App Telenuovo

Cà del Bue, stop dal Tar  <br/>Agsm: Rivalutiamo tutto

Cà del Bue, stop dal Tar
Agsm: Rivalutiamo tutto

Rivalutare la sostenibilità economica dell'impianto, attraverso la quantità di rifiuti annui certa da smaltire, decisa dalla Regione. E' la situazione ad oggi del progetto di Cà del Bue, dopo ...

Hellas Verona Telenuovo

CONTROLLI
Pasqua in città,    <br/>task force Municipale

Pasqua in città,
task force Municipale

La Polizia municipale ha rinforzato i servizi del week end pasquale aumentando il numero di agenti e coordinatori in servizio, tenuto conto il possibile aumento di cittadini e turisti che potrebbero riversarsi in città.Tutti i principali posti di servizio del centro saranno presidiati, da via Mazzini a via Cappello, da piazza Bra a piazza delle Erbe e piazza dei Signori.Altri agenti avranno il compito di monitorare la situazione sulle circonvallazioni e le direttrici di accesso alla città, intervenendo immediatamente in caso di incidenti o altri problemi che potrebbero rallentare la circolazione.I controlli riguarderanno anche i fenomeni di decoro e tutela generale per la prevenzione di accattonaggio molesto o esibizioni non autorizzate di figuranti e artisti di strada, il cui numero aumenta in occasione di festività, ponti, giorni a rilevante attrattività. La Polizia municipale invita cittadini ed automobilisti a prestare attenzione alla segnaletica stradale, parcheggiare solo nelle aree autorizzate o dove questo è possibile, controllare figli e bambini piccoli che, talvolta, sfuggono al controllo e si allontanano, creando così grande apprensione.
RAPINA
Scippa donna, marito   <br/>lo insegue e lo blocca

Scippa donna, marito
lo insegue e lo blocca

Ha scippato una donna che stava pedalando in bicicletta assieme al marito, ma è stato inseguito dall'uomo che con l'aiuto di un passante è riuscito a bloccare il ladro nel cortile di un condominio dove aveva cercato rifugio. E' successo a Verona, in via Santa Teresa, dove un 37enne residente a Villafranca, tossocodipendente, è stato arrestato con l'accusa di rapina impropria dagli agenti delle Volanti, allertati dal marito della vittima del reato. Il Gip ha convalidato l'arresto disponendo per l'indagato l'obbligo di presentazione quotidiano dai Carabinieri di Villafranca.
SECESSIOINISTI
Lega: Bene liberazione,  <br/>Stato risarcisca i danni

Lega: Bene liberazione,
Stato risarcisca i danni

"Esprimiamo soddisfazione per la scarcerazione di Franco Rocchetta e di alcuni altri indipendentisti veneti. Resta tuttavia una vergogna che lo Stato abbia agito nei confronti di queste persone con un'azione spropositata rispetto ai fatti. Ci chiediamo adesso chi risarcirà queste persone per i giorni che hanno ingiustamente passato in carcere per la sola colpa di aver espresso delle idee'': così in una congiunta le senatrici venete della Lega Nord Raffaela Bellot, Patrizia Bisinella ed Erika Stefani. ''Questo comportamento - aggiungono - non ha fatto altro che alimentare l'insofferenza e l'esasperazione del popolo veneto. Lo Stato deve rendersi conto che non può continuare ad ignorare il grido di dolore dei territori stanchi di essere vessati".
SENTENZA
Secessionisti liberi:   <br/>le motivazioni

Secessionisti liberi:
le motivazioni

"Si dichiara l'incompetenza territoriale del Tribunale di Brescia in favore di quello di Padova per tutti i reati contestati", e si esclude la "gravità indiziaria relativa alle contestazioni dei capi A e B", ovvero l'associazione eversiva ai fini di terrorismo. E' il passaggio principale - secondo quanto si apprende dai difensori degli indagati - dell'ordinanza del Riesame di Brescia che, invece, per i soli accusati della costruzione e custodia del tanko (ora ai domiciliari), trasferisce la competenza a Padova.Agli arresti domiciliari, confermati per l'ex 'serenissimo' Flavio Contin, sono stati posti Tiziano Lanza, Corrado Turco, Stefano ferrai e Michele Cattaneo. Soddisfatto il legale di Franco Rocchetta, Fabio Pinelli, il quale sottolinea "Allo stato, per il Tribunale della libertà di Brescia - spiega Pinelli - cade in modo inequivoco il reato più grave, ovvero la contestazione per coloro che secondo la Procura di Brescia avevano promosso (capo A) o partecipato (capo B) all'associazione eversiva ai fini di terrorismo. Quindi, restano solo l'accusa riguardante la costruzione e la custodia del 'tanko', la competenza territoriale passa a Padova". Naturalmente, osserva Pinelli, questa è una decisione 'interlocutoria', che attiene solo ai provvedimenti cautelari, non al giudizio di merito, e che la Procura di Brescia potrebbe decidere o meno di impugnare.
Scooter contro auto,  <br/>32enne muore a Malcesine

Scooter contro auto,
32enne muore a Malcesine

Un uomo di 32 anni di Tenno (Trento) ha perso la vita oggi pomeriggio sulla regionale Gardesana...

PREVISIONI
Pasqua, meteo Veneto  <br/>Cielo coperto e pioggia

Pasqua, meteo Veneto
Cielo coperto e pioggia

In Veneto il fine settimana di Pasqua e il lunedì di pasquetta saranno segnati dal maltempo o, nelle migliori delle ipotesi, di una diffusa incertezza su tutto il territorio regionale. Secondo le previsioni dell'agenzia regionale per l'ambiente del Veneto (Arpav), sabato nelle prime ore il meteo offrirà un cielo in genere molto nuvoloso o coperto, poi irregolarmente nuvoloso con schiarite soprattutto nel pomeriggio. Per quanto riguarda la pioggia si registreranno fenomeni da sparsi a temporaneamente diffusi, anche a carattere di rovescio o temporale, con probabilità alta (75-100%) sulle zone interne e medio-alta (50-75%) altrove. Il limite delle nevicate al mattino si abbasserà fino a 1100/1400 metri di quota. Le temperature minime subiranno un aumento in pianura e in molte valli, mentre in quota saranno perlopiù stazionarie. Il giorno di Pasqua, domenica, il tempo sarà variabile, con schiarite alternate ad addensamenti nuvolosi. Probabilità di qualche precipitazione, anche a carattere di rovescio o temporale. Le temperature subiranno in genere un contenuto aumento, salvo risultare stazionarie o in lieve calo nei valori minimi in montagna. Anche pasquetta sarà con tempo instabile, con prevalenza degli addensamenti nuvolosi rispetto a qualche possibile schiarita. Probabili precipitazioni da sparse a temporaneamente diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale. Temperature minime in lieve aumento.
GOVERNO
Zaia, Tagli alla sanità? <br/>Serve tavolo tecnico

Zaia, Tagli alla sanità?
Serve tavolo tecnico

Le bugie hanno le gambe corte. Dopo settimane di sdegnate smentite, Roma ha rimesso sul piatto la pietanza più amara che ci sia: altri tagli alla sanità, altri due miliardi tolti non si sa come e non si sa dove, senza l'indicazione dell'unico criterio di vera equità, cioè l'applicazione di criteri e costi standard. Se saranno veri risparmi, cioè tagli agli sprechi, al Veneto non andrà tolto nemmeno un euro, in caso contrario sarà lotta senza quartiere, in tutte le sedi e con tutti i modi legalmente e istituzionalmente legittimi". Con queste parole il Presidente della Regione del Veneto boccia senza appello le nuove possibilità di tagli nazionali alla sanità che stanno emergendo. "Vogliono fare le cose seriamente? - si chiede il Governatore - allora rivolgo al Governo nazionale una proposta serissima: dico sì ai tagli, ma chiedo che questi siano determinati euro per euro da un tavolo tecnico istituibile in poche ore tra Regioni benchmark e Ministeri competenti. In pochi giorni si potrebbero mettere sul tavolo le migliori pratiche esistenti e su queste tarare gli interventi". "In caso contrario - aggiunge il Presidente del Veneto - sarà fatta solo macelleria indiscriminata, colpendo in egual misura chi combatte ogni giorno per erogare sanità d'eccellenza a costi sostenibili, come il Veneto. Lo si è fatto per troppo tempo, ma qual tempo è finito. Mi chiedo come potranno giustificare - conclude - altri 150-200 milioni di euro tolti alla salute dei veneti, che pagano già tantissimo e stanno contribuendo uno per uno al grande lavoro di tutto il sistema sanitario che ci consente di tenere i conti in linea e di curare tutti al meglio possibile".
SPESA PUBBLICA
Coletto: Tagli sanità     <br/>sono errore madornale

Coletto: Tagli sanità
sono errore madornale

"Con altri tagli alla sanità, puntualmente ricomparsi dopo un mare di smentite, il Governo commette vari sbagli in una volta sola. Siamo molto preoccupati: adesso sono davvero a rischio il diritto costituzionale alla salute in generale e la tenuta dei conti anche nelle Regioni virtuose, come il Veneto". L'allarme viene dall'assessore alla sanità del Veneto Luca Coletto, che è anche coordinatore degli assessori alla sanità delle Regioni italiane. "L'errore è madornale - prosegue l'assessore - perché si rischia di togliere alla gente una sicurezza fondamentale, che lo è ancor di più in una congiuntura di crisi come quella attuale; di mettere in croce anche le eccellenze che invece sarebbero un prezioso volano economico utilizzandole come attrazione dall'estero, anche se pare che il nostro Governo non sappia che i Drg del Veneto e di altre Regioni italiane sono assolutamente competitivi rispetto ai costi e alle modalità assicurative che girano nel mondo; di mettere le mani nelle tasche di cittadini che hanno già dato". Sulla stessa linea anche il governatore del Veneto Luca Zaia.
Secessionisti, liberi   <br/>Chiavegato e altri 6

Secessionisti, liberi
Chiavegato e altri 6

I giudici del tribunale del Riesame di Brescia hanno disposto la libertà per sette dei secessi...

PODISMO
Un mese alla Straverona    <br/>E' corsa alle iscrizioni

Un mese alla Straverona
E' corsa alle iscrizioni

Manca un mese all’appuntamento più atteso del podismo veronese. Si stanno infatti delineando i tratti della 32° edizione della Straverona. La “corsa dei 20 mila” si svolgerà il prossimo 18 maggio e riproporrà i tre percorsi non competitivi di 5, 13, 21 km, con partenza alle ore 9 da Piazza Bra. La corsa alle iscrizioni è già partita, con possibilità di scegliere tra quota intera o quota ridotta, e da quest’anno si potrà anche optare per la nuovissima maglietta tecnica ufficiale di Straverona.La quota d’iscrizione con maglietta tecnica sarà di 10 euro (fino al giorno della gara, 18 maggio), mentre con pacco gara tradizionale sarà di 6 euro per chi si iscrive entro l’11 maggio, altrimenti 7 euro oltre tale data. La quota ridotta sarà invece di 2 euro fino all’11 maggio, e di 3 euro oltre tale data.
VERONAFIERE
Asphaltica, asfalto e  <br/>sostenibilità ambientale

Asphaltica, asfalto e
sostenibilità ambientale

E' in programma presso la Fiera di Verona dall'8 all'11 maggio la settima edizione (la prima nel capoluogo scaligero) di Asphaltica, l'unico Salone europeo dedicato all'intera filiera dell'asfalto e incentrato quest'anno sul tema della sostenibilità ambientale. La manifestazione, promossa dal Siteb (Associazione Italiana Bitume Asfalto Strade), si terrà in coincidenza con il Samoter. Gli espositori sono provenienti da ogni parte d'Europa (soprattutto dal bacino del Mediterraneo), in rappresentanza di tutta la filiera del bitume e dell'asfalto: dai produttori di bitume, alle imprese stradali, ai grandi produttori di impianti, all'industria delle membrane impermeabilizzanti, ai laboratori di ricerca, ai creatori di prodotti, additivi e nuove tecnologie. Diversi i momenti clou dell'iniziativa che prevede convegni, seminari e workshop organizzati dalle aziende partecipanti, durante i quali gli operatori del settore, gli enti pubblici, le università e le associazioni si confronteranno su aspetti tecnici, normativi e commerciali legati all'asfalto, alla viabilità e all'arredo urbano. Saranno in mostra novità tecnologiche all'insegna di tre parole chiave: sostenibilità ambientale, sicurezza e durabilità. L'evento sarà aperto, l'8 maggio, con la presentazione del progetto Siteb-Legambiente "La strada verde (Green road)". "Tutto il mondo che gravita intorno al bitume e all'asfalto sarà presente in modo compatto alla manifestazione - rileva il Presidente di Siteb, Carlo Giavarini - a dispetto della crisi che ancora investe il paese e il settore. L'aspettativa è grande e sono in molti a credere che Asphaltica farà da volano per la ripresa, sia del settore che del Paese".
ECONOMIA
Banco Popolare, aumento   <br/>sottoscritto al 99%

Banco Popolare, aumento
sottoscritto al 99%

L'aumento di capitale del Banco Popolare è stato sottoscritto al 99,138% per un controvalore complessivo di 1,48 miliardi di euro. E' quanto si legge in una nota in cui viene indicato che i diritti non esercitati saranno offerti in Borsa tra il prossimo 23 ed il 29 aprile.
CARABINIERI
Furti in casa, fermate  <br/>due nomadi minorenni

Furti in casa, fermate
due nomadi minorenni

La più grande, 16 anni, è stata arrestata perchè aveva numerosissimi precedenti. La più piccola, quindicenne, se l'è cavata con una denuncia (non la prima). Sono due sorelle nomadi minorenni, domiciliate in un campo di Bolzano, le autrici di un tentato furto in un'abitazione di via Cigno. Un residente ha notato uscire frettolosamente dal cancello di un'abitazione e ha chiamato il 112 che ha fermato le due giovanissime, che nelle borse nascondevano tutto l'armamentario necessario per lo scasso.
NOMINE
Urbanistica, Marchi    <br/>è il nuovo assessore

Urbanistica, Marchi
è il nuovo assessore

Il Sindaco Tosi ha nominato oggi Francesco Marchi assessore all'Urbanistica. L'ex segretario generale del Comune subentra agli assessori Casali e Paloschi. Oltre alla pianificazione urbanistica, a Marchi, 70 anni, sono state assegnate anche le deleghe all'edilizia privata, all'edilizia economica popolare, alle risorse comunitarie, estimo. “Una nomina non politica ma tecnica" ha spiegato il sindaco Tosi "che nasce dalla necessità di individuare una persona di alto profilo, di grande competenza professionale e con una conoscenza approfondita della macchina amministrativa". Marchi è stato segretario generale del comune prima con la giunta Zanotto e poi con la prima giunta Tosi. “Mi ritengo totalmente apolitico come tutta la mia carriera sta a dimostrare. Credo infatti di essere uno dei pochi Segretari generali in Italia riconfermati da Amministrazioni di diverso colore politico: sono stato nominato a Trieste dal Sindaco di centrosinistra Illy e riconfermato dalla successiva Amministrazione di centrodestra e anche a Verona sono stato chiamato da un Sindaco di centrosinistra e riconfermato da uno del centrodestra. Intendo lavorare quindi per il bene della città, cercando di far funzionare con la massima efficienza la macchina amministrativa, per dare risposte adeguate alle esigenze delle attività economiche e delle imprese, che hanno necessità di uscire dalla crisi e di ripartire" ha detto il nuovo assessore.
POLITICA
Lega antieuropeista,     <br/>la regia è veronese

Lega antieuropeista,
la regia è veronese

"Cosa succede il primo giorno senza l'euro? Che lin Italia si torna a lavorare". E' il pensiero della Lega che a Strasburgo ha siglato nei giorni scorsi la storica alleanza politica con Marine Le Pen. E la nascita di un fronte antieuropeista di cui Strasburgo comincia ad avere paura. "Non c'è coerenza politica nelle scelte dei nostri avversari, io credo che la forza del nostro gruppo sia che noi siano perfettamente coerenti politicamente. Noi sappiamo perchè la pensiamo così, apportiamo soluzioni e abbiamo tra noi una visione sui grandi soggetti europei che è estremamente vicina" ha detto la Le Pen durante l'improvvisata conferenza stampa nella sala al 2° piano del parlamento europeo, che ha sancito l'accordo con la Lega. Un incontro che doveva restare nell'ombra, tant'è vero che i protagonisti si erano dati appuntamento in un'ala del Parlamento solitamente meno frequentata, lontana dall'emiciclo che è il luogo dove si svolgono la maggior parte degli incontri e delle interviste ai deputati.Ma madame Le Pen oggi è il personaggio politico numero uno in Francia e dell'accordo con i leghisti italiani a Strasburgo e da li quello possibile con altri gruppi di euroscettici si parlava da tempo: "L'Unione Europea sta cominciando a capire che oltre allo scetticismo c'è dell'altro, c'è un progetto politico serio, c'è la volontà di creare una nuova Europa, più vicina ai territori, più vicina ai popoli europei. Noi amiamo l'identità dei popoli, l'Europa delle diversità, che difende i propri prodotti e la propria gente dall'immigrazione incontrollata che c'è in questo momento" ha spiegato Lorenzo Fontana, capogruppo europeo della Lega e vera mente dell'accordo Lega-Le Pen. Ma chi sono gli antieuropeisti? "Coloro che non condividono le politiche monetarie e quindi l'euro e altrettanto coloro che non condividono le politiche europee sull'immigrazione. L'euro è una moneta che ha distrutto la nostra e altre economie, ma anche la questione immigrazione è fondamentale. L'Europa favorisce l'immigrazione dei flussi continui, degli sbarchi, cerca di rendere addirittura sicuri i cosiddetti viaggi della speranza, noi invece pensiamo che si debba mettere in atto la politica dei respingimenti e degli aiuti a questi popoli in casa propria".
INCIDENTE
Auto contro treno, donna     <br/>è in prognosi riservata

Auto contro treno, donna
è in prognosi riservata

E' ricoverata in prognosi riservata all'ospedale di Borgo Trento la settantenne veronese che questa mattina ha invaso le rotaie di un passaggio livello finendo per essere centrata da un treno. L'incidente è accaduto a Barabò, sulla strada che da Salizzole porta a Nogara. Da una prima ricostruzione la donna, che era solita fare quel tratto di strada, a causa del sole abbagliante non ha visto il passaggio a livello chiuso ed ha proseguito la sua marcia, abbattendo le sbarre prima e finendo poi contro il treno regionale che collega Mantova a Monselice.Nell'urto la donna ha riportato diverse ferite, in particolare alle gambe ed è stata estratta dalle lamiere dai vigili del fuoco. L'incidente ha causato disagi al traffico ferroviario, chiuso nel tratto interessato dall'incidente.
INCIDENTE
Porcilana, motociclista   <br/>finisce in ospedale

Porcilana, motociclista
finisce in ospedale

Sarebbe stata la manovra non regolare di un'automobilista, un'inversione di marcia dove non era consentito, a provocare l'incidente avvenuto questa mattina sulla Porcilana nell'ultimo tratto in territorio di San Bonifacio. A terra un motociclista di cui non si conosce l'identità, prontamente soccorso dai sanitari della Croce Europa e dall'elicottero del Suem di Verona Emergenza.
INCIDENTE
Nogara, incidente     <br/>al passaggio a livello

Nogara, incidente
al passaggio a livello

Poteva avere conseguenze drammatiche l'incidente accaduto questa mattina in aperta campagna, nei pressi di Nogara, dove una donna di 76 anni alla guida della propria auto e in viaggio da Salizzole verso Nogara non si è accorta delle sbarre abbassate di un passaggio a livello e ha invaso le rotaie proprio mentre stava passando un treno. L'impatto è stato improvviso e inevitabile ma per fortuna il treno ha colpito l'auto solo di striscio, portandosi via comunque la parte anteriore della macchina. La conducente dell'auto è stata soccorsa sul posto, sedata e trasportata all'ospedale di Borgo Trento con ferite alle gambe. Nessun ferito tra i passeggeri del treno, l'Epr 43, un regionale che collega Mantova a Ferrara. Pare che la donna, abbagliata dal sole, non abbia visto le sbarre abbassate del passaggio a livello piombando così sulle rotaie proprio mentre stava passando il treno.
INTERROGATORIO
Accoltellò fidanzata:   <br/>E' viva per miracolo

Accoltellò fidanzata:
E' viva per miracolo

Si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti al gip, Enrico Sganzerla, il commercialista 42enne di Cerea arrestato con l'accusa di tentato omicidio per aver accoltellato in una discoteca di Vicenza la fidanzata Laura Roveri, 25 anni, di Nogara."Ancora una volta pessima scelta quella del commercialista che il giorno prima attraverso i difensori riferisce alla stampa che vorrebbe tanto vedere la ragazza che ha sgozzato chiedendo perfino che fosse lei ad andare a trovarlo" ha dichiarato uno dei legali della donna Agron Xhanaj commentando l’udienza. "Oggi - ha aggiunto -, invece che aveva proprio l’opportunità di chiarire il proprio gesto davanti al giudice, di chiedere all’autorità di trasmettere le scuse a colei che tanto vorrebbe vedere, poteva perfino, paradossalmente avanzare una richiesta di permesso di colloquio per colei che fino a tre giorni fa era la sua ragazza, ha deciso di non parlare, per organizzare meglio la propria difesa". Per il legale, "è solo un miracolo che Laura è viva perchè Sganzerla aveva fatto di tutto per ucciderla. L’ha salvata la voglia di vivere e reagire che caratterizza questa splendida donna".
TURISMO
Casa Giulietta, ok nuovo    <br/>ingresso e biglietto

Casa Giulietta, ok nuovo
ingresso e biglietto

La Giunta comunale di Verona ha approvato la delibera che dà il via al progetto per lo spostamento dell’entrata nel cortile della Casa di Giulietta da via Cappello al Teatro Nuovo, in piazzetta Navona, prevedendo nel contempo un biglietto di ingresso del costo di 2,50 euro a persona.La modifica sarà resa possibile grazie ad una convenzione tra il Comune di Verona e il Teatro Stabile, la cui firma è prevista tra qualche settimana. A quel punto, dopo un periodo utile ad attrezzare la struttura, la modifica sarà resa operativa. Il biglietto di accesso al cortile della Casa di Giulietta consentirà di visitare anche un percorso interattivo sul mito di Giulietta, di accedere al terrazzo e di assistere, due volte al mese nella giornata di sabato, alla rappresentazione del bacio di Giulietta e Romeo. “Questa modifica ci permetterà di rimodulare e mettere in sicurezza un luogo che, durante alcuni periodi dell’anno, risulta pericoloso per la presenza contemporanea di un elevato numero di persone in uno spazio ristretto – spiega l’assessore al Turismo Enrico Corsi – cambiando l’accesso sarà possibile regolamentare le entrate e mantenere il decoro del luogo che ad oggi, nonostante il lavoro di pulizia effettuato recentemente e la presenza di vigilanza, è ancora oggetto di atti di vandalismo". "Nessun cambiamento – aggiunge Corsi – riguarderà le attività commerciali presenti sul cortile poiché l’accesso sarà sempre garantito a chi vi si reca”.In base alla convenzione che verrà firmata, il concessionario non verserà alcun canone al Comune fino ai 200 mila euro. Al Comune spetterà il 70% degli incassi nella fascia da 200.001 a 2.000.000 euro, il 75 per cento nella fascia da 2.000.001 a 2.500.000 e l’80 per cento da 2.500.001 in poi.
CALCIO
Abete: La Nazionale     <br/>tornerà a Verona

Abete: La Nazionale
tornerà a Verona

La Nazionale Italiana di calcio tornerà a giocare a Verona: lo ha confermato oggi il Presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, Giancarlo Abete, nel corso di un colloquio telefonico con il Sindaco di Verona, Flavio Tosi. “Il presidente Abete – dichiara Tosi – nel confermarmi i buoni rapporti che esistono tra la FIGC e la Città di Verona, ha spiegato che la partita amichevole tra la Nazionale e il Lussemburgo del 4 giugno sarà giocata in una città dell’Italia centrale per motivi logistici, dovendo la nostra squadra partire dopo per il Brasile. Mi ha comunque assicurato che, nei prossimi giorni, avremo un incontro per definire una data per una partita degli Azzurri a Verona contro una squadra di cartello”.
PROTESTA
Ex Abital, lavoratrici <br/>incontrano il Prefetto

Ex Abital, lavoratrici
incontrano il Prefetto

Nuova protesta delle lavoratrici della Symbol, l'ex Abital di Parona, aziebda di abbigliamento del gruppo Corneliani che la propietà vuole trasferire in Slovacchia, chiudendo l'impianto veronese il prossimo luglio.Questa mattina è stato organizzato un presidio davanti alla prefettura, in piazza dei Signori. Poi una delegazione di rappresentanti sindacali ha incontrato il prefetto, Perla Stancari, che si è reso desponibile a contattare il prefetto di Mantova (dove ha sede il gruppo Corneliani), per verificare la situazione reale dell'azienda e sollecitare la proprietà ad un tavolo di trrattativa.Per martedì prossimo è strato organizzato un incontro delle lavoratrici con il sindaco di Verona, Flavio Tosi. A rischio ci sono 200 posti di lavoro.
25 APRILE
La politica si disarmi,  <br/>10mila per pace in Arena

La politica si disarmi,
10mila per pace in Arena

'Disarmare l'economia, la politica, l'esercito'', ''a vantaggio di investimenti per la pace''. Con questo obiettivo il 25 aprile sarà convocata nell'Arena di Verona ''un'iniziativa non violenta nazionale'' che radunerà persone, associazioni, movimenti di pace, solidarietà e volontariato per chiedere ''un'urgente politica di disarmo'', perché la ''resistenza oggi si chiama nonviolenza, la liberazione disarmo''. Attese 10 mila persone. L'iniziativa ''Arena di pace e disarmo'', promossa da reti, organismi e fondazioni, come Rete italiana disarmo, Libera, Forum del Terzo settore, Cgil, Arci, Acli, e presentata oggi a Roma, ''chiederà, con dibattiti, testimonianze e musica, una presa di posizione del governo'': ''Vogliamo una politica per il disarmo, che riduca le spese militari a vantaggio di investimenti per la pace - hanno spiegato i promotori - ciò che ci minaccia oggi non sono eserciti stranieri, ma povertà, disoccupazione, inquinamento'', per difenderci dai quali servono ''politiche di solidarietà, servizi sociali, risanamento ambientale e non armi''. ''Non è solo un problema legato alle armi - ha detto Alex Zanotelli, missionario comboniano, primo firmatario dell'appello che convoca il raduno - ma al sistema di morte. I dati dei Sipri ci dicono che nel 2013 sono stati spesi 1.747 miliardi di dollari per armi, 3,3 milioni di dollari al minuto. E' follia''. ''La pace - ha aggiunto, in un messaggio, monsignor Giancarlo Bregantini, presidente della Commissione episcopale Pace, Giustizia, Lavoro - resta la grande sfida dell'umanità. Le sfide aperte sono la condivisione e la spartizione del cibo; la scuola; il riapprofondire il senso delle cosiddette missioni di pace dell'esercito italiano nel mondo; la produzione delle armi'', perché ''la costruzione dei famosi F35 resta uno scandalo''. A Verona, hanno affermato gli organizzatori, parteciperanno anche don Luigi Ciotti, Susanna Camusso, Gad Lerner, Lidia Menapace e l'evento si concluderà con un concerto. Sul palco, tra gli altri, Simone Cristicchi ed Eugenio Finardi.''Durante il raduno - ha concluso Mao Valpiana, direttore di Azione nonviolenta - sarà lanciata una campagna per l'istituzione di un Dipartimento per la difesa civile, che riunisca i corpi di nuova difesa, come servizio civile e protezione civile''.
INTESA
A Strasburgo siglata     <br/>alleanza Lega-Le Pen

A Strasburgo siglata
alleanza Lega-Le Pen

Un incontro che doveva rimanere segreto, ma che segreto non è stato. E che ha sancito a Strasburgo l’alleanza europea tra la Lega del nuovo corso e Marine Le Pen, la leader del “Front National” francese. Accanto alla Le Pen il segretario federale del carroccio Matteo Salvini e lo stratega politico dell’operazione, il capogruppo europeo del carroccio Lorenzo Fontana. Il gruppo, che nascerà dopo il voto, raccoglierà il crescente sentimento antieuropeista “che si traduce “ ha detto la Le Pen “nella non condivisione della moneta unica e delle politiche europee in fatto di immigrazione”. “La Merkel? Fa gli interessi della Germania” ha detto la leader del Front National “il problema è che Hollande non fa gli interessi dei francesi e Renzi non fa gli interessi degli italiani e che questi interessi non coincidono con quelli della Germania”. “L’alleanza con la Lega? Condividiamo molte battaglie con loro” ha detto ancora la Le Pen. Soddisfatti dell’incontro i vertici del carroccio. Per Salvini “il primo giorno fuori dall’euro sarà il primo giorno di ritorno al lavoro. L’Europa? Ha una paura fottuta di quelli che la pensano come noi” ha detto il segretario leghista. “Oggi è una di quelle giornate che cambieranno la storia europea. Costruiremo la nuova Europa delle identitèà e vicina ai cittadini” ha detto Fontana.
ABUSIVISMO
Cave e rifiuti, blitz    <br/>Forestale a Fumane

Cave e rifiuti, blitz
Forestale a Fumane

Blitz del Corpo Forestale dello stato al Comune di Fumane. Questa mattina è scattata una perquisizione al municipio disposta dalla Procura di Verona che indaga sulle cave di Gorgusello. Nel mirino dell'inchiesta ci sarebbero capannoni abusivi e rifiuti che sarebbero stati interrati nelle cave. Gli uomini della Forestale, su mandato del pubblico ministero Beatrice Zanotti, hanno acquisito documenti riguardanti in particolare le concessioni alle cave, in alcune delle quali in precedenza sono stati compiuti sopralluoghi, in particolare per verificare se sono stati interrati bidoni contenenti scarti di fonderia, ritenuti rifiuti speciali.
UCRAINA
Presto in Veneto   <br/>i feriti di Kiev

Presto in Veneto
i feriti di Kiev

Tredici giovani rimasti feriti negli scontri in Ucraina della "primavera di Kiev" saranno curati da ospedali veneti e arriveranno a giorni in Italia. Lo ha annunciato il governatore Luca Zaia. L'iniziativa, nata da un accordo fra Veneto e autorità diplomatiche dell'Ucraina, porrà a carico del sistema sanitario regionale solo i costi di assistenza sanitaria e non quelli di trasporto.
TRASPORTI
Al via le vacanze: varia  <br/>l'orario dei bus

Al via le vacanze: varia
l'orario dei bus

In occasione delle festività di Pasqua, gli orari del servizio di trasporto pubblico veronese, subiranno alcune variazioni.Dal 17 al 19 aprile per gli autobus urbani adotteranno gli orari del sabato, domenica il servizio sarà sospeso mentre a Pasquetta, lunedì 21 aprile, varranno gli orari festiviPer il servizio extraurbano nel giorno di Pasqua e lunedì 21 aprile saranno in vigore gli orari festivi. Le corse regolari riprenderanno da martedi' 22 aprile, compresi tutti i servizi scolastici e i servizi di rinforzoGli orari del bus navetta per l'aeroporto Catullo di Villafranca non subiranno modifiche
POLIZIA
Faida tra bande rumene       <br/>uomo gettato ai cani

Faida tra bande rumene
uomo gettato ai cani

L'hanno gettato in una porcilaia, costretto, sotto la minaccia di un coltello, a fare il verso degli animali, e infine l'hanno chiuso in un recinto di rottweiler: è riuscito a scappare, ma alla fine i responsabili sono statiarrestati con le accuse di violenza privata, estorsione e sequestro di persona. E' successo nel veronese,dove la squadra Mobile di Verona ha arrestato due persone e indagate altre tre per aver organizzato, in seguito ad uno sgarro, una spedizione punitiva. Tutto è nato da una rissa tra due gruppi di romeni, l'8 marzo scorso. Il giorno dopo alcuni componenti di uno dei due gruppi si sono presentati a casa di due 'rivali' dicendo che volevano appianare la questione, invitandoli a fare un giro in auto. Le due vittime sono state portate in un campo dove è stata tesa la trappola: ad uno di loro, un italiano di origine sinti, ha puntato la pistola alla testa pretendendo di lavare l'onta con il versamento di 500 euro. L'uomo è stato quindi condotto ad un bancomat, senza alcun risultato perché non c'era denaro nel conto. L'altro giovane, invece, è stato prima gettato in una buca, scavata in una porcilaia, tra le ossa di animali, facendo capire che avrebbe fatto la stessa fine. Poi i sequestratori, con la minaccia di un coltello e di un coccio di bottiglia, hanno obbligato il malcapitato a fare il verso del gallo e del cane. Infine è stato gettato dentro un recinto per cani: quando il giovane ha visto che stavano per liberare due rottweiler è salito di scatto sul tetto di una cuccia, ha spiccato un salto oltre il recinto, fuggendo. La vittima ha trovato rifugio dentro un covone di fieno, uscendo solo un'ora più tardi per chiedere aiuto e chiamare il 113. Ad altri due, obiettivi della gang, è andata meglio: uno non è stato trovato, l'altro è stato difeso dal padre che ha chiamato la polizia. Per gli indagati l'accusa è di violenza privata, tentata estorsione e sequestro di persona. Accertamenti sono in corso nei confronti di altri romeni per valutare eventuali loro responsabilità nel raid punitivo.
FURTO
Abbandona la figlia per   <br/>rubare: arrestato dai CC

Abbandona la figlia per
rubare: arrestato dai CC

I carabinieri di Verona hanno arrestato un veronese di 25 anni con l’accusa di abbandono di minori e tentato furto aggravato.L’uomo ha lasciato la figlia di sei anni nei pressi di Parco San Giacomo, in Borgo Roma, e si è allontanato, invitandola a raggiungere un’amichetta perché lui doveva fare un servizio.Una passante, avendo notato la piccola, impaurita e sola, ha allertato i carabinieri che, giunti sul posto, hanno provveduto a tranquillizzare la minore e a ricercare il padre, già noto agli uomini dell’Arma, che lo hanno rintracciato poco dopo, sorprendendolo mentre stava rubando un ciclomotore.In particolare i fatti si sono sviluppati proprio tra il Parco San Giacomo e via Lussino dove il padre ha tentato di asportare lo scooter di un 27enne originario del Ghana ma da anni residente a Verona.Sul posto si sono portate due pattuglie di militari dell’Arma, una della Stazione di Ca’ di David che ha raggiunto la bambina e l’altra dell’Aliquota Radiomobile che ha rintracciato il padre.L’uomo, a seguito della convalida dell’arresto, è stato sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e si dovrà presentare il sabato, la domenica e nei giorni festivi dai Carabinieri di via Salvo d’Acquisto.
TRIBUNALE
Secessionisti, Riesame   <br/>deciderà entro 5 giorni

Secessionisti, Riesame
deciderà entro 5 giorni

I giudici del Tribunale del riesame di Brescia decideranno entro cinque giorni sulla richiesta di libertà presentata da gran parte dei 24 dei presunti secessionisti arrestati nell'ambito dell'inchiesta della Procura bresciana su un'organizzazione che avrebbe preparato l'indipendenza armata del Veneto.Nell'udienza di oggi, durata oltre sei ore, i giudici hanno acquisito una corposa documentazione ed ascoltato le arringhe dei difensori. "Sostanzialmente la discussione è stata incentrata sugli stessi canoni" ha dichiarato l'avvocato Luca Pavanetto, che difende quattro 'serenissimi', tra i quali Lucio Chiavegato, già leader del Coordinamento 9 dicembre al Presidio di Soave, e Corrado Turco, considerato l'ideologo degli indipendentisti. "C'è chi ha eccepito - ha spiegato Pavanetto - sull'incompetenza territoriale, chi sull'incostituzionalità; da parte nostra siamo anche entrati nel merito delle accuse mosse ai nostri assisiti, che non hanno mai fatto del male a nessuno". "I reati contestati - ha aggiunto - non trovano riscontro nel materiale raccolto nell'indagine e soprattutto non si possono processare le idee". "Speriamo - ha concluso il legale - che la decisione del Tribunale del riesame possa arrivare prima di Pasqua".
VINITALY
Expo 2015, dg Fiera  <br/>nel Comitato Vino

Expo 2015, dg Fiera
nel Comitato Vino

Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere, è stato nominato con decreto del Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali, Maurizio Martina, componente del Comitato scientifico del Padiglione del Vino dell'Expo 2015. Il decreto di costituzione affida al Comitato l'elaborazione delle linee strategiche e il compito di valutare le idee progettuali da promuovere nell'ambito del Padiglione del Vino. Oltre al direttore generale di Veronafiere, fanno parte del comitato Riccardo Cotarella, presidente Assoenologi, presidente, Raffaele Borriello, vice capo di Gabinetto del Ministero delegato all'Expo 2015, con funzioni di coordinatore, Piero Antinori, presidente Istituto Vino Italiano di Qualità - Grandi Marchi, Diana Bracco, commissario generale di sezione per il Padiglione Italia, Carlo Guerrieri Gonzaga, presidente Comitato Grandi Cru, Ruenza Santandrea, presidente Gruppo Cevico, Lamberto Vallarino Gancia, presidente Federvini, Domenico Zonin, presidente Unione Italiana Vini. La nomina di Giovanni Mantovani arriva a pochi giorni dall'annuncio, fatto dal Ministro Maurizio Martina, dell'incarico a Vinitaly di realizzare e gestire il Padiglione del Vino, sulla base della convenzione siglata tra Padiglione Italia e Veronafiere. "La scelta di Vinitaly - aveva sottolineato a Vinitaly Martina - è una scelta di competenza, esperienza e professionalità, fatta nella consapevolezza che possa assicurare al vino Italiano una importante e adeguata rappresentazione nell'ambito di Expo Milano 2015. Vinitaly è la manifestazione che più di ogni altra ha scandito e accompagnato l'evoluzione del sistema vitivinicolo nazionale e internazionale, contribuendo negli anni a rendere il vino una delle più coinvolgenti e dinamiche realtà del settore primario".
EUROPEE
Fratelli d'Italia, Ciro    <br/>Maschio è candidato

Fratelli d'Italia, Ciro
Maschio è candidato

Tra i candidati veronesi alle elezioni europee ci sarà anche Ciro Maschio, esponente storico di Alleanza Nazionale e fin dalla prima ora fondatore di Fratelli d'Italia nel Veneto, di cui è il Coordinatore regionale. Raggiunto telefonicamente a Roma, dove partecipava alla Direzione nazionale di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale, Circo Maschio conferma a tgverona.it che il suo nome è tra i candidati di punta del Nord-est.La lista definitiva sarà ufficializzata domani."Giorgia Meloni - ha dichiarato Maschio - mi ha proposto di candidarmi e, come sempre, nei momenti importanti credo che accetteró questa nuova sfida.Un anno fa abbiamo creato Fratelli d'Italia ed in soli 40 giorni abbiamo raggiunto il 2%, adesso i sondaggi ci danno al 3,9% e abbiamo 40 giorni per superare il 4% e riportare la destra nel Parlamento europeo".
VANDALI
Imbrattano panchine,  <br/>scoperti da un video

Imbrattano panchine,
scoperti da un video

Sono stati individuati grazie al sistema di videosorveglianza i responsabili di alcuni atti vandalici avvenuti nel parco del Campagnol, nel quartiere di Borgo della Vittoria, a san Martino Buon Albergo. Si tratta di alcuni giovani già conosciuti alle forze dell'ordine, tra i 18 e i 20 anni, che nei giorni scorsi hanno imbrattato con disegni e bestemmie delle panchine e delle strutture dell'area giochi.Nel video estrapolato dai vigili urbani si vedono tre giovani, di cui uno impegnato a imbrattare la panchina incurante del passaggio di alcune persone nelle vicinanze. Sono oltre una quarantina le telecamere attive a San Martino Buon Albergo e ottenute grazie a dei finanziamenti regionali reperiti alcuni anni fa dall'Unionvalli, l'alleanza amministrativa dei Comuni di San Martino Buon Albergo e Lavagno.
MALTEMPO
Temporali in provincia,      <br/>grandine e danni

Temporali in provincia,
grandine e danni

Grandine, una serie di temporali ha attraversato la provincia di Verona all’altezza della media pianura da ovest ad est: Condifesa Codive Verona, il consorzio per l’assicurazione agevolata in agricoltura ha ricevuto numerose segnalazione di danni da parte di imprese agricole delle zone.“Ci hanno segnalato per la maggior parte dei casi che si è trattato di grandine piccola dura ed in alcuni casi molto abbondante, in pochi casi si trattato di chicchi morbidi simili a neve oppure radi ma di notevoli dimensioni – spiega il presidente di Condifesa Codive Verona, Luca Faccioni – è presto per la quantificazione dei danni, dovranno uscire i periti. Gli agricoltori stimano che le perdite potrebbero essere ingenti. Del resto in questo momento gli alberi da frutta sono in fiore e le viti stanno germogliando, un momento molto delicato per queste colture”.Sono state colpite le coltivazioni nei comuni di Bussolengo, Sona, Sommacampagna, Pescantina, Villafranca di Verona, Valeggio sul Mincio: colpite quindi le coltivazioni dei peschi, e i germogli di kiwi. In alcuni casi la grandinata è stata molto abbondante. I temporali si sono poi spostati verso est colpendo i frutteti, in particolare i meli che sono già in produzione, nell’area di Buttapietra, Belfiore, Oppeano e Ronco all’Adige.Si segnalano forti grandinate anche a Montecchia di Crosara ed a Roncà. Pare che le celle temporalesche abbiano esaurito la loro potenza nell’area vicentina di Gambellara.Il Codive ricorda che la grandine colpisce a macchia di leopardo e la sua intensità e durata può variare molto anche su una superficie limitata.
CONTROLLI
Pass disabili ospedale,  <br/>solo cinque violazioni

Pass disabili ospedale,
solo cinque violazioni

La Polizia municipale di Verona, in collaborazione con l’Azienda Ospedaliera Universitaria, ha effettuato ieri e oggi una serie di controlli all’interno dell’area dell’ospedale di Borgo Trento per contrastare l’utilizzo irregolare di pass invalidi. 116 i veicoli - e relativi conducenti - controllati, dai quali è emerso un sostanziale rispetto delle norme sulla circolazione. Sono state infatti solo 5 le violazioni accertate a carico di altrettanti automobilisti, che avevano utilizzato il permesso invalidi di familiari o conoscenti per fini personali e non invece per esigenze del titolare, risultato assente. Uno di essi, 66enne veronese alla guida di una Cinquecento, è risultato anche senza patente, perché revocata nel 2008: perciò, oltre al ritiro del permesso, l’uomo è stato anche denunciato all’autorità giudiziaria. Una violazione si profila anche per la proprietaria del veicolo, sua compagna, che gli ha permesso di guidare nonostante la mancanza della patente. A suo carico è stata verbalizzata la violazione per l’incauto affidamento, che prevede una sanzione amministrativa di 389 euro. I controlli della Polizia municipale sono scattati ieri e oggi a seguito delle richieste della direzione dell’ospedale, che aveva notato la presenza di un numero elevato di auto con pass disabili all’interno della struttura. Dagli accessi irregolari derivano infatti gravi conseguenze sul numero di posti disponibili e quindi sulla fruibilità generale dei servizi ospedalieri. Le auto al servizio degli invalidi infatti possono sostare a tempo indeterminato e non solo per due ore, come riportato sul permesso temporaneo rilasciato dal personale di portineria al momento dell’accesso.
ENOGASTRONOMIA
Dal 17 al 21 aprile   <br/>Piazze dei Sapori in Bra

Dal 17 al 21 aprile
Piazze dei Sapori in Bra

Si terrà in piazza Bra, da giovedì 17 a lunedì 21 aprile, la 12ª edizione de “Le Piazze dei Sapori”, la manifestazione enogastronomica organizzata da Confesercenti Verona in collaborazione con l’assessorato alle Attività economiche del Comune e con il patrocinio dell’Ente Nazionale Italiano per il Turismo, del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, della Regione Veneto e della Provincia di Verona. La manifestazione è stata presentata questa mattina a Palazzo Barbieri dall’assessore alle Attività economiche Enrico Corsi, insieme al presidente di Confesercenti Verona Silvano Meneguzzo e al coordinatore della manifestazione Alessandro Torluccio. “Anche quest’anno – ha detto Corsi – con circa 100 stand provenienti da tutta Italia, sarà la più grande manifestazione enogastronomica che si svolge a Verona. In questi dodici anni l’evento è stato migliorato oltre che nell’offerta anche nel design e nella presentazione, infatti ben precise sono ormai le regole applicate per non coprire il Liston e per mantenere in ordine piazza Bra. La concomitanza con il periodo pasquale e le molteplici attività correlate alla manifestazione saranno un’attrattiva e un’occasione importante per i numerosi turisti che visiteranno la nostra città e per tutti i veronesi che rimarranno a Verona”. Come nelle edizioni precedenti, piazza Bra sarà suddivisa in aree contraddistinte da colori diversi: “Liston del gusto”, dove aziende selezionate, dalle ore 10 alle 24, proporranno in vendita i prodotti della tradizione italiana; “Dolcemente Verona” dedicata alle pasticcerie che per l’occasione divideranno lo spazio con le associazioni Abeo e All Together For Children, alle quali andrà parte del ricavato della vendita dei dolci Sfogliatine al Recioto e Piccola Arena; “Promoterritori” dove quest’anno sarà presente il Salento; “Gustare in Bra” dove 22 aziende proporranno in somministrazione piatti tipici italiani ed europei; “Dolci note” ossia l’area dedicata agli eventi; “Infoaziende” lo spazio dedicato alle ditte veronesi in mostra; “Italia in tavola” dove i visitatori potranno degustare menù creati in occasione dell’evento. La manifestazione sarà inaugurata giovedì 17 aprile, alle ore 17.30 con i “Tamburellisti di Otranto”. Tra gli altri eventi in programma: venerdì alle ore 18 alla Feltrinelli di via Quattro Spade “La cucina efficace” con lo chef Paolo Barichella, mentre sul palco di piazza Bra si terrà la sfida musicale “Le piazze dei sapori rock contest”. Sabato 19 aprile, dalle ore 19, doppio concerto con i “Regina Mab” e il cantautore “Colore”. Domenica 20 aprile, alle ore 18 si esibirà la band “The Glorous”, alle ore 19.30 sarà premiato il vincitore del concorso fotografico “Scatta il sapore” e alle ore 21 salirà sul palcoscenico la cantante veronese Veronica Marchi. Lunedì 21 aprile, dalle ore 10, sarà possibile partecipare alla “Piazzalonga”, un percorso guidato tra le vie del centro storico accompagnato da degustazioni, letture e musiche. Obbligatoria l’iscrizione sul sito www.lepiazzedeisapori.com, dove è possibile scaricare il programma completo della manifestazione.

verona informa

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Rosso & Nero

    diretta
  • TgVeneto

  • Informazione

    L'Opinione, TgVerona, Studionews
  • TgGialloblu Live

  • L'Opinione

  • TgVerona

    all'interno il TgGialloblu
  • Il grande paese

    western (Usa 1958) di William Wyler con Gregory Peck e Jean Simmons
  • Film di seconda serata

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Film della notte

BancoPopolareTelenuovo

Sondaggio

Saresti favorevole ad un Veneto Stato indipendente?

Tutti i sondaggi
L'Opinione
ON AIR
17.04.2014
TgGialloblù
ON AIR
18.04.2014
TgVeneto
ON AIR
18.04.2014
Rosso & Nero
ON AIR
18.04.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Prima Serata
ON AIR
11.04.2014

BPV YOUBANKING


 

auditeL MARZO 2014 telenuovo

Promo palinsesto

I più visti della settimana

Studionews Rete Nord Pubblicità