Mazze e catene in auto  <br/>Denunciato 25enne

Mazze e catene in auto
Denunciato 25enne

I Carabinieri di Peschiera del Garda hanno denunciato per porto abusivo di armi un 25enne di Castelnuovo del Garda: sabato sera era stato controlato con altri tre coetanei a bordo della sua auto...

VERE STORICHE
Auto storiche, dall'Asi   <br/>lauree a quattro ruote

Auto storiche, dall'Asi
lauree a quattro ruote

L'Università e quella dell'Asi, l'Automotoclub storico italiano. L'organizzazione, invece, dell'Historic Cars Club di Verona. Gli studenti ammessi all'esame tutti a quattro ruote; e rigorosamente originali. Si sono svolte nel fine settimana le verifiche di autenticità delle auto storiche da parte dell'Asi, vera e propria Università nel settore. A richiedere il prezioso certificato i possessori di auto tra i 20 e i 30 anni o più vecchie di 30 anni che abbiano mantenuto tutti i pezzi originali. Decine le auto sottoposte alle verifiche. Tra queste due vecchissime Alfa Romeo, una Aston Martin, una Mg, una vecchia Alpine Rally della Renault, mentre tra i modelli più conosciuti una Dodge in uso alla polizia americana, le Lancia Fulvia, una Delta Hp del team Martini Racing (rally), una Thema-Ferrari, una Bianchina Giardinetta e delle "mitiche" A112.
POLIZIA MUNICIPALE
Commercio abusivo in Bra  <br/>Controlli e sanzioni

Commercio abusivo in Bra
Controlli e sanzioni

La Polizia municipale ha effettuato ieri sera un servizio per la prevenzione del commercio irregolare in piazza Bra, fenomeno particolarmente presente durante le serate della stagione lirica e in occasione di altri eventi. La presenza degli agenti sul Liston, dove spesso si assiste al lancio di giocattoli luminosi volanti, oltre che all’offerta, a seconda del meteo, di impermeabili ed ombrelli, ha di fatto impedito ai venditori irregolari di esercitare il loro commercio. Durante il servizio sono state controllate 24 persone presenti in zona, tutte di nazionalità pakistana ed età compresa tra i 30 e 40 anni, molti già noti alla Polizia municipale per precedenti episodi di vendita irregolare. Uno di essi è stato trattenuto presso il Comando di via del Pontiere, poiché completamente sprovvisto di documenti. Avvisato il magistrato di turno, gli accertamenti sull’identità sono proseguiti oggi fino a tarda mattinata, quando l’uomo è stato rimesso in libertà. Durante il servizio anti-commercio abusivo è stata anche recuperata una borsa contenente un’ottantina di girandole luminose volanti. Questa mattina una pattuglia del Reparto Territoriale è intervenuta in via Pallone per controllare la zona del parcheggio dei bus turistici, dove talvolta sono in attività commercianti irregolari. Un venditore di 37 anni, pakistano, è stato multato perché esercitava l’attività di vendita senza alcuna autorizzazione. All’uomo sono stati anche sequestrati cinque ombrelli e dieci impermeabili, proposti ai turisti in transito.
AEROPORTI
Catullo, azionisti danno   <br/>via libera a Save

Catullo, azionisti danno
via libera a Save

L’assemblea degli azionisti di Catullo Spa, societa? di gestione degli aeroporti di Verona e Brescia ha deliberato oggi il conferimento delle quote dei soci fondatori e del socio Provincia di Trento alla newco Aerogest srl. Inoltre l’assemblea ha dato il benestare alla vendita delle quote da parte del Comune di Villafranca a Save Spa, societa? di gestione degli aeroporti di Venezia e Treviso, procedendo nel percorso per la costituzione del sistema aeroportuale del Nord Est, attraverso l’integrazione con la stessa Save.L’obiettivo dell’integrazione strategica tra Catullo Spa e Save Spa e? promuovere una gestione coordinata e sinergica degli aeroporti e dotare il sistema del Nord-Est, attraverso l’apporto di soci privati, delle risorse e della massa critica necessarie per competere sul mercato internazionale, confermando il legame con il territorio e il ruolo di servizio nei confronti della comunita? locale garantito dagli azionisti pubblici.l’Assemblea ha espresso l’insussistenza di impedimenti al conferimento delle partecipazioni societarie della Camera di Commercio di Verona, del Comune e della Provincia di Verona e della Provincia di Trento nella societa? Aerogest srl. Allo stesso modo, l’Assemblea non ha rilevato ostacoli alla cessione, da parte del Comune di Villafranca, delle azioni della societa? a Save Spa, come deliberato dal consiglio comunale di Villafranca lo scorso 27 giugno.Tali operazioni rappresentano due passaggi significativi e propedeutici all’ingresso di Save Spa nell’azionariato di Catullo Spa e quindi alla creazione del sistema aeroportuale del Nord-Est. La costituzione del polo aeroportuale contribuira? all’integrazione degli aeroporti di Verona e Brescia con quelli di Venezia e Treviso in un sistema competitivo da un punto di vista economico– finanziario, in accordo con le prospettive di crescita definite nel Piano industriale di Catullo e in linea con il Piano Nazionale degli Aeroporti, che auspica la creazione di reti aeroportuali gestite in modo coordinato.L’Assemblea ha anche approvato all’unanimita? il bilancio dell’esercizio 2013, chiuso con una perdita pari a € 3,2 milioni, in miglioramento per € 8,4 milioni rispetto al risultato dell’esercizio precedente.
AEROPORTI
Catullo e Brescia, altro   <br/>trimestre in crescita

Catullo e Brescia, altro
trimestre in crescita

Nel mese di giugno, con oltre 330 mila passeggeri trasportati, l’aeroporto di Verona ha registrato un incremento del traffico pari al 2% rispetto allo stesso mese del 2013, proseguendo il trend positivo avviato ad aprile (+8,8%) e già confermato a maggio (+6,7%). Il secondo trimestre del Catullo si chiude quindi con una movimentazione di oltre 760 mila passeggeri, in crescita del 4,9% rispetto all’anno precedente. Sempre nel trimestre i voli di linea hanno interessato 609 mila passeggeri, con un crescita del 10,4%. A tale risultato hanno contribuito in modo significativo i 17 nuovi voli nazionali e internazionali che, a partire dall’avvio della stagione estiva, hanno ampliato l’offerta dell’aeroporto di Verona. In particolare, nel mese di giugno sono entrate in servizio 6 nuove tratte (Barcellona, Crotone, Edimburgo, Ginevra, Leeds e Zurigo); il quadro si e? appena completato con l’avvio dei collegamenti con Zante e Mostar. Continua invece la flessione del segmento charter (-24,8% a giugno; -11,2% nel trimestre), che sconta il risultato negativo dei collegamenti con l’Egitto (-46% nel mese di giugno) a causa della persistente instabilita? del Paese. La sospensione dello sconsiglio di presenza della Farnesina del 17 luglio scorso potrebbe consentire la ripresa del traffico per Sharm El Sheikh.Nel secondo trimestre dell’anno, invece, Brescia Montichiari ha movimentato oltre 13,5 mila tonnellate di merci, registrando un forte incremento rispetto allo stesso periodo del 2013, +28,9%, grazie soprattutto al considerevole aumento di traffico gestito a maggio, in corrispondenza del trasferimento di voli merci e charter da Orio al Serio. In quel mese infatti il D’Annunzio ha ospitato oltre 500 voli cargo. I risultati del trimestre hanno contribuito alla crescita del traffico merci registrato nella prima meta? dell’anno, pari all’11% (22,4 mila tonnellate). Nel trimestre l’aeroporto ha movimentato 7 mila passeggeri, prevalentemente voli executive e voli charter, che nei primi sei mesi dell’anno hanno raggiunto quota 11,2 mila, con una crescita del 38% rispetto al primo semestre dell’anno passato.
Profughi, Prefetto:   <br/>Appello alle Onlus

Profughi, Prefetto:
Appello alle Onlus

Verona ne sta ospitando 174. Sono soltanto alcuni della migliaia di profughi sbarcati a Lampedu...

TRAFFICO
Maltempo sul lago   <br/>Turisti verso il centro

Maltempo sul lago
Turisti verso il centro

Il maltempo sul Lago di Garda ha provocato un notevole aumento del traffico sulla tangenziale che porta a Verona. Centinaia di turisti hanno infatti lasciato le rispettive zone di villeggiatura per una visita in centro. Soprattutto tedeschi, ma anche olandesi, danesi e norvegesi hanno scelto una mattinata lontano dal lago visti i forti temporali e le abbondanti piogge con grandine di questa mattina. Maltempo che dovrebbe durare anche nei prossimi giorni.
ARGOMENTO
Incidente in autostrada   <br/>Due persone ferite

Incidente in autostrada
Due persone ferite

Due persone sono rimaste ferite a seguito di un incidente avvenuto sull'A4 in direzione Milano. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco.
SANITÀ
Veneto, a settembre stop <br/>a ricetta rossa farmaci

Veneto, a settembre stop
a ricetta rossa farmaci

Dal primo settembre in Veneto i cittadini che richiederanno una prescrizione farmaceutica al proprio medico di medicina generale riceveranno un promemoria stampato su carta bianca con il quale potranno recarsi in farmacia e ritirare il farmaco prescritto. Scompare così la ricetta rossa farmaceutica che, grazie al percorso di dematerializzazione delle prescrizioni realizzato in seno al progetto Fascicolo Sanitario Elettronico regionale, non ha più ragione di esistere. Si completa in questo modo la seconda fase di digitalizzazione del processo di produzione ed erogazione delle ricette realizzato grazie ad un collegamento telematico tra medici, azienda sociosanitaria di riferimento, farmacie, Regione e Ministero dell'Economia. Un sistema che, in linea con le norme regionali e nazionali in materia, offre soprattutto un'occasione per migliorare il servizio direttamente al cittadino. Arsenàl.it, consorzio per la sanità digitale di tutte le Ulss e aziende ospedaliere del Veneto, che coordina l'iniziativa nell'ambito del progetto Fascicolo Sanitario Elettronico regionale, ha calcolato che grazie alla ricetta dematerializzata il sistema sanitario regionale risparmierà ogni anno 3.244.901 euro. Tutto ciò è possibile grazie alla messa in rete dei medici di medicina generale (3.332) e dei pediatri di libera scelta (580): oggi il 98% dei medici risulta collegato in rete ed inviante la ricetta dematerializzata. "Siamo di fronte a una pietra miliare - sottolinea l'assessore alla Sanità Luca Coletto - di un cammino di informatizzazione iniziato solo 4 anni fa, quando tutto era ancora a livello pionieristico e sparso a macchia di leopardo. Abbiamo investito in termini economici e di professionalità giovani e moderne come quelle espresse da Arsenàl.it ed ora iniziamo a raccogliere i frutti: cospicui risparmi di spesa, cioè soldi che rimangono nelle tasche della gente, agevolazioni e sburocratizzazione per gli utenti, miglioramento dell'operatività delle strutture sanitarie in termini di tempi ed efficienza. A più riprese - aggiunge Coletto - il Governo nazionale, Ministri, esperti di spending review, hanno indicato nell'informatizzazione una delle risposte più incisive per migliorare la spesa e i servizi. Oggi con orgoglio dico loro: il Veneto c'è!". A fronte del grande impegno dei medici e delle farmacie per aggiornare i propri sistemi informativi, la novità che andrà a regime il primo settembre non implica cambiamenti particolari per il cittadino che, al posto della ricetta rossa farmaceutica, riceve un promemoria bianco contenente due codici: il numero di ricetta elettronica ed il codice fiscale dell'assistito. Con questo può recarsi alla farmacia preferita e ricevere il farmaco prescritto dal proprio medico. La dematerializzazione sarà successivamente estesa alle prescrizioni specialistiche erogate dai medici delle aziende. Il processo di digitalizzazione sarà chiuso completamente dal 2015 quando la ricetta rossa scomparirà del tutto e al cittadino basterà recarsi in farmacia con la propria tessera sanitaria per ricevere il farmaco prescritto. Tutto questo garantisce agli assistiti del sistema sanitario veneto maggiore sicurezza, tempi più rapidi nell'erogazione dei servizi e contenimento della spesa sanitaria. In Veneto vengono prodotte circa 60 milioni di prescrizioni, delle quali 40 milioni di farmaceutiche e 20 milioni di specialistiche. I risparmi derivanti dalla dematerializzazione della ricetta rossa sono stati calcolati in 3.244.901 euro ogni anno (tenendo conto del costo-opportunità del personale delle aziende, del costo delle ricette e del costo dei servizi di gestione della ricetta cartacea) per il sistema sanitario regionale veneto.
Multe, a Verona costano  <br/>88 euro a patentato

Multe, a Verona costano
88 euro a patentato

Al nord se ne danno più che al sud. Stiamo parlando della multe, valutate in una speciale class...

METEO
Maltempo, in arrivo     <br/>altra pioggia

Maltempo, in arrivo
altra pioggia

Dopo la bomba d'acqua che stamattina ha colpito il veronese, in particolare la zona del Garda, altri fenomeni sono previsti per le prossime ore. L'aggiornamento delle previsioni meteo indicano infatti possibiltà di altri rovesci, anche a carattere temporalesco per il pomeriggio e la notte. Stamani, intanto, cantine e scantinati allagati in particolare sul lago, a Lazise, Garda e nel comune di Peschiera. Decine gli interventi dei Vigili del Fuoco. Disagi molto più contenuti in città. L'intervento più significativo per la fuoriuscita di acqua da un tombino in via Torbido che ha allagato la strada e ha richiesto l'intervento di Amia.
CONGRESSO LEGA
Indipendenza, Salvini:      <br/>Puntiamo sul Veneto

Indipendenza, Salvini:
Puntiamo sul Veneto

"Puntiamo molto sul Veneto perché se la strada dell'indipendenza la apre il Veneto non ce n'è per nessuno. Ci aspetta un autunno effervescente però dovremmo fare anche qualcosa che va al di là". Lo ha detto ieri Matteo Salvini dal palco del congresso di Padova della Lega. "Ho bisogno di gente disposta, nel momento in cui ci fosse in ballo il futuro dei nostri figli o di posti di lavoro - aggiunge - a infrangere il codice civile e penale. Bisogna essere pronti a farlo, non bastano gli applausi altrimenti 'Fonzie' come un rullo compressore annienta tutto"."Il bancomat obbligatorio fa parte dei disegno del regime, prendiamolo a martellate - ha poi detto dal palco - è un disegno preciso del regime come il limite all'uso del contante". "Noi siamo la forza di liberazione della gente che ha paura: basta! Ho avuto l'alluvione? Mi hanno portato via tutto? E io non pago le tasse - ha concluso -. E se arriva l'esattore lo mando via a calci. Facciamo avere paura agli altri".
ECONOMIA
Popolare-Bei, accordo   <br/>per Pmi e giovani

Popolare-Bei, accordo
per Pmi e giovani

La Banca europea per gli investimenti (Bei) e il gruppo Banco Popolare, con tre distinti accordi per complessivi 390 milioni, hanno rafforzato la collaborazione finalizzata al sostegno dell'economia italiana. Nel dettaglio, si legge in una nota, si tratta di 350 milioni a favore dei progetti avanzati da Pmi e Mid-cap e di 40 milioni di prestiti rivolti alle aziende che assumono apprendisti, prima operazione del genere conclusa in Italia. Tali intese arrivano a pochi mesi di distanza dai precedenti finanziamenti, già quasi tutti erogati sul territorio dalle filiali del gruppo creditizio italiano. Nell'ultimo anno, complessivamente, la finanza della Bei veicolata in Italia attraverso il Banco Popolare è stata di 740 milioni di euro.
MALTEMPO
Nubifragio sul veronese   <br/>Danni sul Lago di Garda

Nubifragio sul veronese
Danni sul Lago di Garda

Il violento nubifragio che si è abbattuto nel veronese ha causato danni sul lago di Garda. Allagamenti e alberi caduti a Lazise dove la pioggia si è mischiata alla grandine e dove sono in corso alcuni interventi dei vigili del fuoco. Problemi per la bomba d'acqua di stamattina anche a Garda. In città il violento acquazzone delle 10 ha causato lo spostamento di alcuni tombini e dei jersey in via del fante.
EVENTI
Mille euro per vedere    <br/>Bolle in Arena

Mille euro per vedere
Bolle in Arena

Arena esaurita e biglietti da mille euro ai bagarini per la versione teatrale di “Passage,” il passo a due che martedì sera vedrà in Arena Roberto Boll, oggi vera e propria star del balletto mondiale. Il regista, Fabrizio Ferri, racconta attraverso suoni e immagini il percorso dell'individuo alla ricerca di sé e della propria storia. L'evento si è già guadagnato il titolo di più richiesto e atteso dell'estate areniana.
PD
La festa dell'Unità    <br/>torna a Quinzano

La festa dell'Unità
torna a Quinzano

Dal 24 luglio al 3 agosto si rinnova l’appuntamento con la Festa dell’Unità organizzata dai circolo della seconda e quarta circoscrizione del Partito Democratico. Un ritorno alla denominazione che ha da sempre caratterizzato gli appuntamenti estivi del centrosinistra. Concerti e gruppi musicali faranno da contorno alle serate dedicate a tematiche di attualità, di politica locale e nazionale. Tra gli ospiti i parlamentari veronesi D'Arienzo, Dal Moro, Zardini, l'ex ministro Zanonato e il Ministro Madia che interverrà in un dibattito sulle riforme. Chiusura con Cecile Kyenge.
POLIZIA
Fuga in bici col bottino  <br/>Denunciati due moldavi

Fuga in bici col bottino
Denunciati due moldavi

Scappano in bici alla vista della volante. E la manovra non sfugge agli occhi degli agenti del commissariato di Borgo Roma che fermano e controllano due moldavi "carichi" di oggetti di valore probabilmente rubati. E' successo ieri in stradone Santa Lucia. I due, 37 e 27 anni, erano in sella a due bici di notevole valore di marca Ktm e all'interno di altrettanti zainetti nascondevano un notebook, due smartphone dell'ultima generazione, un binocolo due penne di pregio con relativa custodia. Oggetti di cui i moldavi non hanno saputo indicare la provenienza. I due sono stati denunciati e sono tornati subito liberi, la merce sequestrata in attesa di ulteriori accertamenti che consentano di risalire ai proprietari.
POLIZIA LOCALE
San Martino, scattano    <br/>i controlli serali

San Martino, scattano
i controlli serali

La polizia locale di San Martino Buon Albergo ha rafforzato il controllo del territorio per tutta la stazione estiva estendendolo alle ore serali. Il nuovo piano è entrato in vigore da alcuni giorni e si concluderà a fine agosto. La pattuglia degli agenti, guidata dal comandante Castrese Coppola, è attiva fino alle 24 il venerdì e il sabato e a giorni alterni durante la settimana. “L’obiettivo principale del servizio è quello di garantire maggiore sicurezza e ordine nelle ore serali, come richiesto a tutti i Comuni anche dalla prefettura. Con la presenza della pattuglia nelle zone più sensibili, tra cui i parchi giochi, intendiamo assicurare il riposo serale alle famiglie. Gli accertamenti avverranno contando anche sul supporto del sistema di videosorveglianza, attivato dall’amministrazione Avesani, che ha già permesso di individuare i responsabili di alcuni atti vandalici" ha spiegato il comandante della polizia locale di San Martino. Una nota del comune informa che la pattuglia serale può essere direttamente contattata chiamando il numero 045/8874273. “Invitiamo i cittadini a collaborare con la polizia locale, segnalando anche durante la giornata eventuali esigenze o particolari episodi di disturbo alla quiete pubblica” chiude Coppola.
CAMERA DI COMMERCIO
Usa, riso veronese   <br/>per il Ministro Martina

Usa, riso veronese
per il Ministro Martina

Il ministro Martina degusta il vialone nano al Fancy Food. Imprevista e gradita sorpresa per la Camera di Commercio di Verona alla più importante fiera americana del food&beverage. Tra i visitatori degli stand scaligeri è spuntato il ministro dell’agricoltura, Maurizio Martina. Ad accoglierlo il componente di Giunta dell’ente, Andrea Prando che ha presentato a Martina una panoramica dell’agroalimentare veronese, ben rappresentato nei cinque stand: “Anche la presenza del Ministro ha confermato l’importanza che il Fancy Food riveste per la penetrazione del mercato statunitense. Non a caso la presenza italiana si è confermata, anche per quest’anno, la più importante in assoluto, con oltre 350 espositori”.Un’iniziativa, la missione a New York, cui hanno aderito aziende scaligere produttrici di riso, vino, olio, dolci, sottoli e sottaceti. Di queste produzioni, il Ministro ha degustato il riso, facendo i complimenti allo chef che gli ha offerto un piatto di risotto agli asparagi.“La fiera è stata un’occasione d’oro per le nostre imprese che hanno potuto prendere contatti con i più importanti operatori del settore e senz’altro ne trarranno benefici. Gli Stati Uniti sono il settimo partner commerciale delle imprese scaligere che vi esportano oltre 35 milioni di euro di produzioni tipiche e vino. Mi auguro che anche l’anno prossimo, l’ente riuscirà a riproporre le collettive alle fiere internazionali. Con il taglio del diritto annuo, iniziative come questa, purtroppo, rischiano di rimanere solo un bel ricordo”.
INCIDENTE
Operaio di Roncà    <br/>schiacciato nell'auto

Operaio di Roncà
schiacciato nell'auto

Tragedia della strada la scorsa notte a Roncà. La vittima è un operaio 30enne Stefano Villardi, che lavorava in una casa vinicola della zona. L'uomo è finito schiacciato all'interno della propria auto dopo un violento schianto con un furgone. Da chiarire la dinamica dell'incidente, al vaglio dei Carabinieri di San Giovanni Ilarione. Si tratta della 36/eiesima vittima sulle strade del veronese dall'inizio dell'anno.
ECONOMIA E FAMIGLIE
Cgia: Tasse, incremento    <br/>spaventoso ultimi 5 anni

Cgia: Tasse, incremento
spaventoso ultimi 5 anni

Negli ultimi 5 anni la tassazione sulla casa è quasi raddoppiata, mentre il valore economico delle abitazioni è mediamente sceso del 15%. Lo rileva la Cgia la quale, prendendo come riferimento i dati medi nazionali, evidenzia che in una casa di tipo civile (categoria catastale A2) tra il 2010 e il 2014 il valore di mercato è sceso del 15% (da quasi 200.000 a poco meno di 170.000 euro), mentre le imposte ordinarie (cioè le imposte che generalmente sono versate da tutti i proprietari, come i rifiuti e la Tasi) sono salite del 104% (da 300 a 611 euro). Pertanto, l'incidenza delle imposte sul valore della casa è passata dall'1,5 per mille al 3,6 per mille. Ciò vuol dire che l'incremento è stato del 140%. Per un'abitazione di tipo economico (categoria catastale A3), invece, la contrazione media del valore di mercato è stata anche in questo caso del 15% (da quasi 174.500 a poco più di 148.300 euro), mentre il peso fiscale è aumentato dell'88% (da 264 a 495 euro). Pertanto, l'incidenza delle imposte sul valore di questa abitazione è salita dall'1,5 per mille al 3,3 per mille (+121%). Sempre nello stesso periodo, fa notare la CGIA, l'inflazione è aumentata del 7,3%."Tra il 2010 e il 2014 - osserva Giuseppe Bortolussi, segretario Cgia - abbiamo assistito ad un incremento spaventoso del prelievo fiscale sulle abitazioni e, parallelamente, a una drastica riduzione del valore di mercato delle stesse. Due fenomeni di segno opposto che hanno contribuito a ridurre la ricchezza degli italiani". "Oltre alla crisi e al crollo della domanda abitativa, dovuto in parte alla stretta creditizia praticata in questi ultimi anni dagli istituti di credito - conclude Bortolussi - il valore economico delle case ha subito un forte calo anche a seguito del deciso aumento della tassazione. Fino a qualche anno fa l' acquisto di una abitazione o di un immobile strumentale costituiva un investimento. Ora, chi possiede una casa o un capannone sta vivendo un incubo. Tra Imu, Tasi e Tari gli immobili sono sottoposti ad un carico fiscale ormai insopportabile." Questa situazione, ovviamente, ha avuto delle ripercussioni molto negative anche per le attività economiche che ruotano attorno al comparto casa. Molti artigiani dell'edilizia, del legno, del settore dell'installazione degli impianti (idraulici, elettricisti, manutentori, etc.) sono stati costretti a gettare la spugna o nella migliore delle ipotesi a ridurre drasticamente il personale alle proprie dipendenze. Se il settore sarà in grado di riprendersi, puntando soprattutto sulla riqualificazione/ristrutturazione del patrimonio edilizio esistente, non ci sono dubbi che gli effetti occupazionali saranno immediati e la ripresa economica potrà subire una forte accelerazione. Ovviamente, conclude la Cgia, è necessario che il carico fiscale sul "mattone" subisca una netta flessione.
BODY PAINTING
A Bardolino lo scudetto     <br/>dei corpi dipinti

A Bardolino lo scudetto
dei corpi dipinti

Oggi e domani Bardolino ospita la nona edizione dell'Italian Bodypainting Festival, il Campionato Italiano dei Corpi Dipinti. L'evento più colorato dell'anno, promosso dal Comune con il patrocinio della Regione Veneto, si svolge a Parco di Villa Carrara Bottagisio con ingresso libero. Una trentina gli artisti in gara provenienti da tutta Italia (Trapani, Avellino, Roma, Torino), dall'Europa (Irlanda e Repubblica Ceca) e dalla Colombia. E grande sarà anche l'afflusso dei fotografi, numerosissimi non solo dall'Italia, ma anche dalla Germania e dal Canada, che avranno a disposizione set appositi per immortalare le modelle dipinte. Novità di quest'anno il concorso per i video più belli. La giuria sarà composta dall'austriaco Alex Barendregt, organizzatore del World Bodypainting Festival, il brasiliano Alex Hansen, il milanese Willow e il Campione Italiano 2013, l'altoatesino Johannes Stoetter.
LEGA NORD
Maroni: Tosi può essere     <br/>leader centrodestra

Maroni: Tosi può essere
leader centrodestra

Quello di domenica a Padova, ''sarà un congresso per la linea politica, per candidare la Lega a polo di riferimento della nuova stagione del centrodestra e per dire a Salvini quanto è bravo''. Lo ha detto Roberto Maroni, che parlando coi giornalisti a Palazzo Lombardia, ha anche spiegato che ''qualcuno sta preparando una mozione per confermare Salvini segretario per i prossimi 3 anni, io sono favorevole ma deve essere lui a decidere''. Il mandato di Salvini scade infatti nel 2015. Quanto a un dualismo fra Salvini e il sindaco di Verona Flavio Tosi in vista di primarie per la leadership del centrodestra, il presidente della Lombardia ha risposto che ''non c'è nessun conflitto, c'è spazio per tutti''. ''Credo che Tosi possa candidarsi davvero a fare il leader del centrodestra - ha sostenuto Maroni -: entrambi hanno i titoli per farlo, ma credo più Tosi che Salvini abbia capacità di aggregazione, perchè Salvini ha compito di guidare e far crescere la Lega anche al sud''.
BALLETTO
Bolle in Arena con   <br/>"Passage" di Ferri

Bolle in Arena con
"Passage" di Ferri

Il 22 luglio all'Arena di Verona sarà portata in scena la versione teatrale di Passage, il passo a due di Roberto Bolle insieme a Polina Semionova, coreografati da Marco Pelle, di cui Fabrizio Ferri ha firmato il soggetto, la regia e le musiche. Al Gala Bolle and Friends viene allestita la trasposizione del cortometraggio realizzato per il decimo anniversario di Vanity Fair e presentato alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2013.Con Passage, Ferri racconta il percorso dell'individuo alla ricerca di sé e della propria storia, attraverso una compiutezza di immagine e suono.
RAPINE
La banda delle sale slot   <br/>finisce in manette

La banda delle sale slot
finisce in manette

Mesi di indagini, ma alla fine il cerchio si è chiuso. I Carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di verona hanno infatti individuato il commando che, a mano armata, aveva assaltato due sale giochi veronesi lo scorso autunno. In manette sono finite 5 persone. Le rapine, avvenute nel novembre dello scorso anno, avevano riguardato la "Zevio slot" a Zevio e la "Galileo slot" a San Giovanni Lupatoto.
STRADE DI SANGUE
Incidente a Oppeano    <br/>Muore ciclista

Incidente a Oppeano
Muore ciclista

Ancora un incidente mortale sulle strade veronesi.A perdere la vita questa mattina poco dopo le 6 un cittadino nordafricano, che si stava recando al lavoro in bicicletta. L'uomo è stato investito sulla strada provinciale 2 tra Villafontana e Oppeano, morendo sul colpo.
INSEGUIMENTO
Tentano furti sulla A22     <br/>Bloccati dalla Polstrada

Tentano furti sulla A22
Bloccati dalla Polstrada

La polizia stradale di Trento ha inseguito e bloccato sull'autostrada A22 del Brennero due stranieri accusati di tentare furti sui camper in sosta. E'accaduto la notte scorsa, nel tratto fra Brentino Belluno e Verona, e i due arrestati hanno tentato la fuga anche speronando l'auto della polizia con la Fiat Punto sui cui viaggiavano, poi risultata rubata nei dintorni di Bologna. Le indagini, come riferisce la stradale, hanno permesso di accertare che i dueavessero aperto due camper con all'interno i proprietari che dormivano per rubare soldi e beni di valore. Si tratta di D.C., 38 anni, e K.G., 35 anni, entrambiprovenienti dalla ex Jugoslavia e per cui l'Autorità giudiziaria di Verona ha deciso una condanna a dieci mesi di reclusione domiciliare e 300 euro di multa. Le accuse erano di tentato furto aggravato, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento.
POLIZIA
Chiude il bimbo in casa    <br/>Padre denunciato

Chiude il bimbo in casa
Padre denunciato

Era andato a fare la spesa. E per questo, in assenza della madre, aveva chiuso a chiave in casa il figlioletto. Una decisione presa forse a cuor leggero ma che ha portato un padre che abita in città a prendere una denuncia per abbandono di minore. La vicenda è stata resa nota nel pomeriggio dalla Questura che per la particolarità della situazione e per il coinvolgimento di un minore non ha fornito particolari né sul bimbo, si sa solo che ha una decina d'anni e vive a Verona, né sulla famiglia e sul posto dove si è svolta. Secondo quanto si è appreso le Volanti sono intervenute a seguito della chiamata di un vicino, preoccupato dal pianto ininterrotto e disperato del bambino. Arrivati sul posto gli agenti hanno trovato la porta chiusa a chiave e sentito il pianto del bambino all'interno della casa. Temendo un malore per i genitori gli agenti hanno deciso allora di entrare, avvalendosi della collaborazione dei Vigili del Fuoco. Trovando con sorpresa solo il piccolo in lacrime disperato e nessuna traccia dei genitori. Al suo ritorno il padre si è giustificato dicendo appunto che doveva andare a fare la spesa e che aveva chiuso il bimbo in casa per impedirgli di uscire da solo. Per lui è però scattata la denuncia per abbandono di minore.
SICUREZZA
Azzaretto: Chiamate 113   <br/>sono sempre fondamentali

Azzaretto: Chiamate 113
sono sempre fondamentali

"Basta una segnalazione. E noi ci muoviamo. Per tipologie di reato come i furti in appartamento l'immediatezza della chiamata, e dell'intervento è assolutamente fondamentale". A parlare è il dirigente delle Volanti della Questura di Verona, Giorgio Azzaretto, all'indomani dell'arresto di una banda dedita ai furti in appartamento. L'uomo, un serbo di 54 anni, Danilo Dordevic, pluripregiudicato, era alla guida di un'auto che ieri sera è stata vista scaricare e a distanza di pochi minuti andare a riprendere tre giovani che con fare sospetto si erano avvicinati ad una casa in zona Chievo. Manovra notata da un residente che ha chiamato la Polizia, allertata subito dopo anche dal proprietario della casa dov'era avvenuto il furto. Le Volanti erano già però in zona e a nemmeno un paio di minuti dall'allarme la pattuglia che doveva chiudere le vie di fuga ai malviventi ha intercettato l'auto con alla guida Dordevic in via Manzoni fermandone la corsa. Autista arrestato e complici che sono invece riusciti a fuggire. Recuperato il bottino della rapina, alcuni oggetti in oro restituiti prontamente al legittimo proprietario.
LEGAMBIENTE
Bastione San Francesco,    <br/>c'è intervento recupero

Bastione San Francesco,
c'è intervento recupero

Si terrà domani (ore 19) all’interno del bastione San Francesco di via dell’Autiere si terrà la presentazione dell’intervento di recupero realizzato da Legambiente. Dopo l’inaugurazione ufficiale della riqualificazione, il bastione sarà accessibile a tutta la cittadinanza. I lavori, eseguiti con il contributo di Amia, Centro servizio per il volontariato e degli sponsor privati Performance inLighting, Digital network e Lavarini Primo Marmi e pietre, sono stati illustrati questa mattina dal Vicesindaco con delega all’Edilizia monumentale Stefano Casali e dal presidente di Legambiente Verona Lorenzo Albi. Presenti l’architetto Lino Vittorio Bozzetto, la presidente del Csv Chiara Tommasini, il presidente Amia Andrea Miglioranzi e i rappresentanti degli sponsor.“A nome dell’Amministrazione – ha detto Casali – ringrazio tutti i volontari di Legambiente che da anni difendono il patrimonio storico della cinta muraria, anche in tempi in cui l’attenzione era rivolta principalmente ad altri siti. Ringrazio inoltre gli sponsor pubblici e privati che hanno permesso il recupero dell’opera di Michele Sanmicheli, architetto veronese che nel ‘500 realizzò importanti opere a Verona e in tutto il territorio della Serenissima. Senza il mondo del volontariato e l’intervento del privato la città sarebbe molto più povera dal punto di vista culturale e sociale e molti spazi sarebbero in disuso, si tratta infatti di collaborazioni indispensabili in un momento storico durante il quale per i beni monumentali dallo Stato non arrivano finanziamenti”. L’intervento ha portato alla demolizione di tre edifici abusivi ubicati all’interno della piazza del bastione, la rimozione delle macerie, il ripristino dei livelli originari della pavimentazione riportando alla luce il ciottolato, la pulizia dai detriti, la realizzazione dell’impianto elettrico e il taglio della vegetazione esterna. Il Comune ha collaborato attivamente per la rimozione dei depositi di eternit nella parte esterna alla piazza e per il conferimento in discarica dei materiali edili. Realizzato nel 1551 il bastione San Francesco, con il bastione di Spagna e con le porte Nuova, Palio e San Zeno, è quanto resta della cinta cinquecentesca veneziana di destra Adige, dopo le demolizioni operate dalle truppe napoleoniche. Il lavoro di Legambiente Verona è iniziato nel 2000 con un primo approccio verso l’allora concessionario della piazza bassa, perché aprisse alla cittadinanza il bene storico. Nel 2007 è stata avviata la promozione e il recupero del bastione, con iniziative come “Puliamo il Mondo”, campagna nazionale di pulizia di luoghi abbandonati. Nel 2012 Legambiente di Verona ha ottenuto dal Demanio dello Stato la gestione di una parte del bastione, consentendo così all’associazione di iniziare un’opera di bonifica radicale e di demolizione degli insediamenti abusivi.
WEB
Peschiera, rete internet  <br/>di nuova generazione

Peschiera, rete internet
di nuova generazione

Telecom Italia accelera con l'Internet super-veloce in Veneto e lancia anche a Dolo e Peschiera del Garda i servizi basati sulla nuova rete fissa in fibra ottica che permette di utilizzare da casa e dall'ufficio connessioni con una velocità fino a 30 Megabit al secondo. Insieme a Venezia, Treviso, Verona, Vicenza e ai distretti industriali Albignasego e Creazzo - dove i servizi "Ultra Internet Fibra" sono già disponibili - salgono così a otto le città della regione raggiunte dall'offerta basata sulla rete di nuova generazione mentre i lavori di posa della fibra ottica sono attualmente in corso nei distretti industriali San Martino Buon Albergo e Torri di Quartesolo. La tecnologia utilizzata da Telecom Italia potrà consentire in futuro connessioni a velocità superiori, potenzialmente fino a 100 Megabit al secondo. Entro l'anno, la copertura della rete in fibra ottica di Telecom Italia raggiungerà a Dolo oltre 4mila unità abitative grazie alla posa di 23 chilometri di cavo di fibra ottica per collegare circa 30 armadi stradali alle rispettive centrali mentre a Peschiera saranno connesse più di 3mila unità abitative attraverso 12 chilometri di cavo e 15 armadi stradali. Il lancio commerciale dei servizi in fibra ottica è il risultato degli investimenti di Telecom Italia per la realizzazione in città della rete Ngan (Next Generation Access Network).
METEO
Veneto, piano caldo  <br/>fino a domenica

Veneto, piano caldo
fino a domenica

Alla luce del bollettino meteo emesso poco fa dall'Arpa del Veneto con previsioni di elevate temperature e possibile disagio fisico da domani, venerdì 18 luglio, a domenica 20 luglio, l'assessore regionale alla sanità Luca Coletto ha disposto per la seconda volta quest'anno (la prima fu attorno a metà giugno) l'attivazione su tutto il territorio del Protocollo per la Prevenzione delle Patologie da Elevate Temperature approvato dalla Giunta regionale a fine maggio. "Si tratta - ricorda Coletto - di una particolare organizzazione in rete che vede collaborare l'emergenza-urgenza, la rete ospedaliera, quella territoriale, l'Arpav, la Protezione Civile e i Servizi Sociali Regionali e degli Enti Locali per rafforzare l'assistenza ed il monitoraggio delle condizioni di salute delle categorie più a rischio di fronte ad un'ondata di caldo come questa, abbinata ad un peggioramento della qualità dell'aria. Si tratta ad esempio, di intervenire con priorità nei casi più gravi, ma anche di assistere, dal punto di vista informativo e di contatto, le persone in condizioni più disagiate, come gli anziani, e in generale le persone malate croniche che vivono sole". Il "Piano Caldo 2014" indica la popolazione a maggior rischio negli anziani; bambini da zero a 4 anni; diabetici; ipertesi; in chi soffre di malattie venose; nelle persone non autosufficienti; in chi ha patologie renali e in chi è sottoposto a trattamenti farmacologici particolarmente pesanti. Le condizioni di "disagio" sono calcolate sulla base di un indice specifico denominato humidex che considera temperatura, tasso di umidità e qualità dell'aria. Nel periodo giugno-agosto dell'anno scorso, le giornate con disagio ambientale assente sono state 18; quelle con disagio ambientale moderato 36; quelle con disagio elevato 22 e quelle con condizioni climatiche pericolose per la salute 16.
POLIZIA
Furto in casa e poi la   <br/>fuga: uno in manette

Furto in casa e poi la
fuga: uno in manette

Un terzetto di malviventi mette a segno un furto in un appartamento di Verona e fugge in auto.Intercettati dalla polizia vengono bloccati ma due riescono a fuggire. In manette finisce l'autista, un serbo 54enne, in Italia senza fissa dimora, con precedenti per reati contro il patrimonio. Oggi in tribunale il magistrato ha convalidato la misura precautelare e, in presenza della richiesta dei termini a difesa, ha differito l'udienza al prossimo 17 settembre,disponendo l'obbligo di dimora del serbo nel suo domicilio di Magenta (Milano). Le gesta del terzetto erano state viste, oltre che dal proprietario dell'appartamento svaligiato, da un suo vicino di casa che aveva segnalato la targa dell'auto e descritto i malviventi.
TURISMO
Turismo, Verona nella       <br/>top ten degli stranieri

Turismo, Verona nella
top ten degli stranieri

Verona meglio di Positano e Taormina. Lo dice la ricerca dell'Hotel Price Index di Hotels.com, che ha analizzato le mete predilette dai viaggiatori italiani ed internazionali nella prima metà dell'anno. Al primo posto in Italia nelle mete dei viaggiatori stranieri c'è Roma poi a ruota Venezia, Milano, Firenze e Sorrento. Verona per la prima volta è nella top ten (8° posto) e precede mete conosciutissime come appunto due delle perle del sud ma anche Palermo, Catania e Genova. Nella top venti anche due località del Lago, Sirmione (18° posto) e Garda (20° posto). Le grandi città d'arte si confermano le mete preferite dai viaggiatori stranieri nei primi sei mesi del 2014. Mentre le mete più gettonate dagli italiani New York, Parigi e Londra. Ciò emerge dai dati dell'Hotel Price Index di Hotels.com, che ha analizzato le mete predilette dai viaggiatori italiani ed internazionali nella prima metà dell'anno. In particolare, la città eterna si trova in testa alle preferenze dei viaggiatori provenienti dalla Russia e risulta una meta apprezzata anche da chi parte dall'Argentina, dalla Francia, dalla Spagna e dagli Stati Uniti, trovandosi nella top 5 delle mete più visitate di ciascuno di questi Paesi. Seguono Venezia e Milano, rimangono stabili anche Firenze e Sorrento, che chiudono la top 5 rispettivamente al quarto e quinto posto. Il capoluogo toscano rimane una delle mete più visitate dai viaggiatori di tutto il mondo assieme a Sorrento, la perla della Costiera Amalfitana. Non subiscono variazioni anche le posizioni in classifica di Bologna e Napoli, rispettivamente al sesto e settimo posto. Verona e Alghero, invece, fanno il loro ingresso tra le prime 10, intervallate da Pisa che si posiziona subito sotto la città di Romeo e Giulietta.
PENSIONI
Pensioni, a Verona    <br/>il numero più alto

Pensioni, a Verona
il numero più alto

A Nordest i pensionati del settore privato più ricchi abitano a Trieste, a Venezia e a Gorizia, ma il numero più alto è a Verona. Lo dice uno studio della Cgia. Nella provincia giuliana, l'assegno medio - importo medio mensile in pagamento della pensione, al lordo delle eventuali trattenute fiscali è pari a 1.236 euro, in laguna a 1.200 euro, mentre nel goriziano ammonta a 1.142 euro. Tra le 13 province del nordest solo a Rovigo l'importo medio è inferiore ai 1.000 euro (942 euro). "Viviamo in un Paese in cui la vita media si è allungata molto negli ultimi decenni - rileva Giuseppe Bortolussi, segretario Cgia -. Si tratta, ovviamente, di una buona notizia per tutti, anche se non bisogna dimenticare che comporta dei risvolti economici purtroppo negativi. Nei prossimi decenni assisteremo, infatti, ad un aumento della spesa pensionistica, sanitaria, assistenziale e farmaceutica. In termini assoluti è Verona a registrare il più alto numero di pensioni del settore privato presenti a Nordest: all'1 gennaio 2014 la provincia veronese ne contava 160.656; seguono quelle di Vicenza con 154.197 e di Treviso con 154.034. Tra il 2002 e il 2012, conclude l'analisi della Cgia, il numero totale delle pensioni è aumentato del 14,6% a Vicenza, del 9,9% a Padova e del 7,8% a Venezia. A Trieste, invece, si è registrata la contrazione più marcata: -8,9%.
TURISMO
Presentato report 2014      <br/>Verona città Unesco

Presentato report 2014
Verona città Unesco

Presentata oggi in comune dal consigliere incaricato alla cultura Antonia Pavesi la pubblicazione “Verona Città Unesco - Report 2014”, prodotta dall’Osservatorio sul Turismo Culturale del sito Unesco City of Verona, istituito dal Comune e dall’Università degli Studi di Verona.“Grazie ad una importante collaborazione con l’Università – ha detto Pavesi – abbiamo potuto studiare i movimenti dei flussi turistici nell’anno 2013. Come città Unesco infatti non abbiamo solo l’obbligo di mantenere e valorizzare il nostro patrimonio storico e monumentale, ma abbiamo anche il dovere di valutare capacità e potenzialità nell’attrarre turismo. Verona si è dimostrata in grado di richiamare un numero notevole di visitatori, nonostante la crisi, con un trend positivo per i musei cittadini e per i due monumenti più visitati: Arena e Casa di Giulietta”. Il Report 2014, che sarà disponibile anche on line sul sito web del Comune di Verona (pagine Ufficio Unesco), studia le dinamiche turistiche che investono il centro storico di Verona in quanto sito Unesco, analizzando i dati relativi al periodo 2009-2013 in merito a flussi turistici alberghieri ed extra alberghieri nel comune di Verona, manifestazioni dell’Ente Fiera e visitatori di musei e monumenti civici. La pubblicazione è divisa in due parti, la prima che contiene una sintesi interpretativa dei dati e la seconda dove si trovano tutti i dati disaggregati. Dal Report emerge che nel 2013 le presenze di turisti in città sono state di un milione 579 mila, circa il 17 per cento in più rispetto al 2009, delle quali 789 mila hanno soggiornato a Verona. Sono state circa 624 mila gli arrivi nelle strutture alberghiere, con un incremento del 18,78 per cento negli ultimi cinque anni, dei quali 253 mila di italiani e 371 mila di stranieri, con una permanenza media inferiore ai due giorni. Circa 161 mila gli arrivi invece nelle strutture extralberghiere, con un aumento rispetto al 2009 del 129 per cento. In forte crescita (circa 31 per cento) l’arrivo di turisti dal resto del mondo, i maggiori incrementi si sono visti per i viaggiatori provenienti da Sud America, Africa e Asia. Grandi attrattori di turismo le manifestazioni fieristiche, che richiamano da tutto il mondo operatori ed espositori. Sempre lo scorso anno sono stati 1 milione e 441 mila i biglietti staccati nei musei, dei quali circa il 73 per cento rappresentati da visite in Arena e alla Casa di Giulietta. Tra i presenti all'appuntamento Silvino Salgaro docente di Geografia della Facoltà Lettere e Filosofia e Alberto Roveda direttore del CIDE, Centro Interdipartimentale di Documentazione Economica dell’Università di Verona.
ORTOFRUTTA
Prezzi crollati, anche      <br/>la pesca è in crisi

Prezzi crollati, anche
la pesca è in crisi

Potrebbe arrivare una risposta a breve alla crisi che sta attanagliando anche nel veronese il mercato della frutta estiva, in particolare quello delle pesche e nettarine. A ribadire il suo impegno in questa direzione è stato il ministro all'Agricoltura Maurizio Martina, che sta premendo sulla Ue affinché siano attivate misure straordinarie per la gestione delle turbative di mercato. Il prezzo agli agricoltori è crollato infatti del 50% rispetto alla campagna precedente. Oltre all’andamento climatico sfavorevole - ricorda il coordinamento tra Cia, Confagricoltura, Confcooperative Lega delle Cooperative - tra le cause della crisi di pesche e nettarine ci sono la concomitanza delle produzioni europee e il costante calo dei consumi domestici Per questo è particolarmente rilevante la campagna di promozione istituzionale presentata ieri dall’organizzazione interprofessionale Ortofrutta Italia, che si propone di favorire e incoraggiare gli acquisti di pesche e nettarine “made in Italy” nei punti vendita delle principali catene della Gdo.

Graffa

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Amici animali

    documentario
  • TgVeneto

  • TgGialloblu Live

  • L'Opinione

  • TgVerona

    all'interno il TgGialloblu
  • Due volte lei

    drammatico (Francia 2005) di Dominik Moll con Laurent Lucas e Charlotte Gainsbourg
  • Film di seconda serata

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Film della notte


Ricette di Casa Telenuovo Avesani


Sondaggio

Verona invasa dai turisti..cosa ne pensi?

Tutti i sondaggi
L'Opinione
ON AIR
21.07.2014
TgGialloblù
ON AIR
22.07.2014
TgVeneto
ON AIR
21.07.2014
Rosso & Nero
ON AIR
11.07.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Prima Serata
ON AIR
18.06.2014

BPV MUTUO YOU

 

 

auditeL MAGGIO 2014 telenuovo

I Nuovissimi

Promo palinsesto

I più visti della settimana

Studionews Rete Nord Pubblicità

STUDIONEWS ESTATE
21.07.2014

STUDIONEWS ESTATE

STUDIONEWS AZIENDE
21.07.2014

STUDIONEWS AZIENDE

TERRA E NATURA
21.07.2014

TERRA E NATURA

STUDIONEWS ESTATE
19.07.2014

STUDIONEWS ESTATE

TERRA E NATURA
19.07.2014

TERRA E NATURA