Accoltellato a Lugagnano    <br/>Prognosi resta riservata

Accoltellato a Lugagnano
Prognosi resta riservata

Si erano presi a male parole già altre volte, frequentatori abituali di questo bar, il Ni Hao di Lugagnano di Sona. Prima qualche sfottò, poi qualche parola di troppo. Diverbi da bar. E rancori c...

MALAVITA
Zona Tribunale, danni    <br/>alle auto e furti

Zona Tribunale, danni
alle auto e furti

Una tendenza che è tornata prepotentemente alla ribalta. Verona e la provincia nel mirino di ladri o semplici disturbatori, il più delle volte giovanissimi che si divertono a creare scompiglio. Urla nel cuore della notte, specchietti della automobili manomessi, in qualche caso anche tentativi di furti nella abitazioni. Nessuno dei residenti ha voluto rilasciare dichiarazioni, ma la paura, senza creare allarmismi, c'è. Il sospetto è che si tratti sempre dello stesso gruppo. Sono giovani come detto, non italiani, e piuttosto arroganti. Transitano tra Via Grioli e Via Maggi, nei pressi del tribunale, insultano passanti e residenti e sono sempre pronti allo scontro. L'invito da parte della Questura che sta monitorando attentamente la zona è quello di evitare di esporsi o di replicare a questi giovani per evitare di incorrere in problemi.
MUNICIPALE
Guida scooter rubato  <br/>arrestato spacciatore

Guida scooter rubato
arrestato spacciatore

La Polizia municipale ha arrestato ieri uno scooterista di 20 anni di nazionalità marocchina per resistenza a pubblico ufficiale. Il giovane dovrà rispondere anche di guida senza patente e detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio, oltre ad una serie di violazioni amministrative commesse durante la fuga. Il giovane, alla guida di uno scooterone Yamaha è stato individuato ieri, alle 12.30, in via dal Cero, mentre trasportava un passeggero senza casco. Avvicinatisi al veicolo gli agenti hanno intimato l’alt, ma il conducente anzichè fermarsi è scappato verso via Galliano e poi in zona stadio, dove ha fatto scendere al volo il passeggero, continuando poi la sua fuga. Raggiunto dagli agenti motociclisti ha abbandonato lo scooter ed è saltato oltre una recinzione, fuggendo a piedi. Pochi minuti dopo un altro equipaggio lo ha però intercettato in via Negrelli, dove aveva cercato di nascondersi. Accompagnato al Comando per accertamenti, gli agenti hanno scoperto numerosi precedenti penali. Il giovane risultava infatti senza patente, lo scooterone rubato e sotto la sella erano nascosti circa 67 grammi di marijuana. Dichiarato in arresto e comparso questa mattina davanti all’autorità giudiziaria, che ne ha convalidato l’arresto, il giovane è stato rimesso in libertà ed è stato disposto a suo carico l’obbligo di firma per tre giorni la settimana alla stazione dei Carabinieri di Pescantina, dove risiede. Oltre agli aspetti penali gli agenti hanno contestato anche una serie di violazioni amministrative commesse durante la fuga, per complessivi 650 euro circa di sanzioni per velocità pericolosa, mancata precedenza agli incroci, circolazione su pista ciclabile, contromano in corso Milano, passaggio con semaforo rosso e perdita di controllo del veicolo. Sempre ieri la Polizia municipale ha denunciato all’autorità giudiziaria un secondo scooterista senza patente: un 22enne di nazionalità marocchina fermato in via Adigetto alla guida di un Mbk Booster non assicurato, senza carta di circolazione al seguito, mentre viaggiava in contromano. Oltre mille euro le sanzioni amministrative a suo carico, oltre al sequestro dello scooter e alla denuncia penale.
GREGGE
Pecore maltrattate  <br/>interviene la Municipale

Pecore maltrattate
interviene la Municipale

La Polizia municipale è intervenuta ieri mattina in zona Bassona in supporto a due guardie eco-zoofile dell’Organizzazione Internazionale Protezione Animali e ad un veterinario dell’Ulss 20, impegnati nel controllo di un gregge di pecore presente all’interno di un recinto, in un’area agricola. Gli animali, circa una settantina, sono apparsi subito in condizioni non ottimali poiché le piogge di sabato avevano reso il fondo impraticabile e molto fangoso e perchè non avevano a disposizione né acqua né cibo, visto che tutta la vegetazione raggiungibile era già stata brucata. Avvisato il magistrato di turno, gli agenti sono entrati nella proprietà per disattivare il recinto elettrificato e liberare il gregge su un’area più vasta. Sul posto sono state recuperate anche le carcasse di tre capi. Grazie alle targhette identificative degli animali il medico veterinario è riuscito a individuare il proprietario del gregge ed il responsabile della sua custodia. Quest’ultimo, un 42enne veronese, è stato convocato sul posto per ricevere alcune prescrizioni sulla gestione degli animali. La posizione delle persone coinvolte è ora al vaglio del personale tecnico dell’Ulss 20 e delle guardie eco-zoofile intervenute.
METEO
Maltempo, fino mercoledì   <br/>stato di attenzione

Maltempo, fino mercoledì
stato di attenzione

In riferimento alla situazione meteorologica attesa, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile del Veneto ha dichiarato lo STATO DI ATTENZIONE per rischio idrogeologico su tutto il territorio regionale, con possibilità di STATO DI PREALLARME/ALLARME a livello locale, in presenza di formazione di fenomeni temporaleschi a seconda della loro intensità.La dichiarazione ha validità dalle ore 14 di oggi, lunedì, fino alle ore 24 di mercoledì 30 luglio prossimo.Dal pomeriggio – sera di oggi e fino alla giornata di mercoledì sono previste frequenti precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale, con possibili fenomeni localmente intensi e quantitativi localmente consistenti.
Si ribalta grosso Tir  <br/>disagi in tangenziale

Si ribalta grosso Tir
disagi in tangenziale

Un grosso Tir con rimorchio si è ribaltato intorno alle 14 in tangenziale Sud. Stando alle prim...

AGGRESSIONE
Lugagnano, uomo    <br/>ferito a coltellate

Lugagnano, uomo
ferito a coltellate

Prima la lite, poi l'accoltellamento. E' successo a Lugagnano di Sona dove un marocchino ha ferito a coltellate un croato con cui aveva litigato qualche giorno prima. I Carabinieri di Villafranca sono però riusciti a rintracciare e arrestare l'aggressore. Il croato ferito all'addome non sarebbe in pericolo di vita.
CONTROLLI
Finanza, ancora droga     <br/>sequestrata a Veronetta

Finanza, ancora droga
sequestrata a Veronetta

Lo scorso fine settimana i “Baschi Verdi” hanno sequestrato complessivamente 7 piante di marijuana, 147 grammi circa di hashish, 2.6 grammi tra semi e foglie di marijuana e 2 bilancini di precisione. Questo il risultato dei controlli antidroga esercitato nei quartieri di Veronetta e Porto San Pancrazio.
SPORT
La Bentegodi ne piazza 6 <br/>alle finali di pesistica

La Bentegodi ne piazza 6
alle finali di pesistica

La sezione Pesistica della Fondazione Bentegodi di Verona ha qualificato sei atleti per le finali dei campionati juniores di pesistica, che si terranno a Ostia il 27 e 28 settembre. Si tratta di Alex Le Favi, Enrique Taietta, Andrea Schio, Davide Faggioni, Elisabetta Grigolo e Maria Lucia Roggero. Ora per i sei atleti e per lo staff tecnico bentegodino (Claudio e Bruno Toninel, Fausto Tosi, Nicola Agnolini, Elena Fava e Fabio Garonzi), si prospetta un’estate impegnativa con la speranza che oltre alla “quantità” dei risultati, già abbondantemente raggiunta, si possa aggiungere anche la “qualità” delle prestazioni sulla pedana tricolore, con la conquista di qualche medaglia e la salita sul podio di un atleta veronese, per confermare e rafforzare la positiva tradizione pesistica scaligera.
Villa Canossa nel mirino   <br/>di investitori cinesi

Villa Canossa nel mirino
di investitori cinesi

Dimore dalla storia secolare, immobili di prestigio, ville d'epoca. Sono i nuovi obiettivi degl...

BILANCIO
Quadrante Europa cuore    <br/>pulsante della logistica

Quadrante Europa cuore
pulsante della logistica

Un utile netto di 945 mila euro (superiore del 58% rispetto al 2012). Canoni costanti nonostante la crisi (6,8 milioni di euro), 4400 addetti diretti e 7000 indiretti, 2333 camion che ogni giorno vengono trasferiti dalla strada sulla ferrovia con evidenti benefici ambientaliQuesti i principali dati contenuti nel bilancio 2013 del Consorzio Zai che sarà presentato domani mattina. Il Quadrante ha collegamenti ferroviari intermodali con l'Europa: ogni settimana 160 coppie di treni intermodali arrivano e partono per 25 destinazioni diverse con un trend di crescita che se confermato potrebbe portare ai 14000 treni nell'anno in corso. Notevoli anche gli investimenti (per circa 4 milioni di euro): si va dal completamento della viabilita? della nuova area logistica denominata “comparto P”, ai lavori di ristrutturazione di una piattaforma logistica di 8000 mq in uso ad un primario operatore logistico internazionale che potenziera? gli spazi direzionali e logistici e raddoppiera? le bocche di carico, fino alla riqualificazione della palazzina direzionale in affitto all'agenzia delle Dogane.
COMMERCIANTI
Confcommercio, Dalla Via  <br/>presidente a Legnago

Confcommercio, Dalla Via
presidente a Legnago

Nico Dalla Via è il nuovo presidente della delegazione legnaghese di Confcommercio As.Co. Verona. E’ stato eletto nei giorni scorsi dopo la prematura scomparsa di Marco Zerbinati, apprezzato e stimato ottico che per anni aveva ricoperto la carica con capacità, lungimiranza e grande attenzione alle problematiche del commercio e del terziario di mercato, contribuendo in maniera decisiva con il proprio impegno a fare aggregazione nella Pianura Veronese. Dalla Via, titolare della ditta Super Argo Srl resterà in carica per cinque anni e sarà coadiuvato dalla nuova vicepresidente Miriam Morini (“Al Chiosco Sas”) e da tutto il consiglio di Confcommercio Legnago.
VERONAFIERE
Expo 2015, il vino     <br/>si presenta a Roma

Expo 2015, il vino
si presenta a Roma

È in programma questa mattina, con inizio previsto alle 12.30, la diretta online da Roma con la presentazione ufficiale del concept del Padiglione del Vino Italiano ad Expo 2015. La conferenza stampa viene trasmessa in streaming sulla home page del sito web di Vinitaly (www.vinitaly.com). All’evento, che si svolge allo Spazio Open Colonna del Palazzo delle Esposizioni di Roma, intervengono: Maurizio Martina, Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Diana Bracco, Commissario generale di sezione per il Padiglione Italia, Riccardo Cotarella, Presidente del Comitato scientifico del Mipaaf per il Padiglione del Vino ad Expo 2015, Ettore Riello, Presidente di Veronafiere, Giovanni Mantovani, Direttore generale di Veronafiere e l’architetto Italo Rota, Direttore artistico del progetto.L’introduzione è affidata al critico d’arte Philippe Daverio, con la prolusione “Il Vino creatore della Storia, dell’Arte e del Paesaggio”. A moderare l’evento, Roberto Arditti, Direttore Affari Istituzionali Expo 2015.
COLDIRETTI
Maltempo, raccolti   <br/>rischio taglio del 20%

Maltempo, raccolti
rischio taglio del 20%

"La pioggia ed i temporali che non abbandonano la penisola in una estate da record per piovosità fanno prevedere un taglio dei raccolti, dal miele al pomodoro che nella pianura padana potrebbe raggiungere il 20%": e' quanto emerge da un monitoraggio della Coldiretti sugli effetti del maltempo eccezionale che ha segnato i primi mesi estivi. "A preoccupare - spiega Coldiretti - sono gli effetti del maltempo sul pomodoro destinato a passate, polpe e concentrato nel Nord Italia dove le precipitazioni sono state eccezionali e spesso accompagnate dalla caduta di grandine che ha colpito a macchia di leopardo in quasi tutte le regioni anche le colture orticole e frutticole. Attesa anche per la vendemmia che dipenderà molto dalle condizioni che si verificheranno nei prossimi giorni ma già adesso si conta un aumento dei costi di produzione per difendere viti e alberi da frutto". "Le api - sottolinea poi Coldiretti - non volano per la troppa pioggia e non riescono a raggiungere il nettare dei fiori indispensabile per la produzione di miele Made in Italy il cui raccolto rischia di essere ridimensionato". "Ai danni diretti sulle coltivazioni si sommano - sostiene l'associazione - quelli indiretti provocati dal calo di consumi dei prodotti stagionali come la frutta e verdura a causa delle condizioni climatiche non favorevoli. Dove le perturbazioni non sono state violente a beneficiare della pioggia sono state - conclude la Coldiretti - le coltivazioni di mais e riso che come è noto hanno bisogno di molta acqua".
INCHIESTA MOSE
Galan, prime ammissioni    <br/>Moglie: E' un incubo

Galan, prime ammissioni
Moglie: E' un incubo

Prime ammissioni di Giancarlo Galan, ma non per parlare di mazzette legate al Mose, semmai per svelare ai giudici di aver avuto finanziamenti (non contabilizzati) da imprenditori veneti nel 'lontano' 2005, ultima campagna elettorale vinta da governatore. E' un' indiscrezione di stampa, peraltro non confermata ne' smentita dai legali del politico di Forza Italia, a svelare la svolta nella strategia difensiva di Galan, che avrebbe scritto di questi fatti nel corposo memoriale consegnato venerdì scorso al Gip di Milano, Cristina Di Censo, durante l'interrogatorio per rogatoria nel carcere di Opera. La giudice milanese si è limitata a trasmettere la documentazione a Venezia, dato che di fronte a lei poi l'ex ministro ha fatto scena muta. Che possa trattarsi di una 'mossa' difensiva lo farebbe supporre la considerazione che finanziamenti 'illeciti' riferiti a quasi dieci anni fa sarebbero ormai prescritti. L'ex governatore veneto non farebbe cenno invece nel memoriale a nulla di illecito riguardo il Mose, per il quale è indagato per corruzione. Nessuna ammissione sullo 'stipendio' milionario che l'ex patron del Cvn, Giovanni Mazzacurati, dice di avergli pagato, ne' sulle regalie sotto forma di lavori gratuiti nella sua villa sostenute dall'ex ad della Mantovani, Piergiorgio Baita, e neppure sulle mazzette che l'ex segretaria Claudia Minutillo ha detto d'aver consegnato. Galan avrebbe ammesso invece finanziamenti illeciti per la campagna delle regionali 2005 ricevuti da 7-8 imprenditori, per alcune centinaia di migliaia di euro. Nulla di più. Bisogna aspettare il primo agosto per capire se questo sarà sufficiente a convincere il Tribunale del Riesame a concedergli l'attenuazione della custodia cautelare. Intanto, per la prima volta dopo l'arresto del marito, si è sfogata in un'intervista ad un quotidiano la moglie di Galan, Sandra Persegato, definendo "falsissime" le accuse dei pm. "Da settimane vivo in un incubo - ha detto la donna - Il sì all'arresto dalla Camera ce lo aspettavamo, mi hanno spiegato il valore politico di questo voto. Io però ho sperato fino all'ultimo che i colleghi di mio marito avessero letto le carte, approfondito le accuse e la sua puntuale difesa. Probabilmente così non è stato, altrimenti il voto avrebbe avuto un esito diverso. Oppure, le ragioni di partito sono più importanti della verità".
TURISMO
Nuova app gratuita per   <br/>i monumenti di Verona

Nuova app gratuita per
i monumenti di Verona

Una nuova applicazione gratuita, con diverse funzionalità, che permette di vedere direttamente sul proprio cellulare la lista dei luoghi e dei monumenti di maggior interesse turistico di Verona. E’ il nuovo software di “LeaveOn” presentato oggi dall’assessore al Turismo Enrico Corsi, insieme agli sviluppatori dell’applicazione Deny Cadorini e Luca Zivelonghi di UnitStyle. “Dopo la prima applicazione che consente ai turisti di lasciare messaggi virtuali alla Casa di Giulietta e che conta già 50 mila utenti registrati –spiega Corsi- questa nuova app “LeaveOn”, sviluppata sempre a costo zero per il Comune, consente ora ai turisti di vedere sul proprio cellulare, sia Iphone che Android, le zone e i monumenti di maggior interesse storico e artistico di Verona. Il sistema, grazie alla geolocalizzazione, riconoscerà il punto in cui ci si trova e farà vedere la lista in ordine di lontananza da dove si è in quel momento. Verrà inoltre visualizzata la distanza da percorrere e, cliccando sulla zona interessata, sarà possibile avviare il navigatore del telefono che porterà il turista nel luogo desiderato. Arrivati alla destinazione prescelta –conclude Corsi- sarà infine possibile vedere le foto e la descrizione storica, oltre a tutte le altre informazioni utili ai turisti: orari di apertura, numeri di telefono, prezzi dei biglietti e così via. Per i turisti stranieri, il sistema fornirà tutte le indicazioni in lingua inglese”.
VIGILI DEL FUOCO
Allagamenti e disagi    <br/>Maltempo senza tregua

Allagamenti e disagi
Maltempo senza tregua

Il maltempo delle ultime ore sta creando una serie di disagi in tutta la Provincia. Nessuna zona immune e tra le più colpite la Valpolicella, la zona di Valeggio sul Mincio e tutta la parte ovest della città a partire dal Chievo. Le telefonate ai Vigili del fuoco sono arrivate a centinaia a partire dal primo pomeriggio. I maggiori problemi si sono avuti perchè i tombini non sono riusciti a reggere l'enorme quantità di acqua caduta e così si sono verificate decine di allagmenti. Problemi anche dalle fognature, sempre nella zona ovest della città. Per il momento, oltre agli evidenti disagi per la viabilità, non pare si siano registrati danni a persone.La situazione resta comunque delicata perchè sembra che la tregua non sia molto vicina. Secondo le previsioni dovrebbe piovere almeno fino a lunedì.
LIRICA
Al Filarmonico secondo    <br/>concorso Maria Callas

Al Filarmonico secondo
concorso Maria Callas

Maria Callas e Verona. Un binomio da sempre inscindibile da quando nel 1947 stregò l'Arena con la sua impareggiabile voce. Per questo Il Festival Internazionale scaligero ha presentato la seconda edizione del Concorso dedicato al soprano greco cresciuta professionalmente e affermatasi proprio in Riva All'Adige. Un evento che prenderà il via Lunedì con le eliminatorie e si protrarrà fino a Venerdì. Sabato invece gran finale del Festival, patrocinato tra gli altri dalla Fondazione Giorgio Zanotto, con la consegna del Primo Premio Speciale alla Carriera Maria Callas. L'ideatore e promotore dell'iniziativa è il Maestro Nicola Guerini, presidente del Festival Internazionale Scaligero che per la seconda edizione del concorso ha invitato nella giuria d'onore nomi di assoluto prestigio come Cecilia Gasdia che si aggiudicò il premio Maria Callas nel 1980 e Donato Renzetti. I concorrenti arriveranno da tutto il mondo, dal Sol Levante, agli Stati Uniti, fino alla Russia. Appuntamento dunque nella fantastica cornice del teatro Filarmonico per un tributo doveroso a Maria Callas e alla lirica.
ATTI OSCENI
Nudo al Pam     <br/>Arrestato rumeno

Nudo al Pam
Arrestato rumeno

Bizzarro episodio al Pam di Via dei Mutilati. Un uomo dell'est, senza apparente motivo, ha minacciato una guardia giurata per poi prendersela anche con una cassiera, abbassandosi pantaloni e mutande. Giunti immediatamente sul posto, gli Agenti hanno trovato l'uomo davanti al supermercato, ormai completamente denudato, mentre dava in escandescenze ed inveiva contro le persone lì intorno. I poliziotti hanno provato a tranquillizzarlo ma il 45enne si è lucidamente ed energicamente rifiutato di rivestirsi, anzi mostrando ancor di più le proprie nudità. Vista la situazione, l’uomo è stato condotto sulla Volante e arrestato per il reato di atti osceni in luogo pubblico.
ARRESTI
Armi e droga    <br/>Due in manette

Armi e droga
Due in manette

Non solo detenzione illecita aggravata di 3,6 kg di cocaina (tre mattonelle) occultati sotto il sedile dell'autovettura, un'Audi A2. I Carabinieri a seguito di una perquisizione effettuata nell'abitazione dei due arrestati a Sandrà, un albanese e una romena, hanno trovato tre pistole e le relative munizioni oltre a un kit completo per la pulizia delle armi. Tutto sarà passato al Ris di Parma per capire se e come quelle pistole sono state utilizzate.
ARGOMENTO
Disperso a Spiazzi     <br/>Ricerche ancora in corso

Disperso a Spiazzi
Ricerche ancora in corso

Protezione Civile, Vigli del Fuoco e Polizia Municipale sono alla ricerca di un anziano che da ore risulta mancare da casa. La squadra dei soccorritori è in azione nell'entroterra gardesano, nel comune di Spiazzi dove l'uomo, di circa 80 anni, risiede. L'allarme è scattato ieri da parte dei familiari.
EX GASOMETRO
Parcheggio ex Gasometro    <br/>A Settembre l'apertura

Parcheggio ex Gasometro
A Settembre l'apertura

Sopralluogo ai lavori di realizzazione del nuovo parcheggio che sta sorgendo nell’area dell’ex Gasometro e che entrerà in funzione ai primi di settembre. Presenti il sindaco Tosi, l’assessore alla Viabilità Enrico Corsi, l’assessore alle Strade Luigi Pisa, il presidente di AMT Germano Zanella, l’amministratore delegato di “Parolini Spa” -una delle imprese che partecipano all’Ati per la costruzione del parcheggio- Gianantonio Parolini. “Sono in fase di ultimazione i lavori di una struttura importante per la città di Verona –commenta il Sindaco Tosi- che si inserirà in un più ampio progetto di riqualificazione di alcuni nodi strategici della viabilità cittadina, che vedrà la sua realizzazione nei prossimi due anni: dal completamento del sottopasso di Città di Nimes, intervento inserito nel progetto del filobus, alle rotatorie che saranno realizzate quali opere pubbliche di compensazione nell’ambito della riqualificazione delle ex Cartiere, e che saranno quindi interamente finanziate dai privati. La prima di queste opere, i cui lavori prenderanno il via nei primi mesi del 2015, sarà l’anello circolatorio che verrà realizzato a fianco dell’ex Gasometro, tra ponte Aleardi, via Campo Marzo, via Torbido e viale dei Partigiani . Un intervento che risulterà fondamentale per la circolazione stradale del comparto, che sarà resa più fluida con conseguente riduzione anche dei livelli di inquinamento. Il bando per la gara europea sarà pubblicato in autunno, in modo da poter assegnare i lavori all’impresa aggiudicataria all’inizio del 2015”. “I lavori del parcheggio sono praticamente terminati–spiega l’assessore Corsi- i due piani interrati riservati alla sosta delle auto sono realizzati, così come l’area sovrastante, che verrà riservata ai bus turistici. Tuttavia abbiamo scelto di posticipare a settembre l’entrata in funzione del nuovo parcheggio, per consentire ad Agsm e ad Acque Veronesi di portare a termine alcuni importanti lavori di riqualificazione dei sottoservizi nella zona. Nei primi giorni di agosto sarà ultimato anche il sottopasso pedonale per l’attraversamento di lungadige Galtarossa, al quale mancano solo l’ascensore per i disabili e la doppia scala mobile. Esprimo quindi grande soddisfazione per essere riusciti a portare a termine un’opera che era ferma da vent’anni –conclude Corsi- e che rappresenta un’infrastruttura assolutamente strategica per la città di Verona, non solamente per i turisti che potranno parcheggiare a due passi dall’Arena, ma anche per i tanti cittadini veronesi che potranno usufruire di una struttura per la sosta a prezzi contenuti. Abbiamo infatti già definito le tariffe: 1 euro l’ora, 10 euro per le 24 ore e 50 euro per gli abbonamenti mensili”.
RACCOLTA DIFFERENZIATA
Verona Comune riciclone    <br/>del sughero 2014

Verona Comune riciclone
del sughero 2014

Il Sindaco Flavio Tosi ha partecipato questa mattina nella sede di Amia alla consegna da parte di Legambiente alla città di Verona dei premi “Comune Riciclone del sughero 2014” e “Assobioplastiche”. Presenti il presidente di Amia Andrea Miglioranzi, il presidente di Serit Roberto Bissoli, il Presidente di Legambiente Lorenzo Albi ed il direttore di Amia Maurizio Alfeo. Con 4 tonnellate di tappi raccolti in modo differenziato nell’anno 2013, equivalenti a circa 67 mila bottiglie di vino stappate, Verona è risultata tra i migliori Comuni d’Italia nell’attività del riciclaggio del sughero. Il premio è stato riconosciuto alla città lo scorso 9 luglio, nell’ambito della premiazione effettuata a Roma dell’iniziativa ‘Comuni Ricicloni’ promossa da Legambiente e patrocinata dal Ministero dell’Ambiente. Per quanto riguarda il “Premio Assobioplastiche”, invece, la città di Verona è stata premiata per l’impegno profuso nella diffusione e nell’uso di materiale biodegradabile e compostabile.“Due importati risultati – dichiara il Sindaco Tosi – che confermano l’attenzione e l’impegno di Amia e di tutta la cittadinanza nell’ambito della raccolta differenziata dei rifiuti e della salvaguardia dell’ambiente. E’ importante sostenere la cultura della differenziazione con controlli costanti sul territorio – sottolinea Tosi – come dimostrano i positivi risultati ottenuti nel mese di giugno da Amia in una campagna di accertamenti in centro storico che, con quasi 2000 controlli effettuati a seguito di segnalazioni da parte dei cittadini, ha portato ad un incremento di 6 punti percentuali il sistema di raccolta differenziata, passato in un solo mese dal 46 per cento al 52 per cento”.
SEQUESTRO
Coca, Hashish, Marijuana    <br/>Doppio colpo della Gdf

Coca, Hashish, Marijuana
Doppio colpo della Gdf

Oltre cinque chili di droga, tra cocaina purissima, hashish e marijuana e più di 26 mila euro in contanti. Questo l'ammontare del sequestro di due operazioni della Guardia di Finanza che hanno intercettato un corriere e un pusher durante alcuni controlli. Decisivo l'apporto delle unità cinofile. Il primo al casello di Peschiera, dove è stato fermato un albanese di 27 anni con precedenti specifici. L'uomo nascondeva un chilo di cocaina purissima ancora da dividere in dosi e destinata al mercato gardesano (valore oltre 200 mila euro). Mentre l'albanese veniva portato a Montorio, i finanzieri di Venezia controllavano l'appartamento dell'albanese rinvenendo contanti di dubbia provenienza (26 mila euro) e quattro chili di marijuana. Il secondo arresto è quello di un pusher a Sommacampagna. Si tratta di un italiano di 37 anni che stava cedendo alcune dosi e in macchina nascondeva una decina di grammi di stupefacente, un bilancino e soldi contanti anche in questo caso di dubbia provenienza.
CRISI
Coldiretti: Il cunicolo        <br/>rischia di sparire

Coldiretti: Il cunicolo
rischia di sparire

Un comparto in forte crisi quello delle carni cunicole in cui i prezzi dei conigli all’origine continuano a calare mettendo in dubbio la sopravvivenza della categoria. Gli allevatori sono infatti costretti a fissare un prezzo al di sotto del costo di produzione pur di rimanere sul mercato.Attualmente il costo di produzione dei conigli si aggira intorno a 1,80 Euro/Kg carne anche a causa dell’aumento dei prezzi dei prodotti base per l'alimentazione e dell'energia. Per essere remunerativo per l’allevatore il prezzo dovrebbe aggirarsi intorno ai 2 Euro/kg carne, invece, le ultime quotazioni della Cun (commissione unica nazionale) riportate da Ismea rilevano che dal 21 luglio il prezzo è fermo a 1,37 euro al kg. Per fare il punto sull’attuale situazione di mercato e del comparto complessivo, dopo vari incontri promossi da Coldiretti, i produttori provenienti da Veneto, Lombardia, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna oltre ai rappresentanti dei principali macelli e di alcune delle principali ditte mangimistiche del settore e ai commissari della Borsa Merci di Verona che fa da riferimento a livello nazionale per il comparto si sono dati appuntamento oggi nella sede del Consorzio Agrario di Verona. La produzione di coniglio italiano soddisfa il fabbisogno interno ma da qualche anno si registra una forte importazione straniera, prevalentemente dalla Francia. La quantità importata settimanalmente non supera il 10% dei 600.000 conigli macellati in Italia ma è purtroppo sufficiente a far crollare le quotazioni. «La Coldiretti di Verona – ha precisato Giuseppe Ruffini, direttore dell’Organizzazione – ha creato le condizioni affinché tutti i maggiori attori della filiera si sedessero attorno a un tavolo per affrontare concretamente la profonda crisi che ha investito il comparto. Allevatori, macellatori e mangimisti sono qui oggi per creare sinergia e mettere in atto una proficua collaborazione con l’unico scopo di valorizzare il coniglio made in Italy». Il problema del comparto riguarda anche i consumi. «I produttori – ha sottolineato Pier Andrea Odorizzi, referente per il settore zootecnico dell’area economica di Coldiretti Veneto - soffrono dell’atavica debolezza del potere contrattuale nei confronti della distribuzione, in cui il valore aggiunto ricade quasi sempre sugli ultimi anelli della filiera. Sono pertanto necessari una programmazione e un coordinamento dell’offerta. «E’ assolutamente necessario valorizzare il Coniglio Italiano – ha proseguito Odorizzi – che è un prodotto qualità garantita con importanti qualità nutrizionali. Ha basso contenuto di colesterolo (70 mg per 100 g ), è molto digeribile ed è ricca di proteine (21,5 grammi su 100 di prodotto edibile) e sali minerali (calcio, ferro, fosforo, magnesio, potassio, sodio, cloro, zolfo)». In Italia sono allevati circa 1.000.000 di coniglie fattrici all’anno in circa 8.000 allevamenti di cui 1.500 "professionali", pari al 44% della produzione a livello comunitario. Le Regioni con maggiore specializzazione sono Veneto, Piemonte, Lombardia, Friuli ed Emilia Romagna dove esistono allevamenti medio grandi.Il Veneto detiene oltre il 40% della produzione nazionale di conigli; la provincia con la maggiore concentrazione di allevamenti è Treviso con 200.000 fattrici e 10.000.000 conigli, seguita da Padova con 60.000 fattrici e 3.000.000 di conigli e Verona con Verona con 53.000 fattrici e 3.000.000 conigli e 35 produttori.
DROGA
Spaccio sul lago   <br/>Cinque arresti

Spaccio sul lago
Cinque arresti

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Peschiera del Garda, a conclusione di un’articolata indagine antidroga hanno eseguito 5 ordinanze di custodia cautelare emesse dal Tribunale di Verona a carico di cinque pregiudicati: KUMBULLA ALFRED, 22enne albanese residente a Peschiera del Garda, VINERBINI ANDREA, 42enne veronese residente a Castelnuovo del Garda, RAMESCU RADU, 43enne rumeno domiciliato a Garda, SAADAT SALEM CARLO ADIB, 40enne milanese, residente a Castelnuovo del Garda e PERANTONI ROMANO, 50enne originario di Lazise residente a Pastrengo (vedi foto arrestati). L’indagine avviata nel 2013 ha fornito ulteriore conferma della diffusione delle sostanze stupefacenti sul lago di Garda, come riscontrato nei servizi di pedinamento svolti dai Carabinieri, suffragati da denunce e sequestri di numerose dosi di cocaina ed eroina pronte per lo spaccio (vedi foto droga).Il sodalizio disarticolato dai militari di Peschiera del Garda era formato da un gruppo di pregiudicati in grado di rispondere pienamente alle incessanti richieste di mercato, in particolare da parte dei consumatori incapaci di ammettere il loro stato di tossicodipendenza, ritenendo incoscientemente di poter utilizzare le droghe soltanto per aggiungere l’ebbrezza alla tipica serata trascorsa sul lago, così come dichiarato da numerose persone segnalate dai Carabinieri poiché trovati in possesso di modiche quantità di stupefacenti. I soggetti destinatari dei provvedimenti di custodia si trovano attualmente ristretti agli arresti domiciliari.
INCHIESTA MOSE
Galan, visita in carcere   <br/>di Santanchè e Gallera

Galan, visita in carcere
di Santanchè e Gallera

In attesa di incontrare oggi il magistrato è stata una giornata di visite quella di ieri in carcere ad Opera (Milano) per l'ex presidente del Veneto Giancarlo Galan. Oltre al suo avvocato e amico Niccolò Ghedini, Galan ha incontrato la deputata di Forza Italia Daniela Santanchè e il segretario lombardo del partito e consigliere regionale Giulio Gallera. Ai suoi 'ospiti' Galan, come indicano alcuni quotidiani, è apparso "combattivo, determinato a proseguire nella sua battaglia". Al di là degli aspetti politici della vicenda che lo vede coinvolto l'ex ministro avrebbe messo in evidenza una condizione umana di amarezza legata al sentimento d'amore verso la famiglia. "Mi ha detto che il suo problema più grande - ha riferito Santanchè - è quello di non potere parlare con la moglie e la piccola figlia. Non ha ancora ricevuto i libri che aveva portato con sé e per ora passa il tempo leggendo l'ordinanza". Anche Gallera lo ha trovato "reattivo e pronto a combattere". "E' molto su di morale - ha sottolineato l'esponente forzista lombardo - ma mi ha confessato di avere chiuso con la politica".
PROFUGHI
Centro d'accoglienza a       <br/>Verona? Non se ne parla

Centro d'accoglienza a
Verona? Non se ne parla

"Fino adesso da noi le cose hanno funzionato in maniera corretta e sensata perchè sono state accolte nel tempo alcune decine di persone con dei numeri gestibili e sopportabili. Verona ha una capacità d'accoglienza limitata a e fare scelte diverse creerebbe gravi disagi in temini sociali, forse anche di sicurezza, e quindi diremo no ad insediamenti più numerosi". Così il sindaco di Verona Flavio Tosi sul problema profughi all'arrivo in Prefettura, oggi pomeriggio, per la riunione del tavolo dell'ordine e la sicurezza. L'emergenza profughi non era all'ordine del giorno ma l'attualità del problema ha portato a discuterne. "Le spese? Finora il comune non ha speso nulla per l'accoglienza. C'è invece un discorso delle spese a carico dello Stato che è un problema politico nazionale che prima o poi bisognerà porsi, perchè costerebbe immensamente meno aiutare queste persone nei paesi d'origine piuttosto che portarle in Italia con dei costi che quantomeno decuplicano" ha spiegato Tosi. Secondo l'assessore alla sicurezza della provincia Gualtiero Mazzi, che ieri ha preso parte al tavolo regionale per l'immigrazione convocato a Venezia dal Prefetto: "l'esigenza al momento in Veneto è di trovare posto a circa 200 persone. Ma stime ufficiali non ce ne sono, e se i flussi di sbarchi continuano con questa intensità c'è seriamente il rischio che nei prossimi mesi il Veneto debba far fronte ad un'accoglienza per qualche migliaio di persone".
MUNICIPALE
Assalto ai parcheggi   <br/>Delirio a Porta Nuova

Assalto ai parcheggi
Delirio a Porta Nuova

Pioggia di turisti in città causa il brutto tempo e come spesso accade in estate, quando non splende il sole, centro città completamente intasato per il traffico. Lo snodo cruciale è quello di Porta Nuova dove l'assalto ai parcheggi dei turisti scesi dal Lago ha provocato prima rallentamenti e poi una gigantesca fiumana di auto che dal pomeriggio è stata smaltita verso sera. Migliaia di macchine che si sono aggiunte al traffico abituale e che hanno intasato tutte le direttrici in uscita dalla città, da Porta Nuova a via del Pontiere, a via dal Cero a piazza Cittadella.
INCHIESTA MOSE
Galan davanti al Gip  <br/>con corposa memoria

Galan davanti al Gip
con corposa memoria

E' arrivato il momento del confronto con i giudici per Giancarlo Galan. Oggi per la prima volta da quando è finito nell'inchiesta Mose - l'ex ministro sarà di fronte nel carcere di Opera al Gip che lo sentirà per rogatoria nell'interrogatorio di garanzia. Galan potrà così finalmente opporre la propria difesa alle accuse di corruzione che gli sono state mosse dagli 'ex' amici Giovanni Mazzacurati, Piergiorgio Baita e Claudia Minutillo. L'ex 'Doge' veneto è intenzionato a depositare una propria memoria scritta, ha reso noto il suo legale Antonio Franchini. Nell'interrogatorio con la gip di Milano Cristina di Censo, Galan sarà però rappresentato da un collega di studio di Franchini, l'avv. Giuseppe Lombardino. Franchini ha anticipato che quello dell'esponente forzista sarà un memoriale "molto corposo", con il quale "verrà data risposta a tutte le contestazioni mosse". Galan si trova da due giorni nella sua cella singola all'interno del centro clinico del carcere di Opera, uno dei più attrezzati d'Italia per l'assistenza ai detenuti. Ieri ha ricevuto la visita dell'avvocato-amico Niccolò Ghedini, componente del suo collegio difensivo. Un colloquio di un'ora, sui cui il legale ha mantenuto il riserbo. Ha solo riferito che i medici di Opera hanno confermato tutte le diagnosi cliniche fatte negli ospedali (Padova ed Este) dove Galan è stato accolto nei giorni scorsi - la frattura della gamba sinistra e i problemi circolatori correlati all'ingessatura - e allo stesso tempo stanno proseguendo nelle terapie disposte per il paziente. Galan si trova in una delle cosiddette 'camere di pernottamento' del carcere, da solo perchè così può essere sottoposto a un monitoraggio sanitario permanente. Sempre ieri il collegamento tra Venezia e Milano nell'inchiesta Mose si è mosso anche al contrario, con l'arrivo in laguna del procuratore di Milano Edmondo Bruti Liberati. Quest'ultimo ha infatti partecipato ad un vertice per un coordinamento tra la procura veneziana e quella del capoluogo lombardo sul caso Mose. Bruti Liberati, accompagnato dai Pm Roberto Pellicano e Giovanni Polizzi, ha avuto un lungo colloquio con il collega veneziano Luigi Delpino e i magistrati del pool che coordinano l'inchiesta sul sistema di tangenti collegate all'opera contro le acque alte. La tranche dell'indagine milanese riguarda Marco Milanese, Roberto Meneguzzo e il generale in pensione della Gdf Emilio Spaziante.
IMMIGRAZIONE
Profughi, Zaia: Veneto   <br/>ha già fatto il suo

Profughi, Zaia: Veneto
ha già fatto il suo

"Se essere umani significa mettere queste persone in discariche a cielo aperto vuol dire che è cambiato il concetto di umanità". Lo ha detto oggi il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, rispondendo ad una domanda sul flusso di profughi che hanno raggiunto le coste italiane. "Così - ha proseguito - non si aiutano questi poveri disgraziati e non si può pensare che una regione come il Veneto possa ancora accettarli. Il Veneto ha già fatto il suo, siamo la regione con maggiore pressione demografica straniera in Italia e non capisco quale Eldorado possa rappresentare il Veneto per queste persone con la disoccupazione che c'è". "Abbiamo capito che in Italia la politica dell'immigrazione la sta gestendo il presidente della Camera - ha concluso - e mi chiedo cosa dica il premier davanti a questo esodo biblico".
COMUNE
Rievocazione storica  <br/>a Castel San Felice

Rievocazione storica
a Castel San Felice

Sabato 26 luglio si terrà la prima edizione dell’iniziativa “Con Marin Sanuto a Castel San Felice”, rievocazione storica promossa dal Comitato internazionale per il ripristino dell'itinerarium Marin Sanuto con il patrocinio del Comune di Verona. L’iniziativa propone l’itinerario che il cronista veneziano Marin Sanuto compì nel 1483, al seguito degli "Auditori Nuovi alle Sententie", la magistratura intermedia dell'epoca, che anticipava per le cause civili l'ultimo grado del “Supremo Tribunale della Quarantia”. Il programma della manifestazione prevede: alle ore 9 partenza del corteo a cavallo e dei figuranti da piazzetta San Giorgio - Parco Cesare Lombroso in direzione piazza dei Signori, dove si terranno dimostrazioni di antichi lavori; alle 10.30 rievocazione storica dell’arrivo degli Auditori Nuovi alle Sentenze, con letture di alcuni passi delle descrizioni fatte da Marin Sanuto nel 1483; alle 11.30 partenza del corteo in direzione Parco Cesare Lombroso; alle 12.30 arrivo a Castel San Felice, dove sarà allestito uno stand di impresa Verde della Coldiretti Verona e successivo trasferimento dei gruppi al maneggio GREENfield; alle ore 15.30 ritorno in piazza dei Signori dove, fino alle 17.30, si terrà l'esibizione di danze medievali del gruppo Voltatonda di Vicenza. In occasione della manifestazione saranno organizzati un percorso guidato a Castel San Felice con il Centro Turistico Giovanile di Verona e degustazioni
COMUNE
Un pezzo di Unesco   <br/>in riunione a Verona

Un pezzo di Unesco
in riunione a Verona

Si è tenuta oggi a Palazzo Barbieri la prima riunione del nuovo Consiglio Direttivo dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco. L’Associazione organizza e gestisce attività di tutela, valorizzazione e promozione dei beni iscritti nelle liste Unesco, presenta progetti e richieste di finanziamenti presso l’Unione europea, le istituzioni internazionali e le amministrazioni statali e regionali. La scelta di convocare il Consiglio Direttivo a Verona è un riconoscimento importante del ruolo della città scaligera all’interno dell’Associazione, confermato anche dall’elezione a vicepresidente del consigliere comunale Antonia Pavesi. Nel corso della riunione sono stati tratti la redazione delle linee guida per le attività dei prossimi tre anni e la preparazione dell’incontro di settembre con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Il nuovo direttivo, eletto il 4 luglio scorso a Cerveteri, è composto dal presidente Giacomo Bassi, sindaco di San Gimignano, dai vicepresidenti Antonia Pavesi consigliere del Comune di Verona, Filippo Miroddi sindaco di Piazza Armerina e Alessio Pascucci, sindaco di Cerveteri. Fanno inoltre parte del Direttivo nove consiglieri in rappresentanza di alcuni dei Siti italiani dichiarati patrimonio dell’Umanità: Claudio Ricci sindaco di Assisi, Roberta Fusari assessore del Comune di Ferrara, Emanuele Lilliu sindaco di Barumini, Michele Maria Longo sindaco di Alberobello, Massimo Guidi sindaco di Urbino, Sandro Pupillo consigliere del Comune di Vicenza, Celestino Dall’Oglio assessore del Comune di Mantova, Dario Nardella sindaco di Firenze e Marcella Morandini, della Fondazione Dolomiti Unesco.
CANTIERI/2
Cantieri, nuove chiusure  <br/>Attenzione il week end

Cantieri, nuove chiusure
Attenzione il week end

Dalle ore 7.30 di sabato 26 luglio alle ore 10 di lunedì 28 luglio, ponte Aleardi sarà chiuso al traffico per consentire ad Agsm di procedere con i lavori di sistemazione dei sottoservizi. Resterà garantito invece il passaggio dei pedoni. La Polizia municipale ricorda che i veicoli che transiteranno in via Pallone dovranno prima del ponte o svoltare a destra su via Del Pontiere o svoltare a sinistra in via Ponte Rofiolo per raggiungere Stradone San Fermo. Tutti i veicoli che transiteranno in lungadige Porta Vittoria, una volta giunti in corrispondenza dell’intersezione con ponte Aleardi, dovranno invece proseguire diritto verso lungadige Galtarossa oppure svoltare a sinistra verso via Torbido o viale del Cimitero.
CANTIERI
Via Lazzaretto: causa  <br/>maltempo lavori slittati

Via Lazzaretto: causa
maltempo lavori slittati

A causa del maltempo di questi giorni, i lavori in zona Porto San Pancrazio (nel tratto tra via ponte San Pancrazio e il civico n. 23 di via Lazzaretto) termineranno martedì 29 luglio e non, come originariamente previsto, domani venerdì 25 luglio. Fino a tale data rimarrà quindi il divieto di transito e sosta alle autovetture. Dal 30 luglio la circolazione sarà consentita a senso unico alternato. Dal 10 agosto per la durata di 15 giorni, sempre in via Lazzaretto, nel tratto compreso tra il civico n. 23 e il n. 7, per consentire ai tecnici di Acque Veronesi l’avvio della seconda fase dei lavori per la realizzazione di una nuova condotta fognaria delle acque nere (attualmente la zona non è servita), verrà istituito il senso unico alternato di circolazione dei veicoli regolato da movieri o semaforo mobile.
ESTATE TEATRALE
Al Romano c'è Goldoni,  <br/>"Il Bugiardo" d'amore

Al Romano c'è Goldoni,
"Il Bugiardo" d'amore

L'ultimo alito sheakesperiano era stato lasciato, sul palco del teatro romano, la dodicesima notte, con l'attore regista Carlo Cecchi nei panni di Malvoglio in una rappresentazione portata a Verona per la nona volta, sempre con successo. E poi shak ha lasciato il posto a chi mancava da quattro anni, carlo goldoni che si ricorda ne Il bugiardo, nel 2010, on l'allestimento del teatro stabile di verona, per la regia di Paolo Valerio. E a tornare proprio il bugiardo, firmato da una una vecchia conoscenza teatrale, Valerio Binasco che negli anni scorsi ha dato alla luce due fortunati allestimenti shakespeariani messi in scena dalla popular sh company. La tempesta, nel 2012, il mercante di venezia, nel 2013. E Binasco torna mettendo SUL PALCO, nei panni di Lelio, Maurizio Lastrico, il comico conosciuto dal grande pubblico per le sue partecipazioni a camera cafè e zelig. Commedia in tre atti rappresentata per la prima volta nel maggio 1750 a Mantova, Il bugiardo ruota attorno al personaggio di Lelio de’ Bisognosi, figlio di Pantalone. Nato a Venezia e cresciuto a Napoli, il giovanotto sparge qua e là le sue “spiritose invenzioni” come ama definire le bugie che continua a raccontare e che creano una sequela di equivoci e di stravolgimenti di situazioni nelle quali l’amore riveste una parte di primo piano.Ma non si sorride a basta, al Romano. O si sorride amaramente. Quelle spiritose invenzioni, infatti, non aiutaranno il protagonista, tutt'altro. Innescano in realtà un meccanismo perverso che anziché aiutarlo lo porteranno inevitabilmente alla rovina.E sullo sfondo le origini di questa disaffezione alla realtà, una commedia che indaga, ridendo, sull'incapacità di vivere davvero. Non solo le prodezze comiche dello spettacolo, ha spiegato il regista, ma anche e soprattutto le ferite d'amore. ?Insieme a Maurizio Lastrico e a Michele Di Mauro, sono in scena Maria Sofia Alleva (Colombina), Fabrizio Contri (dottor Balanzone), Andrea Di Casa (Ottavio), Beatrice (Elena Gigliotti), Deniz Ozdogan (Rosaura), Nicola Pannelli (Brighella), Sergio Romano (Arlecchino), Roberto Turchetta (Florindo) e Ivan Zerbinati (cameriere / vetturino / portalettere).?Le musiche originali sono di Arturo Annechino, le scene e i costumi di Carlo de Marino, le luci di Pasquale Mari.Un altro grande successo, di amore e disavventura, di comicità e amarezza. Un altro grande successo di pubblico che ha visto fino ad ora al romano oltre 11 mila persone.
AMBIENTE
Gek Tessaro per Fai  <br/>l'estate al Lazzaretto

Gek Tessaro per Fai
l'estate al Lazzaretto

Ritorna dopo il "Don Chisciotte" dello scorso anno il maestro del teatro disegnato Gek Tessaro con una nuova proposta "Io sono un ladro di bestiame felice". L'appuntamento è per sabato 26 luglio al Lazzaretto, lo spettacolo è un mix tra suggestione e magia. Fai l'estate al Lazzaretto è un ciclo di iniziative progettate per mostrare e far vivere il meraviglioso complesso monumentale del Lazzaretto. Un luogo ricco di storia e natura per cui un mese fa Comune di Verona e il FAI nazionale hanno siglato un accordo volto alla tutela e alla valorizzazione del sito.

Graffa

Telenuovo Verona
tasto 11 - oggi in tv

  • Informazione

    Studionews
  • Amici animali

    documentario
  • TgVeneto

  • TgGialloblu Special

    calendario serie A
  • L'Opinione

  • TgVerona

    all'interno il TgGialloblu
  • Senilità

    drammatico (Italia 1962) di Mauro Bolognini con Claudia Cardinale e Philippe Leroy
  • Film di seconda serata

  • Informazione

    TgVerona, TgGialloblu
  • Film della notte


Ricette di Casa Telenuovo Avesani


Sondaggio

Giusto rimuovere le panchine vicino a Piazza delle Poste..?

Tutti i sondaggi
L'Opinione
ON AIR
28.07.2014
TgGialloblù
ON AIR
26.07.2014
TgVeneto
ON AIR
28.07.2014
Rosso & Nero
ON AIR
11.07.2014
La Gran Torcolada
ON AIR
29.03.2014
Prima Serata
ON AIR
18.06.2014

BPV MUTUO YOU

 

 

auditeL GIUGNO 2014 telenuovo

Promo palinsesto

Studionews Rete Nord Pubblicità

TERRA E NATURA
28.07.2014

TERRA E NATURA

TERRA E NATURA
25.07.2014

TERRA E NATURA

STUDIONEWS ECONOMIA
24.07.2014

STUDIONEWS ECONOMIA

STUDIONEWS AZIENDE
17.07.2014

STUDIONEWS AZIENDE