 novembre alla Fiera di Verona: più di 500 le realtà presenti nei padiglioni espositivi, 150 gli appuntamenti culturali, in cui sono intervenuti circa 300 relatori, e oltre 65.000 visitatori tra cui numerosi soprattutto i giovani bisognosi di orientamento nel panorama dell’offerta formativa e quelli in cerca di un’occupazione e delle relative indicazioni circa i reali sbocchi sul mercato, le figure professionali e le competenze maggiormente richieste.A JOB - quest'anno riconosciuto dal Ministero del Lavoro come Youth Corner ufficiale del Piano di Garanzia Giovani -, numerose e intense le testimonianze di molti giovani: i loro sogni e le speranze, le ambizioni e motivazioni, le difficoltà e i successi. Voce ai ragazzi coinvolti in esperienze di alternanza scuola-lavoro, a quelli occupati nelle aziende dove avevano svolto lo stage durante gli studi di istruzione tecnica superiore, ma anche ai nuovi “capitani d'azienda” under 35 che si sono messi in gioco avviando una propria attività imprenditoriale. Filo conduttore dell’edizione 2014 è stato infatti il tema “imparare lavorando”: al centro di convegni ed eventi l'urgenza di “abbattere il muro ideologico” che, seppur in misura minore rispetto al passato, ancora persiste fra mondo della scuola e del lavoro. In particolare, la tre giorni nazionale è stata vetrina della “buona scuola”, mettendo in rassegna tante best practice esistenti nelle nostre Regioni, che giorno dopo giorno sui territori rafforzano o costruiscono ex novo ponti fra rete scolastica e formativa, istituzioni e sistema economico-produttivo. Eccellenze disseminate da Nord a Sud lungo tutto il Paese (pur con differenze), che costituiscono una risorsa e un modello da valorizzare anche in termini di coesione sociale, nella misura in cui riducono le distanze fra due pianeti: quello di chi oggi un'occupazione già ce l'ha e quello dei (più o meno) giovani che devono capire come assicurarsi un futuro. La “buona scuola” che già c'è nel Paese reale può fungere dunque da vero e proprio collante in questa complicata fase storica “del lavoro che manca”, contribuendo a ricucire lo strappo sociale generazionale tanto esacerbato da crisi e recessione.
VOLUME
Libro strenna Popolare   <br/>celebra i formaggi

Libro strenna Popolare
celebra i formaggi

È stato presentato alla Fondazione Campostrini il volume strenna 2014 del Banco Popolare dal titolo “latte caglio e sale – Tra pianura e monti”.Il volume racconta la vicenda casearia come un’avventura che nasce dall’ingegno dell’uomo che nell’evoluzione alimentare ha scoperto, più che inventato, come trasformare una sostanza liquida e fondamentale come il latte, in un prodotto solido, il formaggio. La straordinarietà di questa avventura fa si che ogni valle, ogni paese renda il nostro patrimonio caseario infinito, con formaggi diversissimi tra loro alcuni dei quali poco conosciuti o addirittura sconosciuti. Ricco di sostanze nutrizionali della terra, in un processo alchemico il latte diviene formaggio, un alimento essenziale alla nostra dieta. Suggestive immagini legate al mondo del formaggio e ricette di chef speciali, sublimano e completano la narrazione.“Con questo libro sul formaggio o meglio sui formaggi, il Banco Popolare completa il trittico dedicato ai cibi dell’uomo, cioè a quei cibi non esistenti in natura che derivano da processi di trasformazione di nutrimenti originari in altro cibo. Il percorso iniziato con il vino e proseguito con il pane si conclude quindi con il formaggio. – sottolinea Carlo Fratta Pasini, Presidente del Banco Popolare – Diffondere la consapevolezza di questo patrimonio senza pari, costituisce un compito e una responsabilità cui la banca non deve sottrarsi, non solo promuovendo iniziative editoriali come questa, ma sostenendo finanziariamente le iniziative che la nostra gente continua a sviluppare in questo settore”.“Una fetta di formaggio racchiude un territorio, dove un animale bruca libero le sue erbe e i suoi fiori, ricavando latte meraviglioso che si trasforma, grazie alle mani sapienti del casaro, in un pezzo unico, irrepetibile. - spiega Alberto Marcomini, curatore del volume – Numerose sono le manifestazioni dove il “sacro cacio” è il principale interprete”.Per riscoprire e conoscere da vicino l’antico mestiere del casaro Banca Popolare di Verona ha organizzato per domenica 23 novembre in piazza delle Erbe dalle 10 alle 17 il “Formaggio in Piazza”. Sarà una giornata tutta dedicata all’arte casearia: saranno proposte degustazioni di formaggio del Consorzio Monte Veronese Dop e laboratori di cucina per bambini che potranno così impastare ottimi biscottini salati e creare con le loro mani una piccola forma di formaggio. L’iniziativa ha anche uno scopo benefico: sostenere le attività del Banco Alimentare e della Ronda della Carità, che saranno presenti in piazza con un loro stand. A fronte di una piccola offerta verrà consegnato un taglio di formaggio Monte Veronese Dop e l’intero ricavato andrà a favore di queste due associazioni.
Inseguimento al Saval    <br/>Arrestato un kossovaro

Inseguimento al Saval
Arrestato un kossovaro

E' un kossovaro l'uomo arrestato ieri sera a Verona dopo un inseguimento a folle velocità in cu...

PALAZZO BARBIERI
Premiati in Comune  <br/>i donatori di sangue

Premiati in Comune
i donatori di sangue

Si è svolta questa mattina, nella sala Gozzi di Palazzo Barbieri, la cerimonia di premiazione dei donatori di sangue che hanno raggiunto le 100 donazioni nell’anno 2013. A consegnare l’attestato il Sindaco Flavio Tosi e l’assessore al Decentramento Antonio Lella. “A nome di tutta la città rivolgo a tutti i volontari e ai gruppi oggi presenti il più sentito ringraziamento per il loro gesto solidale e gratuito – ha detto il Sindaco Tosi – Il ruolo che i donatori svolgono per il buon funzionamento del sistema sanitario del nostro Paese è assolutamente fondamentale. Anche per questo l’Amministrazione vuole, anche quest’anno, essere vicina ad ogni donatore per festeggiare i traguardi raggiunti”. Premiati anche i gruppi che si sono distinti per maggior numero di donazioni nel 2013: Gruppo Avis Polizia Penitenziaria e Fidas Sezione San Massimo. Premiati infine i gruppi che si sono distinti per maggior numero di nuovi donatori nel 2013: Gruppo Avis Polizia Penitenziaria e Fidas Sezione Seghetti. Questi i donatori premiati: AVIS Giuseppe Aldegheri; Osvaldo Bersani; Luciano Bindinelli; Ferdinando Castagna; Gianfranco Ceschi; Luciano Chiarel; Roberto Chiecchi; Lorenzo Cona; Giacinto D'Incerto Spina; Luigi Fila; Angiolino Fiocco; Franco Formenti; Francesco Fraccaroli; Ivan Frigo; Lorenzo Maimeri; Saverio Marchesini; Paolo Marutti; Claudio Paganini; Arnaldo Palo; Roberto Pellegrini; Magda Rossi; Michele Sivero; Luciano Tomasi; Giovanni Vignola; Dino Viviani; Franco Zangrandi; Enzo De Cieri; Enzo De Cieri; Vincenzo Ronca; Federico Semolini; FIDAS Marco Favero; Alberto Faccincani; Mauro Lanza; Stefano Peroli; Franco Xamo; Maria Bottacini; Alessandro Crestan; Remo Dalzen; Armando Tosi; Gabriele Tommasi; ASFA Roberto Bellotto; Claudio Facco; Eugenio Girardi; Ezio Piccoli.
POLIZIA MUNICIPALE
Telelaser e autovelox   <br/>Ecco dove sono

Telelaser e autovelox
Ecco dove sono

Proseguono i controlli della Polizia municipale sulla velocità eccessiva in città. Da lunedì e per tutta la settimana le pattuglie equipaggiate con autovelox e telelaser verificheranno i veicoli in transito in alcune strade cittadine: via Gardesane, via Bacilieri, via Palazzina, stradone Santa Lucia, via Valpantena, via Montorio. L’ufficio mobile di prossimità sarà in servizio nei mercati rionali e nelle principali piazze dei quartieri, assicurando la presenza in alcune scuole per l’entrata e l’uscita dei ragazzi. Lunedì dalle 7.30 l’ufficio mobile sarà alle scuole Sei Maggio di via Santa Elisabetta, dalle 8.30 alle 10 in via Mantovana e giardini Santa Elisabetta a seguire in piazzale Scuro e parco San Giacomo fino alle 13. Dalle 13.30 alle 15.30 l’Ump sarà a Porta Vescovo, a seguire dalle 15.45 alle scuole Dorigo nell’omonima via, infine nuovamente a Porta Vescovo fino alle 19. Martedì dalle 7.30 l’ufficio mobile sarà alle scuole Forti di via Badile poi al mercato di via Plinio in Borgo Venezia fino alle 13; dalle 13.30 alle 15.30 l’Ump sarà in via Quattro Novembre, a seguire alle scuole Nievo nell’omonima via, per poi spostarsi in piazza Arsenale fino alle 19. Mercoledì dalle 7.30 la Polizia municipale sarà alle scuole Rosani di via Santini, poi dalle 8.30 al mercato di via Poerio e dalle 10.30 alle 13 a quello di piazza Vittorio Veneto; dalle 13.30 alle 15.30 l’Ump sarà a Porta Vescovo, poi dalle 15.45 alle scuole Manzoni di via Albertini, a seguire nuovamente a Porta Vescovo fino alle 19. Giovedì l’Ump sarà alle scuole Frattini di via Monzambano fino alle 8.15 per spostarsi poi al mercato di via Don Mercante fino alle 10 e successivamente a quello di via Prina. Dalle 13.30 alle 15.30 la Polizia municipale sarà in via Giuliari, a seguire alle scuole Cesari in via Fasoli, infine dalle 16.45 in piazzale Scuro e parco San Giacomo dove si fermerà fino alle 19. Venerdì mattina l’Ump sarà alle scuole Rubele in via Interrato dell’Acqua Morta, dalle 8.30 al mercato di piazza Arditi e poi a quello di piazza Sedici Ottobre fino alle 13. Dalle 13.30 alle 15.30 l’Ump sarà ai giardini di alto San Nazaro, poi dalle 15.45 alle 16.30 alle scuole Simoni di via Madonna di Campagna, per poi spostarsi a Porta Vescovo fino alle 19. Sabato dalle 7.30 l’Ufficio Mobile sarà allo stadio per il mercato settimanale, poi dalle ore 16.45 si sposterà a Porta Vescovo. Domenica pomeriggio dalle 13.30 alle 19 l’Ump sarà in piazza Bra.
POLIZIA MUNICIPALE
Trasporto farmaci,       <br/>in 5 non in regola

Trasporto farmaci,
in 5 non in regola

La Polizia municipale sta effettuando in questi giorni controlli specifici sul trasporto professionale di farmaci, a garanzia del sistema di distribuzione, dei farmacisti che ricevono le confezioni e dei pazienti che le acquistano ed utilizzano. Due i servizi specifici effettuati nei giorni scorsi dal gruppo Scaut, la squadra controllo autotrasporto della Polizia municipale specializzata in questo tipo di controlli, e 26 i veicoli complessivamente controllati. In totale sono state cinque le violazioni accertate, tre per la mancanza di rapporto di lavoro tra l'autista e la ditta responsabile del trasporto -che stava utilizzando dopolavoristi- una per la mancanza di documenti di trasporto obbligatori e una perché il veicolo utilizzato non era inidoneo a quel tipo di servizio, visto che non era coibentato per proteggere i farmaci dagli sbalzi termici. Gli agenti hanno accertato le relative violazioni ed alcuni accertamenti sono ancora in corso. Sempre la squadra Scaut della Polizia municipale ha effettuato nei giorni scorsi altri controlli sull'autotrasporto, in collaborazione con Polizia Stradale e Motorizzazione. Sei gli autocarri controllati e quattro le violazioni accertate, due per impianti frenanti non equilibrati, uno per pneumatici eccessivamente consumati e una per la mancanza di carta di circolazione.
RICORRENZA
Mutaliti e invalidi di    <br/>guerra, svolte cerimonie

Mutaliti e invalidi di
guerra, svolte cerimonie

Si è svolta questa mattina la cerimonia per la “Giornata del Mutilato e Invalido di Guerra”, promossa dall’Associazione nazionale Mutilati e Invalidi di guerra (Anmig) in collaborazione con il Comune di Verona. Durante la cerimonia, che si è aperta in piazza Bra con la deposizione di una corona al monumento “A tutti i Caduti di tutte le guerre” ed è proseguita nella sede dell’Anmig di Verona, è stata ricordata la posa della prima pietra di Palazzo dei Mutilati avvenuta ottanta anni fa. Ha portato il saluto dell’Amministrazione comunale l’assessore al Decentramento Antonio Lella. Sono intervenuti il Sottosegretario alla Difesa on. Domenico Rossi, l’oratore ufficiale della cerimonia Federico Melotto, il presidente nazionale dell’associazione Mutilati e Invalidi di Guerra Bernardo Traversaro, il presidente provinciale dell’associazione Maggiorino Vincenzi l’assessore regionale Massimo Giorgetti e il consigliere Gaetano Nicoli in rappresentanza della Provincia di Verona. Alla cerimonia hanno partecipato anche alcune classi della scuola media di Isola Rizza, oltre a numerose autorità civili, militari e religiose.
TURISMO
Incuria territorio crea   <br/>danni a 5 mila aziende

Incuria territorio crea
danni a 5 mila aziende

Sono oltre 5.000 le imprese del turismo che hanno subito un calo significativo del fatturato a causa dell'incuria del territorio. Il dato arriva dall'Osservatorio del turismo di Unioncamere che sottolinea come queste imprese negli ultimi quattro anni abbiano perso oltre un terzo del fatturato (il 36%). ''Mentre l'Italia continua a sgretolarsi sotto la pioggia - sottolinea Unioncamere - l'incuria del territorio fa precipitare il fatturato del settore ricettivo. Oltre 5.000 imprese dell'accoglienza turistica hanno perso più del 36% del proprio giro d'affari per effetto dei danni ecologici e ambientali registrati nel nostro Paese negli ultimi quattro anni. Nel solo 2014 si è avuto un calo record di incassi con una contrazione media del 16,3% e picchi che superano il -18% al Sud''. Alluvioni e frane - secondo Unioncamere - sono la principale causa di diminuzione del business (68,5%), seguiti dall'inquinamento ambientale (15,1%) e dai terremoti (6,5%). "La salvaguardia e il controllo della nostra terra - sottolinea il presidente Ferruccio Dardanello - è una condizione imprescindibile non solo per la sicurezza dei cittadini ma anche per la valorizzazione di questo straordinario giacimento di ricchezza che richiama ogni anno milioni di turisti da ogni parte del mondo. I numeri ci confermano che è proprio l'industria turistica ad essere immediatamente penalizzata dall'incuria del territorio. Per questo bisogna intervenire con urgenza affinché prevenzione e monitoraggio dei nostri 8.000 campanili siano le parole d'ordine alla base di un efficace piano di sviluppo del nostro Paese". Il fatturato cala soprattutto per le strutture extralberghiere (-37,5% in quattro anni), mentre tengono meglio quelle alberghiere (-33,4%).
LAVORO
Cgia, tredicesime più    <br/>pesanti, da 12 a 20 euro

Cgia, tredicesime più
pesanti, da 12 a 20 euro

“L’importo reale della tredicesima 2014 sarà più elevato rispetto a quello dell’anno scorso. Nello specifico, si tratta di 12 euro in più per un operaio specializzato, di 13 euro in più per un impiegato, mentre per un capo ufficio l’incremento sarà di 20 euro. Questi ritocchi sono riconducibili al fatto che gli aumenti contrattuali sono stati superiori alla crescita dell’inflazione registrata quest’anno”. E’ questo il risultato emerso da una stima realizzata dall’Ufficio studi della CGIA che ha fatto i conti in tasca a tre importanti categorie di lavoratori dipendenti presenti nel nostro Paese: quella degli operai, quella degli impiegati e quella dei quadri/capo ufficio. Tutti occupati nel settore privato. Secondo i calcoli della CGIA, il nostro ipotetico operaio specializzato, con una retribuzione lorda annua di poco superiore ai 21.500 euro, quest’anno porterà a casa una tredicesima pari a 1.283 euro netti: 15 euro nominali in più rispetto alla tredicesima percepita nel 2013. Se, però, teniamo conto dell’andamento dell’inflazione e degli aumenti contrattuali registrati quest’anno, l’aumento reale, rispetto al 2013, si attesterà sui 12 euro.Per un impiegato con una retribuzione lorda annua che sfiora i 26.200 euro, la tredicesima di quest’anno sarà di 1.445 euro netti: 16 euro nominali in più rispetto al 2013. Tenendo conto dell’andamento dell’inflazione e degli aumenti contrattuali avvenuti nel 2014, l’aumento reale, rispetto l’anno scorso, sarà di 13 euro.Per un capo ufficio con una retribuzione lorda annua di quasi 50.000 euro, la mensilità aggiuntiva che percepirà il mese prossimo sarà di 2.544 euro netti: 26 euro nominali in più del 2013. Depurando tale importo dagli effetti dell’inflazione e dagli incrementi contrattuali, l’aumento reale, rispetto al 2013, si ridurrà a 20 euro.La CGIA stima che oltre 33 milioni di pensionati e di dipendenti pubblici/privati italiani percepiranno quest’anno quasi 38 miliardi di euro di tredicesime: questo importo garantirà alle casse dell’erario un gettito di oltre 9,7 miliardi di euro.
EMERGENZA CASA
Case Popolari?    <br/>Prima gli Italiani

Case Popolari?
Prima gli Italiani

“La priorità nell'assegnazione delle case popolari va data ai cittadini italiani”. Questo il commento dell'europarlamentare veronese della Lega Nord Lorenzo Fontana sulla protesta di stamattina all'Ater di Verona. “Chi si lamenta può sempre tornare nel suo Paese di provenienza, dove evidentemente danno case gratis a tutti” ha commentato Fontana.
EMERGENZA CASA
Caso Nogara, Ater     <br/>Nessun passo indietro

Caso Nogara, Ater
Nessun passo indietro

Nessun passo indietro sul caso delle occupazione abusive di Nogara. Dialogo aperto invece sulla possibilità di mettere in carico agli inquilini i lavori di manutenzione degli alloggi popolari non assegnati, previo poi un recupero dei soldi spesi nelle mensilità d'affitto. Si è concluso con una faccia a faccia con il presidente Niko Cordioli e il consiglio d'amministrazione, l'occupazione dell'Ater da parte di alcune famiglie italiane e straniere di Bovolone e Nogara. Due con uno sfratto esecutivo, una con la data di uscita dall'abitazione popolare già fissata al 14 gennaio. Ad accompagnare il gruppo, in tutto una trentina di persone la maggiorparte bambini, gli attivisti della rete sociale per il diritto a casa, entrati stamane all'apertura delle porte della sede di piazza Pozza e decisi ad ottenere un incontro. Incontro che c'è stato e si è concluso appunto con l'apertura di Ater all'ipotesi di concedere alcuni appartamenti sfitti (tra le case non assegnate che necessitano di manutenzione e quelle inserite nel piano vendita si parla di circa 550 alloggi) con la formula usata in altri comuni italiani dell'autorecupero delle spese. Ma purchè, ha detto il presidente Cordioli: "Ater abbia le garanzie sull'esecuzione dei lavori e sul pagamento successivo degli affitti". Garanzie che dovrebbero arrivare dai comuni, punto questo che ha causato forti contrasti. Ater che ha ribadito che non farà nulla, invece, con il Tribunale per rallentare eventuali procedure di sgombero delle due famiglie straniere che hanno occupato altrettanti appartamenti di Nogara. Il messaggio, ha detto Cordioli, è il più sbagliato possibile e chi occupa perde anche i diritti in graduatoria.
SCONTRO
Incidente Raggio di Sole  <br/>problemi alla viabilità

Incidente Raggio di Sole
problemi alla viabilità

Ha causato non pochi problemi al traffico l'incidente avvenuto questa mattina vicino ai giardini Raggio di sole. Verso le 8, un autobus di ATV, probabilmente per una mancata precedenza, ha centrato una vettura, senza provocare fortunatamente alcuna grave conseguenza per il conducente. A risentirne è stata però la circolazione che è stata fortemente rallentata, fino a quando i due mezzi sono stati rimossi. Tutto è tornato alla normalità in tarda mattinata.
CARABINIERI
Falsario a 14 anni,    <br/>denunciato a Vigasio

Falsario a 14 anni,
denunciato a Vigasio

Un ragazzo di 14 anni è stato deferito al Tribunale dei minori di Venezia dai Carabinieri di Vigasio dopo essere stato sorpreso nel tentativo di acquistare caramelle e bibite con tre banconote false da 10 euro. Il giovane, scoperto dalla cassiera, ha cercato di farsi cambiare i soldi in un altro negozio, dove è stato fermato in flagranza dai militari dell'Arma.
OMISSIONE
Investe bimba e fugge,   <br/>denunciato 'pirata'

Investe bimba e fugge,
denunciato 'pirata'

I Carabinieri hanno rintracciato e denunciato il pirata della strada che a Nogarole Rocca ha investito una bambina ghanese di 9 anni allontanandosi senza prestare soccorso. Grazie alla collaborazione di alcuni testimoni e alla precisa descrizione dell'auto fornita dalla bambina (che aveva subito ferite giudicate guaribili in 10 giorni), è stato individuato un vicentino 48enne che era alla guida della vettura investitrice. L'uomo è stato denunciato per omissione di soccorso assieme al passeggero, un 23enne.
LEGGE
Divorzio breve, Tosi: <br/>No a nozze usa e getta

Divorzio breve, Tosi:
No a nozze usa e getta

“Credo che il Parlamento, nell'affrontare il provvedimento sul cosiddetto “divorzio lampo”, debba assolutamente trovare una formulazione che eviti, grazie alla rapidità del suo scioglimento, il “matrimonio usa e getta”, vale a dire unioni di comodo o di interesse effettuate al solo scopo di aggirare le normative sulla cittadinanza o frutto di circonvenzione di incapace”. Questa la richiesta del Sindaco di Verona Flavio Tosi. “Al di là di ogni altra considerazione sulla nuova legge – aggiunge – bisogna evitare che i parlamentari, distratti dagli aspetti etici della questione, approvino un provvedimento che possa incoraggiare, grazie alla rapidità del divorzio ottenibile abolendo il periodo della separazione, un uso strumentale e truffaldino del matrimonio stesso. Un possibile rimedio potrebbe essere l'introduzione di un limite temporale, di almeno un paio d'anni alla durata del matrimonio come condizione per avere diritto al divorzio senza preliminare separazione, ferme restando le garanzie previste in presenza di figli minori o con disabilità”.
CASA
Famiglie immigrati   <br/>occupano sede Ater

Famiglie immigrati
occupano sede Ater

Alcune famiglie di immigrati hanno occupato, per una manifestazione pacifica, la sede dell'Ater di Verona per chiedere, come si legge in due striscioni, "il diritto alla casa". Il gruppo, formato da una ventina di persone, per la maggior parte bambini, ha invaso l'atrio della sede comunale che si occupa degli alloggi pubblici, esponendo poi gli striscioni. I portavoce dei manifestanti, membri della rete per il diritto alla casa, sono stati ricevuti dal presidente dell'Ater Niko Cordioli al quale hanno spiegato le ragioni del gesto e le difficoltà degli immigrati a trovare una casa dove poter vivere. L'iniziativa è stata portata avanti proprio nel giorno in cui il questore di Verona ha vietato il corteo promosso per domani a Nogara da Forza Nuova contro l'occupazione abusiva di alloggi comunali da parte di due famiglie nordafricane e contro la presenza di profughi, decisione presa dopo alcuni incidenti di cui sono stati protagonisti militanti di Forza Nuova, un centinaio dei quali è stato denunciato. Le proteste all'Ater si sono svolte invece pacificamente, senza alcun incidente, sotto il controllo costante della Digos.
CASE OCCUPATE
Questore vieta il corteo    <br/>di Forza Nuova a Nogara

Questore vieta il corteo
di Forza Nuova a Nogara

Sono già partiti i primi provvedimenti a carico di oltre un centinaio di militanti forzanovisti i quali, non ottemperando alle prescrizioni imposte circa un presidio statico, da tenersi in un parcheggio di una località periferica del Comune di Bussolengo per protestare contro le politiche governative in materia di accoglienza ai profughi, nella tarda serata dello scorso 19 novembre, con un’azione compatta e repentina, avevano tentato di portarsi in massa presso un hotel della zona dove sono ricoverati 17 richiedenti asilo provenienti dal Bangladesh. Il pronto intervento del personale di polizia ha respinto la veemente iniziativa, tanto che i manifestanti si sono fermati sulla strada provinciale n. 5 “Verona-Lazise” occupandola per tutta la sua larghezza per oltre mezz’ora, impedendo il traffico veicolare e continuando ad inveire contro le Istituzioni.Sulla base delle immagini registrate dalla Polizia Scientifica, la Digos scaligera ha avviato un’accurata indagine al fine di attribuire ai partecipanti le singole responsabilità per i reati commessi nella circostanza, dalla resistenza a pubblico ufficiale, all’inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità. Nel frattempo, sono state già notificate le prime contestazioni amministrative per il suddetto “blocco stradale”, la cui commissione è sanzionata, per ognuno dei partecipanti, con il pagamento di una somma da Euro 2.582 a Euro 10.329, senza possibilità di pagamento in misura ridotta.Per tali disordini e per le dichiarazioni diffuse in passato a mezzo stampa, il Questore di Verona ha formalmente vietato un corteo che lo stesso movimento politico aveva preannunciato in Nogara domani 22 novembre. Si rammenta che, come pubblicizzato dagli organi di informazioni locale, Forza Nuova aveva palesemente minacciato azioni coattive nei confronti di due nuclei familiari (con minori) di origine marocchina che da tempo occupano abusivamente due alloggi ATER siti in quella cittadina della provincia veronese. Per tali comunicati-stampa la locale Procura della Repubblica ha già aperto un apposito procedimento per gli aspetti a rilevanza penale.Altresì, al fine di evitare che una tranquilla cittadina come Nogara possa trasformarsi in un terreno di scontro tra opposti estremismi, il Questore di Verona ha vietato al contempo qualsiasi contro-iniziativa organizzata da associazioni ascrivibili agli ambienti della sinistra antagonista.
LA POLEMICA
Frase-choc contro rom,   <br/>indagato sindaco Zuliani

Frase-choc contro rom,
indagato sindaco Zuliani

Il procuratore capo di Verona, Mario Giulio Schinaia, ha annunciato l'apertura di un'inchiesta nei confronti di Cristiano Zuliani, il sindaco leghista di Concamarise, che sulla sua bacheca Facebook aveva scritto che "i rom devono essere termovalorizzati", in risposta alle affermazioni della presidente della Camera, Laura Boldrini, sulla valorizzazione degli extracomunitari. Lo riporta di "Corriere di Verona". L'indagine della Procura scaligera ipotizza due reati: propaganda razzista e istigazione all'odio razziale. A questo fascicolo sul sindaco Zuliani (che poi ha rimosso la frase-choc da Facebook ed ha chiuso la sua pagina) si potrebbe aggiungere quello legato all'esposto-denuncia presentato in Procura dall'Associazione nazionale ex deportati nei campi nazisti, mentre il coordinatore provinciale di Sel, Giorgio Gabanizza, ha scritto al prefetto di Verona ed al governo per segnalare Zuliani come "persona non degna del ruolo di sindaco".
FURTI
La banda del taccheggio,    <br/>cinque arresti

La banda del taccheggio,
cinque arresti

I carabinieri della Compagnia di Verona hanno arrestato 5 persone, di origine romena e moldava, tra cui una donna, accusate di aver rubato in negozi di Verona e della provincia. I cinque, secondo quanto accertato dall'Arma, trafugavano capi d'abbigliamento e profumi, servendosi di borse schermate per eludere i controlli posizionati all'uscita dei punti vendita o di tronchesine per scardinare i sistemi antitaccheggio. I militari dell'Arma hanno scoperto che i colpi portati a segno duravano in media meno di tre minuti dall'ingresso nell'attività commerciale presa di mira e consentivano di rubare merce per centinaia di euro.
FESTIVAL
Dottrina Sociale,    <br/>messaggio di Napolitano

Dottrina Sociale,
messaggio di Napolitano

"La Dottrina Sociale della Chiesa è portatrice di equità e solidarietà sociale - largamente presenti del resto nella Costituzione italiana e nei principi sociali che sono alla base dell'Unione Europea - che tengono a realizzare un modello di sviluppo fondato sulla dignità della persona, principi che costituiscono più che mai un punto di riferimento essenziale per fronteggiare efficacemente la complessità dei problemi posti dai processi di globalizzazione e dalla difficile situazione economica dell'Italia e di altri Paesi dell'Unione Europea". Lo sottolinea il presidente della Repubblica in un messaggio inviato alla quarta edizione del Festival della dottrina sociale della Chiesa che si svolge a Verona. Il messaggio è stato inviato attraverso il segretario generale del Quirinale Donato Marra. "E' perciò particolarmente apprezzabile - si legge ancora nel messaggio del presidente - l'intento del Festival di dare, raccogliendo, il recente messaggio apostolico di Papa Francesco, nuovo slancio e attualità all'importante retaggio culturale della Dottrina Sociale della Chiesa, aprendosi ad una visione del futuro capace di dare risposte complessive, e non solo in chiave economica, alle tante sfide con cui la società, e soprattutto i giovani, sono oggi chiamati a misurarsi. Nella convenzione che la rassegna articolata in momenti diversi, ma tra loro strettamente collegati, saprà offrire significativi contributi di riflessione in questo spirito, il Presidente Napolitano rivolge a Lei, reverendo Monsignore, a Monsignor Mario Toso, al ministro del Lavoro, al Rettore dell'Università Cattolica e a tutti gli intervenuti un fervido augurio di buon lavoro, qui volentieri unisco il mio personale".
DRAMMA
Ergastolano evade    <br/>e muore per malore

Ergastolano evade
e muore per malore

E' morto, probabilmente per infarto, mentre stava prendendo il treno a Verona, Stefano Savasta, condannato all'ergastolo per l'omicidio nel 2008 di un imprenditore rivale in amore, allontanatosi alcune ore prima dalla sua casa a Sirmione dove era ai domiciliari. L'identità dell'ergastolano è stata scoperta dalla Polizia ferroviaria scaligera solo dopo una serie di controlli incrociati sulla base di un documento che l'uomo aveva con sé, la patente di guida.E' da poco passato mezzogiorno quando al binario 11 un uomo si sente male mentre sta salendo sul regionale 2255 diretto a Bologna. Un giovane cerca di aiutarlo e lo sorregge prima di riuscire a farlo stendere su una panchina. Arriva la polfer e poco dopo il personale medico del 118. Inutili però i tentativi di soccorso e il medico non può che constatare la morte. Sulla base del documento, gli agenti contattano i carabinieri di Sirmione e scoprono che si tratta di Stefano Savasta, condannato lo scorso anno quale mandante del'assassinio di Stefano Cerri. Il suo allontanamento da casa era stato confermato poche ore prima dalla convivente agli stessi carabinieri che si erano recati nella sua abitazione per un controllo. La polizia ferroviaria ha ricostruito ogni passaggio della presenza di Savasta in stazione a Verona, dove era giunto da solo. Le telecamere di sorveglianza l'hanno immortalato sempre solitario fino a quando ha cercato di salire sul regionale ed è stato colto da un probabile infarto.
MESSAGGIO
Parla il Papa: Soldi non   <br/>per lavoro ma per guerre

Parla il Papa: Soldi non
per lavoro ma per guerre

Oggi "si sottolineano molto i soldi che mancano per creare lavoro", ma "il denaro per acquistare armi si trova, per fare le guerre, per operazioni finanziarie senza scrupoli, si trova". C'è un amaro e durissimo atto d'accusa nel videomessaggio che papa Francesco ha inviato per il quarto festival della Dottrina sociale della Chiesa, che si apre questa sera a Verona. Nel denso discorso videoregistrato trasmesso questa sera all'Auditorium della Gran Guardia, il Pontefice delinea quello che può essere il suo manifesto anti-crisi, invitando ad "andare oltre", ad avere il "coraggio dell'iniziativa", ad evitare la "schiavitù del denaro", e anche a "rinnovare le relazioni di lavoro sperimentando nuove forme di partecipazione e di responsabilità dei lavoratori". Per il Pontefice, se la situazione di crisi sociale ed economica "può spaventarci, disorientarci" o farci pensare che "noi non possiamo farci niente", la cosa più sbagliata sarebbe "fermarsi a curare le proprie ferite": una "trappola", un modo di "truccarsi", o di agire come Narciso. "Quella strada, no", avverte Bergoglio. Piuttosto "è urgente abbandonare i luoghi comuni, che sono ritenuti sicuri e garantiti, per liberare le molte energie nascoste o non conosciute, che sono presenti e operano molto concretamente". Quindi, "creare spazi e non limitarsi al loro controllo". E secondo il Pontefice, "per andare oltre è necessario prendere l'iniziativa". Rivolgendosi agli imprenditori, ai rappresentanti della cooperazione, il Papa ha sottolineato come sia "urgente prendere l'iniziativa, perché il sistema tende a omologare tutto e il denaro la fa da padrone". Per il Papa "occorre un modo nuovo di vedere le cose". E il suo esempio èp di forte impatto: "oggi si dice che tante cose non si possono fare perché manca il denaro. Eppure - osserva - il denaro c'è sempre per fare alcune cose e manca per farne altre. Ad esempio il denaro per acquistare armi si trova", così anche "per fare le guerre, per operazioni finanziarie senza scrupoli". Ma "di questo solitamente si tace": "si sottolineano molto i soldi che mancano per creare lavoro - rimarca Francesco -, per investire in conoscenza, nei talenti, per progettare un nuovo welfare, per salvaguardare l'ambiente". Il vero problema, quindi, "non sono i soldi, ma le persone". "I soldi da soli non creano sviluppo, per creare sviluppo occorrono persone che hanno il coraggio di prendere l'iniziativa", dice Bergoglio. E questo, elenca, "significa sviluppare un'impresa capace di innovazione non solo tecnologica; occorre rinnovare anche le relazioni di lavoro sperimentando nuove forme di partecipazione e di responsabilità dei lavoratori, inventando nuove formule di ingresso nel mondo del lavoro, creando un rapporto solidale tra impresa e territorio". Prendere l'iniziativa significa anche "superare l'assistenzialismo", afferma portando un altro esempio, quello del padre di un figlio down che si è inventato una cooperativa di ragazzi con quel problema, creando "le premesse lavorative con le quali suo figlio può costruirsi il suo futuro e la sua sana autonomia". Per il Papa, "fermarsi significa chiedere ancora e sempre allo Stato o a qualche ente di assistenza, muoversi significa creare nuovi processi". Il suo appello è a "promuovere e sviluppare i talenti", e per far ciò - ripete - "è necessario aprire spazi. Non controllare spazi, aprirne". Ed è evidente che ciò "riguarda in particolare i giovani", perché "se vogliamo andare oltre dobbiamo investire decisamente su di loro e dare loro molta fiducia". "Ma mi domando - è la conclusione, anch'essa amara, del Papa -: qual è la percentuale di giovani, oggi, disoccupati e senza lavoro? Questo significa andare oltre, o andare indietro?"
VIABILITA'
Via XX settembre riapre    <br/>Da domani transito bus

Via XX settembre riapre
Da domani transito bus

Da questa sera via XX Settembre riaprirà a tutti i veicoli. A partire da domani mattina anche il trasporto pubblico tornerà ai normali percorsi.
FURTO
Ladri in trasferta    <br/>bloccati al Policlinico

Ladri in trasferta
bloccati al Policlinico

In trasferta da Milano a Verona per rubare auto.In manette sono finiti due colombiani arrivati da Milano per rubare un'auto nel parcheggio del Policlinico. La segnalazione al 113 di una donna e del custode del parcheggio ha fatto scattare l'intervento dei poliziotti delle Volanti che hanno arrestato i due uomini: erano arrivati con un'auto già segnalata come veicolo utilizzato da persone dedite a furti in abitazione e rapine a rappresentati orafi nella zona di Mestre. Il giudice ha convalidato l'arresto ha disponendo per i due ladri la misura dei domiciliari.
MESSAGGIO
Il papa parla a Verona:    <br/>Soldi non danno sviluppo

Il papa parla a Verona:
Soldi non danno sviluppo

"I soldi da soli non creano sviluppo, per creare sviluppo occorrono persone che hanno il coraggio di prendere l'iniziativa". E' una frase di papa Francesco contenuta nel video messaggio che questa sera inaugurerà alle 20.30 nell'Auditorium della Gran Guardia di Verona il Festival della Dottrina Sociale della Chiesa. L'intervento del Pontefice avrà al centro il tema che permea tutto il Festival, "Oltre i luoghi, dentro il tempo". Dopo il messaggio di Papa Francesco seguiranno i saluti del sindaco di Verona Flavio Tosi e del vescovo della Diocesi veronese, mons. Giuseppe Zenti. La serata inaugurale del Festival continuerà con l'introduzione di Claudio Gentili, direttore de La Società a cui la tavola rotonda dal titolo "Il tempo è superiore allo spazio", con il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, mons. Mario Toso, segretario del Pontificio Consiglio di Giustizia e Pace, e Franco Anelli, rettore dell'Università Cattolica. Nei prossimi giorni attesi nei tanti appuntamenti del Festival anche il segretario generale della Cei mons. Nunzio Galantino, il ministro dell'Ambiente Gianluca Galletti, il segretario nazionale Cisl Annamaria Furlan, il vice presidente di Confindustria Ivanhoe Lo Bello assieme a numerosi esponenti del mondo giovanile, imprenditoriale culturale ed ecclesiale.
SCALO VERONESE
Aeroporto-consumatori   <br/>partnership rinnovata

Aeroporto-consumatori
partnership rinnovata

Un rapporto di collaborazione e sinergia rinnovato nei termini per il grande successo che ha dato dal 2012, quando è stato istituito. L'Aeroporto di Verona e le Associazioni di consumatori scaligere ancora in partnership per portare lo scalo veronese sempre più in alto. Ascoltare le esigenze degli utenti e soprattutto far fronte alle problematiche è uno degli aspetti fondamentali sottolineati dal presidente Paolo Arena che ha mostrato i risultati del meticoloso lavoro svolto. Grazie al protocollo d'intesa, è stato raggiunto in questi anni un confronto preventivo per tutelare il consumatore. Su tutti il tema legato ai parcheggi... argomento spinoso fino a qualche tempo fa. Le tariffe sono state ridotte e la segnaletica è ben visibile e comprensibile. E' interesse dell'aeroporto infatti aumentare la qualità del servizio in sintonia con gli utenti. Le associazioni dei consumatori parteciperanno alla verifica trimestrale delle eventuali segnalazioni e reclami. Nell'ultimo anno sono state riscontrate soltanto cinque criticità sempre legate ai parcheggi ma nel complesso il lavoro svolto è più che soddisfacente. La sinergia dunque rinnovato per un anno ha l'obiettivo di eliminare del tutto incomprensioni e problemi tra utenti e l'aeroporto per rendere lo scalo veronese sempre più vicino all'eccellenza.
SCUOLA & LAVORO
Job&Orienta, in Fiera    <br/>assalto di giovani

Job&Orienta, in Fiera
assalto di giovani

Migliaia di giovani hanno affollato fin dal giorno di apertura la 24/a edizione di "Job&Orienta", il salone nazionale dell'orientamento, la scuola la formazione e il lavoro ospitato fino a sabato 22 novembre alla Fiera di Verona. Ragazzi e ragazze che che stanno sperimentando percorsi di alternanza scuola-lavoro negli istituti secondari superiori, studenti che hanno concluso un biennio di Istituto tecnico in settori trainanti del made in Italy, o in altri segmenti di mercati innovativi come l'efficienza energetica o la mobilità sostenibile, e poi hanno trovato occupazione nell'azienda dove avevano svolto il loro stage. E ancora giovani che coniugano cultura digitale, saper fare e creatività, o coetanei che hanno scelto di avviare un'impresa e giovani "digitalizzatori" che sviluppano nuove idee aiutando altre generazioni di imprenditori ad essere più competitivi. Sono solo alcuni dei protagonisti di questa edizione della rassegna veronese, sulla quale fa da sfondo la conclusione, ormai prossima, dell'esame sul "Jobs act" alla Camera e la chiusura delle consultazioni sul rapporto "La buona scuola", ma anche il Programma Garanzia Giovani, che in Italia ha il compito di tradurre il piano europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile ed ora si avvia a restituire i primi risultati sui territori."Veronafiere - ha spiegato il vicepresidente Damiano Berzacola durante la cerimonia d'inaugurazione - investe molto in questo settore; noi vorremmo essere un po' la bussola per i nostri studenti, ma al tempo stesso essere catalizzatore e quindi mettere assieme i veri attori di questo comparto". "Sappiamo - ha concluso - che il periodo non è dei migliori, ma con questa iniziativa cerchiamo di dare una risposta ai nostri giovani"."E' un momento difficile, difficilissimo - ha detto l'assessore alle Politiche del lavoro del Veneto, Elena Donazzan -, però Job&Orienta è diventato anche una specie di contenitore dove raccontare le buone esperienze, le buone realtà". "Noi raccontiamo - ha aggiunto - ciò che di straordinariamente grande accade nelle scuole, tra la scuola e il mondo del lavoro. Abbiamo scuole eccellenti, abbiamo ragazzi che riescono a vincere premi internazionali di cui purtroppo poco si parla. Questa è l'Italia che vogliamo".L'edizione 2014 di Job&Orienta è intitolata "Garanzia futuro: imparare lavorando", l'obiettivo principale della manifestazione resta quello di favorire il dialogo tra il mondo della scuola e quello del lavoro, promuovendo le progettualità e gli strumenti concreti per un orientamento più efficace alle scelte formative e professionali del giovani, ma al tempo stesso punta a valorizzare le migliori esperienze nazionali di alternanza scuola-lavoro."Il primo sentimento - ha dichiarato il rettore dell'Università di Verona, Nicola Sartor - è di gioia nel vedere tanti giovani con voglia di fare, così entusiasti. Indubbiamente la situazione è molto critica, anche se meno rispetto ad altre parti d'Italia". "L'aspetto fondamentale - ha continuato - è che ci sia determinazione nell'affrontare il mercato del lavoro, che ci sia la disponibilità e la duttiilità, magari a non impuntarsi a fare un percorso che si ambiva a seguire e cogliere ogni spazio in cui si offrono possibilità. Perché una volta entrati sono sicuro, con impegno e anche immaginazione, che si possono aprire nuove prospettive".Nei tre giorni di rassegna sono in calendario 150 tra convegni, dibattiti., workshop, con l'intervento di oltre 300 relatori. Sono invece 500 le realtà presenti nella rassegna espositiva, suddivisa in due aree tematiche: Istruzione e Università, formazione, lavoro.
PUGNO DI FERRO
Derubava i pazienti    <br/>Sette anni di carcere

Derubava i pazienti
Sette anni di carcere

Sette anni di carcere e nessuno sconto al ladro 43enne che derubava i pazienti ricoverati in ospedale. Approffitava infatti assieme al complice della momentanea assenza nelle stanze dei degenti per appropriarsi di portafogli, bancomat e contanti che poi venivano trasferiti su carte prepagate. Una vicenda che ha coinvolto non solo Verona ma anche altre città del Veneto fino all'Emilia Romagna. A nulla è valsa la lettera dell'imputato che ha spiegato di aver agito per necessità rendendosi conto della gravità del fatto.
ARRESTO
Furto alla Swatch   <br/>Fermato veronese

Furto alla Swatch
Fermato veronese

Un giovane veronese di 22 anni è stato arrestato dalle Volanti per un tentativo di furto alla Swatch di Via Cappello. Fingendo di osservare la merce esposata e sfruttando la momentanea distrazione della commessa, impegnata con altri clienti, ha strappato un orologio da un espositore e si è lanciato di corsa verso l'uscita. Rincorso dalla commessa è stato immediatamente bloccato dagli agenti. Il ragazzo, con precedenti ha subito consegnato l'orologio ed è stato trovato in possesso di alcuni cellulari di cui non ha saputo spiegare la provenienza. Convalidato l'arresto resterà in carcere fino al processo del prossimo 10 dicembre.

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • TgVerona 7 giorni

    informazione
  • Rosso & Nero

  • TgVeneto

  • Studionews

    rubrica
  • Tg Gialloblu Live

    informazione sportiva
  • L'Opinione

  • TgVerona

    all'interno il TgGialloblu
  • La moglie in vacanza ...l'amante in città

    commedia (Italia/Francia 1980) di Sergio Martino con Barbara Bouchet e Edwige Fenech
  • Calcio: Hellas Verona - Fiorentina

    sintesi
  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Film della notte

Sondaggio

Sei favorevole ad una completa chiusura alle macchine della ZTL?

Tutti i sondaggi
L'Opinione
ON AIR
22.11.2014
TgGialloblù
ON AIR
23.11.2014
TgVeneto
ON AIR
22.11.2014
Rosso & Nero
ON AIR
21.11.2014