Scooterista contro auto  <br/>Bambina investita a Velo

Scooterista contro auto
Bambina investita a Velo

Uno scooterista srilankese è rimasto gravemente ferito in un incidente avvenuto poco prima di mezzanotte a Verona in Corso Milano, all'altezza della rotonda dell'Esselunga.E' il secondo incidente...

PATRONO
San Zeno in festa <br/>Domenica raddoppia

San Zeno in festa
Domenica raddoppia

Il maltempo ha avversato le prime tre giornate di "San Zeno in festa", la manifestazione organizzata dall'associazione "Amici" con il patrocinio del Comune di Verona per celebrare il santO patrono della città. Così il comitato organizzatore ha deciso di "raddoppiare" per domenica, giornata conclusiva. Così il 24 maggio gli stand enogastronomici saranno aperti già a mezzogiorno per chi vorrà pranzare in piazza; poi si terranno due concerti: alle 15 sarà recuperato uno degli eventi saltati in queste serate di pioggia, alle 21:30 si terrà il concerto di chiusura con Luca Bassanese.Il cantautore si esibirà con la Piccola Orchestra Popolare proponendo in particolare brani dal suo nuovo album. "Quando piove tutti cercano riparo tranne gli alberi che hanno altro a cui pensare" .
VIGILI DEL FUOCO
Incendio a San Massimo    <br/>Traffico deviato

Incendio a San Massimo
Traffico deviato

Attimi di paura nel tardo pomeriggio a San Massimo dove è scoppiato un incendio su un tetto di un fabbricato. Tempestivo l'intervento dei Vigili del Fuoco che hanno messo in sicurezza la zona. Sul posto anche la polizia municipale che ha deviato il traffico in Via Avogadro.
FIERA
Padiglione del vino   <br/>all'Expo: FOTOGALLERY

Padiglione del vino
all'Expo: FOTOGALLERY

Aperto dal 1 maggio, diventato già un luogo cult dell’Expo 2015, il Padiglione “VINO – A Taste of Italy”, il primo dedicato alla produzione vitivinicola nella storia dell’Esposizione Universale, inaugura oggi ufficialmente con l’opening day alla presenza del Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali, Maurizio Martina."Siamo la patria della biodiversità anche a livello vitivinicolo con quasi 500 varietà di uve registrate e proprio per questo abbiamo voluto un padiglione dedicato al vino italiano in Expo – dichiara il Ministro Maurizio Martina –. Questo prodotto rappresenta una metafora perfetta della capacità italiana di reagire alla crisi e di vincere la sfida globale. Se pensiamo al percorso fatto dagli anni ‘80 ad oggi capiamo appieno la potenza dell’esperienza vitivinicola italiana, che oggi vale oltre 14 miliardi di euro con più di 5 miliardi di export. Basta ascoltare le reazioni affascinate dei visitatori che scoprono dentro “Vino – A taste of Italy” storia, tradizione, innovazione di questo mondo attraverso i cinque sensi. C’è in mostra tutta la forza del vino, il legame tra saper fare e bellezza dei paesaggi viticoli, tra innovazione e sguardo al futuro. C'è in mostra l'Italia".Il Padiglione, realizzato dal Mipaaf con Veronafiere-Vinitaly seguendo le linee di un Comitato Scientifico nominato appositamente, è una installazione dell’architetto Italo Rota e racconta la storia del vino italiano, di Enotria, le radici e la profonda cultura che caratterizza questo prodotto di eccellenza dell’agricoltura italiana. Una storia fatta di conoscenza, di coraggio, di sapienza e duro lavoro; una storia, in primis, di amore per la terra, curata, alimentata, nei secoli protetta e custodita e che il Museo del Vino Lungarotti a Torgiano ha contribuito con il proprio prestito a raccontare, attraverso reperti archeologici di recipienti per bere il vino, appartenenti a tutte le epoche: da brocche e contenitori di oltre duemila anni fa, passando per esemplari rinascimentale settecenteschi, fino alle libere interpretazioni di artisti e designer novecenteschi e contemporanei.Rispondendo a EXPO2015 “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, il Padiglione del Vino mette in mostra davanti al mondo l’unicità e l’ineguagliabile biodiversità vitivinicola italiana da preservare, su cui costantemente lavora l’intero comparto con impegno. A testimonianza di tale missione comune il Padiglione ospita l’esposizione del progetto VIVA, The Italian style to measure and to improve the sustainability performance in vineyard and wine production realizzato dal Ministero dell’Ambiente in collaborazione con importanti produttori provenienti da tutta Italia.Il padiglione VINO – A Taste of Italy, attraverso le 1.400 etichette esposte nell’Enoteca del Futuro racconta così un patrimonio unico di 594 vitigni, di cui ben 544 autoctoni.Dietro ad ognuno di questi esiste una storia che va conosciuta per comprendere e apprezzare ogni singolo vino, ed è questa cultura che la Vinitaly International Academy con le sue attività formative porta nel mondo da tempo, e che ora che il mondo si riunisce a EXPO2015 condivide con i visitatori tra iniziative e eventi speciali.Con l’inaugurazione di oggi si intensifica anche il programma ufficiale dei numerosi appuntamenti che animeranno il padiglione.“Il vino nella tradizione gastronomica italiana” ha aperto questa mattina il ciclo “Sei Viaggi nell’Italia del Vino”, curato dal Comitato Scientifico, presieduto da Riccardo Cotarella, per approfondire le principali tematiche legate al comparto, dalla produzione alla scienza, dalla salute alla sostenibilità, fino alle prospettive per il futuro. A condurre l’evento importanti critici, esperti e editori accompagnati dagli chef stellati Heinz Beck e Niko Romito. I numerosi ospiti hanno brindato con gli spumanti Trentodoc accompagnati da una degustazione di prodotti di Casa Ferrarini.Il calendario proseguirà già da lunedì 25 maggio con la presenza ufficiale della Regione del Veneto che inaugurerà il proprio spazio nell’Enoteca del Futuro e l’inizio di un altro interessante ciclo, curato da Paolo Massobrio e Marco Gatti: “La Giostra dei Wine Bar” che ha l’obiettivo di far comprendere l’importanza anche per il business di far leva su conoscenza e cultura. Venti appuntamenti che ogni lunedì presenteranno con le degustazioni in terrazza i migliori wine bar italiani selezionati dal Golosario, dagli intramontabili ai più innovativi.In programma anche numerosi appuntamenti realizzati con il supporto di Civiltà del Bere e Gambero Rosso, che verranno segnalati nel corso della manifestazione attraverso il sito www.vino2015.it."Il Padiglione “Vino – A Taste of Italy” è un progetto che Vinitaly ha potuto realizzare su commissione del MIPAAF grazie ai suoi cinquant’anni di storia. È il punto di arrivo di decenni di esperienza maturata nel raccontare al mondo l’unicità del nostro comparto, sia a Verona che nei Paesi che costantemente tocchiamo con le nostre attività internazionali. Lo abbiamo però vissuto anche come un punto di partenza perché ci ha permesso in questi ultimi mesi, durante la promozione del padiglione stesso nell’ambito delle tappe di Vinitaly International, di rafforzare il messaggio e l’immagine di un’Italia che funziona e che ha prodotti, conoscenze e competenze esclusive da offrire al mondo. Un messaggio che continueremo a portare in modo incisivo oltre confine durante tutto il periodo dell’Esposizione Universale, a partire dal prossimo giugno a New York e subito dopo a Chicago" afferma Ettore Riello, presidente di Veronafiere."Il Padiglione è stato pensato proprio per parlare al pubblico che poco conosce questo meraviglioso mondo, soprattutto straniero, più lontano da noi non solo geograficamente ma anche come approccio e cultura. E se, come più volte abbiamo detto e condiviso, la conoscenza è elemento fondante anche per la crescita corretta e sostenibile del comparto in termini di business, metteremo a frutto nel corso di EXPO2015 anche tutte le importanti attività che abbiamo svolto nel tempo per portare delegazioni di operatori straniere in visita, così che quello stesso messaggio di biodiversità e qualità che portiamo loro costantemente possa passare anche attraverso la più che mai scenografica e incisiva cornice di “Vino – A Taste of Italy”" conclude il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani.
REGIONALI
Lunedì tre ministre    <br/>in Fiera per Moretti

Lunedì tre ministre
in Fiera per Moretti

A sostegno della candidatura di Alessandra Moretti a presidente della Regione Veneto lunedì saranno a Verona il Ministro per le Riforme Maria Elena Boschi, il Ministro della Pubblica Amministrazione Marianna Madia, il Ministro della Difesa Roberta Pinotti e la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani. L'appuntamento alle 21 nell'auditorium della Fiera di Verona. “Questa attenzione, inedita per il nostro partito locale e credo anche per la nostra città, significa il massimo sostegno del Governo alla prospettiva di cambiamento incarnata da Alessandra Moretti” spiega il segretario provinciale Pd Alessio Albertini "ma significa anche che se il Veneto non resta vicino al Governo, rischia di rimanere isolato. Solo con Alessandra Moretti e il centrosinistra la nostra regione può restare agganciata all'Italia e al cambiamento in corso”. "Faccio mie le parole pronunciate da Matteo Renzi a Vicenza", aggiunge Albertini: "C'è un'Italia che urla, che offende, che trova sempre un alibi su cui scaricare le colpe, e c'è un'Italia che prova a dare le soluzioni, che vuole un Veneto che prenda per mano l'Italia e torni a farla essere un Paese guida in Europa. Noi non abbiamo dubbi da che parte stare”.La candidata Pd Alessandra Moretti trascorrerà tutta la giornata di lunedì a Verona, dove girerà per le piazze e incontrerà i cittadini discutendo con loro come ha fatto in tutti questi mesi di campagna elettorale.
Sentinelle in piedi   <br/>per la famiglia naturale

Sentinelle in piedi
per la famiglia naturale

A tutela della famiglia naturale. In cento piazze d'Italia si sono ritrovati alla stessa (18) n...

RAGGIRO
Appartamenti con affitti    <br/>da sogno: è una truffa?

Appartamenti con affitti
da sogno: è una truffa?

Appartamenti da favola, con affitti da sogno. Ma il rischio truffa è in agguato. Di casi ce ne sono ormai a centinaia. A raccoglierne le segnalazioni un gruppo creato su Facebook dal nome inequivocabile “Anti truffatori Truffa Affitti”. Una delle ultime bufale riguardava un bellissimo trilocale all’interno del grattacielo in piazza Renato Simoni e sponsorizzato sul sito Attico.it. Arredato con mobili di lusso, al piano alto e con vista mozzafiato sulla città veniva affittato a soli 450 euro al mese, spese comprese. Un vero e proprio affare, vista soprattutto la location. Peccato che si trattasse di una truffa tentata da tale Erika Muller, sicuramente un nome di fantasia, che spiegava di voler affittare l’appartamento ad una persona fidata, dopo che la figlia aveva dovuto fare ritorno in Germania per una gravidanza. "Quando i prezzi sono davvero vantaggiosi - spiega Davide Cecchinato, presidente di Adiconsum Verona - bisogna fare una ricerca sulla referenza del proponente e verificare se ha avuto altre ssegnalazioni negative. Nel dubbio è bene anche rivolgersi alle associazioni dei consumatori per rendersi conto se ci sono stati altri casi simili".Inviando una caparra di 450 euro, si ricevevano poi le chiavi per visionare il bellissimo appartamento, pubblicizzato sul sito internet con foto mozzafiato. Ma le chiavi, ovviamente, non sarebbero mai arrivate"Io starei attento quando non c'è la presenza fisica del proponente - continua Cecchinato - perchè sono tantissimi gli stratagemmi impiegati per raggirare la gente. Attenzione agli acquisti a distanza, soprattutto se non avvengono attraverso circuiti referenziati".Uno schema che, cambiando i nomi degli inserzionisti, si ripete in centinaia di casi. Basta fare infatti una veloce ricerca su internet per imbattersi in offerte incredibilmente vantaggiose, pubblicate per lo più da nomi stranieri. Appartamenti messi in affitto a prezzi stracciati, che attirano nella trappola ignari cittadini"Quando si viene truffati bisogna depositare una denuncia alle autorità, affinchè facciano le indagini per identificare il truffatore. Poi consiglio sempre di rivolgersi alle associazioni dei consumatori per capire quali tutele dal punto di vista civilistico si possano adottare"."Se sono dei circuiti referenziati a pubblicare questi annunci - spiega Cecchinato - devono fare in modo che gli annunci siano verificati e che quindi non siano inserzioni che nascondano delle truffe per i consumatori". Quindi attenzione. Se trovate la casa dei vostri sogni ad un prezzo da favola, svegliatevi, perchè effettivamente è probabile che stiate sognando
REGIONALI
Moretti: Insulti in rete    <br/>e minacce di morte

Moretti: Insulti in rete
e minacce di morte

Alessandra Moretti, candidata per il centrosinistra alla guida del Veneto, ha postato sulla sua pagina Facebook una serie di insulti e minacce di morte rivolti a lei e al suo comitato elettorale "per via - scrive - della grande bufala secondo cui 'La Moretti invita i pensionati a mettersi in casa un immigrato' o 'La Moretti consiglia agli anziani di arrotondare la pensione accogliendo un immigrato'". "Sparati comunista di merda", "luridi schifosi", "mettili in casa tua gli stranieri, troia", "gli extra comunitari falli ospitare dai tuoi genitori, stronza", "prima o poi qualcuno ti ammazzerà": sono alcune delle frasi riportate da Moretti. Riguardo a quella che definisce "grande bufala" Moretti parla di una "menzogna ben orchestrata dal 'giornalismo' di destra".Secondo Alessandra Moretti, "bastava riascoltare la chiacchierata che ho fatto con David Parenzo sulla proposta del prefetto di Venezia" e sfida chiunque "a indicarmi il minuto esatto in cui io avrei formulato inviti e consigli di questo tipo". "Siamo oltre - dice su Fb - gli attacchi da campagna elettorale, è stato superato ogni limite. Invito tutte le persone oneste a condividere questo post, perché si possa ristabilire un minimo di verità e perché cose del genere non accadano più. Oggi il bersaglio facile è 'la Moretti', domani potrebbe essere una ragazza del mio comitato, la mia famiglia, un candidato che fa politica sul territorio o semplicemente chi esprime un'opinione in un bar o per strada". "Gli sciacalli - dice ancora - che fomentano l'odio per vendere qualche copia del proprio giornale o per raccattare qualche voto dovranno trovare altri argomenti. Io non mi fermo, vado avanti più determinata di prima".
FIERA
Expo, inaugurato    <br/>padiglione del vino

Expo, inaugurato
padiglione del vino

"Expo è il primo grande evento dopo la crisi ed è un grande catalizzatore per la ripresa": così il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, a margine dell'inaugurazione ad Expo del Padiglione del Vino, alla presenza del ministro per le Politiche agricole, Maurizio Martina, presidente di Veronafiere, Ettore Riello, e del direttore generale, Giovanni Mantovani. Il prossimo 28 maggio Confindustria inaugura ad Expo il suo padiglione e per l'occasione terrà proprio all'Esposizione la sua assemblea generale. E' la prima volta che l'assemblea viene fatta fuori da Roma. "Questo per sottolineare la centralità di Expo - ha detto Squinzi -. Il giorno dell'assemblea inaugureremo il nostro padiglione con una mostra che ha il migliore contenuto tecnologico e il più aderente al tema di Expo. Siamo molto soddisfatti".
Pauroso frontale    <br/>a Ossenigo: 2 feriti

Pauroso frontale
a Ossenigo: 2 feriti

Pauroso incidente, oggi pomeriggio alle 15.30 a Ossenigo, fortunatamente senza gravi conseguenz...

A TELENUOVO
Nozze gay, Salvini: Non    <br/>chiamiamoli matrimoni

Nozze gay, Salvini: Non
chiamiamoli matrimoni

"Rispetto le scelte di vita di chiunque ma sono contrario al matrimonio. Quello vero pretende la presenza di un uomo e una donna". Lo ha sottolineato nel corso di "Rosso & Nero" a Telenuovo, Matteo Salvini. "Rispetto tutti - ha aggiunto - gay, lesbiche, transessuali ognuno è libero di vivere come vuole. Allora riconosciamogli qualcosa: chiamiamole unioni civili, o qualcosa del genere ma scopiazzare il matrimonio non è giusto"."La legge Fornero non l'ho inventata io, l'immigrazione nemmeno. Questi sono problemi reali che i cittadini chiedono di risolvere" ha poi concluso il leader del Carroccio.
LEGA NORD
Salvini a Telenuovo:      <br/>Renzi alla canna del gas

Salvini a Telenuovo:
Renzi alla canna del gas

"Se gli rimane solo l'insulto sulle felpe di Salvini o sulla Lega brutta e razzista, vuol dire che sono alla canna del gas". Lo ha detto Matteo Salvini, segretario federale della Lega Nord, parlando del presidente del Consiglio. Salvini è tornato a parlare, fra l'altro, di immigrati, dicendo che "Renzi ne ha sbarcati più lui in un anno, che i governi con la Lega in 20 anni". Il leader della Lega è ospite in diretta su Telenuovo a "Rosso & Nero", dove si confronta con due esponenti di Sel e Ncd e risponde alle domande dei telespettatori."Renzi fugge, si nasconde, quando mai accetta un confornto così? Qui non verrà mai" ha detto Salvini che ha iniziato una "due giorni" elettorale in Veneto; questa sera sarà a Bovolone.Per il segretario della Lega Nord Matteo Salvini "non possiamo accogliere tutta l'Africa in Italia. Delle regole devono esserci: l'immigrazione regolare è positiva è quella irregolare alla Mare Nostrum è un casino".Salvini si è detto "tranquillo" sulle prossime regionali in Veneto. "Zaia è una persona onesta - ha spiegato - capace e amata non solo in regione. Pochi giorni fa ero in Puglia e l'unico ministro dell'Agricoltura che si ricordano è Zaia"."A Venezia si vota perché hanno arrestato il sindaco - ha aggiunto Salvini - la Lega non è mai stata sfiorata da un'inchiesta".
REGIONE
Tosi: Salvini arrogante,   <br/>Zaia è solo chiacchiere

Tosi: Salvini arrogante,
Zaia è solo chiacchiere

"Per il felpato lumbard in stile Casa Pound la nostra è un'avventura bizzarra? I veneti rispondano all'arrogante leoncavallino il 31 maggio!". Con questo tweet Flavio Tosi replica al segretario della Lega Nord, che aveva definito la discesa in campo del sindaco di Verona alle regionali in Veneto "un'avventura bizzarra".Poi sui campi rom il sindaco di Verona attacca il governatore uscente: "Come sempre Luca Zaia a parole risolve tutto, nei fatti non fa nulla: tutto chiacchiere e distintivo! Altro che ruspe e parole al vento, sull'argomento ha dormito 5 anni: la Regione del Veneto ha ancora una legge vigente che obbliga i Comuni ad istituire, nell'ambito della pianificazione urbanistica, un'area per nomadi". "Demagogia da quattro soldi - continua Tosi-, di chi predica bene e razzola male, come per i profughi che ha accettato di accogliere con un accordo con il Governo il 10 luglio dell'anno scorso. Per quanto riguarda i nomadi, la differenza tra noi e lui la dimostrano i fatti: a Verona è stato chiuso, nel giro di pochi mesi dal mio insediamento a sindaco, 8 anni fa, senza ruspe né proteste, un campo di nomadi rom che costava ai cittadini mezzo milione di euro l'anno ed era, secondo la magistratura veronese, una fucina di delinquenza". "Per quanto riguarda i sinti di cittadinanza italiana, presenti a Verona da decenni, abbiamo approvato un regolamento per un'area di sosta già esistente, denominata Forte Azzano, che stabilisce tra le altre cose, i criteri per l’ammissione dei nomadi all’area di sosta (possesso dei documenti d’identità validi per tutti i componenti della famiglia, la non disponibilità di altro alloggio, l’assenza di autorizzazione alla sosta in altre aree italiane e l’assenza di precedenti provvedimenti di allontanamento da aree di sosta). L’autorizzazione alla permanenza è di durata annuale e dietro pagamento di canone mensile; possono essere autorizzate soste provvisorie per la durata massima di quindici giorni. Costituirà motivo di revoca dell’autorizzazione alla sosta il reiterato inadempimento da parte dei propri figli dell’obbligo scolastico previsto dalla legge; la mancata vigilanza sui minori da parte di chi esercita la potestà parentale; la condanna per reati contro il patrimonio o le persone; il mancato pagamento del canone o dei consumi di utenze e raccolta rifiuti per un periodo superiore a tre mesi. Inoltre il Regolamento stabilisce infine che tra le cause di revoca e diniego di rinnovo dell’autorizzazione del singolo o del nucleo famigliare, essere stati arrestati o condannati anche in primo grado per reati contro il patrimonio, le persone e/o la Pubblica Amministrazione” conclude Tosi.
VANDALISMO
Vandali alla Fevoss,    <br/>spaccata al pulmino

Vandali alla Fevoss,
spaccata al pulmino

I vandali hanno preso di mira la Fevoss, la Onlus che si occupa di servizio di volontariato socio-sanitario. Questa notte è stato danneggiato un pulmino che la Fevoss utilizza per il trasporto di disabili e anziani: è stato fracassato il lunotto posteriore; il mezzo era parcheggiato a Casa Serena, la struttura gestita dalla Pia Opera Ciccarelli a San Michele Extra.Un gesto vandalico che non ha nessuna giustificazione. Pochi giorni fa un cuoco era stato aggredito da due malviventi entrati nella sede della Fevoss a Santa Toscana.
SANTA MARIA ANTICA
Santa Rita, rose e    <br/>devozione anche a Verona

Santa Rita, rose e
devozione anche a Verona

E’ una delle Sante più amate del mondo. Non a caso, nonostante provenga da Cascia in Umbria, santuari, statue, dedicate a Santa Rita sono sparse in tutto il mondo. La madre dell’impossibile viene definita, per la sua capacità di donare serenità a chi a lei si rivolge. Sarà proprio per questo che ogni anno anche Verona partecipa numerosa e commossa alle funzioni portando rose, fiori e riconoscenza. Come sempre è stata la Chiesa di Santa Maria Antica alle Arche Scaligere che ospita una statua della Santa a richiamare un gran numero di persone non solo della città. Ma perché proprio la Rosa? A circa 5 mesi dalla morte, dopo una vita spesa al servizio degli altri, un giorno d’inverno con la temperatura rigida e fuori la neve chiese a una sua parente di portarle una rosa del proprio orto. Tra l’incredulità generale nel giardino coperto di bianco un solo fiore era sbocciato, proprio quella rosa, divenuta il simbolo di Santa Rita. E Verona ricorda sempre l’appuntamento con profonda devozione.
SITO A RISCHIO
Niente fondi per scavi   <br/>A rischio Bolca

Niente fondi per scavi
A rischio Bolca

Studiosi, appassionati, scuole. Accorrono in migliaia ogni anno a Bolca a visitare il sito paleontologico più famoso d’Europa. Con i suoi fossili è diventata un vero e proprio punto di riferimento che però adesso si trova in seria difficoltà. A lanciare l’allarme Massimo Cerato, proprietario della Pesciara di Bolca, nell’incontro con Marco Ambrosini, ex assessore alla Cultura della Provincia e candidato per Flavio Tosi alle prossime regionali. Per il terzo anno consecutivo infatti, non verranno effettuati scavi a Bolca, poiché la Regione, nel bilancio 2015 non ha stanziato risorse da destinare alla campagna di scavo. Un danno enorme per un sito che vive legato alle novità date dalle nuove scoperte e proprio per questo mantiene il proprio fascino. Gli unici fondi stanziati da Venezia, 30mila euro, riguardano la sola promozione e dunque la stessa sopravvivenza di Bolca è messa a rischio. Ad aggravare tutto anche la concessione agli scavi rilasciata dal ministero dei Beni Ambientali al Museo di Storia Naturale di Verona scadrà a Dicembre 2015. Il tempo dunque si riduce sempre più e una delle risorse, invidiate da tutto il mondo necessita chiaramente maggior attenzione.
MEDICINA
Medicina Oggi, puntata   <br/>sul rene e il caldo

Medicina Oggi, puntata
sul rene e il caldo

In estate è fondamentale bere acqua. Anche se non si ha sete. Altrimenti, specie gli anziani, rischiano di andare incontro a problemi seri ai reni. Se ne parlerà nella prossima puntata di Medicina Oggi, lo speciale di Telenuovo che ha questa volta ospite il prof. Antonio Lupo, numero uno della nefrologia veronese. Il rene dell'anziano, anche quando sta bene, non è un rene giovane capace di adattarsi a problemi di disidratazione o di pressione. Non è un caso infatti che la maggiorparte di insufficenze renali acute, il quadro più grave dei danni regali, si verificano proprio in soggetti anziani. E l'estate è il periodo più difficile dell'anno. L'intera intervista al prof. Lupo andrà in onda domani sera, alle 20.05 e domenica alle 12.40 nel corso di "Medicina Oggi".
LIBRI
'All'armi siam leghisti'  <br/>Domani Salvini a Verona

'All'armi siam leghisti'
Domani Salvini a Verona

Il segretario della Lega Nord Matteo Salvini sarà domani sera a Bovolone, all'Hotel-Ristorante "Da Gianni", per la presentazione del libro "All'armi siam leghisti", come e perchè Matteo Salvini ha conquistato la destra, scritto dal giornalista Antonio Rapisarda. Tra gli ospiti oltre a Salvini e Rapisarda l'eurodeputato leghista Lorenzo Fontana e il giornalista Pietrangelo Buttafuoco. Inizio ore 21.
MUSICA
Bollani, Zilli, Smith:    <br/>Verona Jazz e Rumors

Bollani, Zilli, Smith:
Verona Jazz e Rumors

Sono stati presentati questa mattina dal consigliere comunale incaricato alla Cultura i festival “Rumors–Illazioni vocali” e “Verona Jazz 2015”, promossi dal Comune nell’ambito dell’Estate Teatrale Veronese. Le due rassegne si terranno al Teatro Romano dal 18 al 25 giugno. Presenti il direttore artistico dell’Estate Teatrale Veronese Gianpaolo Savorelli, il direttore artistico di “Rumors” Elisabetta Fadini e il responsabile di Eventi Verona Ivano Massignan, direttore organizzativo delle due rassegne. ll cartellone di “Rumors-Illazioni vocali” prevede per il 18 giugno il concerto del cantautore e musicista israeliano Asaf Avidan, che presenterà il suo nuovo album “Gold Shadow”. Il 19 giugno Patti Smith proporrà il suo primo album “Horses”, accompagnata dalla formazione che incise il disco nel 1975; prima del concerto sarà consegnato alla cantautrice un riconoscimento da parte della Città di Verona, per i suoi innumerevoli meriti in ambito artistico, culturale e sociale. Infine, il 20 giugno Nina Zilli porterà sul palco il suo ultimo album “Frasi&Fumo”. Il cartellone di “Verona Jazz 2015” prevede invece cinque serate di musica internazionale: il 21 giugno saliranno sul palcoscenico Paolo Fresu & Daniele Di Bonaventura; il 22 giugno in un tributo a Nino Rota si esibirà Richard Galliano; il 23 giugno sarà la serata dedicata al Village Vanguard con Elisabetta Fadini (voce narrante), John De Leo (voce), Fabrizio Bosso (tromba), Julian Oliver Mazzariello (pianoforte), Luca Alemanno (contrabbasso) e Nicola Angelucci (batteria); il 24 giugno Mauro Ottolini & Sousaphonix si esibiranno accompagnando le immagini del Buster Keaton Film Project; il 25 giugno, infine, Stefano Bollani porterà al Teatro Romano il concerto “Piano Solo”. Tutte le informazioni relative alle due rassegne e ai prezzi dei biglietti sono disponibili sul sito www.eventiverona.it.
CAMERA DI COMMERCIO
Verona, la Spagna     <br/>è più vicina

Verona, la Spagna
è più vicina

Verona da vivere per lavoro o per svago. La Camera di Commercio, l’Aeroporto Valerio Catullo e la Fondazione Arena hanno presentato una selezione dell’offerta turistica scaligera agli operatori turistici e ai giornalisti a Madrid, l'altro giorno, e a Barcellona, ieri. Due serate all’insegna del gusto e delle bellezze di Verona organizzate con la collaborazione della Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna cui hanno partecipato 380 operatori dell’incoming turistico spagnolo e un centinaio di giornalisti.Il presidente della Camera di Commercio di Verona, Giuseppe Riello, da Verona, esprime soddisfazione per la riuscita della manifestazione “il territorio scaligero è tutto da scoprire per il turista spagnolo che apprezzerà senz’altro il fascino della città di Giulietta. La Spagna è il 12esimo paese per flussi turistici in entrata in provincia con poco meno di 30mila presenza annue. Quest’anno Expo offre un’ulteriore occasione di visita in Italia. Possiamo agganciare parte di questi flussi, promuovendo Verona come destinazione. Occorre fare sistema per far conoscere maggiormente le bellezze di Verona all’estero poiché il turismo offre opportunità di business tutte da sviluppare” . Promozione che va sostenuta con un’adeguata offerta infrastrutturale, a cui rispondono i due voli diretti da Verona presentati dall’Aeroporto durante le serate: il Verona-Madrid di Iberia Express e il Verona-Barcellona di Vueling.“La prossima estate il mercato spagnolo sarà collegato con Verona grazie ai voli di linea diretti con Madrid e Barcellona - ha aggiunto Paolo Arena, componente di Giunta della Camera di Commercio e presidente dell’Aeroporto Catullo - I voli di linea si aggiungono ai collegamenti charter che rendono la Spagna e le sue isole una delle destinazioni principali per il nostro bacino, considerando che il mercato spagnolo vale per l’aeroporto di Verona oltre 145 mila passeggeri trasportati"
LESSINIA
L'85° Rav di Montorio al     <br/>l'ecomuseo delle trincee

L'85° Rav di Montorio al
l'ecomuseo delle trincee

Toccare con mano un pezzo di storia. Camminare tra le pareti di quelle «case» di roccia e fango che hanno vissuto le angosce e le speranze di giovani uomini, proprio come loro. In occasione del Centenario della Grande Guerra, la sezione scaligera dell'Associazione Nazionale Alpini e il suo circolo culturale "M.Balestrieri" hanno organizzato una gita particolare per gli uomini dell'85° Reggimento Addestramento Volontari "Verona". Sabato mattina una delegazione del Reggimento, attualmente comandato dal Colonnello Marco Simonini, visiterà l'Ecomuseo delle trincee della Lessinia, inaugurato ad agosto dello scorso anno dopo i lavori di restauro curati da circa 200 volontari coordinati da Flavio Melotti, consigliere della sezione veronese dell'ANA e ideatore del progetto. Ben 100 volontari in ferma annuale del primo blocco 2015, accompagnati dal Capitano Pierluigi Signor, potranno percorrere le trincee di Malga Pidocchio, prendendo coscienza di come fossero le «case» dei soldati dell'epoca. Ad accompagnarli, oltre a Melotti, ci saranno anche gli alpini del Gruppo Storico VI° Alpini battaglione «Verona» con le divise e le buffetterie dell'epoca. Sarà Melotti a illustrare le peculiarità dei camminamenti e dei manufatti utilizzati per proteggere i soldati dagli attacchi nemici, con i gradini di sparo e le cartucciere in parete recuperate dopo anni di abbandono. Un progetto che la sezione veronese dell'ANA con il presidente Luciano Bertagnoli e il suo predecessore Ilario Peraro, ha sposato fin da subito coinvolgendo tutti i propri associati nelle varie riunioni di zona e di gruppo. Nonostante la Lessinia non sia stata un teatro di guerra nel conflitto del '15-'18, anche sui monti veronesi è risuonato il rumore dei cannoni. «Tutto il sistema viabilistico degli alti pascoli che conosciamo ancora oggi, è stato creato proprio in quegli anni, con il fondamentale contributo anche delle donne - spiega Melotti -. È importante conoscere la propria storia, per evitare di commettere gli errori del passato». Un messaggio che la sezione veronese dell'ANA tramanda anche ai numerosi gruppi scolastici che in questi mesi visiteranno l'Ecomuseo.
AMBIENTE
Stop ai cartoni selvaggi  <br/>Amia potenzia raccolta

Stop ai cartoni selvaggi
Amia potenzia raccolta

In centro storico non ci saranno più pile di cartone fuori dai negozi. Lo ha deciso Amia che per risolvere la questione, anche da un punto di vista di decoro urbano, ha potenziato il sistema di raccolta del cartone. Come? Facendo girare lungo le vie del centro, sette giorni su sette, 365 giorni l’anno, questo camionicino dedicato esclusivamente a questo servizio. Gli imballaggi quindi non saranno più di intralcio, soprattutto in quelle strade come via Mazzini, Via Cappello e Corso Santa Anastasia, ma anche piazza Bra e piazza Erbe, dove è intenso il passaggio di turisti."Gli imballaggi - spiega il presidente di Amia, Andrea Miglioranzi - non devono essere esposti prima del passaggio del nostro operatore ma contemporaneamente al suo transito nei pressi dell’attività. Il servizio è attivo anche di domenica perché abbiamo tenuto conto delle aperture domenicali".Il rinnovato servizio di raccolta del cartone è in funzione dallo scorso 4 maggio dalle 8 alle 16 e ogni zona del centro storico ha un orario prestabilito per la consegna degli imballaggi. "L’impegno prioritario di Amia – prosegue – è quello di garantire e assicurare alla nostra meravigliosa città pulizia, igiene e decoro. Grazie ad una serie di servizi attivati, anche recentemente, come questo della raccolta domiciliata su segnalazione, è riconosciuta a livello nazionale come una delle città più pulite".
AGRICOLTURA
Banca Popolare, 20 mln   <br/>per danni grandine

Banca Popolare, 20 mln
per danni grandine

In seguito al maltempo che ha colpito duramente questa settimana le Aziende Agricole della provincia di Verona, la Banca Popolare di Verona (Gruppo Banco Popolare) offre un concreto supporto alle imprese che hanno subito danni, mettendo a disposizione un plafond complessivo di 20 milioni di euro a tassi di particolare favore.I finanziamenti speciali concessi sono destinati a far fronte ai danni subiti sulle colture e attrezzature funzionali alla normale attività, al fine di permettere quanto prima il ripristino della stessa.«Era necessario intervenire tempestivamente per sostenere un comparto che già l’anno scorso ha risentito delle pessime condizioni climatiche. – spiega Giordano Simeoni Responsabile della Direzione della Banca Popolare di Verona – un modo concreto per rimanere al fianco delle imprese del primo settore che conferma l’attenzione del nostro Istituto verso le emergenze del territorio».
STUDIO
Banca di Verona, bando  <br/>per 59 borse di studio

Banca di Verona, bando
per 59 borse di studio

Banca di Verona Credito Cooperativo di Cadidavid ha aperto il bando di concorso per le borse di studio riservate ai figli dei propri soci o clienti. Quest'anno a questa iniziativa l'istituto di credito ha destinato 24.950 euro, grazie ai quali verranno erogati assegni destinati a ben 59 studenti meritevoli che si saranno diplomati o laureati. Per chi termina il ciclo di studi superiori, ed è già cliente o lo diventa entro il 30 giugno, sono destinati premi che vanno da 200 a 250 euro, per chi consegue nei prossimi mesi la laurea di primo livello gli assegni vanno da 300 a 400 euro, per chi invece ottiene la laurea di secondo livello hanno un minimo di 500 euro ed un massimo di 700. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.bancadiverona.it
SERVIZI SOCIALI
Al Bano lunedì a Verona  <br/>per la Le.Viss

Al Bano lunedì a Verona
per la Le.Viss

Lunedì (inizio ore 9) al Circolo Ufficiali di Castelvecchio l'appuntamento con “C.S.E. a scuola” giornata conclusiva della quarta edizione del progetto di sensibilizzazione al dono di cellule staminali emopoietiche promosso dall’associazione Leucemia Vissuta - LE.VISS. All’incontro, ad ingresso libero ed aperto a tutta la cittadinanza, sarà presente come ospite d'onore Albano Carrisi. La leucemia è una tra le prime malattie che sono state curate con l’utilizzo di cellule staminali, ottenute mediante trapianto di midollo osseo che contiene le cellule staminali del sangue. Sostenere attivamente la ricerca e la conoscenza di questa malattia è l’obiettivo principale del progetto che, sulla base dell’esperienza raccontata nel libro “Ha ragione Vincenzo”, punta ad accrescere il coinvolgimento e l’interesse dei giovani sul problema.
COMUNE
Burraco, il 27 il 10°   <br/>torneo per i quartieri

Burraco, il 27 il 10°
torneo per i quartieri

Mercoledì 27 maggio, alle ore 15, al Circolo Ufficiali di corso Castelvecchio, si svolgerà il decimo e ultimo Torneo di Burraco per i quartieri. L’iniziativa è promossa dall’assessorato al Decentramento del Comune, in collaborazione con “Circolo Burraco Victoria” e “Circolo Cittadino Verona Bridge”, con la finalità di sostenere i progetti socio-sanitari delle organizzazioni di volontariato cittadine: Lilt, Abeo, gruppo sostegno Dba, Caritas baby hospital. In particolare, la raccolta fondi del 10° Torneo sarà devoluta a Caritas baby hospital. Le iscrizioni, con quota individuale di 5 euro, si possono effettuare preventivamente, chiamando il numero 349-3192927 dalle ore 9 alle 18, o direttamente in sala, prima dell’inizio del torneo, fino ad esaurimento dei posti disponibili.
SOCCORSO ALPINO
Ritrovato a Dolcè uomo       <br/>scomparso ieri da casa

Ritrovato a Dolcè uomo
scomparso ieri da casa

È stato ritrovato oggi pomeriggio in buone condizioni, ma in stato confusionale, E.M. 45 anni, di Sant'Anna d'Alfaedo di cui non si avevano più notizie da ieri mattina, quando era stato visto l'ultima volta sul luogo del lavoro. Attorno alle 14 di oggi, dopo il rinvenimento del suo furgone vicino a dei campi a Dolcè, è stato chiesto l'intervento del Soccorso alpino che con i vigili del fuoco e a un gruppo di parenti e amici ha avviato la ricerca. Dopo circa un paio d'ore, proprio un amico ha ritrovato l'uomo all'interno di un casolare in una vigna, dove aveva presumibilmente passato la notte. L'uomo stando ad una prima ricognizione medica stava bene, sebbene fosse assai confuso. Per la ricerca sono intervenuti il personale TAS (topografia applicata al soccorso) dei vigili del fuoco, il nucleo cinofilo e l’elicottero Drago 71 del reparto volo di Venezia. Presenti inoltre il personale della protezione civile, dei Vigili del Fuoco e dei carabinieri.
REGIONALI
Firme false Forza Nuova  <br/>Indaga Procura Venezia

Firme false Forza Nuova
Indaga Procura Venezia

Firme false per appoggiare la lista elettorale di Forza Nuova: la Procura di Venezia ha aperto un fascicolo sulla base della segnalazione pervenuta dalla Commissione elettorale. Nei giorni scorsi, come riporta il Gazzettino, il sostituto procuratore Walter Ignazitto ha fatto porre sotto sequestro tutta la documentazione utile, con l'obiettivo di accertare eventuali reati, come la violazione di quanto previsto nella legge elettorale. Le firme ritenute false appartengono a decine di avvocati del Foro di Venezia, i cui nominativi sarebbero stati utilizzati all'insaputa dei diretti interessati. Ad insospettirsi è stato il cancelliere del Tribunale incaricato di raccogliere le liste dei vari movimenti politici. Ha incrociato i legali nei corridoi del Palazzo di giustizia e ha chiesto loro conferma. Accertato che non sapevano nulla delle firme e che anzi molti di loro hanno esplicita simpatia per partiti di segno opposto, ha segnalato la circostanza, facendo aprire l'inchiesta. Il magistrato avrebbe già raccolto il nominativo della persona che ha autenticato le firme a Portogruaro. La lista di Forza Nuova non è stata ammessa alle elezioni regionali dalla Commissione elettorale perchè quest'ultima ha ritenuto non valide 800 delle circa 1800 firme presentate.
CRONACA
Mortale Dolcè, vittima  <br/>studiava a Verona

Mortale Dolcè, vittima
studiava a Verona

Studiava a Verona ed era una stella del tamburello Alice Magnani, la ragazza trentina di 22 anni morta ieri sera in un tragico incidente sulla statale del Brennero, a Dolcè. Poco dopo le 20, in prossimità di una semicurva, la Hyunday Getz su cui viaggiava la giovane si è scontrata frontalmente con una Bmw. Sulla zona al momento dell'incidente pioveva e l'asfalto era viscido per la pioggia. Nell'impatto la ragazza è morta sul colpo e i Vigili del Fuoco hanno potuto solo estrarre il corpo dalle lamiere. Alice Magnani frequentava l'Università di Scienze Neurologiche a Verona e giocava invece vicino a casa, a Sabbionara. Pur affetta da una malattia invalidante aveva vinto molti titoli e nel 2013 aveva ricevuto anche la medaglia d'oro al valore sportivo.
PROTESTA
Sky esclude Morosin,  <br/>sciopero dalla fame

Sky esclude Morosin,
sciopero dalla fame

Michele Favero, primo consigliere di Indipendenza Veneta, Cesare Busetto e Andrea Iacopini, rispettivamente vice primo consigliere e responsabile comunicazione per i contenuti digitali del movimento, dopo l’esclusione del loro candidato governatore per il Veneto Alessio Morosin dal confronto in programma questa sera a Sky Tg 24, ma in generale per la disparità di trattamento della maggior parte degli organi di stampa regionali, dal pomeriggio hanno iniziato lo sciopero della fame.Mentre una rappresentanza di Indipendenza Veneta si sta preparando a manifestare in maniera assolutamente pacifica questa sera in Piazza Ferretto a Mestre, bavaglio alla bocca e cartelli di protesta, Alessio Morosin è partito alla volta degli studi di Sky Tg 24 a Milano: “Busserò e chiederò di entrare, se non lo faranno, invito tutti i media, giornali esteri in primis, a una conferenza stampa”.
REGIONALI
Anche candidati veronesi <br/>a Vicenza da Renzi

Anche candidati veronesi
a Vicenza da Renzi

Il premier anticipa di qualche giorno la fine del tour di Moretti nei comuni capoluogo (la candidata del Partito Democratico toccherà Verona lunedì 25) e lancia la volata finale in una grande manifestazione regionale organizzata a Vicenza, dando la carica ai suoi "Se facciamo 6 a 1 ho detto ero contento in quanto avremmo recuperato 2 regioni rispetto a prima: ma non ho mai detto che qui non ce la faremo. Mi auguro anzi credo che alla fine faremo 7 su 7. E non parliamo male di Zaia, parliamo dei nostri programmi: noi siamo l'Italia che prova a trovare soluzioni, non siamo l'Italia che grida arrabbiata". Presenti per il Pd veronese Silvio Gandini e la capolista Anna Maria Bigon che, di ritorno da Vicenza, commenta "Vincere in Veneto e' possibile. Sono ancora più convinta, dopo l'incontro con il premier, che la vittoria in regione sia a portata di mano. Il Governo sta lavorando molto: riforme, ripresa economica e lavoro restano i nostri obiettivi. Eppoi abbiamo Alessandra Moretti, che ha dimostrato competenza, generosità e capacità in una campagna elettorale straordinaria che ha toccato tutti i comuni del Veneto. Insieme possiamo farcela".
REGIONE
Scontro Tosi-Zaia   <br/>sulla sanità veneta

Scontro Tosi-Zaia
sulla sanità veneta

Scontro sui numeri della sanità veneta tra i candidati alla presidenza della Regione Veneto, in particolare tra Luca Zaia e Flavio Tosi, in un confronto a quattro su Sky al quale hanno partecipato anche Alessandra Moretti e Jacopo Berti. Per Zaia i dipendenti che gravitano attorno al mondo della sanità sono 95.300, un comparto che non applica ticket regionali, l'irpef regionale e che ha abbattuto le liste di attesa per visite ed esami. "Siamo la sanità - ha detto - più virtuosa" con un bilancio in attivo e un potere di attrazione nei confronti dei pazienti di altre regioni. Numeri diversi quelli riportati da Tosi. "I dipendenti - ha precisato - sono 60.000, gli ospedali 49 e non 75 e il tasso di ospedalizzazione è di 7 giorni, ma si tratta della stessa media nazionale". Per migliorare la sanità la ricetta del sindaco di Verona è quella di risparmiare risorse attraverso la razionalizzazione dell'apparato burocratico.
CRONACA
A22, ladri inseguiti    <br/>a folle velocità

A22, ladri inseguiti
a folle velocità

Folle inseguimento sulla A22 lungo la carreggiata sud. Una banda di topi d'appartamento che nella notte ha messo a segno almeno due furti in altrettante abitazioni a Bressanone è stata intercettata e inseguita dalla Polizia. L'allarme per il personale della Stradale di Trento è scattato dopo una segnalazione di una Bmw X5 in viaggio a velocità sostenuta verso TrentoGli agenti si sono subito mobilitati, intercettando il Suv all'altezza di San Michele all'Adige: ma alla vista della pattuglia gli uomini a bordo della Bmw anziché fermarsi hanno pigiato ancor più sull'acceleratore, dando il là ad un inseguimento durato oltre un centinaio di chilometri.Di fronte al persistere dei fuggitivi, lanciati a velocità folle, la Stradale di Trento ha allertato i colleghi di Verona, che si sono mobilitati intercettando a loro volta la vettura.I ladri, vistisi a questo punto braccati hanno preferito abbandonare la macchina e tentare la fuga a piedi tra i campi. Hanno così bloccato la vettura in corsia di sorpasso, scendendo e fuggendo: due dei tre occupanti sono riusciti a far perdere le loro tracce, mentre il conducente è stato bloccato dagli agenti, dopo una colluttazione nella quale un poliziotto è rimasto contuso: si tratta di un 21enne moldavo irregolare in Italia e senza fissa dimora. Per di più, anche senza patente.A bordo dell'X5, risultata poi rubata in una delle case visitate dalla banda a Bressanone, è stato trovato anche il resto della refurtiva: preziosi, ma anche motoseghe ed altri attrezzi da giardinaggio, due biciclette e addirittura carne congelata.Il 21enne è stato trasferito a Trento dove gli sono stati contestati i reati di ricettazione, guida senza patente, lesioni, dopodiché è stato arrestato e condotto in carcere a Verona.
INCIDENTE STRADALE
Dolcè, tragico frontale  <br/>morta ragazza 22enne

Dolcè, tragico frontale
morta ragazza 22enne

Poco dopo le ore 20 di giovedì 21 maggio, i vigili del fuoco sono intervenuti per un grave incidente stradale lungo la SS 12 nel comune di Dolcè. L’incidente ha coinvolto due autovetture in Via Brennero, purtroppo a causa dello scontro una giovane ragazza 22enne della provincia di Trento ha perso la vita. I vigili del fuoco di Bardolino accorsi sul posto hanno estratto dalle lamiere dell’automobile la vittima. L’intervento è tuttora in corso per la messa in sicurezza dei veicoli e del luogo. Sul posto il 118 e la polizia stradale per la ricostruzione della dinamica dell’incidente.
DROGA
34enne stroncato     <br/>da overdose eroina

34enne stroncato
da overdose eroina

La droga torna ad uccidere a Verona. Un 34enne è stato stroncato da un'overdose di eroina. Il corpo dell'uomo è stato notato da un passante nella zona dei bastioni di Porta Palio, l'area dell'ex zoo in Circonvallazione Oriani; sul posto sono intervenuti i Carabinieri.
INCIDENTE
Guasto al paracadute    <br/>Muore giovane militare

Guasto al paracadute
Muore giovane militare

Era di stanza a Montorio, al 4° Reggimento Alpini Paracadutisti, il caporalmaggiore Fabio Comini, 26 anni, marchigiano, morto oggi durante un'esercitazione alla Folgore di Pisa. Aveva al suo attivo una 30a di lanci e missioni in AfghanistanA provocare il drammatico incidente, accaduto verso le 12, è stata la mancata apertura del dispositivo di emergenza del paracadute in dotazione al militare
ALLERTA METEO
Maltempo, allagamenti     <br/>ad Asparetto di Cerea

Maltempo, allagamenti
ad Asparetto di Cerea

Vale fino alle 24 di oggi l'allerta meteo emessa ieri dal centro funzionale decentrato della Protezione Civile regionale per il maltempo. Le piogge intense del pomeriggio hanno causato sinora fortunatamente pochi disagi: ad Asparetto di Cerea, due strade in prossimità della campagna si solo allagate e sono state chiuse dai Vigili Urbani.

Sondaggio

All'inizio della campagna elettorale chi vedi tra i favoriti?

Tutti i sondaggi

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

  • Studio News

  • Alè Verona: Parma - Hellas Verona

  • Cinema, cinema!

  • A qualcuno piace caldo

    commedia (Usa 1959) di Billy Wilder con Jack Lemmon e Marilyn Monroe
  • Tg Verona 7 giorni

  • Un genio, due compari, un pollo

    western (Ita 1975) di Damiano Damiani con Terence Hill e Miou-Miou
  • Film 2' serata

  • Film della notte

L'Opinione
ON AIR
23.05.2015
Verona in Diretta
ON AIR
22.05.2015
TgGialloblù
ON AIR
23.05.2015
TgVeneto
ON AIR
23.05.2015
Rosso & Nero
ON AIR
23.05.2015